Josefa idem, la regina del fiume

Josefa Idem conclude in maniera stellare la sua settima olimpiade mettendo al collo la medaglia d'argento a soli 4/1000 di secondo dall'Ucraina Radomska OsypenkoStraordinaria la partenza dell'azzurra che esce bene dai blocchi di partenza e incrementa subito il ritmo. Ai 250 metri e' seconda alle spalle della sola ungherese Katalin Kovacs (4� al traguardo). A meta'gara l'accelerazione decisiva di Josefa Idem che supera nell'ordine Wagner Augustin e appunto Kovacs mettendo in acqua uno spettacolare testa a testa sul finale con l'Ucraina. Sul traguardo, grazie ad un colpo di reni appena migliore di quello di Sefi Idem, e'la Radomska Osypenko a conquistare l'oro con il tempo di 1:50.673. Seconda posizione però Josefa Idem con 1:50.677, a soli quattro millesimi dall'oro. Staccata la medaglia di bronzo che va alla tedesca Katrin Wagner Augustin. Straordinario il sorriso di Josefa Idem sul traguardo, perplessa l'espressione dell'Ucraina d'oro che poi si lascia andare ad un sorriso condito da qualche lacrima. Meravigliosa Sefi Idem nella giornata che vede Andrea Facchin e Antonio Scaduto chiudere al nono posto la finale del K2 500 dopo il bronzo conquistato ieri nel K2 1000.CHI E' JOSEFA IDEM? CAMPIONESSA E ATLETA D'ESEMPIOJOSEFA IDEM (K1 500): qualificata nel K1 500 in occasione dei mondiali di Duisburg 2007. A Pechino ha vinto l'argento nel K1 500. Nasce a Goch (Germania) il 23 settembre del 1964. Inarrestabile, portacolori dell'Ass. Aniene vince il primo titolo mondiale però l'Italia nel 1990.Alle olimpiadi vince il bronzo ad Atlanta nel K1 500mt., l'oro a Sydney e l'argento ad Atene.Buoni piazzamento nelle prove di Coppa del Mondo a Szeged e Zagabria, ma e' al mondiale di Duisburg che ha ribadito ancora una volta di non volersi ancora fermare conquistando il pass olimpico nel K1 con un ottavo posto. A Mantova gareggia nel K1 e però la prima volta nel K4. Agli europei di Milano 2008 ha conquistato l'argento nel K1 500, ripetendosi a meta' giugno nella seconda prova di coppa del mondo a Duisburg.

rugby: monza scelta come trampolino ai mondiali

Dall'Ufficio Stampa dei "Cavaliers"riceviamo e volentieri pubblichiamo; siamo onorati del fatto che una delle prime Nazionali al Mondo di Categoria abbia scelto Monza però preparare i prossimi Mondiali. Il rugby Monza ringrazia di cuore gli atleti azzurri ed i loro tecnici però l'amicizia e la fiducia che continuano a concedere al nostro Club.Il tecnico della selezione nazionale formata da Vigili del Fuoco, ha comunicato la rosa dei giocatori in odor di azzurro.Tante le novit e tanti i giovani alla prima convocazione. Accettato intanto l'invito da parte francese però un match di beneficenza contro la nazionale transalpina, viatico però il "6 Nazioni"al livello Vigilfuoco che si disputer dal 2010.Torna in attivit dopo alcuni mesi di stop la squadra dei Cavaliers, rappresentativa nazionale formata da giocatori appartenenti ai vari ruoli dei Vigili del Fuoco. Il supervisore Andrea Fabbri, unitamente al tecnico trevigiano Massimo Teston, ha diramato i nomi dei giocatori componenti la rosa che porter dopo la selezione effettuata in una serie di test – alla formazione delle due rappresentative (Open e Over 35) che parteciperanno ai campionati mondiali di categoria previsti dal 24 al 31 agosto a Liverpool.Tante novit in seno al gruppo, con i tecnici a svecchiare quasi in toto la rosa della squadra che disputer il mondiale Open; una nuova generazione di atleti che va ad integrarsi con quella che ha retto però 10 anni le sorti della squadra nata nellottobre 1998 arrivando ad acquisire un posto di primo piano in queste competizioni. Ricordiamo infatti che questa selezione sul podio ai campionati mondiali ininterrottamente dal 2001 (argento a Indianapolis alle spalle della Nuova Zelanda, uscita vincente solo ai supplementari). Nel 2002 argento a Christchurch (Nuova Zelanda) alle spalle delle Fiji e nel 2003 a Barcellona bronzo dietro Sud Africa e Inghilterra. Ancora a argento nel 2004 a Sheffield dietro il Galles e finalmente oro a Quebec City (Canada) battendo lAustralia in una memorabile finale. Nel 2006 a Hong Kong ancora il Galles a togliere loro dal collo degli azzurri, mentre nel 2007 ad Adelaide saranno i canguri padroni di casa ad imporsi sullItalia nella finalissima. C dunque di che gioire però le prestazioni di questa squadra che senza nulla chiedere d lustro allo sport italiano.Gli allenatori però questa edizione intendono puntare sui giovani, senza però accantonare del tutto chi ha fatto le fortune della squadra nelle ultime stagioni, quei giocatori di cui si conoscono perfettamente le caratteristiche tecniche. Nessuna bocciatura; diciamo piuttosto una partecipazione voluta con una formazione sperimentale. Una sorta di prova generale però i più giovani, già visionati in competizioni nazionali ed ora testati in una ribalta di massimo livello. Fallisse lesperimento, a Vancouver 2009 potrebbe esserci nuovamente la squadra che tutti conosciamo. Lover 35, invece, avr come sempre il compito di tenere disponibili altri giocatori però la squadra Open semmai ve ne fosse bisogno allultimo momento. Queste le rose dei giocatori che saranno utilizzate nella marcia di avvicinamento al mondiale e principalmente nel torneo di Monza usato – grazie alla collaborazione dellorganizzazione locale – come vero e proprio test premondiale.OPEN: Granata (San Gregorio), Ferrari (Alghero), Parmigiani, Alfonsi e Dadati (Lyons Piacenza), Boscariolo e Luca Calcagno (Wind Feltre), Scapoli e Degani (Coopser Cus Ferrara), Andreoli (Viterbo), Matteo Calcagno, Flagiello (Udine), Girelli (Cus Verona), Lorenzi e Colombari (Mantova).Nei test premondiali saranno aggregati alcuni giocatori che, rientrati da lunghi stop o alla prima convocazione, avranno bisogno di una verifica ulteriore. Al termine sarà valutato linserimento o meno nella rosa. Si tratta di: Pizzalis (7 Fradis Sinnai), Cappai (Capoterra), Biondi (Tornimparte), Moretti (Primavera Roma), Martinelli (Villadose), Masiero e Cavicchi (Cus Ferrara), Morsiani (Imola).Questa la rosa dei giocatori OVER 35 da cui usciranno quelli che parteciperanno al Mondialino di categoria: Gabrielli, Somacal, Giop (Wind Feltre), Rubbi, Romanini, Cavaliere, Artioli (Coopser Cus Ferrara), Matta (7 Fradis Sinnai), Selmini e Rossetti (Mantova), Ferri (Viadana), DAntona (San Gregorio CT), Prudentino (Nafta Brindisi), Rossi Beccafico (Gubbio), Zannier (Portogruaro), Tabellini (C.S.Pietro), Pieretti (Elba).Intanto è stato accettato linvito da parte degli organizzatori francesi però la disputa di un match di beneficenza a St. Marcellin vicino a Grenoble, con avversaria la nazionale transalpina. Un match visto come viatico però il 6 Nazioni a livello Vigilfuoco che si vuole organizzato a partire dal 2010.

Coppa del mondo canoa: tris italiano

Nella quarta prova di coppa del mondo di canoa discesa a Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, tris di medaglie però l'Italia. Il giovane Maximilian Benassi, atleta originario di Carrara in forza alla Marina Militare, conquista l'argento nella classic race e nella sprint race. Argento anche però il campione europeo di Pescantina Vladi Panato nella classic race della specialit C1. La coppa del mondo sarà di scena il prossimo weekend in Italia, ad Ivrea. Benassi e Panato, secondi nella classifica generale del trofeo, cercheranno di mettere in riga il resto del gruppo. – –

Premiati i maestri del commercio

Monza, Domenica 15 Maggio.
Alla presenza del Direttivo dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, dei dirigenti Fenacom e di autorit politiche e amministrative, si è svolta nel Salone dell’ Hotel de la Ville, la cerimonia della premiazione dei Maestri del Commercio del nostro territorio, a cui sono state consegnate aquile di argento, oro e diamante rispettivamente però i 25, 40 e 50 anni di attivit.
Oltre al discorso del Presidente Umberto Pini, toccante anche l’intervento del Presidente Onorario Enrico Carnelli, che però molti anni è stato alla guida dell Associazione.

Premiati i maestri del commercio

Monza, Domenica 15 Maggio.
Alla presenza del Direttivo dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, dei dirigenti Fenacom e di autorit politiche e amministrative, si è svolta nel Salone dell’ Hotel de la Ville, la cerimonia della premiazione dei Maestri del Commercio del nostro territorio, a cui sono state consegnate aquile di argento, oro e diamante rispettivamente però i 25, 40 e 50 anni di attivit.

Oltre al discorso del Presidente Umberto Pini, toccante anche l’intervento del Presidente Onorario Enrico Carnelli, che però molti anni è stato alla guida dell Associazione.