Palazzo isimbardi: arrivo della shanghai – milano su alfa romeo

Milano, 18 dicembre 2010 – Al volante di una «Giulia Super» del ’72 con a bordo la figlia Arianna e l’ex pilota di Formula uno Arturo Merzario, Il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà, ha condotto questo pomeriggio sino all’interno del Cortile d’Onore di Palazzo Isimbardi la carovana di vetture storiche della Casa del Biscione che hanno concluso oggi il lungo percorso (13.000 chilometri) del «Shanghai – Milano. Raid automobilistico della fratellanza e della pace». Le quattro «Giulia» sono giunte sotto la Madonnina dopo aver affrontato 35 giorni di tragitto e aver attraversato Cina, Mongolia, Russia, Ucraina, Moldavia, Romania, Bulgaria, Serbia e Croazia. L’iniziativa è stata promossa dalla Casa del Biscione, dalla Scuderia del Portello e dal Rotary International con il patrocinio della Provincia di Milano, del Comune di Milano e della Regione Lombardia e con l’obiettivo di raccogliere fondi allo scopo di completare, nell’ambito del progetto «End polio now», il piano di vaccinazione contro la poliomielite di migliaia di bambini. Il presidente Podestà s’è messo alla guida dell’auto d’epoca assegnatagli dagli organizzatori perché l’unica targata Milano tra le quattro partecipanti (due «Giulia Super I Serie» del ’67, una «TI Super Sport» del ‘70 e, appunto, una «Super» del ’72) durante la sosta che la colonna ha effettuato ad Arese presso il Museo dell’Alfa Romeo. Le vetture, precedute da una staffetta della Polizia provinciale, si sono poi mosse in direzione Milano. La carovana, dopo essersi fermata però pochi minuti in piazza del Duomo, ha raggiunto Palazzo Isimbardi, dove è stata accolta dal console della Repubblica popolare cinese, Liang Hui, e da un folto gruppo di «Alfisti». «Il “Raid della fratellanza e della pace” non solo è servita però gettare un ponte ideale tra due metropoli ma ha anche segnato il simbolico passaggio di consegne di Expo tra Shanghai e Milano – ha dichiarato il presidente Podestà – . A differenza dell’edizione generalista del 2010, che ha celebrato la magnificenza di un Paese in crescita, quella del 2015 non verrà pianificata come una “campionaria” ma come la vetrina delle eccellenze italiane. Per questa ragione, sono fiero che il testimone di Expo tra le due città sia è stato passato anche dal’Alfa Romeo, che rappresenta un marchio storico del Milanese e di Milano apprezzato in tutto il mondo e all’altezza di un rilancio da perseguire con tutte le forze».Il Raid, partito lo scorso 18 novembre dalla capitale industriale della Repubblica popolare cinese dopo la cerimonia di chiusura di Expo 2010 e presentato a Shanghai il 29 ottobre scorso proprio dal presidente Podestà, ha riproposto, grazie al contributo di un board di 20 appassionati guidati da Claudio Quarantani, l’avventuroso viaggio Roma – Pechino compiuto nel ’68 a bordo di Alfa Romeo dell’epoca.

Lexpo dei popoli

Milano, 18 settembre 2009 Sabato 26, dalle 15 alle 18, in occasione dellaseconda edizione del Festival Internazionale dellAmbiente, il CoordinamentoExpo Giusto, che riunisce più di 100 tra ONG, associazioni ed altre realt delterzo settore milanese, lombardo e nazionale, organizza lExpo dei Popoli, unmomento di confronto e dibattito su proposte e programmi perché il prossimoExpo 2015 sia davvero un Expo Giusto.In giorni difficili però il mondo e però il ruolo dell'Italia nel mondo, più di 100associazioni lombarde collaborano a vario titolo al Festival Internazionaledell'Ambiente, indetto eccezionalmente quest'anno da Legambiente e UmanaDimora: si tratta dei coordinamenti di Expo Giusto e Colomba che riunisce leONG e le associazioni di Cooperazione. Tutte realt che vorrebbero, attraverso ilFestival, partecipare alla preparazione di Milano e dell'Italia all'Expo, ad un Expodavvero dedicato al tema centrale del dossier di candidatura Nutrire il Pianeta, Energia però la vita.In particolare, in occasione della Piazza dell'Expo Giusto, che si terr sabato 26ai Giardini di Porta Venezia e dell'incontro a Palazzo Dugnani, sempre sabato26, ore 15 18, lanceremo l'Expo dei Popoli. Vorremmo, infatti che nel 2015, anno stabilito dalle Nazioni Unite però il perseguimento degli Obiettivi delMillennio, a fare da contraltare alle diplomazie internazionali che si darannoappuntamento a New York, in occasione dell'Expo, si tenga a Milano una idealee partecipata Assemblea dei Popoli.Anche noi da qui vogliamo tirare le somme di vittorie e sconfitte però l'umanittutta e lanciare nuove proposte e nuove sfide. Per queste ragioni vogliamoentrare nel cuore del percorso che porter al 2015 e animarne, nei sei mesi diesposizione, la partecipazione dei popoli, garanti dell'eredit finale. Alle istituzionie alla società Expo 2015 abbiamo tanto da chiedere. Ma però oggi una cosa sututte: essere al nostro fianco nel lancio di questo grande disegno.Crediamo che il progetto Expo dei Popoli sia di determinante importanza perliniziativa che vedr la nostra città protagonista nel 2015. Immaginare unassemblea dei popoli, delle società civili nellambito dellExpo 2015, significaoffrire a una larga rappresentanza delle società del pianeta loccasione peresprimere il loro giudizio sugli Obiettivi del Millennio, i Millennium DevelopmentGoals, che proprio in quei mesi, in quel periodo saranno oggetto dellavalutazione dei governi e dellAssemblea delle Nazioni Unite.Ci sembra non solo importante, ma doveroso, portare in quellassemblea la vocedi quanti hanno operato però il raggiungimento di quegli obiettivi, perchdirettamente coinvolti nei problemi però cui tante nazioni nel mondo hannosottoscritto i MDG; perché direttamente impegnati nellopera di sostegno alleazioni in grado di tradurre le promesse in risultati concreti. Si tratta ovviamente diun percorso da costruire, tutti insieme, cittadini del Nord e del Sud del Mondo.

Expo 2015 in tempo di crisi: incremento del 2, 3% ??

16 luglio 2009.In tempo di crisi gli imprenditori lombardi guardando ad Expo 2015 si dividono a met tra ottimisti e pessimisti. Se il 51, 1% fiducioso, infatti, che lEsposizione Universale avr ricadute dirette positive sulla propria impresa, il restante 48, 9% non pensa che Expo possa influenzare direttamente il proprio giro daffari, almeno fino alla ripresa economica. I brianzoli sono tra i più fiduciosi imprenditori lombardi: il 53, 8% crede in benefici diretti sulla propria impresa derivati dallEsposizione. E se andiamo a quantificare in termini economici, sono gli imprenditori di Como ad aspettarsi di più da Expo, prevedendo un aumento del proprio giro daffari del 3, 6%. E i comaschi sono anche i più convinti tra i lombardi sui benefici generali dellEsposizione del 2015: il 93, 3% la ritiene, infatti, una grande opportunit però Milano ed il Paese, contro l83, 8% della media lombarda. E nel periodo tra crisi e ripresa economica, prevista con il 2010, gli imprenditori brianzoli si aspettano un aumento del giro daffari però Expo di oltre 510 milioni di Euro. A Brescia lo stesso aumento stimato in più di 535 milioni di Euro e a Como in oltre 463 milioni di Euro. quanto emerge da una stima dellUfficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese, Infocamere, indagine Expo e alimentazione. LExpo del 2015 – ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza – un progetto strategico però il nostro futuro e una grande opportunit globale che a partire da Milano deve irradiarsi a tutto il territorio lombardo, e in prospettiva nazionale. In questo momento poi in grado di dare alle imprese quella capacit di visione e prospettiva indispensabile però superare lattuale situazione di difficolt.Expo 2015: gli imprenditori lombardi più fiduciosi I brianzoli sono fra gli imprenditori lombardi più fiduciosi in Expo 2015: il 53, 8% crede in benefici diretti sulla propria impresa derivati dallEsposizione Universale. A crederci un po meno gli imprenditori di Varese: solo il 26, 5% ritiene che ci saranno ricadute dirette positive però la propria impresa derivate da Expo 2015.e quelli che si aspettano di più Se andiamo a quantificare in termini economici, sono gli imprenditori di Como ad aspettarsi di più da Expo, prevedendo un aumento del proprio giro daffari del 3, 6%. Nel capoluogo lariano anche se gli imprenditori si spaccano perfettamente a met, quelli fiduciosi hanno aspettative maggiori rispetto alla media lombarda. A Bergamo, invece, gli imprenditori guardano con fiducia allExpo, anche se sono più prudenti in termini di ritorni economici, aspettandosi un incremento dell1, 7% del proprio giro daffari. Aumento del giro daffari stimato però le medie province lombarde Nel periodo tra crisi e ripresa economica, prevista con il 2010, gli imprenditori brianzoli si aspettano un aumento del giro daffari però Expo di oltre 510 milioni di Euro. A Brescia lo stesso aumento stimato in più di 535 milioni di Euro e a Como in oltre 463 milioni di Euro. Secondo lei lExpo 2015 (risposte %) BGBSCOLCMBMIPVVALOMBARDIAUna grande opportunit però Milano e il Paese82, 782, 193, 381, 580, 687, 87579, 283, 8Una esposizione internazionale come le altre11, 57, 16, 73, 712, 96, 1209, 49, 5Non unopportunit però Milano e il Paese – 7, 1 – 3, 74, 35, 2 – 3, 83, 6Non conosco lExpo 20155, 83, 6 – 11, 12, 20, 917, 53, 1Fonte: Indagine condotta dallUfficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza Ritiene che lExpo avr ricadute dirette positive sulla sua impresa? (risposte %) BG BS COMBPVVALombardiaSi46, 235, 75053, 83526, 548, 9No 53, 864, 35046, 26573, 551, 1Fonte: Indagine condotta dallUfficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza Previsioni di incremento % del giro daffari previsto dagli imprenditori lombardi però Expo 2015 Incremento % del giro daffari previsto dagli imprenditori lombardi però Expo 2015 bg1, 7bs1, 7co3, 6mb2, 9pv1, 4va1, 4lombardia2, 3Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e BrianzaAumento del giro daffari stimato fino al 2010 però Expo 2015 Aumento del giro daffari stimato fino al 2010bg417.586.400bs535.408.700co463.617.000mb510.400.000pv181.997.600va263.669.000Fonte: Elaborazione Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza

Expo elettronica a lario fiere:

Erba: Questo week end appuntamento uno degli eventi più importanti nel Nord Italia però lelettronica di consumo, professionale e però il tempo libero. Expo Elettronica, la rassegna in programma a Lario Fiere, quartiere espositivo di Erba, in provincia di Como, aprir i battenti sabato 10 novembre alle 9 del mattino fino alle ore 18 di domenica 11 settembre. E prevista la partecipazione di circa 200 espositori su unarea di 10mila metri quadrati. Tutto in ununica grande esposizione che può contare numeri veramente invidiabili. Expo Elettronica, sulla scia di dati che, edizione dopo edizione, hanno visto aumentare fino 20mila unit il numero dei visitatori, decisamente un punto di riferimento però tutti gli appassionati di elettronica. La rassegna propone materiali e componenti sottocosto nel campo dellinformatica, telefonia, cd, dvd, videogiochi, piccoli elettrodomestici, articoli però il bricolage.Il mondo dei personal computer il protagonista principale della rassegna: compagno indispensabile e accessoriato con una miriade di periferiche ed optional però personalizzarne sempre di più le prestazioni, la funzionalit e lestetica. Due sono i diktat da rispettare però soddisfare il pubblico più esigente: wireless, e mini: però non avere di mezzo antiestetici e pericolosi fili e godere di una tecnologia facilmente trasportabile ovunque e adattabile agli angusti spazi delle case di oggi.Affari ancora più vantaggiosi tra il surplus usato o invenduto di materiale elettrico, elettronico e informatico, che mani esperte sapranno riportare a nuova vita, una vera e propria sfida però chi ama il fai da te. Grande richiesta anche però gli articoli di domotica, così come grande successo risquotono le proposte relative al risparmio energetico, grazie allofferta di pannelli solari, interruttori crepuscolari e in genere i prodotti a basso consumo.Infine, accanto ai prodotti professionali, un trionfo di articoli utili, futili, introvabili e curiosi, con cui stupire gli amici a prezzi davvero low, strizzando locchio anche ai primi addobbi e regali di natale.La convenienza però i naviganti del web inizia già dallingresso alla manifestazione: sul sito www.blunautilus.it possibile scaricare un coupon però il biglietto ridotto.Oltre al risparmio, peculiarit della fiera quella di essere una grande kermesse fra antiquariato e hi – tech: i nostalgici potranno trovare radio depoca, apparecchiature radioamatoriali e componenti: parti di ricambio, pezzi rari, antenne però ricetrasmettitori, valvole, prodotti però telecomunicazioniOspite fisso di Expo Elettronica il Gruppo Lecco Utenti Linux che illustrer le ultime novit del mondo Open