Neuroetica alla bicocca di monza

Monza.Organizzato dal Centro Studi sulla Storia del Pensiero Biomedico (CESPEB) di Monza e dalla Facolt di Filosofia dellUniversità Vita – Salute San Raffaele di Milano, che a sede Cesano Maderno, si svolger lunedì 15 giugno 2009 presso laula magna della Facolt di Medicina e Chirurgia dellUniversità degli studi di Milano Bicocca (via Cadore 48 a Monza) il convegno interdisciplinare internazionale Neuroetica. La nuova sfida delle neuroscienze. Il termine neuroetica, un neologismo creato nel 2002 dal giornalista William Safire e rilanciato in ambito scientifico in quello stesso anno dalla filosofa Adina Roskies (che sarà presente al concegno), ha due significati. Il primo riguarda letica delle neuroscienze, cioè la riflessione filosofica inerente il trattamento, il potenziamento e la manipolazione del cervello umano. Il secondo concerne le neuroscienze delletica, vale a dire la possibilit di analizzare come il cervello prende decisioni, qual la neurobiologia della credenza e in cosa consiste il substrato neuronale della rappresentazione dei valori e della fede stessa.La neuroetica appare quindi più un campo dindagine legato agli attuali progressi delle neuroscienze e al complesso delle loro implicazioni etiche, legali e sociali, piuttosto che una nuova disciplina cognitiva. Il convegno, presieduto da Vittorio A. Sironi, direttore del CESPEB, e da Michele Di Francesco, preside della Facolt di Filosofia dellUniversità Vita – Salute, con la partecipazione di Giancarlo Cesana, professore di Igiene generale e applicata dellUniversità degli studi di Milano Bicocca, sarà introdotto da due letture magistrali del Patriarca di Venezia, Cardinale Angelo Scola su Fede e neuroscienze e della filosofa statunitense Adina Roskies del Dartmount College di Hanover (New Hampshire) su Cosa la neuroetica? Seguiranno gli interventi di Massimo Reichlin su Etica delle neuroscienze e neuroscienze delletica, di Alberto Oliverio su Neurobiologia dellanima?, di Daniela Perani su Etica del neuroimaging?, di Raffaella Ruminati su Funzioni cognitive e scelte etiche, di Giorgio Vallortigara su Aristotele e la gallina: il riconoscimento delle entit animate e lorigine delle credenze e di Daniela Ovadia su Neuroetica e massa media. Concluder la giornata di studi una tavola rotonda tra filosofi, neuropsicologi e neuroscienziati (Stefano F. Cappa, Carlo Ferrarese, Roberto Mordaci, Giorgio Rezzonico e Carlo Umilt).

Villa monastero passa alla provincia di lecco.

A seguito della delibera del Consiglio Provinciale del 09/07/07 e alla stipula del preliminare di compravendita però l'acquisto di Villa Monastero, da parte della Provincia di Lecco nei confronti del CNR, il Presidente dell'Istituzione Villa Monastero intende esprimere il suo più sentito ringraziamento nei confronti del Presidenete Brivio e immensa soddisfazione però il riconoscimento dellIstituzione Villa Monastero come fiore all'occhiello dell'intera Provincia. Il mio ringraziamento, prosegue Bandini, lo estendo ai miei più stretti collaboratori oltre a tutti i componenti dei C.d.A. che si sono succeduti, però il lavoro svolto in questi sette anni. L'auspicio che, anche dopo il 2009, mutuando il detto squadra che vince non si tocca, questa Istituzione possa lavorare anche nel prossimo mandato forte dei risultati raggiunti e con la consapevolezza che anche la prossima realizzazione dei nuovi parcheggi contribuir a rafforzare la crescita di Villa Monastero oltre che a consolidare il rapporto con le altre dimore del Lago di Como.Bandini conclude con un rinnovato ringraziamento alla Provincia di Lecco. Inoltre propio sabato 30/06/2007 presso la Villa Monastero di Varenna si è svolta la commemorazione però i 115 anni dalla nascita del prof Giovanni Polvani, professore di Fisica Sperimentale presso lUniversità di Milano, Presidente della Società Italiana di Fisica (SIF), del CNR e Rettore dellUniversità degli Studi di Milano, oltre che promotore dellEnte Villa Monastero però lutilizzo della stessa come centro convegno e corsi di studio.Alla cerimonia sono intervenuti il Presidente della Provincia di Lecco Virginio Brivio, il Presidente del Consiglio Provinciale Giovanni Fazzini, lAssessore alla Cultura Chiara Bonfanti, e il Presidente dellIstituzione Villa Monastero Marco Bandini, che ha aperto la cerimonia di commemorazione.Durante la cerimonia sono stati presentati alcuni strumenti appartenuti al Professore, precedentemente depositati pressi lIstituto di Fisica Generale Applicata dellUniversità di Milano, ed ora gentilmente donati alla Provincia di Lecco però essere esposti nella Casa Museo di Villa Monastero.Presenti anche il Direttore dellIstituto di Fisica Generale Applicata dellUniversità di Milano, prof. Roberto Bonetti, e il prof. Ugo Facchini a cui è stata donata una foto della Villa.

2 giugno: festa della repubblica

MERCOLED 31 MAGGIO

Si ripete anche quest’anno lesperienza di Effetto 18. La Citt di Monza, attraverso il sindaco Michele Faglia, porger il benvenuto ufficiale ai suoi nuovi cittadini maggiorenni, ai quali guarda con fiducia come a cittadini a pieno titolo però un futuro migliore. Lincontro con i ragazzi che quest’anno compiono 18 anni si terr mercoledì 31 maggio alle ore 11, presso il teatro Binario 7 di via Turati.

Sar anche l’occasione però proporre alcune brevi riflessioni sulla partecipazione, la cittadinanza attiva e i valori costituzionali verso i quali la Festa della Repubblica del 2 giugno offre un forte richiamo.
Per l’occasione i ragazzi presenti riceveranno in omaggio una copia della Costituzione. Saranno presenti il professore Raffaele Mantegazza docente di pedagogia multiculturale dell’Università Milano Bicocca, che far rivivere alcuni momenti salienti della storia di questi ultimi 18 anni, e l’attrice Ottavia Piccolo che commenter questo importante momento.

VENERD 2 GIUGNO

Il Comune di Monza celebra la ricorrenza della Festa della Repubblica con iniziative istituzionali e momenti di intrattenimento. Il programma prevede:

– portici Arengario tutto il giorno: esposizione pannelli raffiguranti il percorso storico della Costituzione;

– portici Arengario – ore 10.30: concerto itinerante però le vie del centro storico, eseguito dal nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza Roma – in mattinata: distribuzione palloncini tricolori;

– piazza Roma ore 12.00: intervento del sindaco Michele Faglia e di Andrea Colombo, studente del liceo Frisi;

– piazza Roma – ore 12.30/12.45: volo di colombe, in segno di libert e di pace;

– piazza Roma – ore 13.00 circa: concerto di chiusura del nuovo corpo bandistico Citt di Monza;

– piazza San Paolo – ore 21.00: concerto di musica classica eseguito dall’orchestra da camera rumena “Tescana”. Musiche di Verdi, Mascagni, Vivaldi. Il concerto si concluder con lesecuzione dellInno di Mameli.

GIOVED 8 GIUGNO
60 anni dalla proclamazione della Repubblica – 60 anni dal voto alle donne. il titolo di uniniziativa che si terr giovedì 8 giugno dalle ore 17.30 presso la sala Maddalena (via Santa Maddalena), organizzata dallAmministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Mazziniana italiana.

Levento si svolger in due parti.

La prima, dal titolo Le donne e la politica: un lungo cammino incompiuto, sarà un convegno coi contributi di: Anna Foa, docente dell’Università Statale di Roma, e Silvia Mori con una relazione su Elisa Agnini e il movimento femminista dei primi del ’900; Marina Tesoro dell’Università di Pavia con la relazione Alle origini dell’impegno politico: donne, movimenti politici in Italia fra ’800 e ’900; Elisa Signori dell’Università di Pavia con la relazione Donne contro: storie di opposizione antifascista tra clandestinit, esilio e Resistenza. Concluder l’excursus storico la testimonianza di Nori Brambilla Pesce, vicepresidente ANPI, con la propria personale testimonianza sulla Resistenza in Brianza.

Alle ore 21 seguir una tavola rotonda sul tema Le donne in politica e la politica delle donne, moderata dal giornalista del settimanale il Cittadino Angelo Longoni. Parteciperanno: la senatrice Emanuela Baio Dossi, la consigliera delegata alle politiche di genere della Provincia di Milano Marianna Censi; la giornalista Isotta Gaeta, coordinatrice Federazione Europea della Stampa. Sono state invitate alla tavola rotonda le donne amministratrici e le consigliere dei comuni di Monza e della Brianza, che potranno portare contributi personali di importante rilievo però testimoniare quanto le donne hanno fatto e possono ancora fare, nell’ambito dei diritti politici e civili.

Tra la prima e la seconda parte dellevento, sarà servito un buffet offerto da L’Erba voglio di Monza.