66° edizione della Coppa Agostoni

L’Assessore allo Sport della Provincia di Monza e della Brianza Andrea Monti:
“Seconda prova del trittico Lombardo”

A tanti anni di distanza, la Coppa Agostoni, alla sua memoria intitolata, torna puntuale
a arricchire l’agosto brianteo con una gara che nel corso dei decenni ha saputo acquisire
sempre crescente importanza, diventando la seconda prova del Trittico Lombardo ed
affermandosi ormai come una “classica” che vanta fra i propri partecipanti i massimi
nomi del ciclismo internazionale. Novità di quest’anno la salita di Giovenzana (località
Cagliano).
“Una arrampicata – dichiara l’Assessore allo Sport della Provincia di Monza
e della Brianza Andrea Monti – con pendenze che sicuramente lasceranno il segno nelle gambe di molti corridori. Circa 160 gli atleti, di cui una sessantina italiani, ai
nastri di partenza in rappresentanza di 22 squadre. Una gara che vede per la prima volta la partecipazione di Cinesi e Canadesi, un ulteriore traguardo storico non solo
del patrimonio del ciclismo italiano, ma mondiale. Una diretta Rai che trasmetterà le fasi più salienti della gara e volgerà lo sguardo sulla nostra grande Brianza e le sue peculiarità. Oltre ai molti testimonial del mondo del pedale, quest’anno ospite d’onore Francesco Moser. Al Presidente Erba rivolgo un particolare ringraziamento per passione e dedizione alla manifestazione, perché con la nostra Coppa Agostoni raccoglie, anno dopo anno, il più ampio successo di partecipazione e di consenso e soprattutto per gli sforzi organizzativi. Ultima novità della corsa, quest’anno, e che vuole dare un segno di attenzione e affetto verso i meno fortunati, sarà il passaggio all’interno dell’istituto “La Nostra Famiglia” di Bosisio Parini, dove corridori e seguito potranno ricevere gli applausi dei bambini disabili.”

Gal Lissone: News Londra Olimpiadi

Con dichiarazioni di Roberto Meloni e Carlotta Ferlito

Con il cuore in gola oggi si è svolta la finale a squadre di ginnastica artistica femminile. La squadra italiana con Carlotta Ferlito e Elisabetta Preziosa provenienti dalla GAL Lissone si sono qualificate settime lasciando dietro la squadra del Giappone. Niente da fare con il dream team americano tornato d’oro dopo le Olimpiadi di Atlanta. Al secondo posto le russe penalizzate da imperfezioni alla trave e al corpo libero, seguite con la medaglia di bronzo dalla Romania, quarto posto la Cina e sorprendentemente quinta il Canada che ha preceduto i padroni di casa inglesi.

Il settimo posto azzurro ha confermato l’identica posizione ottenuto nelle qualificazioni nonostante alcune importanti sbavature chele penalizzano nel risultato complessivo ma lasciano intravedere qualche speranza per le finali dei concorsi individuali. La partecipazione alle finali olimpiche ha comunque un grande valore storico per la nazionale azzurra femminile, un dato non di poco conto che ha tenuto con il fiato sospeso anche il Presidente della GAL Lissone Roberto Meloni incollato come tutti allo schermo televisivo per tutta la gara, ammirando con un misto di emozione e eccitazione quelle che chiama “le sue ragazze”. La soddisfazione dunque risiede non solo nell’aver conquistato meritatamente la qualificazione alle olimpiadi di Londra 2012 e di aver portato un contributo determinante alla nazionale italiana con l’innesto di Carlotta Ferlito e Elisabetta Preziosa come atlete e Claudia Ferrè in veste di allenatrice bensì d’aver fino ad ora ben figurato tra i colossi mondiali.

“Sono estremamente felice e soddisfatto – ha dichiarato Roberto Meloni -  del risultato che appartiene ora alla storia, sono qualche rammarico per gli errori ma oggi abbiamo visto sbagliare anche le migliori del mondo”

“questa è la legge dello sport” ha fatto eco Claudia Ferrè direttamente da Londra.

“E’ bello entrare nella storia – ha commentato Carlotta Ferlito riferendosi al miglior piazzamento azzurro da quando esiste il cosiddetto Concorso IV, ossia la finale – Però c’era davvero un frastuono assordante. Il pubblico esultava talmente tanto all’uscita dei parziali USA da non permetterci di trovare la concentrazione. Sono soddisfatta della mia prestazione. Ho aperto entrambe le prove di squadra, domenica in qualifica con la parallela ed oggi al corpo libero. L’altra volta ero stata presa da una crisi di pianto, nel warm up, sentivo la grande  responsabilità dell’esordio sugli staggi, proprio l’attrezzo che mi è meno congeniale. Questa sera invece sono entrata più rilassata, anche perché preferisco gareggiare tardi. I muscoli, rispetto al mattino, sono più svegli, più caldi. Il reality? Sono felice di aver contribuito a dare più notorietà alla Ginnastica. E’ una disciplina che merita, pregna di valori esportabili. Ho tanti fan, che saluto, anche se preferirei averli per i miei successi in pedana, non per un programma in TV. Ma questo dipende soltanto da me. Domani, intanto, mi riposo e poi pensiamo alla finale del Concorso Generale”.

La soddisfazione è comunque grande anche per i vertici della FGI. A confermarlo è lo stesso Presidente Agabio, l’unico, insieme al Direttore Tecnico Nazionale Fulvio Vailati, a non essere stupito dell’exploit della Ginnastica azzurra ai Giochi di Londra: 

 “E’ stato fatto un grande lavoro, credo sia sotto gli occhi di tutti. L’Italia è tra le migliori scuole del pianeta e già essere nella fossa dei leoni, fianco a fianco con ginnaste di livello assoluto, può considerarsi una vittoria. Le ragazze hanno fatto quanto era nelle loro possibilità. Non possiamo rimproverare loro alcunché. Anzi mi complimento con i tecnici e i dirigenti societari, coprotagonisti di questo successo. L’errore di Vanessa? Non mi preoccupa, perche può fare molto meglio. Il Canada è stato perfetto e ha meritato di star la su, il Giappone meno e c’è finito alle spalle. Questo è il bello della Ginnastica!”.

Link utili BrianzaChannel

http://www.youtube.com/user/MedicHanneltv

http://www.youtube.com/user/brianzachanneltv

http://www.youtube.com/blogs/id/sDM7RkqV6z8

http://www.youtube.com/user/BrianzaTvHistory

http://www.youtube.com/user/InsubriaChannel

 

 

 

LE ATLETE GAL LISSONE PARTITE PER LE OLIMPIADI

Grande emozione per la partenza delle Atelte GAL LISSONE per LONDRA 2012 OLYMPIC GAMES. http://www.olympic.org/london-2012-summer-olympics

GAL LISSONE – speciale Olimpiadi – intervista dichiarazione del Presidente

Rilasciata immediatamente dopo la comunicazione ufficiale delle convocazioni per lo Olimpiadi di Londra 2012 dalla Federazione Italiana Ginnastica.

Il Direttore Tecnico Nazionale, il prof. Fulvio Vailati, ha sciolto le riserve ufficializzando che la Squadra olimpica sarà composta da Vanessa FERRARI, Carlotta FERLITO (GAL LISSONE) ed Elisabetta PREZIOSA (GAL LISSONE), Erika FASANA(Brixia Brescia) e Giorgia CAMPANA (Nuova Tor Sapienza Roma). Alla compagine azzurra anche l’allenatrice lissonese Claudia Ferrè della GAL LISSONE.

Roberto Meloni, Presidente da un ventennio, oggi è arrivata la  notizia, oggi il coronamento di un sogno è ufficiale e concreto,   

  

Alberto Moioli: quali  sono le tue sensazioni?

 

 

 

 

Meloni: Dopo 23 anni di presidenza confesso che la comunicazione odierna del  CONI mi ha molto emozionato, si è realizzato il sogno di portare le  mie ragazze alle Olimpiadi.  L’emozione è davvero grande, una  sensazione bellissima che voglio condividere con tutta la città di Lissone, tutte le atlete GAL, tutti gli sportivi e le amministrazioni  di Lissone.

La felicità è evidente, il coronamento di un sogno di una  vita per me e per le ragazze, sono stati questi ultimi quattro anni molto duri, fatti di molti sacrifici, allenamenti e appuntamenti nazionali e internazionali molto intensi, siamo passati dai mondiali  e ora alle Olimpiadi di Londra 2012.  Confesso che sognavo di poter completare la preparazione olimpionica nella mia città, Lissone ma  purtroppo non è stato possibile.  Auguro a tutti i presidenti di vivere un momento come quello che sto vivendo io in queste ore. “

Moioli: Presidente ma le sue ragazze sono in partenza il 24 Luglio, ce le  presenta?

“certo con vero orgoglio e un po’ di pelle d’oca per l’emozione, sai  Elisabetta Preziosa da tutti chiamata Betta,  pensa che è arrivata da noi nel 1988 quando aveva solamente 5 anni, ora vederla raggiungere un  obiettivo che vale una carriera è davvero un emozione molto forte.

 Carlotta Ferlito invece è arrivata nel 1996 ed ora è l’atleta di punta  della nazionale, seguita con Betta, dalle telecamere di MTV per la trasmissione “ginnaste” da ben 2 milioni di telespettatori. E poi la  nostra Claudia Ferrè, lissonese DOC, con le ragazze partirà per le  olimpiadi il 24 Luglio in qualità di allenatrice ufficiale, per me è una grande emozione come ho detto ma per la città di Lissone deve  essere un vero e proprio orgoglio. Non credo sia mai successo che da Lissone partissero due ginnaste e un’allenatrice per le Olimpiadi e tutto nella stessa specialità, la ginnastica artistica. “

 In conclusione Roberto, se tu resterai a Lissone il cuore sarà senz’altro con le “tue ragazze” a Londra …

Oggi per me è un giorno importante davvero e mi sento di dover  ringraziare tutti coloro i quali hanno permesso che questo sogno si  realizzasse, tutto l’ambiente GAL Lissone composto da tutti i settori,  tutte le atlete e tutti i tecnici anche quelli che quotidianamente  lavorano nelle palestre per la “costruzione” dei campioni del futuro  pur non andando oggi a Londra con Claudia, Betta e Carlotta e magari già nella testa il sogno di RIO 2016.”

 In bocca al lupo Presidente.

Meloni: “Grazie, crepi ….. il lupo”

 

Poche parole da Claudia Ferrè, lissonese DOC in silenzio stampa e in partenza per “Londra 2012” che in perfetto inglese ha dichiarato: “I’m very happy, follow me to London!!! Bye, Claudia”

 

Intervista a cura di

Alberto Moioli

Immagini realizzate da

Giuseppe Pittella Photography per Gal Lissone

Autodromo: rivelazioni shock dalla SIAS

Watch live streaming video from brianzachanneltv at livestream.com

Sindaco Monza su inchiesta autodromo
“Da Acm mi aspetto precise garanzie su svolgimento Gp di F1. Tutelerò immagine della città e i suoi interessi”

Monza, 4 giugno 2012 – “Farò di tutto per impedire che ciò che emerge dall’inchiesta
sull’autodromo metta a repentaglio il buon nome e gli interessi, anche economici, di Monza, il futuro del circuito e di manifestazioni importanti per la nostra città, a cominciare dal Gran Premio di Formula 1. Confido nel lavoro degli inquirenti, che ringrazio, e mi aspetto dall’Automobil Club di Milano precise garanzie sul fatto che si stia facendo tutto quanto è necessario per assicurare lo svolgimento del Gp di settembre”.

Lo dichiara il Sindaco di Monza Roberto Scanagatti, commentando l’inchiesta avviata dalla
Procura di Monza sulla gestione dell’autodromo da parte di dirigenti della Sias, la società
controllata dall’Automobil Club Milano che gestisce il circuito.

Ciao Giulio ….

Nel primo pomeriggio del 30 giugno , a Vallelunga è morto Giulio Mauri.  Si ..proprio Lui  , il mitico Giulio , sempre in sella alla sua moto , sempre affacendato a organizzare Campionati regionali , Nazionali , Internazionali e perfino Mondiali di Trial , sempre insieme ai suoi fedeli amici del Moto Club Monza a gestire   Mega Raduni di Motociclisti per un Guinnes o solo per portare i regali della Befana ai ragazzi degli Orfanatrofi … SI ,proprio quel Giulio che dedicava  più tempo alla Federazione Motociclistica a Roma che al  il suo lavoro ,che  aveva coinvolto anche la sua famiglia  nella sua passione ..  Si , proprio quel Giulio che incontravi al Panathlon , che intervistavi in Autodromo ,che filmavi in Valtellina , che presentava la cena di fine anno del MCM ,, ebbene  il Giulio non c’è più  !!!

Sito Panathlon international : http://www.panathlon.net/club_pagina_leggi.asp?lingua=italiano&id=2909&categoria=News&id_club=104

Giulio Mauri , classe del 1946  è stato colto da un malore , probabilmente un  infarto , mentre stava gareggiando sulla sua moto a Vallelunga  .  Oltre al dolore della moglie Renata e dei  figli Pamela e Riccardo , a cui  inviamo il nostro cordoglio , siamo sicuri che al  nostro affetto e a quello dei soci del Moto Club Monza  si uniranno tutti i veri Sportivi  della Brianza ..  Perchè Giulio era uno di noi , con la passione e la voglia di fare che gli bruciava dentro , che dava consigli e entusiasmo ai giovani , che affrontava di petto le situazioni , che non si tirava mai indietro .. L’unica consolazione che abbiamo , è che Giulio è morto da vero  Centauro , in sella alla sua moto , circondato dai suoi amici . Per questo  possiamo dirti serenamente :  Ciao Giulio  , ci mancherai moltissimo . !!

La Direzione e La Redazione di Brianza News – Channel