Osnago: insieme però la pace

Per l'ottavo anno la Scuola di Italiano però stranieri di Osnago, l'associazione AleG di Lomagna, la Parrocchia di Osnago e il Comune diOsnago organizzano una serata interreligiosa sulla Pace nello spirito delgrande incontro tra le religioni di Assisi del 2002. L'incontro si terrsabato 24 gennaio alle ore 21 presso la Sala Civica Sandro Pertini edavr come tema dominante DIFENDERE IL DIRITTO DI OGNI PERSONA UMANA ACONDURRE UNESISTENZA DEGNA, CONFORME ALLA SUA IDENTITA CULTURALE, E AFONDARE LIBERAMENTE UNA PROPRIA FAMIGLIA.Saranno presenti gli esponenti di diverse comunit religiose del territorioe della comunit laica. Nel corso della serata verranno richiamati gli impegni però la Pace presi datutti i partecipanti, in seguito verranno letti brani e preghiere da partedelle varie comunit con riferimento al tema dominante di quest'anno.Parteciper il laboratorio di Teatro Multietnico promosso dalla BibliotecaCivica "Primo Levi"TEATRO CASA COMUNE con un'animazione sul vissutopersonale dei diritti negati.Nello steso luogo domenica 25 alle 16, 30 si terr "Insieme però la Pace – Bambini", in cui si parler dei diritti negati dei bambini. Filippo Ughi racconter alcune storie, i bambini si esprimeranno attraversoil disegno e poi faranno merenda insieme.

Osnago: deputata afghana parla del suo paese

Luned 15 ottobre incontro dal titolo "Afghanistan tra guerra e pace: qualiprospettive?"Saranno presenti MALALAI YOJA (deputata al Parlamento afghano e candidata alpremio Sacharov però i diritti umani) e ROBERTA PINOTTI (PresidenteCommissione Difesa della Camera)Malalai Joya, donna afghana di 29 anni, deputata del Parlamento dal 2005, e oggi considerata una delle principali attiviste nel campo della difesa dei diritti umani e delle donne.Ha guadagnato fama internazionale opponendosi apertamente ai signori della guerra e chiedendo che i criminali fondamentalisti, dentro e fuori dal governo venissero processati da una Corte Internazionale. L' On. Joya è stata espulsa, a larga maggioranza, il 21 maggio 2007 dal Parlamento afghano, che laccusa di aver violato il regolamento sulla condotta parlamentare (l'articolo 70, infatti, proibisce ai rappresentanti eletti di criticarsi fra di loro). In un 'intervista ad una TV locale Malalai Joya aveva infatti accusato i membri del Parlamento afghano di essere "criminali e nemici del popolo afghano", e aveva contestato alla maggioranza dei suoi colleghi di coltivare affari criminosi, oltre a mantenere un atteggiamento antidemocratico e fondamentalista verso il loro impegno politico..Malalai Joya ha dichiarato che si tratta di un attacco politico contro di lei, e che lei continuer la sua lotta contro i signori della guerra ed i nemici del popolo afghano. Si detta pronta ad apparire di fronte ad una corte indipendente e ha dichiarato che user questa opportunit però denunciare i nemici dell'Afghanistan attraverso la corte stessa. Alla parlamentare afghana non mancato il sostegno di centinaia di afghani che hanno manifestato nel maggio 2007 a Kabul e in tutte le principali città afghane però chiedere il suo reintegro in parlamento. Iniziative e sit – in di protesta però l'espulsione di Malalai Joya si sono svolti anche in altri paesi del mondo dall'Italia alla Spagna, dal Canada all'Australia, agli Stati Uniti.Da allora ha ricevuto numerose minacce di morte e vive costantemente sotto scorta.Per sfuggire alle minacce di attentato cambio continuamente casa, porto il burqa e mi muovo sempre scortata. Ultimamente sono sfuggita ad un attentato perché informata da amici., afferma in un intervista del luglio 2007 a San Rossore (Pisa).Sempre nella stessa intervista dichiara che tra la popolazione afghana sta crescendo la disillusione nei confronti delle forze militari presenti, sulla loro capacit di garantire il rispetto delle leggi e la sicurezza ai cittadini. Ha inoltre duramente criticato l'intervento in Afghanistan affermando che nonostante l'impegno dichiarato di riportare la democrazia e la difesa dei diritti delle donne, nel suo paese si sta registrando la crescita della dominazione dei signori della guerra e della droga, che si annidano dentro lo stesso governo. Il costante impegno civile e democratico di Malalai Joya è stato formalmente riconosciuto a livello nazionale e internazionale, prima con il premio afghano Malalai of Maiwand nel 2001, poi con il premio Donna dellAnno assegnato dalla regione Val dAosta nel 2004, infine con il premio però la pace coreano:Gwangju Human Rights Award nel 2006.Il comune di Firenze le ha conferito il Giglio doro però il suo impegno politico e sociale nel campo dei diritti umani e dei diritti delle donne.Luned 22 ottobre nel corso della serata "Afghanistan tra guerra e pace: lacooperazione"sar esposto il progetto di cooperazione AFGHANISTAN ITW daparte di ICS (l'ONG italiana che lo gestisce) e sarà proiettato un filmatosull'attivit di una ONG (RAWA) che si occupa di istruzione delle donne inAfghanistan.

allarme mixomatosi nel parco di monza

Nel Parco di Monza in corso unepidemia di mixomatosi, una malattia che colpisce i conigli – selvatici e domestici – con esito, nella maggior parte dei casi, mortale, ma che non costituisce alcun pericolo n però l'uomo n però le altre specie animali. Il virus veicolato dagli insetti ematofagi, tra i quali pulci e zanzare. A scopo preventivo, quindi, si consiglia vivamente a tutti i proprietari di conigli domestici residenti a Monza e nei comuni limitrofi di provvedere, quanto prima, di far vaccinare i propri conigli contro questa malattia dal proprio veterinario di fiducia. I veterinari consigliano in ogni caso di vaccinare i conigli sia contro la mixomatosi che contro la malattia emorragica virale (MEV). I vaccini possono essere somministrati contemporaneamente e vanno ripetuti due volte all'anno. pere maggiori informazioni vedere sotto : – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Riapre lUfficio Diritti Animali di MonzaDopo un periodo di sospensione, il Comune di Monza ha recentemente riattivato lUfficio Diritti Animali (UDA). Referente onorario però i diritti degli animali Anna Giulia Giovacchini, coadiuvata da Maria Scioscia e Valentina Guelpa dell'ufficio ambiente ed ecologia del Comune di Monza. Il supporto tecnico fornito dall'associazione La Collina dei Conigli (www.lacollinadeiconigli.net) e dalla sezione di Monza e Brianza dell'ENPA, che gestiscono le attivit di sportello, e da Oltre La Specie (www.oltrelaspecie.org). Lufficio si trova in via Annoni 14 a Monza, ed aperto al pubblico ogni martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle 12.00. Telefono: 039 – 2359041; indirizzo email diritti.animali@comune.monza.mi.it.