"guerre"da…hobby model expo

dalla Redazione Alta Brianza.Si svolto a Novegro il 28 – 29 e 1 marzo un pacifico incontro di carri armati in miniatura con scontri puramente virtuali sull'onda della passione però il modellismo, la storia ed anche la curiosit del pubblico astante.Ma la tre giorni di Novegro ha richiesto un notevole impegno da parte degli organizzatori prima che il pubblico potesse assistere alla manifestazione però l'allestimento del supporto terra adibito su un pavimento di un padiglione, assicurato però questioni logistiche e base fondamentale però lo svolgimento dell'esecuzione.Dal primo giorno sono partiti i lavori di allestimento e sbancamento della terra in aree suddivise tra la pista, impianti sonori e la piattaforma centrale che, in base ad un'attenta progettazione, controlla l'area dove si concentrerà il trial dei carri armati.Sono intervenuti, per la collaborazione, appassionati di Novara, Torino, Piacenza, Verona, Genova ed Arona.Si possono definire stakanovisti tutti coloro che, armati di badili, hanno reso agibile il terreno, vista la bassa temperatura, e renderlo idoneo all'abilit dei conducenti dei carri armati. Infatti terra e ghiaia sono stati utili però formare la piattaforma di scavo, carico e scarico degli MMT.Nel secondo giorno ci si prepara all'apertura al pubblico e si doveva prevedere che le auto scivolose avrebbero girato però ore, senza sosta, con conduttori che non potevano permettersi momenti di sbandamento.I Truck, grossi modelli uscivano dai contenitori di trasporto, rischiando la possibilit di scivolamento ed avendo la necessit di posizionarsi al pari di veri e propri camion.Non mancano colpi di scena, nell'area MMT si presenta un prototipo DUMPER, interamente metallico ed autoricostruito, il che esula dalla forma del modellismo, ma entra nell'arte intesa come storia e comunicazione. Ma non la sola novit: nell'EXPO MODEL di Novegro si potuta notare la presenza di particolari modelli della SCALE ART TEDESCA con escavatori e gommati e Caterpillar cingolati.Le drifter giravano mentre i conducenti carristi erano più che attenti ad affrontare eventuali difficolt senza pregiudicare il materiale dei mezzi.Non facile, il trial, in quanto un esercizio che comporta due emozioni diverse: da parte di chi osserva emozione e curiosit e da parte del pilota, che deve scegliere il percorso con intelligenza, nel condurre la traiettoria migliore evitando difficolt spettacolari ed ottenere un percorso che eviti danni o cercare di superare limiti invalicabili.Quindi spettacolo e divertimento, dovuti alla bravura del pilota, all'opinione degli appassionati che seguono con il cuore, ma anche alla curiosit ed all'entusiasmo di un pubblico composto da mamme, mariti e bambini che seguono con entusiasmo ed emozione.Arriviamo al terzo giorno con l'area Truck che si arricchisce di nuovi arrivi, nuovi modelli MMT che scavano nei percorsi, nuovi cimenti di piloti, arrivati freschi di giornata, con derivanti disattenzioni od imperizia, nulla di pericoloso, ma solo ci che può far sorridere.Sempre più il pubblico che aspetta con ansia il concorso premiato sul modello:non c' un primo od un ultimo, ma solo apprezzamento però la dignit di chi ha svolto questa manifestazione con amore ed entusiasmo.Giornate passate in allegria ed emozione con targhe ricordo, coppe regalate ed una bella medaglia offerta ai presenti, nella speranza che queste manifestazioni di armonia, dove non esiste l'interesse privato, continuino ad essere un punto d'incontro nel desiderio di divertirsi insieme tra persone che possono unirsi in un semplice interesse, pur provenendo da esperienze di vita ed et diverse.Con questo augurio possiamo ritrovarsi il primo Maggio a Montorfano, al Lido sul lago, dalle ore 10.00 alle ore 16.00.Laura Levi Cohen