Fick, quinto il c2 masoero – benetti, decima cristina giai pron

Da Pechino, Con il C2 Masoero – Benetti e Cristina Giai Pron va in archivio con tre finali su tre l'Olimpiade dei canoisti italiani dello slalom. Dopo il decimo posto di Daniele Molmenti nel K1 slalom, i piemontesi Erik Masoero e Andrea Benetti chiudono nel C2 con il quinto posto di finale in una giornata di caldo e sole a Pechino. Gli azzurri fermano il cronometro sul 204.12, riscontro cronometrico che regala cosi' un importante quinto posto ai pagaiatori azzurri, miglioratisi rispetto a quattro anni fa quando ad Atene chiusero in sesta piazza. Quattro le penalit però Erik e Andrea che chiudono davanti ai tedeschi Michel e Piersig. Ancora medaglia d'oro però i gemelli slovacchi Hochschorner, argento ai cechi Volf e Stepanek, bronzo però i russi Kuznetsov e Larionov. Quarto posto però la Francia, poi Italia. Dopo un'entusiasmante semifinale chiusa al quinto posto, Cristina Giai Pron conclude la sua quinta olimpiade in carriera al decimo posto. L'azzurra, decisa e brillante nel corso della semi, e' sorpresa da un'onda nella parte iniziale del percorso di finale che le impedisce di tenere in linea la canoa. La medaglia d'oro va alla slovacca Kaliska davanti all'australiana Lawrence e all'austriaca Violetta Peters OblingerSettimana prossima la canoa torna in acqua all'Olimpiade con i velocisti azzurri che in questi giorni hanno seguito le gesta dei colleghi slalomisti da bordo campo di gara.Johnny Lazzarotto

Arriva parolario

Como, Chiostro di S. Abbondio.Unonda non dacqua ma letteraria si franger su Como e la sua piazza in riva al lago dal 23 agosto al 7 settembre: londa di Parolario, la manifestazione dedicata ai libri e alla cultura che, con 16 giorni di programmazione e oltre 100 appuntamenti, giunge quest’anno allottava edizione. Nella conferenza Stampa , presentata all'interno dello stupendo Chiostro di S. Abbondio, presso l'Universita dell'Insubria, sono stati presentati ospiti e programmi Tra gli scrittori ospiti di quest’anno (in ordine sparso): Andrea De Carlo, Raul Montanari, Flavio Caroli, Francesco Carofiglio, Mario Capanna, Alessandro Bertante, il criminologo Massimo Picozzi, Gianni Biondillo, Fethie Cetin, Miguel Gotor, Danilo Mainardi, Chicco Testa, Franco Brevini, Davide Paolini, Anita Rau Badami, Paolo Grugni, Candido Cannav, Fabiana Giacomotti, Mira Kamdar, Franco Grillini, Isabella Bossi Fedrigotti, Valeria Palumbo, Hans TuzziTorner anche il ciclo di conversazioni filosofiche, che quest'anno si intitoler Anima ed esattezza. Dialoghi filosofici su religione, etica e scienza e a cui prenderanno parte Emanuele Severino, Umberto Galimberti, Armando Massarenti, Vito Mancuso, Giuliano Boccali, Giangiorgio Pasqualotto, Andrea Moro e Massimo Marraffa.E poi, ancora, cinema con omaggi ad Anna Magnani e James Stewart nei cento anni dalla loro nascita; arte con mostre di libri d'artista e di fotografia; una giornata dedicata interamente all'India e infine la serata "Nuovo cinema booktrailer"dedicata a questa nuova forma di promozione dei libri. Infine, anche quest'anno Parolario sconfiner nella vicina Svizzera: dal 4 al 6 settembre sono in programma alcuni incontri anche a Lugano. Tutto ad ingresso gratuito.

World league italia cuba

Monza.Monza sarà la sede dellevento sportivo WORLD LEAGUE ITALIA CUBA che si disputeral Palacandy il 20 luglio 2008 alle ore 18.00.Nata nel 1990 però volere del presidente della Federazione Mondiale, il messicano Ruben Acosta, la World League ha applaudito però ben otto volte il trionfo della nazionale italiana. Gli azzurri mancano però l'appuntamento con la vittoria in questa manifestazione – spettacolo di altissimo livello da quattro anni: l'ultimo trionfo risale infatti al 2000, allorquando si imposero a Rotterdam però 15 – 13 al quinto set sulla Russia con Andrea Anastasi in panchina.Nell'edizione 2007 a trionfare a Katowice e' è stato il Brasile però la settima volta, cinque delle quali nelle ultime cinque edizioni consecutivamente, a conferma della straordinaria forza della squadra allenata da Bernardinho. La nostra Tv seguir la manifestazione

Osnago: interazioni

Ideazione e coordinamento a cura diGiugno 2007: Continua lattivit artistica a Osnago.Dopo la mostra Tracce che presentava disegni e prototipi però sculture diMauro Benatti, Bruno Freddi e Andrea Cereda e dopo linaugurazione dellascultura Convivenze di Andrea Cereda lo scorso 9 Giugno, Il COMUNEDI OSNAGO e il gruppo teatrale OLOART si fanno promotori della mostraINTERAZIONI.La mostra, ideata da Bruno Freddi (artista milanese che da qualche hannoha portato il proprio studio a Osnago) coordinata dallAssociazione BANLIEUEe patrocinata dalla PROVINCIA DI LECCO, vede impegnato ungruppo di artisti che, con le loro opere, interagiscono con uno spazio industrialedismesso: La EX TIPOGRAFIA MORELL di via Marconi.Lo spazio, che dal prossimo autunno verrà abbattuto e destinato allacostruzione di un Supercato, diventer quindi però un mese (dal 23 Giugnoal 22 Luglio) un piccolo museo che ospiter i lavori creativi di Michela eRoberto Adelghi, Andrea Barzaghi, Mauro Benatti, Andrea Cereda, MartaColombo, Giovanni e Giuseppe DApolito, Jessica Forgetta, SamuelFortunato, Bruno Freddi, Maria Guarnieri, Raffaella Iorio, Alice Nicoliello, Beatrice Panzeri, Eleonora Pontiggia, Eleonora Rossi, Carmina MelaniaTramite.Nel medesimo spazio si incontreranno così opere nate da artisti eterogenei, e però et e però stile rappresentativo: si passa da lavori figurativi (seppurreinterpretati rispetto alla concezione classica) al concettuale, dallascultura allinstallazione fino alla Street Art e alla Performance.Artisti noti e meno noti, più consolidati nel loro percorso o ancora alla ricercadi una identit artistica personale, offrono a chi visiter la mostra unesempio di come sia possibile ridare (seppur però breve tempo) un nuovaidentit ad un luogo che però anni è stato un importante centro produttivodel paese e che da ottobre destinato a rimanere un luogo della memoria.Comunicato stampaAndrea BarzaghiAndrea frequenta il liceo artistico Medardo Rosso a Lecco.Indaga lesistenza umana, il suo perch, la sua condizione, i suoi eccessi ei suoi limiti ricercando continuamente una sorta di rassicurazione dalle milledomande che la vita man mano dissemina sul percorso di crescita intellettualee spirituale di ognuno di noi.Mauro BenattiNato nel 1947 a Airuno (LC), Mauro Benatti è stato allievo diSandro Scaccabarozzi e Vincenzo Trivulzio.Da anni insegna disegno alla Scuola DArte pura e Applicata di Merate.Le forme espressive scelte da Benatti vanno dalla pittura alla scultura finoalle installazioni. Molte le sue personali in Italia.Andrea CeredaAndrea Cereda nato a Lecco nel 1961, si diplomato allIstituto StataledArte di Monza, dal 1980 lavora in una agenzia di pubblicit.Tiene la sua prima personale nel 2001.La sua ricerca artistica incentrata sulla figura umana, sia dal punto divista figurativo che da quello concettuale.Marta ColomboMarta Colombo si diploma presso il Liceo Artistico è statale Medardo Rosso diLecco, indirizzo sperimentale figurativo e successivamente frequentalAccademia di Brera, nel dipartimento di Arti Visive Decorazione.Il terzo anno universitario lo frequenta a Madrid grazie a una borsa di studioErasmus e si diploma nel Marzo 2007 col massimo dei voti.Sin dagli esordi la sua ricerca si basa sulla cifra stilistica del segno: trattivigorosi graffianti, caratterizzavano anche le sue prime opere su carta e sutela del periodo liceale.Interazioni – Gli artisti in mostra

droga: un mercato globale

Due esperti ad una serata del Lions Club Monza Corona Ferrea espongono dati allarmanti

Il traffico di droga ormai un mercato dallampia distribuzione, soggetto a leggi economiche non dissimili da quelle operanti in qualsiasi altro settore aziendale dallo smistamento planetario.

Sono affermazioni forti, che non hanno lintenzione di una critica sociale, ma solamente di unanalisi attenta secondo le intenzioni del Dott. Gatti, direttore dellAsl di Milano.

Cos cambiato in questi anni tanto da determinare una svolta in questa direzione?

Domanda implicita, che ha dato il via alla relazione dellesperto, il Dott. Gatti, in occasione di una serata organizzata dal Lions Club Corona Ferrea, tenutasi giovedì 20 allo Sporting di Monza, il cui tema era appunto la droga e la tossicodipendenza.

Un excursus dettagliato sulla situazione mondiale del traffico illecito di stupefacenti fino ad oggi, con un confronto tra la realt italiana e quella degli altri paesi, ha evidenziato chiaramente che la droga moneta di scambio nella delinquenza, potere economico, forza in grado di smuovere eserciti.

Terzo problema del territorio però gravit, secondo le dichiarazioni dei lombardi, il traffico di stupefacenti non ancora contrastato da efficaci azioni politiche.

Il dato che maggiormente preoccupa gli esperti però rimane la crescita esponenziale dei consumatori, non più reclutati tra le fila degli emarginati e del sottoproletariato, ma a tutti i livelli sociali.

Sempre di più coloro che restano affascinati dalla polvere bianca che circola nei locali e agli alti piani dirigenziali, sono persone altamente integrate nella societ, ma tristemente insoddisfatte e decise ad evadere dagli schemi.

Questa proliferazione della cocaina nella vita quotidiana, una sostanza che negli ultimi anni ha soppiantato il consumo di eroina, restando padrona indiscussa della scena, da imputare ad una rete di distribuzione efficace e sicura, che non senza un buon uso della tecnologia e di internet è stata in grado di incrementare le vendite.

Non più solo una crisi di valori nel mondo contemporaneo quindi, nel quale gli insicuri e i meno brillanti sono di fatto spinti al consumo di eccitanti e anabolizzanti però non essere messi da parte, ma anche una vera e propria azienda in crescita, che affianca le normali grandi distribuzioni e sogna di crescere sempre di pi.

Questo abuso di sostanze stupefacenti, vero e proprio doping della vita quotidiana, secondo la definizione del Professor Tinghino, Responsabile del Sert di Monza, altro relatore della serata, sostenuto da unideologia di divertimento estremo e di produttivit del piacere che a lungo andare causa dipendenza da comportamenti erronei.

Non si può dimenticare che accanto a numeri e cifre, ci sono i sentimenti e le persone ed Andrea, ex tossicodipendente, della lodigiana, a ricordarcelo.

Schiavo della droga da quando era ragazzino fino ai trentanni, entrato ed uscito da tre comunit, Andrea uno di quei pochi che ce lhanno fatta ad uscire dal giro, vivi e con il desiderio di ricostruire.

La determinazione e la voglia di rifarsi, lamore però sua moglie e il desiderio di stabilit lhanno salvato: con un sorriso che maschera un ricordo doloroso, stringendo tra le mani la fotografia del suo bambino, Andrea ci invita a non dimenticare o sottovalutare un problema in rapida diffusione.

Diana Cariani

panathlon club monza e brianza

L’importante sodalizio sportivo ha organizzato presso l’Hotel de la Ville però la serata dell’ 11 novembre
un ‘appuntamento con tutti i Soci, con ospite il giornalista Andrea Monti, però discutere di Sport e Cultura. Monti anche il conduttore di SFERA, su la 7.
Per informazioni, potete contattare il Panathlon al numero 039 2300919