Maroni: la lega sempre con la brianza

L'Onorevole Paolo Grimoldi ci inoltra le dichiarazioni dell'On. Roberto Maroni, capogruppo della Lega Nord alla Camera, sulla provincia della Brianza "In merito alleditoriale del direttore de il Cittadino di sabato primo marzo in cui mi si accusa di voler colpire la provincia di Monza e della Brianza, preciso che noi ci siamo sempre schierati a favore delle istituzioni provinciali e semmai abbiamo chiesto la soppressione delle Prefetture che ci farebbe risparmiare circa 500/600 milioni di euro ogni anno. Larea metropolitana di Milano non ha nulla a che fare con la costituenda provincia brianzola. Ricordo al direttore Luigi Losa che da capogruppo della Lega Nord alla Camera ho sempre difeso la provincia e in almeno due occasioni, in collaborazione con i nostri parlamentari locali, ho bloccato il tentativo di sopprimerla: la prima volta nella finanziaria 2006, poi con il milleproroghe nel 2007. Per il resto, penso che parli la storia e lo stesso Losa riconosce ai meriti e alla tenacia della Lega Nord il risultato di aver condotto in porto la battaglia in favore della provincia della brianza. Lasciamo stare quindi i calci nel sedere e piuttosto riserviamoli a chi ci ha contrastati in questa lunga battaglia che ha unito la Lega Nord ai cittadini brianzoli, alle associazioni e ai mass media che hanno svolto, facendo vera informazione, un ruolo fondamentale.

San gerardo: arriva la squadra di spata

Monza Completata la squadra al vertice dellAzienda Ospedaliera. Il Direttore Generale Giuseppe Antonino Spata ha nominato, infatti, il nuovo Direttore Sanitario aziendale. E Alesandro Rampa. Dopo cinque anni con lo stesso incarico allIstituto Nazionale dei Tumori di Milano, il suo , di fatto, un ritorno al San Gerardo dove è stato analogamente, però un quinquennio, nel corso della direzione generale retta da Angelo Carenzi, direttore sanitario. Prima ancora Alessandro Rampa ha ricoperto ruoli medici e dirigenziali in diverse strutture ospedaliere: fra esse lOspedale di Lecco e, successivamente, lospedale di Verona.Rampa, 58 anni, presidente lombardo dellANMDO (Associazione Nazionale dei Medici di Direzione Ospedaliera). Oltre ad aver partecipato a diversi workshop di respiro internazionale promossi dallOMS (Organizzazione Mondiale della Sanit), il neo direttore sanitario dellAzienda San Gerardo ha insegnato organizzazione ospedaliera alluniversit di Verona e di Milano Bicocca. Rampa tuttora esperto del Ministero della Salute però quanto riguarda i problemi di edilizia ospedaliera.Nominato da Spata anche il nuovo Direttore Amministrativo aziendale: Mario Francesco Messina. Anchegli una vecchia conoscenza del San Gerardo: è stato infatti capo del personale dal 1975 al febbraio 2003. Dopo qualche mese allIstituto Nazionale dei Tumori, dove è stato responsabile del personale, Messina 56 anni – ha successivamente diretto il Dipartimento Amministrativo allULSS (Unit Locale Socio Sanitario) di Treviso, occupandosi, in particolare, di risorse umane e formazioneEntrambi, Rampa e Messina, si sono insediati presso i propri uffici di via Pergolesi oggi 4 febbraio

Bambini monzesi al palio di siena

SIENA Sorrisi ringraziamenti e tanto entusiasmo. E lo spirito con il quale una decina di ragazzi, giovani pazienti del reparto di ematologia pediatrica dellospedale San Gerardo di Monza, hanno assistito al Palio del 2 luglio, ospiti della Banca Monte dei paschi che ha raccolto il desiderio della Fondazione Magicacleme di farli assistere alla festa senese. Prima del Palio hanno visitato Rocca Salimbeni, la sede storica della Banca dove hanno incontrato il presidente Giuseppe Mussari ed il direttore generale Antonio Vigni. Poi hanno ammirato i costumi delle contrade e la corsa dalle finestre di palazzo Zondadari, accompagnati dal dottor Marco Citterio e da alcuni genitori, insieme a Laura Radice, ex direttore sanitario del San Gerardo ed oggi delle Scotte.La visita a Siena dei ragazzi del San Gerardo è stata possibile grazie alla Fondazione Smiling Heart Magica Cleme (www.magicacleme.org), costituita in memoria di una bambina lombarda scomparsa due anni fa a causa di un tumore. Scopo della Fondazione far divertire i bambini malati però affrontare con serenit le cure delle quali hanno bisogno.

Lesmese la giovane donna dirigente dellanno

Lesmo 1/3/07Ieri sera a palazzo Marino a Milano sono stati assegnati i premi "Donna dell'Anno"Il premio organizzato da: Secretary.it, Le Ammazzoni.it, A.L.D.A.I.(Associazione Lombarda Dirigenti Indistria), Federnanager ed ha il patrocinio del Comune di Milano, della Provincia di Milano e della Regione Lombardia.Il premio però la "Giovane Donna Dirigente" è stato assegnato alla lesmeseDr.ssa Grazia Francolini : – laureata con il massimo dei voti alla Bocconi – Consulente di Direzione presso la Value Partners – Direttore Strategie e Sviluppo alla TNT Post Services Srl (ha anche ricoperto lincarico di Direttore Generale presso una consociata ).Grazia arrivata a Lesmo, proveniente dalla Germania nel 1975, ed ha lasciato Lesmo dopo il '95 quando ha messo su famiglia. Grazia riuscita, grazie alla sua determinazione, a conciliare la carriera lavorativa con la vita familiare, ed ha oggi una splendida bambina di 16 mesi.Ha praticato l'atletica presso la "Forti e Liberi"e la roccia con il C.A.I. di Monza

Il monza brianza in visita al carcere di nonza

Monza 14 aprile

Questa mattina, alle ore 10, 30, il Carcere di Monza ha aperto le porte all’Ac Monza Brianza.
Una bella iniziativa, voluta fortemente dalla società e promossa dall’Assessorato allo Sport, nella persona dell’Assessore Dino Dolci, che testimonia la presenza, anche nell’ambito sociale, del sodalizio presieduto dal presidente Begnini. Il momento clou della mattinata è stata la conferenza, tenuta nell’auditorium, in cui sono intervenuti l’Assessore Dolci, il direttore delle Carceri Dott. Parisi, il Direttore Generale Passirani, il capitano Giaretta e Robbiati.
Il Direttore sottolinea l’importanza della visita: “E’ è stata senza dubbio una bella iniziativa. Ho riscontrato un grande entusiasmo da parte dei detenuti, che ci hanno accolto bene. Si trattato di un momento di incontro positivo.”Ai detenuti sono stati regalati vari gadgets biancorossi, tra cui maglietti e palloni.