GAL: Ginnastica Artistica femminile – Seconda prova di Campionato Regionale di Categoria ALLIEVE

Domenica 30 Marzo 2014 al palazzetto dello sport di Arcore le ginnaste della GAL Lissone, accompagnate da Anna Sassone, Claudia Ferrè e Elisabetta Preziosa sono scese in campo gara per contendersi i titoli regionali della seconda prova del campionato di categoria Allieve.

Per la GAL Lissone si son presentate nella prima parte della giornata le più piccole, nella categoria L1, Gaia Villa, Sara Pagani e Valentina Roccia, facendo registrare  un costante miglioramento su tutti gli attrezzi.

La classifica generale ha dunque premiato con un ottimo 5° posto Valentina Roccia, 7° posto Gaia Villa e 12° posto a Sara Pagani, risultati molto soddisfacenti in virtù della giovanissima età, per tutte loro la soddisfazione anche per la conquista dell’accesso alla finale nazionale in programma il prossimo 11 Maggio a Biella.

 

Nella seconda parte della Domenica, si son presentate per la GAL LISSONE Simona Marinelli, Sofia Arosio e Chiara Rocca.

Simona Marinelli impegnata nella categoria L2 e nella difesa del titolo conquistato nella precedente gara ha però dovuto pagare eccessivamente una sbavatura al volteggio che nella classifica finale purtroppo la penalizza. In virtù dell’ottima esecuzione su tutti gli altri attrezzi, in particolare alle parallele e alla trave dove non ha rivali di pari livello, riesce comunque a recuperare e a salire sul secondo gradino del podio. Il 2° posto in classifica generale di Simona Marinelli lascia ben sperare per la finale nazionale.

Sofia Arosio e Chiara Rocca impegnate nella categoria L3/L4 hanno concluso la giornata regalando nuove emozioni e soddisfazioni.

Chiara, in linea con tutte le atlete GAL ha fatto registrare una crescita atletica costante e promettente mentre Sofia Arosio, forte della vittoria nella precedente prova, ha pagato il peso della responsabilità, così l’emozione ha giocato qualche piccolo scherzo portandola comunque sul terzo gradino del podio, conquistandosi dunque meritatamente la partecipazione alla finale nazionale.

SOFIA AROSIO ha comunque fatto registrare il miglior punteggio assoluto nelle due prove regionali conquistando dunque di diritto il TITOLO DI CAMPIONESSA REGIONALE 2014

 

Tutte le ginnaste della GAL Lissone hanno conquistato l’accesso alla finale nazionale di Biella del prossimo 11 Maggio 2014.

MOIOLIPRESS

Gal Lissone: ELISA MENEGHINI SUPERSTAR A JESOLO

Elisa Meneghini protagonista assoluta dietro solamente alle americane nel recente 7° Trofeo Città di Jesolo – Concorso a squadre ed individuale senior.

Visibilmente soddisfatto Roberto Meloni, presidente della GAL Lissone ha dichiarato:”

Le conferme ormai si sprecano, oggi dopo Vanessa Ferrari è Elisa Meneghini la ginnasta italiana al top delle classifiche, sabato a Jesolo l’ennesima prova di carattere che l’ha portata ad essere la prima delle italiane dietro alle “superstar” americane. Prova di orgoglio da parte di tutte le ginnaste nazionali, con Ferrari a riposo in vista della gara di Coppa del Mondo aTokio, e Ferlito ferma per un problema fisico, è toccato ad Erika Fasana e Elisa Meneghini pilotare le azzurre alla conquista di una piazza d’onore straordinaria, davanti a Giappone,Australia e Romania.

Domenica altra grande prova di Elisa che, nelle finali di specialità, con il punteggio di 14,200 conquista alla trave una medaglia d’argento e al corpo libero per soli 30 millesimi quella di bronzo, esercizi di alto spessore tecnico che gratificano il lavoro dei tecnici a Lissone, ancora una volta la trave ha dato il risultato più importante ribadendo la bontà di una scuola Ferrè ormai riconosciuta in tutta Italia e non.

La Gal Lissone non può che gioire delle grandi atlete che da tempo sono protagoniste della ginnastica italiana, ed oggi appare sempre più felice la scelta di tornare alle origini, nella nostra Lissone, nella palestra che, pur non essendo delle migliori come attrezzature, ha da sempre forgiato ginnaste di alto livello, il pollaio è in festa un’altra super”gallina” è nel firmamento della ginnastica!!”

A SEREGNO L’ITALIA CHE CORRE

«La Cento Chilometri di Seregno – Trofeo Italsilva» assegnerà il titolo di campione italiano di 100km su strada. Gli atleti saranno impegnati sullo stesso percorso del campionato mondiale del 2012

L’Italia corre a Seregno. Cento chilometri in poco meno di sette ore per vincere il campionato italiano. È questo l’obiettivo degli iscritti de «La Cento Chilometri di Seregno Trofeo Italsilva» in programma domenica 30 marzo, sesta edizione «moderna» dopo quelle «storiche» del 1955 e del 1959 e quelle dal 1978 al 1989. Gli ultramaratoneti correranno sullo stesso percorso del mondiale 2012: un anello di 20 chilometri da percorrere cinque volte attraverso cinque paesi, Seregno, Cabiate, Giussano, Verano Brianza e Carate Brianza, con partenza e arrivo in via alla Porada, dove sarà allestito il villaggio dello sport. Partenza alle 8.00 e arrivo, dei primi, previsto tra le 14.00 e le 14.30 (tempo massimo 15 ore). «Il 30 marzo sulle strade della Brianza sarà assegnato il titolo nazionale di 100km su strada. E non è la prima volta che, nella sua breve storia, la “Cento” ospiterà i campionati italiani», dichiara il Sindaco di Seregno Giacinto Mariani. Nel 2010 vinsero i «super favoriti», il romano Giorgio Calcaterra in campo maschile, che fece il suo miglior personale, 6.28.49, e la brianzola Monica Casiraghi tra le donne con un tempo di 7.56.43. «Al via – prosegue Mariani – ci saranno gli atleti italiani più forti, ma i veri protagonisti saranno i podisti non professionisti, con la loro passione, la ricerca del limite estremo e la loro voglia di tagliare il traguardo. La “Cento” è un’esperienza straordinaria, capace di unire in un mix inedito sport e cultura: oltre alla dura prova di resistenza richiesta da una corsa così impegnativa, gli atleti potranno, infatti, conoscere da vicino le strade e i luoghi di una parte della Brianza in un percorso che si snoda tra il verde e i centri cittadini». Tra i «big» annunciati: Francesco Milella, vincitore della Cento 2013, Alberico Di Cecco, terzo al mondiale corso in Brianza, il brianzolo Pietro Colnaghi, secondo alla 100 Km. del Passatore del 2012, Lorenzo Armuzzi, vincitore della Cento del 2011. «Seregno e la fatica – ha dichiarato Antonio Rossi, assessore allo Sport e Politiche per i Giovani di Regione Lombardia – hanno un legame particolare, consolidato in una tradizione che dura da oltre mezzo secolo e che fa di questa cento chilometri un appuntamento di rilevanza internazionale. Se la maratona è per molti runner il traguardo massimo cui aspirare, la ‘Cento’ è un’esperienza riservata a pochissimi atleti, sia per lo straordinario impegno fisico richiesto, sia per l’approccio mentale, altrettanto fondamentale. Ai meritati complimenti per chi riesce da così tanto tempo a rinnovare la tradizione di questo evento e delle manifestazioni di contorno, dedicate a tutti quegli atleti che non hanno nelle gambe i 100km dell’ultramaratona, desidero aggiungere il ringraziamento alle centinaia di volontari che rendono possibile tutto ciò e, soprattutto, il doveroso incoraggiamento ai protagonisti principali di questo spettacolo, i fenomenali atleti che si sfideranno sulle strade della Brianza». Ad oggi sono circa 400 gli iscritti. Tutti gli atleti, all’arrivo, riceveranno una medaglia con l’incisione del proprio tempo. I volontari impegnati a controllare il percorso nella giornata di gara saranno, invece, circa 600, mentre i punti ristoro saranno dieci (uno ogni 5 chilometri). Con gli atleti della cento partiranno anche quelli della sessanta chilometri (tre giri – tempo massimo 9 ore), una gara che per molti servirà a preparare la 24 ore di Torino del 12/13 aprile, test per il prossimo Campionato Mondiale di 24 ore che si svolgerà nel 2015 nel capoluogo piemontese. Alle 9 partenza della «Maxi Sport Half Marathon», una mezza maratona di 21 chilometri, poco più di un giro (tempo massimo 2 ore e mezzo). Al via tanti podisti allenati, quelli che macinano chilometri ogni giorno ed hanno precise tabelle di marcia da rispettare. Ma non mancherà, come tradizione, qualche dilettante allo sbaraglio, che partirà senza troppe pretese Accanto alle tre gare competitive è prevista la «Straseregno», giunta alla quarta edizione, una gara non agonistica di 6 e 12 chilometri aperta a tutti attraverso il verde del Parco alla Porada. Partenza alle ore 9.45 e attesi più di 1.500 podisti, molte le famiglie con bambini. La corsa ha il patrocinio FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), IUTA (Associazione Italiana Ultramaratona & Trail), CONI – Comitato Regionale Lombardia, Regione Lombardia e Provincia di Monza e Brianza. In prima linea nell’organizzazione il Comune di Seregno in collaborazione con i Runners Desio e con Manuela Berti, responsabile dell’evento.

GAL Lissone : la Città di Torino è stata il teatro della seconda prova del Campionato Italiano di Serie A di Ginnastica Femminile.

Sabato 8 Marzo, la Città di Torino è stata il teatro della seconda prova del Campionato Italiano di Serie A di Ginnastica Femminile.

La Gal Lissone contro ogni previsione si è classificata al quanto posto, per la prima volta dopo anni non è sul podio in questa importante tappa del Campionato che terminerà nella decisiva prova del 5 aprile al Paladesio.

Roberto Meloni ha visto passo dopo passo, esercizio dopo esercizio, le “sue ragazze” scivolare per la prima volta ai piedi del podio a fronte di una serie di infortuni e influenze che hanno inevitabilmente contribuito sui punteggi ma non ha perso l’occasione per far sentire la sua carica passionale, cercando immediatamente di caricare d’entusiasmo le ginnaste e lo staff tecnico composto da Claudia Ferrè e Anna Sassone.

Tutta l’attenzione adesso è rivolta all’ultima decisiva prova stagionale di serie A al Paladesio. In palio c’è il podio del campionato 2014 ad un passo, da giocarsi con la consapevolezza che Betta Preziosa, Elisa Meneghini, Alessia Praz,  Francesca De Lazzari e la greca Argyro hanno tutte le carte in regola per tornare immediatamente ai vertici della ginnastica italiana.

Il presidente della Gal Lissone, Roberto Meloni ha così commentato i risultati; “Torino non ci ha portato fortuna, già in settimana le notizie provenienti dalla Grecia  davano la nostra Argyro in ospedale con un febbrone da cavallo, mentre a Lissone Betta era alle prese con una fastidiosa ciste che, aggiunta al solito ginocchio, le ha impedito di allenarsi al meglio.

Giorno di gara tra mille incognite con l’aggiunta di un forte mal di schiena per Argyro, ma con una De Lazzari semiguarita dalla distorsione e con le nostre piccole Praz-Meneghini pronte a dare battaglia, parallela con un confortante punteggio (tre punti in più di Firenze), la trave,da sempre inizio di strepitose rimonte, stavolta ci ha tradito la caduta di Betta è stata fondamentale così come al corpo libero le cadute di Praz e Argyro hanno compromesso la gara e a nulla è valso fare un’ottima prestazione al volteggio per arrivare a quel podio tanto ambito.

Il riassunto della gara ci conferma lo strapotere di Brixia, con Fasana in ottima forma e con una Ferrari da 14,750 alla trave realizza un punteggio inarrivabile per tutti lasciando gli inseguitori a 7 punti di distanza e “conquistando” il 12° scudetto, per noi il duello per il secondo posto continua le rivali sono ad un passo e con una gara come le nostre “galline” sanno fare nulla è vietato.

La Brianza il 5 aprile in quel di Desio darà i suoi verdetti definitivi sul campionato di serie A1 femminile”

 La sfida dunque è lanciata, appuntamento al Paladesio il 5 Aprile 2014, lo spettacolo non mancherà come la coreografia di pubblico adeguata al grande evento sportivo.

Alberto Moioli

GALpressoffice

Appuntamento con l’artista – Corina Claudia Serdan & Reggaemotion a Radio Padania Libera

Presentazione agonistica GAL 2014 – un successo annunciato

Cesano Maderno 7° trofeo tappa del circuito ‘Cross per tutti’

Gara di cross al Villaggio Snia domenica 19 gennaio - Si correrà domenica 19 gennaio alla Snia il 7° Trofeo Città di Cesano Maderno, seconda tappa del circuito “Cross per tutti – trofeo Fidalcross Milano”, valida quale prima prova del Campionato di Società FIDAL Lombardia settore assoluto di corsa campestre.

Gli appuntamenti del circuito Cross per tutti, giunti quest’anno alla terza edizione, grazie al prestigio raggiunto sono tra gli eventi agonistici invernali più attesi.

La gara di Cesano si correrà nell’area ricompresa tra le via Marconato, Groane, Magenta e Martinelli (accanto all’omonimo centro sportivo), che risulta particolarmente adatta alla prova in considerazione della conformazione orografica del terreno. Secondo le previsioni saranno circa 1500 gli atleti di tutte le categorie federali, da esordienti a master, che si sfideranno sulle ondulazioni del percorso che sarà allestito dall’ASD Atletica Cesano Maderno, società organizzatrice di collaudata esperienza che ha recentemente festeggiato il 40° di fondazione.

Le gare di domenica 19 si svolgeranno dalla prima mattina al pomeriggio, con percorsi di differente lunghezza (dai 400 ai 10.000 metri) a seconda dell’età e in alcuni casi anche del sesso degli atleti.

 

La manifestazione di Cesano anticipa solo di una settimana la Cinque Mulini - Inserita nel circuito “Cross per tutti”, la gara di Cesano anticipa di una sola settimana l’82^ edizione della Cinque Mulini di S. Vittore Olona – per antonomasia uno dei più classici e selettivi cross invernali per gli atleti di livello internazionale, prova del circuito IAAF World Cross Country Permit -, e per questo costituisce un importantissimo banco di prova che gli atleti che si sfideranno sul fascino dello storico percorso a cavallo del fiume Olona.

Questo il calendario delle prove del circuito:

12/01/2014: Paderno Dugnano a cura di Euroatletica 2002.

19/01/2014: Cesano Maderno a cura di Atletica Cesano Maderno.

26/01/2014: San Vittore Olona a cura di U.S. San Vittore Olona 1906.

16/02/2014: Seveso a cura di Marathon Club Seveso.

23/02/2014: Monza a cura di Atletica Monza.

02/03/2014: Cinisello Balsamo a cura di Atletica Cinisello.

 

Il patrocinio dell’Amministrazione Comunale - Patrocinata dalla città di Cesano, dalla Regione e dalla FIDAL, la gara cesanese e quelle del circuito saranno presentate nel corso di una conferenza stampa il 9 gennaio a Palazzo Pirelli, alla presenza dell’assessore allo sport di Regione Lombardia Antonio Rossi, del presidente di FIDAL Milano Sabrina Fraccaroli e degli atleti Gennaro Di Napoli (oro agli europei di atletica e campione mondiale sui 3000 metri negli anni ’90) e Sara Galimberti, giovane mezzofondista di Giussano che rappresenta una delle migliori promesse azzurre.

 

Le parole dell’assessore allo sport Barbara Strada - “Ricordando le mie origini sportive proprio nelle discipline dell’atletica leggera (ho corso persino qualche gara di cross con risultati lusinghieri, di cui ricordo ancora lo sforzo…) – ha dichiarato l’assessore Barbara Strada - credo che anche a Cesano saranno le classiche ‘tre effe’ (ossia fango, freddo e fatica) a farla quest’anno da padrone, come di norma nelle gare di corsa campestre invernali.

Desidero perciò complimentarmi con tutti gli atleti che parteciperanno e quindi, allo stesso modo, con gli organizzatori dell’Atletica Cesano per l’impegno che sanno mettere in campo di volta in volta nell’allestimento delle competizioni. Un impegno che è pari solo al loro entusiasmo ed all’energia che – a cominciare dal presidente Ercole Cesana e dal referente della manifestazione Luca Caffù – riescono in ogni circostanza a produrre per assicurare sempre maggior prestigio agli eventi.

La mia ammirazione va poi in particolare ai più giovani tra gli atleti partecipanti, che rappresentano il segno evidente della vitalità di un settore che fa ben sperare per il futuro della disciplina. Un riscontro che trova conferma nell’operato dell’Atletica Cesano, nei cui ranghi il numero dei giovani costituisce di gran lunga il segmento principale dei tesserati. Si tratta di un dato non da poco, se si considera quanto sia lontano dai modelli sportivi che vanno per la maggiore il clamore dei risultati nel campo dell’atletica, che assurgono al diritto delle cronache solo nel caso di successo a livello nazionale.

Per questo motivo – ha concluso Barbara Strada -, in qualità anche di assessore all’istruzione e formazione, è doveroso sottolineare la valenza educativa degli sport cosiddetti minori, che a fronte dei sacrifici richiesti non restituiscono pari fama e notorietà, ma piuttosto moneta di ben altro valore in termini di formazione del carattere e di crescita personale”.

 

Gli orari delle gare Ore 9.00 (mt 6.000): gara maschile per i nati sino al 1964.

Ore 9.45 (mt 6.000): gara maschile per i nati dal 1965 al 1991.

Ore 10.25 (mt 4.000): gara femminile per le nate sino al 1991.

Ore 11.00 (mt 400): gara maschile e femminile anno 2008.

A seguire (mt. 400, 800, 1.000 e 2.000): gare maschili e femminili anni dal 1999 al 2007.

Ore 12.40 (mt. 4.000): gara femminile anni 1997/98.

Ore 13.15 (mt. 5.000): gara maschile anni 1997/98 e femminile 1995/96.

Ore 14.00 (mt. 7.000): gara maschile anni 1995/96 e femminile anni 1980/1991 (senior) e 1992/1994 (promesse).

Ore 15.00 (mt. 10.000): gara maschile anni 1980/1991 (senior) e 1992/1994 (promesse).

L’HOCKEY SU GHIACCIO ESORDISCE A MONZA

 

Se per l’hockey a rotelle ha rappresentato anni di gloria per la Monza sportiva quello sul ghiaccio lo è stato per Milano e a questo sport, che vide la sua vera e propria nascita in Italia novant’anni fa (nel 1924 venne inaugurato il palazzo del Ghiaccio di via Piranesi, a Milano) il Panathlon Club Monza Brianza ha voluto dedicare la conviviale del 14 novembre. Oggi l’hockey su ghiaccio, solo in Lombardia, ha squadre a Milano (H.C.Milano), Assago, Chiavenna, Como, Varese e Sesto San Giovanni. E proprio ROBERTO BRASCA, presidente A. H. Diavoli Sesto, era ieri tra gli ospiti insieme a PAOLO TESINI, vicepresidente regionale della Federazione Italiana Sport Ghiaccio e WALTER MANNI, responsabile nazionale degli allenatori. Manni, straordinaria memoria storica di questo sport, ha tenuto una vera e propria lezione di tecnica agli attentissimi panathleti presenti. Il vicepresidente Tesini, portando alcuni significativi doni, si è detto lusingato di vedere ospitato questo sport nell’autorevole consesso del Panathlon e ha illustrato le vitali realtà dell’hockey in Lombardia e il crescente interesse presso i giovanissimi. Un tema, quest’ultimo, ben presente nell’intervento di Brasca che ha posto l’accento sui punti fondamentali della missione svolta dalla sua società nel vicino territorio sestese: “il fine principale, ha detto, è educare i giovani atleti all’impegno, alla logica di squadra e al rispetto verso i compagni e gli avversari. Lo sport inteso prima di tutto come divertimento e affidando il senso agonistico alle categorie superiori”. A suggellare la cuginanza con il rotellismo la presidente Franca Casati ha voluto al “tavolo d’onore” la panathleta MARIKA KULLMANN, consigliere nazionale della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio. Vivo, come si è detto, l’interesse dimostrato dai presenti che hanno posto numerose domande. Tra gli ospiti anche un’eccellenza della scherma: il fiorettista MARTINO MINUTO, un grande campione sia in pedana che fuori; è infatti pregevole la sua collaborazione con la nostra commissione giovani (insieme al campione mondiale Roberto Riva) nella promozione dello sport nelle scuole.

Gianmaria Italia

Nelle foto:
• Tesini, Casati, Manna e Kullmann
• gli interventi di Paolo Tesini e Roberto Brasca
• la lezione di Walter Manni
• Martino Minuto tra Manni e Tesini

 

EXSPORT: “5 miliardi l’anno dallo Sport”. I giovani protagonisti ad EXPO

Il tema scelto da Expo Milano 2015 “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” può essere
rappresentato in modo efficace anche dallo sport e dalla cultura, questo è emerso all’Università degli Studi di Milano-Bicocca dove è stata presentata ufficialmente – con l’intervento delle principali Istituzioni – la Ricerca “EXSPORT: Cultura, Sport, Turismo in campo – azioni e verifica delle aspettative in vista di Expo 2015” (link http://www.sportmoviestv.com/exsport) realizzata dal Master in “Sport Management, Marketing and Sociology” diretto dal Prof. Franco B. Ascani.

Sono 5 le Aree analizzate: 1) Sport e tempo libero, 2) Cultura, arte e spettacolo, 3) Turismo, 4) Educazione e formazione, 5) Alimentazione e salute, da cui è emersa l’importanza dello sport (un giro d’affari di 25 miliardi di € l’anno pari all’1,6% del PIL nazionale) e della cultura e tempo libero (350.000 addetti in Italia) quali settori rilevanti per l’economia italiana.

Dall’indagine specifica sui giovani lombardi è emersa la richiesta (per il 71% degli intervistati) di un maggiore spazio per queste tematiche all’interno di Expo 2015 con un ruolo concreto ed un palinsesto di attività quotidiane comunicate attraverso le tecnologie multimediali.

Per la Lombardia, lo sport genera un indotto di 5 miliardi di € l’anno e registra  il 65% degli impianti sportivi obsoleti e solo il 14% completamente accessibili alle persone con disabilità.

“Ora che abbiamo ufficializzato la prima fase di EXSPORT – ha commentato il Prof. Franco B. Ascani, coordinatore del Progetto – il nostro obiettivo è creare un contenitore polivalente con attività aperte a tutti per diffondere i valori educativi e formativi della cultura e dello sport alla ricerca di nuovi stili di vita per 1 milione e mezzo di utenti attraverso una comunicazione integrata coordinando un sistema di reti formato da 77 piattaforme di comunicazione”.

La ricerca ha fornito elementi utili alla fase operativa del Progetto EXSPORT consistente in una serie di eventi dedicati allo sport e alla cultura che culmineranno nel 2015 con il “World FICTS Challenge”,  la Finale – di 20 fasi nei 5 Continenti – del Campionato Mondiale della Televisione, del Cinema, della Comunicazione e della Cultura Sportiva che Milano, attraverso la FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs) che si è aggiudicata, come città ospitante, avendo avuto la meglio su Pechino e Doha.

EXSPORT verrà realizzato, da Gennaio 2014, con un’azione integrata, in rete, sul territorio della Grande Milano attraverso la realizzazione di circuiti articolati in 440 eventi attivi all’insegna dello slogan “Cultura attraverso lo sport”, dell’entertainment e della comunicazione, attraverso 1.500 proiezioni di opere provenienti da 113 Paesi, 50 meeting, 40 premiazioni di star internazionali, eventi, attività e percorsi sportivi e culturali EXSPORT aperti alle famiglie, a 90.000 ragazzi di 300 Scuole, ai “cittadini senza limiti di età” ed, in particolare, agli ospiti di EXPO 2015.

Il 6 Dicembre alle 15 in Piazza Mercanti 2 , in occasione di “Sport Movies & Tv 2013 – 31° Milano International FICTS Fest”, sarà presentato il Progetto esecutivo “EXSPORT per tutti, con tutti e di tutti”.

I relatori intervenuti alla presentazione della Ricerca “EXSPORT: Cultura, Sport, Turismo in campo.

Azioni e verifica delle aspettative in vista di Expo 2015” all’Università degli Studi di Milano-Bicocca

LOMBARDIA EXPO,SALA: STRAORDINARIA OPPORTUNITÀ PER IMPRESE

Expo 2015 rappresenta fin da ora “una straordinaria opportunità per le nostre imprese e per i nostri territori”. E’ necessaria tuttavia una “piena collaborazione tra istituzioni per la riuscita dell’evento” e una “piena sintonia, nel rispetto delle rispettive funzioni, anche con il mondo camerale, cosa che sta già avvenendo come dimostra la nascita della società Explora”. E’ quanto ha detto il sottosegretario della Regione Lombardia con delega a Expo 2015 Fabrizio Sala, a margine del convegno ‘Expo 2015, una opportunità e una sfida per le imprese sul territorio’ organizzato dalla Camera di Commercio di Monza e Brianza presso la Villa Reale di Monza. TURISMO – “‘Explora’ – ha aggiunto Sala – nata con il contributo fondamentale della Camera di Commercio di Milano, deve essere un hub di interconnessione tra tutti gli operatori del turismo, per sfruttare al massimo le strutture e il patrimonio, di cui la nostra regione dispone. La Lombardia si propone di innalzare il livello dell’offerta turistica attraverso la formazione degli operatori, la qualificazione dei servizi di accoglienza e la creazione di nuovi prodotti turistici in linea con le richieste del mercato mondiale”. Da ricordare anche le partnership con le altre Regioni (cabina di regia della Conferenza delle Regioni e accordi con Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte), con il Padiglione Italia e con le Regioni europee (Quattro Motori per l’Europa e Macroregione alpina). IMPRESE – “Expo 2015 – ha sottolineato Sala – sarà un ulteriore strumento di traino per l’internazionalizzazione delle nostre imprese e sarà il turning point per il futuro della Lombardia, il momento decisivo per la creatività artigianale lombarda e per la nostra produzione agricola, che sarà al centro di ‘Nutrire il pianeta. Energia per la vita’”. INFRASTRUTTURE – “Sarà molto importante – ha detto ancora Sala – arrivare all’appuntamento con un sistema infrastrutturale che sia pronto e che duri oltre l’evento, per dare ai visitatori e ai nostri cittadini un servizio all’altezza delle nostre potenzialità”. Tra le opere più strategiche su cui si sta lavorando Sala ha ricordato la Rho-Monza, il collegamento Zara-Expo, la viabilità di accesso Molino Dorino-A8 e il parcheggio di Cascina Merlata. Di grande interesse anche l’iniziativa del “Fondo dedicato alle infrastrutture per Expo, che raccoglierà le risorse già disponibili per opere che non sarà possibile realizzare in tempo per Expo, per destinarle a opere necessarie, che sono in una fase più avanzata di realizzazione”. (Ln)