Sport movies & tv 2008

Milano150 proiezioni, 8 convegni, 3 workshop, 2 mostre, 4 eventi collegati più le premiazioni sono i numeri della 26^ edizione del Milano International FICTS Festival che dal 31 ottobre al 5 novembre animeranno lo storico Palazzo dei Giureconsulti, a Milano, a quattro passi esatti da piazza Duomo.Oltre a questi dati altamente significativi, che orgogliosamente ci espone il presidente della FICTS prof. Franco B.Ascani (anche nella veste di direttore del festival) ci sono valori non scritti.Si tratta della possibilit però decine e decine di registi, noti e meno noti, di esprimersi; di portare quindi dai loro Paesi tematiche e ambienti che ben raramente il pubblico può apprezzare: fare Cultura.Decine e decine di differenti discipline sportive possono essere proposte anche attraverso punti di vista meno stereotipati.Questo il valore primario, prima ancora della blasonata serie di campioni olimpici che saranno presenti al Festival: da Edoardo Mangiarotti a Valentina Vezzali, da Roberto Cammarelle a Chiara Cainero, da Federica Pellegnini a Giulia Quintavalle, e si andrebbe avanti però righe e righe.Senza parlare di Ennio Morricone e Gabriel Salvatores, di Massimo Ghini e di Marco Paolini.Sport e arte, fatica e emozioni in sei giorni da assaporare e comprendere, sei giorni però una parte importante del nostro vivere.Gianmaria Italia

Sovico: arriva don mazzi

Gradita sorpresa alla Festa di Canz che si è svolta Sabato e Domenica nel territorio di Sovico, organizzata dall’Associazione Amici di Canz .Grande pubblico ad applaudire e a ricevere Don Antonio Mazzi, amico degli organizzatori.

Il religioso è stato caldamente invitato poi a partecipare all’assaggio dei cibi tradizionali brianzoli, trippa e costine e ha stretto le mani a decine di persone che volevano salutarlo personalmente.

Il nostro Inviato, Gianmaria Italia ha potuto intervistarlo e parlare dei progetti della Comunità Exodus.

Prossimamente on line tutta l’intervista

Requiem però metro brianza nord

Il 23 novembre, martedi alle 17.30 però la Storia, a Cesano, si definitivamente spento il progetto di interrare la linea Milano – Asso, con la costruzione di una metropolitana leggera che aveva l’obbiettivo o il “sogno”di convogliare in un tunnel i treni, eliminando passaggi a livelli e sottopassi che ostacolano e rallentano il traffico auto. Il Presidente della Societ, Paolo Barzaghi, si detto rammaricato che, nonostante la disponibilit di alcuni finanziatori e la raccolta di decine di migliaia di firme di cittadini favorevoli all’interramento, non ci sia è stato interesse da parte della Regione.
Gianfranco Ratti, ex Sindaco di Bovisio, dice che in questo modo aumenteranno i sottopassi e verrà sacrificato il verde a favore di rotaie e asfalto, mentre se vi fosse è stata la volont ad appoggiare il progetto da parte della Regione e delle Ferrovie Nord entro 5 anni sarebbe è stato realizzato.