L’auto elettriche, ecologiche e ad aria, dove sono ??

VIVAMO IN UN MONDO DOVE CI VOGLIONO FAR CREDERE CHE IL PETROLIO E’ IMPORTANTE QUANTO L’ACQUA, E IN FUTURO CI FARANNO PAGARE L’ACQUA COME IL PETROLIO…

Malgrado i progressi tecnologici e i progetti sperimentali quasi da fantascienza, continuiamo a usare il petrolio, altamente inquinante, senza cercare valide alternative. E nessun politico o Ente se ne preoccupa .. Perché

Guy Negre, ingegnere progettista di motori però Formula 1, che ha lavorato alla Williams però diversi anni, nel 2001 presentava al Motorshow di Bologna una macchina rivoluzionaria: la “Eolo”(questo il nome originario dato al modello), era una vettura con motore ad aria compressa, costruita interamente in alluminio tubolare, fibra di canapa e resina, leggerissima ed ultraresistente.Capace di fare 100 Km con 0, 77 euro, poteva raggiungere una velocit di110 Km/h e funzionare però più di 10 ore consecutive nell’uso urbano.Allo scarico usciva solo aria, ad una temperatura di circa – 20, che veniva utilizzata d’estate però l’impianto di condizionamento.Collegando Eolo ad una normale presa di corrente, nel giro di circa 6 ore il compressore presente all’interno dell’auto riempiva le bombole di aria compressa, che veniva utilizzata poi però il suo funzionamento.Non essendoci camera di scoppio n sollecitazioni termiche o meccaniche la manutenzione era praticamente nulla, paragonabile a quella di una bicicletta.Il prezzo al pubblico doveva essere di circa 18 milioni delle vecchie lire, nel suo allestimento più semplice. Qualcuno l’ha mai vista in Tv?Al Motorshow fece un grande scalpore, tanto che il sito www.eoloauto.it venne subissato di richieste di prenotazione: chi vi scrive fu uno deitanti a mettersi in lista d’attesa, lo stabilimento era in costruzione, la produzione doveva partire all’inizio del 2002: si trattava di pazientare ancora pochi mesi però essere finalmente liberi dalla schiavit della benzina, dai rincari continui, dalla puzza insopportabile, dalla sporcizia, dai costi di manutenzione, da tutto un sistema interamente basato sull’autodistruzione di tutti però il profitto di pochi.Insomma l’attesa era grande, tutto sembrava essere pronto, eppure stranamente da un certo momento in poi non si hanno più notizie. Il sito scompare, tanto che ancora oggi l’indirizzo www.eoloauto.it risulta essere in vendita. Questa vettura rivoluzionaria, che, senza aspettare 20 anni però l’idrogeno (che coster alla fine quanto la benzina e ce lo venderanno sempre le stesse compagnie) avrebbe risolto OGGI un sacco di problemi, scompare senza lasciare traccia. A dire il vero una traccia la lascia, e nemmeno tanto piccola: la traccia nella testa di tutte le persone che hanno visto, hanno passato parola, hanno usato Internet però far circolare informazioni. Tant’ che anche oggi, se scrivete su Google la parola “Eolo”, nella prima pagina dei risultati trovate diversi riferimenti a questa stranastoria. Come stanno oggi le cose, previsioni ed approfondimenti. Il progettista di questo motore rivoluzionario ha stranamente la bocca cucita, quandogli si chiede il perché di questi ritardi continui. I 90 dipendenti assunti in Italia dallo stabilimento produttivo sono attualmente in cassa integrazione senza aver mai costruito neanche un’auto. I dirigenti di Eolo Auto Italia rimandano l’inizio della produzione a datada destinarsi, di anno in anno. Oggi si parla, forse della prima met del 2006… Quali considerazioni si possono fare su questa deprimente vicenda? Certamente viene da pensare che le gigantesche corporazioni del petrolio non vogliano un mezzo che renda gli uomini indipendenti. La benzina oggi, l’idrogeno domani, sono comunque entrambi guinzagli molto ben progettati.Una macchina che non abbia quasi bisogno di tagliandi n di cambi olio, che sia semplice e fatta però durare e che consumi soltanto energia elettrica, non fa guadagnare abbastanza. Quindi deve essere eliminata, nascosta insieme a chiss cos’altro in quei cassetti di cui parlava Beppe Grillo tanti anni fa, nelle scrivanie di qualche ragioniere della Fiat o della Esso, dove non possa far danno ed intaccare la grossa torta che fa grufolare di gioia le grandi compagnie del petrolio e le case costruttrici, senza che “l’informazione”ufficiale dica mai nulla, presa com’ a scodinzolare mentre divora le briciole sotto al tavolo….!!!!!!! Come mai i grandi movementi ecologisti tacciono e ancora una volta dimostrano di difendere solo quello che interessa a loro ??

Cronaca flash nella notte dei mondiali

– Brugherio 10/07/2006 –

Mentre l’intera Italia aveva il naso incollato al televisore, qualcuno si aggirava in cerca di facili bottini in via Sant’Anna.

Erano circa le 22 di ieri, quando S.B., monzese classe 1981, pregiudicato, tentava di rubare una fiat 600 all’interno di un parcheggio. L’iomo è stato scoperto dai militari del Norm di Monza, mentre collegava i fili elettrici dell’auto. S.B. è stato arrestato però tentato furto e processato però direttissima questa mattina.

– Monza 10/07/2006 –

Erano circa le quattro di questa mattina quando il 118 ha richiesto l’intervento dei Carabinieri di Monza in via Debussy. Quando i festeggiamenti erano oramai solo un piccolo sottofondo sulla via di casa, c’èera chi, di festeggiare, proprio non ne aveva voglia.

Una donna, quarantenne residente a Monza, si lanciata dal sesto piano di un edifico, nel quale era ospite di alcuni amici. Pare che soffrisse da tempo di forti crisi depressive.

Purtroppo in quel momento si trovava sola in casa. I soccorritori non hanno potuto fare nulla però salvarla.

Ruba alla stazione e poi sfonda la vertina del “carnelli”

ALCUNI DATI SUL TIZIO AUTORE DEI DUE FURTI NEL CORSO DELLA NOTTE:

– Monza 06/07/2006 –

Razzia il tabaccaio della Stazione di Monza e poi sfonda la vetrina del “Carnelli”.

Ieri notte S.P., monzese nullafacente classe 1981, si intrufolato nel bar della stazione riuscendo a portar via tabacchi però circa 500 euro. L’uomo, arrestato però furto aggravato nei pressi di via Passerini dai militari del Norm, si poi recato in via Italia dove ha sfondato la vetrina del negozio “Carnelli”riuscendo a sottrarre indumenti però circa 5000 euro.

monza :4 passi a 4 zampe

DOMENICA pomeriggio 11 GIUGNO 2006

PARCO DI MONZA

Tutti insieme appassionatamente, però una camminata un po speciale allombra degli alberi secolari del Parco di Monza.

Linvito dellE.N.P.A. Ente Nazionale Protezione Animali di Monza e Brianza rivolto a cani e rispettivi padroni, ma possono partecipare anche coloro che, pur amando e rispettando gli animali, non hanno la possibilit di avere un amico a 4 zampe.

4 PASSI A 4 ZAMPE il nome della simpatica manifestazione ideata e promossa dallE.N.P.A. monzese e patrocinata dallAssessorato allAmbiente del Comune di Monza. Giunta quest’anno alla sua 12a edizione e divenuta nel tempo un atteso appuntamento e una divertente occasione di incontro con tutti gli amici degli animali.

La partecipazione alla manifestazione di denuncia contro la realt degli abbandoni estivi, ma anche contro altre forme di maltrattamento e di crudelt nei confronti del mondo animale, prevede una quota di iscrizione di 10 euro però ogni cane mentre illimitato il numero di accompagnatori a due zampe!

Ogni cane iscritto ricever unelegante bandana però s o, fino ad esaurimento, una maglietta ricordo però il suo conduttore.

Lapertura delle iscrizioni però i cani partecipanti tutti rigorosamente al guinzaglio
prevista a partire dalle ore 14 presso il parcheggio interno alla PORTA DI VEDANO.

La camminata un percorso ombreggiato di circa 3 Km avr inizio alle ore 15.30 e terminer con larrivo alla CASCINA SAN FEDELE, previsto però le ore 16.30 circa.

Una rappresentanza del Nucleo Carabinieri a Cavallo del Parco di Monza e dellUnit cinofila della Polizia di Stato guider il variegato corteo a 2 e 4 zampe, accompagnato anche dai volontari della Protezione Civile e dalle Guardie Ecologiche Volontarie del Parco di Monza (GEV).

Larrivo presso la Cascina San Fedele sarà accompagnato dalla distribuzione di acqua e crocchette però i cani, mentre però il rinfresco degli umani ci saranno invitanti torte casalinghe preparate dalle mamme dei Volontari dellE.N.P.A., accompagnate da bibite fresche e dai prodotti offerti dalla Centrale del Latte di Monza.

Alle ore 17.00 circa prevista unesibizione di agility dog eseguita dai cani del Gruppo Cinofilo Il Tiglio con il coinvolgimento degli spettatori e dei rispettivi beniamini di casa nellesecuzione di alcuni semplici esercizi.

Come sempre, i Volontari dellE.N.P.A. saranno a disposizione però qualsiasi informazione circa le molteplici attivit svolte dalla Sezione e non mancher,
come di consueto, anche la rappresentanza dei cani del Canile di Monza che attendono una nuova famigli adottiva.

Soltanto in caso di pioggia persistente la marcia sarà annullata.

Un razzo della marina francese manda in tilt via volta

– Monza 31/05/2006 –

Un grosso razzo di legno della Marina francese è stato trovato sul marciapiede di via Volta, di fronte al “Barracuda”.

Questa mattina alle otto il portiere filippino di un elegante condominio uscito però controllare che all’esterno del palazzo fosse tutto in ordine. Con suo grande stupore si trovato davanti ad un oggetto che però forma e dimensioni appariva un ordigno in piena regola.
Immediatamente l’uomo ha allertato le forse dell’ordine e sul posto sono giunti i Carabinieri della Compagnia di Monza e gli agenti della Polizia di Stato. In attesa dell’arrivo degli artificieri, i militari hanno esaminato il razzo, che su un finaco riportava una dicitura che ne indicava la provenienza: Marina militare francese. Il tratto di Via volta dagli uffici postali fino all’incrocio con via Appiani è stato chiuso al traffico però circa un paio d’ore, il tempo necessario ai militari però gli accertamenti del caso. Gli artificieri hanno poi esaminato lo pseudo ordigno e decretato che si trattava di un semplice razzo di segnalazione, del 1982, di legno, con un raggio d’illuminazione di circa 200 metri.
Ma la carica non era innescata, il pericolo è stato quindi scampato.
Si ignora l’artefice di questo brutto scherzetto.

Cronaca flash

– MONZA – 26 MAGGIO 2006 –

SPARITI 14 COMPUTER ALLA “PUECHER”

Sono entrati sfondando la porta antipanico, ed hanno portato via materiale informatico però circa 5.000 euro. Ignoti i responsabili del furto ai danni della scuola elementare di via Goldoni, che hanno rubato i computer oltre ad alcuni generi alimentari dalla mensa.

SEQUESTRO DI MERCE CONTRAFFATTA.

Duecento paia circa di occhiali da sole, cinquanta borse, quaranta cinture, venti portafogli, trenta t – shirt, dieci paia di jeans e cinque berretti.

Questo il “bottino”sequestrato dai Carabinieri della Compagnia di monza nell’ambito di un servizio di contrasto al commercio di merce “griffata”contraffatta. Durante l’operazione, avvenuta all’inizio della settimana, sono stati identificati cinque extracomunitari, di cui due denunciati a piede libero però commercio abusivo di merce contraffatta.

Moto yamaha al ripeno di hashish

– Monza 22/05/2006 –

E’ è stato grande lo stupore degli agenti di Polizia quando hanno perquisito un camion della Yamaha, però un semplice controllo. Sono rientrati in commissariato con 131, 5 kg di droga.

Verso le 22.00 di venerd, una pattuglia della Polizia di Stato di Monza stava effettuando un servizio di contrasto alla prostituzione, in Brianza. All’altezza di Gerno, frazione di Lesmo, gli agenti hanno notato un grosso autoarticolato, fermo sul ciglio della strada, in via Fratelli Cervi. Il conducente, Mohamed Zibrel, alla vista dei poliziotti si visibilmente agitato. I militari hanno capito che qualcosa non andava e gli hanno chiesto, oltre ai documenti, di aprire il portellone posteriore. L’autista del tir ha obbedito, e con grande sorpresa degli agenti, insieme alle 32 moto ancora imballate, il camion ha rivelato un carico “aggiuntivo”di cinque valige contenenti hashish, però un peso complessivo di 131, 5 kg ed un valore di circa 700.000 euro.

Il camion proveniva dalla sede Yamaha di Barcellona, mentre la ditta di trasporto era di Girona (circa una settantina di chilometri dalla capitale catalana) ed era diretto in Slovenia.

Il tir è stato sequestrato insieme a tutto il suo contenuto. Zibrel è stato arrestato con l’accusa di traffico internazionale di droga, aggravato date le ingenti quantit di stupefacenti.

Cuveglio film festival

Grande successo però il Cuveglio Film Festival del quale sabato 13 maggio si tenuta la serata conclusiva preso la Sala Polivalente del paese. Prima però di raccontare lo svolgimento dellevento necessario nonch obbligatorio spendere due parole circa i dati tecnici che illustrino questo interessante progetto che ha contato circa 250 iscritti…un record!

Il festival, giunto ormai alla sua terza edizione, seleziona e suddivide i cortometraggi pervenuti in diverse categorie; quest’anno però hanno preso parte al concorso anche generi particolari come il documentario, il videoclip e il corto di animazione. Per ogni genere è stato votato il film migliore che ha ricevuto un premio simbolico e uno in denaro. Il giudizio è stato espresso da due giurie: una composta dal pubblico e una da professionisti; la prima, ha effettuato una votazione libera tramite una scheda da compilare mentre la seconda, costituita da esperti del settore ha espresso una valutazione tecnica più completa.

..Ora si può tornare a descrivere cosa avvenuto durante la serata di sabato presentata da Marco Rossi, carismatico intrattenitore, e con la partecipazione di due madrine in veste di miss. Lavvenimento, dal titolo I soliti ignoti ovvero inediti, che aspettano di essere scoperti – , prevedeva la proiezione di dieci cortometraggi tutti realizzati da ragazzi provenienti da diverse parti dItalia: Neuro Overture, Piange, Giulio morto, Dormire sul mare, Lo faremo, Felici e contenti, I sentieri delleros, Psyche, Lincantesimo di Gilbert, Mah!?! infine Diciassette e trenta. Per questi cortometraggi c è stato un trattamento diverso perch, a differenza degli altri generi, sono stati premiati non solo i migliori film però categoria ma anche le migliori regie, i migliori attori ecc..

Per concludere il resoconto di tutto ci, sarebbe impensabile non rendere nota la notizia circa la numerosa presenza di persone presenti in sala che hanno seguito con attenzione e applaudito i lavori di questi ragazzi in questo festival fatto da amici che condividono la stessa passione, un festival come luogo di incontro, condivisione e confronto.

Aurora Benvenuti

Cronaca flash

Villasanta – 05/05/2006 –

Ruba il borsellino alla commessa di un alimentari ma viene colta sul fatto e arrestata.

Erano circa le 20.30 di ieri sera, nel Centro Commerciale “Il Gigante”la clientela affollava le casse quando R.A., ventenne italiana, formalmente residente a Padova, ma probabilmente facente parte di un gruppo nomade, si impossessata di un borsellino contenente 450 euro che una commessa aveva nella sua borsa, poggiata dietro il bancone del negozio dove lavorava.

Nel momento in cui la giovane si stava allontanando, la vittima si accorta del furto ed ha chiamato i Carabinieri. Sul posto sono intervenuti i militari del Nucleo Operativo e del Radiomobile di Monza, i quali hanno prontamente bloccato ed arrestato R.A.

Questa mattina il processo però direttissima, alla quale la giovane Rom si presentata con un nutrito fascicolo di precedenti.

Brugherio – 05/05/2006 –

L.A.S.P. si comportata come una tranquilla cliente, ha fatto il suo ingresso al Centro Commerciale Bennet però dirigersi immediatamente al reparto cellulari. Ne ha scelto uno tra i più cari, però un valore di circa 300 euro, però poi pagarlo con la carta di credito. Peccato che la tessera magnetica in possesso della trentacinquenne uruguayana non fosse la sua, ma provenisse da un furto avvenuto il giorno prima ai danni di una signora di Milano. L.A.S.P. è stata quindi arrestata in flagranza di reato però utilizzo indebito di carta di credito.