Luxury in the World: il lancio ufficiale

Alleanza, Magazine, Salone, Academy: questi i punti di forza del Progetto Luxury in the World

Luxury in the World nasce a Milano, nella città del business, grazie all’incontro tra Angelo Caroli, imprenditore di successo e colonna del benessere e del fitness a livello mondiale con Carlo Piazzoli e Nadia Murabet, protagonisti del settore dell’eccellenza. I tre ideatori, vera anima del progetto, hanno un grande valore aggiunto fatto di professionalità ed esperienza maturata nei settori complementari della raffinatezza italiana. Promuovere il Made in Italy all’estero, aiutare gli imprenditori italiani a concretizzare affari: questo è l’obiettivo primario di Luxury in the World che perciò ha studiato e messo in atto una strategia composita; una sinergia d’azione composta dal Salone dell’eccellenze italiane, evento espositivo internazionale, dall’Alleanza, società di servizi e consulenze, dal Magazine, vetrina per gli imprenditori e dall’Academy, percorso di formazione, svolto in collaborazione con la prestigiosa European School of Economics, necessario per avere una visione internazionale del business. Luxury in the World utilizza i migliori canali di promozione per condurre i prodotti del Bel Paese dove l’alta qualità e il design raffinato hanno grande successo. La società di servizi si occupa dello sviluppo e della promozione mondiale dei clienti presentandoli sui mercati internazionali attraverso un canale esclusivo e privilegiato, quello delle pubbliche relazioni. Il Salone debutta con un evento espositivo che, dal 28 novembre al 1° dicembre 2013, animerà Palazzo dei Giureconsulti a Milano, già sede della Camera di Commercio meneghina e ora importante polo espositivo. Qui, a due passi da Piazza Duomo, verrà realizzata una vetrina esclusiva con le eccellenze del Made in Italy. Un format che diventerà itinerante per viaggiare direttamente sui maggiori mercati internazionali. Luxury in the World è oggi l’unico progetto ambizioso che raccoglie e mette in contatto investitori, buyer e pubblico. Un disegno di ampio respiro all’interno del quale primarie aziende italiane hanno già aderito, dove esserci diventerà simbolo di successo

Luxury in the World è un Progetto che raccoglie le eccellenze italiane e le promuove nei più importanti mercati mondiali. Il Team, composto da professionisti affermati nel mondo del lusso e del benessere, ascolta le esigenze delle aziende italiane e conduce attraverso un percorso a lungo termine fatto di alleanza, fiducia, strategia, qualità, concretezza e professionalità l’eccellenza del Made in Italy nel mondo. Le attività di Luxury in the World si sviluppano grazie a quattro strategiche iniziative:

Salone delle eccellenze

Il Salone delle eccellenze italiane verrà organizzato sia in Italia sia all’estero e si presenterà per la prima volta a Milano con un esclusivo salone espositivo in programma dal 28 novembre all’1° dicembre 2013 nelle eleganti sale dello storico Palazzo dei Giureconsulti, in via dei Mercanti, nella suggestiva cornice di piazza Duomo. L’obiettivo delle aziende espositrici è di far conoscere la propria attività al pubblico selezionato e opportunamente indirizzato dallo staff di Luxury in the World. Con la partecipazione all’Evento le aziende avranno l’opportunità di allacciare nuove relazioni nazionali e internazionali, che potranno diventare occasioni di espansione e di opportunità imprenditoriali. L’esposizione accoglierà inoltre, dibattiti, convegni e presentazioni di studi sui settori e sulle concrete possibilità di implementazione delle vendite sui mercati esteri. In questa prima edizione i dibattiti verteranno su temi quali: la rete d’impresa, i mercati esteri, la comunicazione e le competenze professionali per affrontare il mondo dell’esportazione.

Alleanza

La struttura offre alle Società aderenti tutte le attività indispensabili per ottenere i migliori risultati in termini di diffusione del brand e del prodotto Made in Italy sul mercato estero. Luxury in the World – Alliance si adopera per favorire transazioni economiche e aprire business internazionali agli imprenditori. Gli associati possono beneficiare di servizi di consulenza legale e fiscale internazionale, supporto di programmazione economica e di marketing, indirizzo nella comunicazione, studi su paesi e ricerche di mercato, supporto linguistico continuo ed una prestigiosa sede nel cuore di Milano nella quale organizzare presentazioni, trattative, incontrare buyer e chiudere importanti partnership.

Magazine Luxury in the World

Magazine è la vetrina permanente in cui le aziende possono presentare se stesse e i propri prodotti. La rivista ha lo scopo di descrivere la Mission di Luxury in the Word, presentare i propri Partner e raccontare la storia delle aziende del Made in Italy, in sinergia con la comunicazione web e l’applicazione smartphone appositamente creata.

Academy Luxury

Academy è la proposta formativa di Luxury in the World in collaborazione con ESE – European School of Economics – Business School internazionale con sedi a Milano, Firenze, Roma, Madrid, Londra e New York. I Master e i corsi brevi dell’Academy intendono formare imprenditori e managers del lusso, supportando e guidando la loro scelta di internazionalizzazione tramite nuove conoscenze specifiche in ambito strategico e gestionale.

Programma Luxury in the World

- Palazzo dei Giureconsulti
Giovedì 28 Novembre (ingresso solo su invito)
10.00 apertura: stampa accreditata, buyer esteri, consolati e autorità
benvenuto musicale con arpa, flauto e violino
11.00 inaugurazione ufficiale dell’evento alla presenza delle autorità
15.00 incontro: L’importanza di unire le forze
18.00 aperitivo eccellenze made in Italy

21.00 cena Luxury in the World c/o ristorante Cà Bianca via Lodovico il Moro, 117 – MI

Venerdì 29 Novembre (ingresso su invito e a pagamento)
10.00 apertura
11.00 conferenza: La comunicazione del lusso, il lusso della comunicazione
15.00 incontro: La comunicazione globale attraverso vecchi e nuovi network
18.00 aperitivo eccellenze made in Italy

Sabato 30 Novembre (ingresso su invito e a pagamento)
10.00 apertura
11.00 incontro: Il gusto ed il piacere del cibo
15.00 incontro:Internazionalizzazione è solo una parola?
18.00 aperitivo eccellenze made in Italy

Domenica 01 Dicembre (ingresso su invito e a pagamento)
10.00 apertura
15.00 incontro: Gli strumenti per affrontare il mercato estero
18.00 sciabola champagne con aperitivo made in Italy

21.00 party di chiusura c/o Sala Fontana Starhotels Rosa Grand Piazza Fontana, 3 – MI

 

In Villa Reale a Monza “L’Expo delle donne”

IL GIRO D’ITALIA DELLE DONNE  CHE FANNO IMPRESA FA TAPPA IN VILLA REALE A MONZA

“XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza con Assocamerestero.

Le imprenditrici resistono meglio alla crisi, soprattutto a Monza e Brianza, che si colloca tra le prime cinque province in Italia per tasso di variazione delle imprese rosa.

Registrando +1,96% in un anno, le imprese a conduzione femminile brianzole si collocano dopo Novara (2,6%), Prato (2,52%), Pescara (2,14%), Milano (2,04%). Sono alcuni dei dati presentati oggi in Villa Reale a Monza in occasione del “VI Giro d’Italia delle donne che fanno impresa – L’Expo delle donne”, promosso dal Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza con Unioncamere, all’interno della “XXII Convention Mondiale delle Camere di commercio Italiane all’Estero”, promossa dalla Camera di commercio di Monza e Brianza con Assocamerestero. Per la VI edizione del “Giro d’Italia delle donne che fanno impresa”, il roadshow annuale per la promozione dell’imprenditoria femminile, è stato individuato come filo conduttore il rapporto tra imprenditoria femminile e turismo, visto come macro-settore che attraversa l’artigianato, il Made in Italy, l’enogastronomia e l’economia sostenibile. Nove i territori che nel mese di novembre ospiteranno workshop, convegni e incontri di tutorship. Il programma completo delle iniziative è disponibile all’indirizzo www.imprenditoriafemminile.camcom.it Oggi in Villa Reale alla tappa di Monza hanno partecipato, tra gli altri, Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di Commercio di Monza e Brianza, Flavio Zanonato Ministro dello Sviluppo Economico, Mina Pirovano Presidente del Coordinamento Regionale dei Comitati lombardi e del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza, Diana Bracco Presidente Expo 2015 Spa e Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia, Ferruccio Dardanello Presidente Unioncamere nazionale, Monica Parrella Direttore Generale Ufficio per gli interventi in materia di pari opportunità Presidenza del Consiglio dei Ministri DPO e l’On. Alessia Mosca.

“Le donne “al comando”, nell’impresa e nell’economia, sono una realtà che si è andata sviluppando negli ultimi anni, non solo in termini di competitività economica, ma anche come motore e fattore accelerativo del cambiamento sociale – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – E’ arrivato il momento di agire, supportando con politiche efficaci e strumenti mirati a quelle donne che ancora faticano ad emergere, e anche ad andare all’estero, dando loro la possibilità di mettere la loro professionalità e il loro valore al servizio del Paese.” “Sono convinta che il tema di Expo “Feeding the Planet, Energy for life” sia strettamente legato alle donne e renderà le donne vere protagoniste di questo evento. – ha dichiarato Mina Pirovano Presidente del Coordinamento Regionale dei Comitati lombardi e del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Camera di commercio di Monza e Brianza – Sono loro le protagoniste del vero cambiamento, capaci di mettere in atto il passaggio da un modello economico di sfruttamento delle risorse ad un atteggiamento protettivo nei confronti della terra. Questo perché mi sento di dire che la dimensione femminile è la più adeguata per affrontare le nuove sfide globali, a partire dallo sviluppo sostenibile.” “Il Paese, in questo momento, ha un estremo bisogno di tutte le sue migliori energie – ha detto il Presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello – e la risposta che le donne stanno dando alla crisi con il loro impegno nel fare impresa è un fatto che ci rassicura sul futuro dell’Italia. Abbiamo bisogno di persone che credano in se stesse, che abbiano una visione del loro domani e che si impegnino a realizzarlo mettendo insieme le forze, come accade spesso nelle imprese femminili. Nonostante tutto, le opportunità ci sono, soprattutto in settori come il turismo, l’accoglienza, la cultura, i servizi alla persona: per il nostro Paese questi sono veri e propri giacimenti di ricchezza ancora da scavare e da mettere a frutto. I dati ci dicono che le donne, probabilmente, lo hanno capito e si stanno dando da fare. E’ nostro dovere creare le condizioni per sostenerle, in particolare con politiche del credito attente alle loro esigenze.”

LOMBARDIA EXPO,SALA: STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ PER IMPRESE

Expo 2015 rappresenta fin da ora “una straordinaria opportunità per le nostre imprese e per i nostri territori”. E’ necessaria tuttavia una “piena collaborazione tra istituzioni per la riuscita dell’evento” e una “piena sintonia, nel rispetto delle rispettive funzioni, anche con il mondo camerale, cosa che sta già avvenendo come dimostra la nascita della società Explora”. E’ quanto ha detto il sottosegretario della Regione Lombardia con delega a Expo 2015 Fabrizio Sala, a margine del convegno ‘Expo 2015, una opportunità e una sfida per le imprese sul territorio’ organizzato dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza presso la Villa Reale di Monza. TURISMO – “‘Explora’ – ha aggiunto Sala – nata con il contributo fondamentale della Camera di Commercio di Milano, deve essere un hub di interconnessione tra tutti gli operatori del turismo, per sfruttare al massimo le strutture e il patrimonio, di cui la nostra regione dispone. La Lombardia si propone di innalzare il livello dell’offerta turistica attraverso la formazione degli operatori, la qualificazione dei servizi di accoglienza e la creazione di nuovi prodotti turistici in linea con le richieste del mercato mondiale”. Da ricordare anche le partnership con le altre Regioni (cabina di regia della Conferenza delle Regioni e accordi con Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte), con il Padiglione Italia e con le Regioni europee (Quattro Motori per l’Europa e Macroregione alpina). IMPRESE – “Expo 2015 – ha sottolineato Sala – sarà un ulteriore strumento di traino per l’internazionalizzazione delle nostre imprese e sarà il turning point per il futuro della Lombardia, il momento decisivo per la creatività artigianale lombarda e per la nostra produzione agricola, che sarà al centro di ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’”. INFRASTRUTTURE – “Sarà molto importante – ha detto ancora Sala – arrivare all’appuntamento con un sistema infrastrutturale che sia pronto e che duri oltre l’evento, per dare ai visitatori e ai nostri cittadini un servizio all’altezza delle nostre potenzialità”. Tra le opere più strategiche su cui si sta lavorando Sala ha ricordato la Rho-Monza, il collegamento Zara-Expo, la viabilità di accesso Molino Dorino-A8 e il parcheggio di Cascina Merlata. Di grande interesse anche l’iniziativa del “Fondo dedicato alle infrastrutture per Expo, che raccoglierà le risorse già disponibili per opere che non sarà possibile realizzare in tempo per Expo, per destinarle a opere necessarie, che sono in una fase più avanzata di realizzazione”. (Ln)

Il Colonnello Spina saluta la Brianza!

Biennale Giovani 2013 Villa Reale Monza dal 7 giugno al 28 luglio

Trenta giovani talenti testimoni delle più attuali tendenze artistiche,
e una città ricca di storia aperta al sentire contemporaneo. Da questo
ideale binomio prende vita la Biennale Giovani Monza, alla sua quinta
edizione, che per il 2013 presenta accanto agli artisti italiani una
selezione di emergenti provenienti dall’Austria.
Pluralità di linguaggi, pittura, scultura, video, arte multimediale: le modalità espressive del contemporaneo nazionale in mostra alla Biennale Giovani Monza dal 7 giugno al 28 luglio 2013. Una manifestazione consolidata guidata dal
responsabile scientifico Daniele Astrologo Abadal, che riconferma la formula ormai tradizionale: cinque curatori invitati a presentare una rosa di sei artisti
ciascuno, per comporre il percorso espositivo. Nell’ambito della manifestazione,
è compito della Giuria del Premio d’Arte Città di Monza selezionare le opere
vincitrici da acquisire e donare alle raccolte civiche. Oltre a offrirsi come prestigioso
scenario in cui si mostra il saper fare dei giovani talenti, la Biennale è infatti
occasione importante per l’arricchimento del patrimonio artistico della città con la
costituzione progressiva di una collezione d’arte contemporanea, che nel tempo
si aggiunge alle civiche collezioni già esistenti. Questo lo spirito condiviso dal
Comune di Monza e dal Rotary Club Monza, promotori della manifestazione.
Fra le cinque sezioni è inclusa la nazione ospite, che per l’edizione 2013 è l’Austria,
cui Monza e la sua Villa Reale sono legate indissolubilmente dalla storia, da
quando Maria Teresa d’Austria fece costruire il monumentale edificio nella città
posta sull’asse Vienna-Milano, incaricando del progetto il Piermarini. L’idea di
inserire fra le sezioni un ospite internazionale è nata nel 2011, per conferire alla
manifestazione un carattere di apertura alle novità provenienti dall’universo del
contemporaneo nella sua pluralità di esperienze.
I cinque curatori scientifici invitati alla quinta edizione sono: Lorenzo Canova,
professore associato di Storia dell’arte contemporanea presso la Facoltà di Scienze
Umane e Sociali dell’Università degli Studi del Molise; Filippo Maggia, curatore
capo della Fondazione Fotografia, progetto promosso dalla Fondazione Cassa di
Risparmio di Modena; Stefano Roffi, esperto d’arte moderna e contemporanea
della Fondazione Magnani Rocca (Parma) che si avvale della collaborazione di
Teresa Meucci, storica e critica d’arte contemporanea; Laura Serani, critica
militante e curatrice indipendente specializzata nella disciplina fotografica a livello
internazionale; per l’Austria è presente una coppia formata da Carl Kraus e Peter
Weiermair, rispettivamente storico dell’arte di Innsbruck e noto direttore di Musei
(tra cui la Galleria d’Arte Moderna di Bologna).
Gli artisti invitati da Lorenzo Canova sono: Matteo Fato, Mariana Ferratto,
Manovella, Francesco Irnem, Alessandro Scarabello, Gian Maria Tosatti. Gli
invitati da Carl Kraus e Peter Weiermair: Markus Bacher, Sevda Chkoutova, Bernd
Oppl, Zenita Komad, Moussa Kone, Agnes Prammer. Filippo Maggia invita: Elena Aromando, Margherita Cesaretti, Elisa Franceschi, Eva Frapiccini, Nadia Pugliese,
Chiaralice Rizzi. Teresa Meucci e Stefano Roffi invitano: Erica Bellan, Matteo Benetazzo, Valentina Garbagnati, Alessandra Maio, Elena Redaelli, Francesco Surdi.
Laura Serani invita: Ottavia Castellina, Martina Cirese, Maurizio Cogliandro, Nicola Lo Calzo, Vittorio Mortarotti, Giulio Rimondi/Ali Beidoun.

Francesca Dell’Aquila, Assessore alle Politiche Culturali e di Sostenibilità Comune di
Monza e Presidente del Comitato Premio d’Arte Città di Monza, sottolinea:

“La quinta edizione della Biennale Giovani Monza, ospitata come da tradizione nei
suggestivi spazi del Serrone della Villa Reale, conferma la bontà di un’iniziativa che
vede la proficua sinergia tra realtà istituzionali, associative e private del nostro
territorio”. “Questa edizione – commenta il responsabile scientifico Daniele
Astrologo Abadal – abbraccia tutte le discipline artistiche con una dominante
tecnica a favore della fotografia e delle sue numerose applicazioni. Ciò è dovuto
alla presenza di due esperti del settore, quali Filippo Maggia e Laura Serani che
hanno incluso nelle loro scelte esperienze di video arte. Il filone pittorico si deve a
Lorenzo Canova e alla coppia costituita da Meucci e Roffi, con uno occhio di
attenzione alla dimensione installativa. Resta infine la selezione austriaca ad opera
di Kraus e di Weiermair che toccano i diversi ambiti espressivi per restituire un
panorama nazionale completo benché contenuto nel numero degli artisti invitati.
Nel complesso trova conferma uno scenario complesso e stratificato dove
tradizione ed innovazione, temi attuali e classici convivono senza entrare in
contraddizione”. Conclude il coordinatore della Biennale Gerardo Genghini: “La
quinta edizione della Biennale Giovani Monza, all’insegna del fortunato target ‘30
ARTISTI per 5 CRITICI’, suggerito nel 2005 dal caro amico critico e poeta
Ermanno Krumm, si appresta ad aprire una finestra su un campione di ‘nuovi
nuovi’ artisti, che sappiamo piccola ma – contiamo – significativa, grazie all’aiuto
ricevuto dagli illustri critici, storici e curatori che hanno aderito all’invito a
individuare e selezionare i giovani artisti. A loro va il ringraziamento del Comitato
Premio d’Arte Città di Monza”.
Per l’edizione 2013 della Biennale Giovani Monza si riconferma la presenza del
Premio Speciale Rottapharm|Madaus. Istituito nel 2007 dal Gruppo farmaceutico
monzese, il Premio è nato per sostenere giovani talenti la cui arte si distingua
per caratteristiche di innovazione e ricerca. L’opera vincitrice – selezionata da
apposita giuria – verrà acquistata da Rottapharm e donata alle civiche raccolte per
contribuire ad incrementarne la collezione. Conferma anche per il Premio Camera
di Commercio, il cui spirito è favorire il confronto fra giovani artisti e il mondo
dell’imprenditoria e dell’artigianato, e lo scambio di competenze e conoscenze.
La manifestazione riassume in sé e porta avanti lo spirito che negli anni Cinquanta
animava la storica Mostra Nazionale di Pittura Premio Città di Monza, che ha
attraversato gli anni Ottanta, con una edizione nel 2002. In questo lungo arco di
tempo sono state acquisite e donate alla Pinacoteca Civica di Monza opere di artisti
eccellenti, quali Pirandello, Zigaina, Radice, Turcato, Birolli, Vago, Raciti, Uncini e
Bonalumi.
Il Comitato Premio d’Arte Città di Monza, costituito nel 2009 sotto l’egida
del Comune di Monza, riunisce tutte le Istituzioni e le Associazioni Culturali del
Territorio. Ne sono membri: Regione Lombardia-Cultura, Provincia di Monza e della
Brianza, Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, Camera di Commercio Monza e
Brianza, Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus, Associazione Amici
dei Musei di Monza e Brianza onlus, Università Popolare di Monza, Cenacolo dei
Poeti e Artisti di Monza e Brianza, Confindustria Monza e Brianza, Confartigianato
Imprese APA Milano Monza e Brianza, Unione Artigiani provincia di Milano,
Associazione Pro Monza IAT.

http://www.biennalegiovanimonza.it

Elena Romagnolo, Danilo Goffi e il ‘mitico’ Renzo Barbugian al via della 10K

Sarà ancora lei la protagonista della 10K Chrono nella serata di sabato 18 maggio: l’azzurra del CS Esercito Elena Romagnolo capace, nella scorsa edizione, di abbassare a 34:08 il record precedente di quasi due minuti (apparteneva alla maratoneta azzurra Lucilla Andreucci con 36:03 nel 2008), sarà al via di questa sesta edizione dell’ormai classica monzese.   Classe 1982, allenata da Andrea Bello, Elena Romagnolo lo scorso anno è stata finalista ai Giochi di Londra nei 5000 in 15:06.38  (07/08/2012) crono che, nella classifica all time, la vede tra le prime quattro atlete di questa distanza dopo Roberta Brunet, Maria Guida e  Silvia Weissteiner. Ai Giochi Olimpici di Pechino 2008, la mezzofondista di Trivero nel biellese ha raggiunto la finale dei 3000 siepi realizzando in batteria ancora un record italiano con 9:27.48 mentre è stata quinta nei 5000 agli europei di Barcellona 2010 e, nel 2012, 8a nei 10000 e 9a nei 5000 agli Europei di Helsinki.

 Con lei al via il maratoneta Danilo Goffi, ex Carabiniere ora in forze al Cus Pro Patria Milano, nono ai Giochi Olimpici di Atlanta 1996, sei maratone mondiali,  argento nella maratona agli europei di Budapest 1998, con un primato personale di 2h08’33” (Rotterdam 1998) quinto tempo italiano all time. Il maratoneta di Nerviano (MI), allenato da Giorgio Rondelli , è stato anche campione europeo junior dei 10.000 metri in pista  (Salonicco 1991) e nella sua carriera ha vinto tre titoli italiani : nella maratona (1995), sulla mezza maratona (1996) e sui 10.000 nel (1998). Ma la 10K Chrono vedrà al via anche un altro personaggio, celebre nel mondo delle corse su strada: Renzo Barbugian della Daini Carate Brianza, forte corridore, grande esempio per la sua capacità di rimettersi in forma dopo aver raggiunto preoccupanti livelli di sovrappeso ed  essere diventato un fumatore accanito. Nel suo palmares più di cinquanta maratone in giro per il mondo (New York, Berlino, Parigi, Londra, Barcellona e Amsterdam), un bronzo alla “Monza-Resegone”, la vittoria alla «6Ore di Seregno» con settantotto chilometri. E poi skyrace, corse in alta montagna e la 100 chilometri, con un personale di 7h 46’.  Nel maschile il record da battere è del marocchino di Casablanca, classe 1979,  in forze alla Daini Carate Brianza, Lahcen Mokraji, che nell’edizione passata ha chiuso in 30:50. 

Ricordiamo che la 10K CHRONO, gara agonistica nazionale Fidal,  vedrà il via alle ore 21.00 di sabato 18 maggio con Rosanna Massari in veste di speaker della manifestazione e, come ogni anno, chi correrà la 10K CHRONO potrà gratuitamente correre anche la 10K POPULAR al via alle ore 10.00 di domenica 19 maggio per 5 o 10 km a passo libero, sempre sullo stesso percorso, tra i luoghi storici del centro di Monza, della prova agonistica.

 La DieciK sarà anche un’occasione per fare solidarietà con VITAL ITALY Onlus”un’organizzazione non profit che lavora per dare una casa, un’assistenza e un’educazione alle bambine bisognose di Calcutta e di altre zone disagiate ( www.vital-italy.org  oppure  allegra@vital-italy.org), e con “SLAncio Monza” un progetto della Cooperativa La Meridiana, che sostiene la costruzione a Monza di una casa di cura per persone in Stato Vegetativo o colpite da malattie neurologiche e neuromuscolari invalidanti come la SLA (sclerosi laterale amiotrofica), le distrofie o la sclerosi multipla (www.cooplameridiana.it).

 ISCRIZIONI:

Le iscrizioni alla gara agonistica sono ancora aperte e possono essere effettuate direttamente su  www.otc-srl.it  seguendo le indicazioni sul sito www.diecik.it   (quota di iscrizione euro 20,00).

Le iscrizioni per la gara popolare saranno invece disponibili nei negozi ufficiali pubblicati sul sito della manifestazione, sempre al costo di euro 10,00.

Foto di Roberto Mandelli (Podisti.net)

Di seguito il prestigioso albo d’oro maschile e femminile della manifestazione:


ALBO D’ORO MASCHILE

2008 Migidio Bourifa (Atl. Valle Brembana) 31’25”
2009 Amor Rached (Pro Sesto) 31’05”
2010 Paolo Finesso (Ginn. Comense 1872) 30’56”
2011 Lahcen Mokraji (Daini Carate Brianza) 30’53
2012 Lahcen Mokraji (Daini Carate Brianza) 30’50” (Record della manifestazione)


ALBO D’ORO FEMMINILE
2008 Lucilla Andreucci (Forestale) 36’03”
2009 Marzena Michalska (Fiamme Oro Padova) 36’27”
2010 Cecilia Sampietro (Ginn. Comense 1872) 37’49”
2011 Anna Maria Mazzetti (Friesian Team) 36’04”
2012 Elena Romagnolo (CS Esercito) 34’08” (Record della manifestazione)