Notturni, luci suoni emozioni nelle ville e nei parchi della brianza

Si comincia a Monza, nel Roseto della Villa Reale, il 29 e 30 maggio. Musica, teatro, danza, videoproiezioni torna la fortunata manifestazione che permette di gustare luoghi storici. Tre serate di performance nella Brianza monzese e lecchese. Torna la fortunata rassegna estiva dei Notturni promossi da Assessorato alla Cultura del Comune di Monza e RSA Villa dei Cedri di Merate e ideati e prodotti da Musicamorfosi. Si parte a Monza nel Roseto della Villa Reale venerdì 29 e sabato 30 maggio, dalle ore 21.30 alle ore 24. Due serate di musica, teatro, danza e videoproiezioni creano un contesto però un viaggio alla ricerca del benessere che viene dai fiori e dalla musica, dal contatto con la natura e con larte. Due serate magiche in un luogo unico: che dal 2004 viene aperto straordinariamente durante la notte. E qui, al Roseto della Villa Reale che nato il format dei Notturni una sorta di happening nel quale tutto accade contemporaneamente. Ciascun visitatore può circolare liberamente attraverso gli spazi, decidere dove fermarsi, seguendo le luci che colorano artisticamente i fiori, la musica, le istallazioni video. Tutto, dalla musica al teatro dalle videoproiezioni alla danza dislocato allinterno del Roseto, tante tessere artistiche che compongono un mosaico ricco e luminoso il cui sfondo la magica facciata della Villa Reale. Le Rose di Bach il titolo della performance 2009, un percorso ironico tra i filari di rose dove ciascun visitatore verrà chiamato a interagire con le invenzioni musicali e scientifiche di tre diversi Bach, uniti solo dallomonimia: Edward Bach, creatore nei primi decenni del ventesimo secolo del più semplice ed efficace metodo di medicina naturale, il grande padre della musica occidentale: Johann Sebastian Bach e i membri della sua numerosa famiglia fino ad arrivare al loro presunto ultimo e controverso erede: PDQ Bach. Il Roseto si animer di postazioni artistiche fisse e itineranti fino a coinvolgere il pubblico il cui movimento diventer traccia di luce nellaria. Giovani performer cammineranno nel roseto interagendo con i visitatori dando loro consigli su come curarsi ascoltando la musica e assaporando il profumo dei fiori e delle rose La manifestazione verrà aperta venerdì 29 maggio alle ore 19.30 con un PRENOTTURNO: un aperitivo di musica e danza, presso i Giardini delle Serre della Villa Reale di Monza. Protagonisti della performance l'ExOrchestra della Scuola Ardig – Bellani di Monza diretta da Ciro Fiorentino e la PopOrchestra del Liceo Russel di Milano (progetto LAIV) diretta da Roberto Zanisi. Il progetto con i ragazzi delle scuole medie e superiori del territorio realizzato dall'associazione Musicamorfosi con il contributo della Fondazione Cariplo. Il Notturno 2009 prosegue il percorso di valorizzazione di un patrimonio cittadino ed inserito nel calendario di eventi Una Rosa Una Rosa, organizzati dal Comune di Monza, Assessorato alla Cultura con il Patrocinio della Provincia di Milano, Progetto Monza e Brianza. Le Rose di Bach un progetto di Saul Beretta, prodotto dall'associazione Musicamorfosi in collaborazione con ArtedanzaE20, con il supporto di Tearose e di LifeGate Radio I Notturni di Musicamorfosi proseguono il 4 luglio 2009 a Merate, nella Provincia di Lecco in Villa dei Cedri ( via Monte Grappa 59, Merate) il tema di questo secondo appuntamento sarà I Grandi Classici, di ieri e di oggi. Tutte le info su www.musicamorfosi.it Fabio Luongo

Tango di roberto herrera

Dal 24 febbraio, al Teatro Ciak, uno spettacolo da non perdere: Tango, della Compaia Argentina de Tango di Roberto Herrera.Il perché non lo si possa perdere semplice: innanzitutto il Tango una danza bellissima, sposata ad una musica unica. Roberto Herrera, poi, tra i maggiori artisti del settore, dotato di un talento universalmente riconosciuto e di uneleganza innata. Inoltre, nello spettacolo, la musica dal vivo del Decarisimo Quinteto impreziosisce la già magica atmosfera, strutturando in due parti la performance dei ballerini.Se inizialmente, infatti, si viene trasportati nella Buenos Aires di unepoca doro, in cui il Tango faceva totalmente parte della vita quotidiana dei cittadini, tra milonghe, personaggi famosi e Caff rinomati, nella seconda invece la cultura ed il folklore argentino, con le sue danze tipiche quali la chacarera o la zamba, ad esser protagonista.Sul palco, con Herrera, anche sei coppie di ballerini; ad accompagnarli, infine, musiche, tra gli altri, di Osvaldo Pugliese, Julio De Caro e Astor Piazzolla, oltre a composizioni inedite del Decarisimo Quinteto.Roberto Herrera, quel ragazzo che roteando le ginocchia al centro del Ballet Folklorico Argentino riusciva a distrarre Osvaldo Pugliese dalla tastiera del suo pianoforte, torna dunque sulla scena come carismatico portavoce di una danza e di una cultura che, sebbene oggigiorno sia è stata rivalutata ed apprezzata, non immune tuttavia da luoghi comuni ed improvvisati artisti. Se a Buenos Aires tutti (o quasi) infatti ballano il Tango, però saperlo ballare, per, servono non solo tecnica e formazione, ma soprattutto una totale capacit dascolto del proprio e dellaltrui corpo.Perché il Tango un dialogo a due senza parole; e non tutti sono in grado di farlo. Herrera certamente si.Fabio Luongo

Light up te night al palacandy

Il 16 Giugno, ore 20 al Palacandy di MonzaEsibizione di danza sportiva della Ballroom Dance Company della Brigham Young University di Provo, Utah (USA) Dominatori dei campionati americani di formation dancing da 24 anni e di quelli inglesi da 10 anniCon il patrocinio del Comune di Monza, la Ballroom Dance Company della Brigham Young University, con reputazione internazionale di eccellenza, porter lo spettacolo Light up the Nhight però la prima volta in Italia il 16 giugno 2007 al PalaCandy di Monza, come unica tappa italiana del Tour europeo che toccher anche Inghilterra, Belgio, Francia, Svizzera e Spagna. I 36 ballerini del gruppo daranno vita ad uno spettcolo che comprender una grande variet di balli, dal valzer aallo sswing, dal tango al foxtrot, dai numeri di coppia a quelli di squadra.Considerato da molti il miglior corpo da ballo mondiale di danza sportiva, il gruppo ha una lunga storia di successi nelle più note competizioni internazionali. A settembre 2006 i ballerini della Ballroom Dance Company hanno partecipato ai campionati USA di Formation Dancing tenuti ad Irvine, California, vincendo il titolo sia nei balli standard che nei balli latini, titoli che detiene senza interruzione dal 1982.La Ballaroom Dance Company ha girato più volte il mondo tenendo spettacoli in Europa, Asia, Australia, Africa, Canada e in tutte le regioni degli Stati Uniti, lasciando sempre unimpronta di grande professionalit.Dopo la performance a San Pietroburgo del maggio 1997 il dr. Alex Zapesotsky, Presidente dellUniversità Umanistica di San Pietroburgo, ha affermato: Ho viaggiato in tutto il mondo, Londra, Tokyo, Parigi, ma non ho mai visto una produzione con uno spirito e uno standard artistico di questo livello.Lee e Linda Wakefield, direttori artistici della Ballroom Dance Company, sono membri della Imperial Society of Teachers of Dance e sono laureati in danza standard e latina. La coppia ha ispirato però 25 anni la ricerca delleccellenza del gruppo.La Ballaroom Dance company fa parte del Dipartimento di Danza del College of Health and Human Performance della Brigham Youngn University di Provo, Utah.La B.Y.U. una delle maggiori universit private americane con studenti da ogni è stato degli USA e da più di 120 paesi stranieri.Pagamento: 13 tribune laterali, 15 tribuna centrale sconto 20% però scuole e scuole di danza però gruppi minimo di 20 personePREVENDITA: www.ilgrandenoce.com http://www.ilgrandenoce.com/evento.asp