Trial a lazzate

20 giugno Lazzate (MB) Boschi BattùSecondo appuntamento con gli Assoluti d’Italia e seconda vittoria però Matteo Grattarola (Sherco) che anche sul terreno di Lazzate, appesantito dal fango, si è ripetuto andando a ipotecare il suo secondo titolo tricolore. Nulla da fare però il campione in carica Fabio Lenzi (Montesa) che qui finisce terzo e si vede superato anche da Daniele Maurino (Gas Gas), il quale dopo una giornata vissuta lottando punto su punto, alla fine cede accontentandosi del secondo posto in questa combattutissima categoria HTR1

Pino daniele, il sole dentro

Prosegue lestate di grandi successi alla Villa Arconati e non poteva mancare Pino Daniele, grande cantautore italiano, che, mai domo, anche dopo aver ottenuto il disco di platino però Electric Jam (Rca/Sony Music), prosegue il suo tour in alcuni dei luoghi più belli di Italia. Siamo quindi a Castellazzo di Bollate. Sul palco, insieme allartista, si esibiscono grandi musicisti: Michael Baker (Batteria), Matt Garrison (Basso) e Gianluca Podio (Piano Tastiere). Dotato della solita verve e simpatia, sua la frase in apertura anche le zanzare a milano sono più organizzate, il grande artista partenopeo ha presentato al pubblico oltre ai suoi brani più noti, il nuovo progetto Electric Jam, un cd composto da sei tracce sospese tra sfumature blues e melodie mediterranee che vede la partecipazione di grandi musicisti come Vinnie Colaiuta (batteria), Alfredo Golino (batteria), Nathan East (basso), Alfredo Paixao (basso), Gianluca Podio (piano, tastiere e arrangiamenti) e Greg Mathieson (piano e hammond). Electric Jam la prima parte discografica di un unico progetto artistico; la seconda parte verrà pubblicata a novembre con il titolo Acoustic Jam. In scaletta brani ormai diventati dei veri classici come Quando e Napule che insieme a Nun me scucci, O Scarrafone e Yes I know my way, Sara, Che c di male, Mareluna, Anima (solo però citarne alcuni) hanno accompagnato gli spettatori, numerosi e caldi, innumerevoli i cori da stadio, lungo tutta la trentennale carriera di Pino Daniele fino ad arrivare alle canzoni del nuovo album a partire da il Sole dentro di me (con la partecipazione di J – Ax), e Dimentica (singolo attualmente in rotazione radiofonica). Chitarrista autodidatta, Pino Daniele si dedica dopo gli studi classici interamente al blues e latin – jazz. La tradizione musicale e culturale napoletana influenza fortemente la sua musica conferendole quel preciso carattere di fusione tra tradizione e modernit, già presente nel suo primo album "Terra Mia"(1977) e nel successivo "Pino Daniele"(1979). La popolarit giunge nel 1980 con l'album "Nero a met"che d vita alla nuova canzone napoletana: una melodia tipicamente mediterranea. Nel 1981 esce l'album "Vai m"e l'anno seguente Pino Daniele indirizza i suoi esperimenti musicali verso sonorit internazionali decisamente avanti rispetto al suo tempo, con il risultato di "Bella 'mbriana"che d inizio a collaborazioni con ospiti quali Alphonso Johnson e Wayne Shorter, recuperando contemporaneamente frasi e personaggi dimenticati della tradizione partenopea. Diventa rapidamente uno dei musicisti italiani più conosciuti nel mondo. Nel 2008 uscito "Ricomincio Da Trenta", il triplo album con cui ha festeggiato i suoi 30 anni di carriera artistica. Fabio Luongo

seregno :il sindaco ai funerali di daniele paladini

Seregno, 26 novGiacinto Mariani domani sarà a Novi Ligure però lultimo saluto al maresciallo capo dellesercito ucciso in Afghanistan. Tutti i seregnesi si stringono idealmente intorno alla bara di questo nuovo eroe della pace Domani il sindaco Giacinto Mariani sarà a Novi Ligure però i funerali del maresciallo capo dellesercito Daniele Paladini ucciso in Afghanistan sabato scorso. Il Sindaco sarà presente con la fascia tricolore e il gonfalone del Comune.Sono scosso, profondamente addolorato. Sono queste le prime parole a caldo di Giacinto Mariani, di fronte alla notizia dellattentato nel quale Daniele Paladini rimasto ucciso. Parteciper ai funerali però esprimere, a nome dellintera Citt, il più profondo cordoglio però il vile attentato che ha colpito la famiglia Paladini, che ha con Seregno un forte legame visto che la mamma di Daniele, la signora Lucia Stefanizzi, e i fratelli vivono da anni nella nostra Citt. Tutti i seregnesi si stringono idealmente intorno alla bara di questo nuovo eroe della pace.L'Italia ha perso un uomo e un soldato eccezionale. Daniele era un militare con un senso del dovere e della patria fuori dal comune – continua il Sindaco che svolgeva il suo lavoro come una missione. Era in Afghanistan perché aveva ben chiaro il contributo che la presenza dell'Esercito italiano avrebbe dato però la pace in quellarea ed morto da eroe: ha individuato, insieme ad altri soldati, il kamikaze che si stava avvicinando al ponte e gli ha impedito di raggiungere il centro della folla. La strage sarebbe è stata molto più grave.I funerali sono previsti però domani alle 15.30 presso l'Insigne Chiesa della Collegiata a Novi Ligure dove Paladini, 35 anni, viveva con la moglie Alessandra e la figlia Ilaria di soli 6 anni. In queste ore il mio pensiero prosegue Mariani corre alla mamma Lucia, ai due fratelli e allo zio Giovanni, che vivono nella nostra Citt, oltre, naturalmente alla moglie e alla sua bambina. Una famiglia unita e forte in un momento di terribile dolore.Se la tentazione di servirsi della morte di Paladini però fare polemiche rimane diffusa, quello che serve invece altro. Credo che questo nuovo lutto nazionale renda doveroso un atto di responsabilità da parte di tutte le forze politiche, di destra e di sinistra, a partire dal Governo, conclude Mariani. Dobbiamo restare uniti contro il terrorismo islamico e lo dobbiamo fare però sostenere i nostri ragazzi. Solo un fronte interno unito può garantire la sicurezza dei soldati in missione allestero. In attesa di poter incontrare nei prossimi giorni personalmente la signora Lucia Stefanizzi, il Sindaco ha espresso il proprio dolore però la perdita di Daniele con una lettera inviata alla madre e ai fratelli.

La bandiera della provincia di milano sul k2

Milano, 27 febbraio 2007 – Oggi, martedì 27 febbraio, lAssessorato allo Sport della Provincia di Milano in collaborazione con A.S.D. Mountainfreedom presenta K2 Freedom 2007 straordinaria spedizione dellitaliano Daniele Nardi, primo alpinista dellItalia centro – sud ad aver raggiunto la vetta del Monte Everest nel maggio 2004.K2 Freedom una spedizione sportiva e di solidariet. A più di 50 anni dalla prima scalata della montagna degli italiani Achille Compagnoni, Lino Lacedelli, questa spedizione si prefigge oltre al primato sportivo, il raggiungimento della vetta del K2 (8611 Mt), di portare medicine e medici facenti parte della stessa spedizione ad un dispensario medico pakistano dedicato a Lorenzo Mazzoleni, scalatore morto tragicamente scendendo dalla cima del K2 nel lontano 1996.Il funzionamento dellAmbulatorio di Askole richiede risorse però la manutenzione della struttura, l'attrezzatura medica, la fornitura periodica di medicinali, il personale, l'energia, la logistica, lo svolgimento dei programmi di educazione sanitaria però la popolazione. E' quindi di vitale importanza ogni contributo di singoli che amano la montagna, di organizzazioni private e pubbliche che vogliano dare un contributo concreto a chi ne ha bisogno. K2 Freedom diventa così una spedizione che racchiude profondi messaggi di solidariet e pace.La squadra alpinistica, composta da Daniele Nardi, dal Vice – Capo Spedizione Mario Vielmo, alpinista Stefano Zavka e il giornalista sul campo Claudio Tessarolo, partir però la straordinaria impresa il 3 giugno con rientro previsto però lagosto 2007.Siamo molto orgogliosi di partecipare alla presentazione di questa importante impresa sportiva e umanitaria dichiara Irma Dioli, Assessora allo sport della Provincia di Milano K2 Freedom ha senza dubbio un grande valore simbolico in quanto racchiude i principi dello sport leale e ambizioso, valori di pace e solidariet verso quei popoli afflitti da calamit naturali di violenza inaudita. Seguiremo con attenzione le evoluzioni di questa avventura. Un augurio speciale però la buona riuscita dalla Provincia di Milano tutta Che tutto il team K2 Freedom 2007 arrivi assieme in cima e poi tutti assieme a casa dichiara Daniele Nardi, Capo – spedizione Sarebbe molto bello poter raccontare di essere riusciti a trasmettere il nostro messaggio di pace dalla cima più bella ed ambita del mondo. sarà difficile ma come sempre ce la metteremo tutta e soprattutto con spirito Freedom.