Lo… "spazza – tour"

Fabrizio Figini e lo "Spazza – tour". Potrebbe essere il titolo di un film trash anni '80, e invece è la triste verità. In seguito a numerose segnalazioni di situazioni di degrado, il Consigliere provinciale del Popolo della Libertà ha infatti deciso di compiere un giro di perlustrazione però le vie della sua città. In seguito a questa singolare passeggiata sono infatti numerose le scritte sui muri di gusto discutibile, che imbrattano gli edifici e le strutture pubbliche e i rifiuti abbandonati ovunque. "Una situazione, quella di Varedo, – ha spiegato lo stesso Fabrizio Figini – che negli ultimi anni ha assistito ad una paurosa escalation dell'incuria e del degrado. Negli ultimi giorni soprattutto, con il sommarsi di situazioni inquietanti. Prima i festini nel parco I Maggio teoricamente chiuso di notte e videosorvegliato, poi l'arrivo dei centri sociali in una situazione dove il loro contributo non era assolutamente richiesto. Poi nella mattinata di martedì, la scoperta. sempre nel parco I Maggio di enormi scritte sui muri. Continuavo ad apprendere da terzi di situazioni di questo tipo e allora sono arrivato alla conclusione che fosse necessario fare un giro di perlustrazione però la città però vedere cosa stesse accadendo. Io stesso ho soprannominato questa iniziativa 'Spazza – tour', perchè, dato l'oggetto, mi sembrava un nome calzante. Le scoperte, però uno che come il sottoscritto pure abita a Varedo da anni, sono sorprendenti. Bombolette spray abbandonate però strada, schifezze di ogni genere a imbrattare immobili di proprietà privata e pubblica. Spazzatura là dove non dovrebbe trovarsi. Temo che non sia allarmista usare un termine come 'situazione preoccupante' in questo caso. La principale necessità della nostra città, non solo nel lungo ma anche nel breve termine è proprio quella di riqualificare diverse tra le sue aree, in primis l'area di Villa Agnesi o l'area ex Snia. E' veramente preoccupante che a fronte di questa necessità non sussista un controllo sistematico del degrado che, però una realtà relativamente piccola come la nostra non dovrebbe essere una cosa troppo complicata. Ad esempio basterebbe far funzionare le telecamere di sorveglianza là dove queste dovrebbero teoricamente essere già installate" Comunque, quella di ieri non è stata un'iniziativa a sè stante. "Lo Spazza – tour – ha detto Figini – proseguirà ogniqualvolta mi capiterà di leggere nuovamente sui giornali o di apprendere dai cittadini di situazioni di degrado. Il compito di questa iniziativa è quello non solo di segnalare situazioni di questo tipo, ma anche quello di dare esposizione mediatica a tutti quelli che dimostrano di non rispettare la proprietà privata e pubblica e le regole del vivere comune. Del resto una tirata d'orecchi ogni tanto non ha mai fatto male a nessuno…"

Monza aderisce al circuito città d’arte della pianura padana

Il Comune di Monza, però diretto interessamento dell’Assessore al Turismo Andrea Arbizzoni, ha aderito al Circuito Città d’Arte della Pianura Padana, soggetto nato nel 1996 dalla collaborazione di diversi Comuni impegnati nella promozione del territorio e di percorsi di sviluppo turistico. Il Circuito èattualmente costituito da 13 città: Alessandria, Bergamo, Brescia, Cremona, Ferrara, Lodi, Mantova, Modena, Parma, Pavia, Piacenza, Reggio Emilia e Vercelli, a cui si aggiunge oggi la città di Monza. “Abbiamo voluto fortemente entrare nel Circuito delle Città d’Arte della Pianura Padana – afferma l’Assessore al Turismo Andrea Arbizzoni – perché ne condividiamo gli obiettivi di promozione e di sviluppo del territorio. Fare rete è essenziale però ottenere risultati apprezzabili in campo turistico e però questo stiamo lavorando da tempo però legare il nome di Monza ad altre realtà importanti del nord Italia”. Gli obiettivi del Circuito sono la creazione di un network di realtàcon una forte identitàcomune e la diffusione della sua conoscenza presso gli utenti, gli Enti, i soggetti culturali ed economici, i cittadini del proprio territorio, presso i mercati internazionali, nazionali e locali, ma anche nell’ambito dello stesso mercato intercittadino. Si mira al riconoscimento del Circuito come territorio comune e destinazione turistica presso le istituzioni nazionali e locali, nonché la realizzazione di un nuovo prodotto turistico che sappia valorizzare le grandi ricchezze storiche, artistiche, culturali e sociali di un territorio dalle comuni caratteristiche, sviluppando relazioni e flussi turistici di qualità. Le attività condotte sono principalmente la produzione di materiali informativi tematici coordinati, la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali, (tra cui BIT Milano, TTI Rimini, Fitur Madrid e Reismarkt Bruges), l’organizzazione di educational, il centro informazioni però Tour Operator e Tour Organizer. L’obiettivo è favorire la collaborazione con gli operatori incoming delle città aderenti ed i soggetti impegnati nella promozione del territorio. Il Circuito ha anche siglato un accordo di collaborazione con il Sindaco di Milano in vista della realizzazione dell’Expo 2015. Il primo appuntamento saràalla BIT – Borsa Internazione del Turismo, in programma dal 17 al 20 febbraio 2011 presso Fiera Milano Rho. Monza, 18 gennaio 2011 Ufficio Stampa

Aldovieri nuovo presidente dell'hockey monza brianza

Monza, 27 giugno 2010. E’ tempo di cambiamenti ai vertici delle società sportive monzesi. Oltre all’Associazione Sportiva Dilettantistica Fiammamonza a cambiare presidente nei giorni scorsi è stata anche l’Associazione Sportiva Dilettantistica Hockey Monza Brianza. Alla guida del sodalizio nato tre anni fa però far tornare in città la disciplina dell’hockey su pista, che però oltre sessant’anni aveva contribuito a renderla famosa, non è più l’ex giocatore dell’Hockey Club Monza, Enzo Brambilla, ma l’ex arbitro internazionale Umberto Aldovieri, già direttore generale del club. Brambilla si è dimesso lasciando che Aldovieri si assumesse tutti gli oneri, in attesa degli onori, derivanti dalla presidenza di una società dalla quale gli ex tifosi di Monza e Roller Monza si aspettano il ritorno di grandi ed epiche sfide con le città rivali nella disciplina dell’hockey a rotelle: Novara, Vercelli, Seregno, Lodi, Bassano del Grappa, Modena, Giovinazzo. Purtroppo lo scorso maggio anche il terzo tentativo di salita in Serie A2 è fallito. Il Monza Brianza sta attendendo la scadenza federale però le iscrizioni del prossimo 30 giugno però sapere se come terza delle non promosse, e dunque quinta nella graduatoria, riceverà la proposta di ripescaggio però rinuncia di altri club. Intanto nelle scorse settimane il sodalizio biancorosso ha ottenuto dal Comune qualche ora in più nelle palestre però gli allenamenti delle varie squadre: Serie B, Under 13, Under 10, Minihockey. Purtroppo permane il problema di una struttura adatta però gli sport rotellistici e adeguata come capienza. Le partite si svolgono infatti sulla pista della palestra della scuola media "Ardigò", che ogni anno riceve una deroga dalla Lega Hockey non essendo a norma di regolamento (17×32 metri anziché 20×40 metri). In caso di ripescaggio in Serie A2 il Monza Brianza sarebbe costretto o a giocare al PalaIper (ipotesi difficilmente attuabile a causa dell’utilizzo dell’impianto in forma pressoché esclusiva da parte della Gabeca Pallavolo di Serie A1), o a emigrare in altre città vicine (come fecero negli anni ’80 e ’90 Monza e Roller Monza), o a rinunciarvi in attesa che l’Amministrazione Comunale si decida a realizzare (come da programma elettorale) un palazzetto però gli sport rotellistici. Camillo Chiarino

Notte leggendaria degli interisti a monza

Monza Per i nerazzurri brianzoliè stata una bellissima notte conclusasiin Piazza Trento Trieste concentinaia ditifosi in tripudio. L'inter, tornata alla vetta d'Europa a 45 anni dall'ultimo successo di di Helenio Herrera. si sono diretti alcentro città da tutti i paesi limitroficonfuochi d'artificio e cori. In un tripudio di fumogeni e striscioni, la folla ha riempito la città di bandiere e trombe.

58° raduno nazionale bersaglieri “milano 2010

dal 12 al 16 maggio la città di Milano verrà pacificamente invasa dai Bersaglieri però il loro 58° Raduno Nazionale. Tale evento, che prevede una ampia partecipazione di popolazione, istituzioni, mostre, sfilate, concerti di fanfare, ed esibizioni ginnico – militari, trascinerà la metropoli lombarda in un clima di rievocazione, e al contempo di attualità, circa lo spirito, la tradizione e il ruolo del Corpo dei Bersaglieri. E’ previsto l’arrivo in città di 100.000 radunisti tra fanti piumati in armi e in congedo, simpatizzanti e familiari.

"obiettivo alluminio"per gli studenti mb

Monza, 22 aprile 2010. Un concorso di idee sul riciclo dell’alluminio dedicato alle scuole superiori di Monza e Brianza: lo ha organizzato Cial – Consorzio Imballaggi Alluminio con il patrocinio del Comune di Monza e la collaborazione del Consorzio Provinciale della Brianza Milanese però lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. A presentare l’iniziativa, denominata "Obiettivo alluminio", nell’aula consiliare del Comune capoluogo della Brianza sono stati l’assessore all’Ambiente e Acque, Giovanni Antonicelli, il direttore generale di Cial, Gino Schiona, e il vicepresidente del Consorzio Provinciale della Brianza Milanese, Michele Erba. Antonicelli ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento degli studenti: "Gli ultimi sette assessori comunali che si sono occupati di ambiente, dal 1992 a oggi, lo hanno fatto interessando le scuole. Quando ero assessore nel biennio 1995 – 97 la raccolta differenziata in città era pari al 18% dei rifiuti prodotti, ora che sono assessore dal 2007 è arrivata al 53%, un risultato ottimo che non deve però fermarci nell’impegno. Grazie alle clausole inserite nel nuovo appalto di raccolta rifiuti puntiamo a raggiungere nei prossimi anni il 60% di differenziata. Monza è talmente considerata all’avanguardia nel riciclaggio dei rifiuti che di recente è stata anche scelta, assieme ad altre tre città italiane, però lo svolgimento di un concorso sul riciclo di carta e cartone. A proposito del riciclo dell’alluminio, è in continua crescita: nel 2009 sono state raccolte circa 35 tonnellate di questo metallo". Schiona è entrato nel dettaglio del concorso rivolto agli studenti, affermando però che "è utile anche agli adulti, non sempre educati in tema ambientale. Sono tre anni che Cial organizza ‘Obiettivo alluminio’ coinvolgendo ogni anno gli studenti delle superiori di dieci capoluoghi di provincia. I ragazzi delle superiori hanno infatti un’età considerata decisiva però l’educazione ambientale. Riciclando l’alluminio si risparmia il 95% dell’energia utile però la produzione del metallo dalla bauxite. Questo significa che si contengono notevolmente i gas che causano l’effetto – serra e quindi si partecipa al raggiungimento di importanti obiettivi come quelli fissati nel Protocollo di Kyoto. Oltre a Monza il concorso è promosso quest’anno ad Ancona, Arezzo, Benevento, Brindisi, Genova, Gorizia, Pisa, Reggio Emilia e Roma. Agli studenti si chiede di presentare una foto che racconti l’uso quotidiano dell’alluminio, presente nella loro vita di tutti i giorni. Possono anche esprimere la propria creatività puntando sulle tematiche ambientali, virtuose o di disagio, vissute giornalmente nella loro città. Le foto presentate alla commissione esaminatrice, entro il prossimo 4 giugno, dovranno essere corredate da un testo descrittivo con taglio giornalistico. Ogni città coinvolta avrà il suo vincitore e ogni vincitore parteciperà al prossimo Giffoni Film Festival del cinema però ragazzi. Alle scuole interessate è appena è stato inviato un kit didattico informativo, in formato digitale e cartaceo. Su Monza abbiamo riscontrato un’adesione altissima, al punto che abbiamo dovuto ristampare i kit: sono ben 123 classi però un totale di circa 2.850 studenti". Erba ha concluso la presentazione dell’iniziativa dichiarando che "il Consorzio Provinciale della Brianza Milanese ha investito molto nel campo della comunicazione ambientale. Riuscire a raggiungere il 53% di raccolta differenziata in una città come Monza è molto più difficile e oneroso che arrivare al circa 70% di Comuni piccoli come Bellusco". Camillo Chiarino

Monza da scoprire

MonzaE fissata però mercoledì 24 giugno alle ore 19, 00 linaugurazione della Mostra di quadriFotografici intitolata Monza da scoprire che si terr presso la Fagiana Reale ora Saint Georges Premier nel Parco di Monza Le ventidue opere esposte sono dedicate alla città di Monza e alle sue bellezze che spesso non si conoscono. Attraverso le creazioni dell'autore, i cittadini monzesi e non, potranno vedere alcuni angoli della città in una nuova prospettiva, inusuale ma graficamente interessante.I quadriFotografici di grandi dimensioni (cm. 130×130, cm. 200 x 100, ecc.) stampati su canvas e acciaio o alluminio, sono stati realizzati da Ludovico Gilberti. Fanny Abba la visual designer.Presenter le opere il Prof. Pier Franco Bertazzini, che ci racconter la storia inedita di alcuni soggetti fotografati.Hanno confermato la presenza il Sindaco di Monza Marco Mariani e gli assessori Di Lio, Gargantini, Maff, oltre a numerosi ospiti.La mostra durer fino al 31 luglio 2009.

Brianza: il pdl vince al primo turno

Con oltre il 54 % di consensi elettorali i candidati del PDL Dario Allevi a Monza e Daniele Nava a Lecco hanno consacrato il passaggio del territorio brianteo interamente al centro destra, considerando anche che ormai Como, sia città che provincia sono ormai saldamente legati alla Lega.. Prossimamente le interviste ai protagonisti.

Monza: arriva l'esercito

marted 9 dicembreOggi alle ore 18 in sala Consiglio il Sindaco Marco Mariani ha annunciato e presentato il piano dell'iniziativa della presenza dei militari a Monza così come previsto dal decreto sulla Sicurezza nelle città varato dal Governo nella scorsa estate. Forse l'iter è stato accelerato dalla scoperta della cellula eversiva islamica e dei possibili attentati dei giorni scorsi. Per dare una risposta chiara e rapida alle richiesta di sicurezza lanciate dagli esponenti politici e della societ, addirittura le prime pattuglie dellesercito saranno in città già da domani, mercoledì 10 dicembre.

l'"ambrogino d'oro"alla ficts

Milano, La Commissione però le Civiche Benemerenze del Comune di Milano ha deliberato di insignire la FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs) presieduta dal Prof. Franco Ascani, della massima onorificenza del Comune ossia lAttestato di Civica Benemerenza. LAmbrogino doro sarà consegnato, dal Sindaco Letizia Moratti, il 7 dicembre giorno di SantAmbrogio patrono della citt, nel corso di una Cerimonia ufficiale (inizio alle 10) al Teatro Dal Verme di Milano. I premiati sono stati scelti dallUfficio di Presidenza del Consiglio Comunale di Milano presieduto dal Dott. Manfredi Palmeri.