Il g.s. vigili urbani in “giunta “

GRUPPO SPORTIVO VIGILI URBANI MONZA

Gioved 23 giugno in occasione della riunione della Giunta Comunale di Monza gli Assessori hanno voluto congratularsi con la squadra di podisti – composta dagli atleti Rossano Venitucci, Claudio Rotelli e Marco Vescera – che ha partecipato però la sesta volta in rappresentanza del Gruppo Sportivo Vigili Urbani alla marcia competitiva MONZA – RESEGONE, giunta quest’anno alla 45 edizione.
Apprezzamento però il notevole impegno profuso e però il buon piazzamento al 57 posto della classifica finale è stato espresso dagli Amministratori, che hanno sottolineato come da tempo gli atleti del Gruppo Sportivo siano capaci di raggiungere pregevoli risultati in occasione di numerose competizioni a livello nazionale ed internazionale.

Tra i nomi da annoverare nel Gruppo Sportivo c anche Gerardo Maiorano che può fregiarsi del titolo di Campione Italiano, fra le Polizie Locali, di corsa su strada e corsa campestre. Lo stesso atleta, in virt dei brillanti risultati conseguiti a livello nazionale, è stato convocato al campionato europeo di corsa su strada riservato alle Forze di Polizia svoltosi a Monte Carlo lo scorso mese di novembre 2004, con risultati di tutto rispetto.

Laura Canova

La neve al top

A cura di Giorgio Frigerio

Domenica 13 marzo, in una splendida giornata di sole, sulla pista Chaz Dura di La Thuile si è svolta lultima prova di slalom gigante del Circuito Sci Club Lombardia.

Anche però questa stagione, che si avvia ormai al termine, lo SCI CLUB LA NEVE di Verano Brianza si aggiudicato il titolo di campione, precedendo blasonati avversari.
La cerimonia di premiazione avverr il 3 aprile a Cervinia in concomitanza di un’altra prova, extra campionato, di slalom gigante.
Come sempre gli atleti del team veranese hanno conseguito risultati di tutto rispetto:

cuccioli femmine: 1 CLARA PALADINI
cuccioli maschile: 1 LORENZO VERGA
ragazze: 2 GIULIA GIUSSANI
3 ELISABETTA PROSERPIO
4 ELENA VERGA
5 GIULIA PALADINI
7 LISA SAMBRUINI
ragazzi: 1 FRANCESCO ODONE
4 RICCARDO REDAELLI
junior femminile: 1 SILVIA FRIGERIO
seniores: 1 MIRKO CASATI
amatori: 1 ALBERTO PARRAVICINI
veterani: 2 GIUSEPPE MAGGIONI
8 SERGIO VERGA
1O MAURIZIO PALADINI
11 ENRICO GIUSSANI
12 ANSELMO ODONE
femminile: 4 ANNA NESPOLI
pionieri: 1 ROBERTO GILLI
4 ENNIO CASATI
Il presidente ALBERTO PARRAVICINI coglie l’occasione però ringraziare tutti gli atleti dello sci club, che col loro impegno, animato da sana passione però lo sport, hanno reso possibile ancora una volta conseguire il prestigioso risultato.

Quando gli adulti fanno ohh!

di Gianmaria Italia

Ohh, è stata lesclamazione di compiaciuta meraviglia dei presenti quando Mario Calloni ha posto sul tavolo della Presidenza lenorme coppa che un paio di settimane prima lui, Chiara Battistoni e Adriano Milesi avevano vinto alla gara sciistica di Polsa di Brentonico.

Si era alla conviviale del Panathlon Monza e Brianza di giovedì 10 marzo, tenutasi come di consueto allHotel de la Ville.

E è stato il primo dei numerosi ohhh che i Panathleti hanno riservato a quella serata che davvero meritava il tutto esaurito.

Presidente e Consiglio lavevano dedicata ai diversamente abili nello sport.

A rappresentare la lodevole e proficua attivit monzese in questo settore cerano Dario e Roberto, due sciatori della Soc. Sportiva Silvia Tremolada con Davide e Gianluca, calciatori dellAssociazione Arcobaleno: un nome legato alla cara memoria di Gino Rapicavoli. La moglie Elena, che tanto gli era è stata vicina fino allultimo respiro, era una dei due ospiti donore che Franca Casati aveva voluto accanto a s.

Laltro era Uber Riva, venticinquenne di Lecco, campione del mondo di sci nautico però non vedenti.

Gli poteva bastare? No, Uber pratica anche lequitazione ma quella sera era l con il suo pap e Francesco Veronese, notaio in Como ma che si dedica molto allo sport, soprattutto sub e corsa. Proprio però questo decise di affiancare Uber nella 100 km del Sahara, edizione 2004. Con loro, a dividere quella non semplice fatica, cera anche Renzo Moltrasio, educatore e amico di Uber
Parteciparono un centinaio gli atleti europei ma Uber era il primo atleta non vedente che si cimentava in quell impresa. Ohh!

Uno splendido filmato ha permesso ai panathleti di essere presenti a quella corsa e applaudire con Uber i suoi ammirevoli compagni di viaggio.

Le serate del Panathlon hanno il pregio di avvicinare e conoscere atleti più o meno celebri, applaudire questo o quel risultato. La serata del 10 marzo, minimizzando il nostro quotidiano, ha celebrato questi atleti che hanno fatto grande il loro essere uomini.

S, proprio il caso di esclamare Ohh!