ACSM-AGAM, L’ASSEMBLEA APPROVA IL BILANCIO 2012

APPROVAZIONE BILANCIO DI ESERCIZIO ACSM-AGAM S.p.A.
L’Assemblea ha approvato il bilancio di ACSM-AGAM S.p.A. per l’esercizio chiuso al 31
dicembre 2012 e, contestualmente, ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo.
Il bilancio consolidato 2012 del Gruppo ACSM-AGAM evidenzia i seguenti principali risultati:
• Ricavi delle Vendite pari a 257,8 mln di Euro
• Margine Operativo Lordo1
pari a 37,1 mln di Euro
• Margine Operativo Netto2
pari a 19,4 mln di Euro
• Risultato Ante Imposte pari a 16,0 mln di Euro
• Risultato Netto pari a 7,8 mln di Euro, di cui di pertinenza del Gruppo 6,4 mln di
Euro
• Indebitamento finanziario netto pari a 126,1 mln di Euro.
Per quanto riguarda la capogruppo, i principali risultati 2012 di ACSM-AGAM S.p.A. sono
esposti nel seguito:
• Ricavi delle Vendite pari a 48,0 mln di Euro
• Margine Operativo Lordo pari a 3,5 mln di Euro
• Utile Netto pari a 5,0 mln di Euro
• Indebitamento finanziario netto pari a 124,4 mln di Euro.
DIVIDENDI
L’Assemblea dei Soci, approvando la proposta del Consiglio di Amministrazione formulata
il 18 marzo scorso in sede di approvazione del progetto di bilancio, ha deliberato la
distribuzione di un dividendo unitario lordo pari a Euro 0,04 per azione (complessivi Euro
3.064.764,20). Il dividendo verrà messo in pagamento il 30 maggio 2013 (data stacco
cedola, numero 13, il 27 maggio 2013) e record date 29 maggio 2013, secondo il calendario
di Borsa.
APPROVAZIONE DELLA RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE
L’Assemblea dei Soci ha altresì approvato la Relazione sulla Remunerazione che contiene
gli indirizzi di politica retributiva posti in essere dalla Società con riferimento agli
amministratori ed ai dirigenti con funzioni strategiche, secondo quanto richiesto dal comma
6 dell’art 123-ter del D.lgs 58/1998.
IL NUOVO COLLEGIO SINDACALE DI ACSM-AGAM S.P.A.
L’Assemblea degli Azionisti ha poi provveduto a nominare il nuovo Collegio Sindacale della
Società.
Del Collegio Sindacale sono stati nominati:
• Rag. Giampaolo Brianza (Presidente del Collegio Sindacale) – eletto dalla lista n.2.
• Dott.ssa Mara Salvadè (Sindaco Effettivo) – eletta dalla lista n.1.
• Dott. Marco Maria Lombardi (Sindaco Effettivo) – eletto dalla lista n.1.
• Dott. Andrea Passarelli (Sindaco Supplente) – eletto dalla lista n. 1.
• Dott. Marcello Mascheroni (Sindaco Supplente) – eletto dalla lista n. 2.
Il nuovo Collegio Sindacale resterà in carica sino all’approvazione del bilancio al 31
dicembre 2015.

Sono Arrivati i Dinosauri a Monza fino al 28 luglio

Banda ultra larga: per le aziende prolungato il periodo per aderire

“BRIANZA SPEED NET”: PROLUNGATO IL PERIODO PER ADERIRE

La banda ultra larga è una grande occasione di rilancio per le aziende coinvolte e per il territorio

Il termine della chiusura della “fase 1” è stato prorogato fino a fine Febbraio per permettere a un numero maggiore di aziende di aderire al progetto della Banda Ultra Larga che con il supporto del Distretto Green High Tech sarà portata da Regione Lombardia a Concorezzo e presso l’area della Ex-Singer di Monza. La fase uno è quella che prevede oltre all’analisi del campione e della domanda di banda ultra larga, la raccolta delle adesioni preliminari da parte delle imprese. Regione Lombardia mette a disposizione 1 milione e 100 mila euro per la creazione delle infrastrutture necessarie per la BUL, rete di Telecomunicazioni a Banda Ultra Larga (“Progetto BrianzaSpeedNet”). Condizione imprescindibile per l’avvio dei lavori di infrastrutturazione e posa della fibra ottica (inizio secondo semestre 2013) è che almeno 250 aziende presenti nell’area ex Singer e Via Pompei di Monza e in quella industriale attigua di Concorezzo, scelte per l’alta densità di stabilimenti (oltre 500), manifestino il loro interesse al progetto. Ad oggi 190 realtà hanno consegnato le adesioni preliminari ed almeno altre 60 hanno dato la loro adesione verbale; ci si sta concentrando su queste ultime per convertire la adesione verbale in manifestazione di interesse da poter consegnare e raggiungere così la prima soglia. Successivamente, in 200 dovranno trasformare l’intenzione in contratto, accedendo così al voucher aggiuntivo di 400€ messo a disposizione dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza per le prime 200 Aziende, affinché il progetto decolli definitivamente. In questo piano sono coinvolti Regione Lombardia, Camera di Commercio di Monza e Brianza, i comuni di Concorezzo e Monza ed il Distretto Green High Tech. A quest’ultimo, appunto, il compito di comunicare l’opportunità offerta alle aziende del territorio. L’azione informativa del Distretto non si esaurisce; è attivo da diversi mesi sito dedicato, pubblicato all’indirizzo internet http://www.brianzaspeednet.it/. «Il nostro obiettivo è arrivare al quorum necessario grazie al quale ci siano operatori interessati a venire a sviluppare la banda ultra larga sul nostro territorio – commenta Giacomo Piccini, direttore del Distretto – Sarebbe un vera e propria occasione persa se le aziende non cogliessero l’opportunità messa in campo e si facessero sfuggire il finanziamento offerto da regione Lombardia. Tra l’altro più aziende aderiranno e minore sarà il costo dell’abbonamento».

Il progetto “BUL – Banda Ultra Larga” in dettaglio La tipologia di fibra ottica La rete in fibra ottica implementata sarà di tipo punto – punto in architettura FTTH, Fiber To The Home, e consentirà la connessione in banda ultra larga di tutte le imprese aderenti all’iniziativa. Il servizio in fibra ottica sarà fruibile con prezzi medi di gran lunga inferiore rispetto ai prezzi di mercato. Le fasi del progetto 1. analisi del campione e della domanda di banda ultra larga e raccolta delle adesioni preliminari da parte delle imprese; 2. avvio delle gare per la costruzione e la gestione della rete e per la fornitura del servizio di connettività; 3. conferma delle adesioni e loro trasformazioni in contratti ed aggiudicazione delle gare; 4. costruzione della rete ed avvio dei servizi di connettività. I soggetti coinvolti Regione Lombardia si assume l’onere finanziario dell’iniziativa e dà operatività al progetto in tutte le sue fasi Camera di commercio di Monza e Brianza – informa le aziende dell’area interessata al progetto allo scopo di massimizzare la soglia di adesione delle imprese attraverso la predisposizione di incontri, materiali informativi; – assegna voucher di € 400 cadauno alle prime 200 aziende aderenti alla rete di utilizzo del servizio a banda ultra larga Comune di Concorezzo e Comune di Monza – mettono a disposizione la mappatura georeferenziata degli strati informativi relativi al sistema stradale, ai servizi a rete e alle infrastrutture sotterranee oltre alle cartografie elettroniche fornite dalle aziende erogatrici dei servizi a rete e degli altri soggetti che occupano il sottosuolo; – mettono a disposizione il sottosuolo, ovvero gli altri beni appartenenti al patrimonio e gestiscono il rilascio delle autorizzazioni e concessioni amministrative, secondo un procedimento semplificato; – mettono a disposizione un locale da utilizzarsi quale punto di attestazione delle fibre ottiche. Fondazione Distretto Green High Tech Monza e Brianza – informa le aziende dell’area interessata al progetto allo scopo di massimizzare la soglia di adesione delle imprese attraverso la predisposizione di incontri, materiali informativi

 

 

San Valentino a Monza con la mostra fotografica “Un mondo di baci”, di Mario De Biasi

Per il giorno di San Valentino Comune di Monza promuove la mostra fotografica “Un mondo di baci”, di Mario De Biasi.

In Galleria Civica fino al 14 aprile gli scatti di uno dei più importanti fotoreporter italiani

 Monza, 8 febbraio 2013 – Inaugurerà nel giorno di San Valentino (14 febbraio, ore 18 – Galleria Civica, Via Camperio 1) la mostra fotografica “Un mondi di baci” di Mario De Biasi, uno dei maestri del fotogiornalismo italiano. Promossa dal Comune di Monza, la rassegna è stata presentata oggi dall’assessore alla Cultura Francesca Dell’Aquila e dalla curatrice Raffaella Ferrari, e raggruppa una cinquantina di scatti che De Biasi ha dedicato al bacio nel corso della sua lunga carriera. “Un bacio è tutto”, dice il fotografo in una recente videointervista, riprodotta su un monitor allestito nella sala espositiva, e questo “tutto” viene da lui inseguito e catturato dagli anni Cinquanta ai giorni nostri, in Italia e in giro per il mondo.

Nelle immagini, esposte fino al 14 aprile, ci sono “Budapest, 1956”, che ritrae il bacio, struggente e liberatorio, che una coppia di profughi ungheresi fuggiti dai carri armati sovietici si scambia appena oltrepassato il confine; il baciamano di Anthony Quinn a Giulietta Masina, in gondola con Fellini a Venezia nel 1955. E poi ancora una coppia di adolescenti che, negli anni ’80, si scambia effusioni sulla spiaggia tedesca di Travemünde. E, ancora, i giovani sulle sabbie della California o nascosti tra l’erba di un parco a Vienna. Inizia nel 1945 la fortunata carriera di Mario De Biasi, una passione che non lo abbandonerà più. Entrato a far parte della redazione di “Epoca” nel 1953, firma, anche sotto la direzione di Enzo Biagi, centinaia di reportage, ottenendo numerosi riconoscimenti internazionali. Sulla sua pellicola fissa la violenza della guerra, l’anima di un Paese, il sorriso di persone sconosciute o il costume di un’epoca. Uno scatto su tutti, esposto anche al Guggenheim di New York, “Gli italiani si voltano”, in cui una giovanissima Moira Orfei, ritratta di spalle, catalizza gli sguardi di decine di uomini. Come iniziative collaterali il Comune ha organizzato anche laboratori per bambini, conferenze e un concorso fotografico “Lascia un bacio in mostra” rivolto ai frequentatori della rassegna dedicata a De Biasi.

 “La mostra dedicata a uno dei maestri del fotogiornalismo italiano – ha commentato l’assessore Dell’Aquila – e l’intero programma espositivo per il 2013 promosso dal Comune rappresentano un’offerta di qualità per i cittadini di Monza che credo riuscirà a richiamare in città un più vasto pubblico. Stiamo definendo altri progetti che si andranno ad aggiungere a quelli già previsti e che presenteremo al più presto”.

 Per il 2013 il Comune di Monza ha già programmato altre quattro iniziative. Prendendo spunto dal testo di Seneca, l’esposizione Naturales Quaestiones, in programma da aprile a maggio all’Arengario, raccoglie le opere che diciotto artisti internazionali hanno realizzato, con modalità espressive diverse, dopo aver meditato su quelle che possono essere considerate le “naturales quaestiones” contemporanee. Sempre in Arengario, ma in autunno, è invece in programma Child survival in a changing climate, il pluripremiato progetto fotografico realizzato da Luca Catalano Gonzaga sui cambiamenti climatici. Andrea Cascella. Forme e dintorni sarà la mostra dedicata al noto scultore pugliese, che ne ripercorre l’intero processo creativo: l’appuntamento anche qui è in Arengario, da giugno a luglio. Sempre nel corso dell’estate, il Serrone della Villa Reale ospiterà invece la quinta edizione della Biennale Giovani. Premio d’Arte Città di Monza, esposizione incentrata sulla valorizzazione delle esperienze artistiche delle nuove generazioni.

Sporting Club Monza apre le porte a nuovi soci!

 

per tutte le info visita il sito, http://www.sportingclubmonza.it/

oppure scrivi a tgbrianza@gmail.com

Come associarsi Per associarsi come Socio Effettivo allo Sporting Club è necessario compilare e sottoscrivere una domanda di ammissione diretta al Consiglio Direttivo. Tale domanda dovrà essere, altresì, sottoscritta da tre Soci presentatori, due dei quali iscritti da più di tre anni. La domanda stessa sarà esaminata dal Consiglio Direttivo che delibererà nel termine di 45 giorni dalla data di presentazione. Prima della delibera, la domanda sarà esposta quindici giorni nell’Albo del Club onde consentire ai Soci eventuali osservazioni. Qualunque Socio potrà opporsi all’accoglimento della domanda comunicando a mezzo di lettera raccomandata al Consiglio le motivate ragioni della sua opposizione. Il Consiglio non è tenuto a motivare la mancata accettazione della domanda di iscrizione. La votazione di ammissione al Club è fatta a scrutinio segreto e la domanda si intende accettata ove riporti il voto favorevole dei 4/5 dei votanti: l’esito della delibera sarà comunicato all’interessato a cura del Consiglio. Sono ammessi a frequentare il Club ed a usufruire dei suoi servizi il coniuge o altra persona convivente more uxorio e/o legata da rapporti di parentela indicata dal Socio (per esempio figli o fratelli/sorelle). Su richiesta del Socio sono ammessi a frequentare il club ed a usufruire dei suoi servizi anche i figli di età compresa tra il 16° ed il 30° anno, purché non abbiano costituito un proprio nucleo familiare, a condizione che il Socio corrisponda i contributi per essi stabiliti. Il richiedente nella domanda di ammissione, dovrà dichiarare di aver preso visione e approvato lo Statuto Sociale e i regolamenti interni vigenti, di impegnarsi a pagare la quota sociale determinata per l’anno in corso e per i successivi, fermo restando le variazioni e/o modifiche della quota deliberate dagli Organi Sociali validamente costituiti. Si impegnerà, altresì, incondizionatamente a rispettare e far rispettare ai propri familiari le norme statuarie e i regolamenti vigenti, oltre che le deliberazioni degli Organi Sociali validamente costituiti. Il richiedente prenderà atto che: che con la propria iscrizione nel Registro dei Soci assumerà la qualità di Socio a tutti gli effetti; che il periodo minimo del rapporto associativo nei confronti del Club sarà di un anno decorrente dal 1° gennaio dell’anno successivo alla propria ammissione (art. 7 Statuto Sociale); che l’iscrizione si intenderà tacitamente rinnovata di anno in anno in mancanza di recesso comunicato al Presidente a mezzo di lettera raccomandata entro il 30 Giugno (art. 7 Statuto Sociale); che il Consiglio Direttivo non è tenuto a motivare la mancata accettazione della presente domanda di iscrizione, né il suo accoglimento. Vi sono altre categorie di frequentatori (per esempio aziende, associazioni, donne singles o vedove, giovani, etc.): per ulteriori informazioni in tal senso rivolgersi di persona o telefonicamente alla Segreteria dello Sporting Club.

16, 17, Villa Tittoni, 3° edizione Fiera Matrimoni Solidali

Questo matrimonio s’ha da fare! 3° edizione Fiera Matrimoni Solidali

Brianza Business Meeting 1.Intervista al Dott.Gilberto Gelosa

“Monza Why Not??”

Al via la kermesse di due giorni all’Urban Center di Monza organizzata da AB&COM International Marketing, insieme a Fiera Monza e Brianza, in collaborazione con Il Sole 24 Ore. L’iniziativa promuove e valorizza il made in Italy attraverso il brand Monza, che riassume in sé una pluralità di competenze ed eccellenze note a livello mondiale. Una sfida interessante. Monza e la Brianza, un territorio sul quale hanno sede 90.000 aziende, si propone come vero e proprio brand per esportare all’estero il Made in Italy. Monza, perché no? Per questo la società AB&COM International Marketing, insieme a Fiera Monza e Brianza e in collaborazione con Il Sole 24 Ore, apre all’Urban Center, il 31 gennaio e 1 febbraio, l’iniziativa Monza, why not? Una domanda che è anche il titolo del convegno, a cura de Il Sole 24 Ore, in programma per giovedì 31 gennaio, al quale partecipano autorità di rilievo internazionale. La kermesse si avvale del patrocinio di: Ministero per lo Sviluppo Economico, Provincia di Monza e della Brianza, Comune di Monza, Camera di Commercio Italo-Russa, Confartigianato, Confindustria Monza e Brianza, AICCRE Federazione della Lombardia, Camera di Commercio di Monza e Brianza. L’evento comprende una serie di conferenze e incontri che promuovono Monza come luogo dedicato all’internazionalizzazione e a tutte quelle aziende che vogliono aprirsi al mondo alla ricerca di partner, clienti, sedi di produzione o altre opportunità di business e partnership. L’obiettivo è la promozione dell’innovazione come strumento per combattere la crisi, grazie allo sviluppo di tematiche come il credito agevolato, i finanziamenti europei, le reti di impresa e i consorzi. Attraverso Monza, why not? si sperimenta, inoltre, un incoming turistico d’affari a tutto tondo. Venerdì 1 febbraio alle 9.30 è in programma un workshop dal titolo “Innovazione, mercati emergenti, consorzi mondiali “. Alle sessioni di lavoro seguirà, nei mesi successivi, un ciclo di attività culturali e di intrattenimento quali una mostra d’arte, spettacoli caratteristici e una interessante varietà di prodotti artigianali delle nazioni ospiti, esposti alla 26° Fiera di Monza e Brianza. Infine, per tutto il periodo della manifestazione, i 200 mq del suggestivo “Vascone” dello stesso Urban Center saranno dedicati all’esposizione delle aziende partecipanti, che potranno così mostrare le proprie attività a tutti i soggetti stranieri intervenuti per l’occasione. La location è frutto di un’oculata selezione che ha prescelto un luogo pubblico per eccellenza come l’Urban Center; inoltre, è adiacente alla stazione ferroviaria di Monza che collega Milano in soli 15 minuti. La società AB&COM ha potenziato la sua presenza, ormai riconosciuta a livello territoriale, nell’Area Balcanica; conferma i suoi rapporti con la Federazione Russa nel campo delle nuove tecnologie e innovazione, con il Vietnam nell’ambio del settore del legno, nonché con le “new entry” Messico e territorio emergente del Kurdistan iracheno. Fra i relatori del convegno anche l’Ambasciatore della Repubblica dell’Iraq in Italia, l’Ambasciatore della Repubblica Socialista del Vietnam, il Presidente della Comunità Kurda in Italia, l’Ambasciatore del Messico in Italia. Fra gli ospiti illustri presenti in sala anche Ms Anjelina Toteva, – Presidente del Consiglio dei Ministri Bulgaro e Minister Ivaylo Moskovski – Ministro trasporti della Repubblica Bulgara.

AFGHANISTAN: Eccellenza italiana a Kabul. Avvicendamento tra il Deployable Communication Information System Module italiano e l’omologo statunitense.

Si avvia alla conclusione in questi giorni, al quartier qenerale della missione ISAF a Kabul, l’avvicendamento tra il DCM (Deployable Information System Module) italiano, unità della NATO di stanza a Grazzanise – Caserta, e l’omologa unità Statunitense. I DCMs sono unità di supporto dell’Alleanza Atlantica altamente specializzate nel campo tecnico-informatico, con un’altissima prontezza operativa, in quanto impiegabili ovunque in tempi rapidissimi nei teatri operativi. L’unità interforze, comandata attualmente dal Maggiore Valerio Golino e costituita nel mese di febbraio del 2012, ha avuto il suo primo impiego operativo nel luglio dello stesso anno a soli quattro mesi dalla costituzione. Il DCM italiano di Grazzanise è composto da militari provenienti dai ranghi dell’Esercito Italiano e dell’Aeronautica Militare Italiana, professionalmente qualificati nel campo dell’informatica e delle telecomunicazioni. I militari, hanno assicurato per sei mesi sia la gestione sia la realizzazione ex novo di reti informatiche. Notevoli i numeri messi in gioco dai tecnici militari italiani: oltre 9000 interventi sulle reti e sistemi informatici, 500 utenze internet per il benessere del personale, aggiornamenti di 1300 macchine informatiche, supporto per 24 ore al giorno, 7 giorni a settimana al personale ISAF dislocato presso il Comando e le varie sedi del Governo Afghano di Kabul, nonché svariati interventi per la costante tenuta in efficienza delle reti e il mantenimento degli standard di sicurezza informatica.