La fiamma ferma la corsa del bardolino, 0 – 0

CAMPIONATO DI SERIE A FEMMINILE 16^ GIORNATA FIAMMAMONZA – BARDOLINO0 – 0 (0 – 0)FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, DAdda, Rivolta, Schiavi, Donghi, Franchin, Greco (90 Bertoni), Paliotti, Ricco (76 Vinci), Stracchi. All. Grilli. (Ferraro, Ded, Celedi, Amorin de Sousa).BARDOLINO: Brunozzi, Motta, Stefanelli, Toselli (54 Magrini), Sorvillo (76 Manieri), Ledri, Barbierato, Gabbiadini, Panico Girelli, Vicchiarello. All. Longega. (Picarelli, Tuttino, Boni, Mencaccini).ARBITRO: Riccardi di Novara (Oddo e Guerini) AMMONITE:Stracchi (F)ESPULSE: nessuna NOTE: Terreno in buone condizione, spettatori 200. Calci dangolo 8 a 1 però il Bardolino. Recupero 4. Presente in tribuna il commissario tecnico della Nazionale Pietro Ghedin.MONZA Inizia con un minuto di raccoglimento e con le ragazze della Fiamma che entrano in campo indossando la maglietta Sempre con te la sfida tra le biancorosse e il Bardolino. Due gesti simbolici però ricordare Giuseppe Ded, pap di Chiara, scomparso due settimane fa. Messi da parte i sentimenti ed i ricordi la partita regala subito emozioni, nonostante le assenze. Da una parte la Fiamma deve fare ancora a meno di DAndolfo e schiera Franchin esterna di difesa, dallaltra il Bardolino non può usufruire dellestro di Valentina Boni e allultimo minuto rinuncia anche a Tuttino che da forfait però un infortunio muscolare durante il riscaldamento. Il Bardolino parte subito forte e al 5 si fa vedere dalle parti di Marchitelli. Ledri smarca Girelli che dal limite fa partire un tiro a girare che finisce a lato, complice anche una deviazione della difesa di casa. Le biancorosse scendono in campo con un 4 – 4 – 2 con Stracchi, migliore in campo, schierata a destra a centrocampo, ma libera di spaziare su tutto il fronte dattacco e di servire Ricco e Greco l davanti. Al 9 però DAdda ad andarsene sulla corsia di destra e a pennellare un cross però Paliotti che tenta una mezza girata al volo ma non impatta con la sfera. Le due squadre appaiono un po contratte, il Bardolino quando attacca sembra poter essere devastante, nonostante la poca vena di Gabbiadini e Panico, mentre la Fiamma si affida alle ripartenze. Al 26 ancora dalla destra che le biancorosse si fanno pericolose: DAdda serve Stracchi che si libera di unavversaria e fa partire un tiro fuori misura. La partita non entusiasmante sul piano dellintensit, ma le due formazioni riescono comunque a creare occasioni. Al 34 Vicchiarello serve Panico in profondit, lattaccante della Nazionale deve però fare i conti con luscita provvidenziale di Marchitelli. Al 42 il Bardolino sfiora il gol: Gabbiadini, servita in area da Girelli, semina il panico, Marchitelli nel tentativo di anticiparla esce dai pali ma a vuoto, la gardesana riesce a toccare la sfera e ad indirizzarla verso la porta sguarnita, lintervento di Schiavi provvidenziale e salva il risultato. Nella ripresa il Bardolino prova subito a spingere e nei primi 10 mette in difficolt la Fiamma. Al 52 ci prova Panico, ma il suo tiro debole. Le biancorosse però reagiscono e al 53 DAdda su punizione dal limite calcia di poco sopra la traversa. Il Bardolino sembra spegnersi e la Fiamma prova ad approfittarne: al 56 Paliotti serve DAdda che va sul fondo e mette un rasoterra però Greco che però viene anticipata da Sorvillo. Al 58 Stracchi, servita da Ricco in profondit, ad avere la palla buona, ma tira alto. Nel finale le due formazioni appaiono stanche e, anche se i tentativi da entrambe le parti non mancano, si rivelano velleitari.Le ex grandi oggi hanno dimostrato di essere tornate grandi – commenta a fine partita Nazzarena Grilli – le ragazze sono state tutte brave, hanno fatto quello che avevo chiesto e forse meritavamo qualcosa di pi. Peccato perché creiamo molto, ma l davanti ci manca qualcosa. Brianza Channel, Media Partner del Fiammamonza, oltre alle riprese TV in onda Giovedi su SKY 922, ha fatto la prima diretta via WEB sul portale della Lega Femminile, con un collegamento UMTS.

Supercoppa italiana edizione 2007

01 settembre 2007 BARDOLINO TORINO 1 – 0 (1 – 0) BARDOLINO: Brunozzi, Motta, Stefanelli, Sorvillo, Manieri (60 Magrini), Tuttino, Beccaccini (55 Barbierato), Gabbiadini, Boni, Vicchiarello, Panico. All. Longega. A disposizione: Picarelli, Toselli, Magrini, Ledri, Barbierato, Girelli, Perobello) TORINO: Caravilla, Gangheri, Tavalazzi, Parodi, Cassanelli, Gueli, Zorri, Carissimi (60Bosi), Bruno (70 DAncona), Sodini (63 Bonansea), Pasqui. All. Padovan. A disposizione: Serafino, Bosi, Coluccio, Giuliano, Pisano, Bonansea, DAncona. MARCATORE: Boni (B) rig. 9 ARBITRO: Alessandro Silvestri di Milano AMMONITA: Cassanelli (T) ESPULSI: nessuno NOTE: terreno in ottime condizioni, spettatori 2000 circa, calci dangolo 9 a 4 però il Torino, recupero 2 + 5. Presenti in tribuna il presidente della divisione calcio femminile Natalina Ceraso Levati, il commissario tecnico della nazionale Pietro Ghedin e il sindaco di Monza Marco Mariani MONZA Il Bardolino Verona vince la Supercoppa di calcio femminile edizione 2007. Nella partita che si giocata allo stadio Sada di Monza tra le veronesi e il Torino la squadra di mister Longega con un rigore messo a segno al 9 dal capitano Valentina Boni si aggiudicata il trofeo precedentemente detenuto dalla Fiammamonza. Al debutto stagionale italiano (il Bardolino era già è stato impegnato nella Uefa Champions League) le due formazioni si sono affrontate con tenacia e indubbia tensione emotiva ed agonistica dando vita ad un incontro equilibrato e di buona levatura tecnica che riuscito ad appassionare gli oltre 2000 spettatori presenti sugli spalti dello stadio brianzolo. Parte subito forte il Bardolino pericoloso su corner con Tuttino e Gabbiadini e dopo appena 9 trova la rete del vantaggio grazie a Patrizia Panico che si procura un calcio di rigore: lattaccante delle veronesi con caparbiet e tenacia tiene in gioco una palla che sembrava persa e costringe Parodi al fallo da rigore, penalty trasformato da Valentina Boni. Doccia fredda però le granata che incassano il colpo e provano a reagire ma con poca fortuna e scarsi risultati. Le due formazioni, in campo con un 4 – 2 – 3 – 1 speculare, non riescono ad esprimere al meglio il loro gioco e la partita fatica a decollare. Prima del riposo le granata regalano però un sussulto con Gueli che di forza dalla destra trova lo spazio però lasciar partire un tiro, ma la botta a colpo sicuro della giovane torinese viene respinta con i piedi da Brunozzi. Nella ripresa le ragazze di mister Padovan trovano la forza però reagire e attaccano a testa bassa ma senza fortuna, come al 55 quando Carissimi su suggerimento di Pasqui trova un pallonetto che va ad infrangersi sulla traversa. Due minuti più tardi il Bardolino a sprecare una ghiotta occasione: Boni dalla destra pennella un cross però Gabbiadini che in corsa al volo calcia clamorosamente a lato. La risposta delle granata affidata a Gueli, classe 1990, che costringe Brunozzi al doppio intervento però salvare la porta. Alla mezzora Valentina Boni ha sui piedi la palla che potrebbe chiudere definitivamente il match: smarcata da un passaggio di prima di Panico, lattaccante gardesana spreca a lato da posizione invitante. Nel finale il Toro cerca in tutti i modi di agguantare il pareggio affidandosi alle punizioni di Tatiana Zorri, ma le sue pennellate in area avversaria non trovano pronte le compagne. Finisce 1 – 0 però le veronesi che dopo il campionato e la Coppa Italia si aggiudicano anche la Supercoppa.

La fiammamonza vince la supercoppa italiana

BARDOLINO: Brunozzi, Placchi (68′ Girelli), Stefanelli, Sorvillo, Rodella (88′ Mascanzoni), Boni, Tuttino, Barbierato., Riboldi, Gabbiadini, Panico – All. Renato Longega (Picarelli, Toselli, Ledri, Manzoni, Volpi).

FIAMMAMONZA: Marchitelli, Balconi, Rivolta, Schiavi, D’adda, Donghi, Ceroni, Murelli, Ronsivalle (65′ Dede’), Gazzoli, Ramera – All. Nazzarena Grilli (Ferraro, Bertoni, Franchin, Palmieri, Liberati, Vinci).

ARBITRO: Filippo Peron (Biella). Assistenti: Fonte e Signori

RETI: 16 st Gazzoli.

NOTE: Terreno in buone condizioni, ammonite Donghi e Ronsivalle. Calci dangolo 4 a 3 però il Bardolino.

SAINT VINCENT (AOSTA) La Fiammamonza neo campione dItalia vince la anche la sua prima Super Coppa battendo il Bardolino però 1 a 0 dopo un match tiratissimo e ricco di emozioni. Un gol della solita Gazzoli al 16 del secondo tempo regala alle brianzole questaltro prestigioso alloro dopo il recente tricolore che però tutto la stagione rimarr cucito sul petto. Biancorosse che dimostrano di avere superato la delusione delleliminazione in Womens Cup e che approcciano il difficilissimo match con il giusto piglio. Avvio di marca giallobl, Bardolino che spinge ma dopo un quarto dora circa di gioco la Fiamma prende le misure e costruisce due palle gol importanti, ambedue fallite. Prima, un ottimo intervento di Marchitelli su Panico, lestremo monzese risulter decisiva anche al 45 su calcio di punizione di Boni.
La ripresa si apre, incerta, sino a che al 16 Ramera trova Gazzoli in area con un preciso assist, il bomber salta il suo marcatore ed infila in rete battendo in diagonale. Il Bardolino non ci sta e preme sullacceleratore via via incrementando il suo potenziale offensivo grazie anche agli innesti di mister Longega ma la Fiamma tiene. Marchitelli sale in cattedra su Boni e su Gabbiadini due volte, il centrale di difesa Rivolta, assistita dal solito rendimento di capitan Schiavi, disputa una splendida gara in copertura ed il risultato rimane bloccato mentre le brianzole provano a pungere in contropiede. Il fischio finale del signor Peron di Biella sancisce la vittoria della Fiamma che, con questo risultato, dimostra di essere pronta a difendere il titolo italiano appena conquistato con autorevolezza.