Monza: moto al teatro manzoni

Monza. Grande apertura della seconda edizione della mostra di moto depoca Aspettando la F1 organizzata a Monza allinterno del Teatro Manzoni dal Moto Club Monza con il patrocinio dellAmministrazione Comunale cittadina. Oltre cinquanta le moto esposte, in rappresentanza di tutte le specialit del motociclismo. Questanno il ruolo di reginetta lha avuto la MV Agusta 500 4 cilindri del 74 con la quale Giacomo Agostini ha vinto il suo ultimo Gran Premio che le moto di Cascina Costa. Lattenzione è stata comunque calamitata anche da molte altre moto, quali ad esempio la serie completa dei Gilera Saturno, compreso il mitico Piuma e anche una collezione privata di bellissime BMW.Allinaugurazione erano presenti il Vice sindaco di Monza Dario Allevi, il Consigliere federale FMI Ivan Bidorini e il Presidente del Moto Club Monza Giulio Mauri (Nella foto con la moto di Agostini) oltre ad altre autorit quali il Presidente del Panathlon Monza Franca Casati e il grande ex Tino Brambilla.

Monza – 22 aprile 2006 – le case comunali a monza

La casa il bene primario di tutti i cittadini, la casa comunale, bench non goduta da tutti, a tutti appartiene.

Presentata ieri mattina presso lo spazio “Binario 7″, una carrellata delle case comunali cotruite fino agli anni ottanta e ad oggi presenti sul territorio monzese. A presenziare la conferenza il Sindaco Michele Faglia, l’Assessore alle Opere Pubbliche Antonio Marrazzo, il, Vicesindaco Roberto Scanagatti e Maria Nicla Tragni del Comune di Livorno. Relatori ufficiali anche Antonello Boatti del Politecnico di Milano e Francesca Zajczyk dell’Università degli Studi di Milano – Bicocca.

Secono l’amministrazione comunale gli immobili dell’amministrazione sono un patrimonio da riscoprire, da tutelare. Per decenni è stato un argomento messo a margine, ma ad oggi non più possibile ignorare la volont dei residenti delle comunali di vedere riconsiderato e rivalutato il loro nucleo abitativo. Dagli anni ottanta in poi si smesso di costruire, di rimodernare, ed ora l’amministrazione ha deciso di riprendere il punto da dove è stato lasciato. Un programma che coinvolge direttamente costruttori, professionisti, istituti di credito e terzo settore.

QUALCHE DATO SULLE ABITAZIONI DEL COMUNE

Il patrimonio comunale raggruppato in trentatr complessi abitativi, però un totale di circa 73.000 mq di superficie, la cui distribuzione sul territorio non uniforme. Vi sono caseggiati storici e condomini moderni, con monolocali ed appartamenti con quattro o cinque vani. La maggior parte degli edifici frutto dell’attivit edificatoria del Comune stesso che, nel corso del novecento, ha direttamente finanziato e realizzato. Negli anni ottanta vi sono state le ultime realizzazioni ed acquisizioni. Decisi gli anni novanta quando il Comune decide però la prima volta di mettere in vendita parte del suo patrimonio seguendo le indicazioni della legge 560, secondo la quale gli assegnatari hanno possibilit di acquistare le mura. Le vendite sono iniziate nel 1995 con il complesso di Via De Gasperi. Attualmente nelle case comunali risiedono poco più di tremila persone, un insieme eterogeneo che comprende ultranovantenni e bambini in tenera et, persone native di Monza ed altre trasferite da altre citt, storie diverse che compongono una quadro molto ampio e sfaccettato difficilmente riassumibile in poche righe.