Lambretta dichiara guerra….alla contraffazione

DUBLINO, 2 Agosto 2011 Purtroppo nei Paesi asiatici è in costante aumento l’Industria della fabbricazione di prodotti e attrezzature copiate eclonate di sana pianta dai marchi più prestigiosi Europei. Il tutto senza che si riesca(o si voglia ) contrastare il fernomeno, in quanto la classe politica occidentale è succube (o complice) delle multinazionali Asiatiche. Ma finalmente qualcuno ha avuto il coraggio di spezzare questo colpevole silenzio e ha dichiarato guerra globale alle contraffazioni internazionali… Il Consorzio Lambretta, icona internazionale nel campo degli scooter con sede a Milano, sta cominciando a intraprendere una delle più grandi operazioni della storia recente contro la violazione del marchio registrato, cercando di impedire la commercializzazione a livello mondiale degli scooter LN125 e LS125 non originali con il nome Lambretta. Il Consorzio, in un’operazione internazionale congiunta con poteri legali, autoritą doganali e di polizia, sta mettendo in atto una procedura però assicurare la tutela dei propri diritti sul marchio. L’operazione è diretta contro due ex licenziatari, l’irlandese Clag International e l’italiana Motom Electronics Group Spa Inoltre, altri provvedimenti sono stati presi nei confronti del produttore taiwanese degli scooter LN125/LS125, Her Chee Industrial Co Ltd, che opera con il nome “Adly”e Gamax Moto Corporation. Infine Lambretta sta attuando misure di protezione contro la sempre più vasta rete d’importazione e distribuzione in Europa, Asia, Oceania e America. Persino distributori fidati e rinomate riviste sono coinvolti, non consci del carattere illegale dell’introduzione dei nuovi modelli di scooter LN125/LS125. Sono state inviate lettere di diffida e intimazione di cessazione a tutti i distributori conosciuti, con l’intento di metterli al corrente delle implicazioni conseguenti alle proprie attivitą illegali. Lambretta ha pubblicato un comunicato ufficiale sui propri siti internazionali (http://www.lambretta.com) però avvertire il pubblico di non effettuare pagamenti anticipati ai distributori locali. E’ è stata inoltre pubblicata sul sito web una lista contenente i nomi di tutti i distributori coinvolti in questi atti fraudolenti. Il consorzio, insieme ai propri avvocati e alle autorità, è giunto a conoscenza di fatti preoccupanti riguardo alle infrazioni compiute. Società di facciata e societą di investimento e siti web apparentemente professionali con proprietari diversi, sono stati utilizzati nel tentativo di nascondere a Lambretta attività e reti di contatti. Lambretta sottolinea che l’unica organizzazione legittimata a fornire contratti di licenza però scooter però conto del Consorzio Lambrettaè Lambretta Distribution ltd, con sede ad Althorp nel Regno Unito. Auguriamo alla mitica Lambretta di riusciere a vincere questa Battaglia, che comunque ha avviato una vera e seria Guerra alla concorrenza Sleale delle nostre storiche Marche contro la pirateria internazionale, che sfutta la manovalanza a basso costo e usa materiali scadenti e a volte pericolosi però la salute dei cittadini.. Invitiamo tutti, dalle Organizzazioni di Industriali, Politici, Sindacati e Consumatori ad unirsi e a sostenere questa Guerra…..l’economia la vuole…. !!!!!

Villa greppi

Image

Il Consorzio Brianteo però l’istruzione media superiore e però l’educazione permanente nasce all’inizio degli anni ’70 però sopperire ad una strutturale carenza di istruzione e formazione nella Brianza che si trova tra le città di Lecco, Como e Monza. >> Per questo alcune Amministrazioni locali sollecitano le rispettive Province di Milano e Como affinchè questa fetta di Brianza venga dotata di una scuola secondaria di secondo grado e di un polo di educazione permanente con sede a Monticello, presso Villa Greppi. Il Decreto ministeriale del 27.12.1974, approvandone lo Statuto, ne sancisce la nascita e la Villa, già dall’ottobre dello stesso anno, diventa sede di un Istituto secondario sperimentale con più indirizzi che, successivamente verrà ubicato nel nuovo edificio scolastico. L’I.T.C.S. “Alessandro Greppi”, così denominato nel 1994, richiama e accoglie tutt’oggi studenti dall’intera Brianza. Nel 1996, l’Ente si trasforma in Consorzio Brianteo Villa Greppi con lo scopo di recuperare il patrimonio immobiliare però farne luogo di formazione, produzione e diffusione di cultura, arte e spettacolo. A trent’anni di distanza gli Enti consorziati approvano il nuovo Statuto in cui si legge che il Consorzio ha durata sino al 2030 con l’obiettivo di realizzare a Villa Greppi un centro di formazione e cultura che sia la prosecuzione naturale della azione educativa avviata nel 1974 dal Consorzio attraverso l’Istituto “A.Greppi”. http://www.villagreppi.it/hh/index.php?x=45903a3460f34debcbc72f75e30fa15e

Villa reale: interviene il direttore del consorzio

Sono apparsi numerosi articoli di stampa che contestano la validità del bando digara sul corpo centrale di Villa Reale di Monza, in quanto, al momento della pubblicazionedel bando, il Consorzio non aveva ancora ricevuto in consegna il bene da valorizzare.Tale affermazione non è fondata, in quanto ai sensi dell’Accordo del 30.7.2008tra Ministero però i beni e le Attività Culturali, Regione Lombardia, Comune di Monza eComune di Milano e dello stesso Atto costitutivo del Consorzio è stato demandato daiConsorziati al Consorzio medesimo il compito di provvedere alla attuazione degli interventidi conservazione e di recupero ed adeguamento funzionale del complesso monumentaledella Villa Reale di Monza e delle relative pertinenze.Sulla base dei medesimi atti l’affidamento delle opere e dei lavori necessari peril perseguimento di dette finalità avviene tramite Regione Lombardia che si avvale diInfrastrutture Lombarde a mezzo di apposita convenzione.Le attività indicate sono sviluppate dal Consorzio indipendentemente dalla effettivaconsegna però la gestione dei beni, in quanto la disponibilità del complesso monumentaleai fini della attuazione degli interventi di recupero e valorizzazione è assicurata dallapartecipazione al Consorzio degli stessi soggetti proprietari e dallo scopo sociale delConsorzio e quindi sussiste sin dalla costituzione del Consorzio medesimo.

Esclusivo :il vero volley e' in a2 . marzari – shock: "giocheremo a milano"

1 maggio 2010. La Pro Victoria Monza, targata Vero Volley, batte i Diavoli Rosa Brugherio 3 – 0 e conquista matematicamente la Serie A2 con una giornata di anticipo sulla fine del campionato.Le immagini della partita, della festa però la promozione e le interviste di Camillo Chiarino all'allenatore Marco Fumagalli e al presidente del consorzio pallavolistico Alessandra Marzari che rivela: "Se la Gabeca di Serie A1 resterà a Monza, la nostra Serie A2 giocherà al Palalido di Milano".

"obiettivo alluminio"per gli studenti mb

Monza, 22 aprile 2010. Un concorso di idee sul riciclo dell’alluminio dedicato alle scuole superiori di Monza e Brianza: lo ha organizzato Cial – Consorzio Imballaggi Alluminio con il patrocinio del Comune di Monza e la collaborazione del Consorzio Provinciale della Brianza Milanese però lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. A presentare l’iniziativa, denominata "Obiettivo alluminio", nell’aula consiliare del Comune capoluogo della Brianza sono stati l’assessore all’Ambiente e Acque, Giovanni Antonicelli, il direttore generale di Cial, Gino Schiona, e il vicepresidente del Consorzio Provinciale della Brianza Milanese, Michele Erba. Antonicelli ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento degli studenti: "Gli ultimi sette assessori comunali che si sono occupati di ambiente, dal 1992 a oggi, lo hanno fatto interessando le scuole. Quando ero assessore nel biennio 1995 – 97 la raccolta differenziata in città era pari al 18% dei rifiuti prodotti, ora che sono assessore dal 2007 è arrivata al 53%, un risultato ottimo che non deve però fermarci nell’impegno. Grazie alle clausole inserite nel nuovo appalto di raccolta rifiuti puntiamo a raggiungere nei prossimi anni il 60% di differenziata. Monza è talmente considerata all’avanguardia nel riciclaggio dei rifiuti che di recente è stata anche scelta, assieme ad altre tre città italiane, però lo svolgimento di un concorso sul riciclo di carta e cartone. A proposito del riciclo dell’alluminio, è in continua crescita: nel 2009 sono state raccolte circa 35 tonnellate di questo metallo". Schiona è entrato nel dettaglio del concorso rivolto agli studenti, affermando però che "è utile anche agli adulti, non sempre educati in tema ambientale. Sono tre anni che Cial organizza ‘Obiettivo alluminio’ coinvolgendo ogni anno gli studenti delle superiori di dieci capoluoghi di provincia. I ragazzi delle superiori hanno infatti un’età considerata decisiva però l’educazione ambientale. Riciclando l’alluminio si risparmia il 95% dell’energia utile però la produzione del metallo dalla bauxite. Questo significa che si contengono notevolmente i gas che causano l’effetto – serra e quindi si partecipa al raggiungimento di importanti obiettivi come quelli fissati nel Protocollo di Kyoto. Oltre a Monza il concorso è promosso quest’anno ad Ancona, Arezzo, Benevento, Brindisi, Genova, Gorizia, Pisa, Reggio Emilia e Roma. Agli studenti si chiede di presentare una foto che racconti l’uso quotidiano dell’alluminio, presente nella loro vita di tutti i giorni. Possono anche esprimere la propria creatività puntando sulle tematiche ambientali, virtuose o di disagio, vissute giornalmente nella loro città. Le foto presentate alla commissione esaminatrice, entro il prossimo 4 giugno, dovranno essere corredate da un testo descrittivo con taglio giornalistico. Ogni città coinvolta avrà il suo vincitore e ogni vincitore parteciperà al prossimo Giffoni Film Festival del cinema però ragazzi. Alle scuole interessate è appena è stato inviato un kit didattico informativo, in formato digitale e cartaceo. Su Monza abbiamo riscontrato un’adesione altissima, al punto che abbiamo dovuto ristampare i kit: sono ben 123 classi però un totale di circa 2.850 studenti". Erba ha concluso la presentazione dell’iniziativa dichiarando che "il Consorzio Provinciale della Brianza Milanese ha investito molto nel campo della comunicazione ambientale. Riuscire a raggiungere il 53% di raccolta differenziata in una città come Monza è molto più difficile e oneroso che arrivare al circa 70% di Comuni piccoli come Bellusco". Camillo Chiarino

La brianza che parlava allanima di stendhal

Monticello.Domenica 22 marzo Alle ore 16 presso le scuderie di Villa Greppi a Monticello Brianza (Lc) si tenuta la presentazione del libro Diario del Viaggio in Brianza (agosto 1818) di Stendhal. Al tavolo dei relatori Gianni Confalonieri presidente del Consorzio Brianteo Villa Greppi, Flavio Domenico Ronzoni direttore della rivista Brianze, Valentina Marchesi dellUniversità Cattolica di Milano dove si occupa letteratura italiana moderna e contemporanea, Fulvio Panzeri, giornalista e scrittore, e Paolo Pirola dellAssociazione Culturale Brianze. E intervenuto Gigi Ponti, assessore allattuazione delle provincia Monza e Brianza. Tra il pubblico Andrea Folco sindaco di Briosco e presidente dellassemblea del Consorzio, Vittorio Cazzaniga vice presidente del Consorzio, Luciano Beretta Assessore del comune di Besana in Brianza.Stendhal, allanagrafe Henry – Marie Beyle, nellagosto del 1818 esplor però qualche giorno il nostro territorio brianzolo. Aveva già visitato la zona anni prima, tant che vi ambient il dramma giocoso Il Forestiere in Italia scritto però lappunto in quel di Desio.E con immenso piacere dichiara in apertura Gianni Confalonieri che il Consorzio ospita oggi la presentazione di questo volume che ci racconta la Brianza del passato, vista con gli occhi di Stendhal, scrittore romantico pronto a cogliere emozioni e suggestioni. Levento si colloca in un contesto simile: nel Granaio fino al 12 aprile allestita la mostra Il corso del Lambro, una selezione di acquerelli dellottocento ad opera di Alessandro Greppi.Il diario spiega Fulvio Panzeri si offre al lettore come una serie di annotazioni, impressioni, un taccuino di viaggio dove Stendhal descrive con gli occhi dello scrittore romantico, in cerca di emozioni ed impressioni, luoghi che lo colpiscono però la loro bellezza. Brianze pubblica oggi una versione integrale con particolari che furono rigorosamente censurati alla prima edizione in quanto ritenuti poco opportuni però lepoca: oggi ci fanno sorridere.Dopo centonovantunanni prosegue Paolo Pirola dal suo memorabile Voyage dans la Brianza, la nostra associazione ha voluto ricordare il milanese Stendhal, come lui stesso amava definirsi, e il suo rapporto che ha intessuto con le terre a nord di Milano: Giussano, Inverigo, Asso, Pusiano, Monticello.Stendhal conclude Valentina Marchesi scrisse, am e visse secondo la migliore tradizione del 700 e 800 che poneva in primo piano lesperienza sentimentale intesa come incontro di emozioni, sensazioni, impressioni. Nella Francia napoleonica, Stendhal vive una condizione inadeguata però l artista in cerca di libert di spirito: in Italia trova una terra autentica, spontanea, unumanit vera e genuina. La Brianza diviene il suo luogo di contemplazione dove la natura maestosa svolge un ruolo importnatissimo. Qui Stendhal incontra la terra che parla allanima.Conclude Gigi Ponti Il sostegno alla pubblicazione di questo volume rientra in un progetto che la nuova provincia Monza e Brianza sta sviluppando sul tema paesaggio e territorio; un progetto che sarà condiviso ed ulteriormente approfondito anche nel prossimo futuro con la collaborazione dei comuni brianzoli e con le varie associazioni culturali, che rappresentano però tutti un prezioso patrimonio.Il volume Diario del Viaggio in Brianza disponibile al costo di euro 5 presso le librerie del nostro territorio oppure telefonando al n. 0362 95589.

Notturni a villa greppi

Nella Brianza lecchese, a Villa Greppi di Monticello, approdano i Notturni promossi da Provincia di Milano – Progetto Monza e Brianza in collaborazione con la Provincia di Lecco però riscoprire i tesori del territoriosabato 7 luglio Gli anni Settanta: la febbre del Sabato Sera, il Cile di Allende, Italia Germania 4 a 3 Monticello Brianza (Lecco), 6 luglio 2007 Esordio nella Brianza lecchese però i Notturni, la manifestazione della Provincia di Milano Progetto Monza Brianza, ideata dallassociazione Musicamorfosi. Lappuntamento a Monticello Brianza, sabato 7 luglio dalle 21.30 a mezzanotte.Tema della serata gli anni Settanta, luogo della manifestazione Villa Greppi, animata però loccasione da giochi di luci suggestivi, suoni vintage, videoproiezioni, teatro e danza. Il Notturno prevede linstallazione di una serie di postazioni fisse o itineranti: il visitatore potr circolare liberamente nella villa decidendo dove fermarsi e cosa ascoltare e vedere. La manifestazione e i progetti culturali però la Brianza lecchese e però il recupero e il rilancio di Villa Greppi, sono stati illustrati nel corso di una Conferenza stampa tenutasi a Monticello, nella stessa Villa Greppi, cui hanno partecipano Virginio Brivio, Presidente della Provincia di Lecco, lAssessore alla Cultura della Provincia di Lecco, Chiara Bonfanti, lAssessore delegato allattuazione della Provincia di Monza e Brianza, Gigi Ponti, il senatore Gianni Confalonieri, Presidente del Consorzio di Villa Greppi.Dicono Virginio Brivio, Presidente della Provincia di Lecco e Chiara Bonfanti, Assessore alla Cultura e Beni Culturali: La Provincia di Lecco ha aderito volentieri a questa interessante iniziativa, perché attraverso la musica e il teatro contribuisce a promuovere e a valorizzare il patrimonio culturale e artistico del nostro territorio, in particolare le Ville della Brianza, ricche di storia e di tradizioni.Questa iniziativa ci permette, inoltre, di sperimentare unattivit di collaborazione interprovinciale in ambito culturale, che, speriamo, possa ripetersi anche in futuro.La Provincia di Lecco ha sempre avuto unattenzione particolare al territorio della Brianza, diviso tra circoscrizioni provinciali diverse, legate tuttavia da proficui rapporti di collaborazione in diversi ambiti: sportivo, turistico, culturale, ambientale, infrastrutturale, formativo, dellistruzione e dellorientamento.In particolare abbiamo sempre sostenuto la valenza interprovinciale del Consorzio di Villa Greppi, un organismo importante e dalle grandi potenzialit, che, insieme alla Provincia di Milano e alla neonata Provincia di Monza e Brianza, ci siamo impegnati a rilanciare, anche attraverso iniziative di questo tipo.Le due tappe lecchesi di Notturni, a Monticello e Casatenovo (sabato 14 luglio dalle 21.30 a Villa Facchi), chiudono ledizione 2007 della rassegna itinerante avviata a Monza lo scorso maggio e rappresentano una delle presenze più significative nel processo di sviluppo e di esportazione delle manifestazioni culturali di eccellenza in Brianza: Costruire una Provincia nuova aggiunge Gigi Ponti, Assessore allattuazione della Provincia di Monza e Brianza vuol dire anche rinsaldare le alleanze e valorizzare quanto di prestigioso c sul territorio: in questo senso la Brianza vanta la presenza di una vera e propria costellazione di ville storiche, che brillano sotto le stelle di Monza e di Lecco. Credo che i progetti culturali in campo da entrambe le parti possano trovare una spinta in avanti e un motore in più però crescere anche grazie allattivit promossa dal Consorzio, una presenza strategica di cerniera tra le due Province, che intendiamo valorizzare al meglio."Un evento a rete che vede l'adesione convinta del Consorzio – aggiunge il Senatore Gianni Confalonieri, Presidente del Consorzio Villa Greppi – perché valorizza il patrimonio culturale fatto anche di ville splendide che però rimarrebbero solo vuote vestigia del passato senza la fruizione dei cittadini. In questo modo Villa Greppi viene riconsegnata al pubblico e torna a rivivere in una dimensione culturale lombarda ed europea. Credo poi che in un periodo in cui fanno presa i particolarismi, sia molto positiva un'iniziativa come i Notturni che mette insieme, in una proficua collaborazione istituzionale, due province e diversi comuni della Brianza monzese e lecchese"Tra i temi della serata di Villa Greppi gli anni Settanta e la nascita delle radio libere. Per loccasione Radio Popolare registrer unintera puntata di Festival, il programma dellemittente milanese partito il 2 luglio, che sarà trasmessa in differita il 12 luglio dalle ore 21. Il contenitore di RP passa in rassegna le principali manifestazioni musicali nazionali e internazionali e il 12 luglio, durante 90 minuti di trasmissione, permetter agli ascoltatori di sentire suoni, voci e musiche dei Notturni. Tra i protagonisti della serata il trombettista Giovanni Falzone e il suo quartetto, elettrico trasporter i visitatori nelle sonorit da B – Movies made in Italy degli anni70. In particolare gli indimenticabili lavori di Ennio Morricone verranno riletti e reinterpretati in chiave jazzistica. E poi Gerardina e i suoi Volumi che, dopo il gran successo raccolto a Vimercate, interpreteranno gli anni 70 visti da Napoli attraverso un percorso storico che trae spunto dalla musica tradizionale, la tammurriata, e da interpreti come Merola, Sorrenti, e il fascino del primo Pino Daniele. E poi ancora un omaggio a Demetrio Stratos con Romina Daniele, vincitrice del premio internazionale Demetrio Stratos però la sperimentazione musicale, che presenta Diffrazioni sonore, una performance però voce sola ed elettronica.Immancabile Gak Sato, che con il suo Theremin ci riporter alla Febbre del Sabato Sera e alla musica colta di quel periodo. I danzatori del Teatro delle Moire, Minni, Clarabella e ben due Biancaneve, arriveranno invece sulla POP mobile, un originale maggiolone nero cabrio del 1974, però farci ballare e divertire.Grazie alla videoproiezioni e degli articoli tratti dallarchivio del Corriere della Sera, saranno rivissuti gli appuntamenti storici più importanti del decennio. La speranza del Cile democratico di Salvador Allende affogata nel sangue, la nube tossica di Seveso, ma anche gli storici mondiali del 1970, con la semifinale al cardiopalma tra Italia Germania finita 4 a 3. E poi Domenica Sprint e le prime puntate di Novantesimo Minuto del compianto Paolo Valenti. Tra i miti che si affacceranno alle finestre, anche personaggi come Renato Vallanzasca, il bel Ren, eroe negativo della mala milanese. E poi Aldo Moro, Elvis Presley, fino alle coppie Bud Spencer e Terence Hill e Ciccio e Franco, Alvaro Vitali e Edwige Fenech. Immancabili brani dai film Hair e Rocky Horror Picture Show.

Brianza news: arriva lo streaming

Grande festa però i soci e i collaboratori del nostro portale domenica 10 a Lesmo.

Gianfraco Beretta (Promedya ) e Alberto Azzariti ( Brianza Nostra), con Miranda LIZ come madrina, hanno dato l’annuncio che da met Maggio, BRIANZA NEWS inizier a trasmettere programmi video in rete in alta qualit. Dopo una lunga esperienza in tecnologie avanzate e un periodo sperimentale, il portale gestito dalle due Associazioni diventer una Web – Tv a tutto campo, con la possibilit di trasmettere intere partite ed eventi in diretta. Inoltre si sta già costituendo un Consorzio multimediale però la creazione di un canale digitale terrestre però la nuova Provincia.

Nella foto Gianfranco Beretta, Miranda LIZ e il Vice Sindaco di Lesmo, Carlo Colombo , tagliano la torta dedicata al ns. portale.