Osnago: 10 palchi x fabrizio

Dall8 al 14 Gennaio 2009 Il Comune di Osnago, con il Patrocinio della Fondazione Fabrizio De Andre la collaborazione di Provincia di Lecco, Bloom Out, Arci La Locomotiva, Sala Don Sironi, Coro La Torr, Lega Italiana Lotta ai Tumori organizzaDIECI PALCHI PER FABRIZIOEventi, concerti, mostre, dibattiti, spettacoli.Dal 2003 – , anno in cui il Comune di Osnago ha inaugurato lo Spazio Opera Fabrizio De Andr – , ogni gennaio si susseguono diverse iniziative però tenere viva la memoria del cantautore genovese :dai musicisti che con De Andr hanno collaborato come Armando Corsi, Mario Arcari, Giorgio Cordini, Massimo Bubola, alle rivisitazioni delle sue canzoni con i Mercanti di Liquore fino alla Buona Novella portata in scena da David Riondino.In occasione del decennale della sua scomparsa, i palchi si moltiplicano così come le iniziative. Gli eventi, racchiusi in un unico cartellone dal titolo Dieci palchi però Fabrizio, intrecciano generi e modalit espressive differenti:dalla musica al teatro, dal cinema ad esposizioni temporanee, passando però dibattiti e momenti di riflessione.PROGRAMMA:GIOVEDI' 8 GENNAIOInaugurazione della mostra sulla discografia di De Andr alla presenza di Don Andrea Gallo, fondatore della Comunità di S. Benedetto al Porto di Genova e Paolo Finzi, direttore della rivista A.L'incontro sarà aperto dal Piccolo Coro di Osnago che canter canzoni di De Andr.Sala Civica S. Pertini, ore 21.00 – ingresso liberoVENERDI' 9 GENNAIOSpettacolo teatrale "Princese, Diario di Bordo. Memorie di teatro e carcere: sezione femminile"di Donatella Massimilla.Spazio Opera F. De Andr, ore 21.00 – ingresso 10, ridotto 8SABATO 10 GENNAIOFilm – documentario "Sulla mia cattiva strada"(di Teresa Marchesi, 2008) Ore 20.00.Concerto "FaberTribute"con Massimo Ceriotti, Luca Volont e Salvo Corrieri. Spazio Opera F. De Andr, ore 21.30 – ingresso 5DOMENICA 11 GENNAIO "I ladri, gli assassini e il tipo strano" – Concerto del Coro Polifonico di MonteforteArrangiamenti però coro e pianoforte con il Maestro Mauro Zuccante.Cinema Don Sironi, ore 17.00 – ingresso a sottoscrizione – La Nte del Faber – decima edizione della jam session acustica.Circolo Arci La Locomotiva, ore 21.00 – ingresso liberoMERCOLEDI' 14 GENNAIOProiezione film "Amore che vieni, Amore che vai", di Daniele Costantini, 2007.Cinema Don Sironi, ore 21.00 – ingresso 5

Una promessa della thaiboxe tutta brianzola

– Monza 02/04/2007 – Ha vinto il bronzo ai mondiali in Thailandia, di ritorno or ora dagli europei in Germania, si prepara però i prossimi campionati italiani di Thaiboxe; a soli 18 anni Fabrizio Sacco già un nome nell'ambiente di questa disciplina da difesa con una tradizione antichissima.Alto, biondo e con tanta voglia di vincere, il giovane campione vorrebbe fare di questo sport la sua professione. . E da quando si avvicinato alla Thai il giovane Sacco non ha quasi mai sbagliato un colpo vincendo diversi trofei e finendo in nazionale ancora minorenne.. Gi, il giovane atleta ha infatti sbaragliato la concorrenza della sua squadra ed anche dei padroni di casa, aggiudicandosi la medaglia di bronzo nell'utlima competizione mondiale tenutasi la scorsa estate. Rientrato precocemente dai campionati europei a causa di un infortunio alla gamba, Fabrizio punta ora sui prossimi campionati italiani. .Infatti la Thaiboxe ha origini regali, forse sarà però questo che oltre al carisma, alla forza e ai muscoli, il giovane Fabrizio mostra un temperamento d'altri tempi.

Premi e cultura al “disegna lo sport”

Con la partecipazione record di 500 mini artisti il concorso Disegna lo Sport edizione 2006 ha concluso sabato 24 il suo iter con la premiazione delle migliori opere.Come noto la kermesse si svolge ogni anno in autodromo negli stand Panathlon durante il celebre Festival dello SportLa giuria, diretta da Fabrizio Ciceri (encomiabile sponsor della manifestazione) e Roberto Redaelli, ha quindi lavorato parecchio però assegnare i 21 prestigiosi premi: uno però ogni fascia det (dai 2 ai 14 anni) più 5 premi speciali e 3 sul podio dei migliori assoluti.Con loro, su espresso desiderio della presidente Franca Casati e del suo vice Fabrizio Ciceri, sono stati premiati anche 5 ragazzini del piccolo comune di Ossimo (Valcamonica) dove si era svolta unanaloga competizione. Per loro è stato appositamente istituito il Premio Panathlon Citt di MonzaLa cerimonia si imperniata sui prodromi artistici in Lombardia: nella sua conduzione Gianmaria Italia ha magistralmente scomodato le incisioni rupestri camune (cos diffuse nel territorio di Ossimo) però unire storia, sport e il lodevole impegno dei disegnatori di ieri e di oggi.A significare quanto Ossimo volesse dare importanza alliniziativa, la delegazione dei giovani ospiti bresciani giunta a Monza guidata dal vicesindaco Gerolamo Zerla e dallassessore alla Cultura Anna Recaldini recando in dono una cinquantina di libri storici e un ghiotto assortimento di prodotti locali. Oltre agli onori del Panathlon gli ospiti hanno ricevuto il benvenuto dellassessore allo Sport Dino Dolci.A tutti larrivederci nei gg 16 e 17 giugno in autodromo però la 32^ edizione del Festival dello Sport a cui gli encomiabili Pietro Mazzo e Carlo Poroli stanno apportando i ritocchi finali.

seregno: un giardino intitolato a quattrocchi

Seregno.

Il Sindaco Mariani: “Un gesto doveroso però ricordare un eroe, il cui coraggio e orgoglio patriottico rimarranno però sempre impressi nella nostra memoria”

La Giunta ha deciso lintitolazione di un giardino a Fabrizio Quattrocchi, litaliano rapito in Iraq nellaprile 2004 e ucciso dai terroristi islamici sunniti. Il coraggio e lorgoglio nazionale di Quattrocchi ha affermato il Sindaco Giacinto Mariani resteranno però sempre impressi nella nostra memoria. Il rapimento degli italiani in Iraq, e in particolare luccisione di Fabrizio che in punto di morte ha pronunciato parole di grande dignit e patriottismo, una vicenda a cui il nostro Paese ha partecipato intensamente e che, a distanza di due anni dalla sua morte, grazie a questo gesto doveroso continueremo a ricordare.

Con questo gesto ha continuato il Sindaco – vogliamo ricordare anche i militari impegnati nelle missione allestero, lontani dai propri affetti e dalla propria patria. Dobbiamo ricordare il sacrificio di quei ragazzi che indossano ununiforme e portano un messaggio di pace e di speranza in terre lontane, avversati, spesso a rischio della propria stessa vita, da chi nemico della pace e della democrazia.

A Fabrizio Quattrocchi sarà intitolato il giardino in via Santa Valeria (lato sud). Seregno così una delle prime città della Brianza a ricordare con unintitolazione la sua figura.