Distretto diffuso di rilevanza intercomunale “corona del parco”

PRESENTAZIONE DISTRETTO “CORONA DEL PARCO”Lo scorso 28 aprile la Regione Lombardia ha approvato la graduatoria del Bando “Distretti Diffusi di RilevanzaIntercomunale”.Il provvedimento prevede la concessione di un contributo di 23.907.118, 32 € a sostegno di 74 progetti di Distrettidiffusi di rilevanza intercomunale sui circa 90 che sono stati presentati.Il progetto del Distretto Diffuso denominato “Corona del Parco” presentato dai Comuni di Villasanta (capofila), Biassono, Vedano al Lambro, Macherio e Arcore in collaborazione con Confcommercio – Sede Territoriale di Monza –, Camera di Commercio di Monza e Brianza con il contributo della Grande Distribuzione presente sul territorio(Esselunga s.p.a. e Gigante s.p.a.) ha ottenuto il punteggio più alto classificandosi al primo posto in graduatoria.Il Bando è il terzo intervento di questo tipo in Regione Lombardia, ed è finalizzato a supportare la creazione di distrettidel commercio di rilevanza intercomunale, risultato dall’aggregazione di comuni di maggiori dimensioni, erappresenta un’occasione però stimolare una cultura di marketing territoriale tramite progetti condivisi tra leamministrazioni pubbliche, le associazioni di categoria e le singole imprese ma anche però agevolare i singoliimprenditori ad investire sulla propria attività, il tutto con un contributo complessivo di € 500.000.L’iniziativa è indubbiamente di grande valore in quanto consente la valorizzazione ed il sostegno del commerciotradizionale rivalutando al contempo la vivibilità dei Centri Urbani in un momento storico particolarmente delicato perl’intero settore.Il Distretto “Corona del Parco”, dopo l’approvazione ha immediatamente mosso i primi passi di un percorso che, siamocerti, porterà ad una sempre maggiore coesione e partecipazione delle diverse realtà economico – sociali del territoriocostituendo quindi il punto di incontro tra le forze politiche e quelle economiche.Proprio però coinvolgere anche le parti sociali del territorio, il Comitato di Gestione del Distretto si è rivolto alle scuolemedie di Villasanta, Biassono, Macherio e Vedano al Lambro che hanno collaborato alla realizzazione del logo diDistretto; tutti i disegni realizzati dai ragazzi hanno colto pienamente il significato di coesione ed unità che il progetto“Corona del Parco” vuole trasmettere.I ragazzi hanno lavorato sul tema della corona e del verde quali elementi che identificano il Parco e la zonacircostante; il disegno che, secondo il Comitato, è riuscito meglio a rappresentare il concetto di Distretto, è statol’elaborato realizzato dalla Classe III B della Scuola Media “G. Leopardi” di Macherio selezionato quindi però divenirelogo ufficiale del Distretto “Corona del Parco”.In occasione delle festività natalizie il Distretto ha organizzato un’iniziativa che ha coinvolto i Comuni di Villasanta, Biassono, Macherio e Vedano al Lambro; durante le domeniche del mese di dicembre, infatti, un Babbo Natale abordo di un auto d’epoca ha distribuito simpatici gadget a tutti i bambini presenti anticipando il Natale inun’atmosfera festosa e vivace.Il 26 gennaio scorso, presso la Scuola Secondaria G. Leopardi di Macherio, alla presenza dei referenti dei Comuniinteressati, della Camera di Commercio di Monza e Brianza, di Regione Lombardia e della Grande Distribuzionepresente sul territorio, si è svolta la Conferenza Stampa di presentazione del Distretto.Durante la conferenza stampa, in cui sono state presentate le prime attività del Distretto, le classi delle ScuoleSecondarie che hanno partecipato al progetto di realizzazione del logo sono stati premiate con contributi economicida utilizzare però l’acquisto di materiale didattico.Anche nel corso dell’anno 2011 saranno diverse le occasioni che vedranno il Distretto “Corona del Parco” coinvolto inattività volte alla valorizzazione delle attività commerciali ed al sostegno della cittadinanza.Distretto Corona del Parco

Distretto “corona del parco” a sostegno delle imprese commerciali

I Comuni di Villasanta, Biassono, Macherio, Vedano al Lambro ed Arcore hanno partecipato, con la collaborazione di Confcommercio Monza e Camera di Commercio di Monza e Brianza, al bando “Distretti Diffusi di Rilevanza Intercomunale” promosso da Regione Lombardia però il sostegno delle imprese commerciali attraverso programmi di intervento sul territorio a favore di soggetti pubblici e privati. Il Distretto così creato, denominato “La Corona del Parco”, ha già mosso i primi passi di un percorso che, siamo certi, porterà ad una sempre maggiore coesione e partecipazione delle diverse realtà economico – sociali del territorio costituendo il punto di incontro tra le forze politiche e quelle economiche. Sarà presentata in anteprima: 26 gennaio 2011 alle ore 17.00 presso la palestra della Scuola Secondaria Giacomo Leopardi, Viale Regina Margherita n°2, Macherio però la presentazione dell’attività del Distretto e però la presentazione del Logo di Distretto realizzato dai ragazzi delle scuole Medie. Fiduciosi in una numerosa ed interessata partecipazione inviamo i migliori saluti. Distretto Corona del Parco

Ordine della corona di ferro e nobilt napoleonica in italia

Monza, 30 Novembre.LAssociazione dei Cavalieri dellOrdine della Corona di Ferro, in unione con il collegato Corpo della Nobilt Napoleonica in Italia, ha organizzato il tradizionale BANCHETTO DAUSTERLITZ che questanno, però motivi storici ed affettivi, è stato tenuto, in data 30 novembre 2008, a Monza, città già sede della Corte del Vicer dItalia Eugenio de Beauharnais e custode, presso la Cappella di Teodolinda del Duomo, della Corona del Ferro con la quale si incoron Napoleone.Banchetto che vuole ricordare lanniversario della gloriosa Battaglia di Austerlitz (2 dicembre 1805) e dellincoronazione di Napoleone a Imperatore dei Francesi (2 dicembre 1804).Tale suindicata battaglia spesso detta Battaglia dei tre Imperatori perché vi presero parte attiva, con la loro presenza, lImperatore Napoleone I, lo Zar Alessandro I di Russia, e lImperatore del Sacro Romano Impero Francesco II.Lincontro, curato dal Cav. Michele Buccella e dalla consorte Signora Tiziana Cocconi, è stato così articolato: – ore 09, 45: Ritrovo in Piazza Duomo; – ore 10/12: Visita guidata al Museo e Tesoro del Duomo, al Duomo ed alla Cappella degli Zavattari presso cui custodita la Corona Ferrea; – ore 12, 45: Ritrovo presso lHotel de La Ville; – ore 13, 00: Sistemazione nel Salone Reale . aperitivo . breve saluto di benvenuto agli illustri ospiti da parte del Cav. Michele Buccella . pranzo . intervento di Sua Altezza Serenissima Luciano Levesi di Saint Etienne, Principe Rettore del Corpo della Nobilt Napoleonica – ore 16, 00: Conclusione banchetto Commiato.Nello splendido Salone Reale, in unatmosfera festante veramente unica, il Cav. Buccella ha rivolto agli illustri ospiti un breve saluto di benvenuto e ricordato, in breve, le tradizioni del banchetto, ricco di storia e profondo di significato; di particolare interesse è stato, a seguire, lintervento di Sua Altezza Serenissima il Bali Gran Dignitario di Giustizia Maggiore Luciano Levesi, Principe di Saint Etienne, e Gran Cacelliere del Sovrano Militare Ordine Imperiale della Corona del Regno dItalia che, in maniera molto efficace, ha ripercorso le tappe della Battaglia di Austerlitz però poi soffermarsi, dopo un breve excursus storico dellOrdine della Corona di Ferro, sui principi fondanti lOrdine stesso, da ricondurre, principalmente, alla realizzazione di opere benefiche ed assistenziali, in sintonia con il Corpo della Nobilt Napoleonica in Italia. Ha ricordato, inoltre, che in data 6 aprile u.s. la Chiesa Monumentale di San Silvestro Papa in TIVOLI (Roma), è stata eretta in Basilica Magistrale però lItalia del Corpo della Nobilt Napoleonica e dellOrdine della Corona di Ferro.Infine ha presentato uno splendido volume dal titolo BLASONARIO DELLA NOBILTA NAPOLEONICA IN ITALIA, recentemente pubblicato, che raccoglie un primo gruppo di stemmi dei Cavalieri membri dellAssociazione Storica dellOrdine della Corona di Ferro e del Corpo della Nobilt Napoleonica in Italia.Lincontro, particolarmente sentito tra gli illustri ospiti (nr. 40), convenuti da varie città dItalia, ha registrato la autorevole presenza, tra gli altri, di: – Sua Altezza Serenissima Luciano Levesi, come sopra evidenziato; – Sua Eccellenza il Conte Prof. Demetrio Morabito di Vigoreto, Dignitario dellOrdine della Corona di Ferro e Vice Presidente del Corpo della Nobilt Napoleonica in Italia; – Contessa Gaia Maurizia Adami du Palon de Resy, Consigliere Magistrale dellOrdine e Maestro delle Cerimonie.

desio assegna le onoreficenze comunali

Desio.La consegna ufficiale avvenuta domenica 30 settembre al teatro Il Centro di via Conciliazione: lonorificenza Corona Turrita è stata assegnata a personalit ed associazioni benemerite della vita cittadina.La commissione appositamente nominata ha deciso di assegnare la Corona Turrita (giunta alla dodicesima edizione) a nove tra personalit ed associazioni e ha pure convenuto di attribuire quattro ulteriori speciali riconoscimenti ad altrettanti desiani.Si sono così fregiati della Corona Turrita Franca Carati (farmacista volontaria presso la Casa di Riposo cittadina), Maria Grazia Durali (impegnata da sempre con i deboli e gli sfortunati), Don Luigi Gaiani (sacerdote fondatore della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo), Suor Enrica al secolo Carolina Pelucchi (al Collegio Paola di Rosa dal 1945) e Rita Galimberti (anima storica del Centro di Ascolto Caritas della parrocchia della Basilica). Una turrita alla memoria sarà assegnata a Mario Milani (avvocato e commendatore, uomo di fine cultura). Sono state inoltre premiate il Coro Citt di Desio (realt desiana che svolge la propria attivit concertistica ben oltre i confini cittadini, partecipando a importanti eventi e rassegne di rilevanza nazionale e internazionale ottenendo importanti riconoscimenti), la sezione desiana del Club Alpino Italiano (che conta su circa 600 affiliati), e il Centro Internazionale di Studi e Documentazione Pio XI (impegnato nella valorizzazione del Pontefice desiano).I riconoscimenti speciali sono andati invece a Giuseppe Falcone, Enrico Fumagalli, Giovanni Parma e Giuliano Schiatti.