Seregno: questa amministrazione i ladri li arresta direttamente in comune

Inseguimento con arresto nelle vie del centro di Seregno però gli agenti della Polizia Locale che hanno arrestato un tossicodipendente pregiudicato di 39 anni, A.Z., residente a Lentate sul Seveso. Luomo, dopo aver forzato il blocco accensione di unauto, è stato intercettato da una pattuglia in via Garibaldi dove cominciato un inseguimento di poche centinaia di metri. Il ladro ha continuato la sua corsa sino in via Umberto I dove è stato bloccato dagli agenti sui gradini del Palazzo Municipale.

Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Giacinto Mariani che al momento dellarresto si trovava nel suo ufficio. Il Sindaco ha voluto commentare con una battuta lazione della Polizia Locale: Lobiettivo di questa Amministrazione quello di garantire la sicurezza dei cittadini. Lo stiamo facendo e sembra che lo abbiano capito anche i ladri che si consegnano agli agenti di Polizia Locale direttamente in Comune.

Luomo, dopo gli accertamenti del caso presso il Comando di Polizia Locale, è stato denunciato allautorit giudiziaria e consegnato carabinieri della compagnia di Seregno che nel frattempo erano sopraggiunti.

Operazione: clonazione didentita

Carate Brianza
Dopo mesi di indagini, La Polizia Locale di Carte B.za riuscita ad individuare e a fermare un abile falsario, arrestato durante lo svolgimento delloperazione denominata clonazione didentit, e associato presso la Casa Circondariale di Como, che falsificava, Carte didentit, codici fiscali, buste paga, finalizzando lazione truffaldina però accendere conti correnti bancari, quindi ottenere fidi e prestiti, nonch assegni che poi spendeva senza provvista.
Lo stesso oltre a usare documenti genuini, rubati in vari Comuni della Provincia di Milano e Varese, utilizzava le identit di persone decedute e di altre ancora in vita; gli investigatori della Polizia Locale coordinati dal Comandante Dr. Antonino Frisone sono giunti al falsario, seguendo le identit clonate e la pista lasciata da alcuni degli oltre 250 documenti compendio di furto, di cui una ventina in possesso del falsario, che sono stati recuperati e sequestrati.
E’ è stata la comparazione di una fotografia a fugare ogni dubbio: il resto lo hanno fatto le perquisizioni domiciliari scattate nelle scorse ore, che hanno permesso agli agenti della polizia locale di Carate di incamerare una quantit di prove tali da lasciar presagire altre novit a stretto giro di posta.
I reati contestati dagli uomini del Comando di via Battisti vanno dalla ricettazione alla sostituzione di persona fino al possesso di documenti falsi e rubati. Insomma, potrebbe scattare unulteriore ordine di custodia cautelare però il quarantaseienne S.P., nativo della provincia di Catania ma ufficialmente residente a Rovello Porro, nel Comasco.
Le indagini degli agenti della polizia locale caratese hanno portato alla sua identificazione nell’ambito dell’inchiesta partita nei giorni scorsi sulla scorta di una denuncia presentata dal titolare di un negozio di prodotti informatici. Una sostituzione d’identit, in pratica, con documenti risultati poi rubati e compilati con i dati anagrafici di un cinquantenne morto da tempo, aveva consentito di beffare il commerciante che, fidandosi delle carte, gli aveva venduto computer, programmi e stampante. Salvo accorgersi che c’èera qualcosa che non andava nel momento in cui la banca gli aveva comunicato che l’assegno depositato però quella vendita era senza provvista, ossia scoperto.
Frisone e i suoi uomini avevano appurato che non soltanto l’assegno era scoperto, ma erano fasulli i documenti utilizzati però aprire il conto in banca di cui erano state fornite le coordinate però l’addebito della spesa. Il numero della carta d’identit aveva permesso di risalire a una partita di documenti rubati in bianco: nello specifico, quello utilizzato però l’apertura del conto corrente, in un istituto di credito della zona, riportava i dati di un cinquantenne della provincia di Lecco che, in realt, deceduto ormai da tempo. Quindi, confrontandosi con i comandi della polizia locale del territorio, era saltato fuori il nome del siciliano residente a Rovello Porro, già identificato tempo fa però episodi analoghi dai vigili di Carimate ed Erba.
Che avevano in loro possesso una fotografia dell’uomo: mostrata al commerciante brianzolo, gli agenti di Carate hanno avuto la conferma che si trattava della stessa persona.
Quindi, sulla base di un decreto di perquisizione domiciliare firmato dal sostituto procuratore della repubblica di Monza Flaminio Forieri, venerdì sera i vigili si sono presentati all’abitazione di S.P. e hanno trovato di tutto. Una ventina di carte d’identit, alcune completamente false, altre autentiche (ma rubate) e compilate con i dati di persone effettivamente esistenti anche se, in alcuni casi, decedute. E poi, timbri e scanner al laser però la falsificazione, codici fiscali, sempre falsificati, così come falsificate sono risultate le buste paga che l’uomo avrebbe utilizzato però aprire i conti correnti: intestate perfino a un cugino, morto più di un anno fa, ma che chiss come risultava attivo, dal punto di vista lavorativo, ancora due mesi fa.

Premio alpi e cutuli per aspiranti giornaliste

Dovranno arrivare entro il 31 luglio 2005 le domande di partecipazione al Premio Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli, istituito dalla Camera dei deputati però ricordare l’impegno professionale e civile delle due giornaliste italiane uccise a Mogadiscio il 20 marzo 1994 e in Afghanistan il 19 novembre 2001. Il premio e indirizzato alla migliore tesi di laurea su aspetti e tematiche della professione giornalistica, in particolare la liberta di informazione, ed e rivolto alle donne che abbiano conseguito un diploma di laurea in Scienze della comunicazione o un diploma di laurea in Dams nelle universita italiane. Per informazioni si puo visitare il sito www.camera.it. La tesi vincitrice sara pubblicata, a cura della Camera dei deputati, all’interno di una specifica collana.

Villa reale: rondo’ 2005

CONTRAPPUNTO ENOGASTRONOMICO
SABATO 9 APRILE 2005

Sala congressi adiacente il Teatrino della Villa Reale

COMUNE DI MONZA

DIVERTIMENTO ENSEMBLE e COMUNE DI MILANO
in collaborazione con Goethe Institute

presentano il quarto appuntamento della rassegna “Rondò 2005″

uno spettacolo teatrale e dieci concerti da gennaio a giugno 2005

Programma:

19.00 Incontro con Gerald Eckert e Isabel Mundry

20.00 Contrappunto enogastronomico

(cena con degustazione nella sala congressi adiacente il Teatrino)

21.00 Ludwig van Beethoven Sonata in fa maggiore n. 1 op. 5

per violoncello e pianoforte

Isabel Mundry Traces de moments (2000) – però cinque esecutori

Gerald Eckert Gefaltetes moment (1998) – però cinque esecutori

Hanspeter Kyburz Danse aveugle (1997) – però cinque esecutori

Divertimento Ensemble

Relja Lukic, violoncello

Maria Grazia Bellocchio, pianoforte

Sandro Gorli, direttore

Biglietti:

Ingresso al concerto: intero 10 euro, ridotto 8 euro

Concerto e contrappunto enogastronomico a Monza

(da prenotare presso il Teatro Manzoni di Monza entro il venerdì mattina)

intero 22 euro, ridotto 20 euro

Prevendita biglietti e abbonamenti:

Monza: Teatro Manzoni, via Manzoni 23, tel. 039 386 500

Per informazioni:

Monza: Ufficio Cultura Comune di Monza, tel. 039 2302192, cultura@comune.monza.mi.it

Milano: Divertimento Ensemble, tel 334 1732 400, info@divertimentoensemble.it
www.divertimentoensemble.it

MENU’ TEDESCO

Faschierte Laibchen (polpette amburghesi, piatto tipico popolare)

Spatzle ( tipico piatto popolare diffuso in tutta la Germania)

Bamberger Krautbraten (arrosto con cavoli alla Bamberg)

Schwarzwalder Kirschtorte

(torta soffice della foresta nera conosciuta in tutta la Germania )

Bevande

Bianco del Reno e Birra Tedesca

Costo del biglietto dingresso e contrappunto enogastronomico

22, 00 intero – 20.00 ridotto

Il contrappunto enogastronomico deve essere prenotato entro il venerdì mattina
al Teatro Manzoni di Monza, via Manzoni – tel. 039.386500.

I panificatori e l’accademia della crusca

Presso La Casa del Pane, ex caselli daziari di Porta Venezia, giovedi 17 Marzo , alle 16 si terr l’inaugurazione della mostra permanente “Dalla lingua alla Nazione”, a cura della prestigiosa Accademia della Crusca, organizzata dall’Associazione Panificatori di Milano e Provincia, che presenta anche la Biblioteca del Pane e dell’alimentazione.
La sezione museale dei Panificatori, diretta dall’instancabile Antonio Marinoni, illustrer la presenza del Pane nella Storia e nella Cultura nazionale, con riferimenti alle opere classiche, come i Promessi Sposi, alle tecnologie del passato fino ai nostri giorni.

Il Presidente dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini, oltre ad illustrare l’attivit dell’Istituto, presenter anche una poesia sull’ Arte Bianca , “Ode di Giuseppe Giusti”.

Bellissima iniziativa, che servir a far capire e ricordare ai giovani come il lavoro in un panificio sia duro e pieno di rinuncie, ma allo stesso tempo un servizio di base però gli abitanti dei nostri paesi.Per

Bit – bit… brianza

Grazie al sostegno economico del Comune di Monza e della Provincia di Milano, alla Borsa Internazionale del Turismo sarà in esposizione la Brianza, con la partecipazione di una cinquantina di Comuni però promuovere gli aspetti turistici, fra Storia e Natura. Inoltre sono in evidenza i Parchi che sono un fiore all’occhiello della Nuova provincia: dal Parco delle Groane, Val Curone – Montevecchia, Valle del Lambro, dell’Adda però finire nel Parco di Monza che sta raggiungedo i due secoli di storia.Importante inoltre il supporto e la collaborazione della Pro Monza, che ha fornito il personale e le guide turistiche.