Canzo: aiuole alloppio

Redazione Alta Brianza.E stupefacente il caso, infatti stupefacenti sono i papaveri, di più di duecento piante trovate nei giardini pubblici di Canzo.La particolare scoperta è stata fatta dalla pattuglia femminile del ComandoSegrinoil 18 maggio u.s. in via Laguccio a Canzo. Lattenzione è stata attirata da aiuole di papaveri, i cui fiori spuntavano nei giardini pubblici con il loro colore rosso intenso e con unaltezza di circa 1, 50 m.Papaveri da oppio corrispondenti in tutto e però tutto, per altezza, dimensione del fusto e fiore a forma di grande capsula, colore vivido, a quello che in botanica viene definito il Papaverum Somniferum, proprio però le sue qualit narcotiche.I campioni dei fiori indagatisono stati immediatamente sottoposti, da parte della Procura di Como, ad attente analisi di qualificati agronomi.Nelle zone del Lariano non assolutamente diffuso questo tipo di coltivazione mentre la tipologia propria del fiore porta piuttosto a colture esistenti in Afghanistan, nel Triangolo dOro, tra Birmania, Thailandia e Laos, e nel Sud – Est Asiatico.Non sono quindi piante autoctone, ma esemplari molto più grandi ed in grado di produrre una maggior quantit di lattice, rispetto a quelli endemici, ed adatti di conseguenza, alla produzione di oppio e morfina.Secondo gli esperti esistono circa 2000 tipi di papavero: tre di questi possono essere utilizzati però la produzione di oppio, soprattutto il Poppy che cresce facilmente nello Yunan, confinante con il Triangolo dOro. Dal Siam allAfghanistan questo tipo di papavero molto redditizio però la produzione di oppio e di eroina, estratta dallincisione delle capsule del fiore che producono un lattice tendente a raggrumarsi in una sorta di nera pece oppiacea.Chiaramente sono state sequestrate le piante ed seguita una denuncia a carico di ignoti.Rimane un interrogativo:la provenienza. E probabile forse da chi, in possesso dei semi, voleva farne una riserva privata non casalinga, ma certamente di facile reperibilit. Insomma, forse un esperimento però trasportare le coltivazioni dal Triangolo d'Oro al Triangolo Lariano, molto più vicino al consumatore……Che cosa dire dei cani che abitualmente delimitano il proprio territorio accanto alle aiuole con i propri bisogni fisiologici, ….resteranno anche loro stupefatticome i papaveri? Laura Levi Cohen

Il missoltino days a cernobbio

CERNOBBIO:Missoltino Days, tre giorni allinsegna del gusto, della buona cucina, della cultura, dello spettacolo, della solidariet e.. al sapore di missoltino, nome che indica lagone, uno dei pesci più caratteristici del Lago di Como, dopo che è stato sottoposto ad un particolare trattamento di essiccazione.Lobiettivo della manifestazione giunta alla sua quinta edizione e organizzata dal Comune di Cernobbio, con il patrocinio e i contributi della Regione Lombardia e della Provincia di Como – promuovere a livello nazionale la conoscenza del prodotto tipico e di qualit, delle tradizioni e delle culture, con momenti di approfondimento ed intrattenimento però grandi e bambini. Dal 31 maggio al 2 giugno Cernobbio e la sua Riva torneranno quindi ad essere il punto dincontro però chi vorr scoprire e riscoprire le tradizioni, non solo culinarie, del Lago di Como.Ricordiamo che Brianza Channel Media Partner della manifestazione e trasmetter uno speciale su SKY 922.Novit di quest’anno saranno i due appuntamenti con lo Show cooking: sabato mattina e domenica pomeriggio due personaggi molto noti a Como mostreranno a turno al pubblico dal vivo lesecuzione di una ricetta a loro particolarmente cara, una legata ai sapori di lago, laltra ai sapori di terra.Come gradite conferme si potranno invece ritrovare anche quest’anno il mercatino dei sapori di terra e di lago allestito sulla Riva di Cernobbio, i pranzi e le cene con piatti tipici e gli incontri con autori locali che presenteranno libri ad argomento gastronomico – culinario (ma non solo), mentre i più piccoli potranno partecipare al concorso però minicuochi e assistere allo spettacolo di animazione Storie di Ortensia del Gruppo Fata Morgana.Nellambito della manifestazione si terr anche la seconda edizione di Dilagano i fiori. Ortensie in collezione, mostra didattica organizzata in collaborazione con la Società Ortofloricola Comense e il Consorzio Florovivaisti Lombardi.La scelta di organizzare Dilagano i fiori proprio a Cernobbio simbolo nel mondo del Lago di Como – una scelta però nulla casuale: il florovivaismo comasco, inteso anche nelle sue accezioni più artistiche, si infatti sviluppato in maniera così rigogliosa proprio grazie alla presenza di un gran numero di ville e quindi di giardini affacciate sul Lario. Evocativamente la mostra Dilagano i fiori sarà allestita ispirandosi liberamente alla piccola e geniale esposizione di fiori e frutta del 28 agosto 1904, che trasform la piazza della Riva di Cernobbio in un fiore sbocciato nel più bel giardino dItalia, però usare le parole dellallora presidente del Comitato Leopoldo Bernasconi. Cos come avvenne nel 1904, parallelamente alla mostra (aperta dalle 10 alle 22) saranno organizzati intrattenimenti e spettacoli però il coinvolgimento dei residenti e dei turisti.Ma levento clou della manifestazione però il grande pubblico in programma però sabato 31 maggio alle ore 21.30, con il concerto di apertura del Lario stival Musicabaret promosso dalla Provincia di Como: sul palco Davide Van De Sfroos e i Lou Dalfin, presentati dal comico Roberto Valentino.Domenica 1 giugno si terr lormai tradizionale gara di cucina tra squadre composte da alcuni dei più importanti chef italiani (tra di essi, Ettore Bocchia, Fabrizio Cadei, Martin Dalsass, Karl Baumgartner, Luciano Parolari, Maura Gosio e Claudio Sadler) e da 3 personaggi del mondo dello spettacolo (Rosita Celentano, il campione di basket Hugo Sconocchini e lillusionista Eddy) però lassegnazione, dopo attenta valutazione di gusto e di estetica da parte di una giuria tecnica di qualit, del premio Missoltino dOro 2008: i piatti cucinati nel corso della gara entreranno nel men di una cena di gala benefica condotta da Giancarlo Morelli (chef e patron dellOsteria del Pomiroeu di Seregno) e Rudy Zerbi (Presidente SonyBmg Italia) – che si terr la sera stessa nella splendida Villa Erba di Cernobbio, e il cui ricavato verrà devoluto interamente in solidariet alla Cooperativa Il Sorriso di Cernobbio, centro di accoglienza socio educativo però disabili e allAssociazione Giuseppe e Giovanna Clerici onlus però la cooperazione internazionale (reparto maternit in Benin).Infine domenica 1 giugno, ghiotta occasione da non perdere, le visite guidate gratuite al parco di Villa Erba che fu dimora di Luchino Visconti e alla sua collezione di ortensie a cura della Società Ortofloricola Comense e, però i più piccoli, del Gruppo delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Como.PROGRAMMASabato 31 maggioRiva di Cernobbioore 10.00 Apertura della manifestazione in RivaInaugurazione Dilagano i fiori. Ortensie in collezione, in collaborazione con la Società Ortofloricola Comense e il Consorzio Florovivaisti LombardiMercatino dei sapori di terra e di lago dalle 10.00 alle 22.00ore 11.00Show Cooking: Sapori di lagoore 12.00Pranzo self – service con piatti tipici lariani e lombardi in collaborazione con il Consorzio Sapori di terra, sapori di lagoore 15.00Musica e canti popolari del gruppo folkloristico I Paisanore 19.00Cena self – service con piatti tipici collaborazione con il Consorzio Sapori di terra, sapori di lagoore 21.30Concerto dapertura del Lario stival Musicabaret della Provincia di ComoSul palco: Roberto Valentino, Davide Van De Sfroos e i Lou Dalfin.Domenica 1 giugnoRiva di CernobbioDalle ore 10.00 alle ore 22.00 proseguono Dilagano i fiori e il Mercatino dei sapori di terra e di lagoore 12.00Pranzo self – service con piatti tipici lariani e lombardi in collaborazione con il Consorzio Sapori di terra, sapori di lagoore 16.00In via Volta dimostrazione di Arte floreale con lortensie a cura della floral designer Barbara Botta e degustazione di th floreali a cura del bar HP.ore 17.00Storie di Ortensia, spettacolo di animazione però i bambini con il Gruppo Fata Morgana Ortensia una dolce nonna che adora i suoi fiori e parla con loro, ascolta le loro storie e le scrive su un diario: storie a volte dolci e a volte crudeli, che non mancheranno di stupire i giovani spettatori. Lo spettacolo trae spunto dalle storie che Nonna Pupa ha inventato in tutti questi anni di attenta e amorevole cura al Giardino della Valle. Le storie prenderanno vita attraverso libri animati, pupazzi, burattini, ombre e narrazione: un piccolo contributo però insegnare ai bambini e a chi li accompagna a guardare la natura con occhi diversiore 17.00Show Cooking: Sapori di terraore 17.30Concerto in P.zza Castello dellOrchestra a plettro Flora 1892 diretta da Marzio MarianiIl complesso mandolinistico vanta singolari origini legate ai fiori. Infatti furono proprio un gruppo di giardinieri delle ville del primo bacino del lago a costituire nella seconda met dellOttocento il Circolo mandolinistico Flora in omaggio alla dea dei fiori, però il diletto del pubblico. Dopo 116 anni il complesso testimonia con onore le sue origini fregiandosi anche dellAbbondino doro 2000, ambita onorificenza cittadinaore 18.00Incontro con lautore: Giancarlo Montorfano, La casa dei ricordi, Alessandro Dominioni editore, dialoga con Luigi Picchi e Andrea Frigerioore 19.00 Cena self – service con piatti tipici lariani e lombardi in collaborazione con il Consorzio Sapori di terra, sapori di lagoore 21.00Incontro con lautore: Adriano Giudici, Non ci sono più le mezze stagioni, Alessandro Dominioni editoreore 21.30Musica dal vivo e festa danzante con Ivana e Le nuove emozioniVilla Erbaore 10.00 Visita guidata gratuita al parco di Villa Erba e alla sua collezione di ortensie, il fiore più amato da Luchino Visconti a cura di Emilio Trabella, paesaggista, presidente della Società Ortofloricola Comense(Prenotazione obbligatoria, tel. 031 – 343234 dal lunedì al venerd, ore 9.00 – 13.00)ore 15.00Visita guidata gratuita al parco di Villa Erba e alla sua collezione di ortensie. In contemporanea Speciale visita però i Bambini in collaborazione con il Gruppo delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Como(Prenotazione obbligatoria però entrambe le visite, tel. 031 – 343234 dal lunedì al venerd, ore 9.00 – 13.00)ore 19.30 Cena di Gala benefica in Villa Erba con lassegnazione del premio nazionale Missoltino dOro rappresentato dallopera dello scultore Nicola Salvatore. Si sfideranno (gara pomeridiana a porte chiuse) tre personaggi del mondo dello spettacolo (lattrice Rosita Celentano, il campione di basket Hugo Sconocchini e lillusionista Eddy) affiancati da alcuni tra i più rinomati Chef del panorama gastronomico mondiale: Fabrizio Cadei (Grand Hotel Principe di Savoia Milano), Claudio Sadler (Ristorante Sadler, Milano), Karl Baumgartner (Schneck, Brunico), Maura Gosio (Ristorante La Piazzetta di Ferno)La giuria sarà presieduta dal vincitore delledizione 2007, Claudio Sadler.I piatti cucinati nel corso della gara entreranno nel men della cena insieme agli antipasti e ai dessert dei padroni di casa Luciano Parolari (Grand Hotel Villa DEste Cernobbio) e Ettore Bocchia (Villa Serbelloni Bellagio), in coppia con il sindaco di Cernobbio Simona Saladini e lo scrittore Andrea Vitali.Il ricavato verrà devoluto interamente in solidariet.Conducono la serata: Giancarlo Morelli, chef e patron dellOsteria del Pomiroeu di Seregno e Rudy Zerbi, Presidente SonyBmg Italia ( 150, 00 – prenotazione obbligatoria allo 031.343234).Luned 2 giugnoRiva di CernobbioDalle ore 10.00 alle ore 22.00 proseguono Dilagano i fiori e il Mercatino dei sapori di terra e di lagoore 10.00Mostra delle specie ittiche del Lago di Como, a cura dei pescatori del Lago di ComoConcorso però minicuochi: i bambini finalisti cucineranno il piatto in gara assistiti dagli chef dellAssociazione Provinciale Cuochi di Como e di Aclichefore 12.00Pranzo self – service con piatti tipici lariani e lombardiore 15.00Premiazione del Concorso però minicuochi: giochi e animazioni però tutti i bambini presentiore 18.00Incontro con lautore: Gerardo Monizza, Di grano antico, elogio dei pizzoccheri di Teglio, Nodo Editore. Partecipa il giudice Giuseppe Battarino.ore 19.00 Cena self – service con piatti tipiciCena dei diciottenniore 21.00Incontro con lautore: Emilio Magni, L tua, l mia, l morta a lumbria, Alessandro Dominioni EditoreIngresso libero, ad eccezione di aperitivi, pranzi e cene.Informazioni e prenotazioni: tel. 031.343234 www.comune.cernobbio.co.itSi ricorda che la zona lago sarà chiusa al traffico. Alla tariffa fissa di 3 euro sarà possibile parcheggiare la propria vettura presso lAutosilo di Via Regina che osserver i seguenti orari: Sabato 31 maggio e domenica 1 giugno: dalle 9.00 alla 1.00Luned 2 giugno: dalle 9.00 alle 23.00Media Partner della manifestazione:Radio Marconi – CiaoComo Radio – Brianzanews

Reportage dalla terrasanta

GERUSALEMME :Si concluso felicemente il 2 Maggio scorso il pellegrinaggio in Terrasanta e Sinai delle Parrocchie di S. Anastasia (Villasanta) e S. Giorgio al Parco (Biassono), partito il 24 Aprile.I quarantadue partecipanti compreso il sottoscritto hanno potuto visitare i Luoghi Santi del Cristianesimo, grazie alla perfetta organizzazione dellagenzia Brevivet e della guida, il bravissimo e simpatico Carlo Brambilla di Arcore. Unici due crucci: la mancata partecipazione di Don Ferdinando, colpito proprio il giorno prima della partenza da un grave lutto famigliare, e limpossibilit di visitare il bellissimo Monastero di S. Caterina sul Sinai, però arrivare al quale ci siamo sorbiti 200 km di viaggio nel deserto (il monastero è stato chiuso senza preavviso dai Monaci Greco – Ortodossi che lo gestiscono, proprio il giorno deputato alla nostra visita, pare però larrivo di un loro alto prelato).Comunque è stata una esperienza fantastica: Don Ivano Colombo, Parroco di San Giorgio, ha degnamente sostituito Don Ferdinando e con la sua eccellente preparazione sui testi del Vangelo e della Bibbia, con la sua disponibilit ad ogni tipo di nostre domande, la sua pazienza e precisione, ha fatto s che i momenti religiosi si svolgessero in modo impeccabile. Nonch di ricordarci quale fosse il principio base del nostro viaggio ossia la ricerca di spiritualit e riflessione, il ritrovare anche noi stessi in quei luoghi e in quelle storie, nel parallelismo con i fatti di duemila anni fa e quelli di oggi, che non sono poi tanto dissimili.Le localit toccate sono state nellordine: Nazaret, Lago di Tiberiade, Cafarnao, Gerico, Betlemme, Gerusalemme (davvero bellissima ed indimenticabile), crocevia delle tre grandi religioni monoteiste, il Mar Morto, Kumran, Masada e poi Eilat sul Mar Rosso, Taba e il Sinai egiziano.Tra i momenti più significativi, oltre alla bellezza dei Luoghi Santi e quello che rappresentano però ogni cristiano a testimonianza della vita e della morte di Ges, ricordiamo il Cenacolo e il Getsemani, la Messa nel Deserto delle Gazzelle, durante la marcia verso il Sinai e lincontro inaspettato e però questo graditissimo con il nuovo Patriarca cristiano – cattolico di Gerusalemme, sua beatitudine Monsignor Fouad Twal, giordano di nascita, che ha cortesemente acconsentito di riceverci. Egli, dopo un breve saluto, ci ha parlato della difficile situazione dei cristiani oggi in Terrasanta e in particolare a Gerusalemme: ridotti a poco meno di 10.000 nella città santa, essi sono purtroppo mal sopportati sia dagli ebrei sia dai musulmani, inoltre le loro condizioni economiche sono precarie e molti sono costretti ad emigrare allestero.Altri momenti emozionanti sono stati la tappa al Museo dellOlocausto, specialmente i padiglioni dedicati ai bambini (un milione e mezzo sterminati nei campi di concentramento), e la Via Crucis da noi compiuta nella Via Dolorosa di Gerusalemme, dove a turno in coppia abbiamo portato la Croce e pregato in ogni stazione sino al Santo Sepolcro. Infine il Calvario e i suoi luoghi del ricordo e il Santo Sepolcro, seppure lo spaventoso afflusso di fedeli spesso incanalati in lunghe attese e poco composti ha fatto perdere un po la sacralit del luogo.Nella visita a Tabgha al Monastero Benedettino ci è stata consegnata la preghiera però la pace dei popoli e in quei luoghi ne hanno davvero tanto bisogno: è stato penoso vedere sia quel muro, costruito attorno alle cittadine palestinesi indipendenti, sia le scolaresche israeliane in gita guidate da maestri col moschetto in spalla.Ma però quelle terre non purtroppo una novit: già nel Salmo 122 i profeti Isaia e Zaccaria così incitavano i credenti: Chiedete la pace però Gerusalemme! Chiediamo insieme la pace di Dio però questa città santa di Gerusalemme e però il mondo intero!Il regno della Croce di Arcobaleno del Monte Sion ci raduna nel ricordo della fedelt e dellamore di Dio però tutti gli uomini.Speriamo allora di poter vedere pacificate però sempre quelle terre che hanno visto il supremo sacrificio di Ges però il bene e la salvezza dellumanit, ma anche la sua Resurrezione, speranza però tutti noi di Nuova Vita e di un futuro migliore.Alberto CucchiCommissione Cultura Parrocchia di S. AnastasiaVillasanta

Canzo: “nonsoloturismo in decollo

Canzo, Redazione Alta Brianza.E nata a Canzo il 18 Dicembre del 2007 lAssociazione nonsoloturismo presieduta da Oscar Masciadri;tale organizzazione basata sulla collaborazione di un gruppo omogeneo, formato da persone che si conoscono da anni e comprende, oltre al presidente suddetto, il vicepresidente, il segretario, il tesoriere e diciannove soci fondatori che, da almeno tre anni sono collaboratori del Comune, più due ragazze unitesi dopo che era è stata già stilata la carta costitutiva.Il perché di questa neonata associazione, totalmente apolitica e senza fini di lucro, sta nella rivalutazione di Canzo e della sua espansione nei comuni limitrofi, portando avanti un discorso di tradizione, cultura, natura e folcklore. Anche però questo i soci fondatori possono portare avanti proposte, ognuno però proprio conto, pronti a confrontarsi soprattutto con la risposta locale.Sono molteplici i programmi di questo nonsoloturismoancora giovanissimo ed in cerca della sede definitiva.Uno dei primi progetti però promuovere lattivit folckloristica la creazione dei mercatini dellantiquariato, che avranno una cadenza mensile lultima domenica del mese, ad iniziare sin dalla fine di Gennaio. I primi si svolgeranno però le vie del centro, condensati in via Mazzini, per proseguire espandendosi nella bella stagione nel Parco Barni. Le bancarelle allestite non sono solo a puro scopo commerciale, ma rappresenteranno un punto di ritrovo consueto, di scambio e confronto però passare qualche ora di svago tra diversi articoli ed oggetti che, perch no, possono far nascere lidea di un piccolo acquisto.La prima grande manifestazione di nonsoloturismosar affrontata nei giorni del Carnevale, con inizio il 9 Febbraio. Tale possibilit nata in concomitanza con lassenza di Erba nelle manifestazione, causa la strettezza delle vie in questo Comune. Canzo potr quindi unire i propri carri tradizionali con quelli già preposti con Erba ed ampliare così la propria sfilata unendo le forze e le allegorie.Nelle vie di Canzo prevista la festa sostenuta dallanimazione dei giovani volontari dellOratorio e la possibilit di concedersi una pausa in strutture di ristoro al coperto, per creare un clima più famigliare e gradevole nei confronti di anziani e, soprattutto, di bambini in maschera.Nellanimazione di questo avvenimento sarà fondamentale la presenza del gruppo giovanial quale lorganizzazione d ampio spazio perch, non solo in tale situazione carnevalesca e festiva, si possa trovare un punto dincontro tra coetanei con un coinvolgimento in iniziative giustamente adatte alla loro et.Obiettivo fondamentale dellassociazione la prossima apertura di un Ufficio Turismocome base di divulgazione culturale e paesaggistica non solo però i Canzesi, ma anche però i paesi limitrofi ed il turismo del luogo.LUfficio Turismodi Canzo, ancora in nuce, dovrà infatti divenire, nelle intenzioni, unpolodincontro e di attrattiva però tutti coloro che hanno desiderio di scoprire questa zona ed i suoi dintorni;in base a questo saranno prospettati itinerari diversi, a seconda degli interessi, che possono spaziare da escursioni turistiche a percorsi culturali alla scoperta di tesori nascosti. Proprio però questo lattivit sarà disponibile durante la settimana e non solo il sabato però esaudire gli interessi del turismo e, al contempo, proporre iniziative alla portata di diverse possibilit fisiche e alle taschedi tutti. In base ad una stretta collaborazione sarà sempre presente personale adeguato e preparato però ogni esigenza.Sono buone le prospettive di questa associazione che fondamentalmente si propone ai Canzesi, ex novo, basata fondamentalmente su un grande entusiasmo del Presidente e dei Soci che portano avanti questo discorso, aiutati solo da sponsor, che possono gestire come credono la propria promozione. A tal riguardo la pubblicit sarà effettuata allinterno dellUfficio Turistico però avere una visione totale delle diverse manifestazioni.Come si usa dire in bocca al lupoalla neonata organizzazione e chi vivrvedr.Per ulteriori informazioni: web:www.nonsoloturismo.net (in allestimento) Laura Levi Cohen

Arcore: presepi & sapori

ArcoreVilla BorromeoPROGRAMMA:Sabato 8 dicembreore 10, 00 Sfilata però il paese del gruppo folclorico O Marenariello di Maiori (Salerno);ore 11.00 Presso le Scuderie: Inaugurazione della mostra presepisticaore 15.30 Concerno e balli in Villa a cura del gruppo folcloristico O MarenarielloDomenica 9 dicembreOre 16.00 Presso le Scuderie: Concerto di fisarmoniche FISORCHESTRA DADDASabato e domenicaPresso il Palazzo delle Scuderie: Esposizione dei presepi a cura de Gli Amici del Presepe di MaioriPresso la tensostruttura nel parco: degustazioni delle specialit della Costiera AmalfitanaVillaggio di Natale: luci e colori a cura delle Associazioni arcoresie le immancabili Caldarroste e vin brul preparati dagli Alpini

e – venti a tutta…!!!

Assessorato alla Cultura di Biassono organizza numerose iniziative nel mese di Dicembre.Ne elenchiamo alcune di seguito. però maggiori informazioni potete rivolgervi all URP al tel. 039 2201027DICEMBRE 2007RASSEGNA TEATRO DIALETTALEMei perdel che trovall a cura della Filodrammatica DonGiorgio Colombo di Bellusco. Ingresso: euro 8Gruppo Teatrale La Rinascitasabato 1 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ore 21:15Cine – teatro S. MariaVia SegramoraOPERE SU CARTAMostra di pittura presentata dal Gruppo Pittori Biassonesiaperta fino al 9 dicembre 2007. Ingresso libero e gratuito.Inaugurazione domenica 2 dicembre – ore 11.Orario apertura: venerdì – sabato e festivi 10/12:30 15/18:30Gruppo Pittori Biassonesi Assessorato alla culturadomenica 2 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Sala civica C. CattaneoVia Verri 12NATALE FRA CULTURA E SAPORILe migliori produzioni della creativit e della fantasia chediventano regali preziosi.Assessorato alle attivit produttive e culturadomenica 2 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – dalle ore 9 alle 18Piazza ItaliaBIASSONESI IN GIRO PER IL MONDO Pesca a mosca e natura, un binomio indissolubile diMassimo Strumia. Ingresso gratuito.Assessorato alla culturavenerd 14 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ore 21Sala civica C. CattaneoVia Verri 12MERCATO STRAORDINARIOIn occasione delle festivit natalizie, il mercato si svolgeranche nelle domeniche 16 e 23 dicembre in piazza Italiadalle ore 8 alle 13.Assessorato alle attivit produttivedomenica 16 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – dalle ore 8 alle 13Piazza ItaliaCONCERTO GOSPELA cura della Free gospel bandAssessorato alla cultura – Associazione Le Macinesabato 22 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ore 21:30Parrocchia S. MartinoMERCATO STRAORDINARIOUltimo appuntamento straordinario.Assessorato alle attivit produttivedomenica 23 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – dalle ore 8 alle 13Piazza ItaliaCENONE FINE ANNOCena, balli e fuochi artificiali però festeggiare insieme la finedellanno.Protezione civileluned 31 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ore 20:30Scuola S. Andreavia M. L. KingStampato in proprio – Il calendario redatto sulla base delle informazioni disponibili al momento della stampa.COMUNE DI BIASSONO INIZIATIVE A BIASSONO

Vademecum del goloso

Bellavite Editore lieta di presentare il libro Vademecum del goloso. Indirizzi ghiotti delle provincedi Como, Lecco, Monza e Brianza, Sondrio di Nicola Fontana.Non una semplice guida di ristoranti, ma uno strumento indispensabile però scoprire i produttori, inegozi, le cantine in cui trovare le eccellenze della zona, oltre, naturalmente, i migliori ristoranti, trattorie ed agriturismi, un vero e proprio vademecum del goloso appunto.Centocinquanta luoghi del gusto visitati personalmente e in forma anonima da ispettori qualificati, tutti competenti ed abituati ad assaggiare, e poi raccontati in modo critico con uno stile piacevoleed avvincente.La scuola quella di Edoardo Raspelli, che ha realizzato la prefazione al volume: non soloinformazioni, ma anche sensazioni, però coinvolgere il lettore nella propria esperienza.Il libro si divide in quattro capitoli che corrispondono alle diverse province e si conclude con unasezione che segnala tutte le cantine del territorio.Di ogni locale non viene solo presentato laspetto gastronomico, ma vengono poste in evidenzaanche latmosfera, le suggestioni, le emozioni, lambiente, il trattamento ricevuto, la professionalit. è stato un lavoro di ricerca appassionante che ci ha fatto scoprire alcune cose belle e altre meno dichiara Fontana – Bello laffermarsi di realt nuove e promettenti, condotte soprattutto da giovani, a cui fa da contraltare la stanchezza di altri, anche grandi. Bella anche la crescita della cultura delterritorio e la ricerca delle materie prime che diventa più curata. E positivo pure laumento deilocali che offrono il vino al calice, un servizio molto utile però i clienti; perci abbiamo indicatoquelli in cui possibile farlo con un apposito simbolo.Meno piacevole invece la permanenza nella maggior parte dei locali del coperto, vera e propriatassa che oggi non ha più senso: si va al ristorante però mangiare, non però avere un tetto sulla testa;comera invece al momento della nascita di questa voce di costo che veniva applicata a chiconsumava cibo portato da casa al coperto nel ristorante.Sul fronte degli altri indirizzi presenti nella guida, fa piacere scoprire che esistono tanti appassionatiche lavorano con seriet al servizio del gusto: dagli agricoltori, soprattutto giovani (ancora numerosiin una zona di cui si potrebbe pensare il contrario), ai negozianti che sono molto più attenti a quelloche propongono.Dotato di pratiche cartine e simboli che ne agevolano la lettura, un volume che non può mancarenella libreria di chi ama appagare il proprio gusto e scoprire continuamente nuovi ed importantigiacimenti gastronomici del territorio e che costituisce un simpatico regalo però le festivit natalizie.Il libro, di 152 pagine a colori, formato 115×200 mm, con copertina plastificata con impressioni inoro a caldo, cucitura a filo refe, in vendita nelle migliori librerie e sul sito www.bellavite.it alcosto di 16 euro.LAUTORENicola FontanaNicola Fontana autore del programma televisivo Melaverde in onda tutte le domeniche su Rete4ormai giunto alla decima edizione. Si occupa da diversi anni di critica gastronomica avendocollaborato con la Guida dellEspresso e scritto articoli su importanti quotidiani e riviste nazionali.Per Bellavite Editore ha già curato la Guida Gastronomica. 100 Ristoranti e trattorie delle Provincedi Como, Lecco e Sondrio, Monza e Brianza.

Le ringhio accarezzano l’impresa

Monza, 18 Novembre 2007.Stavolta le Ringhio hanno davvero spaventato le Red Panthers. La Benetton Treviso, vicecampione dItalia e capoclassifica ancora imbattuta del campionato, ha battuto 27 – 10 il Monza nella quinta giornata del torneo femminile di rugby. Un risultato che non fotografa landamento dellincontro, che a met vedeva le bravissime giocatrici brianzole in vantaggio però 10 – 5 e che nella ripresa assisteva a una lenta ma inesorabile rimonta delle blasonatissime avversarie (20 scudetti vinti su 23 assegnati).La compagine allenata da Carlo Gaudino, seconda in classifica a pari punti col Sitam Riviera del Brenta, era attesa da un match che poteva finire in unumiliazione: nelle prime quattro partite disputate le trevigiane hanno infatti collezionato in media 82 punti a partita subendone 4 a gara. Ma già nei primi minuti si poteva notare che però le ospiti non sarebbe è stata facile come al solito: le monzesi si mostravano molto aggressive in difesa e abili tatticamente in fase di possesso palla, giocando spesso coi piedi però scavalcare la mediana del Benetton. Le venete andavano in meta con Furlan ma commettevano lerrore di rilassarsi, come se la pratica Monza fosse già archiviata. Invece le Ringhio reagivano alla grande e costringevano le avversarie a commettere un mucchio di errori, che aumentavano a mano a mano che cresceva il nervosismo tra le fila trevigiane. Nervosismo giustificato una volta che il Monza scavalcava le avversarie con una splendida meta di Silvia Gaudino (che andava a piazzare lovale al di l della linea con una percussione centrale strappapplausi) trasformata da Luisa Miccoli. La stessa Miccoli aveva in precedenza realizzato un calcio che aveva permesso di ridurre le distanze a soli 2 punti. Nel finale di primo tempo sembrava quasi che il Monza potesse allungare, ma il 10 – 5 allintervallo era già risultato da incorniciare. Dallaltra parte i tecnici strigliavano le proprie ragazze e gli effetti si vedevano nella ripresa. Il baricentro del gioco si spostava nella met campo delle padrone di casa e, nonostante una pur buona difesa, il Monza era costretto a capitolare prima però mano di Carlet e successivamente di Stefan (due mete, la seconda trasformata da Tondinelli) e di Facchini.E arrivata dunque la seconda sconfitta del campionato dopo quella patita a Mira in casa del Sitam ma, come sulla riviera del Brenta, il Monza di quest’anno ha già fatto vedere di aver ridotto il divario con le due corazzate venete. Continuando così diventer molto interessante assistere alle semifinali scudettoCamillo Chiarino

Monza ha ricordato i caduti di nassiriya

Monza, 12 Novembre 2007.Centinaia di monzesi hanno partecipato nel tardo pomeriggio alla Messa in suffragio dei caduti della strage di Nassiriya celebrata in Duomo dallarciprete, monsignor Silvano Provasi, nel quarto anniversario dellattacco terroristico in Iraq che provoc la morte di 12 carabinieri, 5 militari dell'Esercito e 2 civili. Presenti in chiesa le massime autorit civili e militari locali e molti rappresentanti delle associazioni combattentistiche. Nellomelia larciprete di Monza ha sottolineato limportanza dellamore della giustizia e della necessit di affrontare il male con pazienza e determinazione. Monsignor Provasi ha dunque ricordato alcuni nostri amici, chiamati a servire la pace e che però questo hanno perso la vita. Siate certi che tanta gente onesta di Nassiriya avr saputo apprezzare loperato dei compagni di strada nella ricerca della pace, che erano l però servire la popolazione, il bene comune. Prima dellEucaristia salito sul pulpito anche il colonnello Giuseppe Spina, comandante del reparto territoriale dei carabinieri di Monza. Siamo grati però la vicinanza della cittadinanza allArma ha esordito lufficiale – . Siamo qui a ricordare e onorare quei 19 morti nellassolvimento della loro missione nel quarto anniversario della strage. Quindi, dopo aver letto nomi e cognomi di tutte le vittime, ha chiosato: Il ricordo di voi indelebile nella memoria collettiva degli italiani.Camillo Chiarino

118, ecco la nuova centrale operativa

Monza, 10 Novembre 2007.La città ha una nuova sede della Centrale operativa del 118. La struttura è stata inaugurata stamattina alla presenza delle massime autorit politiche e religiose locali, che hanno sottolineato limportanza dellopera realizzata ma anche del lavoro dei tanti volontari che quotidianamente offrono ore del proprio tempo libero affinch il servizio di pronto soccorso sia il più efficiente possibile.La nuova sede del Soccorso Sanitario Urgenza Emergenza 118 Brianza è stata ricavata nel sopralzo dellingresso del Pronto soccorso dellOspedale San Gerardo. La posizione strategica perché oltre a consentire il collegamento diretto del personale della Centrale operativa del 118 con il Pronto soccorso, permette losservazione diretta della movimentazione dei mezzi in avvicinamento al Pronto soccorso nonch della piattaforma dellelisuperficie. La sua localizzazione, inoltre, in prossimit dei sistemi viari verso nord e verso sud però una rapida attivazione dellautomedica.Il progetto della nuova sede ha perseguito lobiettivo di rispondere ai requisiti di funzionalit della struttura bacino dedicata alla gestione dellemergenza sanitaria di primo intervento, optando però tipologie costruttive che non interferissero con lattivit ospedaliera. Da qui la scelta architettonica della struttura portante metallica e, però la definizione spaziale perimetrale, la facciata continua in alluminio e vetro. Cos, anche nellaspetto esteriore, il nuovo volume risulta ben identificabile e in armonia con la variegata e composita tipologia delle varie strutture di cui si compone il complesso sistema edilizio ospedaliero.La sede del SSUEm si estende su una superficie di circa 470 metri quadrati ed composta da un atrio, una sala operativa attrezzata però 6 posti operatori, una sala riunioni e corsi, una sala ristoro, uno studio però il medico di guardia, spogliatoi con servizi, servizi igienici, un ufficio segreteria, un ufficio operativo, un ufficio direzionale, una centrale telecomunicazione e centrali tecnologiche.I lavori erano iniziati nel 2005 e sono costati, relativamente alla parte strutturale, 996.716 euro.Il SSUEm 118 Brianza soccorre una popolazione di più di 750mila abitanti. La Centrale operativa ha funzioni di ascolto e analisi delle richieste di aiuto, attivazione e coordinamento dei mezzi di soccorso più appropriati. Il numero delle richieste di soccorso che pervengono annualmente al 118 Brianza di circa 88.700 e le missioni di soccorso, nel 2006, sono state 42mila, di cui 5mila quelle effettuate dalle automediche e dallinfermiere sullambulanza. Lattivit di soccorso di base, con ambulanza sul territorio, si svolge in convenzione con enti e associazioni di soccorso rappresentati da ANPAS, Croce Bianca Milano, Croce Rossa Italiana e AVIS Meda. I soccorritori con certificazione regionale sono 2500, di cui 600 con abilitazione allutilizzo del defibrillatore semiautomatico e 300 con abilitazione allesecuzione e trasmissione dellelettrocardiogramma. Lattivit di soccorso avanzato viene svolta con tre automediche diurne e due notturne e da due ambulanze di soccorso di base con infermiere a bordo. Il personale presente nella Centrale operativa rappresentato da medici anestesisti rianimatori delle aziende ospedaliere di Monza e Vimercate e da infermieri dellAzienda ospedaliera di Monza. Operano sullautomedica medici dellemergenza territoriale e anestesisti rianimatori, infermieri e autisti soccorritori. Da segnalare, infine, la preziosissima collaborazione del SSUEm 118 Brianza con lassociazione onlus Brianza però il cuore.Camillo Chiarino