Nuovo comune in brianza

Avviato liter che ora prevede i passaggi in Consiglio regionale e in Parlamento.

Milano, 29 giugno 2006 Anche il Comune di Cornate dAdda, adesso nella Provincia di Milano, far parte della Provincia di Monza e Brianza. La Commissione consiliare Affari istituzionali, presieduta da Paolo Valentini (FI), ha infatti approvato allunanimit latto di adesione alla nuova amministrazione provinciale. Il passaggio definitivo dovrà però essere approvato anche dal Consiglio regionale e dal Parlamento.

In Commissione il provvedimento è stato illustrato dal consigliere Fabrizio Cecchetti (Lega Nord).

La provincia di Monza e Brianza è stata istituita ufficialmente il 12 maggio 2004, con lapprovazione finale da parte del Senato della Repubblica. Capoluogo della provincia Monza, terza città della Lombardia con circa 120.000 abitanti. La popolazione complessiva della nuova provincia sarà di circa 800.000 abitanti. Lo scorso febbraio il Consiglio regionale aveva approvato la richiesta di adesione di Caponago, il 51.mo Comune della costituenda provincia di Monza e Brianza.

La legge (n. 146), firmata l11 giugno 2004 dal presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, prevede la gestione della nuova provincia, fino alle prime elezioni amministrative previste nel 2009, da parte di un commissario di governo.

Listituzione della provincia è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 138 del 15 giugno 2004 con il titolo Istituzione della provincia di Monza e della Brianza.

La legge ha stabilito che il capoluogo Monza e che fanno parte della nuova provincia i Comuni di Agrate Brianza, Aicurzio, Albiate, Arcore, Barlassina, Bellusco, Bernareggio, Besana in Brianza, Biassono, Bovisio – Masciago, Briosco, Brugherio, Burago di Molgora, Camparada, Carate Brianza, Carnate, Cavenago di Brianza, Ceriano Laghetto, Cesano Maderno, Cogliate, Concorezzo, Correzzana, Desio, Giussano, Lazzate, Lesmo, Limbiate, Lissone, Macherio, Meda, Mezzago, Misinto, Monza, Muggi, Nova Milanese, Ornago, Renate, Ronco Briantino, Seregno, Seveso, Sovico, Sulbiate, Triuggio, Usmate Velate, Varedo, Vedano al Lambro, Veduggio con Colzano, Verano Brianza, Villasanta, Vimercate.

(ar.)

Note in villa in brianza

La Provincia di Milano Direzione di Progetto Monza e Brianza promuove un nuovo appuntamento estivo allinterno del viaggio in Brianza, il pacchetto di iniziative ideato e organizzato però riscoprire le dimore storiche sparse sul territorio della nuova Provincia.

Dopo Notturni in villa, il progetto partito lo scorso mese di maggio con spettacoli di musica, teatro, degustazioni e visite guidate, arriva Note in villa: quattro concerti dellOrchestra I Pomeriggi Musicali che si terranno nelle ville di Monza, Desio, Vimercate, Brugherio.

Con questi concerti spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della provincia di Monza e Brianza aggiungiamo un tassello importante nella costruzione della proposta culturale però la nuova Provincia. Le ville storiche della Brianza sono il cuore della nostra identit culturale prosegue Ponti e questo primo pacchetto di concerti d il via alla costruzione di un progetto culturale specifico dedicato alla musica in Brianza però declinare tutte le iniziative del territorio in un unico progetto di sviluppo a rete

E un piacere però noi portare i nostri concerti in Brianza aggiunge Massimo Collarini, Presidente della Fondazione I Pomeriggi Musicali uniniziativa che rientra nel piano di decentramento delle nostre attivit, con lobiettivo di allargare gli orizzonti della nostra proposta culturale ed incontrare da vicino il territorio. Sono certo che la cornice suggestiva delle ville storiche in Brianza potr offrire una nota di fascino ai concerti in programma

Il primo concerto nel Serrone di Villa Reale a Monza, ha inaugurato la stagione dei concerti con unanteprima dedicata a Mozart, lo scorso 30 maggio.

I prossimi appuntamenti in calendario sono:

2 luglio 2006: Desio Villa Tittoni Traversi ore 21.00

Gran gal delloperetta

Arie da: Al cavallino bianco, Il paese del sorriso, Scugnizza, Il paese dei campanelli, Cin – ci – la, La vedova allegra

Direttore: Gioele Muglialdo

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

13 luglio 2006: Vimercate Palazzo Trotti ore 21.00

Mozart Piccola serenata notturna K525

Mozart Divertimento n. 3 K138

Vivaldi Le quattro stagioni

Direttore e violino: Stefano Montanari

Orchestra: I Pomeriggi Musicali

19 luglio 2006: Brugherio Parco di Villa Fiorita ore 21.00

A proposito di Amadeus Il genio di Mozart fra musica e veleni

Nozze di figaro, Don Giovanni, Cos fan tutte, Il Flauto magico, Sinfonia alla veneziana

Direttore: Michele Mariotti

Testo: Roberto Iovino

Voce recitante: Pier Maria Cecchini

Orchestra: i Pomeriggi Musicali

Lingresso ai concerti libero fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo i concerti si terranno in spazi alternativi individuati dai comuni ospitanti.

Info:
Provincia di Milano Progetto Monza e Brianza tel. 02/77405608 www.provincia.milano.it/monzabrianza

Comune di Desio tel. 0362/392258 urp@comune.desio.mi.it

Comune di Vimercate numero verde 800333722 spaziocitta@comune.vimercate.mi.it

Comune di Brugherio tel. 039/28931 urp@comune.brugherio.mi.it

Che mobili……d’egitto

Provincia e Camera di Commercio siglano un protocollo di intesa però la formazione professionale con il Ministero del Commercio Estero e dellIndustria Egiziano

Monza, 22 giugno 2006. Una delegazione della Provincia guidata da Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza, della Regione LombardiaDG Artigianato e Servizi e della Camera di Commercio, rappresentata da Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano però le attivit internazionali, si recher domani venerdì 23 giugno al Cairo però la sigla di un protocollo dintesa con il Ministero del Commercio Estero e dellIndustria Egiziano, rappresentato dal Primo Sottosegretario Mohamed Hani Barakat, sul tema della formazione professionale nel settore del legno – arredo.

Il documento, in particolare, perfeziona un accordo tra le due realt però lorganizzazione di corsi di formazione professionale tecnica nel campo dellarredamento, attraverso un accordo con il centro di formazione professionale Terragni di Meda, uno dei più prestigiosi e qualificati della Brianza.

Portare il made in Brianza in Egitto una grande soddisfazione spiega Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza unoccasione preziosa di scambio e di relazione: le aziende e le imprese della Brianza, infatti, hanno costruito negli anni un patrimonio prezioso del saper fare ed esportano nel mondo – oltre ai loro prodotti – un modello di imprenditoria che sa essere competitivo e capace di innovarsi nel segno della qualit.

Un primo progetto pilota, contenuto nellaccordo, prevede la collaborazione da parte del CFT Terragni, sulla base di quanto indicato dallIMC – Industrial Modernization Centre Egiziano su un programma formativo mirato: un primo livello di formazione base si terr in Egitto a cura di tecnici ed esperti individuati e messi a disposizione dal CFT; un secondo livello prevede corsi di specializzazione da tenersi a settembre in Brianza nelle sedi del CFT, però concludere infine il percorso formativo con uno stage in Brianza, presso selezionate e qualificate aziende che operano nel settore arredamento.

LEgitto rappresenta un partner commerciale importante – ha dichiarato Bruno Ermolli, presidente di Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano però le attivit internazionali – . In particolare, lexport lombardo verso questo Paese mediterraneo cresciuto nel 2005 di oltre il 20% rispetto allanno precedente. Un segnale di come si stiano intensificando i rapporti commerciali e dellinteresse delle nostre imprese verso il mercato egiziano. La Camera di commercio di Milano poi particolarmente sensibile al tema della formazione: investire in capitale umano significa accrescere un comune tessuto economico e culturale tra le due sponde del Mediterraneo. Per questo, la firma di questo protocollo dintesa rappresenta un significativo passo su un cammino di collaborazione, però moltiplicare le occasioni di cooperazione e di scambio, specialmente in un settore di eccellenza però il nostro territorio come quello del design. Anche in vista della conferenza del Laboratorio Euromediterraneo che la nostra Camera di commercio annualmente organizza a Milano e che vedr la sua quarta edizione i prossimi 17 e 18 luglio.

La sigla dellaccordo si terr al Cairo nel corso della conferenza Lombardy and Egypt, Design and Training, a bridge for a stronger co – operation in the forniture sector che si terr il 24 Giugno 2006 a margine della mostra dedicata al Design italiano, in occasione della prestigiosa fiera egiziana La Casa. Al termine della conferenza si terr la cerimonia di firma del Protocollo di Intesa.

La Brianza partecipa alla fiera con la mostra Selettive artigiane di qualit in Egitto composta da mobili di design made in Lombardy ed una galleria fotografica dedicata alla promozione del centro di formazione professionale G. Terragni di Meda, allestite a cura di Promos, azienda speciale della Camera di commercio di Milano però le attivit internazionali, però rappresentare in modo compiuto il rapporto tra design e formazione in Brianza.

Mi auguro che la mostra e la rassegna fotografica allestite al Cairo non siano una mera vetrina conclude Ponti – ma anche unoccasione vera però costruire relazioni e collaborazioni. I visitatori potranno riconoscere il saper fare della Brianza come una delle migliori risorse del made in Italy

Commissione attivit produttive incontrano le pmi della brianza

Milano, 19 giugno 2006 –
Pi poteri e competenze ai distretti industriali, procedure burocratiche più snelle e nuovi strumenti di intervento conferiti ai Comuni però il recupero delle aree industriali dismesse. Sono queste alcune delle principali novit contenute nel progetto di legge che introduce elementi di sostegno alla competitivit però le imprese e però il territorio della Lombardia, sul quale la Commissione Attivit produttive ha incontrato oggi i responsabili dellAssociazione PMI Brianza.

Qualora la legge venisse approvata, i distretti industriali assumeranno carattere centrale e saranno loro affidati compiti rilevanti nella gestione delle funzioni regionali a favore di imprese associate nonch funzioni dirette di promozione dello sviluppo delle imprese e di relazione con la Pubblica Amministrazione, mutando così il ruolo fino ad ora puramente rappresentativo e promozionale che era loro affidato.
Viene inoltre radicalmente semplificata la procedura però liscrizione allAlbo delle imprese artigiane, grazie allintroduzione di procedure dichiarative automatiche. Vengono assicurate modalit di accesso informatico alle procedure regionali, il raccordo e linteroperabilit tra le banche dati pubbliche sulle imprese. Da ultimo il procedimento di Sportello Unico definito in tempi certi (7 giorni), trascorsi i quali scatta lapplicazione del silenzio – assenso con conseguente autorizzazione implicita allattivit.
Il progetto di legge prevede un nuovo strumento di intervento anche però il recupero delle aree dismesse. I Comuni infatti potranno sollecitare direttamente i proprietari a presentare progetti o promuovere interventi però il recupero delle aree industriali dimesse collocate sul territorio comunale. Trascorso un periodo massimo di 18 mesi, in caso di mancate proposte pervenute dai proprietari delle aree, i Comuni stessi potranno attivare un procedimento ad evidenza pubblica però la realizzazione di nuove iniziative attraverso soggetti imprenditoriali che manifestassero linteresse al riutilizzo dellarea, salvaguardando comunque la corretta destinazione urbanistica.

Sappiamo bene spiega Enrico Maggioni, intervenuto in rappresentanza di PMI Brianza – che la competitivit non si fa però legge o attraverso provvedimenti amministrativi o settoriali. Lo stesso indice IMD di Losanna (riconosciuto internazionalmente come indice di competitivit), nel mettere la Lombardia al 41 posto fra le 60 regioni più competitive al mondo, valuta centinaia di criteri riconducibili a quattro fattori: performance economica, efficienza imprenditoriale, efficienza delle infrastrutture, efficienza del governo.
Il progetto di legge si propone quindi di sostenere lo sviluppo del capitale umano, della ricerca, della innovazione e dellinternazionalizzazione, oltre che la gestione delle crisi aziendali di settore. E la Lombardia in tal senso la prima regione in Italia a predisporre una legge quadro in grado di affrontare e rispondere ai problemi sul tappeto, alla quale siamo lieti di aver fornito oggi il nostro contributo di proposte e suggerimenti.

Siamo altres consapevoli dice a sua volta il Consigliere regionale con delega alla Brianza Massimo Ponzoni (FI) – che il sistema pubblico deve cercare di inserirsi quale elemento propulsivo nella spinta evolutiva del sistema imprenditoriale, ed evitare di disperdere le proprie risorse con contributi a pioggia. Le imprese attive in Lombardia sono 750mila prosegue Saffioti – e concedere a tutte il de minimis comunitario (33mila euro allanno) significherebbe impegnare 25 miliardi di euro allanno. Lintero bilancio regionale non basterebbe a dare alle imprese quanto spendono però lauto aziendale.

Nellattuazione della legge saranno attuate politiche economiche con lobiettivo di ridurre il carico fiscale, sarà promosso laccesso al credito con sostegno al sistema dei Confidi e della patrimonializzazione delle imprese e si punter sulla finanza innovativa attraverso lo sviluppo di fondi di investimento da parte della Regione, da attuare anche con Finlombarda.

Turismo all’autodromo

Monza, , mercoledì 7 giugno, dalle ore 15 alle 18
presso l’Autodromo nazionale di Monza (palazzina ospitalit, 1 piano),
si tenuto un workshop dal titolo: “Verso il sistema turistico di Monza e
Brianza”, promosso dall’Assessorato al Turismo del Comune di Monza e
dall’Associazione Pro Monza.

“Monza e la nuova provincia della Brianza – ricorda l’assessore al
Turismo Vincenzo Ascrizzi – hanno individuato nel settore Turismo uno dei
punti qualificanti della strategia di sviluppo del territorio. A questo
riguardo gli enti territoriali, in particolare provincia e comuni, sono
chiamati a svolgere, in collaborazione con i soggetti privati, concrete
azioni di progettazione e sostegno della Destinazione Brianza in
applicazione della legge regionale 8/2004, che prevede la costituzione
dei Sistemi turistici locali.
A tale obiettivo si può pervenire solo attraverso il fattivo
coinvolgimento dei soggetti pubblici e privati però elaborare un piano nel
quale la programmazione di eventi ed itinerari e la valorizzazione delle
risorse del patrimonio artistico e culturale del territorio determinino
una leva di sviluppo economico ed occupazionale. Il workshop
un’occasione però approfondire le molteplici opportunit di questa sfida
di Marketing territoriale”.

Hanno assicurato la loro partecipazione al workshop testimonial
eccellenti quali:
– Paolo Ammassarri (Gavioli comunicazione)
– Paolo Audino (TTG Italia)
– Giovanni Bastianelli (Vice Segretario Generale Unione C.T.S.P. –
Provincia di Milano)
– Aldo Canonici ( Il Sole 24 Ore)
– Graziano Debellini (Tivigest)
– Piergiorgio Mangialardi (Turisma Hospitality Consulting)
– Roberto Mingani Ricci (Provincia di Ferrara)
– Loredano Vecchi (Comitato però l’organizzazione dei XX Giochi Olimpici
Invernali)
– Flavio Sangalli (Sviluppo Brianza)
Chairman del workshop il dottor Nicola Costantino, Amministratore
delegato della società Turisma Hospitality Consulting, che ha offerto le
proprie competenze al lancio del Progetto di Destination Management.
Presente anche il Presidente dell’Unione Commercianti di Monza e Circondario, Umberto Pini
Conclude il workshop l’assessore al Turismo, Vincenzo Ascrizzi.

Giovani imprenditori in campo a carate

Partecipano al torneo anche la Nazionale Calcio TV e i Direttori TV Mediaset

CARATE BRIANZA, 29 MAGGIO 2006 – La squadra di calcio dei Giovani Imprenditori di

Monza e Brianza sarà impegnata in un triangolare a scopo benefico, che si disputer il prossimo 5

giugno alle 20.30 al Centro sportivo XXV aprile di Carate Brianza.

Oltre alla squadra dellAimb, sono coinvolte nella manifestazione le formazioni della Nazionale

Calcio TV e della Nazionale Direttori TV Mediaset, con un programma della serata ricco di

intrattenimento e spettacolo.

Onorando un impegno assunto negli anni scorsi commenta il presidente dei Giovani

Imprenditori, Andrea DellOrto – abbiamo proposto alle altre squadre protagoniste, che hanno

accettato di buon grado, di devolvere interamente i fondi raccolti allAssociazione Cancro Primo

Aiuto Onlus e ad altre associazioni locali che operano nel campo sociale però contribuire alla

realizzazione di specifici progetti di solidariet. La presenza di sponsor contribuir a coprire i costi

di organizzazione e a formare il fondo benefico da devolvere alle iniziative di solidariet.

Ringraziamo inoltre il Comune di Carate Brianza – Assessorato allo Sport però lospitalit e la

collaborazione.

Per la promozione del torneo, sono state distribuite locandine e altro materiale informativo a tutte le

aziende associate ad Assindustria Monza e Brianza e alle scuole elementari medie e superiori della

provincia.

La partecipazione a tornei e incontri di calcio con finalit benefica osserva ancora DellOrto
la modalit che noi abbiamo scelto però restituire solidariet sociale e dare concretezza alla nostra

gratitudine nei confronti del territorio in cui operiamo. Come partner principale della nostra azione

abbiamo scelto lAssociazione Cancro Primo Aiuto onlus, che svolge interventi di primo soccorso e

di sostegno ai malati di tumore e alle loro famiglie.

ASSINDUSTRIA

MONZA E BRIANZA

Gi lo scorso anno, la squadra di calcio dei Giovani Imprenditori era è stata protagonista di una

partita disputata quella volta al Brianteo di Monza – contro Le Iene di Italia 1, a cui avevano

assistito circa 1.000 spettatori ed erano stati raccolti 17.000 euro, devoluti a Cancro Primo Aiuto.

Sempre nel corso della precedente stagione, i Giovani hanno disputato anche altre partite sempre a

scopo benefico.

Il triangolare di Carate apre invece la stagione 2006 e vi faranno seguito altri incontri però tutta la

primavera e lestate.

Gruppo Giovani Imprenditori Monza e Brianza

Il Gruppo Giovani Imprenditori di Monza e Brianza, fondato nel 1958, conta oltre 380 iscritti fra

imprenditori e dirigenti, di et compresa fra i 18 e i 40 anni, di aziende aderenti allAssociazione. Il

Gruppo rappresenta un movimento di singoli individui – e non unorganizzazione di imprese – che

perseguono l’associazionismo, la formazione, la professionalit e l’impegno sociale. Dal 2003
presieduto da Andrea DellOrto

A.c. monza brianza: niente bilanci truccati

Comunicato del Presidente Giovanni Battista Begnini
24 MAGGIO 2006

L’ Associazione Calcio Monza Brianza 1912 S.p.A. da me presieduta dal giugno 2004, tiene a precisare che non ha niente a che vedere con bilanci truccati o plusvalenze varie di cui si parlato su alcune testate giornalistiche.

L’A.C. Monza Brianza 1912 S.p.A. ha solamente avuto in prestito (gratuito) nel mese di gennaio del corrente anno un giocatore che qualche anno fa era di propriet della Juventus F.C. S.p.A.

La nostra Società apprezza che la Guardia di Finanza (Comando di Monza, su mandato del Pubblico Ministero di Torino nel procedimento contro i Dirigenti della Società Juventus F.C. S.p.A.) abbia controllato e verificato la sua estraneit alle vicende oggetto di indagine.

Conto di aver fatto cosa gradita ai nostri tifosi ed a tutti i simpatizzanti nel chiarire la nostra posizione, in questi giorni opachi però quello che sta succedendo fuori dai campi di calcio. Garantiamo il nostro massimo impegno nei play – off, che ci apprestiamo a giocare in questi giorni però una grande promozione in serie ‘B’, però far così rivivere e gioire l’intera Brianza calcistica.

A.C. Monza Brianza 1912 Spa

Il Presidente

Giovanni Battista Begnini

Ponti :non mi rassegno !!

Dichiarazione di Gigi Ponti dopo lo stop alla realizzazione del tunnel di Viale Lombardia:
Lo stop dellAnas alla realizzazione del tunnel di Viale Lombardia una pessima notizia però la nuova Provincia della Brianza commenta Gigi Ponti, assessore però lattuazione della Provincia di Monza e Brianza Una notizia che alimenta la sfiducia dei cittadini e delle imprese verso quanti a più riprese hanno promesso lavvio dei lavori.
Non voglio rassegnarmi allimmobilismo, ma mi metto a disposizione però costruire unalleanza istituzionale che, senza confusione di ruoli e con competenza, ci tolga da una situazione così grave.

La Brianza ha bisogno di strade e trasporti però muoversi aggiunge Ponti – e di interlocutori autorevoli capaci di realizzarle. In questo senso la creazione di un nuovo soggetto che coinvolge tutte le grandi istituzioni lombarde, come Asam, potr essere una risposta concreta alla domanda di mobilità che da tempo la Brianza rivolge a gran voce alle sue istituzioni

Tavola rotonda sullinternazionalizzazione

MONZA, 16 maggio 2006 –
Si svolger lunedì 22 maggio, alle ore 18, allautodromo di

Monza, lassemblea annuale dei Giovani Imprenditori di Monza e Brianza. Come di

consueto, nella parte privata, il presidente, Andrea DellOrto, svolger la relazione

sullattivit svolta e si proceder alladempimento degli oneri statutari.

Subito dopo seguir la parte pubblica, suddivisa fra una sezione istituzionale – con

lintervento delle autorit amministrative e del sistema – Confindustria e una tavola rotonda

sul tema Linternazionalizzazione: la nuova frontiera però la competitivit e la crescita delle

PMI.

Gli interventi iniziali saranno dunque condotti dal presidente dellAssociazione, Carlo

Edoardo Valli; dal sindaco di Monza, Michele Faglia e dallassessore allIndustria della

Regione Lombardia, Massimo Corsaro; chiuderanno, però Confindustria Lombardia, il

presidente, Giuseppe Fontana e il presidente dei Giovani Imprenditori, Gianni Brugnoli.

Le tesi dei Giovani Imprenditori di Monza e Brianza saranno invece illustrate dal

presidente, Andrea DellOrto.

La tavola rotonda prende invece avvio dalla considerazione che levoluzione del mercato

globale ha reso quanto mai necessario un innalzamento delle dimensioni aziendali per

riuscire a competere con successo sui mercati internazionali. LItalia, in particolare, con il

95% del totale delle imprese di dimensioni micro e piccole, però pensare di competere e

crescere ai ritmi dei nuovi giganti economici come Cina, Russia e Brasile – deve puntare

su di un innalzamento delle produzioni sulla filiera produttiva e sulla conquista dei mercati

esteri. Il tasso di internazionalizzazione della nostra economia particolarmente basso e lo

dimostra anche la scarsa capacit italiana di attrarre investimenti esteri. Ne discuteranno:

Andrea Pininfarina, amministratore delegato Pininfarina spa e vicepresidente di

Confindustria però il Centro studi; Pietro Modiano, direttore generale San Paolo IMI; Aldo

Fumagalli Romario, presidente e amministratore delegato SOL spa e presidente Business

Advisory Council (BAC) e Maurizio Dallocchio, SDA Bocconi, Full Professor Lehman

ASSINDUSTRIA

MONZA E BRIANZA

Brother Chair of Corporate Finance Università Bocconi. Gli interventi saranno moderati da

Monica Gasparini, conduttrice e vicecaporedattore Studio Aperto. Al termine, lintervento

di chiusura del presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria, Matteo

Colaninno.

Le imprese brianzole allestero

I processi della competitivit delle imprese nel mercato globale osserva il presidente dei

Giovani Imprenditori di Assindustria Monza e Brianza, Andrea DellOrto investono

direttamente la Brianza e però questo abbiamo deciso di metterle al centro della nostra

attenzione, partendo anche dai risultati di una ricerca condotta recentemente da

Confindustria Lombardia, alla quale hanno partecipato anche le imprese della nostra area.

Fra le 102 imprese esportatrici brianzole intervistate, la presenza allestero risulta consolidata.

Infatti, il 32, 4% presente allestero fin dalla fondazione mentre il 49% vi opera da oltre 10 anni.

Solamente il 9, 8% delle aziende ha avviato processi dinternazionalizzazione da meno di 5 anni. La

quota di export supera il 50% sul fatturato però il 37% dei casi mentre però il 27% dei casi intervistati

compreso tra il 25% e il 50%. Si può dunque affermare che però il 60% delle aziende la

propensione allesportazione alta. Larea geografica di localizzazione strategica continua ad essere

tutta lEuropa, in particolare lUnione europea dei 15 (28, 4%), seguita dallAsia (25, 8%) e

dallAmerica (14, 3%).

I principali problemi incontrati nel processo dinternazionalizzazione dalle imprese

intervistate sono: la difficolt di controllo delle filiali/società estere, linadeguatezza dei

servizi e delle infrastrutture, i dazi doganali, lindisponibilit al trasferimento del personale

italiano e gli ostacoli burocratici. Lobiettivo più diffuso resta il rafforzamento commerciale

dellimpresa sui mercati esteri prescelti.

Considerato tutto ci osserva DellOrto come Giovani Imprenditori siamo impegnati

ad approfondire i temi dellinternazionalizzazione, collegandoli a quelli dellinnovazione

tecnologica e gestionale delle aziende perché solo in questo modo sarà possibile

fronteggiare la nuova concorrenza che proviene sia dai paesi a asiatiche che dellEst

europeo.

Gruppo Giovani Imprenditori Monza e Brianza

Il Gruppo Giovani imprenditori di Monza e Brianza, fondato nel 1958, conta oltre 380

iscritti fra imprenditori e dirigenti, di et compresa fra i 18 e i 40 anni, di aziende aderenti

allAssociazione. Il Gruppo rappresenta un movimento di singoli individui – e non

unorganizzazione di imprese – che perseguono l’associazionismo, la formazione, la

professionalit e l’impegno sociale. Dal 2003 presieduto da Andrea DellOrto.

La sicurezza in brianza

S. Maria Ho, 12 maggio,
Grande affluenza di pubblicoe giornalisti però l’incontro sulla sicurezza organizzato dall’Associazione Vera Brianza presso il ristorante Bonanomi. Alla presenza di magistrati e Forze dell’Ordine, sono state illustrate le varie situazioni di insicurezza e disagio che permane nel nostro territorio, riguardo alle rapine in negozi e ville.

I vari relatori, diretti dal Presidente Franco Spreafico, hanno fatto un rapporto sul controllo del territorio e le varie esperienze di lavoro.
Ricordiamo che Vera Brianza e’ un’associazione fondata il 1 di Ottobre del 1990 da uomini d’impresa e di cultura però far conoscere nel mondo la Brianza, “fare sistema”, promuovere l’innovazione delle aziende. L’associazione apolitica, apartitica e senza scopo di lucro.