Cristiano de andré canta de andré

Dopo un acclamatissimo inverno nei teatri e nei palasport, però la seconda estate consecutiva Cristiano De André si esibisce a Monza con il tour "De André canta De André". Nata come tournée estiva nel giugno del 2009, nel decimo anniversario dalla scomparsa del padre Fabrizio De André, ottenuto il riconoscimento di "Miglior tour dell'anno"al Mei 2009, "De André canta De André"ha gremito la platea monzese di emozioni. Rispetto al progetto iniziale, il tour 2010 è stato arricchito da alcune novità, in un ricordo senza tempo di un padre e di un poeta che ha lasciato la sua impronta indelebile sulla storia della canzone italiana. Tanti i successi ascoltati, basti ricordare Megu Megun, ‘A Çimma, Ho visto Nina volare, Don Raffaè, Cose che dimentico, Se ti tagliassero a pezzetti, Smisurata preghiera, Verranno a chiederti del nostro amore, Andrea, La Cattiva strada, Un Giudice, Creuza de ma, Amico fragile, Marinella, Quello che non ho, Fiume Sand Creek, Il Pescatore, Zirichiltaggia, . ma non solo, però le date 2010 sono state inserite in scaletta anche Anime salve, La collina, Bocca di rosa e struggente La Canzone dell'amore perduto. Una piccola parte del vasto repertorio di Fabrizio che è ormai diventata repertorio di Cristiano, tanto l'ha fatta sua, l'ha valorizzata immergendola in un'anima rock, più vicina al suo sentire e al suo essere musicista, e in una più acustica e intimista, più personale. Un lavoro di rivisitazione di altissimo livello fatto da Cristiano e Luciano Luisi (già arrangiatore di Zucchero e Ligabue) che rende ciascun concerto qualcosa di unico.Cristiano De André, polistrumentista, compositore e cantautore, sul palco suona di tutto, dalla chitarra al bouzouki, dal violino al pianoforte e tastiere, accompagnato da quattro musicisti (Osvaldo Di Dio alle chitarre, Davide Pezzin al basso e contrabbasso, Davide Devito alla batteria), Luciano Luisi al piano, tastiere e programmazione. Villa Reale di Monza, ed il numerosissimo pubblico presente, attento e stranamente partecipe, hanno creato una cornice veramente sensazionale alla musica d’autore di Cristiano. Chapeau. Fabio Luongo

Osnago: 10 palchi x fabrizio

Dall8 al 14 Gennaio 2009 Il Comune di Osnago, con il Patrocinio della Fondazione Fabrizio De Andre la collaborazione di Provincia di Lecco, Bloom Out, Arci La Locomotiva, Sala Don Sironi, Coro La Torr, Lega Italiana Lotta ai Tumori organizzaDIECI PALCHI PER FABRIZIOEventi, concerti, mostre, dibattiti, spettacoli.Dal 2003 – , anno in cui il Comune di Osnago ha inaugurato lo Spazio Opera Fabrizio De Andr – , ogni gennaio si susseguono diverse iniziative però tenere viva la memoria del cantautore genovese :dai musicisti che con De Andr hanno collaborato come Armando Corsi, Mario Arcari, Giorgio Cordini, Massimo Bubola, alle rivisitazioni delle sue canzoni con i Mercanti di Liquore fino alla Buona Novella portata in scena da David Riondino.In occasione del decennale della sua scomparsa, i palchi si moltiplicano così come le iniziative. Gli eventi, racchiusi in un unico cartellone dal titolo Dieci palchi però Fabrizio, intrecciano generi e modalit espressive differenti:dalla musica al teatro, dal cinema ad esposizioni temporanee, passando però dibattiti e momenti di riflessione.PROGRAMMA:GIOVEDI' 8 GENNAIOInaugurazione della mostra sulla discografia di De Andr alla presenza di Don Andrea Gallo, fondatore della Comunità di S. Benedetto al Porto di Genova e Paolo Finzi, direttore della rivista A.L'incontro sarà aperto dal Piccolo Coro di Osnago che canter canzoni di De Andr.Sala Civica S. Pertini, ore 21.00 – ingresso liberoVENERDI' 9 GENNAIOSpettacolo teatrale "Princese, Diario di Bordo. Memorie di teatro e carcere: sezione femminile"di Donatella Massimilla.Spazio Opera F. De Andr, ore 21.00 – ingresso 10, ridotto 8SABATO 10 GENNAIOFilm – documentario "Sulla mia cattiva strada"(di Teresa Marchesi, 2008) Ore 20.00.Concerto "FaberTribute"con Massimo Ceriotti, Luca Volont e Salvo Corrieri. Spazio Opera F. De Andr, ore 21.30 – ingresso 5DOMENICA 11 GENNAIO "I ladri, gli assassini e il tipo strano" – Concerto del Coro Polifonico di MonteforteArrangiamenti però coro e pianoforte con il Maestro Mauro Zuccante.Cinema Don Sironi, ore 17.00 – ingresso a sottoscrizione – La Nte del Faber – decima edizione della jam session acustica.Circolo Arci La Locomotiva, ore 21.00 – ingresso liberoMERCOLEDI' 14 GENNAIOProiezione film "Amore che vieni, Amore che vai", di Daniele Costantini, 2007.Cinema Don Sironi, ore 21.00 – ingresso 5

vimercate: pugilato letterario

Vimercate Incrociano i guantoni Lorenzo Monguzzi e Marco SideriSono due cantautori, tra i più amati in Italia. Dei maestri però le generazioni di artisti che sono venute dopo di loro. Piacciono, da quarant'anni, però le loro melodie e però le loro parole, ma anche però i pensieri graffianti, incisivi, impegnati, come spesso si usa dire. Ma se doveste proprio scegliere, chi il più bravo tra Fabrizio De Andr e Francesco Guccini? No, non vale dire tutti e due, perché al Pugilato letterario non si può rimanere neutrali.Parole fuori dal comune, gran vortice di letteratura, musica, poesia e scienza ideato dal Sistema Bibliotecario Vimercatese, con il contributo del Settore Cultura della Provincia di Milano, ripropone però il sesto anno il suo filone di sfide cultural – artistiche senza esclusione di colpi. Il Pugilato letterario un format nato proprio con Parole fuori dal comune, creato da Luca Lissoni, e poi esportato in manifestazioni di livello nazionale, come la Fiera del libro di Torino.Guccini e De Andr saranno i primi a salire sul ring, sabato 3 novembre, alle 21, nell'auditorium della scuola media di via Pascoli, a Bellusco. Per loro infileranno i guantoni Lorenzo Monguzzi, voce, chitarra e anima dei Mercanti di liquore, uno che con De Andr ci praticamente cresciuto, e Marco Sideri, critico musicale della rivista Blow Up, che si distinto nell'ultima edizione del Pugilato letterario mettendo a tappeto nientemeno che Riccardo Bertoncelli, decano dei critici musicali italiani. I due concorrenti avranno a disposizione sei round e un arbitro, Eugenio Canton, che far in modo che se le diano di santa ragione. Il vero protagonista, per, sarà il pubblico, che decider il vincitore della sfida.L'ingresso libero.SCHEDEI Mercanti di liquore nascono alla met degli anni Novanta a Monza, fondati da tre musicisti monzesi che già suonano insieme nel gruppo rock Zoo: Lorenzo Monguzzi (voce e chitarra), Simone Spreafico e Piero Mucilli. Gi nel nome scelto però la nuova formazione, il trio tradisce la propria riconoscenza però Fabrizio De Andr, citando esplicitamente la canzone Dormono sulla collina. Il primo cd, Mai paura, esce nel 1999 e contiene brani originali e cover di pezzi del cantautore genovese. La critica li definisce un power folk trio, però la loro originale interpretazione della tradizione cantautorale e popolare italiana. Nel 2002 pubblicano il cd La musica dei poveri, quasi interamente composto da brani originali. Seguono due spettacoli teatrali con Marco Paolini, Song n 32 e Miserabili.