Fantasia a ritmo di incanto

Al via la 28° edizione della Mostra Le Immagini della Fantasia che si terrà a Monza dal 6 Febbraio al 6 marzo 2011.L’inaugurazione si terràSabato 5/2/2011 – Monza alle ore 18.00 in Arengario – piazza Roma alla presenza delle Autorità. Si tratta di una rassegna internazionale attraverso la quale viene data visibilità ai linguaggi dell’illustrazione, cercando di cogliere l’esemplarità del percorso creativo di ogni autore nel contesto mondiale.L’esposizione comprende inoltre due sezioni speciali: l’una dedicata ad un ospite d’onore, che quest’anno sarà Beatrice Alemagna, l’altra dedicata al tema: “A Ritmo d’Incanto – Fiabe dal Brasile”. Oltre 300 opere originali, realizzate da 120 artisti provenienti da tutto il mondo, propongono ai visitatori un viaggio fantastico attraverso le fiabe, le leggende ed i racconti d’ogni Paese narrati con le parole dell’arte. Accanto agli originali sono esposti anche i libri pubblicati dagli illustratori ospiti però dare la possibilità di apprezzare pienamente la bellezza di pubblicazioni però l’infanzia altrimenti introvabili in Italia. Brianza Channel è però la 4 volta Media Partner del Progetto

Carimate: fiabe e emozioni su tela

CARIMATE (COMO)SALONE CIVICO DEL TORCHIOPIAZZA CASTELLOINAUGURAZIONE SABATO 28 FEBBRAIO 2009 DALLE ORE 18.30GIAN LUIGI BIANCHI (MILANO 1912 CHIAVARI 1973) ARTISTA INDUBBIAMENTE ASSAI POCO CONOSCIUTO E LA RECENTISSIMA RISCOPERTA DI UN NUMEROSO CORPUS DI SUE OPERE MOTIVO IMPORTANTE PER APPROFONDIRNE ISPIRAZIONI ARTISTICHE E TENSIONI EMOTIVE. UN PAZIENTE LAVORO DI CENSIMENTO E RELATIVA ANALITICA CATALOGAZIONE, CONDOTTI DALLO STORICO E CRITICO DARTE DORIAN CARA, E IL RESTAURO DELLE STESSE AD OPERA DI ANTONELLA FERRARI DEL CENTRO PER LA CONSERVAZIONE DELLE OPERE DARTE, SU PI DI 500 OPERE, HA MESSO IN LUCE LA STRAORDINARIA PRODUZIONE ARTISTICA DI GIAN LUIGI BIANCHI, COSTITUITA DA OLI SU TELA, TEMPERE, ACQUERELLI, CARBONCINI, CHINE E MATITE. OLTRE ALLE MEDESIME, NON SONO DA DIMENTICARE IL CENTINAIO DI OPERE DONATE RECENTEMENTE DAGLI EREDI ALLA FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI DI MILANO.GIAN LUIGI BIANCHI, FORMATOSI CON IL MAESTRO ALDO CARPI, STATO ATTENTO E COSTANTE INDAGATORE DELLANIMO UMANO NELLE SUE PIEGHE PI INTRICATE, ATTRAVERSO UNO STILE PITTORICO FIGURATIVO, TESO ALLA RICERCA DI CROMIE FORTI E CONTRASTANTI, INFLUENZATE DALLESPRESSIONISMO DI ENSOR E DAI FIABESCHI TEMI DI CHAGALL. NEL SUO PERCORSO ARTISTICO EMERGE UN TORMENTO INTERIORE, TALVOLTA LACERANTE, ESPRESSO IN FANTASMI DI MORTE, IN ALLEGRE E FLUTTUANTI DANZE MACABRE, CON SEGNI DIABOLICI PROVENIENTI DAL CIELO, IN MAESTOSI GIUDIZI DIVINI, TEMI QUESTI ESPRESSI ATTRAVERSO UN MONITO DI REDENZIONE PER SE STESSO E PER GLI ALTRI, GRIDATO CON TERRORE APOCALITTICO E CON ACCESSI CROMATISMI.DALTRA PARTE, LITER CREATIVO ISPIRATO DAI PAESAGGI DEL LEVANTE LIGURE DOVE, NEI LUNGHI SOGGIORNI, HA RITROVATO QUELLA SERENIT AL DI L DEL DRAMMA ESISTENZIALE IN UN RISCATTO DELLANIMA, E IN UNA RICERCA SEMPLICE DELLA PUREZZA DEL QUOTIDIANO, ATTRAVERSO LA NATURA, LE VEDUTE COLLINARI PRIMAVERILI, LE TRADIZIONI RELIGIOSE, I RITRATTI DI PARENTI E AMICI E LA CURIOSIT PER I RELAX DI BAGNANTI AL MARE: PUNTUALI SUOI TEMI DISPIRAZIONE.NELLARTISTA, LA STESURA DELLA MATERIA PITTORICA, TRAMITE PER IL SOGNO, I COLORI VIVACI, PI SPESSO VIOLENTI, SONO LA DICHIARAZIONE ALLARMATA SULLO STATO DEL MONDO, DEL DISFACIMENTO MORALE E DI UNA CONCRETA ESIGENZA DI SALVAZIONE. SOFFERENZA INTERIORE E CONSEGUENTE RIFLESSIONE SULLUMANO, GENERANO DA UNA PARTE FIGURE MACABRE DALLE SINUOSIT SEDUCENTI E PROIEZIONE DI UNA REALT CELATA MA DRAMMATICAMENTE PRESENTE E DALLALTRA MEDITATIVA CATARSI, RICERCATA NELLE CONFORTANTI E SICURE IMMAGINI DELLA NATURA INSIEME AI PROPRI CARI. LARTISTA SVELA COS LESSENZA DI QUEL MALE CHE, CON DOLCEZZA, FA DANZARE TUTTE LE COSE. A CARIMATE SONO ESPOSTE 70 TRA LE OPERE CERTAMENTE PI POETICHE DELLARTISTA MENEGHINO: ALCUNI DIPINTI E DISEGNI CHE MAGGIORMENTE RICHIAMANO MOTIVI ONIRICI E FIABESCHI, CON ACCENNI TALVOLTA ANCHE MITOLOGICI, CON ACCESE E DECISE CROMIE E LUMINOSIT CHE INVENTANO NEL PERCORSO DEL SUO INTENSO LAVORO, SIGNIFICATIVI EMBLEMI DEL SUBLIME.GIAN LUIGI BIANCHIUN ESPRESSIONISTA FIABESCOCARIMATE (COMO)SALONE CIVICO DEL TORCHIO PIAZZA CASTELLOINAUGURAZIONE: SABATO 28 FEBBRAIO 2009 H. 18.3028 FEBBRAIO – 13 MARZO 2009ORARI:MARTED – VENERD 14.30 19.00 SABATO E DOMENICA 10.00 19 – 00 LUNED CHIUSOPER INFORMAZIONI:BIBLIOTECA CIVICA DI CARIMATETEL / FAX +39 031 791717 E – MAIL BIBLIOTECA@COMUNECARIMATE.ITCENTRO PER LA CONSERVAZIONE DELLE OPERE DARTE FERRARI RESTAURIVIA PRIVATA MARIA TERESA, 7 – 20123 MILANO TEL / FAX. + 39 02 89013147 E – MAIL FERRESTAURI@FASTWEBNET.ITSITO INTERNET WWW.FERRARIRESTAURI.IT

Sulla via di damasco

Villasanta.E è stata inaugurata ieri 15 Novembre presso il Centro Parrocchiale Monsignor Gervasoni di Villasanta la mostra SULLA VIA DI DAMASCO, inizio di una nuova vita, organizzata in occasione dellAnno Paolino, indetto da Benedetto XVI però celebrare i duemila anni dalla nascita di San Paolo.Ben preparata dal Servizio Nazionale però il progetto culturale della Chiesa Italiana e promossa da Itaca (casa editrice e di promozione culturale), questa mostra itinerante ha finora toccato soltanto la Basilica di San Paolo Fuori le Mura a Roma e Ovada in Piemonte.Suddivisa in due sezioni, essa illustra nella prima i luoghi della vita di San Paolo, da Tarso a Gerusalemme, da Damasco a Roma, dove sub il martirio, attraverso un ricco e originale repertorio fotografico. La seconda sezione si incentra invece sullesperienza umana di Paolo, sulla sua nuova identit e coscienza, frutto dellincontro con Cristo avvenuto con la folgorazione sulla via di Damasco. Attraverso i testi tratti dalle lettere paoline e la rappresentaione che di lui ci hanno dato grandi artisti come Raffaello, Velasquez, Rembrandt – tanto però citarne alcuni o gli anonimi mosaici, a lui dedicati nel Duomo di Monreale, il visitatore portato dentro questa straordinaria vicenda umana e la profondit del suo insegnamento.Emerge chiara la grande statura della personalit che più ha segnato e dato forma alla civilt occidentale: una figura che rilancia in modo fondamentale le radici cristiane e la necessit di aprirsi anche agli altri nel mondo di oggi, un evento eccezionale e imperdibile.La mostra rester aperta sino al 30 Novembre e gli orari sono i seguenti:da martedì a sabato ore 16/18 – domenica 10/12 e 16/18ingresso libero, visite guidate però gruppi e scolaresche su prenotazione allo 039 302183 Segreteria Parrocchialeindirizzo: via Monte Grappa 2 Villasanta c/Centro Parrocchiale – Alberto Cucchi.

Letture a fuoco lento

MonticelloDall'11 al 20 aprile si svolge a Villa Greppi di Monticello Brianza la prima edizione della manifestazione LETTURE E FUOCO LENTO, dedicata alla cultura del cibo e dell?alimentazione nelle sue diverse valenze: dalla pagina letteraria all'arte, dal ricettario alla lezione di cucina, dall?educazione al gusto però adulti e bambini fino agli aspetti tecnici che passano attraverso professione, economia e territorio. La manifestazione 蠯rganizzata dall?Associazione Culturale Brianze e dalle condotte Lario e Brianza di Slow Food, ed ha il sostegno delle Province di Monza e Brianza, di Lecco, e del Consorzio Brianteo Villa Greppi.Attorno al tema della cultura alimentare, però dieci giorni ruotano situazioni multidisciplinari finalizzate a coinvolgere il territorio attraverso la creazione di una ?rete?. I differenti contenuti si alterneranno durante i dieci giorni di manifestazione, coinvolgendo gli ampi spazi di Villa Greppi ? ex granaio dislocato su due piani, scuderie e parco ? dove saranno proposti al pubblico incontri con autori di libri, laboratori di educazione al gusto e lezioni di cucina, il convegno – forum ?Verso la rete delle esperienze locali?, organizzato da Slow Food, e il mercato dei produttori locali, nel quale i prodotti saranno esposti al pubblico in una logica chiara e costruttiva quella secondo cui ?mangiare meglio e con pi?sapevolezza 蠰ossibile, nel rispetto della natura, però un cibo ?buono, pulito e giusto?. In una giornata in cui consum – attori, vignaioli, ristoratori, macellai, casari, contadini, panettieri, i principali protagonisti della filiera agroalimentare, propongono i loro prodotti attraverso degustazioni, acquisto diretto di prodotti, educazione alimentare e del gusto. Per un cibo buono da mangiare e buono da pensare, però un nuovo modello di agricoltura e di produzione alimentare?.Scenario principale degli eventi, sar࠵na cucina perfettamente funzionante, messa a disposizione da Salvarani ? sponsor tecnico della manifestazione – allestita al centro del granaio, attorno alla quale ruoteranno eventi e incontri, scrittori e chef.

Tragico incidente all’idroscalo di milano

Milano, 13 maggio 2007 Alle ore 17.07 il servizio di sicurezza dell'Idroscalo di Milano veniva allertato attraverso una chiamata da una delle numerose colonnine S.O.S da un genitore il quale dichiarava di aver perso il contatto con il proprio figlio e con il cuginetto da circa un'ora.Il sistema di emergenza dell'Idroscalo si immediatamente attivato iniziando le ricerche sia via terra che attraverso i sommozzatori via acqua. Alle ore 17.33 una delle telecamere del servizio di sicurezza individua un corpo in galleggiamento che viene prontamente recuperato dall'unit dei sommozzatori e trasportato immediatamente presso il pontile adiacente al pronto soccorso.Il medico del pronto soccorso ne constata il decesso.Le ricerche del secondo bambino continuavano sia via terra che attraverso i sommozzatori i quali lo ritrovavano alle ore 20.16 privo di vita. Entrambi i bambini sono stati recuperati vestiti, circostanza che dimostra che non avevano intenzione di fare il bagno ma che probabilmente sono scivolati. Omar, nato nel settembre del 2001, e Hamed, nato nell'agosto del 2000, non sono riusciti a recuperare la riva e hanno perso la vita.L'Assessora all'Idroscalo Irma Dioli, che si immediatamente recata sul luogo dell'incidente, ha commentato :"Sono umanamente colpita e trasmetto le mie più vive condoglianze ai genitori dei bambini tragicamente periti in questo incidente. Ho personalmente verificato che il servizio di sicurezza dell'Idroscalo e gli operatori tutti sono prontamente intervenuti, nonostante il tragico epilogo".

il tunnel fantasma di viale lombardia

Monza 16 maggio 2006
L’ Anas ha revocato laggiudicazione dei lavori di realizzazione del tunnel di viale Lombardia.
Lo ha comunicato ieri sera, durante un incontro sollecitato dai Comuni di Monza e di Cinisello, dalla Provincia e dalla Regione.

Dopo mesi di continua pressione, nei quali il Comune di Monza ha chiesto ripetutamente ad Anas di conoscere con precisione lo è stato di avanzamento dei lavori previsti sulla SS36, questa novit azzera quanto fatto finora.

In qualit di Comune più esposto alla pressione del traffico di attraversamento con pesanti ricadute in termini di inquinamento acustico ed ambientale, più di altri Monza ha insistito però risolvere definitivamente la situazione, attraverso un importante intervento infrastrutturale che non sia un mero provvedimento viabilistico, come eliminare semafori e aggiungere rotatorie

Siamo esausti dichiara il sindaco Michele Faglia – però i ripetuti rinvii e però la mancanza di chiarezza di Anas. Ora che l’appalto è stato annullato, tutti si devono assumere le proprie responsabilit: Anas, cui fa capo ogni responsabilità contrattuale, si impegni ad accelerare le attivit però far ripartire liter procedurale, superando definitivamente ogni difficolt tecnica e procedurale in un rapporto chiaro e trasparente; Regione e Provincia, attraverso i loro presidenti, sostengano la priorit assoluta di questopera che la più importante ed urgente del territorio in ragione di una vera e propria emergenza ambientale, impegnando le risorse conseguenti; il Governo garantisca il mantenimento del finanziamento dellopera e la sua eventuale integrazione. Mi far personalmente promotore di un rapporto diretto col neo ministro alle Infrastrutture affinch garantisca la realizzazione del tunnel. Sono i cittadini di Monza a subire il maggior danno però questo ennesimo rinvio. Per questo motivo, ci riserviamo di tutelare con ogni mezzo i loro diritti qualora non sia definito in tempi brevi il nuovo appalto.

Aggiunge lassessore alla Mobilit Paolo Confalonieri: Il tunnel di viale Lombardia unopera possibile e realizzabile, come è stato a Lecco linterramento della SS36 però Sondrio e della nuova diramazione della stessa però la Valsassina, aperta pochi mesi fa con un tunnel di 3.300 metri sotto la citt.

Preso atto che Anas intende ridefinire il progetto, chiediamo che siano almeno soddisfatte le richieste più volte formulate dallAmministrazione. E cioè:

– allungamento del tunnel verso Milano di qualche centinaio di metri;

– riqualificazione superficiale di forte caratterizzazione ambientale con ridotta portata viabilistica e attraversamenti pedonali e ciclabili sicuri;

– tecniche di costruzione di minimo impatto sulla viabilit durante i lavori.

Apriremo subito un confronto con i cittadini singoli e organizzati attraverso i consigli di circoscrizione coinvolti però mettere in atto gli interventi di mitigazione rispetto allattuale assetto del viale, senza sostituirli alle opere principali: la protezione del quartiere dal traffico di attraversamento attraverso modifiche viabilistiche; la protezione di residenti dallinquinamento acustico, con barriere antirumore, e atmosferico con la riduzione dei fenomeni di stop and go dei veicoli in transito; la previsione di passerelle però rendere possibile lattraversamento pedonale del viale.