NAVIGLI LOMBARDI: NELL’UOVO DI PASQUA C’E’ LA NAVIGAZIONE SULLA LINEA DELLE CONCHE E LINEA DELLE DELIZIE

Torna la navigazione dal 19 aprile

Navigli Lombardi, da qualche anno, ha posto le basi per l’avvio di un servizio di navigazione turistica. L’elemento fondante di questo progetto è quello di riscoprire le tipicità dei Navigli attraverso la navigazione. Le tratte percorse in barca sono un mezzo soft per visitare il territorio e scoprirne paesaggio, tradizioni, gusti e sapori. Il senso di scoperta, lo stupore e la meraviglia per la ricchezza che il Sistema Navigli sa ancora oggi offrire accompagnano il visitatore e soddisfano le esigenze di conoscenza che un turismo consapevole richiede.

LINEA DELLE CONCHE

Partenza presso Alzaia Naviglio Grande, 4 (zona Porta Ticinese). Il primo tratto di navigazione consente di ammirare il Vicolo dei Lavandai, uno dei numerosi lavatoi lungo il Naviglio Grande, dove le donne per secoli hanno lavato i panni dei milanesi. Proseguendo la navigazione si incontra il complesso monumentale composto dalla chiesa, dal ponte e dal lavatoio di S. Cristoforo. Si torna indietro e passando sotto il ponte detto ‘dello Scodellino’, così chiamato in riferimento alle vicine osterie, si entra nella Darsena, un tempo autentico porto di interscambio per il commercio con il lago Maggiore. Si passa quindi sul Naviglio Pavese, che viene percorso sino al primo sostegno idraulico, la famosa chiusa della ‘Conchetta’. Si rientra poi in Alzaia Naviglio Grande, 4 passando nuovamente per la Darsena

PARTENZA: Milano, Alzaia Naviglio Grande

ORARI: Venerdì: 15.00 – 16.05 – 17.10 – 18.15; Sabato e Domenica: 10.15 – 11.20 – 12.25 – 15.00 – 16.05 – 17.10 – 18.15

TARIFFE:  Adulti: € 12,00; Under 10: € 10,00; Bimbi sotto i 4 anni: gratuito (se accompagnato da un adulto pagante)

TARIFFA FAMIGLIE

(applicata alle corse del venerdì pomeriggio, del sabato mattina e alle prime due corse del sabato pomeriggio): 2 adulti + 1 bambino € 25,00 2 adulti + 2 bambini € 31,00
 E’ possibile inoltre acquistare il biglietto presso una delle seguenti rivendite di Autostradale Viaggi (Piazza Castello, Piazza Duomo, Malpensa, Linate, Lampugnano)

Info e prenotazioni: Call Center 02 92273118 -  info@navigareinlombardia.it

E’ possibile prenotare in autonomia sul sito di Autostradale

LINEA DELLE DELIZIE 

Durante il periodo di navigazione che va da aprile a settembre, l’Itinerario delle Delizie copre, con percorsi diversi tra loro per paesaggio e per durata, il tratto di Naviglio Grandecompreso tra Cassinetta di Lugagnano e Castelletto di Cuggiono, uno dei tratti navigabili più suggestivi dei Navigli, completamente immerso nel verde. Risalendo il canale si incrociano Cassinetta di Lugagnano e Robecco sul Naviglio, con le loro famose e spettacolari ville patrizie, Ponte Vecchio di Magenta, Ponte Nuovo di Magenta, il centro storico di Boffalora Sopra Ticino, Bernate Ticino con la splendida Canonica Agostiniana fino ad arrivare a Castelletto di Cuggiono con la maestosa scalinata di Villa Clerici. La proposta turistica si rivolge a chi viaggia individualmente o in piccoli o grandi gruppi e offre la possibilità di trascorrere un’intera giornata alla scoperta delle eccellenze del territorio.

Le corse per individuali a orari programmati: ogni domenica pomeriggio è possibile effettuare la sola navigazione lungo l’itinerario delle Delizie. Le navigazioni si distinguono in due tipologie, corse ordinarie corse promozionali con partenze a domeniche alterne, dagli imbarcaderi di Boffalora Sopra Ticino, Robecco sul Naviglio e Cassinetta di Lugagnano, percorrendo tratti distinti di Naviglio.

PARTENZA: La domenica con partenze alternate dagli imbarcaderi di Boffalora Sopra Ticino, Robecco sul Naviglio e Cassinetta di Lugagnano

TARIFFE:  Adulti: € 12,00; Under 10: € 10,00; Bimbi sotto i 4 anni: gratuito (se accompagnato da un adulto pagante)

Tariffa famiglia (applicata alle prime due corse della domenica pomeriggio): 2 adulti e 1 bambino (4 -10 anni): € 25,00 +€ 6,00 ogni bambino (4-10 anni) aggiunto.

CALENDARIO CORSE AD ORARI PROGRAMMATI – ITINERARIO DELLE DELIZIE

15.00 – 16.05 – 17.10 – 18.15

* assistente a bordo dell’imbarcazione sull’ultima ora di navigazione

 

Partenza a pontili alterni: Boffalora Sopra Ticino, Robecco Sul Naviglio, Cassinetta di Lugagnano, Castelletto

di Cuggiono.

 

20 aprile – partenza da Boffalora Sopra Ticino

 

25 aprile – partenza da Boffalora Sopra Ticino

 

27 aprile – partenza da Robecco sul Naviglio

In concomitanza con la Festa di Primavera in Villa Gaia e la Fiera del Naviglio Grande a Robecco

 

1 maggio – partenza da Robecco sul Naviglio – promozionale

In concomitanza con Fiera di San Majolo a Robecco

Orari straordinari: 15.00 – 15.45 – 16.30 – 17.15 – 18.00

Prezzo Promozionale: € 8,00

 

4 maggio – partenza da Castelletto di Cuggiono

11 maggio – partenza da Boffalora Sopra Ticino

18 maggio – partenza da Castelletto di Cuggiono

 

25 maggio – partenza da Robecco sul Naviglio

In concomitanza con la Fiera del Naviglio Grande a Robecco

 

1 giugno – partenza da Boffalora Sopra Ticino

 

8 giugno – partenza da Cassinetta di Lugagnano

In concomitanza con la Sagra della Rana a Cassinetta di Lugagnano

 

15 giugno – partenza da Cassinetta di Lugagnano

In concomitanza con la Sagra del riso, gorgonzola e salame a Cassinetta di Lugagnano

 

22 giugno – partenza da Castelletto di Cuggiono

In concomitanza con la 23° Festa del Solstizio d’Estate a Cuggiono

 

29 giugno – partenza da Robecco sul Naviglio

 

6 luglio – partenza da Robecco sul Naviglio

In concomitanza con la Festa del Gerusco a Robecco sul Naviglio

 

13 luglio – partenza da Boffalora Sopra Ticino

20 luglio – partenza da Castelletto di Cuggiono

27 luglio – partenza da Boffalora Sopra Ticino

3 agosto – partenza da Boffalora Sopra Ticino

10 agosto – partenza da Robecco sul Naviglio

24 agosto – partenza da Boffalora Sopra Ticino

31 agosto – partenza da Castelletto di Cuggiono

LA VILLA GALLARATI SCOTTI E IL NINFEO DEL NETTUNO

A Oreno la nuova tappa della rassegna Turisti a Km Zero

Sabato 26 aprile 2014 è in programma un nuovo appuntamento della rassegna Turisti a km zero che ci porterà alla scoperta della meravigliosa Villa Gallarati Scotti di Oreno di Vimercate. L’iniziativa è promossa dal MUST Museo del territorio, in collaborazione con l’Associazione Culturale Art-U (artuassociazione.org) e prevede due turni di visita alle ore 15 e 16.30 per una durata di circa un’ora e 30 minuti ciascuno. Le visite guidate sono a prenotazione obbligatoria (tel. 0396659488) e la quota di partecipazione è di 7 euro a persona con riduzione a 5 euro per i bambini (tra i 6 e gli 12 anni). Il percorso è parzialmente accessibile ai disabili per la presenza di sentieri sterrati nel parco. Per maggiori informazioni si può consultare la sezione “Turismo” del sito del MUST (www.museomust.it). Il ritrovo dei partecipanti è in via T. Scotti 13 a Oreno di Vimercate. La visita prevede l’ingresso dal cortile d’onore nelle sale affrescate del piano terra del corpo nobile, tra cui la suggestiva Sala di Alessandro Magno, nella quale si trovano episodi della vita del condottiero. Successivamente si visita il grandioso parco, che nell’impianto all’inglese, conserva tracce dell’antico giardino all’italiana, dove emerge il barocco Ninfeo del Nettuno. La Villa Gallarati Scotti (sec. XVII-XIX) rappresenta uno dei migliori esempi di dimora signorile lombarda. Per maggiori informazioni storico/artistiche, troverete una scheda* al termine di questo comunicato stampa. La rassegna Turisti a Km Zero vuole offrire a tutti la possibilità di visitari ville, castelli e parchi a brevissima distanza, ma spesso difficilmente accessibili. Da febbraio a novembre 2014, il MUST Museo del Territorio, in collaborazione con diverse associazioni culturali del territorio, promuove un ricco calendario di visite guidate in alcuni tra i luoghi più suggestivi della Brianza-est. Segue il calendario degli appuntamenti da maggio a luglio. La rassegna proseguirà fino a novembre con altre proposte che verranno comunicate successivamente. PROSSIMI APPUNTAMENTI DOMENICA 4 MAGGIO 2014 – Ore 14.45 e 16.30 (Durata: 1h e 15′) IL NUOVO MUSEO DEL DUOMO DI MILANO con il prof. Graziano Alfredo Vergani* ORGANIZZATORI: MUST Museo del territorio RITROVO: 30′ prima della partenza in piazza Duomo 12 a MILANO COSTO: 12 € a persona (10 € ridotto 6/12 anni). Il costo è comprensivo della visita guidata e dell’ingresso al museo (4 €) ACCESSIBILITÀ: accessibile ai disabili INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17) LA VISITA – Il Nuovo Grande Museo del Duomo di Milano (aperto il 7/11/13) si trova nel perimetro di Palazzo Reale, in una versione rinnovata nell’allestimento, ed è ordinato in 27 sale e 13 percorsi tematici. 2000 mq di superficie e una grande varietà di materiali che narrano 626 anni di storia della Cattedrale milanese, con oltre 200 opere a essa collegate, sculture, dipinti, arazzi, vetrate a cui si aggiunge il prezioso Tesoro, finora conservato nel Duomo. *La visita guidata sarà condotta dal prof. Graziano Alfredo Vergani, docente di Storia dell’arte medievale presso l’Università degli Studi di Macerata e autore di numerose pubblicazioni sull’arte lombarda tra il X e il XIV secolo. DOMENICA 18 MAGGIO 2014 – Ore 15.00 e 16.00 (Durata 1 h 30′) VILLA TAVERNA E IL BORGO DI CANONICA ORGANIZZATORI: MUST e Associazione Art-U.

Si ringraziano i proprietari di Villa Taverna RITROVO: 15′ prima della partenza in via Conte Paolo Taverna 2, TRIUGGIO (fraz. Canonica Lambro) COSTO: 9 € a persona (7 € ridotto 6/12 anni – gratis per minori di 6 anni e per disabili) Il costo è comprensivo della visita guidata e dell’ingresso a Villa Taverna (2 €) ACCESSIBILITÀ: non accessibile ai disabili INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17) LA VISITA – Uno dei più antichi e sontuosi palazzi nobiliari del nostro territorio, splendidamente immerso in un grande parco. Ancora oggi indenne da modifiche, Villa Taverna offre al visitatore il suo giardino all’italiana, le notevoli sale a volta e il monumentale scalone d’onore e conserva inalterato il rapporto con gli edifici, il verde ed il sapore antico del bel borgo di Canonica. La visita si concluderà con una breve passeggiata nel borgo fino alla vicina cascina chiesuola. DOMENICA 1 GIUGNO 2014 – Ore 15.00 (Durata: 2 ore) LUNGO IL NAVIGLIO DI LEONARDO: DALLO STALLAZZO ALLA ROCCHETTA ORGANIZZATORI: MUST e Pro Loco di Cornate d’Adda RITROVO: 15′ prima della partenza in via II giugno (parcheggio cimitero) a PORTO D’ADDA (Comune di Cornate d’Adda). Per scendere al fiume si percorrerà un sentiero in discesca di 400 mt. Si consigliano scarpe comode. COSTO: 6 € a persona (4 € ridotto 6-12 anni – gratis per minori di 6 anni) ACCESSIBILITÀ: non accessibile ai disabili INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17) LA VISITA – Un itinerario magico tra natura e storia. Si ripercorrono i luoghi tra l’Adda e il Naviglio di Paderno dove Leonardo Da Vinci trovò ispirazione per le sue grandi opere idrauliche e per alcuni tra i suoi dipinti più famosi (es. La Vergine Delle Rocce). L’itinerario parte dalla Conca delle Fontane immersa tra alberi e paesaggi suggestivi e dal vicino Stallazzo che fino agli anni ’30 del secolo scorso era una stazione per il ricovero ed il cambio dei cavalli che, risalendo l’alzaia, rimorchiavano controcorrente i barconi. Restaurato dal Parco Adda Nord, oggi ospita la stazione museale dell’Ecomuseo Adda di Leonardo e un punto di ristoro. Si prosegue poi salendo verso il Santuario di Santa Maria della Rocchetta. Qui ci si immergerà nel passato grazie a un ricco percorso archeologico: le fondamenta rocciose di una cinta e di abitazioni collettive romane, una grande cisterna romana del V secolo e una chiesa trecentesca. DOMENICA 8 GIUGNO 2014 – Ore 15.00 e 17.00 (Durata: 2 ore) IL VILLAGGIO OPERAIO DI CRESPI D’ADDA ORGANIZZATORI: MUST e Associazione Art-U. RITROVO: 15′ prima della partenza in via Manzoni 7, CAPRIATE SAN GERVASIO (fraz. Crespi d’Adda) COSTO: 8 € a persona (6 € ridotto 6-12 anni – gratis per minori di 6 anni e per disabili) ACCESSIBILITÀ: parzialmente accessibile ai disabili INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17) LA VISITA – Nato dalla visione utopica e paternalista di Cristoforo Benigno Crespi, tra Ottocento e Novecento, il villaggio operaio di Crespi d’Adda è uno dei migliori esempi di archeologia industriale in Europa, tanto da meritare il titolo di Sito UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Nella verdeggiante punta dell’Isola Bergamasca, alla confluenza tra l’Adda e il Brembo, le casette operaie con le loro staccionate e gli ordinati giardinetti si allineano lungo le stradine al cospetto dell’imponente mole del castello padronale e della fabbrica, fulcro per quasi un secolo della vita del paese: un piccolo mondo, un microcosmo in cui si può ancora respirare l’atmosfera di un’epoca rivoluzionaria che ha cambiato per sempre il nostro modo di vivere. DOMENICA 22 GIUGNO 2014 – Ore 15.00 (Durata: 1 ora) COMPLESSO BORROMEO D’ADDA AD ARCORE ORGANIZZATORI: MUST e Associazione Natura e Arte. Si ringrazia il Comune di Arcore

RITROVO: 15′ prima della partenza in Largo Vela 1 ad ARCORE
COSTO: 6 € a persona (4 € ridotto 6-12 anni – gratis per minori di 6 anni e per disabili)
ACCESSIBILITÀ: parzialmente accessibile ai disabili (solo Cappella e Scuderie)
INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17)
LA VISITA – Il complesso Borromeo D’Adda rappresenta uno dei gioielli artistici della Brianza. In posizione
estremamente scenografica, la Villa è immersa nel magnifico parco, opera di Giuseppe Balzaretti, ultimato
nel 1845. L’architetto più celebre all’epoca quale disegnatore di giardini piantò svariatissime specie esotiche,
ad alto fusto, magnolie e sempreverdi, creando un contesto di incantevole visione. Le ristrutturate Scuderie
risalenti all’ultimo decennio del 1800 sono ora sede del Corso di restauro dell’Accademia di Belle Arti di
Brera: gli oltre 1.200 mq2 ospitano i laboratori degli studenti, le ex stalle e la sala dei finimenti; anch’esse
immerse nel parco, le Scuderie vengono aperte in occasione di eventi eccezionali. La Cappella Vela fu
progettata da Giuseppe Balzaretti nel 1850 sulla base del battistero ottagonale bramantesco di San Satiro in
Milano; abbellita da mirabili sculture e stucchi degli artisti ticinesi Vincenzo e Lorenzo Vela, conserva le
spoglie di Maria Isimbardi, giovane moglie di Giovanni D’Adda, morta prematuramente.

SABATO 5 LUGLIO 2014 – Ore 20.45 e 21.30 (Durata: 1 h e 30′ ) | Notte Bianca di Vimercate
NOTTE DI MISTERI IN VILLA SOTTOCASA
ORGANIZZATORI: MUST e Cooperativa Aeris
RITROVO: 15′ prima della partenza in via Vittorio Emanuele 53, VIMERCATE
COSTO: 8,50 € a persona (6,50 € ridotto 6-12 anni – gratis per minori di 6 anni)
ACCESSIBILITÀ: non accessibile ai disabili
INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17)
LA VISITA – Con torce e caschetti si esplorano le stanze buie e segrete di una villa abbandonata. Ma siamo
sicuri che sia proprio abbandonata? Percorso insolito e originale tra camere misteriose e luoghi inaccessibili
di Villa Sottocasa (Sec. XVIII–XIX). I visitatori verranno accompagnati alla scoperta di spazi raramente aperti
al pubblico, dove saranno possibili incontri particolari, magari con gli antichi abitanti della villa.

DOMENICA 6 LUGLIO 2014 – Ore 16 (Durata: 2 ore) IL PARCO DI MONZA: IN BICICLETTA TRA NATURA E CULTURA ORGANIZZATORI: MUST e Associazione Art-U. RITROVO: 15′ prima della partenza davanti al noleggio bici presso la cascina Bastia (Parco di Monza, viale Cavriga) a MONZA BIBCICLETTA: i partecipanti possono scegliere se utilizzare un mezzo proprio o noleggiarlo qui COSTO: 8 € a persona (6 € ridotto 6-12 anni – gratis per minori di 6 anni) ACCESSIBILITÀ: non accessibile ai disabili INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0396659488 (tutti i giorni ore 10-13 e 15-17) LA VISITA – Il Parco di Monza, polmone verde della Brianza, è uno scenario estremamente suggestivo e ricco di storia. Partendo dalla Villa Reale, il percorso in bicicletta proseguirà tra i viali del Parco – il più grande tra quelli cintati d’Europa – alla scoperta di cascine e ville nobiliari che lo caratterizzano.

LA RASSEGNA PROSEGUIRÀ FINO A NOVEMBRE CON I SEGUENTI APPUNTAMENTI *:

• CASSANO D’ADDA: Fortezza Viscontea
• TREZZO S/ADDA: Centrale Taccani e promontorio sull’Adda
• VAPRIO D’ADDA: Casa del custode delle acque e Villa Melzi
• AGRATE BRIANZA: Villa Trivulzio
• MILANO: Villa Necchi Campiglio con Simona Bartolena
• MONZA: Museo del Duomo con Graziano Alfredo Vergani

*Le destinazioni e le date da giugno a novembre sono suscettibili di modifiche. I dettagli definitivi verranno pubblicati al più presto. VILLA GALLARATI SCOTTI Lo stupendo edificio barocco, documentato dalle illustrazioni pubblicate da Marc’Antonio Dal Re nel suo libro Ville di delizia, venne profondamente trasformato in forme neoclassiche tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento dall’architetto Simone Cantoni. Dello schema precedente la villa ha mantenuto l’ampia corte anteriore ad U, con le ali laterali di servizio più basse, chiusa verso la piazza di Oreno da un ingresso monumentale del 1806, con due tempietti laterali di forme classiche, dei quali quello di destra adibito a cappella privata. Il corpo centrale fu modificato dal Cantoni in un blocco compatto e alla facciata verso l’ingresso, sobria e liscia, fu sovrapposto, nella zona centrale, una specie di pronao assai poco sporgente, a tre ordini sovrapposti: semicolonne tuscane al piano terreno; ioniche al primo piano con tre aperture ad arco nella zona centrale, dove sono inserite lunette decorate a bassorilievo; al secondo piano infine pilastrini e statue a mezzo busto su piedistallo. La facciata è chiusa in alto da un timpano, con bassorilievi e orologio. Il fronte verso il giardino è spartito in senso verticale in cinque sezioni, legate orizzontalmente da una superficie a bugnato liscio che corre al piano terreno. L’interno della villa venne anch’esso trasformato dal Cantoni in modo sostanziale, creando uno scalone a doppia rampa e nuovi ampi saloni neoclassici, riccamente decorati e arredati nello stesso stile, particolarmente armoniosi nella loro sobria fastosità. Delle sale preesistenti sono stati preservati dagli interventi neoclassici solo alcuni ambienti, tra cui la sala di Alessandro Magno, nella quale si trovano episodi della vita del condottiero, tratti da Plutarco. Nella volta sono presenti nicchie e architetture dipinte con figure allegoriche: il Perdono e l’Amor patrio, l’Abbondanza, la Vittoria e la Fortezza d’animo e di corpo; il ciclo di affreschi fu realizzato nel terzo decennio del XVII secolo. Il grandioso parco alle spalle della villa era in origine alla francese, con statue e fontana, e con un lungo viale alberato che portava a un laghetto ellittico da cui partiva un canale che giungeva al ninfeo del Nettuno, circondato da boschetti. Contemporaneamente agli interventi di rifacimento neoclassico della villa, all’inizio dell’Ottocento, il giardino venne ampliato e trasformato, conformandosi alla nascente moda dei parchi all’inglese. Le siepi di bosso e i parterre vennero così sostituiti da una grande prateria leggermente ondulata circondata da imponenti masse di alberi. La costruzione più suggestiva all’interno del parco è il barocco Ninfeo del Nettuno, posto al margine estremo settentrionale, già documentato nelle incisioni del Dal Re ed elogiato dal Montesquieu che lo visitò nel suo viaggio del 1728. Si tratta di un edificio a due piani, con un belvedere a terrazza con vasi e putti, cui si accede dalle scale a chiocciola contenute nelle torrette laterali; poco più sotto, distese sul cornicione, sono poste statue con figure allegoriche. La fontana, che si staglia contro la facciata curvilinea, vede la statua di Nettuno, armato di tridente, che si erge in piedi sopra un grosso delfino, dalla cui bocca sgorga l’acqua. Per la sua imponenza che domina la piazza centrale di Oreno e per l’immenso parco alle sue spalle, la Villa Gallarati Scotti è uno dei migliori esempi di dimora signorile lombarda. MUST museo del territorio Vimercate – Villa Sottocasa – Via Vittorio Emanuele II, 53 www.museomust.it – info@museomust.it – tel. 039.6659488

MONZA: NUOVO ACCORDO,ACSM AGAM – VERO VOLLEY

Acsm Agam, con la controllata Enerxenia, e il Consorzio Vero Volley hanno sottoscritto una nuova sponsorship, rinnovando l’accordo stipulato nel 2012. L’intesa, valida per le due prossime stagioni agonistiche, 2014-2015 e 2015-2016, è stata siglata stamattina al PalaIper, alla presenza del sindaco di Monza, Roberto Scanagatti. Alla presentazione sono intervenuti il Presidente di Acsm Agam, Roberto Colombo, l’Amministratore Delegato di Acsm Agam e di Enerxenia, Enrico Grigesi, la Presidente del Consorzio Vero Volley, Alessandra Marzari e il Presidente di Pro Victoria Pallavolo, Carlo Rigaldo. La sinergia fra le due realtà prevede l’abbinamento del marchio Enerxenia, società di vendita gas e energia elettrica del gruppo Acsm Agam, alle prime due squadre nazionali del sodalizio sportivo e a specifici eventi di richiamo organizzati dal Consorzio, e l’esposizione di un pannello esterno al PalaIper. La prosecuzione del rapporto fra la multiutility, uno fra i principali player lombardi del settore, e il Consorzio di pallavolo, reduce da due ottime annate, riconferma valore e obiettivi dell’intesa siglata nel 2012: ossia la reciproca promozione di due realtà di forte consenso e radicamento sul territorio di Monza e Brianza. Il Consorzio Vero Volley (www.verovolley.it) è composto da sei società sportive. Sviluppa un ampio progetto di sport e cultura sportiva, che parte dall’attività nelle scuole, con il coinvolgimento di oltre 8 mila alunni, passando da un florido vivaio giovanile (circa 1.500 atleti per oltre 60 squadre), per giungere fino allo sport di vertice nazionale, con la serie A2 maschile e la A2 femminile. Acsm Agam (www.acsm-agam.it) opera nel campo della termovalorizzazione dei rifiuti, della gestione calore, della cogenerazione di energia elettrica e vapore e del teleriscaldamento. Opera inoltre, tramite le proprie società controllate, nei settori della vendita di gas metano e energia elettrica, della distribuzione del gas, della distribuzione di acqua e fognatura e del teleriscaldamento. Enerxenia è la società di vendita gas ed energia elettrica nelle province di Como, Monza e altri comuni in Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Si propone con vantaggiose offerte e innovative proposte commerciali in grado di competere con i diversi operatori presenti sul mercato.

IL MUST SUL PODIO CON I PIÙ FAMOSI MUSEI ITALIANI

Una menzione speciale assegnata dall’ANMLI a Torino

Il MUST ha visto un ulteriore importante riconoscimento: l’ANMLI (Associazione Nazionale Musei Locali) ha assegnato al museo vimercatese una menzione speciale, e invitato a Torino lo scorso 10 aprile il direttore Angelo Marchesi a presentare il museo e alcuni dei suoi progetti. Il MUST è stato equiparato a grandi musei e ad alcune delle principali realtà museali italiane: accanto al MUST, al convegno sono stati invitati il MuSe di Trento, aperto lo scorso anno e progettato da Renzo Piano; il Museo di Castelvecchio di Verona, punto di riferimento per la museografia italiana grazie al progetto di Carlo Scarpa, il Museo Laboratorio della Mente di Roma, dedicato alla psichiatria e realizzato da Studio Azzurro, il Museo Galileo di Firenze, premiato nel 2011 dalla British Society for the History of Science. Il convegno si è tenuto presso l’Università di Torino, partner dell’iniziativa assieme al Museo di Palazzo Madama, e ha avuto come finalità la segnalazione di alcune delle migliori esperienze museali italiane nel campo dell’innovazione, intesa come capacità di creare esperienze che aggiungano un valore innovativo e inedito alla conoscenza. Il direttore Angelo Marchesi ha presentato al convegno il concept del museo e i progetti di inclusione sociale che caratterizzano il MUST, vale a dire la capacità del museo di rivolgersi a nuovi pubblici abbattendo ogni tipo di barriera che ne renda difficile l’accesso. Notevole interesse ha riscosso la presentazione del progetto Tutto il mondo in un museo, che si è svolto lo scorso anno, dedicato al dialogo e alla collaborazione con i cittadini non nativi provenienti da altre nazioni del mondo, realizzato in collaborazione con il COI (Centro Orientamento Immigrati) di Vimercate.

Globo: Premiate le scuole vincitrici di “Collection School”!

GAL LISSONE – SERIE A 2014

La terza prova di Serie A del campionato italiano 2014 si è svolta al
Paladesio, Sabato 4 aprile.

Per la GAL Lissone una stagione agonistica che ha coinciso con molte difficoltà impreviste come gli infortuni e defezioni improvvise. Le quattro ragazze che si son presentate sulla pedana di Desio in un palazzetto che esplodeva dal pubblico ma soprattutto dagli emozionanti boati ogni volta che lo speaker pronunciava il nome di un’atleta della GAL, sono Elisabetta Preziosa, Elisa Meneghini, Alessia Praz e Francesca De Lazzari accompagnate dai tecnici Claudia Ferrè e Anna Sassone. La concentrazione e la determinazione era al massimo livello, gli oltre seimila spettatori presenti hanno alimentato il giusto entusiasmo ad ogni esercizio dei biancorossoblu del Presidente Roberto Meloni. Sotto gli occhi dei responsabili della Federazione Ginnastica Italiana, degli amministratori locali, dei fotografi e delle televisioni presenti all’evento, le ragazze della GAL Lissone hanno messo in scena la più bella prova di forza e carattere che si potesse immaginare. Il Presidente Roberto Meloni aveva l’obiettivo di centrare il podio e così è stato, il terzo posto nella classifica generale è un nuovo importante tassello che si aggiunge ai 12 scudetti vinti fino all’anno scorso. All’ottima prova di Alessia Praz e Francesca De Lazzari si è aggiunta la conferma della classe di Elisabetta Preziosa, vista più volte mentre consigliava e caricava le proprie compagne prima di un esercizio, un carattere straordinario, che gli ha permesso di essere tutt’oggi ai vertici assoluti della ginnastica italiana nonostante alcuni imprevedibili infortuni di stagione. Elisa Meneghini ha dimostrato anche in questa occasione, come nella precedente “gara 2″ di Torino e al torneo internazionale di Jesolo, di non essere più un astro nascente della ginnastica bensì di essere ancora una volta una delle più gradevoli conferme di costanza e qualità. Prima assoluta, come a Torino, nella classifica generale della terza prova al Paladesio, all’esaltante 14,150 al corpo libero dove ogni passo era scandito oltre che dalla muscia anche dagli applausi e dai flash del grande pubblico, ha fatto seguito una straordinaria e significativa prova alla TRAVE. Proprio questo attrezzo in cui la GAL Lissone si contraddistingue storicamente, ha fatto registrare un primo posto di Elisa con 14.250, un secondo posto Elisabetta Preziosa con 14.150 e terzo posto Alessia Praz con 14.00. Al termine c’è giusto il tempo per un breve bilancio stagionale riferito al Campionato Italiano di Serie A dove tecnici e dirigenti non possono che esprimere piena soddisfazione per l’ottimo risultato conseguito e volgere immediatamente lo sguardo ai prossimi imminenti e importanti impegni agonistici. Dal nuovo sito internet della GAL LISSONE – www.gal-lissone.it – è lo stesso Presidente Roberto Meloni, in carica da oltre 25 anni a tracciare un breve bilancio della stagione con il consueto entusiasmo : ” Nella finale di Desio ancora una volta abbiamo dimostrato che con determinazione e sacrificio nessun risultato è impossibile, le ragazze hanno lottato fino all’ultimo per la vittoria di tappa e il podio finale, e se il primo non è arrivato per 7 decimi, il terzo gradino del podio è arrivato con merito, a sancire una unicità nell’arco dei 28 campionati disputati: mai retrocessi, mai scesi dal podio finale e dulcis in fundo 12 scudetti vinti!!!! Scorrendo l’albo dei campionati dall’87 a oggi, balza all’occhio come il duopolio Brixia-Gal abbia dominato la scena per ben 24 volte!! Questo campionato appena terminato ha segnato per noi, dopo tre titoli consecutivi, una battuta d’arresto, non abbiamo mai potuto mettere in campo per intero tutto il nostro potenziale, Ferlito out per scelta, Betta a mezzo servizio per il ginocchio malandato, e non ultimo l’appendicite del nostro prestito Argyro Afrati. E’ toccato ad Elisa Meneghini, Alessia Praz e Francesca DeLazzari, guidare la “nave” lissonese nel porto dei migliori e dobbiamo dire: obbiettivo raggiunto!!!! Ringraziare per noi dirigenti è doveroso, i nostri tecnici, le ginnaste, il pubblico e tutti quelli che ci hanno permesso di arrivare a questo ennesimo risultato di prestigio, non smetteremo mai di lottare per dare la possibilità alle nostre ragazze di essere sempre tra le migliori, la passione che ci spinge è tantissima e, anche se tra mille difficoltà, continueremo nel nostro percorso con la convinzione di avere uno staff tecnico di ottimo livello che sa plasmare le giovani ginnaste che ci sono e sicuramente che verranno, fare ginnastica ogni giorno con le qualità di Elisa e Betta e la volontà di Alessia non è cosa da tutti. Un ringraziamento speciale alla Ghislanzoni Gal Lecco, ad Alberto ma soprattutto a Francesca DeLazzari senza il suo contributo non avremmo mai raggiunto questo traguardo!!” Roberto Meloni, presidente GAL Lissone.

Alberto Moioli

Monza ospita AnciperExpo Dal 12 al 14 aprile

Dal 12 al 14 aprile il capoluogo brianzolo tappa lombarda del tour nazionale di Anci nelle regioni per promuovere l’esposizione universale: incontri e natura, produzioni locali e show cooking, sport e nutrizione, mostra sull’alimentazione dalla preistoria a oggi e menu con i sapori del mondo nelle scuole comunali. Truck itinerante di Anci con comunicazione Expo e Padit

Dal 12 al 14 aprile Monza sarà tappa lombarda del tour di Anci (Associazione nazionale comuni) nelle regioni italiane per promuovere tra i cittadini i contenuti di EXPO 2015 e per offrire alle realtà territoriali l’opportunità di mettere in mostra e far conoscere idee e progetti legati alla manifestazione e alle opportunità che essa può offrire.

La tre giorni monzese – la prima tappa del tour, in concomitanza con quella di Gorizia – è stata presentata oggi a Monza dal sindaco Roberto Scanagatti, dal responsabile nazionale del tour di Anci Pier Attilio Superti e dal curatore della campagna di comunicazione, Marco Marturano.

Nel prossimo fine settimana Monza (con il sostegno di Camera di Commercio, Confartigianato e della società che fornisce le mense scolastiche Vivenda) promuoverà un particolare allestimento, caratterizzato da una comunicazione omogenea predisposta da AnciperExpo che si snoderà tra le vie e le piazze del centro storico, con spazi dedicati a incontri pubblici per rendere popolari i contenuti dell’esposizione universale, stand espositivi e informativi dei soggetti istituzionali ed economici del territorio e della Lombardia, promozioni di produzioni locali e bio, animazione e intrattenimenti.

“Un evento importante – ha sottolineato il sindaco – che penso sarà utile ai tanti cittadini che affolleranno il centro nel prossimo fine settimana, i quali potranno godersi un allestimento gradevole e interessante e conoscere da vicino Expo. Si potranno inoltre apprezzare gli sforzi di diversi soggetti del territorio brianzolo e lombardo decisi a cogliere tutte le opportunità offerte dalla manifestazione. Ringrazio Anci per la scelta e ricordo che è importante che si continui nello sforzo comune affinché Expo sia effettivamente occasione di rilancio economico per tutto il paese, soprattutto negli anni che seguiranno l’evento”.

Nel dettaglio in Largo IV Novembre sabato sarà presente un truck che esporrà e conterrà al suo interno un percorso di comunicazione (anche video) su Expo e Padiglione Italia. Piazza Trento e Trieste sarà dedicata al verde e all’ambiente, con mostra e vendita di piante ornamentali a cura di aziende florovivaistiche, spazi per attività di associazioni e laboratori per bambini e adulti, stand per lo show cooking e per i Comuni di Res Tipica impegnati nella valorizzazione dei vini e degli oli lombardi (Res Tipica è l’associazione di Anci impegnata nella promozione dei prodotti tipici locali). Piazza Roma sarà l’area delle istituzioni, con stand del Comune e di altri enti comunali, tra gli altri quelli guidati da Lissone, che promuoveranno il comparto del legno-arredo-design. Spazio anche agli altri soggetti, tra cui Camera di Commercio. Piazza Centemero e Paleari si trasformerà per due giorni in una vera e propria mostra dedicata al Parco di Monza, con la presenza del Consorzio Parco e Reggia di Monza e dei vari soggetti che lo animano e vi lavorano per il suo sviluppo e la sua valorizzazione. Anche in quest’area non mancheranno laboratori per bambini, oltre a poter trovare tutte le informazioni sulle attività in calendario. Piazza San Paolo sarà invece dedicata a un luogo di promozione ed esposizione dei prodotti agroalimentari grazie al mercato allestito da Coldiretti.

L’area sotto i Portici dell’Arengario sarà dedicata a incontri pubblici. Sabato mattina dalle 11.00 alle 13.00 si terrà un primo incontro per conoscere l’esposizione universale e le attività dei soggetti territoriali alla presenza del sindaco Scanagatti, dei rappresentanti di Anci, di Expo 2015, di Padiglione Italia e di Telecom Italia, che ha promosso a Monza uno dei primi progetti nazionali rivolti alla digitalizzazione delle scuole italiane. Intervengono anche gli enti e i soggetti del territorio e i rappresentanti delle realtà economico-produttive e sociali. Nel pomeriggio di sabato, dalle 16.30, sempre sotto i portici dell’Arengario, si terrà un incontro pubblico sui temi della nutrizione in campo sportivo alla presenza di testimonial del mondo dello sport ed esperti in materia, rivolto al ricco mondo monzese dell’attività sportiva diffusa, agonistica e dilettantistica.

Lunedì 14 aprile la manifestazione si chiuderà proponendo nelle scuole comunali (in collaborazione con la società Vivenda che rifornisce le mense scolastiche) un menu dedicato ad Expo e ai sapori del mondo. Lo spunto sarà occasione per il personale didattico di dedicare parte delle lezioni ai temi dell’esposizione universale.

AnciperExpo sarà accompagnata da una mostra (dal titolo Table) sui temi dell’alimentazione dalla preistoria ad oggi, che sarà inaugurata all’Arengario venerdì 11 aprile (ore 18): l’installazione promossa dal Comune, con il patrocinio di Expo2015 e della Commissione europea, proporrà 28 versioni di un pasto tipico attraverso l’installazione di un tavolo lungo oltre 10 metri. Un percorso dall’alba dei tempi ad oggi da cui emerge, grazie al lavoro di 11 artisti, l’attuale situazione di abbondanza e di spreco che concorre a lasciare priva di cibo una grande parte della popolazione mondiale.

 

Info: www.anciperexpo.it e www.comune.monza.it

Vinitaly: UN BRINDISI CHE VALE PIÙ DI 11 MILIARDI DI EURO

Questo il valore del brand legato all’immagine e alla visibilità dei principali prodotti vinicoli italiani. Ai primi posti la Toscana con il Chianti, il Veneto con il Prosecco di Valdobbiadene e l’Abruzzo con il Montepulciano

Eccellenze in vetrina. Il “Made in Italy” riconosciuto nel mondo oggi è protagonista a Milano con il Salone Internazionale del Mobile e a Verona con l’ultima giornata di Vinitaly. Legno-arredo e enogastronomia: due settori di punta del sistema delle imprese italiane e comparti trainanti dell’export non solo in termini di bilancia commerciale ma anche di riconoscibilità e reputazione a livello internazionale. Prodotti che valgono come marchi in sé e che apportano anche un valore aggiunto al Made in Italy. E proprio il brand legato all’immagine e alla visibilità di alcuni dei principali prodotti vinicoli tipici italiani vale oltre 11,5 miliardi di Euro, secondo una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza. La classifica delle “cantine” del BelPaese con le etichette più conosciute nel mondo è guidata da un rosso, il Chianti toscano, il cui “marchio” vale 1,6 miliardi di Euro. Un aperitivo con le bollicine del Prosecco veneto Valdobbiadene ha un valore, in termini di reputazione economica, di 1,2 miliardi di euro. Se con carni dal sapore forte l’abbinamento è con un Montepulciano d’Abruzzo, in realtà si sta bevendo un vino il cui brand si attesta a più di 1,1 miliardi di euro. Nel tour enologico, troviamo poi il Piemonte con il Barbera e ancora il Veneto con il Soave (i cui brand valgono entrambi oltre 1 miliardo di euro). Con un marchio di 700 milioni di euro c’è il Brunello di Montalcino toscano seguito dal lambrusco dell’Emilia-Romagna (quasi 600 milioni di Euro) e dal Franciacorta (578 milioni di Euro). E’ quanto risulta da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, relativo al progetto ERI (Economic Reputation Index) a partire da Anholt Brand Index, su dati Registro Imprese, Istat, Istituto Tagliacarne, Federdoc, Ismea, Consorzi di tutela. Il valore del brand dei principali prodotti vinicoli è stato calcolato sulla base di alcuni parametri economici e di immagine, tra i quali i flussi del turismo enogastronomico, il valore dell’export del prodotto, la conoscenza del prodotto stesso all’estero e in Italia, il valore economico della zona di produzione.

UCID MB, Expo 2015 una straordinaria occasione di incontro, di solidarietà e di sviluppo

5° Riunione di Gabinetto Distrettuale Lions Distretto 108 Ib1