IPSIA Monza al Raduno Nazionale Mobilità Elettrica Monza

Dopo GP: 144 mila spettatori in Autodromo, più di 40 iniziative in città

Bilancio positivo. Sindaco Scanagatti: “Bene sicurezza, viabilità e tutela del Parco. Spettacolo sotto il podio miglior spot per circuito di Monza”

Sono stati 144 mila gli spettatori che hanno assistito all’85esimo Gran Premio d’Italia che si è svolto dal 5 al 7 settembre nell’Autodromo nazionale di Monza, 80 mila nella sola domenica del GP. L’anno scorso furono complessivamente circa 160 mila. Il dato è stato riferito oggi nel corso di una conferenza stampa in Comune da Ivan Capelli, presidente di Aci Milano, alla presenza del sindaco Roberto Scanagatti, del prefetto di Monza,Giovanna Vilasi, dei responsabili delle forze dell’ordine e degli assessori al Turismo, Carlo Abbà e alla mobilità, Paolo Confalonieri. “E’ andato tutto bene – dichiara il sindaco Scanagatti -, sia dal punto di vista della sicurezza sia da quello della tutela ambientale del parco recintato più grande d’Europa. Il dato sugli spettatori del GP è positivo, nonostante la lieve flessione. Il grande afflusso, dichiarazioni di amore di numerosi campioni attuali e del passato e la grande festa che si è svolta sotto il podio nonostante la prestazione deludente delle Ferrari, dimostrano quanto Monza sia importante, e indispensabile, nel circus mondiale della Formula 1. Voglio ringraziare Sias e Aci Milano per l’ottima organizzazione e soprattutto le forze dell’ordine e i tanti volontari che hanno garantito che tutto si svolgesse in totale serenità per il numeroso pubblico”.

 Viabilità e trasporto pubblico

Alle ore 17.30 di domenica, cioè poco dopo la conclusione del GP, il deflusso dall’autodromo si è concluso e la viabilità intorno all’impianto è tornata alla normalità. La stragrande maggioranza degli spettatori si è recata all’interno del perimetro utilizzando il mezzo pubblico (treni, compreso il diretto Milano Monza – Autodromo, attivo la domenica, e le navette di collegamento tra i 3 maxiparcheggi posti a corona della città e il circuito): in totale sono state più di 82mila le persone trasportate. 64 i punti presidiati dalla Polizia locale con 250 agenti in servizio sia sabato che domenica (di cui 100 quelli di Monza, il resto dei comuni limitrofi).

Tutela del Parco

All’interno del parco oltre ai volontari della Protezione civile erano attive 17 squadre di Guardie ecologiche volontarie del Comune che hanno operato in collaborazione con quelle provinciali: le sanzioni comminate sono state la metà di quelle elevate nel 2013, cioè 47 rispetto a 110.

Nei pressi dell’Autodromo alle 10 di questa mattina sono state raccolte 90 tonnellate di rifiuti; altrettanti – stima il servizio ambiente del Comune – saranno raccolti all’interno dell’autodromo , tra cui: 18 tonnellate di cartone, 13 tonnellate di legno e 5 di alluminio (per lo più lattine).

MonzaGP

Durante la settimana del gran premio il Comune ha promosso MonzaGP, il contenitore di eventi per intrattenere cittadini e tifosi, in collaborazione con numerosi sponsor tra cui Enerxenia – gruppo Acsm Agam, Farmacom, Colombo Group di Merate. 40 le iniziative promosse in 25 location cittadine. Piazza Trento e Trieste è stata trasformata in un grande giardino, con 1200 metri quadri di verde, decine di alberi di medio fusto, 2700 girasoli e più di 200 pneumatici colorati – messi a disposizione dall’Autodromo – utilizzati come sedute. Decine di altalene, laboratori per bambini e, sempre per i più piccoli, una pista con macchinine con nozioni di sicurezza stradale a cura delle Scuderie Ferrari Club e Polizia locale. Non potevano mancare la gara di cambio gomme presso la postazione Ferrari e le gare simulate di F1. Particolare attenzione durante la manifestazione è stata data ai temi di Expo 2015, con il truck di AnciperExpo in piazza Roma, e all’apertura della Villa Reale. E poi visite guidate al patrimonio storico cittadino, nuovo Museo Civico Casa degli Umiliati aperto anche di sera e polo del gusto in piazza Carrobiolo, con la partecipazione anche degli studenti dell’istituto professionale Olivetti in piazza Carrobiolo. Il bilancio più nel dettaglio dell’iniziativa su www.comune.monza.it e  www.monzagp.org

Palazzo Cusani Milano: “I Romeni e la Grande Guerra” 1914 – 2014

Mostra foto – documentata dedicata al 100° Anniversario della Grande Guerra

Martedì, 15 luglio 2014, ore 18:00, presso il Palazzo Cusani di Milano e stata innaugurata la mostra foto-documentaria dal titolo „I Romeni e la Grande Guerra” che rimarrà aperta fino al 25 luglio.

Mostra aperta al pubblico fino il 25 luglio a.c., presso il Palazzo Cusani di Milano (Via Brera 15, Milano). Ingresso libero. Orario: l9:00–12:00 și 14:30–16:00.

L’evento, organizzato dall’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, il Consolato Generale della Romania a Milano, il Museo Nazionale di Storia della Romania, l’Archivio Nazionale della Romania e l’Università Babeș-Bolyai di Cluj-Napoca, in collaborazione con il Circolo Unificato Esercito di Milano e il Comando Militare Esercito Lombardia, si avvale del patrocinio dell’Ambasciata di Romania nella Repubblica Italiana, della Regione Lombardia, della Provincia di Milano e del Comune di Milano.

In seguito alla collaborazione tra l’Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia e il Museo Nazionale di Storia della Romania, l’Archivio Nazionale della Romania e l’Università Babeș-Bolyai din Cluj-Napoca, è risultata la mostra „I Romeni e la Grande Guerra” che riunisce oltre 40 panelli foto-documentari che rispecchiano la partecipazione dei romeni e della Romania alla Grande Guerra, in base ai documenti d’archivio, alle fotografie, alle illustrazioni coeve e alle rassegne stampa d’epoca.

In quest’occasione, l’inaugurazione della mostra, con il sostegno del Consolato Generale di Romania a Milano, e stata accompagnata da un recital musicale sostenuto dai giovani pianisti Andreas Iliuță e Fabiani Gabriel Andrei Prcsina.

La mostra si avvale del sostegno finanziario dell’Istituto Culturale Romeno di Bucarest e rimarrà aperta al pubblico fino il 25 luglio a.c., presso il Palazzo Cusani di Milano (Via Brera 15, Milano). Ingresso libero. Orario: l9:00–12:00 și 14:30–16:00. L’ingresso all’inaugurazione della mostra sarà su invito.
Organizzatori: Istituto Culturale Romeno di Bucarest, Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica di Venezia, Consolato Generale di Romania a Milano, Museo Nazionale di Storia della Romania, Archivio Nazionale della Romania e Università Babeș-Bolyai di Cluj-Napoca

In collaborazione con: Circolo Unificato Esercito di Milano e Comando Militare Esercito Lombardia

Con il patrocinio di: Ambasciata di Romania nella Repubblica Italiana, Regione Lombardia, Provincia di Milano e Comune di Milano

Brianza Rock Festival 2014 a Monza… un grande successo!

Buona Pasqua!

La tecnologia Italiana ecografica e l’imaging radiologico al servizio del paziente oncologico

Con parco Arese Borromeo, Cesano partecipa a ’100 giardini per Expo 2015′

Cesano partecipa col suo parco a “100 giardini per Expo 2015″ – Grazie all’adesione di Cesano a ReGIS – la Rete dei Giardini Storici nata nel 2006 che già unisce i parchi di Cesano, Cinisello, Desio, Lainate e Sesto San Giovanni, oltre a Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Fondazione Minoprio, scuola Agraria del Parco di Monza, provincia di Milano, Politecnico di Milano BEST, Soprintendenza per i Beni Artistici e Paesaggistici di Milano – la città parteciperà con parco Arese Borromeo senza alcun costo a “100 giardini per l’Expo 2015″, un itinerario di visita per giardini, orti e frutteti che sarà messo a disposizione dei visitatori dell’Expo. Un unico brand per un’offerta turistica di interesse – La proposta di “100 giardini per l’Expo” è quella di un pacchetto turistico che racchiuda in un unico brand – facilmente riconoscibile dal pubblico, dalle istituzioni e dai mass media -, un percorso nel verde ‘coltivato’ che possa costituire un’offerta escursionistica valida e innovativa, capace di attirare parte dei visitatori attesi per la grande esposizione di Milano dell’anno prossimo. Parco e palazzo Arese Borromeo insieme – L’itinerario in cui il Parco di palazzo Arese Borromeo sarà inserito rappresenta una proposta strutturata e coordinata, che condurrà il visitatore a spasso tra i più bei giardini, orti e frutteti di Brianza – nel nostro caso, veramente ‘a un tiro di schioppo’ dai padiglioni dell’Expo milanese -. Una proposta turistica che potrà naturalmente andare oltre il semestre dell’Expo per costituire un’attrattiva turistica permanente (e non solo): nelle intenzioni, infatti, il marchio costituirà anche un rete per facilitare la circolazione e lo scambio di competenze e ‘buone pratiche’ trai 100 curatori dei Giardini aderenti. Gli step di lavoro di “100 giardini per Expo 2015″ prevedono, entro primavera, una serie di conferenze stampa di presentazione del progetto in Italia e all’estero e la distribuzione di brochure; quindi, dall’estate, l’implementazione delle visite nei parchi, giardini, orti e frutteti grazie alla creazione dell’itinerario turistico, di un portale on-line e di una campagna di comunicazione ad hoc per il nuovo itinerario. Le bellezze paesaggistiche, le coltivazioni caratteristiche e autoctone della regione, il patrimonio artistico e botanico dei giardini di cui è ricca in particolare l’area del nord milanese – già dal ’600 meta di villeggiatura della nobiltà meneghina, che vi ha lasciato tracce significative nelle dimore e nei parchi ancora presenti – saranno di stimolo all’interesse ed alla curiosità dei visitatori che, in particolare a Cesano – grazie alla presenza di palazzo Arese Borromeo – potranno unire le valenze ambientali a quelle storico-monumentali di eccellenza.

Esordio espositivo del nuovo settore fotografico PHOTOFAL

DUE MOSTRE A PALAZZO TERRAGNI
ATLETI – Mostra fotografica del laboratorio fotografia sociale/sportiva in collaborazione con la Polisportiva Sole, curata da Laura Benaglia
LISSONE IMMAGINA – Mostra fotografica realizzata dallo studio del territorio del nuovo laboratorio FAL curato da Mauro Parravicini

Direttore Artistico FAL Ermes Meloni
Responsabile settore Alberto Moioli

Inaugurazione: Sabato 1 febbraio 2014 ore 18.00
Palazzo Terragni – Lissone, dal 2 al 9 febbraio 2014

“Ritengo molto importante questo progetto in virtù dell’importanza della crescita artistica e umana improntata sulla collaborazione concreta tra associazioni e per l’approccio innovativo nello stile del LABORATORIO, avviato dalla sezione fotografia della Famiglia Artistica. Il settore artistico fotografico torna prepotentemente ad essere protagonista nella FAL al pari di altre discipline come la pittura, la scultura, la grafica e la lavorazione della ceramica anche a fronte di una presenza nella storia della scuola lissonese di personaggi come Fulvio Bernasconi e Pippo Cordani e molti altri che con i loro scatti hanno saputo donare grandi emozioni. Ho avuto l’arduo compito di affidare a due artisti locali il nuovo progetto fotografico della FAL e non ho avuto alcun dubbio ad individuare in  Laura Benaglia e Mauro Parravicini i più idonei a condurre i due laboratori che Sabato culmineranno con l’esposizione pubblica a Palazzo Terragni.”

Laura Benaglia ha condotto il laboratorio dedicato allo sport affrontando l’argomento attraverso l’importante e determinante collaborazione con la Polisportiva Sole. A fronte dell’impegno nel seguire ben quattro discipline sportive durante la settimana e delle finalità solidali della stessa Polisportiva, i fotografi coinvolti nell’iniziativa hanno vissuto un’esperienza importante anche in virtù della straordinaria umanità trasmessa dai ragazzi e dagli allenatori degli ATLETI della società sportiva lissonese. Finissage molto particolare, previsto per domenica mattina 9 febbraio alle ore 10.30 con una conferenza che prevede l’incontro con gli autori del laboratorio sul territorio con l’intervento di alcuni importanti professionisti coordinati dal fotografo Mauro Parravicini. A Palazzo Terragni è prevista dunque un’iniezione di emozioni e approfondimenti. Tutta la cittadinanza è invitata.

Giovedì 28 novembre: al via Young con un importante spaccato del mondo della formazione dalla Provincia di Monza e Brianza

La Provincia Di Monza e Brianza sosterrà l’iniziativa “Young – Orienta il tuo futuro” che si terrà dal 28 al 30 novembre presso Lariofiere e sarà dedicato a tutti i giovani che devono affrontare la scelta della scuola superiore, dell’università o che si accingono ad entrare nel mondo del lavoro. “L’evento si è affermato anche nel territorio di Monza e Brianza come una occasione di grande interesse per gli studenti, sia in entrata che in uscita dalla Scuola Secondaria Superiore – anticipa Giuliana Colombo, Assessore all’Istruzione della Provincia di Monza e Brianza – Nel momento importante della scelta dell’Indirizzo di studi per proseguire il proprio percorso formativo, “Young orienta il tuo futuro” offre un ventaglio proposta ampio ed articolato, con spazi di approfondimento e di creatività espressiva”. In collaborazione con gli Uffici Scolastici Territoriali, le Amministrazioni Provinciali, le Camere di Commercio, le Associazioni imprenditoriali di categoria, la Rete dell’Orientamento, per il quinto anno consecutivo i padiglioni della fiera ospiteranno stand delle principali Scuole Secondarie di secondo livello, di Istituti Professionali, Centri di Formazione, Università, Accademie, Istituti e Fondazioni. “Con l’organizzazione di Young, Lariofiere conferma l’importanza di attuare iniziative che investono sul futuro dei giovani, sull’orientamento degli imprenditori di domani attraverso attività di formazione che costituiscono un valido collante tra il mondo della scuola e del lavoro” – afferma il Presidente di Lariofiere, Avv. Giovanni Ciceri. L’autorevolezza del salone è già stata dimostrata lo scorso anno sia in termini di contenuti che di partecipazione: 14.830 visitatori, più di 150 espositori, circa 100 eventi giornalieri tra incontri e seminari e ben 80 laboratori. Una tre giorni dedicata alle nuove generazioni, una delle più importanti vetrine formative, dove i ragazzi potranno trovare lo spazio in cui approfondire le tematiche più importanti riguardo il loro futuro, che si tratti della scelta della scuola superiore, dell’università o del lavoro. Oltre a questo si presenteranno anche Istituzioni, Enti, Aziende e “Professionisti in Divisa”, che illustreranno le opportunità riservate alle nuove generazioni per un’offerta a 360°. “YOUNG – Orienta il tuo futuro” è dunque uno strumento fondamentale non solo per i ragazzi, ma anche per i genitori che sostengono i figli nella delicata fase del loro percorso formativo e che potranno accedere all’evento nelle tre mattinate dell’iniziativa. “Young – Orienta il tuo futuro” si presenta quindi come la bussola per l’orientamento dei giovani, offrendo soluzioni concrete per una realtà in rapida evoluzione. Tra i vari interventi formativi in programma si vede altresì il business game “playing business” organizzato dalla Camera di Commercio di Monza – Formaper nella giornata di venerdì 29 novembre 2013 dalle ore 9.00 alle ore 11.00 che si pone l’obiettivo di sensibilizzare ed avvicinare i partecipanti al mondo economico e finanziario, alla gestione d’impresa e alla conoscenza dei principali termini economico-finanziari.

INFO & DATE

Giovedì 28 novembre dalle 8,30 alle 13,30

Venerdì 29 novembre dalle 8,30 alle 13,30

Sabato 30 novembre dalle 8,30 alle 18,00

Info e programma: www.young.co.it