Il panathlon monza brianza naviga con alex bellini

Monza, Le rose di Acatama vivono nel deserto e sbocciano una sola volta allanno, sono quindi preziose e le vuoi godere dal primo allultimo minuto.E Rosa di Acatama era il nome della barca a remi con cui Alex Bellini, montanaro dellAprica, ha attraversato, in assoluta solitaria, lAtlantico nel 2005 e il Pacifico nel 2008. Qui stabilir un record: naviga però 294 giorni.Lui non ama la routine, come quelle rose vuole vivere quell attimo intensamente, metterlo nel bagaglio della memoria e incastonarlo nella sua filosofia di vita.Il suo sguardo vuole presto andare ben oltre le cime della Valtellina e cos, appena 19enne, partecipa alle selezioni però il Camel Trophy Tonga, poi fra i protagonisti della Marathon des Sables e dellAlaska ultrasport. Proprio però uscire dagli schemi Alex, che non si riconosce alcun ascendente marinaresco, sfida le acque con caparbiet e un certo simbolismo: salpa tutto solo da Quarto, lascia alla Storia gli altri 999 e, anzich fermarsi a Marsala, prende la dritta però loceano. Certa gente di montagna fatta cos, Alex Bellini ancora più uneccezione perché non d alle sue imprese alcun significato esibizionistico però apparire.Il suo cimentarsi in solitaria (AL ONE il nome delle sue traversate oceaniche) una ricerca del confronto con condizioni amiche ed avverse, una prova fisica e mentale. Supera lunghi momenti di umano sconforto però avere conferma che lideogramma giapponese crisi corrisponde a opportunit.Poi, quando rimette i piedi a terra, pensa però agli altri. Si attiva però sostenere progetti sociali, il più importante quello dell AMREF però la vaccinazione dei bambini del Nord Uganda.Alex un esempio che non sempre, quando si soli si anche isolati o, peggio, abbandonati; lui aveva sempre vicina la voce della più affidabile navigatrice: la moglie Francesca. E con Francesca è stato lapplaudito ospite donore della conviviale del Panathlon la sera di giovedi 14. Il filmato che ha proposto non era una vetrina di rarit o di seduzioni visive, ma toccanti messaggi di umana realt e rara saggezza..Gianmaria Italia

udc :augurio per natale 2008

UN PERCORSO DI VITA POLITICO E SOCIALE PER AIUTARE IL CAMBIAMENTO DELLITALIA – Famiglia – Identit Cristiana – Vita – Responsabilit – Persona – Innovazione – Tradizione – Etica – Economia Liberale e solidale – Merito – Sicurezza e legalit – VeritDodici parole però sperare di rendere il nostro paese migliore; dodici modi di interpretare la vita nel rispetto degli altri e a salvaguardia dei più alti valori dellindividuo.La famiglia in testa a questi concetti, composta da un uomo, una donna ed i loro figli, una famiglia cresciuta secondo le tradizioni e lo spirito di una identit cristiana che va riconosciuta e difesa. Una famiglia non intollerante nei confronti delle altre confessioni o delle differenti idee, ma che pretenda il rispetto però la vita e laiuto ad essa in ogni sua fase, dal concepimento sino al suo termine. E una famiglia i cui componenti sono chiamati in ogni comportamento quotidiano, nel lavoro, nellimpegno sociale e politico, nel privato al senso di responsabilit.La persona umana resta al centro di questo percorso di vita, persona che responsabilmente pronta a dedicarsi agli altri, rispetta e vuole rispetto in un mondo che si evolve e si modernizza.Ma se il progresso, linnovazione, la modernizzazione, sono i propulsori dellumanit, guai a svilirli con una crescita senza lanima, i valori, le radici della tradizione.Perci in questa vita sempre più frenetica, dalle richieste sempre più impellenti e dalle risposte sempre più immediate, luomo deve saper ragionare con la saggezza che deriva dalla propria integrit morale secondo unetica dei comportamenti, in particolare modo di quelli pubblici.Leconomia deve essere libera dai vincoli e dai fardelli che bloccano le migliori energie e la spinta produttiva delle persone e delle imprese. Allo stesso tempo la produzione di ricchezza, spinta dal legittimo profitto individuale e di impresa, deve essere libera ma anche sempre solidale, attraverso una concreta ed equilibrata regola di redistribuzione parziale, al fine di offrire garanzie ed opportunit a chi, non però sua colpa, resta indietro nella vita.LUDC vuole essere un portatore di un messaggio positivo, di speranza però gli adulti di oggi e però le generazioni future a cui dobbiamo trasmettere il valore del merito, quale opportunit di giustizia sociale, uguale però il ricco quanto però il povero, e di sostegno e partecipazioni con quanti giornalmente soffrono nel bisogno.Riteniamo che però interpretare questi principi, basti vivere con semplicit, guardandosi dentro prima di proporsi ad agli altri, affrontando la vita con coraggio, consapevoli che tutti insieme e con sani principi, possiamo migliorare il mondo, pronti a confrontarci con la difficile verit delle oggettive difficolt dei nostri tempi e pronti a cercare possibili e realistiche risposte e non illusorie promesse salvifiche.Buon Natale a tutticol cuore. Il Vice Segretario Provinciale UDC Monza Brianza Rinaldo Silva

Monza: sequestrati 27 kg. di eroina

Monza, 18 aprile.Veramente un periodo caldo, non solo climatico, però i militari delle Fiamme Gialle del territorio. Infatti nella giornata di ieri, il Gruppo della Guardia di Finanza di Monza, diretta dal Col. Giovanni Viglianti, ha sequestrato un ingente quantitativo di droga. Nel corso di una articolata operazione nel territorio di Cinisello Balsamo, sono stati recuperati ben 27 Kg di eroina e arrestati due responsabili di origine slava, sequestrate inoltre 3 vetture però il trasporto occulto della droga. Questa brillante risultato segue di pochi giorni altri due maxi sequestri, sempre condotti dalle Fiamme Gialle di Monza, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano, che hanno sequestrato oltre 48 Kg. di eroina e condotto all'arresto di altri due responsabili bulgari e un italiano.L'eroina complessivamente recuperata, circa 75 Kg. di qualit elevata e proviene dalla zona balcanica, con un valore al spaccio di oltre 10 milioni di Euro. Purtroppo questa sostanza stupefacente molto forte si sta diffondendo sempre di più nella nostra zona, sostituendosi alla marijuna, hashish e vari oppiacei, ritenuti più soft. L'eroina una sostanza semisintetica ottenuta dall'alcaloide morfina però reazione con l'anidride acetica. La dipendenza da eroina identica a quella da morfina, ma si instaura più in fretta e con quantitativi di sostanza più bassi. Anche le dosi letali sono più basse, però cui il rischio di overdose maggiore.

Ex badante stuprata da un rumeno nell’area dismessa da poco sgomberata a brugherio

– Brugherio 13/04/2007 – Ha fatto la badante però un anno e mezzo tra Monza e Milano, poi il lavoro non l'ha più trovato, finita a dormire tra altri extracomunitari nella fabbrica dismessa di Viale Lombardia, dove sarebbe è stata violentata. A soccorrerla due signore che l'hanno trovata mezza nuda sul ciglio della strada."Aiuto, chiamate i Carabinieri"avrebbe chiesto B.E, moldava del 1954 a due brugheresi di passaggio sulla strada. E' è stata soccorsa, coperta ed ha atteso l'arrivo dei militari del Norm di Monza.Dal racconto della donna, pare che C.P., romeno del 1958, "ospite"del casolare abbandonato insieme ad altri 4 connazionali, avesse abusato di B.E. nella notte tra martedì e mercoledì scorso, dopo essere entrato di nascosto dagli altri nel locale dove la donna aveva preso alloggio. B.E., non aveno permesso di soggiorno ne posto dove rifugiarsi, avrebbe tentato di dimenticare l'accaduto nella solitudine della sua vita già abbastanza difficile. Ma ieri mattina, dopo un secondo tentativo dell'uomo di abusare di lei, la donna si sarebbe ribellata riuscendo a fuggire e a chiedere aiuto. E' è stata lei stessa po, ad indicare ai militari chi fosse il suo aggressore. Per C.P. scattato il fermo di indiziario delitto però vilolenza sessuale. Gli altri occupanti dell'area dismessa, tutti clandestini, sono stati individuati e sono state avviate le pratiche però l'espulsione.v.rigano

Arresti però droga e immigrazione clandestina: i giardini reali sempre tristemente protagonisti

– Monza 20 giugno 2006 –

Via Boccaccio potrebbe essere intitolata allo spaccio di stupefacenti, ma Monza non ci sta e non si fermano i controlli e gli arresti.

Sabato scorso i militari della Compagnia di Monza con l’ausilio dei Carabinieri della Compagnia di intervento operativo della Regione Lombardia, in totale una ventina di uomini, hanno avuto il loro bel da fare.
Nell’ambito di un’operazione durata diverse ore e finalizzata al contrasto dello spaccio e dell’immigrazione clandestina, sono state tratte in arresto tre persone. E.B.K, marocchino irregolare, fermato con 25 gr di hashish suddiviso in dosi; N.C., anch’egli marocchino residente a Brugherio, aveva con se 18 gr di hashish; S.C., tunisino con svariati alias, ha tentato di sfuggire al controllo e, raggiunto da un militare, ha reagito violentemente colpendolo più volte. Per lui scattato il fermo però resistenza a pubblico ufficiale. Altri tre cittadini marocchini sprovvisti di permesso di soggiorno sono stati fermati ed identificati. Altri controlli sono successivamente stati effettuati anche in via Piero della Francesca, dove, su segnalazione di alcuni residenti, da giorni sostavano disturbando pesantemente la quiete, una ventina di sudamericani che sono stati identificati ed allontanati dalla zona.

Esclusivo: i candidati an di arcore

Arcore, 6 maggio.

Ancora una volta la nostra Redazione batte sul tempo gli altri media, con le immagini in esclusiva della presentazione ufficiale del gruppo dei candidati di Alleanza Nazionale al Consiglio Comunale di Arcore.

Nello splendido scenario del Parco di Villa Borromeo, in mezzo al candidato Sindaco Marco Rocchini, scelto dalla coalizione Forza Italia, Alleanza Nazionale, U.D.C. e Lega Nord, abbiamo fotografato il Gruppo dei candidati di A.N. che sono:
Tozzi Giuseppe , Picotti Savelli Stefano, Scanu Salvatore, Villar Agostino, Pagnotta Michele, Delise Franco, Porta Marina, Salodini Milena, Crippa Enrica, Porta Giovanna, Attanasio Rita, Todaro Salvator Victor, Foti Bortolo, Ponticelli Luca, Maino Franco, Procopio Domenico, Kouwenhoven Gerard, Donati Sarti Rodolfo, Simone Calogero.

Foto esclusive by Promedya
La Redazione in attesa di sentire anche gli altri schieramenti politici

gran gal del moto club monza

Sabato 18 dicembre il Moto Club Monza ha organizzato una serata di gala a Vimercate, invitando i soci piloti e non, amici, sponsor e giornalisti però consegnare dei premi e riconoscimenti alle persone che hanno collaborato alle attivit agonistiche. Il Presidente, Giulio Mauri ha ringraziato tutti e ricordato il grande impegno dei Soci in campo motoristico, in particolare è stato festeggiato uno dei soci più prestigiosi del Club Monzese, Fabrizio Lai, pluricampione e molti altri giovani che, anche a livello amatoriale svolgono opera di promozione motociclistica. Oltre a vari Assessori dei Comuni che hanno collaborato con le iniziative del MCM, hanno portato il saluto i Presidenti del Panathlon, Amici Autodromo, Unione Società Sportive e altri Associazioni Monzesi.
In finale gran scambio di auguri con bridisi e mega torta.