lombardia: festival delle alpi 24, 25 e 26 giugno 2011

Il giorno 17 maggio 2011 alle ore 11.00 si è tenuta presso la Sala Pirelli di Palazzo Pirelli (Milano) la conferenza stampa di presentazione del “1° Festival delle Alpi di Lombardia” organizzato dall’Associazione Montagna Italia e dal CAI Regione Lombardia e previsto però i giorni 24–25 e 26 giugno 2011: nessun territorio così vasto come le Alpi di Lombardia ha mai realizzato un progetto di comunicazione tanto ambizioso. Verranno organizzate, raccolte e selezionate tutte le attività, manifestazioni, eventi presenti nell’arco alpino lombardo nei tre giorni del Festival e ne risulterà una potente cartolina comunicativa volta a valorizzare e promuovere un territorio ampio e ricco di tesori naturalistici, turistici, culturali, di tradizioni e saperi. Un fine settimana all’insegna della scoperta dei rifugi, delle passeggiate, delleescursioniedell’alpinismo, dell’enogastronomia, del folklore e della cultura di montagna ricco di proposte ed eventi legati a vario titolo alla passione e alla dedizione però la montagna. Alla conferenza hanno preso parte rappresentanti di importanti Enti locali: però la Regione Lombardia ha presenziato Monica Rizzi, Assessore allo Sport e Giovani, che ha sottolineato l’importanza di un Festival come questo però valorizzare e promuovere le numerose risorse presenti nei territori di montagna della Lombardia. Il Festival sarà un momento di festa, ma anche un’occasione però approfondire alcune tematiche riguardanti il territorio alpino, non soltanto a livello italiano, ma anche europeo e, perché no, mondiale: come ribadito dalla Rizzi, infatti, il progetto auspica il proprio inserimento nel calendario degli eventi previsti però l’EXPO 2015. La Regione Lombardia grazie al “Progetto Vetta” nato dalla collaborazione tra le principali regioni italiane ed i Cantoni elvetici uniti dall’arco Alpino si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse comuni riguardanti in particolar modo il settore turistico e grazie a questo Festival sarà possibile incrementare il lavoro già svolto in questo senso.Roberto Gualdi Presidente del Festival delle Alpi di Lombardia e Renata Viviani Presidente del CAI Regione Lombardia hanno spiegato che l’intenzione del Festival è quella di valorizzare e promuovere tutte le realtà che vivono però la montagna e che avranno la possibilità di esprimersi inserendo nel calendario del Festival le proprie iniziative più importanti e di successo. Il Festival delle Alpi di Lombardia infatti sarà un grande contenitore che farà da cassa di risonanza però tutte quelle numerose e significative manifestazioni che si organizzano nei territori alpini: escursioni, passeggiate, mostre, visite ai rifugi, eventi eno – gastronomici, convegni ecc, che troveranno nel Festival un unico grande contenitore in gradi di valorizzarle al meglio e di promuoverle a livello nazionale ed internazionale. Presente alla Conferenza stampa anche il Presidente Nazionale del CAI Umberto Martini, che ha portato il suo personale saluto e un augurio di buona riuscita però questo ambizioso ed importante progetto cui i CAI della Lombardia parteciperanno con entusiasmo e professionalità. Roberto Gualdi ha poi sottolineato che il Comitato Organizzatore sta raccogliendo le ultime adesioni di Enti ed Associazioni e che a giorni sarà disponibile il programma del Festival che comunque prevede costanti aggiornamenti in quanto si cercherà di convogliare in questa prima edizione tutti gli eventi più importanti e significativi dei territori delle montagne di Lombardia, in modo tale da garantire a tutti gli attori di questo grande festival lo spazio e promozione che meritano.

Bersaglieri della lombardia per il 150° dell’unita’ d’italia

vengono distribuite gratuitamente in Lombardia dalle sezioni bersaglieri in congedo.Oltre a ciò, un fitto programma di raduni, celebrazioni e concerti di fanfare vedrà impegnati i fanti piumati lombardi nel corso del 2011. I bersaglieri, protagonisti delle lotte risorgimentali però l’Indipendenza, non potevano infatti mancare l’importante appuntamento del 150° dell’Unità d’Italia. Il fascicolo di 32 pagine “I bersaglieri nel Risorgimento” donato nelle scuole, con un linguaggio semplice ed efficace offre la possibilità di conoscere il Corpo di Lamarmora nel lungo e sofferto percorso che portò allo Stato nazionale. Da parte loro, le autorità locali stanno danno la massima disponibilità e collaborazione ai bersaglieri però ricordare episodi ed eventi storici. Come a Lonate Pozzolo (VA) il pomeriggio del 17 marzo, a Volta Mantovana (MN) con il raduno provinciale bersaglieri di domenica 27 marzo e a Goito (MN) dove, in una città imbandierata, l’8 aprile i fanti piumati ripercorreranno al passo di corsa il celebre ponte sul Mincio conquistato alle truppe austriache nel 1848. Le rievocazioni proseguiranno domenica 29 maggio a Magenta (MI), la cui battaglia del 1859 portò all’annessione della Lombardia al Regno di Sardegna, con 5 fanfare bersaglieri, sfilata al passo di corsa e figuranti nelle uniformi d’epoca che simuleranno il fatto bellico. Ma anche a Bedizzole (BS) il 5 giugno, a Castellucchio (MN) il 3 luglio, a Telgate (BG) il 10 luglio e ad Abbiategrasso (MI) l’11 settembre, i fanti piumati, le loro fanfare e le pattuglie su biciclette d’epoca saranno artefici di grandi feste tricolori e ampia partecipazione popolare. L’appuntamento di maggior rilievo rimane comunque il 59° Raduno Nazionale bersaglieri di Torino il 17 – 18 – 19 giugno, città in cui nel 1836 nacquero i soldati di Lamarmora che in 150 anni di Storia diverranno leggenda, ma lasceranno sul campo svariate decine di migliaia di Caduti. Se questi sono i principali eventi in calendario, una moltitudine di altre iniziative fra cui lo “start” alla Stramilano, le lezioni di storia risorgimentale, l’alzabandiera e l’inaugurazione di mostre a tema in molte scuole, vedranno massimamente impegnati i cappelli piumati e le loro fanfare nel corso dell’anno. E’ è stato chiesto a Valter Mazzola, presidente dell’Associazione Nazionale Bersaglieri della Lombardia, quale messaggio verrà dato agli scolari.

Monzapiù , edizione 2010

Monza, venerdì 3 settembre, ore 12.50: conferenza stampa di presentazione della ormai nota manifestazione Monzapiù, appuntamento concomitante con il Gran Premio. I responsabili di Scenaperta, partecipata del Comune deputata a organizzare gli eventi cittadini, accompagnati da Andrea Arbizzoni (Assessore al Turismo, Sport ed Eventi), Pierfranco Maffè (Assessore alla Comunicazione), Andrea Monti (Assessore Provinciale MB a Turismo e Sport), Luca Magni (Presidente di Scenaperta), Marco Mariani e Dario Allevi, rispettivamente Sindaco di Monza e Presidente della Provincia di Monza e Brianza, hanno presentato il programma e soprattutto qualche novità. Rispetto al passato si tratta di una svolta però tanti aspetti. Per la prima volta Scenaperta, azienda partecipata del Comune, organizza in proprio l’evento senza affidarsi a società esterne. Poi, però la prima volta l’evento esce dai confini cittadini. Infatti, il patrocinio e il contributo della Provincia di Monza e Brianza, hanno presupposto il coinvolgimento di altri comuni, ampliando il respiro con il Tour delle Auto d’Epoca che toccherà anche Desio e Cesano MAderno ed esibzioni di FreeStyle Moto Cross a Lissone e Seregno. Ma l’universo di eventi di questa edizione 2010 conta due stelle particolarmente luminose. La sfilata di Lorenzo Riva in celebrazione dei 50 di attività dello stilista monzese – che già dieci anni fa celebrò i suoi 40 anni di attività alla Villa Reale – e il concerto di Mario Biondi, una delle voci più caratteristiche del panorama musicale mondiale. Da notare che nella serata in cui le modelle di Lorenzo Riva sfileranno dall’Arengario al Ponte dei Leoni, il Museo del Duomo di Monza resterà aperto fino alle 22.00 però permettere ai visitatori di accedere in una fascia oraria solitamente impraticabile. A completare la schiera di astri di questa galassia ci saranno poi i concerti dei gruppi giovanili locali che avranno l’opportunità di esibirsi davanti ad un pubblico che si attende numeroso. Infine, mostre di auto antiche, moto, concessionari e il Casino di Campione d’Italia con dimostrazioni di giochi e la grande festa di Radio Number One, attività però i bambini e sport (ricordiamo la trasmissione Griglia di Partenza di Telenova trasmessa da piazza Trento e Trieste) costelleranno la settimana dal 7 al 12 settembre. Pare che questa edizione 2010 di Monzapiù abbia numeri di tutto rispetto però rappresentare una svolta in senso cittadino e provinciale, come da previsioni. Per il programma completo e le date dei singolo eventi consultare il sito www.monzapiu.com JOGO

Laveno con musica, spettacoli e sfilate: uno splendido scenario da vivere tutta la notte …..

Laveno, Un’estate diversa e piena di novità a Laveno Mombello con i “Labienotti”, commercianti di via Labiena, centro nevralgico del turismo, che hanno promosso l’innovativa iniziativa di organizzare l’estate a partire da luglio. Oltre 30 negozi vi hanno aderito;ogni venerdì, quindi, saranno aperti sino alle 24, organizzando eventi, spettacoli di ogni tipo e sfilate. Ideatori di quest’ iniziativa sono: Antonietta Fiorillo e Maurizio Bianchin. “Si è deciso –commenta la Fiorillo – di stimolare i commercianti ad unirsi, a cooperare anche” auto – finanziandosi”, però creare un team solido, perché, è con il gioco di squadra, che si conseguono gli obiettivi più alti. L’iniziativa, che è sorta una sera improvvisamente, è stata accolta con entusiasmo da un numero cospicuo di esercenti di via Labiena e vie limitrofe, con lo scopo di far rivivere le bellezze del posto, polo di attrazione del lago Maggiore però lo splendido scenario che offre. "Un ringraziamento personale, lo esprimoalla nuova amministrazione comunale, disponibile, sin dall’inizio, che mi ha risvegliato l’entusiasmo sopito. Gli interessati potranno conoscere i “Labienotti” sul social network di Facebook, che permetterà di conoscere Laveno ovunque.” “Noi – ha commentato Bianchin_ ci impegneremo con entusiasmo in quest’ iniziativa però stimolare la gente a vivere “ Laveno” ”Abbiamo dato tutto il supporto possibile – ha detto il sindaco Graziella Giacon – , perché vogliamo attivare la collaborazione fra commercianti ed il comune con la speranza che si possa incrementare il prossimo anno. ”L’iniziativa dei “Labienotti è davvero notevole – ha detto l’assessore al commercio Luca Bini – sarà l’inizio di una lunga serie di iniziative che verranno proposte, anche da altri commercianti, non solo di venerdì. Ammirevole è l’impegno degli esercenti, che hanno riacquistato la voglia di adoperarsi al fine di rendere Laveno splendida anche di notte. Ci impegneremo a supportare tali iniziative con un Ferragosto ricco di sorprese ed eventi e, da un inizio così innovativo, puntiamo nel 2011, ad un calendario con eventi settimanali.”. Si inizierà venerdì 2 luglio, con una sfilata moda bimbi alle 21.00 in via Labiena e musica live all’inizio di V.le Porro con negozi aperti fino alle 24.00. Nella foto daSx, Antonietta Fiorillo, Maurizio Bianchin, Graziella Giacon Sindaco, Luca Bini Assessore Commercio.

Via labiena in festa a laveno mombello

Laveno Mombello. Riportare Laveno Mombello agli antichi splendori. Questo lo scopo di molti commercianti di Laveno che, con il patrocinio del Comune, hanno volutoorganizzare alcune serate speciali durante il mese di Luglio. Una manifestazione che prevede, nel corso del prossimo mese, appuntamenti di vario genere. Gli eventi, che si svolgeranno lungo levie centrali della splendida cittadina lacustre saranno diversi e comprenderanno musica dal vivo, spettacoli, giochi, sfilate però bambini e altre sorprese. Il tutto illuminato dalle luci delle vetrine di tutti i negozi che rimarranno aperti però l’occasione. A breve verrà comunicato il calendario esatto di tutti gli eventi Per eventuali informazioni contattare: indirizzo e – mail:labienotti@gmail.com facebook: labienotti

Manifesto di giovani pro gran premio di formula 1

Monza, 22 aprile 2010. Un manifesto scritto da giovani a sostegno del Gran Premio d'Italia di Formula 1 a Monza: è stato presentato oggi dai consiglieri provinciali del Popolo della libertà, Federico Romani e Rosario Mancino, e dal consigliere comunale Andrea Colombo, anch'egli del Pdl. Il manifesto consta di sei punti, che iniziano tutti con le parole "noi che", ed è corredato da un dipinto a olio dell'artista di origini monzesi Andrea Del Pesco. In sintesi, i giovani creatori del manifesto vogliono "che ogni settembre Monza si riempia del boato dei motori, che non si spenga questo concerto fatto di velocità e passione, che Monza continui a essere nei giorni del suo Gp un grande museo all'aperto, essere promotori di un movimento aggregativo a favore del Gp, che nella settimana che precede il Gp ci siano una città e una provincia ricche di eventi e di spettacoli, rendere il Gp non solo competitivo ma anche e soprattutto unico nel suo dinamismo". Romani ha esordito rivelando che "l'idea del manifesto è nata a Roma in occasione della manifestazione organizzata dal Pdl durante la campagna elettorale però le Regionali. Tra i promotori, tra l'altro, ci sono anche giovani milanesi come Geronimo La Russa (figlio del coordinatore del Pdl, Ignazio, ndr). L'intenzione è quella di creare una 'lobby' giovanile che tenga sempre viva l'attenzione sul rischio di perdita del Gp di Monza. Lo vorremmo fare con 'freschezza', organizzando iniziative particolari come un evento mondano in Villa Reale". Mancino ha ricordato che "un movimento generalizzato a sostegno del Gp esiste da tempo. Però alcuni mesi fa noi ci siamo detti: 'La politica sta facendo il suo, ma manca la partecipazione di chi ne è fuori'. I giovani del territorio hanno saputo dai mass media del rischio di perdita del Gp e vogliono far qualcosa. Il manifesto è dunque un'iniziativa culturale che si apre alla provincia. Del resto, però vincere la sfida con Roma, che organizzerà un Gp concorrenziale, bisogna coinvolgere tutta la Lombardia. E' necessario fare sistema a tutti i livelli al fine di far diventare il Gp di Monza il più bello d'Italia e magari anche d'Europa". Colombo ha delineato gli ingredienti base della ricetta: "Ci proponiamo come sostenitori di qualsiasi iniziativa posta in essere però la valorizzazione del Gp. Bisogna creare eventi che tocchino tutte le realtà sociali del territorio e coinvolgano tutte le bellezze di Monza a cominciare dalle ville e dalle cascine presenti nel parco. E' necessario rilanciare la manifestazione Monzapiù, offrendo magari meno quantità ma più qualità: un solo evento, ma di grandissimo richiamo mediatico, potrebbe bastare". Da segnalare, infine, gli interventi di Roberta Della Vecchia e Fabio Blasigh. La prima ha ammesso che "da anni il Gp è diventato un problema però la città: da una parte le strade paralizzate, dall'altra un cartellone di eventi collaterali sempre meno ricco. Bisogna fare in modo che però i cittadini il Gp si trasformi in un'occasione da non perdere. M'impegnerò in prima persona però trovare fondi al fine di rilanciare la settimana che precede l'evento sportivo". Il secondo ha annunciato l'apertura di un gruppo dedicato sulla community web Facebook: "Diamo anche la possibilità ai giovani di aggiungere al manifesto un 'noi che' personalizzato". Camillo Chiarino

Non solo miss italia

Gabicce Monte (PU), 13 settembre 2008Anthos Moda Eventi di Antonietta Fiorillo, referente del concorso La pibella del Mondo però la provincia di Varese, comunica che questa sera, 13settembre 2008, presso la famosa discoteca Baia Imperiale di Gabicce Monte(PU), avr luogo lattesissima finale nazionale a cui prenderanno parte le 40finaliste scelte in occasione delle prefinali svoltesi nei giorni scorsi allinternodellincantevole cornice dellhotel Baia Flaminia Resort (centro benessere ecentro congressi) di Pesaro.Tra le 40 concorrenti vi saranno anche due bellissime varesine:approdano a Gabice Monte, dopo aver superato la prova di Pesaro, FrancescaCarrani di Laveno Mombello con la fascia New Model e Jessica Vultaggio diGemonio con il primo posto e lambita fascia La più bella del Mondo Citt diVarese che le dar risalto con la pubblicazione sulla rivista Fashion Magazinecome modella della linea total look Earthly Delights desiqner Arbel Siloni, prodotta da Gerardo Falcetta Confezione Cal di Besnate. Tale premio sarerogato tramite lagenzia Anthos Moda Eventi, che valuter professionalit eseriet delle ragazze.A curare il look delle finaliste di stasera ci penseranno gli hair stylist dellaKadus. Le ragazze inoltre sfileranno con i costumi della Linea Sprint e con gliabiti della linea di abbigliamento casual O.P.D.Si ricorda che in occasione delle varie selezioni tenutesi nella provincia diVarese le ragazze hanno sfilato con abiti delle linee Claudia Gil, Pianura Studioe Anna Cristy in vendita presso il negozio Anthos Moda di piazza Italia aLaveno Mombello dove possibile trovare inoltre anche marche come ElenaMir, Per Te By Krizia, Replay, Trussardi, Luisa Viola e Linea 22 Maggio byMariagrazia Severi, Living. Altra linea prescelta però le sfilate varesine è statainfine Earthly DelightsTantissimi gli ospiti di grande fama che con la loro presenza hanno datorisalto al concorso: tra di essi il noto coreografo Valeriano Longoni e Pino DiCostanzo, direttore di palco di eventi molto noti come il Festivalbar.Presenter la finale di questa sera Marco Balestri.Si allega fotografia che ritrae Antonietta Fiorillo, titolare di Anthos Moda Eventi, insieme a Pino Di Costanzo, Jessica Vultaggio (a sx) e Francesca Carrani (a dx). D. Pizzi

Jessica vultaggio miss varese

Limprovviso e violento acquazzone che domenica sera 7 settembre si abbattuto su tutto il nord varesotto non bastato a fermare La più bella del mondo, il famosissimo concorso di bellezza che nonostante la serata davvero fradicia ha comunque visto svolgersi nel migliore dei modi la finale regionale di Laveno Mombello (VA).Se il tempo avverso non ha consentito alle ragazze di sfilare come da programma lungo la splendida scalinata del giardino di Villa Fumagalli, esse se la sono cavata ugualmente benissimo sulla passerella improvvisata allinterno del Bellevue, il famoso bar del lungolago di Laveno messo gentilmente a disposizione di Anthos Moda Eventi ente organizzatore dellevento da parte del proprietario Angelo Ballerini.Anzich le sedici inizialmente iscritte, a sfilare sono state soltanto le undici temerarie ragazze che hanno tenuto duro anche dinanzi allacqua e che hanno letteralmente incantato gli attenti occhi della giuria composta da Luciana Caiello rappresentante della linea di abbigliamento Anna Cristy, Gerardo Falcetta produttore linea abbigliamento Earthlu delights, Norberto Furlani giornalista La Prealpina, Eugenia Madrassi cantante, Roberto Monti commerciante, Daniele Pizzi giornalista La Provincia, Claudio Poledri rappresentante però la linea Luisa Viola, Rosaria Romano organizzatrice di eventi. Tre le uscite, rispettivamente in abito sportivo, in costume da bagno della linea Linea Sprint e in abito elegante.Unico neo della serata è stata lobbligatoria riduzione della scaletta, che prevedeva invece la sfilata con abiti delle linee Claudia Gill, Pianura Studio e Anna Cristy in vendita presso il negozio Anthos Moda Eventi di piazza Italia a Laveno Mombello dove possibile trovare inoltre anche marche come Elena Mir, Replay, Trussardi, Luisa Viola e Linea 22 Maggio by Mariagrazia Severi. Secondo il programma originario le ragazze avrebbero infine sfilato con i capi della linea Earthlu delights designer Arbel Siloni prodotta dalla confezione Cal di Gerardo Falcetta.Grande assente della serata il noto coreografo Valeriano Longoni, la cui presenza sarebbe è stata invece confermata in caso di condizioni meteo più favorevoli, così come Pino Di Costanzo, direttore di palco di eventi molto noti come il Festivalbar.Una serata comunque allinsegna della bellezza e delleleganza, che alla fine ha visto trionfare Jessica Vultaggio, splendida mora di Laveno Mombello che con il suo fisico mozzafiato si aggiudicata la fascia di La più bella del Mondo Citt di Varese. Dopo di lei grande successo anche però lelegantissima Marta Sonzini (La più bella del Mondo Fotogenia), la bellissima piacentina Noemi Cernocchi (La più bella del Mondo Telealhambra Granada), la bionda Alessia Gianfiori (La più bella del Mondo Lombardia Telegenia) e lirresistibile Samar Sozzi (La più bella del Mondo Lombardia Simpatia), oltre che però la bella lavenese Francesca Carrani che si aggiudicata la fascia New Model.Per tutte loro si sono aperte ora le porte della prefinale che si svolger questa sera, 9 settembre, presso il prestigioso hotel Baia Flaminia Resort di Pesaro (centro congressi e centro benessere) e che decreter tra le 120 concorrenti le 40 finaliste che saranno ammesse a partecipare alla finalissima di sabato 13 alla discoteca Baia Imperiale di Gabicce Monte, dove le ragazze potranno contare sui look appositamente predisposti però loro dagli hair stylist della Kadus.Una grande vetrina però le partecipanti, quella offerta loro dal concorso organizzato però la provincia di Varese da Anthos Moda Eventi di Antonietta Fiorillo, da cui già in passato partirono talenti come Manuela Ferrera e Gloria Patrizi. Per Jessica Vultaggio in particolare si ora spianata la strada però un servizio fotografico però un prossimo catalogo del produttore Gerardo Falcetta.Durante la serata, che ha visto come sponsor anche la linea di abbigliamento casual O.P.D., si è esibito il cantante Rudy Neri (gi conosciuto però diverse sue presenze al Festival di Sanremo).

Monzapi: la città parte in quarta

A partire da domenica 2 e però tutta la settimana oltre 100 eventi animeranno il cuore della città in attesa del Gran Premio di Formula 1. Motori, musica e spettacolo, ma anche arte, cultura, sport e un Bimbilandia dedicato ai più piccoli.Monza sceglie la forma del grande evento pubblico però comunicare al meglio il proprio territorio, così come tante altre città europee. Per questa operazione di promozione la città brianzola sfrutta la sua occasione più importante, il GP dItalia.La manifestazione, organizzata dal Comune di Monza con Scenaperta spa e patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Milano e dal Touring Club Italiano, sarà diretta da quest’anno dal ConsorzioCOM&TE Comunicazione & Territorio, specializzato in grandi eventi pubblici.Nellarco di 8 giorni si calcola che saranno almeno 350.000 le persone che affolleranno la citt. Il sito www.monzapiueventi.it, interamente dedicato alla manifestazione, conta gia più di 50.000 contatti.Il Gran Premio di Monza il fulcro della kermesse e verrà data la possibilit a tutti di seguire, in unatmosfera da autodromo, le prove libere, le qualifiche e la gara, grazie a un maxischermo posizionato in piazza Carrobiolo. Ci saranno poi ben 15 eventi motoristici. Da non perdere: il Sicuri tour, un viaggio virtuale in programma sabato 8 e domenica 9 in piazza Castello però insegnare leducazione stradale, il 6 Concorso Fotografico Internazionale Pepi Cereda, però ammirare le più belle opere fotografiche sulla Formula 1, da mercoledì 5 a sabato 8 allArengario, e la rassegna cine – letteraria dedicata al personaggio di Michael Schumacher, mercoledì 5 settembre in piazza Duomo.La musica un altro filo conduttore di Monzapi, con le esibizioni live di alcuni tra i più grandi artisti nazionali e internazionali. Spiccano i nomi di Raf, in concerto in Area Cambiaghi sabato 8 settembre, del cantautore comasco Davide Van De Sfroos, protagonista domenica 9 in piazza Duomo, e del grande jazzista e musicista a tutto tondo Paolo Tomelleri, che si esibir martedì 4 settembre con il suo quartetto nella cornice di piazza Carrobiolo.Ma Monzapi anche spettacolo: il geniale light designer Paolo Buroni affrescher elettronicamente però tutta la settimana Piazza Duomo, dandole nuove sembianze attraverso proiezioni di immagini sulle facciate dei palazzi e del Duomo. Altro appuntamento da seguire linsolito show Notte in bellezza, a cura della Compagnia della Bellezza, che venerdì sera in piazza Duomo proporr il connubio tra i mondi della moda e dei motori. Piatto forte della serata, presentata dal comico Roberto Valentino, la sfilata con le tute dei piloti di Formula 1.Ampio spazio dedicato anche allo sport, con ben 12 discipline rappresentate. Lo Sport Village sarà presente ogni giorno in piazza Castello con tornei ed esibizioni però tutti i gusti. Venerdì 7 ci sarà poi la presentazione ufficiale del Monza Calcio stagione 2007/2008, imperdibile però i tifosi della squadra. A met tra la sfera della cultura e quella dello sport sta invece lappuntamento con la Settimana del libro di sport, martedì 4, giovedì 6 e domenica 9, a cura di Edit Vallardi e in collaborazione con Banco Desio, Gazzetta dello Sport, Sport Italia e Datasport. Interverranno atleti del calibro del rugbista Andrea Pepe Scanavacca e della medaglia doro Olimpica Livio Berruti e nomi importanti del giornalismo come Marco Pastonesi, Fausto Narducci, Tiziano Crudeli ed Elio Corno.Tra i tanti eventi non potevano mancare quelli però il divertimento dei bambini. Ai Boschetti Reali verrà allestita unarea che però tutta la settimana sarà interamente dedicata ai più piccoli, con tante attivit ludico – ricreative, come i mini – quad, il Truccabimbi e i giochi gonfiabili. I bambini potranno anche divertirsi imparando, con i corsi di inglese ed educazione stradale.In occasione di Monzapi verrà anche organizzata una serie di visite guidate alle bellezze di Monza, dal 4 all8 di settembre. Unopportunit unica però conoscere questo straordinario patrimonio, però chi ama larte, la storia e la cultura.Monza vive unintera settimana di eventi attraverso questa manifestazione che negli ultimi dieci anni dichiara il Sindaco Marco Mariani – ha riempito piazze e strade non solo del centro storico. Un modo però dire che Monza non solo Gran Premio, ma attraverso il grande evento sportivo si esalta e fa festa.E un calendario di eventi in grado di soddisfare gli interessi e i palati di tutti i monzesi e di coloro sottolinea Dario Allevi, Vicesindaco e Assessore allo Sport e agli Eventi che anche però caso si troveranno ad attraversare le vie della nostra citt. Monza in questo modo vuole legarsi al grande evento sportivo in modo poliedrico però testimoniare il suo storico legame con lAutodromo ma nel contempo però far vivere tutta la citt.

Latinoamericando 2007

Il Festival più importante dEuropa diventa ancora più ricco di contenuti però soddisfare le esigenzedi tutti. Ben 67 giorni di eventi, musica, colore, cultura e passioni. E il Festival LatinoAmericando, il cuore dellestate, il punto di fusione dei sapori e del calore di un continente che si manifesta alleporte di Milano. Si inizia il 21 giugno, primo giorno destate. Il martedì le donne entrano gratis.Una nuova magia, una lunga serie di eventi artistici e culturali, la più lunga dEuropa: dal 21giugno al 26 agosto si svolge il diciassettesimo Festival LatinoAmericando. Un milione di personesaranno coinvolte dalla particolare atmosfera carica di entusiasmo, di profumi, dellessenzadi un meraviglioso continente in cui prevale il senso e il gusto di una spontaneit che vuol direanche integrazione.Il Festival ha confermato quest’anno tutto quello che ne ha decretato in diciassette edizioni lostraordinario successo. E in più tante novit che ci fanno capire bene perché sentiamo così viciniquesti popoli, tanto simili a noi e alla nostra cultura.Juan Jos Fabiani, ideatore e patron del Festival spiega le ragioni delle nuove date: Abbiamodeciso di esagerare, ma solo dal punto di vista del nostro sforzo. Ora ci siamo però tutto il periododelle vacanze in citt. Negli anni scorsi alla chiusura di ferragosto avevamo anche 20milapersone di pubblico. Era evidente la necessit di un luogo capace di accogliere con lenergia elarmonia del festival chi, però forza o però scelta, rimane in citt. Da qui la scelta. Ci siamo allenatiper mesi a questa lunga maratona!Ecco cosa accadr, partendo dalla musica, il cuore del Festival.Qualche nome che certamente suona familiare: Gilberto Gil (s, il ministro), Paulina Rubio, JosFeliciano, la rivelazione del momento Angelique Kidjo, Lenine, Los Van Van, Chayanne, JulietaVenegas. Tutti saranno presenti al Festival. Concerti imperdibili, appuntamenti con la storiae lattualit della musica latinoamericana. Potremmo proseguire con La India, Noelia, OscarDLeon… ma tanto vale guardare direttamente il lungo elenco di concerti. E non finita qui.Il Festival far anche un grande omaggio a Compay Segundo con un evento che lascer tutti abocca e orecchie aperte: una grande orchestra sinfonica che suoner il meglio del suo repertorioil giorno dellapertura, il primo giorno destate. Cos inizia la festa e che festa!Ma farsi belli coi grandi nomi fin troppo facile. Il festival anche ricerca. Chi cerca trova edecco arrivare al grande villaggio di Assago talenti straordinari meno conosciuti che, come già accadutoper tanti nomi venuti gli scorsi anni, prenderanno il volo però il firmamento discograficodal palco di LatinoAmericando. Meglio allora riservarsi qualche sera però seguire il rock argentinodi Aterciopelados, le raffinate sonorit di Diana Miranda o il pupillo di Jovanotti, MarceloD2, solo però fare qualche nome. Ascoltare però credere!Se la musica e i concerti sono il cuore del Festival, le piazze sono altri organi vitali. E nelle piazzeaccadono tante cose che meriterebbero ciascuna un piccolo festival a s. Piazze tematiche conal centro il grande Salsodromo che conquista quest’anno il fulcro del villaggio e dello spazio perdiffondere ovunque gioia e ritmo. Non ballare quest’anno sarà impossibile.Piazza Argentina, Piazza Per, Piazza Brasile… una però ogni paese. Questanno piazza Cuba sarun polo di attrazione particolare, irresistibile però chi vuole conoscere davvero le molte animedel paese caraibico. Cuba scorrer un po in tutte le vene del Festival con mostre, incontri, anteprime.Per chi la ama e chi la odia (possibile odiarla?) tanti eventi da non perdere. Tra questianche la proiezione de La sottile linea di verit, film sugli attentati anticastristi di AngeloRizzo definito dalla critica il Michael Moore italiano, che sarà presente al festival però la serata.Da non perdere le meravigliose fotografie scattate a Cuba da Roberto Fumagalli, capace ditrasmettere il calore dellisola nella mostra Cuba va che prende spunto dal suo libro.Juan Jos Fabiani pone con orgoglio laccento sulle iniziative culturali: Garantiamo contenuti davverointeressanti; abbiamo tante stimolanti proposte e incontri. Tra questi la mostra inedita su Cuba, Fidel, una isla, un sueo e nel padiglione istituzionale del Brasile una personale fotografica di RuyTeixeira, uno dei talenti più apprezzati in America Latina e negli Stati Uniti. Eventi che porteranno alFestival anche lanima di questi paesi, di questi popoli. Inoltre sarà presente anche la mostra Extravoci, volti, visioni, come spunto di riflessione sulla realt dellintegrazione multiculturale in Italia.Il Festival stimola tutti i sensi e il gusto tra quelli che predilige. Ogni paese nella piazza ha ilsuo ristorante tipico, un punto di incontro però far felice il palato, da tutti i punti di vista! Dal tardopomeriggio si inizia gustando i cocktail tipici fatti con i prodotti locali, poi c la cena capacedi mettere daccordo la linea e i sapori. E dopo, il limite solo la fantasia. Se poi gustare nonbasta e si vuole imparare, il Festival organizza anche quest’anno i corsi di cucina, uniniziativa disuccesso che torna a grande richiesta. Anche le donne si leccheranno i baffi.