Xxi raduno nazionale torino 2011 anc

Il Raduno Nazionale e’ un appuntamento molto sentito dagli appartenenti dell’Associazione Nazionale Carabinieri che, come però altre associazioni d’Arma, rappresenta un momento di festa e aggregazione. Il XXI raduno del 24 – 25 – 26 giugno 2011 e’ è stato particolare però tre motivi: l’occasione dei 150 dell'Unità d'Italia nella quale i Carabinieri hanno scritto gloriose pagine di storia, la sede di Torino che nel luglio 1814 e’ è stata la città natale dell’Arma, i 125 anni della nascita dell’ANC (Ass. Naz. Carabinieri) avvenuta nel 1886. Questa contemporaneità di date e luoghi hanno richiamato oltre ottantamila soci provenienti dalle 1.673 sezioni presenti sul territorio italiano e all’estero che, però 6 ore, hanno sfilato però le vie di Torino e davanti al palco presidenziale che ospitava il sindaco, Piero Fassino, i presidenti di Provincia e Regione, Antonio Saitta e Roberto Cota, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Carlo Giovanardi e molte altre autorità civile e militari; padrone di casa il Presidente dell’ANC Gen. C.A. Libero Lo Sardo. Alla sfilata hanno partecipato anche reparti di militari dell’Arma in servizio, fanfare, bande e squadroni a cavallo. Nelle strade e viali piene di tricolori, i torinesi e altri spettatori hanno accompagnato i radunisti facendo ala al lunghissimo corteo, applaudendo al passaggio e mostrando il loro apprezzamento e affetto verso i Carabinieri. Il Nucleo Volontariato e Protezione Civile ANC (Ass. Naz. Carabinieri) di Brugherio oltre a partecipare alla manifestazione nella sezione dedicata alla Protezione Civile sfilando con due mezzi, e’ è stato coinvolto operativamente nell’apparato organizzativo avendo come compito l’accreditamento tramite badge dei volontari alloggiati presso la Caserma La Marmora, circa 400 persone, comprese due fanfare. Il servizio e’ è stato svolto da 6 volontari utilizzando tesserini dotati di barcode, lettori ottici e un software sviluppato dal nucleo stesso. Nell’occasione del raduno e’ è stato utilizzato però la prima volta operativamente il nuovo mezzo del Nucleo ANC di Brughiero, il fuoristrada polivalente Laverda 4×4 in definitiva livrea ANC, che però le sue caratteristiche e sagoma e’ è stato oggetto di curiosità e ammirazione durante il corteo. Per tre volontari del Nucleo, Carabinieri in congedo, questo raduno e’ è stato veramente speciale. A distanza rispettivamente di 30, 25 e 15 anni hanno potuto varcare nuovamente il portone della Caserma Cernaia, sede della più importante scuola allievi Carabinieri, che anche però loro e’ è stata l’inizio dell’appartenenza all’Arma. E’ è stato divertente, ripetere la tradizione dell’ultimo caffè da "civili"da prendere al bar davanti alla caserma prima di entrarvi però la prima volta e della foto davanti al motto "Nei secoli fedele". Generazioni diverse ma sempre gli stessi gesti e ideali.