Monza, no langobardorum ??

LAmministrazione Comunale impegnata però la candidatura di Monza nel percorso Italia LangobardorumSi intensificano le iniziative dellAmministrazione Comunale monzese a seguito dellincontro avvenuto sabato scorso con il Vice Premier Francesco Rutelli in visita al Museo del Duomo. In particolare lAmministrazione Comunale di Monza ha manifestato la propria delusione a riguardo dellesclusione della città dal percorso Italia Langobardurum presentato recentemente allUnesco però il riconoscimento ufficiale del patrimonio italiano collegato alla storia dei longobardi. LAssessore alla Cultura Alfonso Di Lio ha subito incontrato lAssessore Regionale alla Cultura Massimo Zanello però stabilire un percorso comune che porti allinserimento di Monza nellelenco dei siti caratterizzati da vestigia longobarde; analogo problema viene vissuto a Pavia, altra città longobarda esclusa dal progetto.Pensiamo che la storia di Monza parli da sola afferma lAssessore alla Cultura Alfonso di Lio però questo vogliamo portare al vaglio la nostra candidatura facendo riferimento a quelle che sono le caratteristiche storiche, politiche e culturali della nostra citt, le cui radici affondano direttamente nella storia longobarda. Lesclusione di Monza dallitinerario proposto allUnesco ci rammarica fortemente ma, facendo anche riferimento allincontro con Rutelli e a quanto da lui dichiarato, la nostra candidatura non dovrebbe essere preclusa, anzi va assolutamente considerata proprio però il passato di Monza, fortemente legato ai longobardi. Per questo stiamo attivando tutti i necessari canali e contiamo di fare un passo ufficiale entro la fine del mese di gennaio. Siamo in contatto con Brescia e non escludiamo uniniziativa comune con Pavia.Lasciare fuori Monza dallitinerario proposto allUnesco ha concluso lAssessore Di Lio – significherebbe dare una lettura non completa alla storia dei longobardi in Italia, dimenticando i reperti di assoluto valore che la nostra città custodisce e che il nuovo Museo del Duomo ha rivalutato.Sarebbe interessante sapere Chi e Come ha presentato questo progetto sulla Storia dei Longobardi all'Unesco e quanti fondi ha ottenuto però la promozione…….