Seregno; CENTO CHILOMETRI

Domenica 14 aprile torna «La Cento Chilometri di Seregno – Trofei Italsilva»: gli atleti saranno impegnati sullo stesso percorso del campionato mondiale dell’anno scorso

Cento chilometri in poco meno di sette ore. È questo l’obiettivo degli iscritti de «La Cento Chilometri di Seregno Trofeo Italsilva» in programma domenica 14 aprile, quinta edizione dopo quelle «storiche» del 1955 e del 1959 e quelle dal 1978 al 1989. Gli ultramaratoneti correranno sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20 chilometri da percorrere cinque volte attraverso le strade e le piazze di Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza, con partenza e arrivo in via alla Porada, dove sarà allestito il villaggio dello sport. Partenza alle 7.30 con la fanfara dei Bersaglieri e arrivo, dei primi, previsto tra le 13.30 e le 14.00 (tempo massimo 15 ore). Tra i protagonisti tre atleti di «casa nostra»: Pietro Colnaghi, secondo alla 100 Km. del Passatore dell’anno scorso, e l’azzurra Ilaria Fossati, convocata per il campionato mondiale ed europeo di 24 ore in programma l’11 e il 12 maggio a Steenbergen, in Olanda. Con gli atleti della cento partiranno anche quelli della sessanta chilometri (tempo massimo 9 ore), una gara che per molti servirà a preparare il campionato mondiale ed europeo di 24 ore. Saranno tre i giri da completare. Alle 9 partenza della «Maxi Sport Half Marathon», una mezza maratona di 21 chilometri, poco più di un giro (tempo massimo 2 ore e mezzo). Presente anche quest’anno Noemy Gizzi, che nel 2012 ha vinto l’«Half Marathon» di Seregno e nel 2011 la 50 km. «La “cento” rappresenta un momento sportivo di alta qualità. Al via – dichiara il Sindaco Giacinto Mariani – ci saranno alcuni atleti di altissimo livello, ma i veri protagonisti saranno i podisti non professionisti, con la loro passione, la ricerca del limite estremo e la loro voglia di tagliare il traguardo. La “Cento” è un’esperienza straordinaria, capace di unire in un mix inedito sport e cultura: oltre alla dura prova di resistenza richiesta da una corsa così impegnativa, gli atleti potranno infatti conoscere da vicino le strade e i luoghi di una parte della Brianza in un percorso che si snoda tra il verde e i centri cittadini». Ad oggi sono circa seicento gli iscritti. Tutti gli atleti, all’arrivo, riceveranno una medaglia con l’incisione del proprio tempo. I volontari impegnati a controllare il percorso nella giornata di gara saranno, invece, circa 600, mentre i punti ristoro saranno dieci (uno ogni 5 chilometri). Al villaggio dello sport alle 15.30 si svolgerà una dimostrazione di boxe e thay boxe a cura dell’«Unione Sportiva Lombarda», mentre alle 18.30, per gli atleti il tradizionale «Pasta party».Le premiazioni si svolgeranno in tre momenti: alle ore 12 la «Maxi Sport Half Marathon», alle ore 15 la 60 Km., alle 17 «La Cento Chilometri di Seregno Trofeo Italsilva». Accanto alle tre gare competitive è prevista la «Straseregno», una gara non agonistica di 6 e 12 chilometri aperta a tutti. Partenza alle ore 10 e iscrizioni presso il G.S. AVIS Seregno (tel. 347/ 4008395 – email gsavis.seregno@infinito.it) o i punti vendita di Lissone (tel. 039/4655076) e Merate (tel. 039/9908685) di «Maxi Sport». Sono attesi più di 1.200 partecipanti. Le premiazioni sono in programma alle ore 12.30. La corsa ha il patrocinio della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), della IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), del CONI – Comitato Regionale Lombardia, della Regione Lombardia e della Provincia di Monza e Brianza. In prima linea nell’organizzazione la responsabile dell’evento, Manuela Berti, e i Runners Desio.

LONDRA 2012, LA REGIONE PREMIA I SUOI ATLETI

Ln – Milano, 25 set) Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni e l’assessore allo Sport e Giovani, Luciana Ruffinelli, con Matteo Morandi (bronzo anelli alle Olimpiadi) durante la cerimonia di premiazione degli atleti lombardi che hanno partecipato ai Giochi di Londra 201225-SET-2012 20:04

Gal Lissone: News Londra Olimpiadi

Con dichiarazioni di Roberto Meloni e Carlotta Ferlito

Con il cuore in gola oggi si è svolta la finale a squadre di ginnastica artistica femminile. La squadra italiana con Carlotta Ferlito e Elisabetta Preziosa provenienti dalla GAL Lissone si sono qualificate settime lasciando dietro la squadra del Giappone. Niente da fare con il dream team americano tornato d’oro dopo le Olimpiadi di Atlanta. Al secondo posto le russe penalizzate da imperfezioni alla trave e al corpo libero, seguite con la medaglia di bronzo dalla Romania, quarto posto la Cina e sorprendentemente quinta il Canada che ha preceduto i padroni di casa inglesi.

Il settimo posto azzurro ha confermato l’identica posizione ottenuto nelle qualificazioni nonostante alcune importanti sbavature chele penalizzano nel risultato complessivo ma lasciano intravedere qualche speranza per le finali dei concorsi individuali. La partecipazione alle finali olimpiche ha comunque un grande valore storico per la nazionale azzurra femminile, un dato non di poco conto che ha tenuto con il fiato sospeso anche il Presidente della GAL Lissone Roberto Meloni incollato come tutti allo schermo televisivo per tutta la gara, ammirando con un misto di emozione e eccitazione quelle che chiama “le sue ragazze”. La soddisfazione dunque risiede non solo nell’aver conquistato meritatamente la qualificazione alle olimpiadi di Londra 2012 e di aver portato un contributo determinante alla nazionale italiana con l’innesto di Carlotta Ferlito e Elisabetta Preziosa come atlete e Claudia Ferrè in veste di allenatrice bensì d’aver fino ad ora ben figurato tra i colossi mondiali.

“Sono estremamente felice e soddisfatto – ha dichiarato Roberto Meloni -  del risultato che appartiene ora alla storia, sono qualche rammarico per gli errori ma oggi abbiamo visto sbagliare anche le migliori del mondo”

“questa è la legge dello sport” ha fatto eco Claudia Ferrè direttamente da Londra.

“E’ bello entrare nella storia – ha commentato Carlotta Ferlito riferendosi al miglior piazzamento azzurro da quando esiste il cosiddetto Concorso IV, ossia la finale – Però c’era davvero un frastuono assordante. Il pubblico esultava talmente tanto all’uscita dei parziali USA da non permetterci di trovare la concentrazione. Sono soddisfatta della mia prestazione. Ho aperto entrambe le prove di squadra, domenica in qualifica con la parallela ed oggi al corpo libero. L’altra volta ero stata presa da una crisi di pianto, nel warm up, sentivo la grande  responsabilità dell’esordio sugli staggi, proprio l’attrezzo che mi è meno congeniale. Questa sera invece sono entrata più rilassata, anche perché preferisco gareggiare tardi. I muscoli, rispetto al mattino, sono più svegli, più caldi. Il reality? Sono felice di aver contribuito a dare più notorietà alla Ginnastica. E’ una disciplina che merita, pregna di valori esportabili. Ho tanti fan, che saluto, anche se preferirei averli per i miei successi in pedana, non per un programma in TV. Ma questo dipende soltanto da me. Domani, intanto, mi riposo e poi pensiamo alla finale del Concorso Generale”.

La soddisfazione è comunque grande anche per i vertici della FGI. A confermarlo è lo stesso Presidente Agabio, l’unico, insieme al Direttore Tecnico Nazionale Fulvio Vailati, a non essere stupito dell’exploit della Ginnastica azzurra ai Giochi di Londra: 

 “E’ stato fatto un grande lavoro, credo sia sotto gli occhi di tutti. L’Italia è tra le migliori scuole del pianeta e già essere nella fossa dei leoni, fianco a fianco con ginnaste di livello assoluto, può considerarsi una vittoria. Le ragazze hanno fatto quanto era nelle loro possibilità. Non possiamo rimproverare loro alcunché. Anzi mi complimento con i tecnici e i dirigenti societari, coprotagonisti di questo successo. L’errore di Vanessa? Non mi preoccupa, perche può fare molto meglio. Il Canada è stato perfetto e ha meritato di star la su, il Giappone meno e c’è finito alle spalle. Questo è il bello della Ginnastica!”.

LE ATLETE GAL LISSONE PARTITE PER LE OLIMPIADI

Grande emozione per la partenza delle Atelte GAL LISSONE per LONDRA 2012 OLYMPIC GAMES. http://www.olympic.org/london-2012-summer-olympics

GAL LISSONE – speciale Olimpiadi – intervista dichiarazione del Presidente

Rilasciata immediatamente dopo la comunicazione ufficiale delle convocazioni per lo Olimpiadi di Londra 2012 dalla Federazione Italiana Ginnastica.

Il Direttore Tecnico Nazionale, il prof. Fulvio Vailati, ha sciolto le riserve ufficializzando che la Squadra olimpica sarà composta da Vanessa FERRARI, Carlotta FERLITO (GAL LISSONE) ed Elisabetta PREZIOSA (GAL LISSONE), Erika FASANA(Brixia Brescia) e Giorgia CAMPANA (Nuova Tor Sapienza Roma). Alla compagine azzurra anche l’allenatrice lissonese Claudia Ferrè della GAL LISSONE.

Roberto Meloni, Presidente da un ventennio, oggi è arrivata la  notizia, oggi il coronamento di un sogno è ufficiale e concreto,   

  

Alberto Moioli: quali  sono le tue sensazioni?

 

 

 

 

Meloni: Dopo 23 anni di presidenza confesso che la comunicazione odierna del  CONI mi ha molto emozionato, si è realizzato il sogno di portare le  mie ragazze alle Olimpiadi.  L’emozione è davvero grande, una  sensazione bellissima che voglio condividere con tutta la città di Lissone, tutte le atlete GAL, tutti gli sportivi e le amministrazioni  di Lissone.

La felicità è evidente, il coronamento di un sogno di una  vita per me e per le ragazze, sono stati questi ultimi quattro anni molto duri, fatti di molti sacrifici, allenamenti e appuntamenti nazionali e internazionali molto intensi, siamo passati dai mondiali  e ora alle Olimpiadi di Londra 2012.  Confesso che sognavo di poter completare la preparazione olimpionica nella mia città, Lissone ma  purtroppo non è stato possibile.  Auguro a tutti i presidenti di vivere un momento come quello che sto vivendo io in queste ore. “

Moioli: Presidente ma le sue ragazze sono in partenza il 24 Luglio, ce le  presenta?

“certo con vero orgoglio e un po’ di pelle d’oca per l’emozione, sai  Elisabetta Preziosa da tutti chiamata Betta,  pensa che è arrivata da noi nel 1988 quando aveva solamente 5 anni, ora vederla raggiungere un  obiettivo che vale una carriera è davvero un emozione molto forte.

 Carlotta Ferlito invece è arrivata nel 1996 ed ora è l’atleta di punta  della nazionale, seguita con Betta, dalle telecamere di MTV per la trasmissione “ginnaste” da ben 2 milioni di telespettatori. E poi la  nostra Claudia Ferrè, lissonese DOC, con le ragazze partirà per le  olimpiadi il 24 Luglio in qualità di allenatrice ufficiale, per me è una grande emozione come ho detto ma per la città di Lissone deve  essere un vero e proprio orgoglio. Non credo sia mai successo che da Lissone partissero due ginnaste e un’allenatrice per le Olimpiadi e tutto nella stessa specialità, la ginnastica artistica. “

 In conclusione Roberto, se tu resterai a Lissone il cuore sarà senz’altro con le “tue ragazze” a Londra …

Oggi per me è un giorno importante davvero e mi sento di dover  ringraziare tutti coloro i quali hanno permesso che questo sogno si  realizzasse, tutto l’ambiente GAL Lissone composto da tutti i settori,  tutte le atlete e tutti i tecnici anche quelli che quotidianamente  lavorano nelle palestre per la “costruzione” dei campioni del futuro  pur non andando oggi a Londra con Claudia, Betta e Carlotta e magari già nella testa il sogno di RIO 2016.”

 In bocca al lupo Presidente.

Meloni: “Grazie, crepi ….. il lupo”

 

Poche parole da Claudia Ferrè, lissonese DOC in silenzio stampa e in partenza per “Londra 2012” che in perfetto inglese ha dichiarato: “I’m very happy, follow me to London!!! Bye, Claudia”

 

Intervista a cura di

Alberto Moioli

Immagini realizzate da

Giuseppe Pittella Photography per Gal Lissone

Gal Lissone: Quadrangolare di Bucarest 7 Luglio 2012

Bucarest – Gal Lissone porta al quadrangolare internazionale Elisabetta Preziosa e Claudia Ferre’

A pochissimo dalla XXX edizione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, la Squadra Nazionale di Ginnastica Artistica Femminile della quale fa’ parte anche l’atleta GAL Lissone Elisabetta Preziosa e l’allenatrice Claudia Ferre’, ha partecipato a uno degli ultimi importanti Test preparatori.

La nazionale azzurra si prepara cosi’ ad affrontare Romania, Francia e Germania nel quadrangolare internazionale GAF a Bucarest quando mancano soli 20 giorni dall’avvio dei giochi olimpici

La squadra che affianchera’ la nostra Elisabetta Preziosa a Bucarest è composta anche da  Erika Fasana,  Vanessa Ferrari, Chiara Gandolfi, Jessica Helene Mattoni  guidate dai tecnici con Claudia Ferrè direttamente da Lissone.

Elisabetta Preziosa, classe anagrafica 1993, doti atletiche eccezionali, carattere di ferro ha superato brillantemente anche vecchi infortuni grazie ad un’invidiabile forza di volontà che gli ha permesso di tenere sempre sott’occhio l’obiettivo Olimpico, al quale oggi con gran merito sta’ per affrontare.

La sua dolcezza e l’ironia l’hanno ben presto resa anche protagonista, con l’amica e collega di squadra in Nazionale e alla Gal Lissone, Carlotta Ferlito, di un reality sportivo che ne ha ulteriormente amplificato la notorietà, con punte di audience che hanno sfirorato i 2.500.000 spettatori.

“Betta” per gli amici, ha raccolto nella sua carriera ben 4 medaglie d’oro e due di bronzo nei campionati assoluti italiani, una medaglia d’oro, due d’argento e una di bronzo ai prestigiosi giochi del Mediterraneo, un oro, un argento e un bronzo al trofeo Città di Jesolo, Un ottimo Bronzo ai Campionati Europei di Berlino 2011 alla trave sua specialità e un oro di squadra al Test event di Londra 2012.

Senza contare che attualmente è Campione d’Italia con la GAL Lissone (2011 e 2012)

La Nazionale Italiana a Bucarest ha così concluso il quadrangolare preolimpico al secondo posto, alle spalle solamente delle padrone di casa rumene e davanti a Germania e Francia.

La squadra della Romania ha vinto meritatamente con un ottimo punteggio complessivo di 180.200 punti contro i pur buoni 169.450 grazie a prestazioni super della Ponor, Izbasa, Iordache e compagne.  Le romene che si erano già ampiamente distinte a Bruxelles con la vittoria dell’europeo 2012 replicano e si presentano alle olimpiadi in uno stato di forma che le possono mettere in seria competizione con le superpotenze della ginnastica artistica degli Stati Uniti e della Cina.

Elisabetta Preziosa si è distinta come consueto alla trave con un buon 14.75 e al suolo mostrando uno stato di forma già da clima olimpico.  Già da settimana prossima “Betta” si radunerà con la Nazionale Italiana al decisivo collegiale di Brescia raggiungendo la compagna di squadra Carlotta Ferlito, pronte insieme all’allenatrice Claudia Ferrè a tenere alto il nome della scuola GAL e la bandiera sportiva della Città di Lissone.