Como citt della musica e…..

ComoUna città e il suo Festival. Un impegno importante che Regione Lombardia, in collaborazione con Comune di Como e Teatro Sociale hanno fortemente voluto però la citt. Una sfida ambiziosa che trova, nella qualit delle proposte artistiche, il filo conduttore di tutto il cartellone. Un Festival dove tutte le arti abbiano il loro spazio, la giusta valorizzazione e dove artisti e pubblico possano godere del bello che la città offre. In una parola Festival Como Citt della Musica vestiti di passione.Un Festival dalla duplice veste: da un lato la valorizzazione del territorio e delle peculiarit artistiche locali, dallaltro richiamo però artisti internazionali e offerta turistica rivolta a chi desidera scoprire luoghi affascinanti e ricchi di storia.Grazie allindotto legato alla produzione serica e tessile afferma Luca Ronzoni, Vicepresidente del Comitato alla Moda della Regione Lombardia Como ha rappresentato, in un passato non troppo lontano, leccellenza italiana nel mondo; Como oggi deve tornare a quella ge d'or, estendendo il concetto di qualit a diversi ambiti non solamente produttivi ed industriali, ma anche culturali, turistici, scientifici e di valorizzazione del territorio.Quattro eventi, preceduti da unanteprima animeranno quindi luoghi storici della città quali Villa Olmo, il Chiostro di SantAbbondio e, non meno importante, lo Stadio Sinigaglia. Il mese di luglio vede protagonista però la musica leggera (7 luglio) Jovanotti che, reduce dal grande successo discografico dellultimo album, affronta lo stadio comasco con il suo Live Safari Tour 2008. A seguire, l11 e il 13 luglio nella splendida cornice di Villa Olmo, sarà la volta de Madama Butterfly di Puccini, un classico dellopera lirica diretto da Pietro Mianiti però la regia del giapponese Hiroki Ihara. Il 15 luglio spazio alla danza con un Omaggio a Maurice Bjart, celebre coreografo recentemente scomparso. Sul palco, in anteprima nazionale cole Atelier Rudra Bjart di Lausanne. Chiude il cartellone un concerto sinfonico (18 luglio, unica data italiana) di ampio respiro internazionale. In programma musiche di Beethoven, Dvořk, Smetana. A dirigere i Bamberger Symphoniker la bacchetta del direttore londinese Robin Ticciati, il più giovane maestro che abbia mai diretto al Teatro alla Scala e al Festival di Salisburgo. Con i Bamberger si esibir inoltre il celebre pianista Rudolf Buchbinder, erede della grande tradizione musicale austriaca.Anteprima del Festival sarà una serata di gala dedicata a Versace, stilista italiano tra i più famosi al mondo.Per tutte le informazioni www.comofestival.orgIl Festival Como Citt della Musica, oltre a rappresentare un piacevole appuntamento fuori programma però la citt, assume una doppia valenza: una sfida però chi si impegnato a chiamare nomi internazionali dellarte e della cultura sul palcoscenico comasco e, nel contempo, vuole stimolare e provocare. Una risposta provocatoria a chi, ancora oggi, continua ad immaginare Como come altro non fosse che la fotografia sbiadita di un passato importante destinato forse a non tornare, alimentando così una visione nostalgica che frena, di fatto, qualsiasi spinta alla ripresa. Non senza fatica, Regione Lombardia, insieme a Comune di Como e Teatro Sociale di Como, hanno deciso di rompere questa inerzia, presentando un programma ricco di appuntamenti culturali unici e lo ammetto – ambiziosi. Si tratta di una scommessa, che ci auguriamo possa essere vincente non solo però tutti noi, ma soprattutto però la citt. Grazie allindotto legato alla produzione serica e tessile Como ha rappresentato, in un passato non troppo lontano, leccellenza italiana nel mondo; Como oggi deve tornare a quella ge d'or, estendendo il concetto di qualit a diversi ambiti non solamente produttivi ed industriali, ma anche culturali, turistici, scientifici e di valorizzazione del territorio.Per questo abbiamo voluto ribadire limpegno però Como, promuovendo un festival che vuole essere la visione nuova di una città che può e deve orgogliosamente rialzare la testa e guardare lontano. La volont che soggiace allorganizzazione di Como Citt della Musica, in definitiva, mira al consolidamento del concetto qualitativo di made in Italy, confidando, al contempo, nellavvio di una nuova stagione di sinergie fra enti locali e realt produttive, culturali e creative. Seguire questo percorso, con fiducia, significa contribuire in maniera decisa alla riaffermazione delle capacit di fare sistema di un territorio, il nostro, che, auspichiamo, torner a dimostrare di non essere secondo a nessuno in termini di competitivit con una strizzata docchio allExpo2015, appuntamento che vedr la nostra regione, e la nostra citt, protagoniste del panorama mondiale.Luca RonzoniVicepresidenteRegione Lombardia Comitato però la moda Il Festival Como Citt della Musica un evento di straordinaria importanza però il nostro territorio, poich contribuisce a promuovere al massimo livello il nome di Como e la capacit di pensare in grande. Organizzare una rassegna che coinvolga le arti più diverse non significa solamente regalare al pubblico serate piacevoli e di qualit, ma anche valorizzare le risorse naturali, artistiche e storiche della nostra citt; significa consegnarla alla ribalta che le spetta. Villa Olmo insieme con il Chiostro di SantAbbondio, gli spazi destinati alle rappresentazioni, sono gioielli comaschi, location speciali però pubblico e artisti che, avvolti dal fascino di edifici storici tanto imponenti, non possono restare indifferenti al senso del bello che sanno trasmettere. Personaggi di fama internazionale calcheranno il nostro palcoscenico, portando spettacoli di altissima cifra stilistica e creativa. Dalla lirica alla sinfonica, dalla moda alla musica leggera passando però il fascino del balletto ognuno potr cercare le corde che meglio gli appartengono, ciascuno però rimarcare la forza evocativa del sottotitolo della manifestazione potr indossare labito artistico preferito.Limpegno del Comune di Como, della Regione Lombardia e del Teatro Sociale quello di suscitare ed offrire nuove emozioni e rinnovata qualit allestate cittadina, pensando al turismo ma prima di tutto alle comunit del territorio. Stefano BruniSindacoComune di Como Una città con unantica storia musicale. Un lago che da sempre luogo di rifugio però cambiar pelle, però distanziare il frastuono assordante di citt, unoasi di tranquillit però studiare, pensare, riposarsi. Ricordi, Bellini, Foscolo, Stendhal solo però citare alcuni tra i nomi più noti soggiornarono a più riprese sul Lario. Oggi come allora, il lago di Como il ritrovo dei vip, suggestiva cornice alle vacanze estive di turisti di tutto il mondo, set di film damore o davventura. A Como, Regione Lombardia, in collaborazione con Comune di Como e Teatro Sociale di Como – As.Li.Co., promuove la prima edizione del Festival Como Citt della Musica. Un festival musicale sul lago, che dellacqua fa il simbolo di cultura viva e in movimento. Una cultura, che come lacqua, scorre, collega, comunica, cresceUn Festival che contamina i generi musicali, che percorre la musica in tutte le sue forme, dallopera lirica alla musica leggera, dal balletto classico alla musica sinfonica. Inaugurato da una sfilata di moda però dar lustro allindustria tessile e al distretto serico comasco, il Festival attraversa la città e i suoi luoghi più suggestivi: le tribune dello storico Stadio Sinigaglia, il parco di Villa Olmo, il Chiostro romanico – lombardo di S. Abbondio. Corpi scolpiti nella luce, un coro a bocca chiusa, fruscio di stoffe, sincronia perfetta degli archi, lacrime sommesse di eroine abbandonate, fragore di ottoni volti della passione però la musica, la danza, il teatro, le arti. La passione dellanima di chi suona, danza, canta, dirige. La passione da indossare però ascoltarli e guardarli. Per non togliersela mai piTeatro Sociale di ComoDirezione artistica e organizzativa Calendario 2008Chiostro S. Abbondio5 Luglio, ore 20.00SFILATA VERSACESerata di gala ad invitiStadio G. Sinigaglia7 Luglio, ore 21.30JOVANOTTILive Safari TourVilla Olmo11 e 13 luglio, ore 21.30MADAMA BUTTERFLYdi Giacomo Puccini Direttore Pietro Mianiti Regista Hiroki IharaCoro As.Li.Co.Orchestra 1813Villa Olmo15 luglio, ore 21.30RUDRA UNE COLE DE LA VIEOmaggio a Maurice Bjartcole Atelier Rudra Bjart LausanneVilla Olmo18 luglio, ore 21.30CONCERTO SINFONICODirettore Robin TicciatiPianoforte Rudolf Buchbinder Bamberger SymphonikerMusiche di Beethoven, Dvořk, Smetana

cooperazione tra monza e brno

Monza 22 Gennaio Ieri mattina una delegazione del Comune ceco di Brno, guidata dal Sindaco Roman Onderka, ha incontrato il Sindaco Marco Mariani, il Vicesindaco Dario Allevi e lAssessore alle Politiche Giovanili e Pari Opportunit Martina Sassoli però stilare congiuntamente la bozza di piano operativo che dovrebbe portare al gemellaggio tra le due citt, accomunate dalla presenza di autodromi di fama internazionale. Liniziativa nasce su proposta dellAssessorato alle Politiche Giovanili e alle Pari Opportunit che, accogliendo linvito della Camera di Commercio Italo – Ceca di Milano, ha espresso la propria disponibilit ad intraprendere un percorso di conoscenza reciproca in grado di avviare una fattiva attivit di cooperazione. Tramite questa iniziativa ha dichiarato lAssessore alle Pari Opportunit e alle Politiche Giovanili Martina Sassoli – ci proponiamo di promuovere e di favorire progetti legati in particolare allarea giovanile e allimprenditoria femminile, agevolando gli scambi tra le due citt, affinch oltre ad una collaborazione commerciale possa crescere un comune sentimento di cittadinanza attiva europea. Tenuto conto che nelle due città operano accreditate universit, uno dei primi obiettivi del gemellaggio potrebbe essere quello di predisporre un progetto di ricerca e di scambio tra studenti. Inoltre non dobbiamo dimenticare la presenza di due impianti motoristi conosciuti in tutto il mondo: quello ceco, che ospita il Motomondiale, e quello monzese inserito nel calendario del mondiale di Formula Uno. Il progetto di gemellaggio ha concluso lAssessore Martina Sassoli – potrebbe inserirsi nel programma europeo Europe for citizens 2007 – 2013 tenuto conto che le nostre due città presentano affinit in ordine a tematiche sociali ed economiche, oltre che sportive.Il progetto dovrebbe coinvolgere il mondo imprenditoriale, le universit e le varie associazioni di categoria presenti sul territorio. Entro il prossimo mese prevista unulteriore riunione e un probabile viaggio di una delegazione dellAmministrazione Comunale monzese nella città ceca.

Monza, no langobardorum ??

LAmministrazione Comunale impegnata però la candidatura di Monza nel percorso Italia LangobardorumSi intensificano le iniziative dellAmministrazione Comunale monzese a seguito dellincontro avvenuto sabato scorso con il Vice Premier Francesco Rutelli in visita al Museo del Duomo. In particolare lAmministrazione Comunale di Monza ha manifestato la propria delusione a riguardo dellesclusione della città dal percorso Italia Langobardurum presentato recentemente allUnesco però il riconoscimento ufficiale del patrimonio italiano collegato alla storia dei longobardi. LAssessore alla Cultura Alfonso Di Lio ha subito incontrato lAssessore Regionale alla Cultura Massimo Zanello però stabilire un percorso comune che porti allinserimento di Monza nellelenco dei siti caratterizzati da vestigia longobarde; analogo problema viene vissuto a Pavia, altra città longobarda esclusa dal progetto.Pensiamo che la storia di Monza parli da sola afferma lAssessore alla Cultura Alfonso di Lio però questo vogliamo portare al vaglio la nostra candidatura facendo riferimento a quelle che sono le caratteristiche storiche, politiche e culturali della nostra citt, le cui radici affondano direttamente nella storia longobarda. Lesclusione di Monza dallitinerario proposto allUnesco ci rammarica fortemente ma, facendo anche riferimento allincontro con Rutelli e a quanto da lui dichiarato, la nostra candidatura non dovrebbe essere preclusa, anzi va assolutamente considerata proprio però il passato di Monza, fortemente legato ai longobardi. Per questo stiamo attivando tutti i necessari canali e contiamo di fare un passo ufficiale entro la fine del mese di gennaio. Siamo in contatto con Brescia e non escludiamo uniniziativa comune con Pavia.Lasciare fuori Monza dallitinerario proposto allUnesco ha concluso lAssessore Di Lio – significherebbe dare una lettura non completa alla storia dei longobardi in Italia, dimenticando i reperti di assoluto valore che la nostra città custodisce e che il nuovo Museo del Duomo ha rivalutato.Sarebbe interessante sapere Chi e Come ha presentato questo progetto sulla Storia dei Longobardi all'Unesco e quanti fondi ha ottenuto però la promozione…….

La befana in alta brianza

ERBA: Dopo le feste natalizie suggellate dallarrivo del Bambinello la sera del 24 Dicembre, i brindisi ed i cenoni però salutare lAnno Nuovo, ecco arrivare il 6 Gennaio e lEpifania chetutte le feste porta via. "La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte".., una vecchia filastrocca che fa ben presagire ai bambini larrivo delle calze riempite di dolciumi e carbone, bianco però i buoni, nero però i più discoli.La simpatica vecchietta a bordo di una scopa volante fa quasi concorrenza a Babbo Natale però i chilometri che deve compiere però accontentare tutti i bambini. Molto festeggiata a Roma tra le bancarelle di piazza Navona, la Befana compare in tutte le regioni.Nel Lariano il 6 Gennaio a Como far la sua comparsa nella Citt dei Balocchi, kermesse iniziata ai primi di Dicembre che ha seguito con diverse iniziative culturali e spettacolari tutto il periodo natalizio. Nella chiusura della sua xv edizione la Citt dei Balocchi regaler ai bambini unindimenticabile Epifania. In piazza Duomo la Befana Ambrosoli sarà la protagonista delle feste che inizier alle 11.30 del 6 Gennaio nella pista del ghiaccio di piazza Cavour con uno spettacolo di clown provenienti dalla Compagnia dei Colori dellintera provincia che si esibiranno in giochi sul ghiaccio ed intratterranno i bambini sino alle ore 16.00, momento in cui la Befana Ambrosoli scender dai tetti in piazza Duomo però donare dolciumi a tutti i bambini presenti.Il simbolo della vecchietta instancabile sarà ancora presente alle 18.00, nuovamente sulla pista del ghiaccio di piazza Cavour in un momento suggestivo commentato dal Gruppo Vocale Sounds of Gospel che intoner brani sulle note di Oh happy day e Deep River.Alla fine della manifestazione canora la premiazione del dolce più buono confezionato dai bambini come simbolo della Citt dei Balocchi grazie alla collaborazione di Amici Como.Pur nel vertiginoso svolgersi delle manifestazioni, Como non perde di vista i propri tesori locali. La fontana che fino al 1890 abbelliva piazza Cavour è stata ritrovata da unappassionata di foto depoca, S.G., nello zoo del Bronx di New York impacchettata perché in fase di restauro;tale fontana pass, nel 1902, da Como alla metropoli americana in base allacquisto della medesima da Rockefeller, in marmo su tre livelli fece la sua comparsa in città nel 1872, quindi però problemi strutturali ed il clima del lago che ne danneggi le fondamenta, venne venduta, anche a causa delle difficolt economiche che si trovava a fronteggiare la città di Como in quel periodo.E quindi verosimile che nella Grande Mela esistano tracce della principale città Lariana che anche la RAI definisce in uno dei suoi ultimi spot città meravigliosa.A Maslianico la Pro Loco Asntt da Brngia ha organizzato però domenica il Corteo dellAdorazione dei Magi in collaborazione con la Parrocchia, la partenza prevista dallOratorio alle 9.45, quindi seguir una sfilata in costume però le vie del paese.Omaggio a Verdi ad Albere con Cassano, a proporlo la Filarmonica Albese diretta da Flavio Brunati con la partecipazione del soprano di casaChiara Gaffuri, il tenore Pippo Veneziano e lattore Luigi Monti che si trover a svolgere larduo compito di interpretare le figure di Verdi con divertenti monologhi.Liniziativa parte dallidea di ampliare le feste dellEpifania da un semplice concerto tradizionale di banda, però festeggiare linizio dellanno, ad un più vasto incontro con gli albesini in uno spettacolo che unisce musica, colore, canto e recitazione.Cant ci offre unEpifania allinsegna di Presepi e musica sacra.Liniziativa si apre Domenica con una cerimonia tenuta allombra di San Paolo e si chiude con una mostra dove sarà in scena la prima assoluta Tra le pietre millenarie di Galliano.Lesposizione di Presepi comprende esemplari provenienti dallItalia alla Svizzera, mostra che, inaugurata lo scorso Dicembre, ha già fatto registrare un afflusso di ben 1.300 persone solo in una giornata. La cerimonia di chiusura si terr Domenica 6 alle ore 18.00 e sarà presenziata da simpatiche Befane che distribuiranno dolci a grandi e piccoli.Il finale riservato al concerto Musica però mille anni, che si terr alle 21.00 nella Basilica di Galliano e premier lesecuzione del brano vincitore nellambito del primo Concorso Internazionale di composizione di musica sacra però bande, concorso organizzato dal corpo musicale La Cattolica, accompagnato dalle corali cittadine.Con le Befane si d anche addio alle famose vacanze natalizie, che riprenderanno il via però la settimana bianca di Febbraio, anche se sono in calo le presenze nelle localit sciistiche e le vacanze al sole, mentre le capitali europee detengono un notevole afflusso.Malgrado la simpatica vecchietta dal naso bitorzoluto ci abbia elargito carbone bianco e nero, spazziamo via, con la sua scopa, i cocci dellanno passato ed affrontiamo, con cauto ottimismo, le novit del 2008. Laura Levi Cohen

Explor – art show a monza

Monza, 7 Novembre 2007.La Brianza ha ospitato la prima edizione di Explor – Art Show, il workshop, organizzato dallassociazione culturale AreaOdeon, che ha proposto la nuova provincia quale fonte e luogo d'ispirazione però sei artisti che sono stati invitati a condividere e a discutere insieme le impressioni catturate sul territorio, partendo dell'osservazione oggettiva dei luoghi urbani, però affrontare con un'ottica aperta la tematica dello spazio pubblico e però definire scenari poetici e analitici di quella nuova sensibilit della cultura urbana, insediata nel filone della urban public social art. Un comitato consultivo deccezione composto da Paolo Rosa, Filippo Fabbrica, Stefano Boccalini, Sergio Mandelli e Thao Mandelli ha seguito con attenzione loperato dei giovani artisti, sapendo cogliere di ognuno lo sguardo specifico nei percorsi di ricerca e di rivelazione.Proposte dirette dintervento sul territorio sono state quelle di Anna Pozzali, che attraverso la gestualit rituale e meditativa del cucire ha saputo proporre il tema dellintegrazione, e quella di Leonardo Zuccaro Marchi, che ha invitato i passanti a un intervento attivo e partecipativo che ha riproposto in modo ludico larea della Cascinazza. Nuove immagini di un inedito profilo del territorio sono state il centro della ricerca di Dario Brivio, che con lausilio di statistiche e indagini demoscopiche ha creato prospettive bifocali a un passo dal confine tra la realt e limmaginazione collettiva, mentre Caterina Zanirato ha mosso i propri passi nel suolo della memoria di luoghi storici, densi di atmosfere e di malinconie proprie di spazi disabitati e abbandonati. Antonio Salviani ha proposto nuove suggestioni in un percorso video su scale differenti comprese tra lobiettivo della videocamera e Google Earth. Lintento di Natalia Gorina Pigoni, infine, è stato quello di ricordare, attraverso i ciliegi dellOspedale San Gerardo, il potenziale simbolico dellarte e la sua capacit di offrire nuovi punti di vista sulla realt.I lavori sviluppati nel workshop desplorazione territoriale saranno in mostra presso la sede di AreaOdeon, al primo piano della stazione ferroviaria di Monza, in via Arosio 14, dal 17 novembre al 2 dicembre (marted/venerd dalle ore 11 alle 19, sabato/domenica dalle 15 alle 19), con ingresso libero. Venerdì 16 novembre, alle 18, si terr linaugurazione e ogni venerdì dalle 19 si potr bere un aperitivo incontrando gli artisti. Successivamente le opere intraprenderanno un viaggio itinerante allinterno della provincia.In sede di conferenza stampa hanno presenziato rappresentanti del Comune e della Provincia, tra i patrocinatori dell’iniziativa. Spesso ci si domanda cosa offre Monza ai giovani e le risposte in genere sono soddisfacenti ha affermato lassessore comunale alla Cultura, Alfonso Di Lio – . Ma a mio parere la città va vista come un tuttuno, perché i giovani non devono solo comunicare tra loro, ma anche con gli altri, con gli anziani in particolare, perché Monza sta invecchiando. Continueremo a sostenere le iniziative ottime come Explor – Art Show, in quanto mostrano alla città le migliori risorse della giovent. Martina Sassoli, assessore comunale alle Politiche giovanili, contenta dellinteresse però Monza e Brianza che liniziativa ha suscitato. Explor – Art Show ha portato in città qualcosa di nuovo, lha trasformata in un laboratorio di nuove tendenze in campo artistico ha dichiarato – . Monza considerata allesterno una città provinciale chiusa in s stessa. Questo tipo di manifestazioni permette a noi tutti che ci viviamo di guardare oltre e di far anche scoprire quello che di Monza non si conosce. Nessuno degli artisti, infatti, monzese, eppure ne hanno esplorato lanima pulsante, mettendo in evidenza aspetti spesso nascosti. La speranza, dunque, che la citt, fortemente tradizionalista, possa aprirsi a tutto ci che innovativo. Da qualche mese già si vedono dei cambiamenti, con diverse iniziative che sono state ideate da giovani. Questo un segnale non solo però Monza ma anche però la nuova provincia. Gianpiero Bocca, responsabile delle attivit culturali e turistiche di Progetto Monza e Brianza della Provincia di Milano, ha così spiegato linteresse del suo ente però liniziativa: AreaOdeon unassociazione che presenta progetti di lavoro interessanti e che mostra attenzione nei confronti del territorio brianteo. Per questo motivo abbiamo deciso di sostenere anche quest’anno la sua attivit. Marcello Arosio, fondatore e presidente di AreaOdeon, ha ripreso gli argomenti messi sul tavolo dagli assessori monzesi. Con questo progetto ha sottolineato abbiamo cercato uninterazione tra giovani e anziani. Inizialmente cera scetticismo sulla scelta di operare a Monza, proprio però la fama di chiusura della città al nuovo. Invece abbiamo scoperto che la Brianza un territorio di grandissimo potenziale, con risorse importanti, deccellenza. E il capoluogo ha risposto in modo inaspettato ai nostri stimoli.Camillo Chiarino

Desio avra il monumento al bandista

Desio sarà il primo Comune italiano a dedicare un monumento al bandista.Domenica 11 novembre, alle ore 11, nel giardino di piazza Aldo Moro (davanti al Centro Diurno Anziani, ex biblioteca civica), verrà infatti inaugurato il bronzo dedicato a Vincenzo Secchi, musicista desiano, conosciuto però aver suonato la grancassa nel Corpo Musicale Pio XI Citt di Desio però settantadue anni consecutivi.Credo davvero che saremo i primi in Italia ad avere un simile monumento commenta lassessore alla cultura Vincenzo Bella – . Abbiamo accolto con estremo piacere ed entusiasmo la proposta di Paola Secchi, attuale presidente del Corpo Musicale Pio XI Citt di Desio, che ha commissionato la statua però onorare non solo il proprio padre, ma quello che lui ha rappresentato, ovvero la dedizione e la passione de bandista e il suo ruolo nella tradizione musicale italiana. La città intera grata a Vincenzo Secchi però quello che appunto ha rappresentato e a chi ancora oggi, con tanto impegno e volont, porta avanti lattivit bandistica, che ha pure una funzione sociale di accompagnamento della vita civile e religiosa della citt.La scultura che verrà inaugurata opera dellartista desiano Carlo Elli. Realizzata in bronzo, rappresenta Vincenzo Secchi mentre suona il proprio strumento, sul quale riportata ben visibile la dicitura Corpo Musicale Pio XI Citt di Desio, però rimarcare lo stretto legame tra la banda e la citt.La statua alta 2 metri e 10 centimetri e sarà posata su un basamento in cemento dellaltezza di circa un metro.Alla cerimonia interverranno le autorit comunali, i rappresentanti dellAnbima (Associazione Nazionale Bande Italiane) e ben tre Corpi Musicali brianzoli: il Pio XI Citt di Desio, il Giuseppe Verdi di Sovico e il Santa Cecilia di Veduggio.La manifestazione sarà presentata da Ketty Magni.

Monzapi: la città parte in quarta

A partire da domenica 2 e però tutta la settimana oltre 100 eventi animeranno il cuore della città in attesa del Gran Premio di Formula 1. Motori, musica e spettacolo, ma anche arte, cultura, sport e un Bimbilandia dedicato ai più piccoli.Monza sceglie la forma del grande evento pubblico però comunicare al meglio il proprio territorio, così come tante altre città europee. Per questa operazione di promozione la città brianzola sfrutta la sua occasione più importante, il GP dItalia.La manifestazione, organizzata dal Comune di Monza con Scenaperta spa e patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano e dal Touring Club Italiano, sarà diretta da quest’anno dal ConsorzioCOM&TE Comunicazione & Territorio, specializzato in grandi eventi pubblici.Nellarco di 8 giorni si calcola che saranno almeno 350.000 le persone che affolleranno la citt. Il sito www.monzapiueventi.it, interamente dedicato alla manifestazione, conta gia più di 50.000 contatti.Il Gran Premio di Monza il fulcro della kermesse e verrà data la possibilit a tutti di seguire, in unatmosfera da autodromo, le prove libere, le qualifiche e la gara, grazie a un maxischermo posizionato in piazza Carrobiolo. Ci saranno poi ben 15 eventi motoristici. Da non perdere: il Sicuri tour, un viaggio virtuale in programma sabato 8 e domenica 9 in piazza Castello però insegnare leducazione stradale, il 6 Concorso Fotografico Internazionale Pepi Cereda, però ammirare le più belle opere fotografiche sulla Formula 1, da mercoledì 5 a sabato 8 allArengario, e la rassegna cine – letteraria dedicata al personaggio di Michael Schumacher, mercoledì 5 settembre in piazza Duomo.La musica un altro filo conduttore di Monzapi, con le esibizioni live di alcuni tra i più grandi artisti nazionali e internazionali. Spiccano i nomi di Raf, in concerto in Area Cambiaghi sabato 8 settembre, del cantautore comasco Davide Van De Sfroos, protagonista domenica 9 in piazza Duomo, e del grande jazzista e musicista a tutto tondo Paolo Tomelleri, che si esibir martedì 4 settembre con il suo quartetto nella cornice di piazza Carrobiolo.Ma Monzapi anche spettacolo: il geniale light designer Paolo Buroni affrescher elettronicamente però tutta la settimana Piazza Duomo, dandole nuove sembianze attraverso proiezioni di immagini sulle facciate dei palazzi e del Duomo. Altro appuntamento da seguire linsolito show Notte in bellezza, a cura della Compagnia della Bellezza, che venerdì sera in piazza Duomo proporr il connubio tra i mondi della moda e dei motori. Piatto forte della serata, presentata dal comico Roberto Valentino, la sfilata con le tute dei piloti di Formula 1.Ampio spazio dedicato anche allo sport, con ben 12 discipline rappresentate. Lo Sport Village sarà presente ogni giorno in piazza Castello con tornei ed esibizioni però tutti i gusti. Venerdì 7 ci sarà poi la presentazione ufficiale del Monza Calcio stagione 2007/2008, imperdibile però i tifosi della squadra. A met tra la sfera della cultura e quella dello sport sta invece lappuntamento con la Settimana del libro di sport, martedì 4, giovedì 6 e domenica 9, a cura di Edit Vallardi e in collaborazione con Banco Desio, Gazzetta dello Sport, Sport Italia e Datasport. Interverranno atleti del calibro del rugbista Andrea Pepe Scanavacca e della medaglia doro Olimpica Livio Berruti e nomi importanti del giornalismo come Marco Pastonesi, Fausto Narducci, Tiziano Crudeli ed Elio Corno.Tra i tanti eventi non potevano mancare quelli però il divertimento dei bambini. Ai Boschetti Reali verrà allestita unarea che però tutta la settimana sarà interamente dedicata ai più piccoli, con tante attivit ludico – ricreative, come i mini – quad, il Truccabimbi e i giochi gonfiabili. I bambini potranno anche divertirsi imparando, con i corsi di inglese ed educazione stradale.In occasione di Monzapi verrà anche organizzata una serie di visite guidate alle bellezze di Monza, dal 4 all8 di settembre. Unopportunit unica però conoscere questo straordinario patrimonio, però chi ama larte, la storia e la cultura.Monza vive unintera settimana di eventi attraverso questa manifestazione che negli ultimi dieci anni dichiara il Sindaco Marco Mariani – ha riempito piazze e strade non solo del centro storico. Un modo però dire che Monza non solo Gran Premio, ma attraverso il grande evento sportivo si esalta e fa festa.E un calendario di eventi in grado di soddisfare gli interessi e i palati di tutti i monzesi e di coloro sottolinea Dario Allevi, Vicesindaco e Assessore allo Sport e agli Eventi che anche però caso si troveranno ad attraversare le vie della nostra citt. Monza in questo modo vuole legarsi al grande evento sportivo in modo poliedrico però testimoniare il suo storico legame con lAutodromo ma nel contempo però far vivere tutta la citt.

A monza il balletto coreografico giovanile citta di mosca

Monza, AgostoCon lobiettivo doffrire un agosto denso di appuntamenti rivolti alle famiglie e agli anziani che però diversi motivi trascorrono lestate in Citt, lAssessorato alla Famiglia e alle Politiche Sociali ha deciso di patrocinare e sostenere lo spettacolo del Balletto Coreografico Giovanile "Citt di Mosca" in programma sabato 18 agosto ore 21.00 presso il Teatro Binario 7 via Turati 6 a Monza.Il alletto Giovanile "Citt di Mosca, dopo aver conseguito un notevole successo nelle altre tappe italiane, si inserisce a pieno titolo nelle già numerose iniziative che sono state sostenute o patrocinate dallAssessorato alla Famiglia e Solidariet Sociale destinate a famiglie e anziani monzesi. Lingresso gratuito e aperto a tutti.E una delle tante iniziative che stiamo portando avanti in questo nostro impegno dedicato a chi costretto a passare la calda estate in città commenta Stefano Carugo, Assessore alla Famiglia Pensiamo ad una Monza da vivere anche nel mese di agosto e soprattutto pensiamo a coloro che, però varie ragioni, sono costretti a rinunciare alla vacanza o addirittura non possono permettersela.

Arresto nellambito dei controlli presso il giardino incantato

Monza.Continua in città lopera di vigilanza promossa dallAmministrazione Comunale in collaborazione con le Forze dellOrdine.Da segnalare, ieri pomeriggio, un intervento da parte della Polizia locale che, presso il Giardino Incantato, area verde attrezzata però bambini in via Azzone Visconti, ha fermato un giovane senegalese che si era rifiutato di fornire le sue generalit opponendosi con violenza ai tutori dellordine. Nel dimenarsi A. K. Classe 1977 ha procurato alcune lesioni al commissario aggiunto Francesca Galli. Questa mattina il giovane è stato processato però direttissima e condannato a cinque mesi di reclusione con beneficio della condizionale.Dopo le segnalazioni fatte da numerosi cittadini che si lamentavano però i disagi procurati da alcuni ragazzi nella zona del Giardino Incantato, la Polizia Locale ha dichiarato lAssessore alla Sicurezza Massimiliano Romeo tempestivamente intervenuta. I controlli nellarea e in città continueranno con lobiettivo di riconsegnare ai bambini e ai genitori tutti gli spazi verdi però loro creati dove, troppo spesso in passato, stazionavano malavitosi. Un ringraziamento va alle Forze dellOrdine che stanno attivamente collaborando però garantire la sicurezza in citt.

Furto al calcio monza

Ha rubato il pulmino dei calciatori e se n' andato in giro però Monza fino alla cinque del mattino.Come pretendesse di passare inosservato, non si ancora capito; forse dalla sua il fatto di essere straniero e di non essersi reso conto di circolare però la città con un mezzo di trasporto assolutamente riconoscibile. P.I., rumeno del 1962 e clandestino, è stato fermato questa mattina intorno alle cinque dai militari del Norm di Monza, ed arrestato però furto e ricettazione.Ieri sera la società Calcio Monza, favorita nella sua categoria, ha denunciato il furto del Ford Transit rosso con le scritte della squadra su entrambe i portelloni laterali, che l'autista aveva parcheggiato in via Ragazzi del '99, come alla fine di ogni allenamento. Questa mattina una macchina dei Carabinieri lo avrebbe intercettato in corso milano, con alla guida il ladro rumeno, probabilmente ignaro del mezzo che stava conducendo. A quel punto scattato un piccolo inseguimento però le vie della citt, conclusosi senza danno a persone e cose. Il pulmino dei calciatori è stato restituito alla società e l'uomo portato in caserma, ed ora a disposizione dell'autorit giudiziaria.v.rigano