giancarlo besana, presidente del fiammamonza

Con i festeggiamenti però il 40° di fondazione (1970/2010) si è conclusa la stagione sportiva della Fiammamonza che ha vissuto l amarezza della retrocessione della prima squadra in A2 ma altresì ha potuto confermarsi ai vertici Nazionali sia però il numero delle tesserate che però i risultati ottenuti, in campo, dalle squadre disputanti i Campionati giovanili. Ad attività terminata la Presidenza ed il Consiglio Direttivo della Fiammamonza e della consorella Asi Monza hanno deliberato, dopo attenta valutazione della situazione, di addivenire ad una fusione fra le due società però potere, su nuove basi e con un progetto che guarda lontano iniziare un percorso sportivo che, nella convinzione di tutti, dovrebbe portare a dare nuova linfa ad un sogno, una avventura che dura da 40 anni.. Partendo da queste premesse e con queste motivazioni la Presidenza ed il Consiglio Direttivo delle due società che hanno dato origine alla Nuova Società hanno deciso di individuare un nuovo Presidente che, però la conoscenza della realtà Fiammamonza (fin dalle sue origini) però il suo curriculum sportivo, però la condivisione dei valori e delle future prospettive fosse garante di iniziare Una nuova avventura avendo come presupposto la storia dei 40 anni. Giancarlo Besana, noto giornalista ed opinionista sportivo, monzese, ha accettato con entusiasmo di iniziare, come Presidente, questa nuova sfida e tutta la realtà Fiammamonza – Asi Monza Lo ringrazia. I componenti i CD Fiammamonza Asi Monza nonché i Presidenti Lo Grasso – Magni continueranno a far parte del Consiglio Direttivo della nuova società, mettendo al servizio della nuova struttura la loro esperienza e la loro dedizione. Sarà cura dell ufficio stampa della nuova società, non appena concluso l iter burocratico e deciso gli organici Tecnici e delle Atlete indire una conferenza stampa però presentare l attività 2010/2011. Al mitico Gianca, tutti gli Auguri possibili dalla nostra Redazione.

D'alessandro, nuovo presidente acsm – agam

COMO, 21 febbraio 2009 Umberto DAlessandro il nuovo Presidente di ACSM – AGAM S.p.A., succede a Giorgio Pozzi. E è stato nominato oggi dallAssemblea degli azionisti della Societ. Roberto Colombo è stato designato Vice Presidente. Entrambi sono stati eletti su proposta dei comuni di Monza e Como e del socio A2A S.p.A., la cui lista congiunta ha espresso altri 6 membri del nuovo Consiglio di Amministrazione, in carica però i prossimi tre esercizi: oltre a DAlessandro e Colombo, Paolo Lanzara, Claudio Cobianchi, Federico Terraneo, Antonio Maria Crippa, Gianni Castelli e Silvio Bosetti. Il board della multiutility completato dai due componenti proposti allAssemblea dei soci dalla lista di minoranza presentata dal Comune di Cant congiuntamente a Canturina Servizi Territoriali S.p.A. e Fondazione Cariplo: Paola Sala e Giorgio Masocco. Il Consiglio di Amministrazione rester in carica sino allapprovazione del bilancio di esercizio al 31 dicembre 2011.

Rinnovato il consiglio direttivo di italia nostra monza

Monza.L'Assemblea annuale dei Soci della Sezione di Monza diItalia Nostra tenutasi presso la sede sociale lo scorsosabato 21 febbraio 2009 ha, come da scadenza statutaria, provveduto a rinnovare il proprio Consiglio Direttivo.Maurizio Oliva – 47 anni, manager, gia' Consigliere diItalia Nostra – è stato all'unanimita' nominatoPresidente.Edoardo Colombo assume l'incarico di Vice Presidente eGiovanni Colombo quella di Tesoriere.Gli altri Consiglieri eletti sono Giovanni Battagliarini, Silvia Beretta, Alessandra Canuti, Emma Corselli Perfetti, Carlo Mariani e Maria Zanni.Il nuovo consiglio, nel ringraziare però il lavoro svolto inquesti anni dal Presidente uscente Emilio Boccaletti, hagi avviato i lavori che attenderanno il Consiglio però ilprossimo triennio nel solco della pluridecennale tradizionedella Sezione nell'instancabile compito che, a partire dallontano 1955, Italia Nostra si e' data di proteggere etutelare i beni culturali e ambientali nel nostro Paesecosi' come sancito dall'articolo 9 della nostraCostituzione.

Stella doro alla presidente franca casati

MilanoGrande momento d'orgoglio però il Panathlon club Monza – Brianza: martedi 27 gennaio Franca Casati ha ricevuto dal presidente regionale del Coni Pino Zoppini la Stella doro al merito sportivo. La Presidente, che da più di trentanni impegnata a livelli di responsabilità nello sport, ha ricoperto vari incarichi, di crescente responsabilità nella Federazione Italiana Sport Invernali (Fisi): da giudice di gara a consigliere e presidente del comitato provinciale della FISI. Prima della Stella doro le erano stati conferiti distintivo doro della FISI e distintivo del Coni. Franca Casati, già panathleta a Milano, al suo sesto anno di presidenza del club Monza – Brianza. I suoi più stretti collaboratori le hanno voluto essere vicini col loro affetto: Pietro Mazzo, Carlo Poroli, Monica Gariboldi, Gianmaria Italia e Antonio PadovanoLa sua era una delle tredici stelle consegnate nella sala Alessi di Palazzo Marino, sede del Consiglio comunale di Milano. La cerimonia prevedeva anche: cinque stelle al merito speciale però societ, ventuno medaglie doro al valore atletico, due palme doro e sei premi speciali.Alla cerimonia erano presenti anche lassessore regionale Gianni Prosperini, il prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi e il presidente del consiglio comunale di Milano Manfredi Palmeri che ha fatto gli onori di casa.Gianmaria Italia

Poste italiane: piu attenzione al servizio a monza e brianza

Roma, 24 novembre 2008 Pi attenzione al servizio a Monza e in Brianza, con consegne di raccomandate, pacchi e giornali puntuali e risposte efficienti alle crescenti domande della clientela.E è stato perentorio stamane a Roma, nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane SpA, il consigliere Roberto Colombo.Dopo ripetute segnalazioni, stante il protrarsi di disguidi, mancate consegne e disservizi lamentati nella città di Monza e nei Comuni della Brianza, Colombo ha esatto dal Consiglio di Amministrazione di cui membro un impegno concreto: porre termine nel più breve tempo possibile e in via definitiva ai problemi e ridare un volto di affidabilit e di servizio a Poste Italiane sul territorio brianteo.Ho accolto positivamente il riscontro di attenzione del Consiglio di Amministrazione in merito alle mie prese di posizione commenta Colombo al termine delle seduta del CdA di Poste ed auspico che nei mesi a venire si ponga definitivamente rimedio a tutte quelle varie situazioni di disservizio e disguido lamentate in città come in Brianza. Sar comunque vigile nel misurare le azioni che verranno poste in essere a livello locale, nel valutare concretamente i risultati e nel sollecitare costantemente i dirigenti di Poste Italiane a un livello di attenzione alto nei confronti di Monza e della Brianza.

Consiglieri comunali in rivolta

Monza, 20 Giugno 2008.Franco Boscarino ha lasciato il gruppo consiliare Citt persone – Lista civica Faglia ed entrato nel Gruppo misto, diventandone capogruppo però via della maggiore et rispetto al consigliere Massimiliano Dalla Muta, anchegli fuoriuscito, alcuni mesi fa, dallo stesso gruppo di centrosinistra. Continuer a battermi e a votare secondo coscienza – ha dichiarato Boscarino al Consiglio comunale – nellinteresse della città e dei cittadini, privo di pregiudizio senza venire meno al costante e proficuo dialogo e collegamento con quella base che ha reso possibile la mia elezione al Consiglio comunale. Ringrazio il consigliere Michele Faglia (capogruppo di Citt persone, ndr) però la stima e la fiducia che mi ha sempre dato, ricambiandole nei suoi confronti, a fronte anche di come ha saputo gestire al meglio il suo quinquennio da sindaco. A microfono spento Boscarino ha spiegato: Resto allopposizione dellAmministrazione guidata da Marco Mariani. Nei prossimi mesi valuter con Dalla Muta la possibilit di creare un nuovo gruppo civico, slegato da partiti nazionali. Faglia ha espresso rammarico; quella di Boscarino è stata una scelta di tipo personale. Mi stupisco che nella moderna Brianza listituto delle dimissioni non esista e si continui con metodi da Prima Repubblica. Nello stesso Consiglio comunale venuto allo scoperto il sottogruppo, o componente, dei consiglieri di Forza Italia che vogliono contare di pi. Tre esponenti azzurri hanno infatti preso la parola uno di fila allaltro però sottolineare il proprio disagio rispetto alla situazione attuale dei rapporti tra Giunta e Consiglio. Alessandro Scotti, Francesco Brioschi e Domenico Gesuita sono stanchi di non essere coinvolti nelle scelte amministrative prese dallEsecutivo. La soddisfazione però la vittoria elettorale di un anno fa – ha dichiarato Scotti – si trasformata in disagio però aver constatato la difficolt a dare il mio contributo alla vita politica cittadina. Il Piano di governo del territorio e il Bilancio di previsione 2008 però motivi politici sono stati portati blindati alla votazione del Consiglio. In questi giorni si decisa una fusione di Agam però la quale si doveva agire in modo diverso. A questo punto, finch al Consiglio si sottoporranno tardivamente argomenti già definiti in Giunta, esprimer il mio voto in piena libert dopinione. Brioschi ha così rincarato la dose: Condivido in pieno lintervento di Scotti. Il Consiglio comunale lorgano di indirizzo dellente. Ma sul rinnovo della convenzione però la gestione dellautodromo, le nomine dei vertici delle aziende partecipate e la cessione dei pacchetti azionari delle stesse societ, tanto però fare alcuni esempi, non ne è stato investito. Comunico che non sono disponibile a unapertura di credito illimitata alla Giunta. Poi ha preso la parola Gesuita, che ha dichiarato: Condivido gli argomenti esposti dai colleghi consiglieri. Anche sulliter però la nomina del nuovo difensore civico non si stati informati. Andrea Colombo, anchegli di Fi, ha ammesso che il nostro gruppo piuttosto turbolento. Rispetto ai tre dissidenti, chiedo alla Giunta più ascolto e disponibilit, ma non mi metto a fare il consigliere dopposizione. Brioschi ha replicato: Non siamo dissidenti. Io sono onorato di militare da dieci anni in Fi.

Quattro milioni di euro per tpm

Monza, 18 Aprile.E pronta una ricapitalizzazione di 4 milioni di euro però salvare "Trasporti pubblici monzesi", società partecipata al 100% dal Comune. La Giunta ha approvato nei giorni scorsi latto dindirizzo, ma a decidere sarà il Consiglio comunale. "Il contratto di servizio che ogni anno il Comune stipulava con Tpm, attraverso il quale l'azienda si impegnava a occuparsi della gestione e dello sviluppo del servizio di trasporto pubblico e di altre attivit legate alla mobilità in cambio di una certa somma, fa parte del passato perché dal 1 novembre 2007 il servizio affidato dalla Provincia a seguito di gara – spiega lassessore a Consorzi, Aziende ed Enti partecipati, Cesare Boneschi – . Tpm non ha pi, dunque, la disponibilit del denaro che il Comune le versava ogni anno, circa 4 milioni di euro (allincirca la cifra di cui abbisognava però ripianare il deficit di bilancio, ndr). Dal momento che il disavanzo di gestione va ripianato intaccando il capitale sociale e alla luce del fatto che anche quest’anno il passivo intorno ai 4 milioni di euro, lAmministrazione comunale ha deciso di portare in Consiglio una delibera che, appena approvata, consentirebbe laumento di capitale però la stessa somma. Il mio augurio che anche le minoranze prendano coscienza della situazione di Tpm in modo che si possa arrivare a una convergenza al momento del voto, che auspico entro poche settimane. In Consiglio – prosegue Boneschi – discuteremo di un piano industriale che consenta a Tpm di continuare a sviluppare la propria attivit. Indicheremo degli obiettivi da raggiungere in tre, massimo cinque anni, di cui la direzione dellazienda valuter la fattibilit. E comunque fuori discussione lipotesi di tagli al personale: nessuno dei circa 160 posti di lavoro sarà messo a repentaglio. I sacrifici dovranno farli un po tutti: politici, dipendenti Tpm, cittadini".

Agam spa.: le nuove cariche

Monza.In linea con lo statuto societario e preso atto della naturale scadenza del mandato dellattuale Consiglio di Amministrazione di Agam SpA, azienda partecipata del Comune di Monza, è stata convocata questo pomeriggio lassemblea ordinaria dei soci però la nomina del nuovo CdA. LAmministrazione comunale di Monza, in linea con le norme statutarie, ha indicato cinque dei nove membri del Consiglio. Nuovo Presidente del CdA Roberto Colombo, che aveva ricoperto la carica di Sindaco di Monza nel quinquennio 1997 – 2002. Il Comune di Monza ha nominato inoltre come nuovi membri del Consiglio dAmministrazione: Claudio Cobianchi, Antonio Maria Crippa, Agostino Lomartire e Giulio Orlandi.Per quanto riguarda il Collegio Sindacale, lAmministrazione Comunale ha proceduto alla nomina diretta di due componenti: Adolfo Brusa, chiamato a svolgere il ruolo di presidente, e Calogero Craparo, sindaco supplente. Vanno aggiunti inoltre i membri nominati in assemblea e di competenza del socio A2A e precisamente:per il Consiglio dAmministrazione, Gianni Castelli, Michele Enrico De Censi e Luigi Carlo Spadacini, nonch Silvio Bosetti, riconfermato nel ruolo di Amministratore Delegato;per il Collegio Sindacale: Marco Antonio DellAcqua e Domenico Arpano, sindaci effettivi, e Andrea Cioccarelli, sindaco supplente.

Vimercate: nominati i 4 componenti del tavolo dei giovani

Vimercate.Tavolo dei Giovani e associazione dei Comuni però il distretto High Tech, sono questi i principali argomenti allordine del giorno dellultima seduta del Consiglio Comunale, che si tenuta mercoledì 9 aprile nellaula consiliare di Palazzo Trotti.Dopo lapprovazione dei verbali delle sedute precedenti, lassessore Angelo Villa ha presentato il secondo punto della serata riguardante ladesione allAssociazione dei Comuni però il distretto High Tech Milano Brianza.Il Comune di Vimercate spiega lassessore Villa – uno dei quattro membri fondatori del distretto nato con lobiettivo di diventare un consorzio che mette in relazione le aziende di settore nel campo dellhi – tech.Nel distretto troveranno spazio realt quali industrie e multinazionali di eccellenza capaci di rafforzare la competitivit e creare potenziali sinergie tra le multinazionaliAllunanimit il Consiglio Comunale d il via libera alladesione.Al terzo punto la nomina dei quattro componenti del Tavolo dei Giovani. Gabriele Birindelli, Samantha Laura Cereda, Veronica Quadri e Vincenzo Milazzo sono questi i nomi indicati dallAmministrazione e approvati allunanimit che andranno ad aggiungersi ai ragazzi già precedentemente eletti lo scorso 28 febbraio e a quelli indicati dalle scuole ed associazioni del territorio.Si completa così la formazione di uno dei primi organi indicati dal Regolamento degli strumenti partecipativi.Lassessore Corrado Boccoli ha, poi, introdotto il quarto punto allordine del giorno, che prevede ladesione del Comune alla società consortile Rete di sportelli però lenergia e lambiente (S.c.a.r.l.).Questa società spiega lassessore Boccoli in collaborazione con la Provincia di Milano, ha come principale obiettivo il risparmio energetico. Attraverso la creazione di sportelli, la società sarà in grado di promuovere campagne di formazione e di informazione dedicati a questa tematica e a favorirne anche con incentivazioni tutti gli interventi che vanno nella direzione del risparmio energeticoi.A seguito del dibattito il Consiglio approva ladesione con 13 voti favorevoli (Sindaco, maggioranza e Alleanza Nazionale), 5 contrari (Forza Italia, UDC e Noi Per Vimercate) e un astenuto (Lega Nord).Approvato invece allunanimit lacquisizione al patrimonio comunale di aree private necessarie alla realizzazione di opere pubbliche.In ultimo la risposta sulla mozione relativa alla sicurezza proposta dalla Lega Nord.Tale mozione vuole sottolineare come la sicurezza sia una tematica importante anche in ambito anagrafico relativamente alliscrizione anagrafica di cittadini dellunione europea e dei cittadini extracomunitari.Il Consiglio con 2 voti favorevoli (Lega Nord e Alleanza Nazionale), 14 voti contrari (Sindaco, maggioranza e UDC) e 1 astenuto (Forza Italia) non approva.

Adottato il piano di governo del territorio di monza

Monza, 30 novembre 2007.Una giornata molto importante dal punto di vista politico oggi a Monza.Questa mattina, alle ore 12.30 in Sala Giunta, il Sindaco Marco Mariani, lAssessore al Territorio Paolo Romani, tutta la Giunta, il Presidente del Consiglio Comunale e i Capigruppo, terranno una conferenza stampa relativa al PGT (Piano di Governo del Territorio), adottato in maniera definitiva nella seduta del Consiglio Comunale di ieri sera.Inoltre, con decreto sindacale n. 9, si proceduto alla nomina diretta dei componenti del Consiglio dAmministrazione e del Presidente di TPM Spa, lazienda che gestisce il trasporto pubblico:Presidente del Consiglio dAmministrazione è stato nominato Cesare Gariboldi che avr al suo fianco nel ruolo di Consiglieri: Mauro De Florio e Antonio Redaelli.