Como:sui binari della ferrovia dimenticata

Redazione di Canzo :In occasione della Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate il 2 marzo nel Comasco si sono svolte diverse iniziative volte al recupero pedonale e ciclabile delle vie degli antichi binari.Ad esempio lassociazione Comasca Iubilantes presenta il progetto, perseguito sin dal 2005, relativo alla percorribilit della vecchia ferrovia Como – Varese con inaugurazione, il 2 Marzo alle ore 11.00 a Villa Guardia presso il vecchio Casello del Pionino, del cippo scolpito ad opera dello scultore A.Vadacca. Seguir quindi una breve passeggiata sino alla stazione di Lurate Caccivio dove si svolgeranno intrattenimenti musicali ed aperitivo al vecchio Casello degli Alpini, il tutto organizzato da Giuseppe Cannav, giornalista del Corriere della Sera.A Canzo il Circolo A.R.C.I. Gruppo Naturaorganizza sempre il 2 Marzo, a cura del presidente Nicola Vicini con la collaborazione dellarch.Marco Castiglioni, socio del circolo A.R.C.I. di Canzo e membro dellAssociazioneCitt Possibile – Como, un itinerario guidato lungo la ex tramvia Como – Erba – Lecco, una passeggiata a carattere storico e geomorfologico che si snoda sui vecchi binari in disuso.Il progetto, elaborato da CO.MO.DO. e dellAssociazione Nazionale Guide Ambientali, prevede una passeggiata di mezza giornata, con appuntamento alle ore 10.00alla fermata del bus Camnago Volta (Co), per un facile percorso nella valle del Torrente COSIA che, nel secolo scorso, era attraversata da una via di collegamento tranviario tra le città di Como e di Lecco passante però la piana di Erba.Il progetto della linea del tramriguarda fondamentalmente il recupero di un tratto dellex via tranviaria Como – Erba – Lecco, dismessa alla fine degli anni 50, e però lattuazione di un percorso ciclopedonale nel verde di facile accessibilit ed alternativa ai tracciati stradali.Al riguardo fondamentale la ricostruzione di un nuovo ponte pedonale sui resti del vecchioPonte del Bottiniin quanto crea un ruolo di spina dorsale in un sentiero articolato che va a costituire un buon collegamento tra aree verdi e sentieri, riconducibili allidea della creazione di un grande parco ai margini della citt.La ricostituzione del Ponte del Bottini, avvenuta con linaugurazione del 9 Giugno 2002, rafforza sempre più lidea della formazione di un grande parco estensivo nella Valle COSIA nellambito della valorizzazione e della fruibilit delle risorse ambientali. E quindi auspicabile che, nella salvaguardia della natura, sia possibile la riapertura di tracciati storici, la realizzazione di segnaletica e la valorizzazione di luoghi caratteristici con adeguati punti di ritrovo adatti a diverse esigenze, come parchi giochi però i bambini, luoghi di sosta e ristoro ed attrezzature di supporto dellattivit fisica. La natura offre 187 ettari di aree verdi, 12 km di sentieri ed 8 km di corsi dacqua, in questo stupendo ambiente che aspetta solo di essere adeguatamente valorizzato e non sfruttato.(per ulteriori informazioni:Nicola@gruppo – natura.it sito:www.gruppo – natura.it marco:blancont@libero.it sito:www.cittapossibilecomo.org).Sempre nel Comasco torniamo con il pensiero sulle vie dei vecchi binari con una passeggiata esplorativa nel contesto di questa giornata dedicata alle ex ferrovie, sul sentiero che va da Albiolo a Malnate – San Salvatore con passaggio alla vecchia stazione di Solbiate e ristoro al C.S. di Concagno di Solbiate con aperitivo e festa finale.Sulla tranquilla lentezza di questi binari, immersi nel verde, scorre la storia di tanti quotidiani spostamenti certo meno frenetici ed inquinanti di quelli odierni. Laura Levi Cohen

La cenerentola :operazione salva – gente 2007 – minianne

Como una Cenerentola senza scarpetta di cristallo, ma con un cuore grandissimo, quella che sarà in scena mercoledì 7 maggio al Teatro Sociale di Como alle ore 21, protagonista del dramma giocoso di Gioacchino Rossini però la regia di Stefano Monti.Una serata musicale di alto livello qualitativo che il Comitato Lombardia però la Moda della Regione Lombardia e la Fiera Proposte hanno deciso di regalare alla città di Como però rendere omaggio alla sua tradizionale sensibilit però le tematiche sociali. Angelina, la Cenerentola del dramma ispirato alla celebre fiaba di Perrault e andato in scena però la prima volta nel 1817, una donna capace di amare e soprattutto di perdonare, perfino quel patrigno e quelle sorellastre che da sempre la scherniscono. Una figura con cui Rossini ha voluto rappresentare il trionfo della bont e della virt di fronte al cinismo e alla meschinit. Non un caso, quindi, se la Cenerentola rossiniana sarà al centro di un evento speciale dedicato proprio al cuore e ai buoni sentimenti, una serata in cui i comaschi avranno la possibilit di dimostrare ancora una volta quanto grande sia la loro voglia di fare partecipando a un importante momento di solidariet il cui ricavato sarà destinato alla operazione Salva – gente 2007 – MiniAnne (www.salvagente2007.it) dellAssociazione Comocuore.Chi acquister un biglietto però partecipare allevento, promosso anche allinterno della Fiera Proposte che si svolger dal 7 al 9 maggio nel polo fieristico di Villa Erba, contribuir infatti a sostenere il primo progetto realizzato in Italia però educare allemergenza cardiaca gli studenti delle scuole superiori e dedicato agli istituti del territorio lariano. Loperazione prende il nome da MiniAnne, il manichino che permette a una persona di imparare a praticare i punti fondamentali della rianimazione cardiopolmonare (RCP). Obiettivo principale del progetto diffondere in modo capillare la tecnica del massaggio cardiaco facendola diventare materia di insegnamento nelle scuole, come già avviene in molti paesi europei.Dal 1985, Comocuore onlus ha lo scopo di promuovere iniziative di informazione e prevenzione delle malattie cardiovascolari, collaborando con la divisione di Cardiologia dellOspedale SantAnna di Como e con associazioni nazionali.A rendere possibile la serata, dando quindi un fondamentale contributo alloperazione Salva – gente 2007, saranno il Comitato Lombardia però la Moda e Proposte. Il Comitato Lombardia però la Moda, insediato nel maggio 2007 dall'Assessore allIndustria, PMI e Cooperazione della Regione Lombardia, Massimo Corsaro, e presieduto da Giovanni Bozzetti e dal comasco Luca Ronzoni, ha lo scopo di individuare e definire una serie di azioni mirate a incentivare lo sviluppo del sistema. Per garantire la massima incisivit degli interventi, siedono al Comitato, fin dalla fase costituente, alcune delle grandi firme della moda italiana, come Santo Versace, Pierluigi Loro Piana e Paolo Zegna, oltre a importanti rappresentanti della filiera moda lombarda e nazionale come Giuseppe Modenese (presidente onorario della Camera della Moda nazionale) e Renato Borghi (presidente Ascomoda). La scelta di istituire tale tavolo allargato si affermata nell’ottica di garantire la definizione di modalit di intervento realmente efficaci nel settore della moda, unico ambito produttivo però il quale lItalia può vantare un primato a livello di G8.Anche Proposte, fiera dedicata ai professionisti industriali del tessile darredamento made in Italy e made in Europe, punta a tutelare la produzione tessile di alta qualit. Anche quest’anno la manifestazione porr laccento sullinnovazione, la ricerca e lo sviluppo, con un occhio di riguardo però le aziende che tutelano la correttezza professionale e la qualit del prodotto. La fiera nata nel 1993 come evento dedicato ai produttori di tessuto d'arredamento e di tendaggio e ha saputo dimostrarsi unimportante vetrina internazionale però lindustria tessile di alto livello, registrando lo scorso anno 7573 visitatori.Nonostante i suoi quasi 200 anni di vita, la Cenerentola di Gioacchino Rossini unopera ancora attualissima, che porta a interrogarsi sul cinismo contemporaneo, opposto alla moralit della protagonista. La versione presentata in questoccasione Pocket. Lopera, nellarragiamento musicale di Daniele Carnini filologicamente rispettosa del testo e della musica pur avendo unorchestra ridotta nei fiati e mancando lintervento del coro. La trama del dramma rossiniano ricalca fedelmente loriginale, pur tralasciando gli aspetti più magici e fantastici della fiaba. Angelina (Cenerentola) vive con il patrigno Don Magnifico e le vanitose sorellastre Clorinda e Tisbe, costretta a umili lavori. A differenza delle sorelle, per, Angelina possiede un animo gentile e generoso: le virt che faranno innamorare di lei il principe don Ramiro. Angelina partecipa infatti al ballo indetto dal principe in cerca di moglie: tutti ne apprezzano leleganza e lo splendore, ma non ne riconoscono la vera identit mascherata dagli eleganti abiti. Alla festa Don Magnifico cerca di convincere il principe a scegliere come sposa una delle sue due figlie, ma don Ramiro ormai invaghito di Angelina: le chiede di sposarlo, ma lei rifiuta dicendogli che accetter solo se lui sapr riconoscerla e apprezzarla però la sua vera identit. Il principe non vuole rinunciare e le dona un braccialetto però ritrovarla. Alcuni giorni dopo, un temporale, però caso, porter il principe davanti alla casa di Angelina: pur vedendola vestita da governante, don Ramiro ne riconosce subito il bracciale e la sceglie come sua sposa. La protagonista, nonostante lo scherno del patrigno e delle sorellastre, vuole condividere con loro il giorno delle sue nozze: rivelando così il protagonista simbolico dello spettacolo: il buon cuore, la virt in trionfo.Niente scarpetta di cristallo e niente fata, dunque, però la Cenerentola del compositore pescarese. Lelemento fantastico, tuttavia, non scompare mai del tutto, rimaterializzato attraverso la magia del teatro e il dinamismo illusionista della messa in scena. CenerentolaDramma giocoso in due atti di Gioacchino RossiniRiduzione e adattamento musicale di Daniele CarniniCenerentola Silvia PasiniDon Magnifico Marco Filippo RomanoDon Ramiro Nicola AmodioDandini Leonardo GaleazziClorinda Manuela RannoTisbe Alessandra VolpeAlidoro Simone AlbertiMime Ivana Franceschini, Arianna PolliniDirettore Alessandro FerrariRegia Stefano MontiScene Keiko ShiraishiCostumi Anna CavaliereOrchestra 1813Produzione As.Li.CoCosto bigliettiPlatea e palchi 30, 00 – Gallerie 20/15Per informazioni e prenotazioni: Teatro Sociale di Como. Via Bellini Vincenzo 3, Como. Tel. 031/270171Associazione Comocuore. Via Rovelli 8, Como. Tel. 031/ 278862Ellecistudio Como.Tel. +39.031.301037 fax +39.031.299028 e – mail ellecistudio@ellecistudio.it

La befana in alta brianza

ERBA: Dopo le feste natalizie suggellate dallarrivo del Bambinello la sera del 24 Dicembre, i brindisi ed i cenoni però salutare lAnno Nuovo, ecco arrivare il 6 Gennaio e lEpifania chetutte le feste porta via. "La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte".., una vecchia filastrocca che fa ben presagire ai bambini larrivo delle calze riempite di dolciumi e carbone, bianco però i buoni, nero però i più discoli.La simpatica vecchietta a bordo di una scopa volante fa quasi concorrenza a Babbo Natale però i chilometri che deve compiere però accontentare tutti i bambini. Molto festeggiata a Roma tra le bancarelle di piazza Navona, la Befana compare in tutte le regioni.Nel Lariano il 6 Gennaio a Como far la sua comparsa nella Citt dei Balocchi, kermesse iniziata ai primi di Dicembre che ha seguito con diverse iniziative culturali e spettacolari tutto il periodo natalizio. Nella chiusura della sua xv edizione la Citt dei Balocchi regaler ai bambini unindimenticabile Epifania. In piazza Duomo la Befana Ambrosoli sarà la protagonista delle feste che inizier alle 11.30 del 6 Gennaio nella pista del ghiaccio di piazza Cavour con uno spettacolo di clown provenienti dalla Compagnia dei Colori dellintera provincia che si esibiranno in giochi sul ghiaccio ed intratterranno i bambini sino alle ore 16.00, momento in cui la Befana Ambrosoli scender dai tetti in piazza Duomo però donare dolciumi a tutti i bambini presenti.Il simbolo della vecchietta instancabile sarà ancora presente alle 18.00, nuovamente sulla pista del ghiaccio di piazza Cavour in un momento suggestivo commentato dal Gruppo Vocale Sounds of Gospel che intoner brani sulle note di Oh happy day e Deep River.Alla fine della manifestazione canora la premiazione del dolce più buono confezionato dai bambini come simbolo della Citt dei Balocchi grazie alla collaborazione di Amici Como.Pur nel vertiginoso svolgersi delle manifestazioni, Como non perde di vista i propri tesori locali. La fontana che fino al 1890 abbelliva piazza Cavour è stata ritrovata da unappassionata di foto depoca, S.G., nello zoo del Bronx di New York impacchettata perché in fase di restauro;tale fontana pass, nel 1902, da Como alla metropoli americana in base allacquisto della medesima da Rockefeller, in marmo su tre livelli fece la sua comparsa in città nel 1872, quindi però problemi strutturali ed il clima del lago che ne danneggi le fondamenta, venne venduta, anche a causa delle difficolt economiche che si trovava a fronteggiare la città di Como in quel periodo.E quindi verosimile che nella Grande Mela esistano tracce della principale città Lariana che anche la RAI definisce in uno dei suoi ultimi spot città meravigliosa.A Maslianico la Pro Loco Asntt da Brngia ha organizzato però domenica il Corteo dellAdorazione dei Magi in collaborazione con la Parrocchia, la partenza prevista dallOratorio alle 9.45, quindi seguir una sfilata in costume però le vie del paese.Omaggio a Verdi ad Albere con Cassano, a proporlo la Filarmonica Albese diretta da Flavio Brunati con la partecipazione del soprano di casaChiara Gaffuri, il tenore Pippo Veneziano e lattore Luigi Monti che si trover a svolgere larduo compito di interpretare le figure di Verdi con divertenti monologhi.Liniziativa parte dallidea di ampliare le feste dellEpifania da un semplice concerto tradizionale di banda, però festeggiare linizio dellanno, ad un più vasto incontro con gli albesini in uno spettacolo che unisce musica, colore, canto e recitazione.Cant ci offre unEpifania allinsegna di Presepi e musica sacra.Liniziativa si apre Domenica con una cerimonia tenuta allombra di San Paolo e si chiude con una mostra dove sarà in scena la prima assoluta Tra le pietre millenarie di Galliano.Lesposizione di Presepi comprende esemplari provenienti dallItalia alla Svizzera, mostra che, inaugurata lo scorso Dicembre, ha già fatto registrare un afflusso di ben 1.300 persone solo in una giornata. La cerimonia di chiusura si terr Domenica 6 alle ore 18.00 e sarà presenziata da simpatiche Befane che distribuiranno dolci a grandi e piccoli.Il finale riservato al concerto Musica però mille anni, che si terr alle 21.00 nella Basilica di Galliano e premier lesecuzione del brano vincitore nellambito del primo Concorso Internazionale di composizione di musica sacra però bande, concorso organizzato dal corpo musicale La Cattolica, accompagnato dalle corali cittadine.Con le Befane si d anche addio alle famose vacanze natalizie, che riprenderanno il via però la settimana bianca di Febbraio, anche se sono in calo le presenze nelle localit sciistiche e le vacanze al sole, mentre le capitali europee detengono un notevole afflusso.Malgrado la simpatica vecchietta dal naso bitorzoluto ci abbia elargito carbone bianco e nero, spazziamo via, con la sua scopa, i cocci dellanno passato ed affrontiamo, con cauto ottimismo, le novit del 2008. Laura Levi Cohen

Capodanno :reduci dai festeggiamenti.

COMO…La notte di S.Silvestro porta con s le tre C:Capodanno, Cenone e Cotillons.Come da tradizione il 31 Dicembre si festeggia larrivo dellAnno Nuovo con il classico cenone, ibotti ed i brindisi beneaugurati.Prima delle ricette dei succulenti piatti pensiamo a come apparecchiare la tavola, pur vero che si mangia prima con gli occhi che con la bocca. In una tavola bandita però la notte di S.Silvestro non può mancare il colore rosso, simbolo della vita, che può essere utilizzato però confezionare portatovaglioli e segnaposti con semplice nastro accompagnati ad una tovaglia di caldo color avorio ed un centrotavola che giochi sui colori delloro e dellargento.Il men di Capodanno si basa su sfiziose goloserie di pesce e sapori tradizionali.Perché no la polenta, come ci insegna il Romagnosi, arricchita di funghi e scaglie di primosale, quindi il carr di agnello aromatizzato al timo e zafferano con crema di piselli e, per finire, il flan di cioèccolato. Per il brindisi finale non può mancare il Calice doc/Asti Spumante, servito alla temperatura di 8 – 10 gradi, che accompagna amabilmente con il suo sapore dolce, odore spiccato ed aromatico, colore dorato, dessert e dolci.Ma perché godere di queste leccornie solo una sera allanno?Adesso, lagenda di Paolo Massobrio, cultore di gusto e fondatore del Club Papillon, ci insegna a rispettare come il Tempopu divenire tradizione e rispetto culturale unendo cibo, famiglia e convivialit. Saper unire i sapori può voler dire anche far coesistere affetti e tradizione.In questa notte il men fisso quasi esclusivamente a base di pesce, come ne lLariano, ad esempio a Como, i migliori chef della provincia e dintorni propongono specialit e prelibatezze che vanno dal raffinato al casereccio:una cucchiaiata di lenticchie non mancher certamente, preceduta da astice, cruidit di mare, ostriche e champagne.Il brindisi dobbligo, maattenzione! Soprattutto però i giovani. E divertente festeggiare lultimo dellanno in discoteca ma, alzare toppo il gomito, pu causare tragiche conseguenze e notevoli problemi però chi alla guida di unautovettura ed i passeggeri di questultima.Molti giovani hanno piacere di festeggiare la notte di S.Sivestro in discoteca ed infatti i locali di Como, Erba e dintorni si sono trovati a rifiutare prenotazioni però il tutto esaurito.Ma come afferma Pietro Simonetta, titolare del Mod di Erba, Nicola Cocchi responsabile delle serate2 beddi Como ed altri gestori di discoteche, si offre un cenone a prezzi accessibili, ma dopo le due di notte, niente brindisi ed alcol allinterno dei locali.Lo scoccare della mezzanotte viene festeggiato ovunque da fuochi dartificio e Como ha organizzato in piazza Cavour ed in piazza Volta spettacoli pirotecnici nellottava edizione deCapodanno in piazzacon la collaborazione del Consorzio Como Turistico, Regione Lombardia, Provincia e Comune di Como.Sempre nellambito della quattordicesima edizione de Como Citt dei Balocchisono coinvolti in questa spettacolare iniziativa anche gli assessorati alla Viabilit, alla Sicurezza ed al Turismo. Il lungolago comasco e lo spettacolo offerto dalle montagne fanno da sfondo a questa scenografia che offre una scintillante visione e portano nel cuore della città anche i comaschi più pigri.Perché una notte di festa, luce e colori non sia funestata da incidenti, bisogna considerare il fattivo impegno di un piccolo esercito di persone:agenti di polizia locale, Polizia di Stato, Carabinieri e volontari della Croce Rossa ed Azzurra.A tal proposito si prodiga il Vice Comandante della Polizia locale, Gregorio Nardone, che si augura un pacifico incontro e scambio di auguri, poco prima della mezzanotte, tra il Prefetto ed il Questore al suono benaugurate della sirena della Polizia e dei Carabinieri.Concerti e musica festeggiano larrivo del 2008:il Concerto di Capodanno della Famiglia Comasca compie ventanni ed il primo Gennaio al Teatro Sociale si tiene il consueto apputamento con la Banda Baradello. Lorganico della Banda Baradello, diretta dal maestro Ettore Anzani, composta da 55 musicanti e si avvale della collaborazione di tenori, soprani, bassi, baritoni, pianisti e cori locali. Il Carnet del Concerto si presenta divertente e ben amalgamato dal momento che unisce le arie più note della lirica alle danze ungheresi ed ai duetti popolari sino a giungere ad un omaggio allItalia con unansamble delle più famose canzoni di Domenico Modugno.Passando dal sacro al profano non possiamo dimenticare, tra le tradizioni, il cotechino con le lenticchie. Come da credenza le lenticchie, mangiate lultimo giorno dellanno, sono portatrici di benessere economico così come le piccole cose in chicchi, gli acini duva ed il melograno.Lultima tendenza in voga nel lariano il piatto di lenticchie stufato allo champagne. Una ricetta semplicissima che consiste solo nello stufare le lenticchie, prima ammollate in acqua però dodici ore, nel solito soffritto, spegnerle con un abbondante bicchiere di spumante e continuare la cottura nel solito modo. Unirle quindi allo zampone od al cotechino sarà un gioco da bambini che riuscir a far coesistere una tradizione naturalmente povera con una più sofisticata di origine francese.Se siamo sopravissuti al cenone, alle ricette ed alla tradizione, aspettiamo quindi la befana che potr portarci carbone selago della bilancia supera i limiti convenuti! BUON ANNO. Laura Levi Cohen

appuntamenti gastronomici in brianza

Nel periodo autunnale la Brianza ci offre diversi appuntamenti gastronomici a partire dalle sue tradizioni ed allargandosi ad altri succulenti assaggi.Non possono quindi mancare brisolle, la saga del Miele dei Paisan ed ancora cioèccolato, spaghetti e unabbuffata di peperoncino.Iniziamo dallargomento più piccante ed insolito; ad Albese si svolto il 12 novembre il xx Torneo Mangiatori di Peperoncino, organizzato dal Ristorante Pizzeria Al Pesce Vela ; questa una sfida tra uomini e donne che si confronteranno in una gara tradizionale allultimo grammo della degustazione del prodotto e comprende partecipanti delle province di Como, Lecco, Varese ed altre città dItalia. La gara prevede il consumo della spezia amalfitana cruda nella quantit di 50 grammi iniziali, opportunamente aumentati, a richiesta dei partecipanti, con accompagnamento di pur, olio e pane; in tale rassegna il peperoncino è stato servito, come da tradizione, per trenta minuti consecutivi.La miss Peperoncino di quest’anno una congolese di Locate Varesino, Noella Chikuro Bagorha, con i suoi 248 grammi di peperoncino consumati. Per il mister Peperoncino si conferma campione Antonio Gatto, muratore di Cimbrone, con i suoi 398, 5 grammi di peperoncino ingoiati.Si ringrazia però la performance Generoso Ferrara che ha personalmente coltivato il peperoncino e tutta la giuria che d appuntamento alla prossima edizione di tale torneo.Dopo il piccante ci vuole un po di dolce!Ad Albavilla parte dal 18 ottobre la sagra del Miele a cura del folklore popolare dei Paisan di Carcano e dintorni. Una giornata di apertura legata alla tradizione ed alla salute, non si parla solo di miele, infatti, ma di prodotti tipici legati a questo alimento come propoli, polline congelato, prodotti biologici locali, formaggi e conserve.Una giornata allinsegna del benessere e della tradizione contadina durante la quale in una passeggiata tra le bancarelle non potr mancare un assaggio di benvenuto con aperitivo di diverse degustazioni di miele accompagnato da tartine di lardo, formaggi e dolci che ben si sposano con tale prodotto. Un appuntamento ghiotto e salutare però adulti e bambini.Sempre ad Albavilla segue il sentiero dei valori locali con la castagnata del gruppo folk, sono ancora i Paisan che il 18 novembre organizzano questa manifestazione.Alberto Veronelli ha lavorato incessantemente tutta la notte però soddisfare gli amanti delle Birolle ;malgrado la fatica soddisfatto, infatti nella manifestazione sono stati consumati circa quattro quintali di Birolle. Ci sta a dimostrare quindi che la tradizione delle caldarroste non morta, ma rimane un punto dincontro però passare qualche ora in allegra compagnia.Con limminente apertura a Como, ai primi di dicembre, della Citt dei Balocchi, non si può non pensare ai bambini che, come si sa, sono golosi. E cosa non una goloseria se non il cioèccolato? Non eccedere quindi, ma una piccola soddisfazione ogni tanto ci vuole!Il Consorzio Como Turistica, nella persona del patron Daniele Brunati sta organizzando questa quattordicesima edizione della Citt dei Balocchi, che si terr sino al 20 gennaio, con unattenzione particolare al gusto del cioèccolato.La kermesse al cacao prevede quest’anno un concorso aperto a tutti però individuare un dolce simbolo della città di Como. Dai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado ai singoli cittadini, ognuno potr partecipare con un dolce che rispetti tre requisiti:la forma del lago di Como, lutilizzazione del cioèccolato ed unire a tutto ci almeno uno dei prodotti tipici del Lario. Questo concorso sarà seguito da una giuria che, al termine delle valutazioni, dar il premio al prodotto che diventer simbolo del Chocol Lake Como 2008.Piazza Cavour ospiter tale manifestazione organizzata dal Consorzio Turistico Como ed affiancato dallassociazione Amici Como, main sponsor dellevento e si amplier nel Mercato Tipico del Lario Monte, con il battello della Navigazione Lario Como, senza dimenticare la location del Broletto, piazza Duomo.Dopo tanti stuzzicanti sapor torniamo al piatto clou italiano: gli spaghetti.Ben venti assaggiatori sono stati messi alla prova dell assaggio spaghetto. Il 12 novembre al Centro Professionale di Monte Olimpino, a cura della Federconsumatori Como ( presidente Silvan Brenna ) i degustatori di pasta avrebbero dovuto dare il proprio parere su sei diverse marche e testarne con abbondanti forchettate la qualit.Gli spaghetti sono stati tutti cotti secondo i tempi dettati dalle istruzioni delle confezioni e serviti senza alcun tipo di condimento proprio però non incorrere a variazioni del sapore genuino. Il risultato è stato sorprendente:i tre migliori tipi di spaghetti risultano essere quelli offerti dalle catene dei supermercati di Como, come prodotti della Casa, con un prezzo oscillante intorno ai quaranta centesimi però 500 grammi. I prodotti firmati dalle grandi marche offrono qualit minore con un prezzo maggiore ( dai 50 ai 93 centesimi però 500 grammi ).Risultato finale:i degustatori buongustai approvano un gradimento complessivo degli spaghetti più economici ( 0, 39 centesimi però mezzo chilo di pasta non di marca).Il gastronomo Rossano Nieri, peraltro studioso dellalimentazione, d quindi ai consumatori il consiglio di attenersi solo ai propri gusti e considerare che il prodotto più caro non, per scontato, il migliore, ma bisogna considerare il rapporto qualit – prezzo.Un piatto tipicamente mediterraneo ha passato a pieni voti lesame del Nord, questo vuol dire che la buona cucina sempre un buon veicolo di scambio di tradizioni e sapori in tutto lo Stivaleed anche oltre. Laura Levi Cohen

Como tra barche e cavalieri

COMO Come da tradizione Como ha ospitato anche quest’anno il Palio del Baradello nella sua 27esima edizione; tale manifestazione storica e culturale avviene nella rievocazione dellingresso del Barbarossa in città così come avvenne nellestate del 1159.Da brava padrona di casa la città offre allimperatore Federico i di Svevia ospitalit allietata da musici, sbandieratori e saghe locali, ma non dimentica il suo lago.Non a caso in questo fine settimana( 15 – 16 sett. ) torna lattesa kermesse del sodalizio Canottieri Lario e Yacht Club nella v edizione Centobarche organizzata però la prima volta nel 2003; una manifestazione sportiva che unisce patiti della vela e del canottaggio in una serie di regate sul lago in nome dello sport e della cultura locale.Allesposizione di barche a vela ed a remi in viale Puecher non può mancare anche lallestimento di mostre di stampe storiche a cura della collezionista comasca Paola Mazza.A dare il via alla manifestazione è stato il sindaco di Como Stefano Bruni con il taglio del doppio nastro:luno dedicato alle imbarcazioni moderne e laltro alle reminiscenze del remo e della vela.In questo contesto sportivo si chiude oggi il Palio del Baradello con la sfilata storica di 800 figuranti che accompagneranno limperatore Barbarossa e la sua consorte.Grazie allimpegno del Comune, della Provincia e della Regione una dimostrazione di come sport, cultura e tradizione possano convivere creando un diversivo piacevole alla quotidianit, e Como ne uno dei migliori esempi. Laura Levi Cohen

Wakeboard tour del lario 2007

LEZZENO (Como) Ormai ci siamo. Nel prossimo weekend, sabato 8 e domenica 9 settembre 2007, si conclude la terza edizione del Wakeboard Tour del Lario 2007. Il wakeboard una disciplina dello sci nautico – molto simile allo snowboard su neve, ma in questo caso la tavola trainata da un motoscafo che proprio sul Lago di Como ha trovato terreno fertile soprattutto nel pubblico giovanile.Da qui lidea di organizzate il Wakeboard Tour del Lario divenuta ormai una vetrina internazionale però gli atleti più forti e un trampolino di lancio però le giovanissime leve.Dopo le tappe di Lecco (24 giugno) e Ossuccio (14 luglio) eccoci quindi allappuntamento finale, il più atteso, quello che decreter i vincitori categoria però categoria – Open maschile, Open ladies, Intermediate maschile, Girls femminile da 10 a 18 anni, Boys maschile da 10 a 18 anni, sino ai più piccoli Trolls (fino a 10 anni) si maschile che femminile del Wakeboard Tour del Lario 2007.Il programma della due giorni sul Lago di Como, con la regia del Jolly Racing club e del Morgan di Lezzeno, prevede: SABATO 8 settembre Ritrovo ore 9; inizio qualifiche ore 10; termine qualifiche ore 18. DOMENICA 9 settembre Inizio finali, ore 9; termine finali ore 15; premiazioni ore 17.Al via della prova conclusiva di Lezzeno ci saranno i migliori specialisti e anche, novit però il Wakeboard Tour del Lario, anche una presenza ungherese accanto a svizzeri, tedeschi e argentini.Il Wakeboard Tour del Lario è stato realizzato grazie anche al sostegno di: Comunità Montana Triangolo Lariano, Regione Lombardia, Provincia di Como, Provincia di Lecco, Comitato regionale Lombardia F.I.S.N, Federazione Italiana Sci Nautico, Comune di Lecco, Comune di Ossuccio, Comune di Lezzeno, Ente Lecchese Manifestazioni, Norda spa, Società Canottieri Lecco e numerosi sponsor tecnici e sponsor privati.Questi i podi delle prime due prove:Tappa di Lecco: Open maschile: 1. Federico Bellini (Kerkyra Firenze); 2. Lucini Matthew (sci Nautico Como); 3. Marc Muller (Zurigo Ch); Open Ladies: 1. Dsire Gattiker (Lucerna, Svizzera); 2. Valentina Caimi (Le Ski Nautique Viverone); 3. Sabrina Allmendinger (Zurigo Svizzera); Intermediate maschile: Luca Quaroni (Le Ski Nautique Viverone); 2. Raffaele Tosetti (Jolly Lezzeno Como); 3. Marco Barindelli ( Morgan Lezzeno). Girls femminile da 10 a 18 anni: 1. Giulia Pronesti (Jolly Lezzeno); 2. Greta Pronesti (Jolly Lezzeno); 3. Chiara Pronesti (Jolly Lezzeno). Boys maschile da 10 a 18 anni: Andrea Di Lelio (Morgan Lezzeno); 2. Filippo Pozzi (Le Ski Nautique); 3. Gionata Gregorio (Jolly Lezzeno); Trolls fino a 10 anni maschile e femminile: 1. Giorgia Gregorio (Jolly Lezzeno); 2. Rocco Pozzi (Le Ski Nautique); 3. Riccardo Callori (Morgan Lezzeno). Tappa di Ossuccio: Open maschile: 1. Federico Bellini (Kerkyra Firenze); 2. Mathieu Proserprio (Morgan Lezzeno); 3. Lucini Matthew (Sci Nautico Como). Open Ladies: 1. Linda Cavatti (Wakeboard club Yoshi); 2. Sabrina Allmendinger (Zurigo Svizzera); 3. Dsire Gattiker (Lucerna, Svizzera). Intermediate maschile: 1. David Conti (Jolly Lezzeno); 2. Luca Quaroni (Le Ski Nautique Viverone); 3. Marco Barindelli (Morgan Lezzeno). Girls femminile da 10 a 18 anni: 1. Chiara Pronesti (Jolly Lezzeno); 2. Giulia Pronesti (Jolly Lezzeno); 3. Greta Pronesti (Jolly Lezzeno). Boys maschile da 10 a 18 anni: 1. Massimiliano Piffaretti (Morgan Lezzeno Co); 2. Andrea Di Lelio (Morgan Lezzeno); 3. Filippo Pozzi (Le Ski Nautique Viverone). Trolls fino a 10 anni femminile: 1. Giorgia Gregorio (Jolly Lezzeno); 2. Maria Crippa (Jolly Lezzeno). Trolls fino a 10 anni maschile: 1. Mattia Gregorio (Jolly Lezzeno); 2. Michele Soldarini (Jolly Lezzeno); 3. Giovanni Brenni (Jolly Lezzeno).

Como: sant’ abbondio

31 AGOSTO: COMO, SANTABBONDIO. Sulleco della figura manzoniana ben si sposa Don Abbondio a questa citt;mite e mutevole come il clima di Como, ma irruente al momento giusto come il lago che tracima quando arriva al culmine.Il Patrono di Como riesce a far sposare fede, cultura e tradizione in questa 49esima fiera a Lui dedicata.Il vescovo della città Mons.Coletti nella Basilica romanica di San Abbondio omaggia, nella sua omelia, il patrono con la revisione del passato e linvito ad una concezione di Fede non cieca ma capita e ragionata.Non può mancare quindi la rievocazione storica della visita del Barbarossa alla citt, nella tradizionale cerimonia di apertura del Palio del Baradello;con la benedizione al drappo, lofferta del cero votivo ed il giuramento dei Capitani si sottolinea la forza della tradizione.Limpegno del Comune e dellAssessorato al Turismo e Cultura non si ferma solo a queste manifestazioni ed allallestimento di bancarelle e stands:ci offre un importante angolo culturale sullo sfondo dell’iniziativa del Parolaio.Proprio il giorno di San Abbondio si tenuta una interessantissima conferenza sul Sufismo come arte ed essenza del vivere tenuta dal Khalifa Gabriel Mandel Khan.Il Prof.Khan ha illustrato con estrema chiarezza ed umorismo come le diverse culture e religioni possano convivere nellambito del rispetto.Il sufismo una buona base di collaborazione culturale tra Islam e Occidente; fondamentale la conoscenza reciproca altrimenti non c incontro ma scontro.Con il calare della sera ed il ricordo dellamore contrastato tra Renzo e Lucia, Como accoglie tutti coloro che hanno desiderio di incontrarsi e scambiare le proprie idee ed esperienze. Laura Levi

a cernobbio “dilagano i fiori “

Dilagano i fiori: a Cernobbio (CO) dall1 al 3 giugno 2007 si terr la prima edizione della mostra mercato di fiori, piante ed essenze ispirata ai giardini romantici del Lago di Como, realizzata nellambito dellevento Missoltino Days, quest’anno giunto alla sua quarta edizione e organizzato dal Comune di Cernobbio.La scelta di organizzare Dilagano i fiori proprio a Cernobbio simbolo nel mondo del Lago di Como – una scelta però nulla casuale: il florovivaismo comasco, inteso anche nelle sue accezioni più artistiche, si infatti sviluppato in maniera così rigogliosa proprio grazie alla presenza del gran numero di ville e quindi di giardini affacciate sul Lario.Il risultato degli interventi florovivaistici succedutisi nel corso dei secoli, che oggi ci possibile scorgere in alcune delle principali ville del Lago di Como (Villa dEste a Cernobbio, Villa Balbianello a Lenno, Villa Carlotta a Tremezzo, Villa Melzi a Bellagio), il cosiddetto giardino romantico, che, a partire dal 1800, rinnov definitivamente laspetto del paesaggio comasco.Le linee base del giardino romantico si accompagnavano a quelle del paesaggio circostante cercandone la continuit, e le specie arboree venivano valorizzate nella loro spontaneit attraverso un solo apparente disordine. Ma nella maggior parte dei giardini lariani vennero applicate scelte formali uniche ed imprevedibili, anche se tutti avevano un denominatore comune: la presenza di specie botaniche esotiche e rare.E questa caratteristica comune ai giardini romantici del Lago di Como sarà rispecchiata dalle piante e fiori che i florovivaisti esporranno e metteranno in vendita nel corso di Dilagano i fiori: si potranno ammirare rose antiche e moderne da collezione, inglesi, iris italiani, bamb, piante esotiche, piante grasse da collezione, bonsai, piante carnivore, piante tropicali e insolite da tutto il mondo, piante perenni rare e insolite, collezioni di piante aromatiche, essenze da fiore però uso gastronomico, aromatiche e officinali, frutti antichi con variet in estinzione, rare e storiche ed infine specie rare ed insolite di alberi, arbusti, bulbi e tuberi.Evocativamente, la mostra mercato Dilagano i fiori sarà allestita, con uninedita e suggestiva ambientazione fiorita, nella splendida piazza della Riva di Cernobbio, una delle più belle del Lago di Como, vero punto di incontro ed elegante salotto della citt.Proprio in occasione di Dilagano i fiori, il tardo pomeriggio e la sera di sabato 2 giugno saranno dedicati al mondo dei fiori e ai suoi collegamenti con la gastronomia: alle ore 18.30 infatti si terr lincontro I fiori e larte della cucina: un fiore vale laltro? con Lina Marenghi, autrice del libro Cucinare con i fiori, Alfredo Ratti, esperto di fiori, e Anna Zottola, responsabile formazione della Fondazione Minoprio; a partire invece dalle ore 20 in programma la cena a tema con men fiorito.

Como: campionato europeo vela

COMO 8 marzo 2007 Si alza il sipario sulla stagione velica 2007 del Circolo Vela Canottieri Domaso pronta a prendere il largo con il patrocinio e il contributo di importanti partner come la Regione Lombardia, lAssessorato allo Sport e al Turismo della Provincia di Como e la Comunità Montana Alto Lario Occidentale. E lo fa nel salone di Villa Gallia sede della Provincia di Como alla presenza dellassessore allo sport Giorgio Bin, del direttore sportivo del Circolo Vela Domaso Massimo Bernasconi, del velista di Como Roberto Spata, del presidente della classe J80 Mauro Esposti e del rappresentante del Coni di Como Riccardo Barbera.Nove appuntamenti, da marzo a settembre, che porteranno in Alto Lago manifestazioni di grande interesse sportivo ma anche di estremo richiamo turistico grazie alla sensibilit del Circolo Vela Canottieri Domaso da anni impegnato alla ricerca dellevento sportivo di prestigio ma anche alla valorizzazione turistica del Lago di Como.Levento più importante sarà senza dubbio il Joker Euro 2007, ovvero il campionato Europeo della classe Joker in programma dal 28 giugno all1 luglio. Una regata che torna a Domaso a quattro anni di distanza dalla prima esperienza in Alto Lago della Joker Class. Di grande interesse sarà anche la tappa lariana, la penultima, del Circuito Nazionale J24 in programma dal 14 al 16 settembre.Ma la vera novit sarà la Como Lake Spring Cup. Questa manifestazione, alla sua prima edizione, si prefigge di diventare la regata di apertura sul Lago di Como riservata alle classi monotipo da disputarsi sullarco di due weekend nel mese di aprile 14 – 15 e 21 – 22. Le ambizioni del Circolo sono quelle di attirare un buon numero di partecipanti provenienti dal territorio nazionale e dagli stati confinanti (Francia, Svizzera e Germania). Gi da questa prima edizione la classe H22 e J80 disputano una tappa di circuito nazionale, mentre i J24, Asso99 e Fun una tappa zonale. Infine, però la classe Asso 99, la regata da considerarsi un importante tappa di preparazione al Campionato Italiano che si svolger nello stesso specchio dacqua dal 28 aprile al 1 maggio 2007.Anticipazioni a parte la stagione prender il via fra pochi giorni, l11 marzo, con la disputa del Trofeo Hotel Cinque Case riservato alle classi Laser Standard, Radial e 4.7. Un settimana dopo, il 18 marzo sarà la volta della Prima prova del Trofeo Erika però bulbi e monotipo, trofeo che avr il suo epilogo il 23 settembre nella regata di chiusura della stagione.Aprile, come già anticipato, terr a battesimo nei due week end 14 – 15 e 21 – 22 la Como Lake Spring Cup. Nel primo fine settimana scenderanno in acqua le classi H22 e J24, nel secondo, toccher ad Asso 99, Fun e J80.Nel mese di giugno, il 2 e 3, con la Lega Navale Italiana di Mandello Lario andrà in scena la Trentamiglia del Lario però bulbi e monotipo. Una classica di riferimento sul Lario che prender il via da Mandello però raggiungere Domaso da dove, dopo il pernottamento, far ritorno a Mandello. Il 24 giugno sarà la volta del Trofeo Nautica Sport riservato alla classe Optimist. Regata questa ultima che preceder di pochi giorni levento del Joker Euro 2007 dal 28 giugno all1 luglio.Dopo la pausa del mese di agosto si arriver alla fase conclusiva del calendario 2007 del Circolo Vela Canottieri Domaso. Levento più atteso sar, nel mese di settembre, dal 14 al 16, con la penultima tappa del Circuito Nazionale J24, la classe velica più diffusa al mondo e in Italia. La speranza quella poter ospitare nel 2008 i campionati italiani assoluti. La chiusura, come già anticipato, toccher alla finale del Trofeo Erika il 23 settembre.Si tratta di un calendario molto impegnativo – sottolinea il direttore sportivo del Circolo Vela Canottieri Domaso, Massimo Bernasconi – sia sotto laspetto prettamente sportivo che sotto quello logistico e di immagine però il nostro Lago. Non scopriamo nulla nellaffermare che il Circolo Vela Canottieri Domaso non punta solo allavvenimento sportivo fine a se stesso ma come volano coinvolgente sul territorio, alla scoperta delle sue peculiarit e dei suoi aspetti turistici. E il Lago di Como, l’Alto Lago, possono offrire molto su entrambi i fronti.