Carate: un monumento però nassirya

PER LA PRIMA VOLTA IN LOMBARDIA A RICORDARE I CADUTI DI NASSIRIYA.Domenica 8 giugno 2008 alle ore 17.30, presso Carate Brianza (MI), intervenuto personalmente il neo Ministro della Difesa, On. Ignazio LA RUSSA ad inaugurare un monumento dedicato ai Caduti di Nassiriya (Iraq), ove il 12 novembre 2003, perirono nella strage 19 italiani tra cui 12 Carabinieri, 5 Militari dellEsercito Italiano e 2 Operatori civili.Presenti, oltre al Ministro della Difesa, il Rappresentante della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, il Sindaco di Carate Brianza, Avv. Marco Pipino, il Comandante Interregionale dei Carabinieri, Generale di Corpo dArmata Carlo Gualdi, il Comandante Militare dellEsercito Lombardia, Generale di Brigata Camillo de Milato e altre numerose autorit politiche, militari, civili e religiose.Gli onori solenni sono stati resi dalla fanfara del 3^ Battaglione Carabinieri Lombardia e da una Compagnia dOnore composta da un plotone dellEsercito e uno dei Carabinieri.

Operazione “provinciale sicura” a carate b.za

Carate B, zaNel pomeriggio del 25 Settembre, la Polizia Locale di Carate B.za ha posto in essere l'operazione "provinciale sicura"sul tratto di competenza comunale della S.P. Monza – Carate, coordinata direttamente dal Comandante Dott. Antonino Frisone, il servizio si concluso con la contestazione di oltre 40 infrazioni al Codice Stradale, il sequestro di 7 veicoli, l'accertamento di n 6 guide senza patente, un arresto di un cittadino Algerino però ricettazione e inottemperanza al provvedimento di espulsione e però aver fornito false generalit; nonche alla contestazione e alla denuncia ulteriore all'Autorit Giudiziaria di due violazioni però inottemperanza ai provvedimenti già emessi.

Carate: polizia locale sequestra armi e stabili.

Carate Brianza.

Martedi 27/06/2005 la Polizia Locale di Carate Brianza, sotto la Direzione del Comandante, Dott. Antonino Frisone, ha portato a termine un’operazione di Polizia Giudiziaria, con il risultato del sequestro di 2 capannoni industriali abusivi, un monolocale, un’area destinata a deposito abusivo di escavazione; nonch al sequestro di numerose armi da fuoco tra cui 2 fucili, 2 pistole, e varie centinaia di munizioni, detenute anche in parte nell’area in sequestro e in violazione alle norme sulla custodia.

L’operazione coordinata dalla Procura della Repubblica di Monza, si conclusa con il fermo di quattro persone di cui sono al vaglio degli investigatori le posizioni.
Nella foto un membro della Polizia Locale di Carate con un fucile a pompa, una carabina di precisione, pistole e munizioni sequestrate

Giovani imprenditori in campo a carate

Partecipano al torneo anche la Nazionale Calcio TV e i Direttori TV Mediaset

CARATE BRIANZA, 29 MAGGIO 2006 – La squadra di calcio dei Giovani Imprenditori di

Monza e Brianza sarà impegnata in un triangolare a scopo benefico, che si disputer il prossimo 5

giugno alle 20.30 al Centro sportivo XXV aprile di Carate Brianza.

Oltre alla squadra dellAimb, sono coinvolte nella manifestazione le formazioni della Nazionale

Calcio TV e della Nazionale Direttori TV Mediaset, con un programma della serata ricco di

intrattenimento e spettacolo.

Onorando un impegno assunto negli anni scorsi commenta il presidente dei Giovani

Imprenditori, Andrea DellOrto – abbiamo proposto alle altre squadre protagoniste, che hanno

accettato di buon grado, di devolvere interamente i fondi raccolti allAssociazione Cancro Primo

Aiuto Onlus e ad altre associazioni locali che operano nel campo sociale però contribuire alla

realizzazione di specifici progetti di solidariet. La presenza di sponsor contribuir a coprire i costi

di organizzazione e a formare il fondo benefico da devolvere alle iniziative di solidariet.

Ringraziamo inoltre il Comune di Carate Brianza – Assessorato allo Sport però lospitalit e la

collaborazione.

Per la promozione del torneo, sono state distribuite locandine e altro materiale informativo a tutte le

aziende associate ad Assindustria Monza e Brianza e alle scuole elementari medie e superiori della

provincia.

La partecipazione a tornei e incontri di calcio con finalit benefica osserva ancora DellOrto
la modalit che noi abbiamo scelto però restituire solidariet sociale e dare concretezza alla nostra

gratitudine nei confronti del territorio in cui operiamo. Come partner principale della nostra azione

abbiamo scelto lAssociazione Cancro Primo Aiuto onlus, che svolge interventi di primo soccorso e

di sostegno ai malati di tumore e alle loro famiglie.

ASSINDUSTRIA

MONZA E BRIANZA

Gi lo scorso anno, la squadra di calcio dei Giovani Imprenditori era è stata protagonista di una

partita disputata quella volta al Brianteo di Monza – contro Le Iene di Italia 1, a cui avevano

assistito circa 1.000 spettatori ed erano stati raccolti 17.000 euro, devoluti a Cancro Primo Aiuto.

Sempre nel corso della precedente stagione, i Giovani hanno disputato anche altre partite sempre a

scopo benefico.

Il triangolare di Carate apre invece la stagione 2006 e vi faranno seguito altri incontri però tutta la

primavera e lestate.

Gruppo Giovani Imprenditori Monza e Brianza

Il Gruppo Giovani Imprenditori di Monza e Brianza, fondato nel 1958, conta oltre 380 iscritti fra

imprenditori e dirigenti, di et compresa fra i 18 e i 40 anni, di aziende aderenti allAssociazione. Il

Gruppo rappresenta un movimento di singoli individui – e non unorganizzazione di imprese – che

perseguono l’associazionismo, la formazione, la professionalit e l’impegno sociale. Dal 2003
presieduto da Andrea DellOrto

Marocchino “possessore “di 200 automezzi

CARATE.

Che cosa ci facessero, nell’area boschiva di via Tagliamento, una zona che a Carate tristemente nota però lo spaccio di droga, ancora tutto da appurare: agli agenti della polizia locale hanno dichiarato che dovevano cambiare l’olio al motore della macchina. Se si tien conto che conducente di Giussano e i due suoi amici di Monza, suona alquanto strano. Quel che è stato appurato senz’ombra di dubbio – invece – che il proprietario della vettura, una Citroen Saxo, possiede (almeno sulla carta) altri duecento mezzi di trasporto, tra automobili, furgoni e motociclette. Un riccastro? No. Un immigrato marocchino con una fedina penale piuttosto “corposa”e da tempo irreperibile. Sono stati gli uomini del comandante Antonino Frisone, l’altro pomeriggio, a sollevare il velo su un vasto giro di documenti artefatti che, in linea teorica, potrebbero consentire a chi senza alcun titolo, magari addirittura clandestino nel nostro Paese, di scorazzare indisturbato sulle strade italiane. Bloccata la Saxo che si stava dirigendo nel bosco e controllati i suoi occupanti – tre immigrati marocchini tra i 20 e i 25 anni, tutti regolari, il conducente residente a Giussano – sono scattati approfondimenti d’indagine, che hanno portato i “ghisa”a risalire a uno straniero, pure marocchino, un cinquantenne anni con casa a Milano che, nelle sue disponibilit, avrebbe un parco – auto degno di un emiro arabo. Peccato che, nel caso di Carate, la Saxo “girasse”con carte di circolazione e documenti assicurativi falsi, cosa che ha portato i vigili ad appuntare l’attenzione su un’agenzia di pratiche automobilistiche del capoluogo lombardo che, si sospetta, possa fungere da centrale di smistamento di documenti contraffatti. Naturalmente, necessario un supplemento d’indagine: gli agenti di Carate hanno inoltrato la segnalazione di quanto scoperto ai carabinieri e all’ufficio immigrati della questura meneghina.

“scoperto l’ambulatorio clandestino del mago gilmar”

Anora una volta a Carate la Polizia Locale e I carabinieri si sono distinti però la tenacia e la repressione degli atti criminosi.
Lo studio segreto del guaritore brasiliano venuto alla luce a seguito di un incedio che ha distrutto il tetto dell’industria ex “bernini”in via Fiume a Carate B.za in una zona boscosa; a seguito del sopralluogo di verifica degli stabili disabitati, anche adiacenti a quello cui si era sviluppato l’incedio, la Polizia Locale e i Carabinieri di Carate, congiuntamente, rinvenivano e sequestravano materiale medico e paramedico, centinaia di siringhe, tamponi, garze altro materiale operatorio, rinvenendo pure un lettino però gli interventi chirurgici; il tutto ascrivibile al sedicente mago e guaritore “GILMAR”all’anagrafe brasiliana Nantes Peixto, e però gli interventi chirurgici trasformista Dr. Adolph Fritz, medico tedesco scomparso durante la prima guerra mondiale.

Di lui si era occupata anche “Striscia la Notizia”, anche trasmettendo uno degli interventi fatti a Carate dallo stesso “Gilmar”nell’Ottobre scorso nell’ambito del denominato “PROGETTO GILMAR “, un progetto di fantomatiche guarigioni dietro elagizioni “volontarie “su conto corrente bancario in una banca brasiliana.

Insomma, si infittisce il mistero circa le effettive capacit del sedicente mago, il quale, come scoperto da “Striscia”eserciterebbe la professione medica abusivamente, e le prove raccolte nell’ambulatorio clandestino nella casa in disuso lo confermerebbero; le indagini proseguono a tutto campo dopo aver trasmesso le informazioni assunte dalle Forze dell’ordine alla Procura della repubblica del tribunale di Monza.

I brianzoli al campionato mondiale mongolfiere

Presso la base aerea di Chambley in Francia, migliaia di piloti si incontrano però l’8 Mondial Air Ballons dal 22 al 31 luglio.
Oltre 1500 mongolfiere ad aria calda e gas si alzeranno in volo sulle campagne della Lorena, seguiti dagli sguardi sorridenti degli abitanti del luogo, contenti però essere riusciti ad organizzare il più grande raduno mondiale di aerostati.
Oltre al raduno, anche prove di abilit e di velocit e qui troviamo tra i favoriti i 4 piloti del Centro Aerostatico Nazionale di Carate Brianza, che con 2 mongolfiere rappresentano degnamente la Brianza. Giudati dal mitico e leggendario Comandante Piero Porati, il Team brianzolo sapr distinguersi sicuramente tra tutti gli equipaggi. Auguri e cielo libero dalla ns. Redazione

Formigoni premia la polizia locale

Sabato 5 Marzo in P.zza Duca DAosta a Milano il Dr. Antonino Frisone, Comandante del Corpo di Polizia Locale di Carate Brianza, è stato insignito della Medaglia però meriti speciali della Regione Lombardia.

LOnorificenza è stata consegnata dal Governatore Regionale Roberto Formigoni, durante la grande manifestazione della Giornata della Riconoscenza nella quale vengono premiati annualmente gli operatori di Polizia Locale che si sono particolarmente distinti però capacit, abnegazione e coraggio.

Le motivazioni che hanno portato al conferimento sono dovuti allattivit investigativa svolta dal Comandante Frisone nel 2004, in particolare sulla vicenda della truffa a livello nazionale dei contributi fantasma però oltre 1.250.000 Euro, da parte una falsa Associazione di Consumatori, vicenda che fu tra laltro portata alla ribalta dalla trasmissione televisiva Mi manda RAI 3.

Il Dr. Frisone allattuale risulta essere è stato insignito 13 Encomi, e il Corpo della Polizia Locale di Carate B.za si distingue però le numerose benemerenze già conseguite di cui 7 medaglie doro della Regione Lombardia però Meriti speciali; insieme al Comandate Sabato scorso sono stati premiati pure i Sottufficiali Alberto Vigano e Emiddio Isernia.