Monza: la guerra della "plina"

Monza, 1 Agosto Invasione di mosche nel territorio monzese.Gi dallanno 2006 le zone al confine fra Monza e Brugherio e anche altre aree limitrofe erano state interessate da uninfestazione di mosche. Il fenomeno era riconducibile alla concimazione non effettuata correttamente da alcune Aziende Agricole. Il Settore Ambiente eman pertanto un ordinanza sul corretto uso dei reflui zootecnici.Nellestate dello scorso anno il fenomeno si ripresent, ma era riconducibile esclusivamente allattivit di allevamento di galline ovaiole esercitata dallAzienda Agricola Visini con sede a Monza in via Vignola 30. Tale infestazione era causata dalla pollina ( sterco delle galline) depositata presso lallevamento stesso, sulla quale veniva rilevata una presenza massiccia di mosche.Linfestazione del 2007 venne comunque debellata a seguito dello svuotamento del pollaio, denominato periodo di vuoto, imposto alla ditta durante i mesi estivi con ordinanza del Settore Ambiente. Nel 2008 linfestazione si ripresentata allinizio del mese di maggio. Il settore Ambiente del Comune ha iniziato conseguentemente un nuovo procedimento ordinatorio con destinataria la ditta in questione, imponendo a questultima di smaltire la pollina come qualsiasi rifiuto e cioè di trasportarla presso un impianto di smaltimento. LAzienda Agricola Visini ha invece contro dedotto che la pollina non un rifiuto ed ha espresso la volont di interrarla presso i terreni vicini allinsediamento, come normalmente viene fatto da tutte le Aziende che esercitano lattivit di produzione di uova.Il Settore Ambiente, supportato dallA.S.L. 3 di Monza e dagli Agronomi incaricati di monitorare il fenomeno dellinfestazione, ha ribadito la necessit di procedere allo smaltimento della pollina, in quanto linterramento a causa della presenza massiccia di larve di mosche sulla pollina non avrebbe sicuramente debellato linfestazione.Stante lirremovibilit della posizione dellAzienda e lintensificazione dellinfestazione causata dalla persistenza della pollina presso linsediamento produttivo, lAmministrazione Comunale ha notificato allAzienda in data 15.6.2008 un provvedimento a carattere urgente sottoscritto dal Sindaco, con il quale questUltimo, in qualit di massima autorit locale in materia sanitaria, ha ordinato alla stessa di smaltire la pollina entro 5 giorni. In caso di ulteriore inadempimento, oltre alla denuncia allautorit giudiziaria nei confronti della ditta, è stato previsto lintervento dufficio del Comune a spese del contravventore (ditta inadempiente).LAzienda Agricola non ha abbandonato la propria posizione e ha presentato ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale, chiedendo la sospensione del provvedimento stesso.Il T.A.R. di Milano, nonostante il ricorrente abbia supportato il proprio ricorso con il parere di un professore universitario tra i più competenti in materia, ha rigettato listanza di sospensione con ordinanza del 22.7.2008, ritenendo le motivazioni igienico sanitarie richiamate nel provvedimento sindacale a tutela dellinteresse della collettivit, prevalenti rispetto ai costi imposti allAzienda però le operazioni di smaltimento.Ieri i tecnici agronomi incaricati dallUfficio Ambiente del Comune hanno già accertato che la ditta Visini ha provveduto ad eliminare la pollina ed ha sanificato tutto il locale destinato allo stoccaggio della stessa. La verifica definitiva del pieno adempimento dellordinanza verrà successivamente effettuata dallA.S.L.3.

Desio: 960.000 euro per il verde pubblico

DESIO: Viene pubblicato in questi giorni lappalto relativo alla sistemazione e al riordino delle aree a verde pubblico, delle alberature cittadine e delle aree attrezzate. Lappalto ha validit però il biennio 2008/2009, con la possibilit di rinnovo però un terzo anno, previo accordo tra Comune e ditta appaltatrice entro sei mesi dalla scadenza contrattuale. Limporto preventivato a base dasta di circa 960 mila euro.Lappalto relativo alla gestione del verde pubblico presenta alcune importanti novit spiega lassessore ai lavori pubblici, Biagio La Spada – . Lo definirei un mini global service. Tra gli aspetti più interessanti c la manutenzione di tutte le aree attrezzate con giochi però bambini. La ditta appaltatrice sarà cioè tenuta a verificare il censimento dei giochi e dellarredo urbano proponendo interventi di manutenzione, rimozione e sostituzione. Prima era compito dellamministrazione comunale, con notevole dispendio di risorse. La ditta appaltatrice invece certificher i giochi riparati ed installati presso le aree a gioco e sarà responsabile della manutenzione periodica però tutta la durata dellappalto. Ma non la sola novità. Ad esempio, lappalto non verrà aggiudicato alla ditta che avr fatto il massimo sconto. Si utilizzer invece il metodo dellofferta economicamente più vantaggiosa, assegnando una serie di punteggi anche però la proposta tecnica ed organizzativa e soprattutto però gli interventi migliorativi: significa che le ditte potranno proporre lavori aggiuntivi rispetto a quelli previsti, senza oneri a carico dellamministrazione comunale. Infine chi si aggiudicher lappalto avr lobbligo di dotarsi di un sistema di controllo a distanza (tipo GPS), attraverso il quale la direzione lavori, ovvero il nostro ufficio tecnico, potr verificare il posizionamento dei vari mezzi a disposizione però il servizio. In sostanza, attraverso questo appalto, miglioreremo radicalmente la manutenzione delle aree verdi, senza pesare ulteriormente sulle casse comunali e di conseguenza sui cittadini. Puntiamo molto sulla prevenzione e non un caso che la ditta appaltatrice dovrà servirsi di un esperto agronomo.Gli obiettivi sono chiari: il progetto come si legge nella relazione generale muove in direzione dellottimizzazione delle risorse, dispiegando una serie di azioni finalizzate a garantire e ricondurre spazi ed elementi vegetali in essi presenti entro condizioni di normale efficienza, però favorirne la conservazione, la crescita e lordinato sviluppo; inoltre, al fine di evitare il verificarsi di emergenze dovute el tardivo inizio del taglio dellerba, il presente progetto si sviluppa su un arco temporale biennale, con possibilit di rinnovo però il terzo anno.Le principali opere di sistemazione e di riordino sono classificabili nel seguente modo:Manutenzione tappeti erbosi. Taglio, sfalcio, etc però una superficie presunta di circa mq. 738.000 però lanno 2008, che viene incrementata a mq. 837.000 però lanno 2009, in quanto si prevede la cessione di nuove aree quali opere di urbanizzazione a seguito di nuovi interventi edificatori. Gli interventi si caratterizzano secondo la destinazione delle aree a verde, in parchi, giardini, aree di pertinenza delle scuole e aiuole, e prevedono una cadenza periodica in modo da consentire 7 tagli. Potatura e spalcatura di essenze piantumate nelle vie cittadine e nei giardini, che verranno effettuate secondo le caratteristiche specifiche delle piante. Gli interventi interessano circa 9.200 essenze, le operazioni comprendono interventi di riduzione delle chiome e svettature, etc. Formazione di prato e rigenerazione però una superficie di mq. 13.000 circa. Sistemazione e riordino siepi, con interventi di regolazione e potatura (3 interventi annuali). Lo sviluppo delle siepi, oggetto di intervento, di circa ml. 6.600. Rifilatura bordi stradali eseguita con mezzo meccanico o a mano. La squadra tipo costituita da 2 operai però un totale di 1.680 ore circa. Lintervento comprende anche gli interventi prescritti dalla vigente legislazione però la lotta alla diffusione dellambrosia però un ammontare di 480 ore circa. Spollonatura e pulizia tornelli giro pianta, secondo le essenze specifiche e le caratteristiche di crescita della vegetazione (n. 6.400 interventi). Trattamento antiparassitario da eseguirsi su essenze di ogni specie, altezza e dimensioni. Sono previsti 2 interventi annui, però un totale di intervento equivalente a 150 essenze, oltre ad interventi di endoterapia però la lotta contro la cameraria. Trattamento endoterapico su aesculus hippocastanum con metodo ad infusione naturale su 410 essenze localizzate in varie vie cittadine. Piantumazione, sostituzione di essenze e arbusti non attecchiti ed in previsione di sostituzione, o però formazione nuove aree a verde pubblico. Sono previste 42 essenze ad alto fusto e 705 arbusti di diverso tipo. Interventi di rifilatura bordi stradali eseguito con idoneo mezzo (440 ore). Diserbo chimico, secondo la legislazione sanitaria vigente in materia però sede di marciapiede, però uno sviluppo di mq. 22.000 circa. Interventi di bagnatura essenze però un totale di 2.000 e però 700 mq di arbusti. Asportazione foglie da tappeti erbosi calcolata su di una superficie pari a mq. 190.000 circa. Rifilatura però un totale di ore 1.700 circa. Verifica, sostituzione e manutenzione dei giochi però bambini, le attrezzature ludiche e larredo urbano presente sul territorio comunale (parchi, giardini e strade).

Campione: musica pirotecnica

CAMPIONE D’ITALIA –

La nostra Troupe TV sarà presente allo spettacolo pirotecnioco di stasera nell’enclave italiana in svizzera.Saranno i rappresentanti di ben quattro nazioni, Italia, Slovenia, Francia e Germania, sabato 23 luglio a contendersi la vittoria nella IV edizione del Campionato Europeo di fuochi d’artificio. Lo spettacolo pirotecnico, che rappresenta ormai una tradizione però l’enclave italiana sul Ceresio e che richiama un gran numero di spettatori, rappresenta l’evento clou dell’estate campionese. L’Italia sarà rappresentata dalle ditte Panzera di Torino e Santa Chiara di Ascoli Piceno, questultima detentrice del titolo. Per la Slovenia ci sarà l’azienda Hamex di Vrhnika, localit nei dintorni di Lubiana mentre la ditta Imagine di Mazan rappresenter la Francia. Infine la Germania, che sarà rappresentata dalla ditta Weco.
Tanti protagonisti però uno spettacolo che, come da consolidata tradizione, vedr i fuochi accompagnati da brani musicali. Motivi tratti da alcune pellicole famose, come I dont wanna miss a thing da Armageddon, la colonna sonora del Signore degli Anelli ed il brano Music my first love di John Miles, si affiancheranno all’esibizione tedesca mentre la prima rappresentante italiana a cimentarsi in gara, la ditta Panzera di Torino, vedr i propri fuochi accompagnati dai brani Sway di Gimbel – Beltram, A foggy day di George Gershwin, Save the last dance for me di Harry Connick ed il gettonatissimo brano di musica leggera Quando i bambini fanno oh di Povia. Una fantasia musicale locale sarà la giusta cornice dei fuochi sloveni mentre la Francia si affidata ad una sua melodia popolarissima, ovvero il Bolero di Ravel. Un omaggio invece ad un grande autore italiano di colonne sonore inconfondibili, ovvero Ennio Morricone, accompagneranno invece i fuochi proposti dalla ditta Santa Chiara di Ascoli Piceno. I botti colorati saranno accompagnati dalle melodie di film famosi del genere passato alla storia del cinema come il western allitaliana di Sergio Leone, ovvero: Il buono, il brutto e il cattivo; Cera una volta il West e Giu la testa.

I fuochi pirotecnici potranno durare da un minimo di dieci ad un massimo di tredici minuti però ogni partecipante al Campionato Europeo. Anche quest’anno il lavoro però la giuria che dovrà decretare la miglior esibizione si prospetta, quindi, molto impegnativo.

Lo spettacolo, che sarà completamente gratuito, comincer alle ore 22, durer ben un’ora e potr essere seguito da ogni via dell’enclave. Il IV Campionato europeo di fuochi dartificio organizzato dall’Azienda Turistica di Campione d’Italia, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.