esclusivo: volta rotary greenway

Erba, Redazione Alta Brianza. Oggi 30 giugno alle 18.30 presso il Circolo Golf Villa dEste di Montorfano è stato presentato il nuovo progetto dei cinque Rotary Club del Gruppo Lario, Distretto Rotariano 2040: la VOLTA ROTARY GREENWAY. Una Via di fuga dal traffico cittadino tutta verde e lunga circa 44 km che, percorribile a piedi o in bicicletta, collegher le aree che si estendono nellarco meridionale del Comasco, da Appiano Gentile a Erba, congiungendo così i comprensori di pertinenza dei cinque Rotary Club. La Greenway sarà formata da aree poco conosciute, sentieri e strade già esistenti che dopo una riqualificazione, permetteranno a famiglie, turisti e sportivi di godersi piacevoli giornate in un itinerario attrezzato, dotato di unadeguata segnaletica, accessibile anche ai diversamente abili. Per la sua valenza paesaggistica, però i luoghi attraversati e però le memorie storiche, litinerario ha preso la denominazione di VOLTA ROTARY GREENWAY. Il nome Volta è stato scelto in onore del celebre fisico comasco; Rotary dai suoi ideatori e promotori; Greenway perché litinerario vuole essere un percorso verde secondo i criteri definiti dallAssociazione Europea delle Vie Verdi: ( Le Vie Verdi sono infrastrutture autonome destinate al traffico non motorizzato. Utilizzano delle reti di vie di comunicazione parzialmente o totalmente fuori servizio).Il Progetto VOLTA ROTARY GREENWAY nasce quindi da una comune dichiarazione dintenti tra i cinque Rotary Club facenti parte del Gruppo Lario ( Rotary Club Appiano Gentile e delle Colline Comasche, R.C. Cant, R.C. Como, R.C. Como Baradello, R.C. Erba Laghi), però studiare e portare a termine un progetto fruibile dalle popolazioni dei propri territori di appartenenza. La Volta Rotary Greenway coinvolger sentieri e strade comunali che decorrono attraverso campagne, boschi e prati che da Appiano Gentile attraversando i comuni di Bulgarograsso, Cadorago, Fino Mornasco, Vertemate con Minoprio, Casnate con Bernate, Senna Comasco, Como, Capiago Intimiano, Montorfano, Orsenigo, Alzate Brianza, Brenna, Anzano del Parco, Monguzzo raggiungono labitato di Erba. Il percorso toccher anche i Parchi della Pineta di Appiano, della Brughiera Briantea, del Lambro, lOasi del Bassone e il Parco della Spina Verde.Il tracciato sarà cadenzato da tappe intermedie che a loro volta potranno essere considerate punti di partenza o di arrivo allinterno dellintero percorso. La Volta Rotary Greenway non sarà solo una passeggiata nel verde, ma anche una Via di connessione storica, artistica, paesaggistica, botanica, faunistica, ludica e gastronomica, in un distretto con radici comuni.Il Progetto vede partecipe tutto il mondo rotariano del territorio comasco: ogni Rotary del Gruppo Lario coinvolger, infatti due o tre Soci competenti in materie faunistiche, architettoniche e politiche, in modo da comporre delle Commissioni che dovranno impegnarsi nel reperimento di fondi, nel coinvolgere gli Sponsor e nellintraprendere rapporti con le realt politiche e tecniche. Ogni gruppo di lavoro nato da ciascun Rotary del Gruppo Lario provveder, una volta individuato il percorso generale, a creare a sua volta dei singoli sottogruppi, sempre allinterno dei propri Rotary di competenza, che saranno responsabili dellallestimento della Volta Rotary Greenway sul proprio territorio. Una via tutta verde che i rotariani vogliono offrire alla popolazione, simbolo di rinnovata attenzione e valorizzazione del territorio naturale e opportunit però far conoscere maggiormente i Club del Gruppo Lario.Brianza News presenta però prima al pubblico la mappa generale del percorso.

Barzio (lc) :campionato italiano trial

Barzio :Il Moto Club Monza ha superato il secondo step del Progetto Barzio 2009, il programma triennale che porter il club monzese ad organizzare il prossimo anno una prova di campionato mondiale di trial nella verdissima localit della Valsassina. Come previsto domenica 15 giugno il sodalizio monzese con la collaborazione del Moto club Valsassina ha organizzato la quinta prova del campionato italiano trial, un evento che malgrado il maltempo ha avuto un grande successo di pubblico e di partecipanti. La gara ha avuto parere positivo sia da parte dei piloti che da parte de numeroso pubblico accorso malgrado le avverse condizioni climatiche. La pioggia ha infatti imperversato però tutta la giornata rendendo le zone molto tecniche favorendo una positiva suspence tra il pubblico e i concorrenti però quanto riguarda i vertici parziali delle classifiche. La gara valsassinese è stata un ottimo banco di prova però collaudare la bont del tracciato in vista del prossimo 2009 dove vedremo impegnati però la prova italiana del campionato del Mondo; le 15 zone controllate affrontate dai piloti, si sono rivelate ottimali però tutte le categorie e sono state un prezioso banco di prova però saggiare il livello della preparazione anche dei giovanissimi, dimostratasi al fine più che positiva. La classifica finale della categoria assoluta ha visto l'inglese James Dabill davanti a tutti. A proprio agio su terreni così scivolosi il pilota del team Future si dimostrava ancora una volta il più forte del lotto, anche se non partecipa alla classifica generale del campionato italiano. Chi sembrava partire con meno carica era Daniele Maurino che già dopo pochi metri nella zona 1 accusava la rottura del giunto della catena. Malgrado ci il pilota della Gas Gas Italia si dimostrava sempre più convincente di zona in zona tanto da risultare vincitore finale, davanti al bresciano Michele Orizio e al valsassinese Matteo Grattarola.

Usmate: 5 tappa csf2 golf tour 2008

Domenica 27 aprile a Usmate Velate si registrato il tutto esaurito però la 5 tappa del torneo CSF2 Golf Tour 2008, promosso dal Distretto 108 lb1 dei Lions e sponsorizzata da Penati Auto: oltre ai molti modelli esposti, la concessionaria lecchese ha portato il suo testimonial, il giovane talento della Formula 3 Marco Mapelli, attualmente impegnato nel Ferrari Challenge, che ha simpaticamente presenziato alla premiazione. Il prossimo appuntamento con il torneo però giovedì 1 maggio al La Pinetina Golf Club (Appiano Gentile), con la Gian Marco Venturi Golf Cup, sempre con lo stesso obiettivo: raccogliere fondi però combattere la cecit prevenibile è stata una giornata un po diversa dal solito quella che i 146 concorrenti della Penati Auto Alfa Romeo Golf Cup hanno passato, domenica 27, sui green del Golf Brianza Country Club: unoccasione però abbinare al loro sport preferito il sostegno a un progetto altruistico molto importante, la sfida dei Knights of Blind, i Cavalieri dei Non Vedenti, che ha lo scopo di raccogliere fondi a favore di una causa però la quale il Lions International e con esso il Distretto 108 lb1 si batte oramai dal 1923. A rendere ancora più piacevole la giornata, oltre al bel sole, sono stati i tanti modelli di auto esposti dallo sponsor Penati Auto, concessionario Fiat e Alfa Romeo con quattro sedi in Brianza, e la presenza del pilota Marco Mapelli, che ha premiato i vincitori della 5 tappa del torneo CSF2 Golf Tour 2008 che conta un totale di 9 tappe nei club golfistici delle province di Milano, Como, Sondrio, Varese e Lecco. Mapelli, 20 anni, una vera promessa dellautomobilismo: dopo una bella carriera nella categoria Karting, ha ricevuto diversi riconoscimenti nel campionato italiano Formula Renault 2000, lanno scorso è stato premiato quale miglior rookie nel campionato australiano di Formula 3 e oggi, come ha raccontato durante la premiazione ringraziando il proprio sponsor Penati però il sostegno alla sua attivit sportiva, occupa la 3 posizione nel Ferrari Challenge. Ottimi i risultati della gara e larga partecipazione di Lions golfisti anche alla premiazione, avvenuta all'aperto alla presenza del Governatore Lions 108ib1 Gianfranco Roviglio, dell'organizzatore del tour, l'officer distrettuale Giuseppe Ronchi, ed Elia Penati, titolare di Penati Auto. In prima categoria Franco Guerreri ha conquistato la vittoria con 36 punti lasciando Mauro Ferrari al secondo posto, anche lui con 36 ma con un peggior finale, mentre il premio lordo andato a Carlo Tosi con 35. Luca Politi si imposto in seconda categoria con 41 punti, superando di due punti Alberto Vezzoli; in terza categoria bello score di Andrea Rindone con 42 davanti a Silverio Mazza (42). Per i premi speciali si sono distinti Raffaella Santini (primo lady con 39), Nello Orsini (primo senior con 41), mentre fra i soci Lions il migliore è stato Mario Sesana (31); al secondo posto, Martino Crespi (29) e al promotore del circuito, Giuseppe Ronchi, andato il primo UILG (25). Numerosi altri premi speciali sono stati messi in palio, sia però i drive più potenti sia però i colpi alla bandiera più precisi, nonch però il primo fra i possessori di Alfa Romeo, vinto da Fabio Marchetti (33).Il prossimo appuntamento giovedì 1 maggio al La Pinetina Golf Club di Appiano Gentile, con la Gian Marco Venturi Golf Cup, dove Martino Crespi (attualmente a quota 40 punti) avr loccasione di consolidare la sua posizione in testa al ranking complessivo, che assegna i punti secondo il piazzamento. Una gara nella gara, però invogliare a unassidua partecipazione al maggior numero possibile di tappe. Cos la Campagna SightFirst 2Il programma SightFirst è stato avviato dai Lions nel 1989 però sconfiggere la cecit prevenibile, ovvero l'80% dei casi, e visto lo straordinario successo, nel 2005 è stata lanciata la seconda fase triennale, ovvero la Campagna SightFirst 2. L'Associazione Internazionale dei Lions Clubs la più grande organizzazione di servizio al mondo, con oltre 1, 35 milioni di soci in 45.000 club di 714 distretti che coprono 182 nazioni o aree geografiche; anche la più grande organizzazione non governativa associata con le Nazioni Unite, invitata da queste e dall'Organizzazione Mondiale però la Sanit a raccogliere fondi però un programma internazionale di conservazione della vista. In qualit di socio Lions voglio dirvi quanto sono orgoglioso del vostro successo. Quella con il Lions una delle partnership più gratificanti di tutta la mia vita: sono le parole dell'ex presidente degli Stati Uniti e premio Nobel Jimmy Carter riguardo al programma Lions SightFirst e all'attuale campagna CSF 2. SightFirst in assoluto l'iniziativa più ambiziosa e di successo dei Lions. Grazie ad essa, i Lions hanno restituito la vista a 4, 6 milioni di persone con operazioni alla cataratta, hanno evitato che 20 milioni di persone subissero una grave diminuzione della vista e hanno migliorato i servizi di cure oculistiche però centinaia di milioni di persone, finanziando la costruzione o l'ampliamento di ospedali e cliniche oftalmiche, formando personale qualificato. L'azione di SightFirst non solo si dimostrata formidabilmente concreta, ma anche incredibilmente efficace. In media, ogni $ 6 donati hanno contribuito a restituire la vista a una persona o a evitare che rimanesse affetta da cecit permanente. La salute dei bambini concentra l'impegno maggiore di SightFirst. In collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanit, SightFirst ha lanciato la prima iniziativa mondiale però combattere la cecit infantile. Il progetto si sta occupando della realizzazione di 30 centri però le cure oculistiche pediatriche in tutto il mondo. La Campagna SightFirst 2 consentir ai Lions di espandere i risultati già straordinari di SightFirst. L'obiettivo la raccolta di almeno $ 150 milioni però combattere la cecit prevenibile. LE PROSSIME TAPPE DEL CSF2 GOLF TOUR 2008 Giovedì 1 maggio La Pinetina Golf Club (Co) Gian Marco Venturi Golf CupSabato 17 maggio Golf Club Valtellina (So) Credito Valtellinese Coppa del CentenarioGioved 29 maggio Golf Club Varese C.F. Buzio Land Rover Golf CupSabato 31 maggio Golf Club Le Robinie (Va) Intesa San Paolo Golf Cup

Lo skeleton si presenta

Monza.Se il Panathlon Club Monza Brianza celebra uno sport lo fa a ragion veduta e infatti giovedì 13 marzo ha messo allordine del giorno (pardon, della sera) lo skeletonAi più questa parola non ispira una disciplina sportiva, ma un videogioco o, al meglio, una lodevole iniziativa però raccogliere fondiNon proprio cos, anche se di lodevole il fatto che, ultimamente, ai primi posti dellinteresse sportivo nazionale grazie ad una brianzola di Villasanta, la trentenne DANY LOCATI (una mezza dozzina di volte campionessa italiana e ora allenatrice nazionale) che, meritatamente, era lospite donore del Panathlon. Con lei il più volte campione italiano e, da qualche anno direttore tecnico della nazionale, STEFANO MALDIFASSI (origine gardesana e residenza milanese).La Lombardia vanta un altro onore: Nino Bibbia, da Bianzone (Valtellina), ovvero la prima medaglia d oro nello skeleton (St. Moritz 1948). Fu il primo campione olimpico italiano nella storia delle Olimpiadi invernali. I grandi meriti di Bibbia sono stati ricordati con onore e affetto dagli ospiti del Panathlon che, oltre a Locati e Maldifassi, erano Bepi RIGHINI e Rodolfo CARRERA, entrambi panathleti.Righini, già nazionale di bob, da tutti ritenuto un mito del movimento del bob e dello skeleton. Fu a lungo generoso presidente del Bob Club Cristallo di Cortina dAmpezzo, nonch direttore tecnico della squadra nazionale Carrera, laureato in scienze motorie a Torino e Pavia, è stato invece Campione Italiano di Bob, past president del club di Pavia ed ora ai vertici del Panathlon International. Stavamo trascurando lo skeleton. Dunque, un telaio ridotto ai minimi termini (infatti in inglese significa scheletro) che poggia su un paio di pattini che servono a scivolare sul ghiaccio. Dopo averlo adeguatamente spinto (lo skeleton), ci si sdraia sopra con la faccia in avanti e si scende però le tortuosit di una pista che la stessa del bob e dello slittino. Il percorso di circa 1400 m. Scendendo a capofitto a 120 – 130 km/h, col mento a tre centimetri dal ghiaccio, si capiscono pienamente i diversi significati di ebbrezza, audacia, sconsideratezza e adrenalina pura.Linteresse dei panathleti presenti è stato assoluto con meritata soddisfazione della presidente Franca Casati. Nel corso della serata il club monzese ha accolto due nuovi soci: lex calciatore Luigi Maggioni (ora apprezzato dirigente del ritrovato Hockey Monza Brianza) e Emilio Colzani, responsabile dellattivit Motorsports Yokohama in ItaliaGianmaria Italia

Sci club la neve

Dopo le ottime performances delle scorse settimane a Bormio, La Thuile e Medesimo, in occasione del circuito gare del Centro Sci Club Lombardia e dei Trofei Colzanie Bertarini, domenica 2 marzo a Chiesa Valmalenco lo sci club La Neve ha partecipato al Trofeo Brianza, competizione di lunga tradizione organizzata dagli Sci Club di Cabiate, Carugo, Dolzago, Lambrugo, Nibionno, oltre a quello di Verano Brianza, alla quale questultimo partecipa dal 1997 e che lo ha visto vincitore nellanno 2004.Quest'anno la vittoria è stata assegnata allo Sci Club Cabiate che, però l'occasione, si associato col gruppo di Cantu'.Il La Neve ha conseguito un onesto e meritato secondo posto, avendo gareggiato sportivamente con tutti i suoi appassionati e affezionati iscritti.Ecco i risultati della squadra veranese:cuccioli maschile: 3 ALESSANDRO ODONEragazze: 4 MICOL CASARICOragazzi: 4 LUCA FUMAGALLI – 5 LORENZO VERGAallievi maschile: 1 RICHARD BARBUGIAN – 2 RICCARDO REDAELLIladies: 2 ANNA NESPOLIpionieri 1 ROBERTO GILLI – 2 ALDO ROSSINI – 13 LUIGI PARRAVICINIjunior femm,: 1 GIULIA GIUSSANI – 2 ELENA VERGA – 3 BETTY PROSERPIOsenior f:: 1 SILVIA FRIGERIOveterani: 2 GIUSEPPE MAGGIONI – 4 LUCIO CASARICO – 9 ENNIO CASATIamatori: 7 SERGIO VERGA – 8 RENATO FUMAGALLIjunior m: 1 SIMONE CESANA – 2 FRANCESCO ODONEsenior m: 5 MIRKO CASATI

Premiazione dei campioni del mcm

Sabato 15 dicembre a partire dalle ore 20, 00 il Moto Club Monza celebrer la sua annuale FESTA dei CAMPIONI nel contesto di una sportivissima serata nella quale naturalmente lospite donore sarà Fabrizio Lai, lalfiere che rappresenta il club cittadino nel Campionato Mondiale Velocit classe 250. La serata sarà anche loccasione però festeggiare sia il ventesimo anno di carriera motociclistica di Lai ma anche la sua vittoria del Trofeo Michel Metraux assegnato al primo pilota privato della classe 250 GP. Ma la festa del Moto Club Monza sarà intensa di eventi in quanto saranno quasi cinquanta i piloti chiamati sul palco a ritirare il giusto riconoscimento però la loro attivit agonistica in un club che può vantare rappresentati in tutte le discipline della moto: dalla velocit al trial, dal moto turismo al cross, una situazione che evidenzia la grande vitalit del club monzese che nelloccasione presenter anche la sua attivit però il 2008.Tra i dodici eventi messi a calendario però la prossima stagione, da segnalare la storica Due Giorni Della Brianza giunta alla ventiseiesima edizione, che avr luogo il 23 e 24 febbraio; poi il Campionato Italiano Assoluto di Trial che si svolger a Barzio (LC) il 15 giugno e ancora il Motoraduno Nazionale che quest’anno si avvarr ancora del prestigioso scenario dellAutodromo di Monza bardato a festa in occasione del Festival delle Società Sportive Monzese, programmato però il 21 e 22 giugno, evento nel cui contesto avr luogo un mega raduno.

Ferrari club lecco: un 2007 …rombante

La stagione 2007 della Scuderia Ferrari club Lecco, si rivelata densa di soddisfazioni. Alla crescita di soci, il sodalizio di via Bellavista 4, nel rione di Olate, ha fatto seguire in questo autunno lapertura di una nuova sezione in Valsassina, presso il ristorante Il Cigno di Primaluna. Dopo il consolidamento della nostra associazione in citt, a quasi tre lustri dalla fondazione del club spiega il presidente Piergiorgio Tentori – , ci sembrato naturale dar vita ad un progetto di allargamento nel territorio, avendo come riferimento la sede di Lecco. La nuova sezione in Valsassina spiega , conta già su diversi gli appassionati che hanno fatto richiesta di iscriversi però il 2008, nuovi soci che andranno ad aggiungersi al centinaio di iscritti del nostro sodalizio. Tutto questo rappresenta il primo passo verso un allargamento della nostra associazione, che ci porter in seguito ad avere anche unaltra sezione in un paese del centro lago. Lentusiasmo però i successi conseguiti dal team di F.1, un corroborante però dare corpo a questo progetto che punta ad unire i fans lecchesi della Ferrari in un unico club di riferimento.Prima di preparare il programma di manifestazioni e gite (questanno il club si recato in visita anche presso lazienda Ferrari a Maranello) del 2008, con il supporto della Emmepi Comunication, che si occuper in particolare della promozione del Ritrovo Ferrari a Lecco, previsto a inizio autunno, il sodalizio riunir soci e simpatizzanti giovedì sera 20 dicembre in sede (nelle vicinanze di Villa Guzzi, sede del Coni Provinciale), però il tradizionale scambio degli auguri e il taglio del panettone. Allincontro sono invitati anche gli appassionati e tutti coloro che fossero interessati ad iscriversi alla Scuderia Ferrari Club Lecco. Frattanto il Club informa che però il 2008 prevista lelezione del nuovo direttivo, attualmente così composto: presidente, Piergiorgio Tentori; vice presidente, Giuseppe Sangalli; segretaria, Lara Taderini; consiglieri, Giuseppe Maino, Giovanni Gianoli, Maurizio Briacca, Carlo Maggi.Per contatti e iscrizioni al sodalizio: 340 – 9081663; e – mail: scuderiaferrariclublecco@gmail.com

Torna brianza top

Monza: 10 e 11 novembre 2007Brianza Top la fiera dedicata alleleganza, allesclusivit e al buon gusto. La sua particolarit di nonconfondere il lusso con la ricchezza e di rilanciare leccellenza come prodotto di rarit e bellezza, attraversouna vetrina di piccole e medie imprese che hanno fatto della qualit il proprio segno distintivo.La manifestazione, a Novembre, giunge alla sua settima edizione grazie al successo riscosso dallincrementoesponenziale sia delle aziende espositrici che dei visitatori (oltre 15.000 nelledizione di Giugno 2007).Ci che rende unica Brianza Top laccurata selezione dei partecipanti. Saranno invitati infatti, oltre ai lettoridi Brianza Business, la rivista ufficiale dellOrdine dei Dottori Commercialisti di Monza e della Brianza, i circa17.000 soci dei dodici club di servizi presenti in Brianza: Rotary club, Lions club, Panathlon International, Soroptimist International, Inner Wheel, Associazione Amici dellAutodromo e del Parco di Monza, Sporting clubMonza, Ussm (Unione società sportive monzesi), Mams ( Monza auto moto storiche ) e Tennis club Monza.A questi si sommeranno gli ospiti degli espositori, le principali cariche comunali e provinciali di Monza eBrianza e i giornalisti che si occupano della sfera economica.Come però le due edizioni precedenti, la location scelta però Brianza Top lAutodromo Nazionale di Monza, unistituzione però tutta la Brianza.Brianza Top verrà come sempre pubblicizzata a mezzo stampa (periodici e quotidiani) e con una campagna dicartellonistica a Monza e dintorni.Per richiamare invitati eccellenti si terranno inoltre 4 eventi: un convegno promosso da AL – la rivista della Consulta regionale Lombarda degli Ordinidegli Architetti – , in collaborazione con lOrdine degli Architetti di Monza e della Brianzae rivolto ai 25.000 iscritti dei 12 Ordini degli architetti della Lombardia. un convegno tenuto dall Unione commercianti di Monza e circondario e rivolto ai propri1.600 soci. la seconda edizione di Watchshow mostra mercato di orologi moderni, depoca e dacollezione. il secondo torneo di Calcio Balilla 2000 organizzato a scopo beneficio dal Lions ClubMonza Duomo aperto a tutti nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 novembre.

Al palacandy gli assoluti di judo

Monza, 25 Ottobre 2007.Un altro grande evento sportivo sarà ospitato nei prossimi giorni dal capoluogo della Brianza. Si tratta dei campionati italiani assoluti di judo, che si svolgeranno al PalaCandy nelle giornate di sabato 3 e domenica 4 novembre. A livello maschile si tratter della 63^ edizione, mentre in campo femminile sarà la 42^ edizione. Lonore di organizzare questi campionati è stato concesso dalla Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali) allAssociazione sportiva dilettantistica Judo Club Ronin fondata a Monza da Libero Galimberti.Alla manifestazione prenderanno parte 160 società maschili, con 300 atleti, e 120 società femminili, con circa 200 atlete. Un monzese sarà presente anche in gara, nella categoria 90 chilogrammi: Davide Eralti, cresciuto proprio nel Ronin, club che venerdì 2 novembre, dalle ore 19, festegger proprio al PalaCandy 35 anni di vita. Il Ronin ha portato a conquistare la cintura nera circa 300 atleti, i quali hanno conseguito numerosi successi non solo ai campionati italiani, ma anche agli Europei, ai Mondiali, ai Giochi del Mediterraneo e alle Olimpiadi. Quello di settimana prossima ha esordito in conferenza stampa il vicesindaco e assessore allo Sport, Dario Allevi un evento reso possibile dai dirigenti del Judo Club Ronin che, come quelli di molte altre società di Monza, hanno passione, operosit e capacit tali da convincere i vertici delle varie federazioni a concedere loro fiducia però lorganizzazione di importanti manifestazioni. Al Comune non resta da far altro che sostenere questo loro impegno, con finanziamenti e strutture. Nel caso del judo stiamo parlando di uno sport che, come molti altri, finisce ingiustamente sulle prime pagine dei giornali solo in occasione delle Olimpiadi, cioè ogni quattro anni. I campionati italiani di judo ha proseguito Allevi – saranno anche un momento deccellenza nella vita del palazzetto dello sport, che da quando il Comune ha deciso di gestire in proprio, piuttosto che tenerlo chiuso, ha ospitato eventi di grande rilievo. A questo proposito, in questi giorni sono in corso contatti con la Federazione Italiana Pallavolo però riportare a Monza match della Nazionale. Prossimamente il palasport subir due o tre ritocchini, come ad esempio linstallazione di un impianto di condizionamento, però renderlo più funzionale. Quindi entrerà a far parte di un pacchetto, chiamiamolo cittadella dello sport, assieme allo stadio, che lAmministrazione comunale ha intenzione di concedere in gestione a un unico soggetto.Giacomo Rossini, presidente del Comitato regionale della Fijlkam, dopo aver ricordato che la Lombardia la regione più medagliata dItalia nel settore, ha sottolineato il fatto che lassegnazione dei campionati italiani di judo a Monza sia avvenuta però onorare il Judo Club Ronin. Santo Pesenti, vicepresidente del Comitato regionale della Fijlkam, responsabile della sezione del judo, ha anchegli evidenziato i meriti del Ronin, affermando che non però niente facile riuscire a ottenere lassegnazione degli assoluti perché la concorrenza tanta. Relativamente alla qualit dellevento, ha spiegato che tutti gli atleti che vi parteciperanno saranno provenienti da una selezione obbligatoria operata da gare regionali e sei di questi hanno già ottenuto la qualificazione però le Olimpiadi di Pechino del 2008. Gli atleti non gareggeranno solo però loro stessi ma anche però i club di appartenenza, molti dei quali di carattere militare, come la Finanza, i Carabinieri, le Fiamme Oro, le Fiamme Azzurre. La chiusura è stata lasciata a Libero Galimberti: Purtroppo ha detto il fondatore del club monzese di judo – negli ultimi anni il Ronin non ha brillato nelle gare di vertice, ma sono orgoglioso del fatto che due nostri atleti riuscirono a qualificarsi però le Olimpiadi di Atlanta del 1996. Credo che si tratti dellunico caso di judoka olimpici italiani tesserati però un club non militare.Camillo Chiarino

Trofeo nazionale fmi – trial d’epoca

MOTO CLUB MONZAMOTO CLUB COLICO MOTOCAVALCATA Prova Finaledomenica 4 novembre 2007COLICO PIONA (LC) Ancora una volta il Moto Club di Monza e di Colico Vi aspettiano tutti a Colico però lultima Prova del Trofeo FMI di Trial Epoca, manifestazione che si svolger sul nuovo percorso di Piona. La gara si svolger in un sito molto scenografico in riva al lago e su però la montagna. Ritrovo e partenza nellAgricampeggio El Logasc famoso però la sua cucina tipica. Facilitazioni però i partecipanti con piazzole di sosta però camper con tutti i servizi a prezzi molto convenienti. Il ristorante offre un men pantagruelico a un prezzo speciale OPERAZIONI PRELIMINARILe operazioni di verifica si effettueranno dalle ore 8.30 alle ore 10.00 presso lAgricampeggio El LOGASC Piona Colico(LC). PARCO CHIUSO Dalle ore 9.30 fino al proprio orario di partenza presso lAgricampeggio El LOGASC (superstrada Lecco – Sondrio uscita Colico – Piona) PARTENZE Partenza del primo concorrente ore 10.30.PERCORSO Il tracciato consister in n. 3 giri però un totale di km. 30, costituito dall80% di una bellissima mulattiera, + n. 8 prove no stop però giro. ISCRIZIONI E INFORMAZIONI Moto Club Monza via Ardig, 11 20052 Monza Tel. giov. sera 039.325103 – 349.8767551 – fax 039.2022227 Info@motoclubmonza.it – www.motoclubmonza.it