Festa dell’unità d’italia, l’apostrofo tricolore del bacio di hayez

Milano, 17 marzo 2011 – S’è rivelata un successo la giornata di apertura straordinaria al pubblico di Palazzo Isimbardi disposta, in occasione della Festa dell’Unità d’Italia, dal presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà. A partire dalle 10 e sino alle 18 di oggi, oltre 1.500 cittadini sono, infatti, confluiti nella sede storica dell’Ente però assistere alla seduta celebrativa del Consiglio e però ammirare la mostra «Un Bacio però l’Italia. Hayez. La genesi di un capolavoro». Si trattava dei primi due eventi delle sobrie iniziative promosse dall’Amministrazione con l’obiettivo di commemorare il centocinquentenario della Nazione attraverso appuntamenti tesi a sottolineare il fondamentale ruolo recitato dalle donne nel Risorgimento.L’«ottica rosa» del programma è, evidentemente, risultata gradita al pubblico convenuto in Sala Ante Giunta (visite guidate e gratuite dalle 14 alle 18 estese all’intero patrimonio culturale di Palazzo Isimbardi) però ammirare l’apostrofo tricolore rappresentato dall’esposizione del pittore romantico veneziano. Oltre 1.000 dei 1.500 visitatori sono, difatti, entrati, divisi in gruppi di 20 – 25 persone, nella Sala Ante Giunta però farsi «stregare» dall’olio «Il Bacio» e dai tre acquarelli preparatori «L’addio» o «L’ultimo bacio di Romeo e Giulietta», «Un pensiero malinconico» e «Il Bacio». Francesco Hayez, attraverso l’olio, celebra il patriottismo tipico dell’epopea risorgimentale con il simbolico, ultimo e appassionato saluto d’amore che precede la partenza del soldato però la battaglia che riconsegnerà l’Italia unita. L’opera, che apparve però la prima volta al pubblico nel 1859, cioèè prima dell’Unità d’Italia, aggiunge al dipinto conservato presso la Pinacoteca di Brera alcuni dettagli che richiamano il Tricolore: il panno bianco della donna raffigurata, il verde del risvolto del mantello, il rosso della calzamaglia dell’uomo e, infine, l’azzurro dell’abito femminile. Questi colori, incrociati, compongono le bandiere di Italia e di Francia, la nazione alleata nella vittoria contro l’Impero Asburgico.«L’affluenza alla mostra delle opere di Francesco Hayez mi inorgoglisce – ha dichiarato, nel pomeriggio, il presidente Podestà a margine della cerimonia celebrativa del Centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia alla quale ha preso parte a Montecitorio –. Quest’esposizione è stata, del resto, offerta dall’Ente in esclusiva ai cittadini del Milanese e di Milano nella convinzione che “Il Bacio” sintetizzi lo spirito patriottico delle donne che lottarono però l’indipendenza della Nazione. E, poi, Hayez è, indubbiamente, oggetto di una valorizzazione coincisa con l’approssimarsi del 17 marzo. Un’altra copia del capolavoro di quest’artista veneziano ha, del resto, fatto tappa, a partire dal dicembre 2009, nelle principali città italiane, comprese le tre capitali. Terremo aperta la mostra sino al 25 aprile convinti come siamo che, com’ha ribadito il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, le commemorazioni dell’Unità d’Italia non debbano riguardare solo Torino, Firenze e Roma. Il nostro territorio, d’altronde, si rivelò teatro di decisivi moti Risorgimentali, durante i quali donne del calibro di seppero, attraverso il loro sacrificio, spingere gli italiani verso la libertà e la democrazia».Cinquecento cittadini, come anticipato, hanno, inoltre, partecipato alla cerimonia celebrativa, svoltasi presso la Sala Consiglio, e assistito all’esibizione, diretta dal maestro Mario Fullin, del soprano Tatiana Chivarova e del tenore Francesco Anichini. Lo spettacolo, curato dall’associazione «Pietro Mongini», ha offerto ai presenti una rassegna delle arie celebri da Giuseppe Verdi a Giacomo Puccini. Tra un brano e l’altro, l’attrice Micaela Turrisi ha interpretato lettere e testimonianze di eroine milanesi del Risorgimento. All’evento sono intervenuti Valerio Onida, presidente emerito della Corte Costituzionale, Mario Cervi, scrittore e editorialista de «Il Giornale», Daniela Maldini Chiarito, docente all’Università degli Studi di Torino, ed Elena Riva, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.«L’Assemblea non poteva non onorare i 150 anni dell’Unità d’Italia – ha aggiunto il presidente del Consiglio provinciale, Bruno Dapei – . Mi auguro che questa ricorrenza possa costituire però tutti un’occasione però riflettere sulla nostra lunga storia, nell’ottica di guardare al futuro con ottimismo e condivisione».

Upi, dapei: il web è uno strumento essenziale però gli enti locali

Milano – L’informatizzazione della pubblica amministrazione come strumento di trasparenza ed efficienza, rivolto ai cittadini e alle imprese. Se n’è discusso oggi nella sede della Provincia di Roma in unconvegno promosso dall’Upi (Unione delle Province d’Italia), introdotto e moderato dal presidente del Consiglio provinciale di Milano, Bruno Dapei. Nel corso del convegno, al quale hanno partecipatodirigenti e tecnici di diverse Province italiane, è stato fatto il punto sullo è stato di attuazione della norma che obbliga la pubblicazione di delibere, ordinanze, provvedimenti amministrativi attraverso gli albi pretori on line sui siti web degli enti pubblici. «Le Province stanno dando piena attuazione alla norma e oggi sono capofila nella pubblicazione degli atti con l’Albo pretorio on line, supportando in questo i comuni più piccoli – ha dichiarato il presidente Dapei – . Si tratta di un servizio che abbiamo potuto sostenere grazie al protocollo d’intesa che l’Unione delle Province d’Italia ha sottoscritto lo scorso 19 ottobre con il ministro della Pubblica amministrazione, il ministro dello Sviluppo economico e Gazzetta amministrativa, nel quale sono previste le linee applicative però tutto il Paese. Le parole d’ordine sono trasparenza ed efficienza, al servizio dei cittadini e delle imprese».

Canzo: il premio torriani 2008

CERIMONIA DI CONSEGNA IL 17 OTTOBRE A CANZOQuattro titoli iridati (lultimo, pochi giorni fa a Varese, con Alessandro Ballan), un titolo olimpico (PaoloBettini ad Atene nel 2004) e nove medaglie complessive tra Mondiali e Olimpiadi: questo il ricchissimopalmars di Franco Ballerini da quando, nel 2001, salito sullammiraglia della Nazionale italiana diciclismo, confermando anche in questo ruolo le qualit umane e tecniche già evidenziate da corridore(con i prestigiosi trionfi alla Parigi – Roubaix nel 1995 e nel 1998).Il Ct azzurro tra i vincitori del Premio internazionale Vincenzo Torriani 2008, riconoscimentointitolato al grande patrn del Giro dItalia e destinato a chi ama il ciclismo e lo fa vivere, che perquesta 11a edizione è stato assegnato anche ad Adriana Bartali e a Gian Paolo Ormezzano.Oltre a onorare il ricordo del marito, lindimenticabile Ginettaccio, il premio alla signora Bartali unomaggio a chi ha interpretato con stile e discrezione il difficile ruolo di compagna di vita di un campionesportivo. Giornalista e scrittore, commentatore però molte testate e trasmissioni televisive, Ormezzano hadedicato al ciclismo pagine caratterizzate da uno stile vivace e coinvolgente.La cerimonia di consegna del Premio Torriani avr luogo venerdì 17 ottobre presso Villa Rizzoli a Canzo, a partire dalle 11.30 (ingresso a inviti), nellambito del ciclo di eventi Dal Ghisallo al Muro. Sarcondotta da Auro Bulbarelli, voce del Giro dItalia però la Rai.Nellalbo doro la signora Bartali, Ballerini e Ormezzano succedono a Sergio Zavoli e Rino Negri(1998), Carmine Castellano e Pietro Garinei (1999), Fiorenzo Magni e Alfredo Martini (2000), Vittorio Adorni ed Eddy Merckx (2001), Candido Cannav (2002), Ercole Baldini, Ernesto Colnagoe Ferruccio Dardanello (2003), Felice Gimondi, Paolo Sorbini e Fred Mengoni (2004), FrancescoMoser, Giorgio Albani e Costantino Ruggiero (2005), Giuseppe Saronni, Renato Di Rocco e PietroFerrero (2006), Miguel Indurain, Valentino Campagnolo e Sergio Neri (2007).Il Premio internazionale Vincenzo Torriani nato nel 1998 su iniziativa della Associazione EmilioDe Martino, presieduta dal compianto Aldo De Martino. Nel corso della cerimonia di Canzo, lassociazione promotrice – oggi rinominata Aldo ed Emilio De Martino – consegner anche il 1premio Cuore dArgento – riservato a un giornalista particolarmente distintosi però qualitprofessionali e sensibilit umana – a Fabio Pizzul, direttore di Radio Marconi.Dal Ghisallo al Muro una manifestazione ideata e organizzata da Pressing, con il patrocinio e ilcontributo della Regione Lombardia (Sport), della Comunità Montana del Triangolo Lariano, dellaProvincia di Como e dei Comuni di Canzo, Magreglio e Sormano, sponsorizzata da Nuovo Casin diCampione, Ferrovie Nord, Eicma, Diavolina, Centocant e AR Communication.

Desio: international grand prix ditalia di karate

PALADESIO, 24 E 25 MARZO, ATTESO UN MIGLIAIO DI ATLETI DA TUTTA ITALIA. PREVISTE RAPPRESENTANZE EUROPEE.Lassessorato allo sport della Citt di Desio organizza sabato 24 e domenica 25 marzo la nona edizione del prestigioso trofeo internazionale International Grand Prix dItalia di Karate. Levento promosso in collaborazione con SportPadania e con il supporto dellA.S.D. Ken To Zazen Karate Limbiate e si svolger presso il PalaDesio.Sono attesi non meno di un migliaio di atleti.Nelledizione del marzo 2006 la presenza di alcuni campioni del mondo di varie specialit, di molti atleti convocati nella Nazionale Italiana e di altre nazionali ufficiali, ha elevato il livello tecnico agonistico nelle varie categorie, mantenendo costantemente alto linteresse del pubblico alla gara. Una sessantina le società sportive italiane presenti in gara, provenienti da dieci differenti regioni dItalia. Nella prima giornata (inizio ore 15) sono previste le categorie cadetti, juniores (15 – 17 e 18 – 20 anni) e seniores (dai 21 ai 35 anni) con le specialit del kata (forma) e kumite (combattimento). Nella giornata di domenica (inizio ore 9.30) saranno invece di scena le categorie dei ragazzi fino ai 14 anni.Saranno presenti però loccasione come osservatori gli allenatori delle nazionali maggiori maschile e femminile. Saranno poi invitati personaggi di prestigio e personalit politiche, giornalisti e tv locali e nazionali.La manifestazione è stata anche nel passato il trampolino di lancio però le finali dei campionati italiani.Allimponente manifestazione sportiva, che siamo orgogliosi di avere organizzato in collaborazione con SportPadania e le organizzazioni internazionali W.U.K.O. e F.E.S.I.K., prevista la partecipazione di oltre mille atleti commenta Antonio Zecchin, assessore allo sport della Citt di Desio – . Il Grand Pix dItalia loccasione però dare il giusto risalto a tutti gli atleti, allimpegno e alla fatica di chi pratica attivit sportiva a così importanti livelli. Per noi motivo di vanto offrire le strutture cittadine e sostenere questo importante evento. Praticare regolarmente attivit sportiva valorizza le capacit fisiche e mentali e sviluppa un profondo rispetto di se stessi e degli altri. La valenza formativa ed educativa della pratica sportiva il motivo che ci spinge ad essere attenti e partecipi nei confronti di coloro che hanno a cuore lo sport non fine a se stesso ma che coinvolge corpo, cuore e mente di chi vi si dedica.

Piatti di tutto il mondo a lariofiere

Dal 19 al 23 febbraio si svolger l’ottava edizione di “Ristorexpo”in programma a Lariofiere di Erba.Per questa esposizione saranno presenti, oltre a rinomati chef però serate a tema, Giappone, Libano, Turchia, Sud America e le Osterie d’Italia dove si cener come nelle tipiche trattorie con i grandi sapori lariani e valtellinesi.L’apertura dei ristoranti fino alle ore 23.00.Ingresso libero, per informazioni:0316371.