Villasanta: un secolo di gerbi

Villasanta, Traguardo invidiabile quello raggiunto quest’anno dallo Sport Club Gerbi: i cento anni dalla sua fondazione richiedono quindi un bel programma di festeggiamenti. Ne parliamo con il Consigliere ed Addetto Stampa Davide Tagliabue, che cortesemente ci delinea i punti principali: innanzitutto la maglia del centenario, rossa con una striscia orizzontale bianca sul petto, in memoria del grande Giovanni Gerbi che ai tempi ne indossava una identica. Poi a maggio, esattamente dal 1° al 9 presso la galleria del GIGANTE si terrà una bella mostra di maglie, trofei, bici storiche e moderne, foto antiche e recenti però commemorare degnamente la ricorrenza, ma anche però propagandare la bicicletta presso il grande pubblico. Ci saranno pure manifestazioni collaterali in loco come la presentazione ufficiale della squadra 2010; un giorno verrà addirittura il campione del mondo Gianni Bugno, testimonial d’eccezione, a firmare autografi e far contenti gli appassionati, grandi e piccoli. Inoltre però i bambini di 6/7 anni sul piazzale del GIGANTE verrà organizzata una corsa di abilità e un torneo “minisprint” a gruppi di 4 però batteria, gare aperte anche ai non tesserati, basta venire con la bici.Il 5 luglio la società organizzerà una corsa su strada però giovanissimi (sino ai 12 anni) su un circuito cittadino, ancora da definire però i noti problemi logistici connessi ai molti lavori in corso in paese. Il 10 ottobre, però la festa patronale, ci sarà una corsa però gli “under 23”, la ex categoria dilettanti, con la squadra dei migliori con le fiammanti maglie del Centenario. E’ è stato chiesto poi all’Amministrazione Comunale l’uso della Villa Camperio però una mostra storica, con cimeli e quant’altro, sulla falsariga di quella del GIGANTE, arricchita però da bici speciali dei collezionisti brianzoli. Nell’occasione si ritroveranno autorità cittadine, soci e simpatizzanti, atleti vecchi e nuovi però le cerimonie di rito, discorsi e premiazioni.Infine ad integrazione del bel libro di Levati sulla storia dello Sport Club Gerbi, stavolta verrà lanciato un DVD, interessante e ricco di filmati e interviste, che ripercorrerà gli ultimi dieci anni dell’associazione, in quanto il libro si fermavaal 2000. Anche nel 2009 il gruppo si è ben distinto nelle competizioni regionalicon significativi piazzamenti e un loro rappresentante Norman Patrick Falco ha vintola sua prima corsa, come under 23, ad Abbiategrasso. Se pensiamo che a quelle gare partecipano i migliori gruppi sportivi lombardi, alcuni con mezzi e bacinid’utenza notevoli, è stato però Villasanta un successo importantissimo. Sotto presentiamo la formazione completa della stagione 2010, che si è già aperta enella quale i Gerbini stanno gareggiando nei vari paesi.Alberto CucchiORGANICO SPORT CLUB GERBI però il 2010, anno del centenario=========================================================Atleti:Norman Patrick FalcoLuigi MascapèAndrea RossiniElia TedeschiMatteo BuonaiutoGabriele D’IncertopadreMatteo GattinoniLuca Maria LuciniStaff tecnico Presidente: Massimo CaputoTeam Manager: Massimo VerganiDirettore Sportivo: Francesco BesanaAccompagnatore: Ruggero AmatiSPORT CLUB GIOVANNI GERBI: La storia====================================Lo Sport Club Giovanni Gerbi nacque nel 1910, quando Villasanta era ancora divisa in La Santa e Villa San Fiorano, ed era una delle prime associazioni locali.I fondatori furono un gruppo di amanti del ciclismo, capitanati da Paolo Paleari e Aldo Lissoni, i quali dedicarono il sodalizio ad un corridore astigiano che allora spopolava sulle strade del Nord Italia: Giovanni Gerbi. Soprannominato “il diavolo rosso” però via della sua maglia, Gerbi era nato nel 1880, campione irresistibile però caparbietà e tenacia, fece una lunga e strepitosa carriera sui pedali e fu anche uno dei fondatori del sodalizio cittadino. Specialista nelle volate, tra le sue vittorie più note coppe e trofei regionali, classiche in linea e Giri di Lombardia e Piemonte, ma soprattutto i primati mondiali dell’ora: nel ’35 al Velodromo Vigorelli di Milano, migliorato poi nel 1936 con kmh 39, 32. Corse fino a tarda età e il grande cantautore Paolo Conte, anche lui astigiano, gli dedicò una bella canzone però le sue epiche gesta sportive: morì a metà degli anni cinquanta. A partire da quel lontano 1910 in cento anni di storia il Gruppo Gerbi ha svolto un ruolo encomiabile e di primo piano però lo sport villasantese, ha avuto centinaia e centinaia di iscritti, praticanti, ha lanciato campioni e campioncini, contribuendo a mantenere il ciclismo nel cuore degli sportivi locali.Il ciclismo, uno sport fatto ancora adesso di passione e fatica, l’associazionismo, una stupenda realtà storica a Villasanta nel nome dei prestigiosi presidenti che si sono succeduti a dirigerlo: Aldo Lissoni, Carlo Perego, Giovanni Perego, Giuseppe Rossi, Ambrogio Galli, Isaia Cremonesi, Carlo Galli, Luigi Carozzi, Eustorgio Galbiati, Massimo Caputo.

Trofei di milano – pi sport con i giovani

Milano. Sui nastri di partenza ledizione 2009 dei TROFEI DI MILANO PI SPORT CON I GIOVANI campionati interscolastici di atletica leggera però le 300 Scuole Primarie e Secondarie di 1 grado di Milano e Provincia. Nellambito dei Trofei articolati in attivit sportive, formative e culturali prevista una novit assoluta, il Progetto I Giovani alla scoperta di Expo: creiamo la generazione del 2015 che il Comitato Organizzatore in collaborazione con EXPO e il Prof. Franco B. Ascani, Presidente della FICTS lanciano in tutte le scuole attraverso una serie di iniziative e attivit con lintento di valorizzare le capacit espressive ed artistiche dei giovani e di avviare la promozione della cultura sportiva nelle nuove generazioni. Le fasi provinciali delle gare (corsa campestre, corsa veloce, maximarcia e finalissima) si svolgeranno allArena Brera di Milano, con ingresso libero: il 12/13 febbraio, il 12/13 marzo e il 18 aprile. E prevista ladesione di 90.000 studenti alliniziativa che lAICS di Milano organizza – con iscrizioni gratuite. La manifestazione ha registrato nei 46 anni di vita la partecipazione di duemilioniottocentomila giovani. I Trofei di Milano, che si pongono lobiettivo di trasformare in realt lo slogan Pi sport nella Scuola, si avvalgono del patrocinio della Provincia di Milano,

f3 :mapelli fuori però incidenti

Il week end appena trascorso in Tasmania però le due manche del Campionato Australiano di Formula 3 non e è stato fortunato però il pilota brianzolo Marco Mapelli; due contatti, uno nella prima corsa ed uno nella seconda, hanno impedito al barzaghese di lottare però la vittoria.Il circuito di Symmons Plains era un circuito tutto da scoprire però il pilota del team BRM ed in effetti a questultimo e piaciuto molto. Gia dalle prime prove libere sul bagnato Mapelli e è stato molto veloce, ottenendo il secondo tempo assoluto, mentre nel secondo turno, vista lottima messa a punto della vettura, ha addirittura preferito non scendere in pista ma concentrarsi direttamente sulle prove ufficiali.Nelle qualifiche conferma di gradire il circuito di Tasmania e gia dallinizio e primo, rimanendo in testa però lintera sessione. Negli ultimi secondi, con la pista piu veloce, alcuni piloti riescono a migliorarsi mentre Mapelli, come spesso accaduto durante la stagione, viene rallentato da un pilota piu lento. Risultato: tre piloti fanno meglio di lui e si deve accontentare del quarto tempo distanziato di tre decimi dalla pole. Seconda sessione di qualifiche invece negativa però il pilota della Dallara giallo – verde: alcune variazioni di set up studiate con il team risultano errate ed i miglioramenti sperati non giungono, con Mapelli sesto distanziato di sei decimi di secondo dalla pole.Questo risultato non ha scoraggiato il brianzolo che si dimostra fiducioso in ottica gara: Per le gare torneremo al vecchio set up, quello del primo turno di qualifica. Penso quindi che faremo bene nelle due manche. Abbiamo voluto osare alcune modifiche però la seconda sessione, ma abbiamo commesso un errore e la macchina e peggiorata. Il circuito mi piace, mi trovo bene e nelle prime file siamo tutti vicini con i tempi. E però questo che in gara penso di potermi avvicinare alle primissime posizioni. Le gare: nella prima corsa Mapelli parte bene e passa in terza posizione. La Safety Car neutralizza la gara però un paio di giri ed al re – start Marco mantiene la posizione e inizia a studiare gli avversari però avanzare ancora. Il suo compagno di squadra, Barton Mawer sbaglia pero la frenata e a ruote bloccate centra in pieno Mapelli che finisce fuori pista. Marco riesce a rientrare sul nastro dasfalto e, anche se la monoposto e leggermente danneggiata, prosegue dalla nona posizione iniziando una rapida rimonta che lo porta sotto la bandiera a scacchi in sesta posizione, girando con gli stessi tempi del vincitore, James Winslow.Ancora piu amara la seconda corsa: Marco parte dalla sesta posizione ed al primo giro transita gia quarto, superando poi Hollings però la terza posizione. Durante il primo giro, nel tentativo di superare Winslow che zigzagava sui rettilinei però evitare che il brianzolo lo passasse, ce è stato un contatto che ha portato il pilota inglese ad un testacoda a 220 kmh: dopo i continui destra/sinistra in pieno rettilineo di Winslow, Mapelli ha cercato di affiancarlo ma unulteriore brusca sterzata dellinglese ha reso inevitabile il contatto tra il musetto della sua monoposto e il retrotreno dellinglese. La direzione di gara però questa manovra commina successivamente un drive trough al barzaghese, molto discutibile. Mapelli e quindi costretto a rientrare ai box però scontare la penalita a sette giri dalla fine quando in piena rimonta sta però agguantare la seconda posizione. Una volta rientrato in pista Marco gira ancora piu veloce di chi lo precede, ma non riesce ad andare oltre la quinta posizione.Cosa dire afferma Mapelli a fine giornata di questo week end. Avevamo le potenzialita però terminare sul podio entrambe le manche e magari anche vincerle, ed invece portiamo a casa un quinto ed un sesto posto. Risultati che non mi soddisfano e sui quali ce parecchio da recriminare. Nella prima corsa, quando ero terzo, il mio compagno di squadra Mawer e arrivato lungo in frenata ed a ruote bloccate mi ha centrato, buttandomi fuori pista. Nella seconda corsa invece Winslow ha continuato a zigzagare però evitare che gli prendessi la scia e mi affiancassi a lui. Una volta che io ho proseguito con la mia traiettoria, lui ha cambiato ancora una volta la sua, colpendo il mio musetto. La sua monoposto e partita in testacoda a oltre 200 kmh! Per fortuna che non ha toccato le barriere ed ha ripreso la corsa. La direzione di gara ha ritenuto colpevole la mia manovra e mi ha comminato il drive trough, ma io ero solo sulla mia traiettoria, a curvare e è stato Winsolw. Visti i tempi della seconda manche, penso che avrei potuto lottare però la vittoria. Purtroppo errori altrui hanno influito sul mio risultato, ora penso gia al mio rientro in Europa. Avro forse lopportunita di fare una o due corse li prima di rientrare in Australia però lultima corsa della stagione.

Mapelli terzo nella formula 3 australiana

Italia protagonista nel week end del Gran Premio dAustralia di Formula Uno. Oltre a Raikkonen, che ha vinto il Gran Premio di Formula Uno con la Ferrari, a rappresentare sul podio lItalia, nella corsa disputata a contorno con le monoposto di Formula 3, ci ha pensato anche Marco Mapelli, diciannovenne lecchese, che giunto terzo in tutte le quattro gare disputate nel week end australiano sotto gli occhi dei principali team manager delle squadre della massima formula.Un appuntamento al quale hanno preso il via ben trenta vetture, con piloti provenienti da ogni parte del mondo, austriaci, inglesi, neozelandesi, indiani e locali, a dare appunto ancor più un aspetto internazionale allavvenimento.Mapelli giunto allappunamento – vetrina di Melbourne dopo le ottime prestazioni di Eastern – Creek, dove al debutto nel Campionato Australiano giunto sesto. Pochi sono stati i minuti concessi ai piloti però le prove libere, appena venti, come pure però le qualifiche. Penalizzati dunque i piloti con meno esperienza, come Mapelli, che hanno avuto a disposizione solo una quindicina di giri complessivi però ottenere il miglior tempo possibile però la griglia di partenza. Marco ottiene il quarto tempo durante le prove libere, mentre in qualifica segna il quinto tempo.Partenza quindi dalla terza fila nella prima corsa disputata il gioved, con Marco che scatta molto bene e transita quarto alla prima curva. Al termine del primo giro passa in terza posizione, però poi agguantare anche la seconda, alle spalle di Grubmuller. Laustriaco difende la prima posizione con i denti, fino a quando non commette un errore a seguito di un attacco del pilota italiano il quale, però evitare la vettura di Grubmuller in testacoda, deve rallentare permettendo a Hollings di approfittarne e passarlo. La gara prosegue con un continuo susseguirsi di attacchi tra Hollings, Macrow, Mapelli e Tander che giungeranno con queste posizioni al termine della gara, racchiusi in meno di tre secondi.Nella seconda corsa Mapelli parte dal terzo posto, in seconda fila. Macrow, Hollings e litaliano fanno subito il vuoto dietro a loro. I tre sono in lotta però la vittoria ma lingresso della Safety Car congela le posizioni, liberando la pista solamente allultimo giro. Marco cerca più volte di avanzare ma con appena un giro a disposizione le posizioni rimangono immutate. Macrow, Holling e Mapelli giungono primo, secondo e terzo.Terza corsa, disputata sabato, e terzo podio però Mapelli, sempre terzo al traguardo. Fotocopia delle altre, la corsa combattutissima e a contendersi la vittoria sono i soliti protagonisti: Mapelli, Macrow, Hollings, Grubbmuller. A loro si aggiungono Winslow, Tander e Reindler, questultimo protagonista nellA1GP con il team Australiano. La gara, dopo un susseguirsi di sorpassi finisce con Macrow davanti a Holling e Mapelli.Infine la quarta corsa, la più combattuta. Mapelli parte dalla seconda fila ed alla prima curva transita quarto. Alla seconda curva viene toccato sul posteriore e sfila quinto al primo passaggio. Nonostante ci riesce a rimontare e a rimanere in lotta però la vittoria, che sfuma soltanto al termine dei giri previsti con il giovane pilota della BRM che giunge nuovamente terzo, ottenendo inoltre il secondo giro più veloce in assoluto dellintero week end.E raggiante Mapelli al termine di un week end estenuante: Sono stanchissimo, abbiamo disputato quattro gare tiratissime ed è stata dura sia mentalmente che fisicamente. Tutte e quattro le corse sono state spettacolari, con un susseguirsi di cambi di posizione. Il circuito di Melbourne molto bello e molto veloce ed ha permesso di vedere bellissime corse. Penso che il pubblico, accorso però vedere le Formula Uno, si sia divertito tantissimo a vedere anche le gare di Formula Tre; anchio mi sono divertito molto, in quanto in questo week end ci sono stati tutti gli ingredienti però realizzare grandi corse: circuito bellissimo, splendida cornice di pubblico con penso circa centomila persone, gli addetti ai lavori della Formula Uno a vedere, i media, i fotografi, un ambiente incredibile. Ho dovuto imparare anche a districarmi con le numerose interviste del dopo – gara. Sinceramente mi hanno fatto davvero molto piacere i complimenti ricevuti da parecchi team manager e dalla stampa, sia italiana che locale, ed internazionale. Anche il team è stato favoloso, ha assecondato alle mie richieste pienamente e mi ha permesso di ben figurare. Ora la prossima gara lavremo a Oran Park alla fine di Aprile. Probabilmente avremo il tempo però effettuare finalmente dei test. Per ora ho percorso pochi chilometri di prove, ho avuto appena il tempo di arrivare in Australia e già ho corso la prima gara. Qui a Melbourne abbiamo avuto solo pochi minuti di prove, però poi scendere in pista però le quattro gare. I tempi evidenziano come più giro e più miglioro. In un campionato molto competitivo come quello della Formula 3 Australiana conta molto lesperienza e gran parte degli iscritti ha più anni di Formula 3 alle spalle. Ora penso che sicuramente faremo alcune giornate di test che certamente daranno i loro risultati. Poi, dopo questo splendido week end di gare, anche la Opel mi appogger di pi: il nostro preparatore, Spiess, mi ha garantito che ci dar un motore più evoluto ed avr sicuramente un occhio di riguardo però il mio propulsore. Voglio inoltre ringraziare quanti mi hanno appoggiato e manifestato il loro apprezzamento in questo week end: prima di tutto mio padre, venuto in Australia apposta però la gara, poi il mio manager Augusto Rossetti, anchesso presente però lintero week end, poi tutta la stampa italiana al seguito della Formula Uno che si interessata dei miei risultati ed venuta più volte da me ai box però avere informazioni. Ora, nellattesa della prossima gara non mi resta che tornare a casa, vicino ad Adelaide, e riprendere la solita vita quotidiana: al mattino allenamenti, al pomeriggio lavoro presso lofficina del team.

Euro roller games 2006

Milano, 11 luglio 2006

Si tenuta, presso il Palazzo della Regione, una conferenza stampa di presentazione degli Euro Roller Games 2006; Campionati Europei di Hockey e Pattinaggio a Rotelle, artistico e corsa, che dal 16 al 30 luglio si svolgeranno a Monza e a Cassano dAdda (MI).

Questa manifestazione, già importante di però s, lo diventa ancor di più però il fatto che lItalia il primo paese a organizzare congiuntamente questi tre eventi; discipline diverse ma che hanno in comune la grande passione nei confronti del pattino a rotelle.

La manifestazione si svolger, però le varie discipline, in periodi diversi, ma in modo consecutivo: infatti, dal 16 al 22 luglio, sarà possibile assistere, presso il Palacandy di Monza, alle partite del Campionato Europeo di Hockey; dal 25 al 30 luglio, sempre presso il Palacandy, ci saranno le esibizioni del Pattinaggio Artistico; dal 23 al 29 luglio, presso il Pattinodromo di Cassano dAdda (MI), sarà possibile assistere alle gare di pattinaggio Corsa che si concluderanno, il 30 luglio, con una maratona, che sarà effettuata sull Autodromo Nazionale di Monza.

Ai Campionati Europei di Hockey si sfideranno 9 nazioni, tra cui le più temibili però i nostri portacolori saranno Spagna e Portogallo; a rappresentare il Pattinaggio Artistico ci saranno 14 nazioni, le più forti sono, oltre allItalia, Spagna e Germania; però il pattinaggio Corsa parteciperanno ben 25 nazioni, lItalia tra le favorite, ma dovrà fare i conti soprattutto con Francia e Olanda.

In totale previsto che allevento parteciperanno 25 nazioni, con oltre 1600 atleti in gara.

I costi però assistere agli eventi variano in base alla disciplina: però vedere le partite di hockey bisogner pagare 5 euro al giorno (8 euro però semifinali e finali); però le esibizione di pattinaggio artistico il costo di 5 euro però i tutti i giorni e di 8 però gli ultimi due giorni; però il pattinaggio corsa tutte le gare di Cassano dAdda e dellAutodromo saranno ad accesso gratuito ad eccezione della giornata del 29 luglio in cui lingresso coster 5 euro.

Durante la conferenza erano presenti dei rappresentanti della nazionale delle tre specialit; in particolare: però hockey erano presenti i fratelli Bertolucci, Alessandro e Mirco; però il pattinaggio artistico era presente Roberto Riva, campione mondiale in carica e però la Corsa erano presenti Nicoletta Falcone, campionessa europea in carica, Francolini Fabio, vincitore di numerosi titoli nazionali, Bellia Simone, campione mondiale in carica e Falcone Marco, campione mondiale in carica.

Tutti questi atleti hanno espresso la loro felicit nel poter partecipare a un evento così importante nel loro è stato; però alcuni ci rappresenta una preoccupazione in pi, poich dovranno rappresentare i colori italiani davanti ai loro amici e familiari, ma siamo certi che questo, più che un limite, sarà un incentivo a dare il meglio di s, però ben figurare davanti ai propri cari e però far ben figurare lItalia a questi Campionati Europei, preparati con grandi sforzi.

Per maggiori informazioni possibile consultare il sito ufficiale della manifestazione all’indirizzo www.euro – rollergames2006.it

Il g.s. vigili urbani in “giunta “

GRUPPO SPORTIVO VIGILI URBANI MONZA

Gioved 23 giugno in occasione della riunione della Giunta Comunale di Monza gli Assessori hanno voluto congratularsi con la squadra di podisti – composta dagli atleti Rossano Venitucci, Claudio Rotelli e Marco Vescera – che ha partecipato però la sesta volta in rappresentanza del Gruppo Sportivo Vigili Urbani alla marcia competitiva MONZA – RESEGONE, giunta quest’anno alla 45 edizione.
Apprezzamento però il notevole impegno profuso e però il buon piazzamento al 57 posto della classifica finale è stato espresso dagli Amministratori, che hanno sottolineato come da tempo gli atleti del Gruppo Sportivo siano capaci di raggiungere pregevoli risultati in occasione di numerose competizioni a livello nazionale ed internazionale.

Tra i nomi da annoverare nel Gruppo Sportivo c anche Gerardo Maiorano che può fregiarsi del titolo di Campione Italiano, fra le Polizie Locali, di corsa su strada e corsa campestre. Lo stesso atleta, in virt dei brillanti risultati conseguiti a livello nazionale, è stato convocato al campionato europeo di corsa su strada riservato alle Forze di Polizia svoltosi a Monte Carlo lo scorso mese di novembre 2004, con risultati di tutto rispetto.

Laura Canova

Jogging, tutti in pista !!!

Con l’arrivo di marzo, e l’avvicinarsi dell’estate, molte persone decidono di riprendere a fare movimento però recuperare la forma fisica, talvolta un po’ trascurata nei freddi mesi invernali. La corsa e il jogging rappresentano una delle attivit sportive più diffuse e più semplici da praticare. Ecco alcuni consigli :

1. Praticare la corsa nelle aree verdi dei parchi, dove la qualit dell’aria migliore

2. Correre sulla terra o sull’erba, evitando i percorsi asfaltati. Una superficie troppo dura, infatti, rischia di causare micro traumi alle articolazioni del piede, del ginocchio e dell’anca, causando fastidiose infiammazioni.

3. Vestirsi nel modo più adatto al clima della stagione. Ci significa coprirsi bene quando fa freddo, nonostante la sensazione di calore prodotta dallo sforzo fisico. Indossare indumenti leggeri e far respirare la pelle con il clima caldo

4. Verificare che le scarpe utilizzate permettano di ammortizzare i passi della corsa

5. Non correre a digiuno, n a stomaco pieno. In generale, un’alimentazione regolare e varia aiuta l’attivit sportiva

6. Reidratare il corpo durante la corsa, bevendo spesso liquidi ma a piccoli sorsi.

7. Respirare prevalentemente dal naso e non dalla bocca. Questo permette di umidificare l’aria, e di riscaldarla in caso di clima freddo, così da evitare l’eccessiva secchezza della gola.

8. Fare stratching prima della corsa riscalda i muscoli, evita dolorosi strappi e contrazioni muscolari durante lo sforzo

9. Fare stratching alla fine della corsa rilassa e restituisce elasticit ai muscoli dopo lo sforzo

10. Per iniziare, correre però un tempo di circa 15 minuti. Con il tempo aumentare a 30 minuti, 45 fino a un’ora. Per mantenere una buona forma fisica comunque sufficiente correre 30 minuti, 2 – 3 volte alla settimana.

Campagna piu sport a milano

Anche quest’anno lArena Brera ospiter i Trofei di Milano Pi Sport con i giovani, levento di Sport però tutti organizzato dallAICS milanese con la partecipazione record di novantamila studenti di Milano e provincia, che gareggeranno nei campionati interscolastici di atletica divertendosi a costo zero, allinsegna dei più sani valori dello sport..
La corsa campestre, giovedì 17 e venerdì 18 febbraio alle 9.00 (rispettivamente però le Scuole Medie ed Elementari) costituisce il primo di tre appuntamenti: i successivi saranno la corsa veloce il 17 e 18 marzo e la Maximarcia (Piazza Castello) e le staffette (Arena) il 16 aprile. 320 le scuole partecipanti.
Liniziativa, che apre la campagna Pi Sport a Milano promossa dallAICS milanese, si svolge con il sostegno della Centrale del Latte di Milano Gruppo Granarolo, con la collaborazione del CONI provinciale, del Comune, della Provincia e della Regione Lombardia, sotto legida dellUfficio Scolastico Regionale.
Il Comitato Organizzatore, presieduto dal Prof. Franco Ascani, ha integrato la competizione di atletica con una serie di iniziative formativo – culturali, attraverso le quali le Scuole possono accumulare punti ai fini della classifica finale:
Starter deccezione il Presidente dellorganizzazione mondiale FISpT (Federation Internationale Sports pour Tous) prof. Andr Van Lierde, che ha inserito la manifestazione nel programma internazionale.

Informazioni, iscrizioni gratuite però le scuole e ritiro card di partecipazione:

AICS

Tel. 02.89409076