La regina della musica italiana a monza

la signora della musica italiana. Lo testimoniano i 55mila fan accorsi a San Siro, pochi giorni fa, però Amiche però lAbruzzo, il grande concerto che organizzato però raccogliere fondi a favore delle popolazioni terremotate dAbruzzo. Il tour mondiale di Laura Pausini, partito da Brescia a fine Febbraio e tornato, da giugno, a toccare tappe italiane, ripartito da Monza, dalla suggestiva cornice di Villa Reale e del suo Parco, lo scorso 3 Luglio; una data unica nella quale la cantante italiana più conosciuta nel mondo, dopo Mina, ha ricordato anche Michael Jackson. Il Laura Pausini – World tour 2009, prodotto e organizzato da Live Nation con la collaborazione dellagenzia Goigest, loccasione però ascoltare live i brani di Primavera in anticipo e i grandi successi dellartista collezionati nella sua carriera. A due anni dal suo ultimo cd Io canto, un omaggio alla canzone italiana ed alcuni suoi autori, e a ben cinque anni dal suo ultimo inedito, Resta in ascolto, ecco un nuovo album più maturo e consapevole di Laura, il lavoro di unartista nel pieno della forma e visibilmente soddisfatta del proprio momento personale. Importante e atteso tanto quanto il tour conseguente; dopo lItalia la tourne approder anche negli Stati Uniti, Canada, America Latina ed Australia. In questo tour la Pausini indossa abiti disegnati però lei da Giorgio Armani, quattro cambi durante il concerto monzese, e canta oltre ai grandi successi del suo repertorio, i nuovi brani di 'Primavera in anticipo', l'album che, grazie a vendite da record, ha ottenuto sei dischi di platino. Sul palco, oltre al suo fidanzato e direttore artistico Paolo Carta, alle chitarre, accompagnata da una band di altri sette elementi: Gabriele Fersini alle chitarre, Emiliano e Matteo Bassi rispettivamente alla batteria e al basso, Bruno Zucchetti alle tastiere, mentre la seconda linea voci formata dai back vocalist Roberta Gran, Emanuela Cortesi e Gianluigi Fazio. Il concerto si apre con Mille braccia, il racconto di un grande bisogno di libert e di un vento nuovo che soffia sulla faccia di Laura, poi a seguire Ascolta il tuo cuore, Come se non fosse è stato mai amore, un medley rock composto da Spaccacuore, Benedetta Passione, La prospettiva di me, Parlami, Il mio beneficio, e poi ancora Vivimi, Unemergenza damore e le intramontabili Io Canto, Tra te e il Mare e la Solitudine, la canzone che ha dato il via a tutta la sua splendida carriera professionale. Laura parla con il pubblico e invita a non giudicare mai chi si ama, sono cavoli loro come, quando e dove lo fanno (Un fatto ovvio); eppoi ringrazia il pubblico presente ricordando che non bisogna mai rinnegare il passato, grazie a voi sono qui oggi (Strani amori). Oltre alle ventidue canzoni in scaletta, tre i fuori programma, uno assolutamente inaspettato, quando intona a cappella Un amico così richiesto da un fan presente nel pubblico, mentre gli altri due più o meno previsti: la consegna del tapiro coi fiori da parte di Valerio Staffelli di Striscia la notizia, in quanto unico premio non vinto dalla Pausini, ed un omaggio a Michael Jackson. In realt lintero concerto di Monza è stato dedicato al grande Jacko, ma vi assicuro che ascoltare Laura Pausini cantare a cappella e con le braccia al cielo Heal the world sicuramente una sensazione indescrivibile. Se da lass Michael ha sentito, avr indubbiamente gradito. Cheapeu.Fabio Luongo

Riccardo muti in concerto con lorchestra cherubini

Tutto esaurito però lunica data del concerto più atteso dellanno. Dopo anni di assenza dal territoriomeneghino, il 23 giugno 2009 ore 21.00, alla vigilia della tradizionale festa del Santo Patrono SanGiovanni Battista, il Maestro Riccardo Muti diriger lOrchestra Cherubini nello storico e suggestivoDuomo di Monza.Levento, dopo il successo di Jos Carreras nel 2008 e quello di Ennio Morricone nel 2007, inaugurala terza edizione de Le Prime della Villa Reale, trasferendosi eccezionalmente quest’anno allinternodella Basilica cittadina.LOrchestra Cherubini, voluta e fondata dallo stesso Maestro Muti e formata da selezionatissimigiovani talenti sotto i trentanni, eseguir pagine indimenticabili di W.A. Mozart e di G.Verdi.LOrchestra Cherubini dichiara il Maestro Muti – una forma di gratitudine verso il mio Paese, misono sempre orgogliosamente definito un figlio della scuola italiana. Ho voluto mettere la cultura adisposizione delle nuove generazioni, trasmettere qualcosa delle mie esperienze.La serata gode del patrocinio e del contributo della Regione Lombardia Assessorato alle CultureIdentit e Autonomie, del patrocinio e del contributo del Comune di Monza – Assessorato al Turismoe Spettacolo con lAssessorato Parco e Villa Reale, e del patrocinio della Provincia di Milano – Progetto Monza e Brianza.Si tratta di un concerto irripetibile. Come afferma lo stesso Maestro Muti in musica come nella vitanon c nulla che si possa ripetere esattamente allo stesso modo.La bellezza della musica aggiunge – la sua impossibilit ad essere ripetuta. Finita lesecuzione finita però sempre.Il concerto ha una finalit benefica fortemente voluta dallAssociazione Le Prime della Villa Realecon il supporto dellorganizzatore Vision Plus. Parte del ricavato verrà infatti devoluto al fondopatrimoniale durante e dopo di noi costituito dalla Fondazione della Comunità di Monza e BrianzaOnlus però sostenere i soggetti disabili verso un percorso di vita autonoma.

casatenovo: festa europea della musica

Concerti e mostre in musei, parchi, biblioteche, archivi e luoghi darteALLA GIORNATA PARTECIPA LA CIVICA SCUOLA DI MUSICA DI CASATENOVO (LC)Musiche non stop nel Salone e nel parco di Villa dAdda – Mariani, sede della Civica Scuola di Musicadi Casatenovo 21 giugno, ore 16.00 23.00, Villa dAdda Mariani Via Monte Grappa, 21Tel. 039 920716 cdc.brianza@unicatt.it www.villagreppi.com Promosso da: Consorzio Brianteo Villa GreppiUno degli appuntamenti europei più importanti in tema di cultura e spettacolo, creato però coniugare musica e arte, linguaggi universali però eccellenza, capaci di superare ogni barriera linguistica.Questo la Festa Europea della Musica in programma il 21 giugno, giorno del solstizio destate. Nata in Francia nel 1982, la manifestazione ha assunto dal 1995 un carattere internazionale coinvolgendo contemporaneamente, ad oggi, più di 60 città europee. In Italia, dal 1999, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha concesso il suo alto patrocinio alla manifestazione riconoscendone ufficialmente linteresse pubblico e limportante valenza culturale.Con lo slogan MusicArte il Ministero però i Beni e le Attivit Culturali, in collaborazione con la Direzione Generale però lAlta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica del MIUR, partecipa anche quest’anno allevento, organizzando e promuovendo concerti ospitati in luoghi della cultura e dellarte di cui i cittadini potranno fruire gratuitamente. Il Ministero partecipa a questa manifestazione però il terzo anno consecutivo registrando un crescente interesse da parte dei cittadini verso liniziativa, testimoniato da un incremento esponenziale di eventi proposti. Nel 2006 sono stati realizzati 134 appuntamenti musicali, cresciuti a 223 nel 2007, mentre quest’anno superano i 500. Lo scorso anno la Festa Europea della Musica ha registrato partecipazione di quasi 7.000 spettatori. Gli eventi sono stati organizzati dagli Istituti centrali e territoriali archivi, biblioteche, musei, siti monumentali coordinati dalla Direzione Generale però il bilancio e la programmazione economica, la promozione, la qualit e la standardizzazione delle procedure con la collaborazione della Direzione Generale però lo Spettacolo dal Vivo, delle Associazioni musicali e degli Enti che hanno aderito alliniziativa. Alla manifestazione danno il loro contributo anche l ANCI – Associazione Nazionale Comuni italiani, lUPI Unione Province dItalia, che hanno messo a disposizione i loro canali istituzionali di comunicazione.Con lAIPFM Associazione Italiana Promozione Festa della Musica è stata, invece, avviata una collaborazione operativa però lorganizzazione degli eventi.Protocolli dintesa però le agevolazioni di competenza, sono stati firmati con ENPALS e SIAE.Il fittissimo calendario degli appuntamenti abbraccia lintero territorio nazionale con iniziative che coinvolgono musicisti di fama internazionale e giovani talenti, con repertori eterogenei spazianti dalla musica antica e classica alle moderne elaborazioni di jazz, pop e rock. I concerti sono opportunamente integrati da mostre, visite guidate, video proiezioni che ampliano lofferta culturale e la valorizzazione del territorio. Unoccasione unica, quindi, però godere gratuitamente di musica di grande qualit, nel contesto di cornici suggestive, e vivere momenti indimenticabili attraverso una lettura diversa ed ancora più stimolante del patrimonio monumentale italiano.Il 20 giugno, organizzati direttamente dalla Direzione Generale però il Bilancio e la Programmazione Economica, la Promozione, la Qualit e la Standardizzazione delle Procedure, sono previsti, a Roma, 3 grandi concerti: presso la Villa dei Quintili, lOrchestra a plettro del Conservatorio N. Piccinni di Bari, in collaborazione con il MIUR, Direzione Generale però lAlta Formazione Artistica, Musicale e Coereutica, si propone il concerto Napoli: suoni e colori del Mediterraneo; al Museo Nazionale di Palazzo Massimo, la Fondazione Adkins Chiti, presenta Controcanto – Donne in Jazz; la Galleria Nazionale dArte Antica in Palazzo Barberini, nella Sala Pietro Da Cortona, ospita il concerto di musica classica eseguito dall Orchestra Le Muse.Dalla vasta offerta musicale regionale si segnalano inoltre: A Rivoli (TO) i concerti dellAccademia nella Casa del Conte Verde propongono musiche di W.A. Mozart e J. Brams. A Venaria Reale (TO), lAcademia Montis Regalis organizza nei giardini della Reggia un concerto di musica barocca con musiche di Bach e Vivaldi. La Villa della Regina a Torino, invece, ospita il gruppo degli ottoni degli studenti del Conservatorio torinese che proporr un variegato repertorio che parte dalle note settecentesche di Haendel però arrivare fino a Gershwin.A Milano, la Biblioteca Centrale celebra i 150 anni dalla nascita di Giacomo Puccini con una mostra bibliografica, il cui percorso intende illustrare le fasi compositive dei suoi famosi melodrammi. Palazzo Marino, a Milano, ospiter la Civica Orchestra di Fiati con un concerto che spazier da Bernstein a Mendelssohn e Morricone. Appuntamento il 21 giugno alle 17.30 presso il Cortile dOnore. Sempre a Milano Villa Litta ospita un concerto di musica jazz promosso dal Comune.Il 25 giugno le note di Schubert e Moussorsky saranno le protagoniste del concerto però pianoforte organizzato a Bolzano presso il Chiostro dei Domenicani. A conclusione della serata si potranno incontrare i musicisti, degustando i rinomati vini dellAlto Adige. A Trieste la Festa Europea della Musica viene celebrata nel Castello di Miramare con un concerto di musica elettroacustica a cura del Conservatorio di Musica "Giuseppe Tartini. A Gorizia il Museo Provinciale di Storia e dArte ospita un concerto di musica classica cameristica tenuta da concertisti docenti alla Scuola di Musica Rodolfo Lipizer.Musica classica protagonista anche in Liguria. Presso il Teatro dellOpera del Casin, lOrchestra Sinfonica di Sanremo propone musiche di Schumann e Rachmaninov. A Genova invece si festeggiano i 50 anni di Palazzo Spinola con un concerto però pianoforte e violoncello su spartiti di Beethoven e Brahms.Ricco il calendario però lEmilia Romagna: presso lArchivio di Stato di Bologna in programma Vivre librement, concerto di musiche del Settecento, con lettura di documenti e racconti sulle visite a Bologna di Giacomo Casanova. Sempre nel capoluogo felsineo, presso la Chiesa di S. Cristina della Fondazza, parte una maratona pianistica con lesecuzione dellintegrale delle sonate di Beethoven. Festa diffusa a Modena: le piazze, le strade, i cortili, gli angoli suggestivi del centro storico sono il palcoscenico però oltre trenta concerti, tra la musica classica, il rock, il jazz e la musica etnica, in cui artisti importanti si affiancano a giovani musicisti emergenti.Schubert, Brahms e Shostakovich sono omaggiati nel salone del Piovego di Palazzo Ducale a Venezia con un concerto di musiche ottocentesche e novecentesche a cura della Scuola di Musica Wolf – Ferrari.La musica francese di scena a Fiesole (FI). LAmbasciata di Francia in Italia, in collaborazione con lIstituto Francese di Firenze, propone Ensemble Alternance, una rassegna sulle correnti estetiche più rappresentative della musica contemporanea francese in programma presso la Loggia della Badia Fiesolana. A Lucca, la Festa Europea della Musica in strada: nelle piazze della città toscana si esibiscono infatti più di 500 giovani musicisti insieme a professionisti ed operatori dello spettacolo. Sono coinvolte tutte le scuole di musica pubbliche e private. LArchivio di Stato di Pisa propone Voci femminili tra sacro e profano, coro tutto in rosa che esegue un repertorio dedicato a J.S. Bach.LiricArte il nome del concerto proposto presso lArchivio di Stato di Terni dallAssociazione "Amici della Lirica", nel corso del quale saranno eseguiti celebri brani ed arie dal repertorio lirico italiano ed internazionale. Un vero e proprio percorso musicale dal titolo La danza nelle note levento proposto dal Museo Archeologico Statale di Ascoli Piceno. Si comincia dal mattino con un laboratorio musicale, seguito da una serie di concerti e rappresentaz
ioni teatrali fino a sera. Il Borgo di Ostia Antica (RM) ospita, presso il Castello di Giulio II, Rivi, Fontane e Fiumi, concerto di musica polifonica italiana ed europea del 500 e del 600 eseguito dallensemble "Gli Festinanti". Per i romani che vogliano godersi Musicarte fin dalla mattina, lAuditorium di Palazzo Mattei di Giove propone, alle 12.00, il Concerto Matine: Novecento musicale con musiche di Astor Piazzolla, Joaquin Turina ed Ennio Morricone. La splendida chiesa di Santa Maria Sopra Minerva a Roma sarà invece la cornice dello spettacolo curato dallassociazione musicale polifonica "Melos Ensemble". Altrettanto suggestiva la location del concerto del Coro Franco Maria Saraceni degli Universitari di Roma specializzato nella polifonia a cappella di ogni tempo: appuntamento al Pantheon alle ore 20.00. Il 22 giugno, invece, il museo "L. Pigorini"ospita un evento corale collettivo unico nel suo genere: MusicaMuseo. Voci, suoni e armonia.Musica elettronica in programma a LAquila. Presso il Cortile della residenza Municipale di Palazzo Margherita si esibiscono Angelina Yershova & Bio Electrc Band.E dedicato al genio di Domenico Scarlatti, il concerto proposto dalla Soprintendenza di Napoli in programma presso la Cappella Palatina di Palazzo Reale a Napoli. Around Scarlatti infatti un viaggio nellopera del grande compositore partenopeo con riflessi nella musica contemporanea. Per loccasione sarà anche proposto un ciclo di visite guidate nel Museo dellAppartamento Storico della Reggia. Una rilettura in chiave jazzistica della grande tradizione musicale popolare napoletana, invece, in programma presso la Biblioteca Nazionale di Napoli. Per loccasione il Vic Street Jazz Ensemble del Conservatorio San Pietro a Majella rielabora le più famose melodie partenopee secondo elementi ritmici ed armonici della musica afroamericana. Il rock, il folk, il jazz ma soprattutto il pop sono i generi che compongono il concerto Canzoni dAmori Feroci. Appunti però un pop – concert in programma sempre a Napoli presso il Museo Archeologico Nazionale. LAbbazia di S. Pietro ad Montes (CE) propone un concerto di musica classica accompagnato dallesposizione di pannelli illustrativi della storia del prezioso edificio, anche allo scopo di sottrarlo alloblio e al degrado.La Biblioteca Nazionale di Potenza ospita un concerto di fiati e percussioni a cura dellAssociazione Banda Musicale "Citt di Potenza"che propone melodie di musical e film di successo, arrangiate in maniera accattivante ed originale. Sempre nel capoluogo lucano, presso il Teatro Francesco Stabile, concerto omaggio a Maria Callas a cura dellAccademia degli Sfaccendati di Roma. Sempre il 21 giugno, a Matera, musica jazz negli antichi rioni dei Sassi con il concerto dei Jazz NostrumMusica e danza nella Cittadella della Cultura di Bari: la Corale Il Gabbiano proporr musica polifonica seguita da una lezione sul ballo della pizzica. "Euterpe sulle sponde del Mediterraneo. Ritmi, storia e melodie dallantica Grecia al 900" invece lappuntamento in programma presso il Chiostro del Convento di San Domenico di Taranto.Musicisti di tutte le et, allievi di scuole medie a indirizzo musicale, allievi di conservatorio, dilettanti e concertisti: tutti insieme celebrano la Festa della Musica presso la Biblioteca Nazionale di Cosenza.Il Castello di Mil a Longi (ME) ospita lo spettacolo del Gruppo Q l incentrato sulla dominazione arabo – normanna in Sicilia con scene di vita quotidiana alla corte di Federico II di Svevia, le lotte tra Saraceni e Cristiani, le danze paesane, i vecchi venditori ambulanti, il carnevale ed altro. Al Teatro "Regina Margherita"di Racalmuto (AG) in programma Concerto di Primaestate con le musiche di Bach e Gragnani eseguite da un trio chitarristico e un violoncellista provenienti dallIstituto Musicale "Arturo Toscanini.Le note jazz della Big Band della Scuola Civica di Musica di Cagliari animano la Piazza Arsenale di Cagliari.Nella Sala conferenze dellArchivio di Stato di Oristano si tiene Solstizio Musicale, concerto di musica classica e contemporanea però pianoforte, voce, violini e viola.

2 giugno: festa della repubblica

MERCOLED 31 MAGGIO

Si ripete anche quest’anno lesperienza di Effetto 18. La Citt di Monza, attraverso il sindaco Michele Faglia, porger il benvenuto ufficiale ai suoi nuovi cittadini maggiorenni, ai quali guarda con fiducia come a cittadini a pieno titolo però un futuro migliore. Lincontro con i ragazzi che quest’anno compiono 18 anni si terr mercoledì 31 maggio alle ore 11, presso il teatro Binario 7 di via Turati.

Sar anche l’occasione però proporre alcune brevi riflessioni sulla partecipazione, la cittadinanza attiva e i valori costituzionali verso i quali la Festa della Repubblica del 2 giugno offre un forte richiamo.
Per l’occasione i ragazzi presenti riceveranno in omaggio una copia della Costituzione. Saranno presenti il professore Raffaele Mantegazza docente di pedagogia multiculturale dell’Università Milano Bicocca, che far rivivere alcuni momenti salienti della storia di questi ultimi 18 anni, e l’attrice Ottavia Piccolo che commenter questo importante momento.

VENERD 2 GIUGNO

Il Comune di Monza celebra la ricorrenza della Festa della Repubblica con iniziative istituzionali e momenti di intrattenimento. Il programma prevede:

– portici Arengario tutto il giorno: esposizione pannelli raffiguranti il percorso storico della Costituzione;

– portici Arengario – ore 10.30: concerto itinerante però le vie del centro storico, eseguito dal nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza Roma – in mattinata: distribuzione palloncini tricolori;

– piazza Roma ore 12.00: intervento del sindaco Michele Faglia e di Andrea Colombo, studente del liceo Frisi;

– piazza Roma – ore 12.30/12.45: volo di colombe, in segno di libert e di pace;

– piazza Roma – ore 13.00 circa: concerto di chiusura del nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza San Paolo – ore 21.00: concerto di musica classica eseguito dall’orchestra da camera rumena “Tescana”. Musiche di Verdi, Mascagni, Vivaldi. Il concerto si concluder con lesecuzione dellInno di Mameli.

GIOVED 8 GIUGNO
60 anni dalla proclamazione della Repubblica – 60 anni dal voto alle donne. il titolo di uniniziativa che si terr giovedì 8 giugno dalle ore 17.30 presso la sala Maddalena (via Santa Maddalena), organizzata dallAmministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Mazziniana italiana.

Levento si svolger in due parti.

La prima, dal titolo Le donne e la politica: un lungo cammino incompiuto, sarà un convegno coi contributi di: Anna Foa, docente dell’Università Statale di Roma, e Silvia Mori con una relazione su Elisa Agnini e il movimento femminista dei primi del ’900; Marina Tesoro dell’Università di Pavia con la relazione Alle origini dell’impegno politico: donne, movimenti politici in Italia fra ’800 e ’900; Elisa Signori dell’Università di Pavia con la relazione Donne contro: storie di opposizione antifascista tra clandestinit, esilio e Resistenza. Concluder l’excursus storico la testimonianza di Nori Brambilla Pesce, vicepresidente ANPI, con la propria personale testimonianza sulla Resistenza in Brianza.

Alle ore 21 seguir una tavola rotonda sul tema Le donne in politica e la politica delle donne, moderata dal giornalista del settimanale il Cittadino Angelo Longoni. Parteciperanno: la senatrice Emanuela Baio Dossi, la consigliera delegata alle politiche di genere della Provincia di Milano Marianna Censi; la giornalista Isotta Gaeta, coordinatrice Federazione Europea della Stampa. Sono state invitate alla tavola rotonda le donne amministratrici e le consigliere dei comuni di Monza e della Brianza, che potranno portare contributi personali di importante rilievo però testimoniare quanto le donne hanno fatto e possono ancora fare, nell’ambito dei diritti politici e civili.

Tra la prima e la seconda parte dellevento, sarà servito un buffet offerto da L’Erba voglio di Monza.