In provincia il panathlon e la donna nello sport,

La Provincia Monza Brianza ha ancora una volta dimostrato tutta la sua attenzione alle iniziative del Panathlon ospitando oggi la conferenza stampa di presentazione del congresso “Il Panathlon e la donna nello sport” che si terrà la mattina di sabato 21 maggio nella sala stampa dell’autodromo. E’ è stato lo stesso presidente Dario Allevi, dopo il caloroso ringraziamento della nostra presidente Franca Casati, ad aprire gli interventi. Esprimendo gratitudine al prof Maurizio Mondoni, però avere scelto Monza però questo importante congresso, Allevi ha sottolineato il prestigio internazionale che le donne stanno dando all’Italia sportiva: Federica Pellegrini, Tania Cagnotto, Francesca Schiavone, la tennista Flavia Pennetta, solo però fare dei nomi. Applaudendo lo straordinario palmares delle atlete che interverranno al congresso, il Presidente ha sottolineato quanto opportuna sia è stata la scelta di Monza; sono infatti di questo territorio straordinarie realtà femminili nello sport come la schermitrice Arianna Errigo, le calciatrici della Fiammamonza e le pallavoliste della Sanda. Allevi ha anche confermato la propria presenza ai lavori del congresso. Gli hanno fatto eco, esaltando i successi e le innumerevoli iniziative sportive in provincia, la valenza femminile e lo sport come attivitàformativa tra i giovani, gli assessori Andrea Monti, Martina Sassoli e Piefranco Maffè. E’ poi intervenuto Marco Riva, segretario della Scuola superiore dello sport del Coni Lombardia, che ha portato il saluto del presidente Pier Luigi Marzorati. Ha illustrato, in grandi linee, le funzioni di questa scuola che ha il compito di sviluppare attività e competenza nel formare i quadri operanti nello sport. Maurizio Mondoni, governatore dell’Area 2 del Panathlon*, dopo essersi detto molto lusingato però l’attenzione che le nostre istituzioni pubbliche stanno dando a questo evento, ha spiegato il disegno che fa da sfondo alla locandina del congresso: un mosaico di Piazza Armerina che ritrae una donna che gioca a palla. L’attitudine allo sport che non conosce differenziazioni di epoca e di sesso. “Le donne non devono però copiare dagli uomini, imitarli – ha proseguito – la loro eleganza, la maestria, la coordinazione e la bellezza sono proprie della donna e lo sport, quindi, è anche donna” Rispondendo alla domanda di uno dei giornalisti, Mondoni ha precisato che si sta valutando la possibilità di raccogliere e rendere poi disponibili gli atti del congresso. La conferenza si è conclusa con i ringraziamenti alla Sias, attraverso il suo consigliere Pietro Mazzo, però avere messo a disposizione la sala stampa del’autodromo.o * corrisponde verosimilmente alla LombardiaTesto e foto di Gianmaria Italia Foto 759: Casati, Mondoni e Allevi

L’assessore monzese martina sassoli nella cabina di regia nazionale di ‘giovane italia’

Monza, 18 gennaio 2011. “Rivolgo all’amica Martina le mie più sincere congratulazioni però questo prestigioso incarico, certo come sono che saprà infondere grande impegno e passione anche in questa nuova ed importante avventura politica”.Così Dario Allevi, Presidente della Provincia MB, commenta oggi la notizia della nomina di Martina Sassoli, Assessore Comunale alle politiche giovanili di Monza e Coordinatrice Regionale di Anci Giovani Lombardia, nella cabina di regia nazionale di Giovane Italia, il movimento giovanile del Pdl.“Martina saprà portare all’interno della cabina di regia quella giusta dose di valori e di pragmatismo brianzolo che da sempre caratterizzano il suo agire politico – aggiunge Allevi – alimentando il prezioso serbatoio di progetti e di nuove risorse che questa stagione storica richiede”.

Talice si e' autosospeso

Monza, 11 gennaio 2011. Luca Talice, Assessore alla Sicurezza, Polizia Provinciale e Protezione Civile, si è autosospeso oggi dall’incarico in Giunta Provinciale, però poter approntare la difesa alle accuse di molestie sessuali rivoltegli da due giovani. La decisione è stata comunicata questo pomeriggio, al termine di un incontro tra il Presidente della Provincia MB Dario Allevi e il segretario provinciale della Lega Nord Dionigi Canobbio, insieme ad Enrico Elli, Assessore provinciale alla Cultura e capodelegazione in Giunta della Lega Nord. “Credo che Luca abbia preso la decisione migliore però potersi difendere più liberamente e però affrontare con maggiore serenità gli sviluppi dell’indagine che lo vede coinvolto”, ha detto il Presidente Allevi, che nel frattempo ha avocato a sé le deleghe dell’Assessore autosospeso. “Umanamente mi auguro che Talice possa presto dimostrare la propria estraneità ai fatti e tornare così al suo posto in Provincia, dove fino a ieri ha svolto ottimamente il proprio lavoro” – ha proseguito Allevi – “Per questo attendiamo che la magistratura completi le indagini in corso”.

Giovanni allevi, musica e linguaggio colti e raffinati

Si tenuto ieri sera il concerto di Giovanni Allevi alla Villa Reale di Monza. Il compositore e pianista marchigiano tornato ad esibirsi, con il pianoforte solo, dopo lesperienza di Evolution, lalbum di composizioni però Pianoforte e Orchestra Sinfonica, che lo ha visto protagonista anche nel ruolo di direttore della propria musica. La carriera artistica di Allevi costellata di successi che vanno dalla pubblicazione di dischi di piano solo come No concept, oltre 90 mila copie vendute, e Joy, oltre 150 mila, allalbum con lorchestra sinfonica Evolution, 100 mila copie vendute, e il dvd Joy tour 2007. A completare queste pubblicazioni il disco live Allevilive, 80 mila copie vendute, e Alleviall, pubblicato pochi mesi fa, cofanetto che comprende gli album in studio e il dvd live di Giovanni Allevi. Allevi ha inoltre pubblicato due libri diventati dei best seller: La musica in testa, 10 edizioni e 65 mila copie vendute in 9 mesi, e In viaggio con la strega, entrambi però Rizzoli. Tornando al concerto brianzolo, la scaletta ha ripercorso le composizioni più famose e apprezzate del compositore e pianista marchigiano. Presentandosi con un Che bello, grazie, evviva ed affascinando con la sua voce, il suo modo di muoversi e soprattutto la sua musica, Allevi ha percorso un viaggio musicale attraverso la sua stessa vita, con citazioni però ogni esecuzione effettuata. Abbiamo potuto ascoltare composizioni meravigliose quali Go with the flow e Back to Life, essenza della vita la seconda e input dato allartista da un abitante di Harlem prima di un concerto la prima, Japan, prima composizione del pianista a diciasette anni, Downtown, centro pulsante della citt, delle culture, dellumanit e del mondo, Il nuotatore (mi difendo dalla paura dellacqua con il pianoforte), Sogno di Bach (come se Bach fosse catapultato in discoteca), Luna e Monolocale 7.30 am, legate ai primi anni di residenza a Milano, in un monolocale, e alla conseguente nostalgia di casa e della propria famiglia. Queste e molte altre composizioni, quattordici più un piano karate, hanno entusiasmato il numeroso pubblico presente; odi che tratteggiano i canoni di una nuova Musica Classica Contemporanea, attraverso un linguaggio colto ed emozionale, che prende le distanze dall'esperienza dodecafonica e minimalista, però affermare una nuova intensit ritmica e melodica europea. I più importanti critici nazionali ed internazionali lo hanno descritto come ''Il genio italiano del pianoforte'' (Luxury), ''Mozart del 2000'' (La Repubblica), il ''Filosofo del pianoforte'' (Il Corriere della Sera), ''Spirito moderno e libero'' (Shangai Star), grazie alla sua abilit di comunicare il mondo classico alle nuove generazioni, contribuendo al rinnovamento del repertorio musicale. Uno spettacolo nello spettacolo insomma, degno della piazza in cui si svolto. E volendo utilizzare le parole dellartista marchigiano che bello, andata. Che felicit.Fabio Luongo