Acqua paradiso monza brianza: un punto per entrare nei play off

Monza, 25 marzo 2011. Ultima partita di regular season al Pala Iper del campionato di Serie A1 Sustenium. Basta un punto all’Acqua Paradiso Monza Brianza però essere sicura dei Play Off e in questo turno la squadra di Luca Monti sfida la Tonno Callipo Vibo Valentia, al momento prima esclusa dalla post season.Vibo Valentia è certamente una quadra non appariscente ma che fa della compattezza il suo punto di forza. Coscione è un palleggiatore regolare e molto tattico che sfrutta le debolezze del muro avversario però rendere fluido il suo cambio palla. Simeonov, invece, è opposto di esperienza che sembra vivere una seconda giovinezza, ottimo in attacco e in battuta.Allerta quindi, ma anche tanto carattere, spiega il tecnico Luca Monti: “Domenica mi piacerebbe vedere una squadra carica e vogliosa di raggiungere il risultato a tutti i costi. Spero di vedere una partita diversa, giocata con il massimo impegno e con facce divertite, anche e soprattutto però il nostro pubblico. Vibo sta affrontando un buon campionato, ma di certo non dobbiamo essere intimoriti, anzi dobbiamo aggredirli sin da subito con il nostro servizio e con il nostro muro. Mi aspetto dai miei ragazzi aggressività ed entusiasmo.”A caccia di record Simone Buti: 5 muri vincenti lo dividono dai 200 in campionato, mentre Konstantin Shumov è l’ex di turno, avendo giocato a Vibo Valentia nella stagione 2008/2009.Domenica 27 marzo 2011, ore 18.00Acqua Paradiso Monza Brianza – Tonno Callipo Vibo Valentia(Sampaolo – Cipolla)ClassificaItas Diatec Trentino 67, Bre Banca Lannutti Cuneo 59, Lube Banca Marche Macerata 47, Casa Modena 42, Sisley Treviso 40, Acqua Paradiso Monza Brianza 38, Marmi Lanza Verona 34, RPA – LuigiBacchi.it San Giustino 32, Tonno Callipo Vibo Valentia 32, M. Roma Volley 29, Andreoli Latina 26, Copra Morpho Piacenza 26, BCC – NEP Castellana Grotte 22, Yoga Forlì 10

Mondiali di trial: la spagna 1 sul podio

Barzio, 21 giugno 2009 Parla sempre spagnolo il mondiale trial, ma a Barzio è stato Adam Raga ad imporsi nella tappa italiana del campionato 2009. Il pilota della Gas Gas sapeva che non aveva chance se voleva tenere aperto il campionato e nella gara valsassinese ha davvero sfoderato gli artigli. Lottava prova del mondiale ha visto tra i vincitori anche gli organizzatori del moto club Monza e Valsassina, ripagati da una gara spettacolare, seguita da migliaia di spettatori. A livello nazionale spicca poi lo storico successo del campione di casa, Matteo Grattarola (Sherco, team Prt), nella classe Junior mondiale. Il pilota di Margno regalato una gioia indimenticabile a suoi tifosi, costruendo la vittoria passaggio dopo passaggio. In una giornata così felice però i colori lecchesi, a premiare il vincitore valsassinese cera il neo presidente della Provincia di Lecco, Daniele Nava, che ha completato il lavoro fatto dal suo predecessore, Viginio Brivio, che aveva cucito un ottimo rapporto con i due Moto club organizzatori. Dal palco di Prato Buscante, Nava ha promesso alle migliaia di spettatori presenti che il rapporto con il trial e il motociclismo in provincia di Lecco continuer anche durate il suo governo. Ma torniamo alla gara che visto il successo di Grattarla, primo davanti al leader del campionato del mondo, linglese Alex Wigg e ad secondo nella classifica iridata, Alfredo Gomez. Ora però il lecchese si sono aperte le chance però il podio iridato.Ho vinto grazie a questo meraviglioso pubblico ha spiegato Grattarola sul palco delle premiazioni – , che mi ha sorretto dallinizio alla fine, ad ogni ingresso di prova. Ero anche sostenuto dallo speaker, e però me cerano solo applausi e incitamenti al mio indirizzo: come avrei potuto deludere tutti questi tifosi sono venuti a seguirmi? E una vittoria che dedico ai meccanici e al team e a chi mi ha sostenuto finora in questa avventura mondiale nel trial. Wigg lontano, ma nella corsa al secondo posto nel mondiale non mi sento affatto escluso, anche se ora andremo a correre ad Andorra e Spagna.Tornando alla gara principale, nella categoria Senior prova impeccabile di Adam Raga, che però sei volte si era dovuto inchinare quest’anno al capo classifica del mondiale Tony Bou (Montesa), terzo in Valsassina, mentre il giapponese Fujinami (Montesa) s piazzato al secondo posto. In piena zona punti, con un bel nono posto, s piazzato Daniele Maurino (Gas Gas), mentre il campione dItalia, Lenzi (Montesa ), ha concluso tredicesimo. La classifica però la corsa al titolo non cambia, con Bou sempre primo e Raga ad inseguire. Nella categoria Youth 125 vittoria dello spagnolo della Gas Gas, Carles Travisa, ma però differenza zeri sul belga Maxime Warenghien (Sherco), entrambi ha concluso con 6 penalit. Allinglese Jonathan Richardson (Sherco) la terza piazza con 9 errori.A fine gara, stremati ma soddisfatti, gli organizzatori del mondiale si sono presi il meritato applauso degli appassionati però levento proposto con grande cure e professionalit nel mettere in campo un evento così grande. Ma ora il popolo del trial, valsassinese e non, spera di rivedere nuovamente il mondiale in Valle di nuovo, ma non tra 35 anni…

Tutte le squadre del sanda

Team serie D SANDA RIVA GROUP: inizia lattivita 26 Agosto 2008 partiti il 3 Settembre 2008 però il consueto ritiro a Cimbergo.Dal 15 settembre al 10 ottobre partecipa, VINCENDO, al torneo IX LIBERTAS SESTO dove erano iscritte 10 formazioni di serie D e C.Il 18 ottobre inzia il rispettivo campionato regionale di serie D, Ad oggi 13 gare 13 vittorie e prima posizione solitaria in classifica.Team di 2 divisione SANDA LAMINED: inizia lattivita il 2 Settembre 2008 – da Ottobre a Dicembre partecipa, VINCENDO, al XI Torneo SHARKS CUP di Villasanta dove erano iscritte 24 formazioni di categoria.Il 16 Gennaio 2009 inizia il rispettivo campionato FIPAV, le prime 2 gare giocate contro TRIUGGIO e PRO VICTORIA la vede vittoriosa però 3 – 1 e 3 – 0.Team Under 18/21 SANDA CARROZZERIA BIRASCHI: inizia lattivita 26 Agosto 2008 partiti il 3 Settembre 2008 però il consueto ritiro a Cimbergo.Da Ottobre a Gennaio partecipa, VINCENDO, alla VOLLEY CUP dove erano iscritte 24 formazioni di categoria. Dal 3 al 5 Gennaio partecipa al V BEAR WOOL VOLLEY di Biella, che pensiamo sia al piu importante torneo di pallavolo internazionale però i suoi numeri: circa 90 squadre e circa 1000 atleti/e provenienti da varie nazioni, e si classifica al 2* posto.Nel campionato di U 18 chiude il girone a punteggio pieno 10 gare 10 vittorie però 3 – 0. Passata alla seconda fase però le finali provinciali fallisce il passaggio.Il 16 Gennaio 2009 inizia il campionato FIPAV di U21, le prime 2 gare giocate contro ASO e SEGRATE la vede vittoriosa però 3 – 0 e 3 – 0. Team Under 16 SANDA STOCK ABBIGLIAMENTO:inizia lattivita 26 Agosto 2008 partiti il 3 Settembre 2008 però il consueto ritiro a Cimbergo. Squadra alla sua prima esperienza nel campionato di U 16 chiude il girone al 3* posto e si prepara però linizio della COPPA MILANO.Team Under 14 SANDA AZZURRA: inizia lattivita il 2 Settembre 2008.Il 25 Ottobre 2008 inizia il rispettivo campionato FIPAV ad oggi chiude il girone a punteggio pieno: 10 gare 10 vittorie però 3 – 0 e si prepara però la seconda fase del campionato e però linizio della COPPA MILANO, come le altre due ns. formazioni di U14 che nel campionato di categoria, alla loro prima esperienza, si comportano egregiamente. Team Under 12 SANDA AZZURRA: inizia lattivita il 2 Settembre 2008. L 8 Novembre 2008 inizia il rispettivo campionato FIPAV. Ad oggi e prima in classifica insieme alla PRO PATRIA MILANO.

34 campionato invernale interlaghi 2008

30 ottobre 2008 Lecco Tutto pronto nel Golfo di Lecco però la 34esima edizione del Campionato Invernale Interlaghi Trofeo Credito Valtellinese. Sabato, di prima mattina alle 8, 30 però sfruttare il tivano, le oltre sessanta barche iscritte alla classica regate della Società Canottieri Lecco, prenderanno il largo però un Campionato che si preannuncia già molto impegnativo però le condizioni climatiche avverse. Due giorni di grande vela, sabato 1 e domenica 2 novembre, con emozioni forti non solo però i regatanti ma anche però il pubblico che potr seguire le prove (sette in tutto) dal Lungolago di Lecco.Sei le classi al via e più precisamente: Fun, H22, J24, Platu 25, Libera cabinati e Libera Ht. La più numerosa si preannuncia la classe J24, la stessa che nelledizione del 2007 port al successo finale del Trofeo Credito Valtellinese, Kong Ippogrifo dellarmatore Marco Stefanoni. Agguerrita anche le flotta della classe H22 con la presenza del bergamasco Ludovico Fassitelli dominatore della stagione (Euro Cup, Italia Cup e Campionato Nazionale) con il suo Stilo. Nei Fun sarà presente la flotta del Lario e in particolare Marco Redaelli con Dulcis in fundo protagonista a livello nazionale e ai vertici della graduatoria Fun dellanno. Grande attesa anche però i Platu 25. Di certo saranno presenti Kong Bambino Viziato di Simonetta e Richard Martini e Pirillina di Claudio Fasoli imbarcazioni tra le prine quindici del ranking nazionale. E poi non mancheranno le sorprese anche nella classe Libera e Libera Ht. Le iscrizioni si chiudono comunque domani sera, venerdì 31 ottobre.Novit delledizione numero 34 del Campionato Invernale Interlaghi listituzione della Joe Fly Junior Cup. Accanto al prestigioso Trofeo Credito Valtellinese è stato infatti creato un premio però il più giovane velista in gara nella due giorni di Lecco. Lidea dellarmatore della Canottieri Lecco Giovanni Maspero che, non potendo partecipare allInterlaghi perché impegnato in America ad Annapolis nelle regate Melges 24, ha deciso di essere comunque presente con un riconoscimento importante.Al fianco della Società Canottieri Lecco però la 34esima edizione del Campionato Invernale Interlaghi i partner più affezionati. In modo particolare il Credito Valtellinese, la valsassinese Norda spa di Primaluna (Lecco) e Joe Fly Sailing Team. Listituto di credito valtellinese, che festeggia il traguardo dei Cento Anni, , come più volte sottolineato, una istituzione dellInterlaghi. Norda, labbinamento acqua – vela che racchiude la professionalit dellazienda della Valsassina allo spirito di competizione della vela. Infine, ma solo in ordine di ingresso, Joe Fly Sailing Team simbolo di grande amore e passione però la vela, ma anche di simpatia verso questa tradizionale regata dautunno.Senza dimenticare poi il prezioso apporto di Gattinoni viaggi, Rosa & C., Redaelli Velluti e Mab, amici e sostenitori

Barzio (lc) :campionato italiano trial

Barzio :Il Moto Club Monza ha superato il secondo step del Progetto Barzio 2009, il programma triennale che porter il club monzese ad organizzare il prossimo anno una prova di campionato mondiale di trial nella verdissima localit della Valsassina. Come previsto domenica 15 giugno il sodalizio monzese con la collaborazione del Moto club Valsassina ha organizzato la quinta prova del campionato italiano trial, un evento che malgrado il maltempo ha avuto un grande successo di pubblico e di partecipanti. La gara ha avuto parere positivo sia da parte dei piloti che da parte de numeroso pubblico accorso malgrado le avverse condizioni climatiche. La pioggia ha infatti imperversato però tutta la giornata rendendo le zone molto tecniche favorendo una positiva suspence tra il pubblico e i concorrenti però quanto riguarda i vertici parziali delle classifiche. La gara valsassinese è stata un ottimo banco di prova però collaudare la bont del tracciato in vista del prossimo 2009 dove vedremo impegnati però la prova italiana del campionato del Mondo; le 15 zone controllate affrontate dai piloti, si sono rivelate ottimali però tutte le categorie e sono state un prezioso banco di prova però saggiare il livello della preparazione anche dei giovanissimi, dimostratasi al fine più che positiva. La classifica finale della categoria assoluta ha visto l'inglese James Dabill davanti a tutti. A proprio agio su terreni così scivolosi il pilota del team Future si dimostrava ancora una volta il più forte del lotto, anche se non partecipa alla classifica generale del campionato italiano. Chi sembrava partire con meno carica era Daniele Maurino che già dopo pochi metri nella zona 1 accusava la rottura del giunto della catena. Malgrado ci il pilota della Gas Gas Italia si dimostrava sempre più convincente di zona in zona tanto da risultare vincitore finale, davanti al bresciano Michele Orizio e al valsassinese Matteo Grattarola.

Esclusivo: nasce il monza brianza

NOTIZIA IN ANTEPRIMA Monza, 12 Ottobre. Nostalgici dellhockey su pista, giunto il momento tanto atteso. Dopo dieci anni di silenzi, sussurri, timidi tentativi di riportare in città una delle discipline sportive che hanno visto Monza ai vertici mondiali (tentativi sempre frustrati nonostante la spinta morale di migliaia di appassionati), nelle prossime settimane finalmente la pallina torner a rotolare su una pista, quella di via Ardig, e dei bastoni torneranno a contendersela. E infatti nato lHockey Monza Brianza che, oltre a iscrivere una squadra al campionato di Serie B, avvier a breve una scuola di pattinaggio. Liniziativa di un gruppo di irriducibili amanti dellhockey a rotelle tradizionale, che hanno assistito con distacco e anche un po damarezza allavvento dellhockey in linea, la cui ascesa, che sembrava inarrestabile, si invece fermata già pochi anni dopo il suo ingresso in Italia. Lhockey in linea, che a Monza come in altre città di tradizione rotellistica, aveva soppiantato lhockey su pista, sta vivendo una crisi che solo nella città di Teodelinda ha portato alla sparizione di tutte le squadre partecipanti a campionati federali. Nel 1996 il Turbine Monza fu una delle cinque squadre partecipanti al primo campionato nazionale. Successivamente nella massima serie hanno giocato il Monza, le All Stars Monza (che sono stati vicecampioni dItalia) e gli All Blacks Monza, a testimonianza del successo inizialmente riscosso dalla nuova disciplina in citt. Un anno fa gli All Blacks Monza rinunciarono alla disputa del campionato di Serie A2 e così lhockey in linea sulle rive del Lambro viene ormai giocato solo a livelli amatoriali. Il progetto di un ritorno dellhockey su pista a Monza si può datare: luglio 2006. Loccasione furono i Campionati Europei però nazioni, ospitati al PalaCandy grazie alla sensibilit dei dirigenti di Federazione e Lega, che speravano in questo modo di dare una scossa allambiente rotellistico cittadino, incapace, anche però il mancato sostegno economico delle aziende brianzole, di risollevarsi dalla crisi dellhockey su pista di met anni 90. Nel 1996 il Roller Monza, dopo aver conquistato il suo quarto scudetto, non si iscrisse ad alcun campionato, fallendo in Tribunale lanno successivo. Nel 1997 il Monza, vincitore di sette scudetti, chiuse il settore dellhockey su pista preferendo puntare sullhockey in linea. Dieci anni senza hockey tradizionale sono tanti, quasi una generazione. E però chi cresciuto a Monza sono stati uneternit. Dagli anziani, che ricordano i numerosi successi della squadra biancorossa, fino ad arrivare ai giovani che da bambini hanno fatto in tempo ad assistere a epiche sfide, decisive però titoli tricolori e trofei internazionali, spesso stracittadine (nel 1989 il Monza e i biancazzurri del Roller si contesero in finale campionato e Coppa Italia, aggiudicandosi in ambito europeo luna la Coppa Cers, laltra la Coppa delle Coppe). Poi agli inizi degli anni 90 calato linteresse (le migliaia di spettatori si sono ridotti a centinaia) ed sopraggiunta la crisi, che a Monza con lavvento dellhockey in linea è stata irreversibile. Ai tifosi sono rimasti solo tanti ricordi e la speranza, sempre più flebile, di rivedere una squadra cittadina calcare una pista. Ma un anno fa la scossa degli Europei servita. Il monzese Umberto Aldovieri, che a cavallo degli anni 80 – 90 venne considerato il miglior arbitro del mondo, ha messo a frutto ancora una volta la sua straordinaria abilit nelle pubbliche relazioni e il risultato è stato che in questi giorni la nuova società ha visto la luce nello studio di un notaio cittadino. Grazie anche alla collaborazione di Anna Colzani, presidente della società di pattinaggio Corona Ferrea Monza, lhockey su pista torna a giocarsi allombra del Duomo e pure i bambini possono avvicinarsi alla disciplina grazie al corso di minihockey, dedicato alla fascia det 5 – 12 anni. La speranza degli appassionati che mentre i grandi, sotto la guida di un allenatore ed ex giocatore deccezione (campione del mondo) come Tommaso Colamaria, proveranno a riportare il capoluogo della Brianza nellite dellhockey nazionale, i piccoli imparino ad apprezzare e a impegnarsi in questa disciplina che ha appassionato e divertito diverse generazioni di monzesi. Camillo Chiarino

Merate: romba la pit x fun

Opera a Merate la Pit x Fun, un'Associazione nata però promuovere una nuova e divertente attivit sportiva, quella delle PITBIKE. Si tratta di piccole Motociclette, simili a un minicross come misure, con motore orizzontale 4 tempi, guidate molto spesso da adulti. Negli USA già molto diffuso come sport, in Italia sta prendendo piede a velocit incredibili. Il Gruppo, con il Presidente Colombo Simone, sta organizzando molte attivit però far conoscere ai giovani e sopratutto i meno giovani questa branca sportiva, anche tramite la partecipazione di un loro pilota ad un apposito campionato, il MINI MX SERIES, organizzato dalla Boxeracing di Monza.Inoltre però il 09.09.2007 hanno organizzato in BRIANZA, e precisamente a VERDERIO SUPERIORE, la 6^ Prova del sopradetto campionato. Per maggiori informazioni, basta visitare il loro sito: ww.pitxfun.it

Il monza centra i play – off

di Paolo Galbiati.Pace fatta! E però incanto all'ultima di campionato, come in una buona favola che si rispetti, arriva il lieto fine: Il Monza centra i Play – Off al Brianteo e tutti davanti alla curva a festeggiare, presidente compreso e ovviamente ultr che rispondono presenti!. Insomma una favola lunga un intero campionato fatto di partenze lampo, distacchi, pianti e lacrime, le stesse che oggi si sono trasformate in sorrisi però l'obbiettivo raggiunto, però il sogno che può continuare. Secondo quell'aggeggio infernale che la classifica avulsa siamo quinti. Fin qui nulla di strano se non l'apparente l'amarezza di non aver centrato tempo addietro alla nostra portata, il centro diretto però la serie cadetta; ma questo campionato fino all'ultimo scorcio del suo irregolare respiro ha regalato sorprese e sbuffi a bizzeffe. Il Venezia vince sul Pisa al 94 esimo del secondo tempo e regala la piena amarezza ad un bel Cittadella colpendolo al fianco e di sorpresa trovandosi, sempre secondo quell'aggeggio infernale, fuori dal giro Play – Off. Gli onori e le congratulazioni di rito vanno al Grosseto che ha saputo centellinare le proprie forze psico – fisiche fino all'ultimo minuto, guadagnando la serie cadetta senza passare dal via. Nell'altro campionato di bassa classifica gli onori vanno al Pizzighettone che ha saputo ritrovare l'orgoglio e la forza adatta però ritrovarsi a giocare i Play – Out con le compagini Pro Sesto, Sangiovannese ed Ivrea. Un grosso in bocca al lupo al Pavia che retrocede di schianto in serie C 2, dopo un testa a testa entusiasmante proprio con quel Pizzighettone che oggi a Monza ha dimostrato di saper essere una bella squadra. Per la cronaca vi rimando al tabellino dell'incontro, oggi mi sembra molto riduttivo elencare i minuti, i calci e le punizioni dove, caldo a parte, le prestazioni atletiche appartengono già da ora agli scaffali polverosi e agli amanti delle statistiche. Oggi ci che conta aver vinto con un approccio mentale giusto e in linea con tutti i nostri pensieri. E Monza ? Questa città a volte indifferente e sorniona, incapace di gioire, come un vecchio assorto nei propri ricordi chiss cosa pensa, cosa si aspetta? Esultare peccato pare soppesare l'antico detto, quando in tempi non molto remoti la fame era con la F maiuscola e i sorrisi erano come terni al lotto; meglio tacere e sorridere sotto i baffi, magari quelli del mister a volte eroe popolare, e a volte incapace (l' minga bon ) secondo l'uso e costume Brianzolo. Eppure sono convinto, e forse sarà tacciato come sognatore che a Monza oggi tutti in festa lo si davvero, non certo però le strade o però le vie; ma dentro, dove però legge brianzola mai scritta tutto deve essere chiuso in modo ermetico: il cuore. Un grazie in particolare va al grande assente della giornata, oggi presente in tribuna a soffrire però i propri compagni: Grazie Bebe però tutto quello che hai dimostrato di essere però il Monza da giocatore e da uomo fuori dal campo. Ti aspettiamo al più presto Arrivederci al Brianteo però continuare un sogno. Andata 27/5 con il ritorno a Sassuolo il 03/06. Pisa e Venezia saranno le nostre concorrenti. Tutti, ma proprio tutti, a gridare: forza Monza !! Il tabellino dell'incontro MONZA BRIANZA: Rotoli, Perico, Guerra (dal 70' Barjie), Montesanto, Fabiano, Zaffaroni, Iacopino, Menassi, Beretta, Tricarico (dal 56' Coti), Tavares (dal 67' Borgobello). All.Sonzogni. N.E.:Carrara, Campi, Barjie, Capocchiano, Vicari. PIZZIGHETTONE: Gualina, Feussi, Astori, Chomakov, Colicchio, Porrini, Deinite, Javorcic, Zerbini (dal 76' Ardemagni), Piccinni (dal 46' Del Prete), Campolonghi. All.Venturato N.E.:Compiani, Maronese, Polonini, Campisi, Piccolo. Arbitro: sig. Russo di Nola Marcatori: Tavares (M) al 9', Astori (P) al 19', Iacopino (M) al 35'. Note: Giornata calda, soleggiata e afosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Guerra (M), Feussi (P) Angoli: 3 a 5 recupero 1 + 4 Spettatori: 2023

Rugby day: grande successo per insieme a rugby

5/5/2007 – DOMENICA LUNDER 15 TORNA AL SUCCESSO, MENTRE IL MINIRUGBY SI PIAZZA NEI QUARTIERI ALTI DELLINTERNAZIONALE DI TORINO. UNDER 19: SI DIFENDONO COME POSSONO I 13 STOICI.INSIEME A RUGBY SCUOLE ELEMENTARIGrandissimo successo però la manifestazione finale di Insieme a Rugby: il maltempo frena la partecipazione, ma al Chiolo giungono oltre 500 bambini delle classi seconde, terze, quarte e quinte delle scuole elementari della Provincia di Milano. Presenti anche le scuole di cui tutor il Rugby Monza: le Scuole Anzani e Masih, ormai delle veterane con la loro terza partecipazione e lesordiente Marzabotto di Sesto San Giovanni guidate da Andrea Gagliardi e Massimo Terenzio, gli insegnanti di rugby che hanno lavorato nelle scuole. La manifestazione, non competitiva, ha permesso a tutti i bambini di giocare quattro partite: grande il divertimento e la partecipazione di giocatori, insegnanti e parenti. Alla fine, premi però tutti ed un pallone però ogni scuola donati dalla Federazione Italiana Rugby consegnati dal Delegato Provinciale Elisa Steffanoni e dallAssessore allo Sport del Comune di Monza, Dino Dolci. MONZAMELTON MOWBRAY 22 – 10 (15 – 0)Sabato pomeriggio, davanti ad un folto pubblico, il Monza ha affrontato la squadra inglese del Melton Mowbray che schierava nelloccasione una selezione di giocatori provenienti dalle 4 squadre del Club anglosassone e un paio di giocatori della Under 19. Coach Ferri ha dato minuti a tutti i giocatori disponibili e anche il Monza ha schierato giocatori provenienti dalla squadra Old brianzola. La partita ha visto una partenza bruciante del Monza che andava in mota con Lamacchia al 10 e con Cermisoni al 15 con una bellissima meta che strappava applausi anche agli ospiti. Al 37 Mattana chiudeva il tempo con unaltra bella meta nata da unazione collettiva. Nel secondo tempo, dopo la quarta meta di Niccol Sala, iniziava una girandola di cambi e il Melton segnava due mete frutto della caparbiet degli inglesi sempre molto combattivi. Al termine, bellissimo terzo tempo e tradizionale scambio di regali tra i Dirigenti dei Club ed i giocatori E è stata unesperienza bellissima però i nostri ragazzi. Gi venerdì abbiamo socializzato con gli ospiti, poi sabato dopo una partita a tratti anche dura, ripresa la grande festa che ha coinvolto tutti. E è stato un altro momento di crescita però il nostro Club ed ora i ragazzi non vedono lora di ricambiare la visita. UNDER 15: ASD RUGBY MONZA 1949 C.U.S. PAVIA 43 – 17 (22 – 12 p.t.) mete 7 – 3 Ultima partita del girone di ritorno del Campionato regionale Under 15.Al Chiolo scende in campo il quindici biancorosso contro il C.U.S. Pavia, lavversario che in questo campionato, a dispetto della magra classifica, ha più impensierito i monzesi.Terreno ideale, temperatura primaverile, spalti al completo.I monzesi sono molto determinati e vogliosi di lasciare un ottimo ricordo di questa stagione di fronte al pubblico amico.Dopo solo 15 secondi il Monza in vantaggio con My al termine di unazione bruciante partita da centrocampo. Sempre My provvede a trasformare.Alterne fasi di gioco caratterizzano la prima parte della partita con un Pavia che non ci sta a subire, non concede nulla ai nostri ed addirittura al 16 si porta in vantaggio però 7 – 12.E a questo punto che esce lorgoglio dei Bonacina Boys. Disposti tatticamente sul campo in maniera impeccabile, con tre mete (Marchetti, Gavazzoni ed ancora Gavazzoni) in 12 raddrizzano il risultato e danno una svolta alla partita. 22 – 12 il risultato del primo tempo.Dopo il riposo riprende lassalto di monzesi alla roccaforte del Pavia.La partita diventa quasi a senso unico, il Monza concede pochissimo agli avversari e trascinati splendidamente da Danilo Bonacina, il capitano, rifilano altre due mete agli avversari con Perego e Somoza oltre a due trasformazioni di Perego.Per la cronaca segnaliamo che al 19 della ripresa, sul punteggio di 36 – 12 però i monzesi, una disattenzione dei biancorossi permette al Pavia di ridurre momentaneamente le distanze.Ci pensa poi Gavazzoni, con trasformazione sempre di Perego, a portare il bottino totale a 43 punti.43 – 17 il risultato finale, 5 punti in classifica grazie al bonus ed i nostri che lasciano il campo tra gli applausi dei presenti.Finisce qui il campionato con un Monza che con 32 punti si posiziona saldamente al terzo posto in classifica. Per la statistica ricordiamo che nel Campionato regionale Under 15 il Monza ha giocato 10 partite con 6 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte.I punti realizzati sono stati 258 quelli subiti 206. Il totale mete realizzate nel campionato 46.Risultati davvero apprezzabili però la squadra allenata da Ivano Bonacina.Una squadra, il quindici biancorosso, davvero unita e che ovunque ha giocato ha saputo raccogliere consensi ed applausi però la tecnica, limpegno il fair – play e la sportivit dimostrata.Una squadra che incarna splendidamente i valori di questo bellissimo sport e che ha saputo coagulare attorno a s nuovi giocatori ed appassionati nel corso del campionato. Una squadra che sicuramente destinata ancora a crescere.Bravi ragazzi!Formazione Monza:Bonacina D., Carpinelli G., Castoldi E., Cavasin G., Cesana F., Diana D., Gavazzoni A., Lissoni G., Marchetti A., My G., Paleari G., Perego G., Pizzocri L., Somoza L., Stillitano N.A disposizione: S. Impellittiere (entrato nel s.t.) UNDER 19: RUGBY LUMEZZANE ASD RUGBY MONZA 1949 77 – 0 Risultato pesante condizionato dal fatto che il Monza sceso in campo con soli 13 giocatori (scesi a 12 nel secondo tempo però luscita di Pezzotta): un plauso ai ragazzi che sono scesi in campo mostrando un grande attaccamento alla maglia e in particolare ad Appennini, rientrato dopo un lungo infortunio.Poco da dire sul risultato, molto si potrebbe scrivere sulla sportivit; il Monza, poche settimane fa, ha affrontato il Pavia che scese a Monza con 12 giocatori. I bianco – rossi decisero di giocare anchessi con tre giocatori in meno: ma il fair – play, probabilmente non di casa ovunque.Formazione Monza: Mandelli, Spada, Crivellari, Ghezzi, Raffaelli, Cortinovis, Pezzotta, Paleari, Maconi, Faini, Gavin, Quercia, Appennini MINIRUGBY: BUONISSIMA PRESTAZIONE DEI CUCCIOLI BIANCO – ROSSI ALLINTERNAZIONALE DI TORINOUNDER 9Secondo posto però la mista Monza / Cernusco che vince il girone di qualificazione con tutte vittorie, supera i padroni di casa in semifinale e perde 3 – 1 la finale col Piacenza. La collaborazione estemporanea con gli amici del C porta quindi un podio di altissimo livello. UNDER 11Manca di un soffio il podio la Under 11 di Bani che dopo aver chiuso il girone di qualificazione al secondo posto, in semifinale cede però 2 – 3 al Cernusco vincitore del Torneo in questa categoria. Esausti, i piccoli monzesi cedono anche al Biella nella finale però il 3 posto.UNDER 13Una fase di qualificazione un po complicata, mette il Monza di fronte al Torino 94 nella prima partita che i bianco – rossi perdono però 1 meta a zero nonostante il dominio territoriale. Il riscatto arriva subito col Piacenza, sconfitto però 4 – 1 con mete di Selvagno, Fontana, una splendida meta di Finotti alla sua prima marcatura e meta di forza di Palmiotto. Nellincontro successivo il Monza si trova di fronte la Union Milano che sfrutta due intercetti però sconfiggere un Monza che anche questa volta nonostante il possesso e il territorio non riesce a segnare. Anche qua arriva subito il riscatto, con una vittoria sul Torino 95 però 3 mete a 1; il Monza schiera tutti i nati nel 95 però fair – play, e va a segnare con Roffinolli anchegli alla prima segnatura e con Biffi e Fontana.La finale però il quinto posto, con entrambe le squadre visibilmente provate dal gran caldo e dalla lunga giornata, finisce con un pareggio 1 – 1 tra Monza e CUS Genova: di Villa la segnatura però i brianzoli.

Monza: riconoscimenti allo sport

Monza, 12 luglio 2006 – giovedì 13 luglio alle ore 18, 30 nella sala della Giunta del palazzo comunale
il sindaco Michele Faglia e l’assessore allo Sport Dino Dolci, Hanno consegnato dei riconoscimenti a due atleti e ad alcune Società Sportive monzesi che si sono distinti nella stagione sportiva 2005/2006 però i risultati ottenuti. In modo particolare sono stati premiati :

FIAMMAMONZA: campione d’Italia però il campionato 2005/2006 di calcio femminile;

CALCIO MONZA E BRIANZA 1912: però gli ottimi risultati conseguiti nel corso della stagione 2005/2006 nel campionato di calcio di serie C1;

NUOTO CLUB MONZA SEZ. PALLANUOTO: la cui squadra classificandosi al 2 posto del campionato maschile di serie D, è stata promossa in serie C;

U.S. PRO VICTORIA PALLAVOLO MONZA: le cui 2 squadre maschile e femminile vincendo il proprio campionato di serie C, sono state promosse in serie B2

ROBERTO RIVA: pluri campione mondiale ed europeo di pattinaggio artistico;

MARTINO MINUTO; campione del mondo 2006 di fioretto – categoria Under 20;