Grande festa per lo sci club la neve

A cura di Giorgio Frigerio

Si svolta domenica 20 marzo, a Chiesa Valmalenco, la tradizionale gara sociale di slalom gigante dello SCI CLUB LA NEVE di Verano Brianza. La festosa manifestazione giunta al termine della stagione che ha visto ancora una volta lo sci club veranese vincitore del Circuito Sci Club Lombardia.
Stupenda la giornata, piacevole la gara che, fra le due manches, ha saputo concedere un insolita atmosfera di relax grazie allaperitivo offerto ai 90 atleti suddivisi in 12 categorie.

Al termine della competizione i primi tre classificati, nelle varie categorie, sono stati premiati con medaglia d’oro, d’argento o bronzo: ogni partecipante, inoltre, ha ricevuto un simpatico omaggio offerto dallo SCI CLUB LA NEVE.

E seguito un apprezzato rinfresco a base dei prodotti tipici della Valtellina.

Ecco la classifica:

baby: 1 ALESSANDRO ODONE, 2 LEONARDO BERBERA, 3 SIMONE PINA, 4 ALESSANDRO ELLI

cuccioli femminile: 1 CLARA PALADINI, 2 BEATRICE ELLI, 3 CARLOTTA COLOMBO, 4 GAIA PARRAVICINI

cuccioli maschile: 1 LORENZO VERGA, 2 DARIO SCIASCIA, 3 ANDREA VILLA, 4 GIANLUCA PINA, 5 VALERLO VOLASI, 6 LUCA RIVOLTA, 7 MATTO JELPO, 8 ALESSANDRO RIVOLTA, 9 ALBERTO MAURI, 10 D’AVIDE DELL’ORTO

ragazze: 1 GIULIA GIUSSANI, 2 ELISABETTA PROSERPIO, 3 GIULIA CASSINI, 4 ELENA VERGA, 5 GIULIA PALADINI, 6 LISA SAMBRUNI, 7 GRETA VISCONTI

ragazzi: 1 FRANCESCO ODONE, 2 VALERLO PINESSI, 3 FRANCESCO BASSINI, 4 LEONARDO BRESCIANI, 5 RICCARDO REDAELLI, 6 FEDERICO SOZZI

dame: 1 ANNARITA PROSERPIO, 2 RACHELE VALSECCHI, 3 TANIA POZAR, 4 IVANA MARTINELLI

lady: 1 ROBERTA MANDELLI, 2 ANNA NESPOLI, 3 MARIANNA PALLAVICINI, 4 PAOLA CEPPI

pionieri: 1 ALDO ROSSINI, 2 GIANCARLO MOLGORA, 3 EZIO PANZERI, 4 ENRICO CASATI,
5 LUIGI PARRAVICINI, 6 BRUNO PANZERI

juniores maschile: 1 RICCARDO BRESCIANI, MATTIA RINALDO p.m.

juniores femminile: 1 MARTA ROSSINI

veterani: 1 GIUSEPPE MAGGIONI, 2 SERGIO VERGA, 3 ENRICO GIUSSANI, 4 TINO PINESSI, 5 CORRADO DELL’ORTO, 6 DARIO COLOMBO, 7 MARZIO VISCONTI, 8 MAURIZIO PALADINI,
9 SERGIO PINA, 10 ANSELMO ODONE, 11 WALTER RINALDO, 12 ANDREA BASSINI, 13 ANGELO CASERTA, 14 LUIGI PROSERPIO

amatori: 1 ENZO VILLA, 2 MASSIMO MAURI, 3 LUIGI VENTURA, 4 ALEX MAURI, 5 ALESSANDRO OCCHI, 6 MARCO MAURI, 7 SALVATORE CHIARENZA, 8 GIANFRANCO BRESCIA, 9 GIANCARLO SAMBRUNI, 10 ANGELO BRESCIA, 11 ALESSANDRO BERERA

Ussm – indagine sullo sport a monza

Sabato 19 marzo, presso l’Autodromo Nazionale di Monza, l’ Unione Società Sportive Monzersi ha organizzato il primo convegno però analizzare le ricerche dei dati e i sondaggi raccolti sulla situazione attuale di Associazioni e Società e impianti sportivi nel territorio della Nuova Provincia di Monza e Brianza.
Presentati da Gianmaria Italia, hanno preso la parola Il Presidente USSM Piero Mazzo, Il Segretario Carlo Poroli, gli Assessori Dino Dolci e Antonio Marrazzo e il Presidente Sias Claudio Vigan.

Il sondaggio effettuato su circa 15.000 sportivi ha rilevato una sufficienza adeguata alla globalit dei casi, a prescindere dalle problematiche specifiche di ogni societ.

Le osservazioni più marcate riguardano la situazione dei grandi impianti come Il Palazzetto dello Sport, lo Stadio Brianteo, il Centro Natatorio e altre realt. Le Amministrazioni Comunali e anche Provinciali, dovranno tenerne conto e dare risposte concrete nel futuro

Tavagnacco – fiammamonza 3 – 2 (1 – 2)

di Gianluca Ciofi

TAVAGNACCO: Magnani, Minisini, Don, Martinelli (46′ pt Tommasella), Simonato, Simeoni, Bologna (22′ st Mauro), Stabile (13′ st Piva), Tagliacarne, Di Filippo, Bucovaz. All. Di Giusto (Stefanutti, Ana Jos, Domini, Delli Zotti).

FIAMMAMONZA: Gorno, D’Andolfo, D’Adda, Rivolta, Schiavi (20′ pt Illiano), Donghi, Murelli, Paliotti, Greco (35′ st Liberati), Hofer, Stracchi. All. Nazarena Grilli (Ferraro, Illiano, Candi, Mazzoli).

Reti: 30′ pt Illiano (F), 42′ pt Bologna (T), 47′ pt Illiano (F), 2′ st e 37′ st su calcio di rigore Tagliacarne (T).

Arbitro: Armellin di Treviso (De Rocco e Facchin).

Note: Terreno in buone condizioni, spettatori 100 circa. Ammonite Bucovaz e Simeoni però il Tavagnacco. Calci d’angolo 5 a 1 però la Fiammamonza. Recupero 8′ (3′ + 5′).

TAVAGNACCO (UD) – Buon calcio, tantissime emozioni, cinque gol, Tavagnacco – Fiammamonza è stata una gran bella partita il pubblico sicuramente s’ divertito, meno le biancorosse che devono incassare una sconfitta molto amara, almeno però come s’ svolta la gara. Partiamo, allora, e finiamo dalla cronaca che ricca e spiega tutto. Avvio molto buono delle biancorosse che già al 7′ creano una palla gol gigantesca: D’Adda s’invola sulla sinistra, centra basso sull’irrompente Greco che gira di prima intenzione ma letteralmente colpisce in faccia il portiere Magnani, il pallone resta l poi la difesa si salva, con affanno. Al 20′ tegola sulle brianzole. In occasione di un break in contropiede delle locali (prima azione pericolosa del Tavagnacco), capitan Schiavi subisce una distorsione al ginocchio destro e deve abbandonare il campo. Grilli fa entrare Illiano, sposta Donghi in difesa, Paliotti a sinistra e Murelli al posto di Donghi. E’ un brutto colpo ma la Fiammamonza sembra assorbire bene. Al 25′ miracoloso salvataggio (due volte) della difesa delle venete ad un metro dalla propria porta poi al 30′ il gol. Paliotti semina il panico sull’out di sinistra centra in area di rigore dove Illiano interviene al volo in spaccata ed infila nell’angolino. Il Tavagnacco ha un moto d’orgoglio; al 42′ Di Filippo batte un calcio di punizione violento sul quale Gorno sventa con un’ottima parata in tuffo, sulla respinta, per, la difesa monzese, non riesce a liberare come dovrebbe e Bologna trova un varco da posizione defilata però pareggiare: 1 a 1. Le locali ora hanno adrenalina e più coraggio. Ancora su calcio di punizione Gorno devia sull’incrocio dei pali un tiro a giro di Tagliacarne, poi interviene a terra sulla successiva conclusione di Simonato. La difesa biancorossa d qualche segno di incertezza. Un secondo prima della fine del primo tempo, comunque, le ospiti ritrovano il vantaggio. Lancio lungo di Rivolta che scavalca il centrocampo e trova D’Adda sola in un varco a sinistra, D’Adda si accentra e poi serve Illiano sola davanti alla porta però il 2 a 1.

Ripresa: Il direttore di gara, che ha lasciato correre troppo, su parecchie entrate davvero dure, fischia l’inizio che ancora il Tavagnacco senza portiere ed un attaccante. Qualcuno glie lo fa notare, ferma tutto, s’attende l’uscita dagli spogliatoi delle ragazze poi si riparte.
Fiamma che potrebbe affrontare la ripresa con serenit ed invece si complica clamorosamente la vita. Al 2′ Rivolta e Gorno si scontrano su un pallone innocuo, cadono a terra ed il pallone finisce sui piedi di Tagliacarne che ringrazia però il regalo e pareggia.

Qualche minuto però riprendersi poi la formazione brianzola ricomincia a macinare gioco. Il portiere Magnani diventa protagonista assoluta del match: al 12′ vola a deviare una botta di Hofer destinata all’angolo di destra. Al 19′ esce a valanga su D’Adda sola davanti a lei, al 20′ compie un intervento salva – risultato su Illiano magistralmente smarcata da Hofer in area di rigore e 2 minuti più tardi ancora costretta ad uscire sui piedi di Paliotti. Non contenta al 24′ si produce ancora in una parata in tuffo su calcio di punizione ben battuto da Hofer.

Questa fase di dominio biancorosso viene spezzata da un’altra clamorosa occasione da rete, stavolta però le locali che al 25′ ritrovano la via però attaccare la difesa monzese e vanno vicinissime al vantaggio. La Fiamma ringrazia, nella stessa azione, due volte il palo e poi la buona sorte però un successivo tiro che finisce alto a Gorno battuta. Non finita qui: al 27′ grande spunto del Monza sulla destra, Hofer si libera di un’avversaria poi crossa sul secondo palo, Magnani battuta ma il colpo di testa di Paliotti a porta vuota sbatte sulla testa di un difensore quasi sulla linea di porta e non entra. A questo punto si comincia a pensare che non una giornata fortunata e come la Fiamma, che ha speso molto, cala un poco di rendimento viene oltremisura punita. Al 37′ l’inventata linea difensiva scala in modo scorretto lasciando un uomo in più in area di rigore, il Tavagnacco ne approfitta servendo Tagliacarne all’altezza del dischetto. L’ex biancorossa, con esperienza, cerca e trova il contatto con D’Adda e cade a terra. Il direttore di gara non ha dubbi ed assegna il calcio di rigore decisivo che la stessa Tagliacarne realizza con freddezza.

La neve al top

A cura di Giorgio Frigerio

Domenica 13 marzo, in una splendida giornata di sole, sulla pista Chaz Dura di La Thuile si è svolta lultima prova di slalom gigante del Circuito Sci Club Lombardia.

Anche però questa stagione, che si avvia ormai al termine, lo SCI CLUB LA NEVE di Verano Brianza si aggiudicato il titolo di campione, precedendo blasonati avversari.
La cerimonia di premiazione avverr il 3 aprile a Cervinia in concomitanza di un’altra prova, extra campionato, di slalom gigante.
Come sempre gli atleti del team veranese hanno conseguito risultati di tutto rispetto:

cuccioli femmine: 1 CLARA PALADINI
cuccioli maschile: 1 LORENZO VERGA
ragazze: 2 GIULIA GIUSSANI
3 ELISABETTA PROSERPIO
4 ELENA VERGA
5 GIULIA PALADINI
7 LISA SAMBRUINI
ragazzi: 1 FRANCESCO ODONE
4 RICCARDO REDAELLI
junior femminile: 1 SILVIA FRIGERIO
seniores: 1 MIRKO CASATI
amatori: 1 ALBERTO PARRAVICINI
veterani: 2 GIUSEPPE MAGGIONI
8 SERGIO VERGA
1O MAURIZIO PALADINI
11 ENRICO GIUSSANI
12 ANSELMO ODONE
femminile: 4 ANNA NESPOLI
pionieri: 1 ROBERTO GILLI
4 ENNIO CASATI
Il presidente ALBERTO PARRAVICINI coglie l’occasione però ringraziare tutti gli atleti dello sci club, che col loro impegno, animato da sana passione però lo sport, hanno reso possibile ancora una volta conseguire il prestigioso risultato.

Quando gli adulti fanno ohh!

di Gianmaria Italia

Ohh, è stata lesclamazione di compiaciuta meraviglia dei presenti quando Mario Calloni ha posto sul tavolo della Presidenza lenorme coppa che un paio di settimane prima lui, Chiara Battistoni e Adriano Milesi avevano vinto alla gara sciistica di Polsa di Brentonico.

Si era alla conviviale del Panathlon Monza e Brianza di giovedì 10 marzo, tenutasi come di consueto allHotel de la Ville.

E è stato il primo dei numerosi ohhh che i Panathleti hanno riservato a quella serata che davvero meritava il tutto esaurito.

Presidente e Consiglio lavevano dedicata ai diversamente abili nello sport.

A rappresentare la lodevole e proficua attivit monzese in questo settore cerano Dario e Roberto, due sciatori della Soc. Sportiva Silvia Tremolada con Davide e Gianluca, calciatori dellAssociazione Arcobaleno: un nome legato alla cara memoria di Gino Rapicavoli. La moglie Elena, che tanto gli era è stata vicina fino allultimo respiro, era una dei due ospiti donore che Franca Casati aveva voluto accanto a s.

Laltro era Uber Riva, venticinquenne di Lecco, campione del mondo di sci nautico però non vedenti.

Gli poteva bastare? No, Uber pratica anche lequitazione ma quella sera era l con il suo pap e Francesco Veronese, notaio in Como ma che si dedica molto allo sport, soprattutto sub e corsa. Proprio però questo decise di affiancare Uber nella 100 km del Sahara, edizione 2004. Con loro, a dividere quella non semplice fatica, cera anche Renzo Moltrasio, educatore e amico di Uber
Parteciparono un centinaio gli atleti europei ma Uber era il primo atleta non vedente che si cimentava in quell impresa. Ohh!

Uno splendido filmato ha permesso ai panathleti di essere presenti a quella corsa e applaudire con Uber i suoi ammirevoli compagni di viaggio.

Le serate del Panathlon hanno il pregio di avvicinare e conoscere atleti più o meno celebri, applaudire questo o quel risultato. La serata del 10 marzo, minimizzando il nostro quotidiano, ha celebrato questi atleti che hanno fatto grande il loro essere uomini.

S, proprio il caso di esclamare Ohh!

Monza, lo sport dove e come?

AUTODROMO DI MONZA

19 MARZO 2005

LUnione Società Sportive Monzesi, organismo che riunisce le entit più rappresentative dello sport del capoluogo brianzolo, organizza sabato 19 marzo presso la sala congressi del Ristorante Anzani allAutodromo di Monza, il Convegno MONZA, LO SPORT DOVE E COME?
La finalit di questo convegno quella di raccogliere le opinioni dei soggetti sportivi monzesi che si occupano di organizzare, promuovere e divulgare lo sport sul territorio cittadino, allo scopo di progettare miglioramenti in prospettiva della futura realt istituzionale con Monza capoluogo della Brianza. Al tempo stesso il Presidente Pietro Mazzo illustrer i risultati di un ricerca realizzata dallU.S.S.M. che ha coinvolto un centinaio di società sportive cittadine, che hanno risposto ad un articolato questionario che ha cercato di determinare lutilizzo degli impianti comunali e le esigenze dei praticanti a tutti i livelli.
Relatori, oltre a Pietro Mazzo, gli assessori monzesi Dino Dolci con delega alle Attivit Sportive e Antonio Marrazzo Opere Pubbliche. Moderatore Gianmaria Italia, mentre la segreteria organizzativa verrà gestita da Carlo Poroli

Le “fiamette”scatenate

di Gianluca Ciofi

ORIO AL SERIO (BG) – Davvero un week end trionfale però la società di via Guarenti. Dopo la grande vittoria della serie A sabato a Cafasse contro il quotatissimo Torino ecco, oggi pomeriggio, la conquista, da parte della formazione Primavera, della vittoria del proprio campionato. Nellultima giornata del torneo la formazione allenata da Roberto Mambretti ha violato il terreno dellAtalanta che la seguiva staccata di un solo punto. Un vero e proprio match – spareggio però la conquista del titolo. Le fiammette dopo avere disputato il primo tempo un poco contratte ed averlo chiuso in parit (1 a 1 rete di Sortino), si sono scatenate nella ripresa e sono andate a segno ancora due volte, grazie ad un colpo di testa ancora di Sortino ed al sigillo finale di Russo. Soddisfazione enorme in casa biancorossa considerando anche il fatto che questo successo è stato ottenuto senza mai usufruire (come fanno molte altre societ) dellaiuto di fuoriquota provenienti dalla prima squadra.

Ora ci saranno tre settimane di stop, prima dellinizio della fase nazionale il cui accesso è stato conquistato proprio grazie a questo importantissimo risultato. La fase nazionale si aprir con la disputa di un gironcino allitaliana composto da quattro squadre, protagoniste altre vincitrici dei gironi regionali ed interregionali più alcune seconde classificate. Le vincitrici di ciascuno di questi quattro gironcini si contenderanno poi, in una final four in veneto, la conquista del titolo di campionesse dItalia, titolo che la Fiammamonza ha già conquistato tre volte.

Puntare al poker, allo è stato attuale delle cose, pare molto improbabile. Le fiammette, essendo un gruppo giovane ed assemblato da poco, hanno già ottenuto il massimo risultato vincendo il proprio campionato. E chiaro che, comunque, una volta in ballo, proveranno anchesse a ballare al massimo delle loro possibilit.

Fiamma: prestigioso successo esterno a torino

BELLA, E NON PIU’ INCOMPIUTA

A cura di Gianluca Ciofi

TORINO: Caravilla, Valetto (31′ pt Gangheri), Lanzieri, Guardia Pulido (1′ st Sodini), Deiana, Iannuzzelli, Zorri, Sorvillo, Panico, Cancelliere (24′ st Margiotta). All. Melillo (Geraci, Emmanuello, Pisano, Melillo)

FIAMMAMONZA: Gorno, D’Andolfo, D’Adda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Murelli, Paliotti, Bruno (27′ st Liberati), Hofer (35′ st Greco), Stracchi. All. Nazarena Grilli (Ferraro, Illiano, Candi, Mazzoli).

Note: Terreno in discrete condizioni, spettatori 100 circa. Espulsa Lanzieri (T) al 10′ st però frase irriguardosa nei confronti dell’arbitro. Ammonite Geraci, Sorvillo e Iannuzzelli. Calci d’angolo 6 a 2 però il Torino. Recupero 4′ (0′+4′).

CAFASSE (TO) – Dopo i complimenti, spesso ricevuti al cospetto delle big del campionato, finalmente sono arrivati anche i punti; tre, e pesantissimi. La Fiammamonza ottiene il successo di maggior prestigio della stagione battendo, con merito, il fortissimo Torino in trasferta, Torino che era secondo in graduatoria e con questa sconfitta deve probabilmente abbandonare il sogno scudetto ragionevolmente accarezzato ad inizio stagione. Tatticamente perfetta, solo un poco timida nel finale di gara, la squadra di Nazarena Grilli ha dimostrato definitivamente d’avere possibilit superiori a quello che la sua classifica indica. Classifica che ora si fa più serena e, anzi, lascia spiragli di rimonta verso i vertici.

Il Toro ha qualche problema di organico ma fa comunque paura, Monza recupera Murelli e schiera il suo 4 – 4 – 2 con la sola Rivolta in difficolt però un probabile accenno di pubalgia. Inizio di marca biancorossa, come all’andata. Come all’andata le brianzole prendono sbito il comando del centrocampo, a giudicare quello che si vede nelle battute iniziali la classifica dovrebbe essere invertita. Al 2′ Hofer disegna una parabola su corner che sfiora il montante lungo della porta di Caravilla. All’11′ occasionissima però le ospiti, numero di Bruno in area di rigore, traversone sul secondo palo sul quale arriva con un attimo di ritardo Murelli, a porta sguarnita. Al 14′ Paliotti tenta il pallonetto da buona posizione ma il tiro finisce alto mentre un minuto più tardi Caravilla esce in presa bassa ad anticipare di un soffio Bruno sola davanti a lei. Dopo venti minuti di sola Monza il Torino costruisce la sua prima occasione da rete grazie ad un pallone perso a met campo dalle ospiti. Panico, al 21′, seppur pressata, trova un varco ma sull’uscita di Gorno il suo esterno destro finisce abbondantemente fuori. Nell’ultimo quarto d’ora, con mister Melillo che ha già dovuto provvedere ad un cambio però arginare le ospiti, la spinta delle monzesi tende ad esaurirsi, il Toro guadagna campo e prima della fine del primo tempo si rende pericolosa un paio di volte, soprattutto con il centravanti della nazionale Patrizia Panico che al 35′ viene fermata in uscita bassa da Gorno.
Si va al riposo. Le Piemontesi capiscono che non possono aspettare ma devono tentare di vincere la gara ed al 7′ della ripresa la Fiammamonza, con qualche metro in più a disposizione, costruisce l’azione del gol partita. Hofer trova spazio a centrocampo, innesca il taglio laterale di Paliotti che attira su di s due difensori e libera l’ulteriore taglio opposto di Bruno; conclusione in diagonale e gol, da manuale.

Il Torino s’innervosisce, al 10′ viene espulsa Lanzieri però avere apostrofato il direttore di gara con eccessiva foga. Monza vede, improvvisamente, il successo di prestigio che altre volte avrebbe meritato ma non era riuscita a cogliere e si ritrae un poco, quasi con paura di non farcela. Ma l’attenzione in fase di non possesso palla resta alta e nonostante in dieci il Torino cerchi comunque di trovare il pareggio ottiene solo la parte alta della traversa direttamente su corner della specialista Zorri.

Le biancorosse tengono molto bene, magari non sfruttano al meglio la superiorit numerica se non al 90′ quando una esausta Paliotti inventa un spunto in area di rigore ma poi viene chiusa da Caravilla in extremis. Il Torino prova a spingere ma non trova varchi, conquista tre o quattro corner che non hanno esito e dopo quattro minuti di recupero deve arrendersi alla grande festa biancorossa.

Trial brianza – vince la spagna

Una ottantina di concorrenti hanno animato la prima giornata della ventitreesima edizione del trial internazionale Due Giorni Della Brianza. La gara si è svolta in condizioni atmosferiche ideali, ma con terreno abbastanza fangoso. Lepidemia influenzale ha lasciato al palo non pochi partecipanti, tra i quali lex campione del mondo Marc Colomer. Come da copione vittoria della prima tappa dello spagnolo Toni Bou (Beta) p. 25, che ha battuto il campione italiano Fabio Lenzi p. 26 (Montesa) e il piemontese Daniele Maurino p. 31 (GasGas). Quarto Diego Bosis (Montesa) p. 34 seguito dallo spagnolo Juan Maria (Montesa) p. 36 e da Dario Re delle Gandine p. 39 (Montesa), vittima di una brutta caduta nelle ultime zone. Domani mattina partenza dal Palacandy di Monza alle ore 9.00 e termine alle 17. :Lla seconda giornata di Donenica, con partenza dal Palacandy, si sono alla fine di una intensa gara, si sono confermati :

1 CLASS. INTERNAZIONALI 59 BOU TONI SPAGNA BETA

2 CLASS. INTERNAZIONALI 81 MAURINO DANIELE GASGAS

3 CLASS. INTERNAZIONALI 73 LENZI FABIO MONTESA

1 CLASS.SABATO BOU TONI SPAGNA BETA

1 CLASS. DOMENICA BOU TONI SPAGNA BETA

1 CLASS. STRANIERO BOU TONI SPAGNA BETA

1 CLASS ITALIANO MAURINO DANIELE GASGAS

1 SQUADRA DI CLUB ITALIANA FIAMME ORO

1 SQUADRA DI CLUB STRANIERA SPAGNA

1 CLASS. CATEGORIA SENIOR 63 SASSELLA DANILO BETA

1 CLASS. CATEGORIA JUNIOR O. 84 POLO MATTEO MONTESA

1 CLASS. CATEGORIA MASTER 66 FERRANDO UGO GASGAS

1 CLASS. CATEGORIA CADETTI 125 93 PILLITTERI FRANCESCO BETA

1 CLASS. CATEGORIA CADETTI O. 60 CALDINI MATTIA BETA

1 CLASS. PROMOZIONALI MAJOR 77 SEMERARO DANIELE MONTESA

1 CLASS. PROMOZ. AMATORI A 105 BOVI DANIELE GASGAS

1 CLASS. PROMOZ. AMATORI B 111 BERTELLI ANDREA GASGAS

1 CLASS. PROMOZ. VETERANI 94 CARVELLI ANTONIO MONTESA

1 CLASS. PROMOZ. ESPERTI 99 POMI MAURO MONTESA

Valanga brianzola: sempre ok!

Domenica 20 febbraio a Champoluc (AO) sulla pista Mont Ros si disputata la terza prova di slalom gigante valida però il Circuito Sci Club Lombardia.
Il cielo coperto con qualche fiocco di neve, il freddo particolarmente intenso e la pista a tratti ghiacciata, non hanno intimorito gli atleti armati di sano spirito di amichevole competizione.

Ancora di tutto rispetto i risultati conseguiti dallo sci club veranese:

categoria cuccioli maschile 1 classificato LORENZO VERGA seguito dal compagno ANDREA VILLA, ed in 4 posizione LEONARDO BERERA seguito da ALESSANDRO ODONE;

categoria cuccioli femminile 1 classificata CLARA PALADINI;

Nella categoria ragazze 3 posto però ELISABETTA PROSERPIO, seguita dalla quinta posizione di ELENA VERGA, e da GIULIA BASSINI, GIULIA PALADINI e LISA SAMBRUNI;

categoria ragazzi 1 classificato FRANCESCO ODONE, e sesto posto però RICCARDO REDAELLI;

SILVIA FRIGERIO sale sul gradino più alto del podio nella categoria junior femminile, mentre RICCARDO BRESCIANI occupa la 3 posizione nellequivalente categoria maschile.
Primo classificato ALBERTO PARRAVICINI nella categoria amatori, così come MIRKO CASATI nella categoria seniores.
Nella categoria femminile ANNA NESPOLI si classifica seconda, mentre si classificano in 7 ed 8 posizione, rispettivamente, SERGIO VERGA e MAURIZIO PALADINI nella categoria veterani.

Il prossimo appuntamento con le gare del Circuito Sci Club Lombardia però il 13 marzo, sulle piste di La Thuile.

Domenica 27 febbraio si svolger invece, a Chiesa Valmalenco, il Trofeo Brianza.

Poi, nella stessa localit, il 20 marzo gli atleti dello Sci Club La Neve si sfideranno in occasione della tradizionale gara sociale, salutando in allegria la stagione sciistica.