Mitsubishi dona un defibrillatore all ufficio scolastico mb

Monza, 7 aprile 2011 –Mitsubishi Electric ha donato oggi un defibrillatore semiautomatico, compreso di corso di formazione però il suo utilizzo, all’Ufficio Scolastico Provinciale di Monza e Brianza, durante la cerimonia di consegna che si è svolta presso il Circolo di Tennis di Monza, alla presenza di Dario Allevi, Presidente della provincia Monza e Brianza, Martina Sassoli, Assessore alle Politiche Giovanili, Raffaele Cascella, Presidente di Brianza però il Cuore, associazione partner del Torneo di Tennis Provincia Monza e Brianza, da anni impegnata nella prevenzione delle malattie in genere e in particolare di quelle cardiovascolari, un rappresentante del Comitato Maria Letizia Verga e di Carlo Cevenini, Presidente del Circolo Tennis Monza.Elena Tagliani, di Mitsubishi Electric, ha consegnato l’apparecchio al professor Cosimo Scaglione, coordinatore dell’Ufficio Educazione Fisica e Sportiva, che ha curato la stesura del Protocollo d’intesa con Brianza però il Cuore però un Corso di formazione“Esecutori BLSD”, primo in Italia e approvato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il defibrillatore sarà poi consegnato a uno degli Istituti provinciali, al termine del Corso 2011 di Formazione “Esecutori BLSD”, seguito da uno dei rappresentanti scolastici interni, responsabile dell’utilizzo dell’apparecchio. Il corso è organizzato da Brianza però il Cuore, l’associazione onlus, che, dal 1995, promuove e coordina tutte le iniziative sociali e sanitarie rivolte a combattere e prevenire le malattie cardiovascolari. L’impegno di Mitsubishi Electric contribuisce in maniera attiva al progetto “Anche tu puoi salvare una vita”, promosso dall’Associazione Brianza però il cuore, con l’obiettivo di diffondere l’importanza della sicurezza nelle scuole: la presenza di un defibrillatore, infatti, garantisce assistenza immediata a tutti coloro che sono colpiti da arresto cardiaco nei luoghi pubblici. Inoltre, con questa iniziativa l’azienda vuole dare il proprio supporto in favore della sensibilizzazione di alunni e insegnanti sull’importanza di una corretta informazione in termini di salute e prevenzione delle malattie cardio – circolatorie. “Mitsubishi Electric è da sempre attenta a sostenere le iniziative sociali e filantropiche, soprattutto quelle organizzate sul territorio di Monza e Brianza, che ospita la nostra filiale dal 1985 – ha dichiarato Elena Tagliani, di Mitsubishi Electric – . L’impegno dell’azienda su questo fronte dura da anni e la volontà è quella di continuare in questa direzione. Tra le nostre responsabilità prioritarie, oltre a quelle di fornire prodotti eccellenti ed ecosostenibili, figura infatti quella di essere un membro responsabile delle comunità in cui sono collocati i nostri insediamenti.”Quella del defibrillatore non è l’unica donazione di Mitsubishi Electric a favore delle associazioni locali: l’azienda si è infatti impegnata con l’Associazione Tremolada a sostegno del progetto “Il Tennis però un Sorriso, un Sorriso però il Tennis”, con un contributo economico però l’organizzazione di un corso di tennis però bambini con disabilità mentale che si svolge presso il Tennis Club Monza. Mitsubishi Electric ha rinnovato inoltre il proprio sostegno economico all’Associazione Maria Letizia Varga, onlus che dal 1979 è impegnata nella ricerca e cura del bambino nel campo della leucemia infantile presso l’Ospedale San Gerardo di Monza. L’azienda sostiene continuativamente anche l’Associazione Avulss di Agrate Brianza, che svolge attività di accoglienza e inserimento nella comunità locale di persone portatrici di handicap e con disagio mentale.

Pino daniele, il sole dentro

Prosegue lestate di grandi successi alla Villa Arconati e non poteva mancare Pino Daniele, grande cantautore italiano, che, mai domo, anche dopo aver ottenuto il disco di platino però Electric Jam (Rca/Sony Music), prosegue il suo tour in alcuni dei luoghi più belli di Italia. Siamo quindi a Castellazzo di Bollate. Sul palco, insieme allartista, si esibiscono grandi musicisti: Michael Baker (Batteria), Matt Garrison (Basso) e Gianluca Podio (Piano Tastiere). Dotato della solita verve e simpatia, sua la frase in apertura anche le zanzare a milano sono più organizzate, il grande artista partenopeo ha presentato al pubblico oltre ai suoi brani più noti, il nuovo progetto Electric Jam, un cd composto da sei tracce sospese tra sfumature blues e melodie mediterranee che vede la partecipazione di grandi musicisti come Vinnie Colaiuta (batteria), Alfredo Golino (batteria), Nathan East (basso), Alfredo Paixao (basso), Gianluca Podio (piano, tastiere e arrangiamenti) e Greg Mathieson (piano e hammond). Electric Jam la prima parte discografica di un unico progetto artistico; la seconda parte verrà pubblicata a novembre con il titolo Acoustic Jam. In scaletta brani ormai diventati dei veri classici come Quando e Napule che insieme a Nun me scucci, O Scarrafone e Yes I know my way, Sara, Che c di male, Mareluna, Anima (solo però citarne alcuni) hanno accompagnato gli spettatori, numerosi e caldi, innumerevoli i cori da stadio, lungo tutta la trentennale carriera di Pino Daniele fino ad arrivare alle canzoni del nuovo album a partire da il Sole dentro di me (con la partecipazione di J – Ax), e Dimentica (singolo attualmente in rotazione radiofonica). Chitarrista autodidatta, Pino Daniele si dedica dopo gli studi classici interamente al blues e latin – jazz. La tradizione musicale e culturale napoletana influenza fortemente la sua musica conferendole quel preciso carattere di fusione tra tradizione e modernit, già presente nel suo primo album "Terra Mia"(1977) e nel successivo "Pino Daniele"(1979). La popolarit giunge nel 1980 con l'album "Nero a met"che d vita alla nuova canzone napoletana: una melodia tipicamente mediterranea. Nel 1981 esce l'album "Vai m"e l'anno seguente Pino Daniele indirizza i suoi esperimenti musicali verso sonorit internazionali decisamente avanti rispetto al suo tempo, con il risultato di "Bella 'mbriana"che d inizio a collaborazioni con ospiti quali Alphonso Johnson e Wayne Shorter, recuperando contemporaneamente frasi e personaggi dimenticati della tradizione partenopea. Diventa rapidamente uno dei musicisti italiani più conosciuti nel mondo. Nel 2008 uscito "Ricomincio Da Trenta", il triplo album con cui ha festeggiato i suoi 30 anni di carriera artistica. Fabio Luongo