La FASI : impegno di solidarietà a favore delle famiglie e delle imprese sarde colpite dal disastro alluvionale

Serafina Mascia Pres. Federazione delle Associazioni Sarde in Italia :

In questi momenti tutti i Sardi fuori della Sardegna (nell’Italia continentale, in Europa, nel mondo) si sono già messi in contatto o si stanno mettendo in collegamento con i propri parenti e conoscenti residenti nell’isola, devastata in molte zone dal disastro alluvionale causato dal Ciclone Cleopatra. Le drammatiche immagini di distruzione che arrivano in tempo reale da Olbia e dai paesi colpiti dall’alluvione mettono in ansia a livello personale qualunque emigrato che ha legami di parentela, di amicizia, di semplice conoscenza con persone che abitano in questi luoghi tragicamente balzati agli onori delle cronache dei mass media e delle comunicazioni trasmesse dai social network. A livello individuale ogni sardo emigrato si sente moralmente obbligato a esperire le vie che possano aiutare ad attenuare almeno i danni materiali causati da questa grave calamità. Alla nostra Federazione di 70 Circoli, che riunisce migliaia di soci sardi e amici della Sardegna, compete il coordinamento di una concreta solidarietà: una raccolta fondi da utilizzare per interventi che sostengano le azioni di ripristino di condizioni normali di vita e di lavoro per le famiglie e le imprese colpite dall’alluvione. Sono sicuramente necessarie analisi delle cause del disastro ambientale che ha sconvolto grandi porzioni del territorio sardo (le terribili conseguenze le possiamo vedere dalle immagini trasmesse dalle televisioni nazionali), ma in questo momento la priorità per la nostra Federazione è quella di esprimere partecipazione al lutto dei familiari delle sfortunate vittime e di operare per concretizzare in pieno i nostri sentimenti di vicinanza al loro dramma, al loro dolore, con atti che testimonino la solidarietà dei fratelli sardi che vivono fuori dell’Isola. La FASI ritiene a questo proposito di lanciare la proposta che tutti i Circoli, a partire da oggi e soprattutto nei prossimi giorni di fine settimana, in cui tradizionalmente si svolgono le iniziative culturali e di socializzazione delle nostre associazioni, aprano le proprie sedi ai cittadini sardi e non sardi e alle associazioni ed enti dei propri territori che in queste ore ci stanno dichiarando la loro disponibilità ad aiutare le famiglie e le imprese sarde colpite dall’alluvione a superare le gravissime conseguenze causate dal Ciclone Cleopatra.

SONO RIMASTO SCONVOLTO DEL DISASTRO ALLUVIONALE IN SARDEGNA,
A ORISTANO,A OLBIA,A TORPE’,IN OGLIASTRA,NEL NUORESE E NEL CAMPIDANO….
HO SUBITO PENSATO…..IN AMERICA CON 80 CICLONI CI SONO STATI 7 MORTI….
IN SARDEGNA CON QUESTO CICLONE SIAMO GIA’ A 18 MORTI……ACQUA SINO AI
PRIMI PIANI…..MACCHINE SEPOLTE DALL’ACQUA….CAMPAGNE DISTRUTTE….
CHE DISASTRO!!……
A TUTTA LA POPOLAZIONE DELLE ZONE COLPITE VA TUTTA LA NOSTRA
SOLIDARIETA’ DEL DIRETTIVO E SOCI DEL CIRCOLO SARDEGNA DI MONZA.
SIAMO VICINI ALLA REGIONE SARDEGNA E SE SI DECIDESSE DI FARE QUALCOSA
COME SOTTOSCRIZIONE,AIUTI PERSONALI ECC. COME GIA’ FATTO PER CAPOTERRA
SIAMO DISPONIBILI…..ATTENDIAMO ISTRUZIONI.
CORDIALI SALUTI A TUTTI.

LOMBARDIA EXPO,SALA: STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ PER IMPRESE

Expo 2015 rappresenta fin da ora “una straordinaria opportunità per le nostre imprese e per i nostri territori”. E’ necessaria tuttavia una “piena collaborazione tra istituzioni per la riuscita dell’evento” e una “piena sintonia, nel rispetto delle rispettive funzioni, anche con il mondo camerale, cosa che sta già avvenendo come dimostra la nascita della società Explora”. E’ quanto ha detto il sottosegretario della Regione Lombardia con delega a Expo 2015 Fabrizio Sala, a margine del convegno ‘Expo 2015, una opportunità e una sfida per le imprese sul territorio’ organizzato dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza presso la Villa Reale di Monza. TURISMO – “‘Explora’ – ha aggiunto Sala – nata con il contributo fondamentale della Camera di Commercio di Milano, deve essere un hub di interconnessione tra tutti gli operatori del turismo, per sfruttare al massimo le strutture e il patrimonio, di cui la nostra regione dispone. La Lombardia si propone di innalzare il livello dell’offerta turistica attraverso la formazione degli operatori, la qualificazione dei servizi di accoglienza e la creazione di nuovi prodotti turistici in linea con le richieste del mercato mondiale”. Da ricordare anche le partnership con le altre Regioni (cabina di regia della Conferenza delle Regioni e accordi con Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte), con il Padiglione Italia e con le Regioni europee (Quattro Motori per l’Europa e Macroregione alpina). IMPRESE – “Expo 2015 – ha sottolineato Sala – sarà un ulteriore strumento di traino per l’internazionalizzazione delle nostre imprese e sarà il turning point per il futuro della Lombardia, il momento decisivo per la creatività artigianale lombarda e per la nostra produzione agricola, che sarà al centro di ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’”. INFRASTRUTTURE – “Sarà molto importante – ha detto ancora Sala – arrivare all’appuntamento con un sistema infrastrutturale che sia pronto e che duri oltre l’evento, per dare ai visitatori e ai nostri cittadini un servizio all’altezza delle nostre potenzialità”. Tra le opere più strategiche su cui si sta lavorando Sala ha ricordato la Rho-Monza, il collegamento Zara-Expo, la viabilità di accesso Molino Dorino-A8 e il parcheggio di Cascina Merlata. Di grande interesse anche l’iniziativa del “Fondo dedicato alle infrastrutture per Expo, che raccoglierà le risorse già disponibili per opere che non sarà possibile realizzare in tempo per Expo, per destinarle a opere necessarie, che sono in una fase più avanzata di realizzazione”. (Ln)

A Kabul i militari italiani commemorano l’anniversario della battaglia di El Alamein

Kabul, Afghanistan. 23 ottobre 2013.

 Ieri pomeriggio i militari italiani in servizio al Comando dell’International Security Assistance Force (Isaf) si sono fermati un momento per celebrare la ricorrenza dell’anniversario della battaglia di El Alamein. Con una breve e sentita commemorazione il colonnello dei paracadutisti Beniamino Vergori ha dato lettura ai presenti di alcune parole destinate al cimitero del 42mo km scritte dal tenente colonnello paracadustista Alberto Bechi Luserna, medaglia d’oro al valor militare, che servì a El Alamein come comandante interinale del 187º reggimento paracadutisti “Folgore”:

 “Fra sabbie non più deserte sono qui di presidio per l’eternità i ragazzi della Folgore, fior fiore di un popolo e di un esercito in armi, caduti per un’idea, senza rimpianti, onorati dal ricordo dello stesso nemico.

Essi additano agli Italiani, nella buona e nell’avversa fortuna, il cammino dell’onore e della gloria.Viandante arrestati e riverisci, Dio degli eserciti accogli gli spiriti di questi ragazzi in quell’angolo del cielo che riserbi ai martiri e agli eroi.”

LA “CENTO” DI SEREGNO SARA’ CAMPIONATO ITALIANO

LA «CENTO» TRICOLORE
L’ultramaratona brianzola assegnerà i titoli di campione italiano assoluto e masters

 È ufficiale: la «Cento Chilometri di Seregno» che si correrà
domenica 30 marzo sarà valida per il campionato italiano assoluto e masters. Lo
ha deciso il Consiglio federale della Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) che si
è riunito lo scorso 18 ottobre a Roma.
È la seconda volta nella sua breve storia che la «Cento Chilometri» ospiterà i campionati
italiani. La prima è stata nel 2010 quando vinsero i «super favoriti», il romano
Giorgio Calcaterra in campo maschile, che sulle strade della Brianza fece il suo miglior
personale, 6.28.49, e la brianzola Monica Casiraghi tra le donne con un tempo di
7.56.43.
Gli ultramaratoneti correranno sullo stesso percorso del mondiale 2012, con partenza
e arrivo in via alla Porada: un anello di venti chilometri da percorrere cinque volte
attraverso le strade e le piazze di Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate
Brianza.

TTT Tourism Think Tank Preview

CO.DE.BRI: LA FESTA PATRONALE DI DESIO SI TRASFORMA IN UN’OCCASIONE DI SOLIDARIETA’

Il Comune di Desio promuove l’acquisto di una vettura che faciliterà le attività del Consorzio Desio-Brianza Il Co.De.Bri., il Consorzio Desio-Brianza, sarà protagonista della festa patronale di Desio, che si svolgerà dal 5 al 7 ottobre. Nel corso dell’evento, infatti, verranno raccolti fondi per l’acquisto di una vettura che servirà per le attività dei Centri Diurni Disabili (C.D.D.) e della Comunità per disabili Sole Luna, la cui gestione è affidata alla cooperativa sociale Onlus La Spiga. In particolare, due saranno le modalità attraverso le quali i cittadini potranno contribuire: acquistando una fetta della speciale torta preparata in occasione della manifestazione, o comprando un biglietto, il cui ricavato andrà al Co.De.Bri., per lo spettacolo che la compagnia dei Legnanesi terrà al PalaDesio. La torta paesana sarà preparata con passione e impegno dai ragazzi dei C.D.D. e entrerà nel guinness dei primati, dal momento che, con i suoi 150 metri di lunghezza, sarà il più grande dolce mai realizzato. La raccolta fondi è stata realizzata in collaborazione con il Comune di Desio, che da anni apprezza le importanti attività svolte sul territorio dal Co.De.Bri. “La torta della solidarietà è buona e fa del bene!” ha commentato il Sindaco di Desio, Roberto Corti “Il Co.De.Bri si occupa della formazione e dell’inserimento lavorativo di soggetti deboli o svantaggiati, nonché di servizi a favore di persone e famiglie in condizioni di disabilità o disagio. E’ per questi motivi che l’Amministrazione Comunale ha promosso un’iniziativa di solidarietà a loro favore. Siamo grati per il loro operato sul nostro territorio; abbiamo trovato interlocutori capaci, sensibili e collaborativi. E’ per questo che vi invito ad acquistare una fetta della torta dei record: oltre al gusto, si potrà apprezzare il buon sapore della solidarietà”. “Tradizione + Divertimento = Solidarietà” dichiara Paolo Smorta, Assessore agli Eventi del Comune di Desio che evidenzia anche quanto la collaborazione tra pubblico e privato sia indispensabile in periodi così difficili “Ci proponiamo di raccogliere fondi per l’acquisto di una vettura adibita anche al trasporto disabili da destinare al Consorzio Desio Brianza, a servizio del Centro Diurno Disabili e della Comunità Sole Luna. La condivisione di scopi e risorse è la modalità vincente per concretizzare idee e obiettivi. Ringrazio i volontari, gli uffici comunali e quanti stanno collaborando attivamente per la riuscita della manifestazione. Senza di loro non sarebbe possibile raggiungere il traguardo prefissato”. Ha dichiarato il Presidente del Co.De.Bri., Mariano Piazzalunga: “Voglio ringraziare i cittadini, le associazioni e l’amministrazione comunale che, come in passato, hanno reso possibile il concretizzarsi di questo progetto di solidarietà, diventando essi stessi un punto di riferimento per gli altri Comuni in cui il Co.De.Bri. offre servizi per i disabili.” Ha aggiunto il Direttore Dario Colombo: “I nostri C.D.D. da oltre trent’anni (con eccezione di Nova Milanese, esistente da cinque anni, e della comunità Sole Luna, da dieci) offrono un servizio pubblico con altissimi standard qualitativi e sono importanti luoghi di attivazione di solidarietà da parte delle comunità territoriali in cui si trovano. La manifestazione organizzata è solo una delle numerose iniziative di mobilitazione e mobilizzazione delle risorse, cui la cittadinanza risponde sempre con generosità”. Un appuntamento, dunque, che unisce il goloso e il divertente sotto il segno comune della solidarietà e dell’impegno sociale.

L’NRDC-ITA CELEBRA IL FAMILY DAY 2013

NATO RAPID DEPLOYABLE CORPS – ITALY

Una delle caratteristiche dell’NRDC-Italy è quello di essere un’organizzazione multinazionale, che trae vantaggio dalle varie esperienze del personale proveniente da 15 differenti paesi in un ambiente particolarmente interessante dal punto di vista professionale e culturale. Perchè ciò avvenga è necessario che le diverse culture si confrontino e che le differenze si valorizzino per diventare un punto di forza, e che i singoli componenti siano accomunati dal senso di partecipazione e di appartenenza, integrandosi tra di loro e nel tessuto sociale del paese ospitante in modo da trarre il massimo beneficio da questa esperienza impegnativa ma incredibilmente stimolante. Per rafforzare i legami interpersonali e favorire questi scambi culturali, una volta l’anno tutti i Comandi NATO nelle varie nazioni organizzano una giornata speciale, in cui le famiglie sono protagoniste ed in cui si vuole rafforzare le sinergie con Istituzioni, Associazioni ed Organizzazioni presenti sul territorio. Per questo oggi 28 settembre 2013, a Solbiate Olona, l’NRDC-ITA ha celebrato le famiglie con il Family Day, allestendo una giornata di festa e di socializzazione, ma anche un’opportunità di parlare di tradizioni e cultura nel luogo di lavoro dei professionisti in divisa. Quest’anno inoltre la manifestazione assume un particolare carattere di vicinanza ai propri cari, in un momento in cui molti colleghi si trovano a Kabul, impegnati nella missione ISAF, nel teatro operativo afghano. Subito dopo lo spettacolare aviolancio dei paracadutisti dell’ANPI, che sono atterrati al centro dell’evento con il tricolore in mano, il Comandante l’NRDC-ITA, Generale di Corpo d’Armata Giorgio Battisti, dal 15 gennaio a Kabul con l’incarico di Capo di Stato Maggiore dell’International Security Assistance Force (Isaf), ha voluto essere presente al Family Day in videoconferenza, per salutare le autorità intervenute e gli oltre 2500 partecipanti. Il Gen Battisti ha inoltre sottolineato l’importanza della famiglia per i militari: ”Dietro un grande soldato c’è sempre una grande famiglia, famiglie chiamate ad affrontare enormi sacrifici, sopportando pazienti ed in silenzio le ripetute missioni e la nostra assenza nella quotidianità”. Particolarmente apprezzati sono risultati lo spettacolo della formazione militare ungherese, con le loro evoluzioni con le armi, e della banda militare storica italiana, mentre gli sbandieratori di Cava dei Tirreni hanno catalizzato gli sguardi e gli applausi di grandi e dei più piccoli. E quale posto migliore per questo “melting pot” di culture poteva esserci dello stand gastronomico, in cui è stato possibile assaggiare le differenti specialità nazionali, tutte magistralmente preparate dal personale della ditta Campagnari, in cui l’Italia è stata rappresentata dai prodotti selezionati dal Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina. Una giornata sicuramente atipica rispetto a quelle che il personale di NRDC-ITA è abituato a vivere all’interno della “Ugo Mara”, ma indispensabile per rafforzare lo spirito di coesione delle famiglie e delle diverse realtà culturali presenti nella caserma “Ugo Mara”

EXPO 2015: Il sistema Monza Brianza sarà in grado di generare circa 130 milioni di Euro

EXPO 2015, L’INDOTTO TURISTICO TRA VILLA REALE, PARCO E AUTODROMO
VALE 4MILA POSTI DI LAVORO NEL 2015

 Dalla Villa Reale di Monza parte il World Expo Tour che Regione Lombardia intende avviare a partire da settembre tra le capitali del mondo per promuovere Expo 2015. E proprio per Expo 2015 il sistema Monza e Brianza sarà in grado di generare circa 130 milioni di Euro. Si tratta delle ricadute economiche che la Villa Reale restaurata, il Parco, l’Autodromo e il sistema ricettivo produrranno sull’indotto, tra accoglienza, ristorazione, shopping e trasporti. Una cifra che vale mezzo punto percentuale del PIL del territorio e che in termini di occupazione equivale a 4mila posti di lavoro. È quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Censis, Autodromo di Monza, Istat, Isnart, Centro Studi PIM, Ciset. “L’unicum che mette insieme il Parco, la Villa Reale e l’Autodromo rappresenta non solo per Monza, ma anche per Milano e la Lombardia uno dei luoghi più conosciuti al mondo, in grado di migliorare anche la riconoscibilità internazionale dei nostri prodotti e delle nostre imprese soprattutto in occasione di Expo, un evento che potrà fare da volano per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio.”, ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza. EXPO 2015: il brand Il brand economico di Expo 2015, tra “reputazione” ed immagine dell’evento, vale per il capoluogo e per l’intera area metropolitana della “grande Milano” quasi 60 miliardi di Euro. E’ quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza, nell’ambito del progetto ERI (Economic Reputation Index) su dati Anholt Brand Index, Registro Imprese, Istat, Censis, Isnart, Istituto Tagliacarne. La Villa Reale di Monza, un complesso unico insieme al Parco, con le sale già rinnovate e con gli spazi che grazie ai lavori di restauro diventeranno fruibili al pubblico, porterà una ricaduta economica legata all’industria dell’accoglienza pari a 42 milioni di Euro l’anno. È quanto emerge da una stima realizzata dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Istat, Ciset, Excelsior. La Camera di commercio di Monza e Brianza è entrata nel 2011 a far parte del Consorzio costituito per valorizzare la Villa Reale ed il Parco di Monza