Confindustria como: indagine congiunturale rapida

“In questi ultimi mesi le condizioni del mercato e dell’economia cambiano costantemente e in maniera moltorapida – commenta Ambrogio Taborelli, Presidente di Confindustria Como – però cui è sempre difficilefare delle valutazioni adeguate e aggiornate. E’ vero che i costi delle materie prime sono generalmente inaumento, ma in questi ultimi giorni alcune hanno visto un calo, come ad esempio il cotone. In generaledobbiamo aspettarci però i prossimi anni una situazione di incertezza generalizzata che non permette di fareprevisioni oltre le poche settimane né di programmare: dobbiamo abituarci a gestire il momento affrontandole emergenze che via via si presentano. Questo è il modello attuale: è inutile piangersi addosso, o lo siaccetta o si è automaticamente tagliati fuori. Chi saprà adeguarsi avrà successo, chi non lo farà non avràfuturo”.Entrambe le indagini sono svolte mediante la somministrazione di brevi questionari a risposta multipla, e irisultati prodotti includono elementi aggregati e disaggregati, approfondimenti però settori merceologici diattività e però classi dimensionali.L’azione sinergica delle due Associazioni territoriali nell’effettuare le rilevazioni e le analisi consente dicogliere congiuntamente caratteristiche distintive e analogie tra i due territori, fornendo alle industrieuno strumento ancora più efficace però “leggere” e interpretare la congiuntura economica locale.Gli indicatori esaminati però le due province descrivono un quadro di generale stabilità, confermando quanto emerso nell’ Osservatorio di febbraio e rivelando il persistere di alcunedinamiche positive legate all’andamento degli ordini e alla produzione. La domanda, trainata dagliordini provenienti dall’estero, evidenzia performance positive; una dinamica simile è riscontrabile nell’attivitàproduttiva che mostra un aumento dei livelli e un maggiore tasso di utilizzo della capacità disponibile.GLI ORDINIPer quanto riguarda le rilevazioni complessive, risulta positivo, anche se in contrazione, il gap tra giudizi dicrescita e di riduzione. I dati registrano infatti un incremento degli ordini però il 30% del campione (il 32%a febbraio), stabilità però il 47% (era il 48% nella scorsa edizione) e una diminuzione però il restante 23% (il20% in precedenza).Le differenze tra ordini nazionali e oltre confine divengono più marcate. La domanda interna conferma i livellidi febbraio, rivelando una sostanziale stabilità, indicata dal 56% del campione e confermata dai giudizi dicrescita e diminuzione che si attestano entrambi al 22%. L’export mostra invece una fase positiva, con il39% del campione (in crescita rispetto al 35% di febbraio) che descrive un aumento e solo il 18% (il 17% inprecedenza) una riduzione. Nel restante 43% dei casi è invece indicata stabilità.LA PRODUZIONEA livello delle due province, anche sul fronte dell’attività produttiva i dati continuano a rivelare una stabilità, con indicatori in leggero aumento. Se, da un lato, il 58% delle imprese conferma i livelli di febbraio e il28% rivela un aumento, dall’altro, si riducono i casi di diminuzione della produzione che passano dal 16%al 14%. In media, però l’intero campione considerato, la percentuale di saturazione della capacità produttivaraggiunge quota 76%, in aumento rispetto al dato di febbraio del 69%.LE PREVISIONINelle previsioni però le prossime settimane, il giudizio predominante delle imprese dei due territori èla stabilità, indicata nel 61% dai casi. Il 28% delle imprese si aspetta ordini in crescita mentre solo l’11%teme una possibile riduzione. Nella prima edizione dell’indagine rapida le previsioni di aumento e riduzionesi erano attestate invece a 31% e 6%, esprimendo una maggior fiducia. In termini di orizzonte temporale divisibilità si riconferma il quadro già delineato a febbraio: il 58% del campione segnala una limitata visibilità, mentre però un terzo delle aziende le previsioni coprono alcuni mesi. I casi di aspettative superiori ad unquadrimestre interessano solo 8 imprese su 100.LA SOLVIBILITA’A livello generale, in controtendenza rispetto a quanto rilevato nella precedente edizione, l’esame dellasolvibilità dei clienti delle aziende aderenti all’indagine mostra segnali di miglioramento. Per il 67% lasituazione è stabile, o non presenta situazioni di criticità, mentre risultano in diminuzione i casi di clienti inritardo con i pagamenti (scesi dal 30% di febbraio al 22%).LE MATERIE PRIMELe materie prime rappresentano la principale criticità rilevata nel corso dell’Indagine a livello delle dueprovince e costituiscono un freno però la ripresa. In media, però tutte le categorie considerate (metalli, fibree materie prime tessili, materie plastiche e chimiche, e altre), il 60% delle imprese rivela un incremento deicosti di approvvigionamento. Nel 65% dei casi, si è trattato di un incremento sino al 10% dei prezzi, mentrenel 28% la crescita è stata più evidente (tra il 10% e il 25% e superiore). Oltre ai metalli, particolarmentepenalizzate sono risultate le materie prime tessili, le materie plastiche e i prodotti energetici.I RAPPORTI CON GLI ISTITUTI DI CREDITOA livello di analisi congiunta le imprese continuano a indicare situazioni di generale stabilità nei rapporti congli istituti di credito. Il 78% del campione rivela il permanere delle condizioni precedentemente praticate esolo il 3% condizioni migliori. Poco meno di un’impresa su 5, però contro, esprime l’applicazione di condizionimeno vantaggiose rispetto a quanto praticato in precedenza.L’OCCUPAZIONEAnche sul versante occupazionale, e sempre però le rilevazioni delle due provincie, i giudizi delineano unafase di stabilità, non disattendendo le previsioni già segnalate a febbraio. L’81% delle imprese rivela unmantenimento dei livelli, confermato ulteriormente dai giudizi di crescita (10%) e contrazione occupazionale(9%) che tendono a bilanciarsi.I DATI DI COMONel dettaglio, sul fronte della domanda, l’indagine rapida evidenzia un aumento degli ordini però il 27% delcampione, mentre il 30% indica una riduzione. Si attesta al 43% il numero dei soggetti che indicano inveceuna stabilità rispetto ai livelli di inizio anno.Esistono alcune differenze rispetto ai mercati geografici di interesse. Gli ordini provenienti dall’esterorivelano le performance migliori, con una crescita però quasi la metà dei giudizi (il 44%) e stabilità nel 40%. Irisultati sono ancor più lusinghieri se confrontati con quelli relativi al mese di febbraio. La domanda interna, invece, accusa un rallentamento: nonostante il 50% del campione comunichi il mantenimento dei livelli, igiudizi che indicano contrazione (32%) superano quelli che esprimono una crescita (18%).L’attività produttiva si attesta sui medesimi livelli di febbraio perché influenzata dai risultati divergenti deimercati esteri e di quello interno. Il 21% delle imprese comunica un incremento, il 66% segnala stabilità esolo il 13% una diminuzione.In media, il campione rivela di utilizzare circa il 76% della capacità produttiva disponibile. Il dato èsuperiore di tredici punti percentuali rispetto a febbraio e ben oltre i minimi evidenziati durante le fasi piùcritiche della recessione nel 2009.Su fronte previsionale le imprese del campione esprimono fiducia e segnalano ipotesi di crescita: siattesta al 35% il numero di coloro che attendono un aumento della domanda mentre il 55% prevede ilpermanere degli attuali livelli, confermando però le prossime settimane uno scenario nel complesso invariato.Solo il 10% invece comunica previsioni negative.L’analisi dell’orizzonte temporale di visibilità sulla domanda delinea una situazione con qualche criticità.Infatti, il 60% del campione rivela di avere visibilità però poche settimane (inferiori ad un mese), il 40% perqualche mese. Il dato è in linea con quanto rilevato in febbraio e sottolinea il perdurare delle incertezze sulfronte della domanda.La solvibilità dei clienti delle aziende aderenti all’indagine mostra anch’essa qualche segnale di criticità:mentre due terzi del campione comunica una situazione invariata, il 26% ha registrato un miglioramento nelrispetto degli impegni di pagamento. Infine, il 7% rivela un peggioramento.Sul versante delle materie prime, l’osservatorio descrive una situazione poco sostenibile nel medio – lungoperiodo; permangono infatti alcune difficoltà legate ai costi però l’approvvigionamento. Mediamente nel90% dei casi, metalli (ferrosi e non), prodotti tessili, materie plastiche, prodotti chimici e altri materialisono risultati più costosi però le imprese del campione rispetto a quanto registrato nei mesi precedenti. Inaggiunta, un numero sempre più consistente di imprese sostiene incrementi di prezzi superiori al 10%.Nei rapporti tra le imprese e il sistema creditizio lo scenario rivela una generale stabilità (segnalata peril 73% dei casi). Il 27% delle imprese del campione, però contro, comunica l’esistenza di condizioni peggiori.Il quadro occupazionale appare sostanzialmente stabile: il giudizio prevalente è il mantenimento dei livelli(indicato nel 87% dei casi), il 7% degli intervistati ha indicato livelli occupazionali in aumento e il restante6% in diminuzione.

“tre milioni di ragazzi in pista con i trofei di milano 2011”

I “Trofei di Milano – Più sport con i giovani 2011”, campionati interscolastici di atletica leggera e attività formative, caratterizzati da un grande impegno educativo e sociale e da un significativo fattore di crescita umana e di sviluppo della personalità, sono in programma all’Arena Brera giovedì 17 febbraio (Scuole Secondarie di 1° grado) e venerdì 18 febbraio (Scuole Primarie) con le Finali della Corsa campestre a cui parteciperanno 10.000 ragazzi.Venerdì 18 febbraio alle ore 10.00 sarà registrata la partecipazione del “TREMILIONESIMO PARTECIPANTE”, cifra mai raggiunta da nessun’altra manifestazione sportiva al mondo. Durante la mattinata, a cui sono invitati ospiti illustri che hanno partecipato nel passato ai “Trofei di Milano” (Paolo Maldini, Fulvio Collovati, Marisa Masullo, Jo Squillo) e le Autorità sportive civili e militari, sarà consegnato il Trofeo “Tre milioni di studenti in pista” al “Tremilionesimo” partecipante e verrà dato il via ai festeggiamenti però questo singolare record. Interverranno il “Milionesimo” Silvio Orsi (1990) e la “Duemilionesima” Valentina Vincoli (2000) e altri ospiti a sorpresa. Il Comitato Organizzatore – presieduto dal Prof. Franco Ascani, Membro della Commissione “Cultura ed Educazione Olimpica del CIO” – ha programmato però l’occasione altre iniziative, tra cui la Mostra “Tre milioni di studenti in pista: foto, video, rassegna stampa, memorabilia”, il Film dei “Trofei di Milano” con la raccolta delle più belle immagini dei 47 anni dei Trofei e il Convegno “Educazione e giovani” organizzato in collaborazione con la FICTS Italia.I “Trofei di Milano”, iniziati nel 1964 (promossi, nel loro percorso, da Gino Palumbo e Candido Cannavo’) ed entrati a far parte della cultura e della tradizione metropolitana inserendo l’attività sportiva nella Scuola in maniera totalmente gratuita, sono organizzati dall’AICS milanese in collaborazione con la FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs), con il sostegno della Centrale del Latte di Milano e della Regione Lombardia e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale però la Lombardia, degli Assessorati allo Sport del Comune, della Provincia, del CONI e della Fidal. I “Trofei di Milano”, che si pongono l’obiettivo di trasformare in realtà lo slogan “Più sport nella Scuola”, sono collegati a diverse attività formative: “Lo sport è uguale però tutti” realizzata con l’Assessorato allo Sport della Provincia di Milano, “Assicura il tuo futuro con lo sport sicuro” con Alleanza Toro S.p.A. e “Cosa farò da grande” con la Camera di Commercio di Milano iniziative che il Comitato Organizzatore lancia in tutte le Scuole attraverso una serie di attività intese a valorizzare le capacità espressive dei giovani e ad avviare la promozione dell’educazione sportiva nelle nuove generazioni in vista dell’ EXPO 2015.Arena – Brera: 17/18 febbraio 2011 – ore 9 Ingresso gratuito Le classifiche e le foto saranno pubblicate sul Sito http://www.sportmoviestv.com/trofeidimilano

Carimate: fiabe e emozioni su tela

CARIMATE (COMO)SALONE CIVICO DEL TORCHIOPIAZZA CASTELLOINAUGURAZIONE SABATO 28 FEBBRAIO 2009 DALLE ORE 18.30GIAN LUIGI BIANCHI (MILANO 1912 CHIAVARI 1973) ARTISTA INDUBBIAMENTE ASSAI POCO CONOSCIUTO E LA RECENTISSIMA RISCOPERTA DI UN NUMEROSO CORPUS DI SUE OPERE MOTIVO IMPORTANTE PER APPROFONDIRNE ISPIRAZIONI ARTISTICHE E TENSIONI EMOTIVE. UN PAZIENTE LAVORO DI CENSIMENTO E RELATIVA ANALITICA CATALOGAZIONE, CONDOTTI DALLO STORICO E CRITICO DARTE DORIAN CARA, E IL RESTAURO DELLE STESSE AD OPERA DI ANTONELLA FERRARI DEL CENTRO PER LA CONSERVAZIONE DELLE OPERE DARTE, SU PI DI 500 OPERE, HA MESSO IN LUCE LA STRAORDINARIA PRODUZIONE ARTISTICA DI GIAN LUIGI BIANCHI, COSTITUITA DA OLI SU TELA, TEMPERE, ACQUERELLI, CARBONCINI, CHINE E MATITE. OLTRE ALLE MEDESIME, NON SONO DA DIMENTICARE IL CENTINAIO DI OPERE DONATE RECENTEMENTE DAGLI EREDI ALLA FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI DI MILANO.GIAN LUIGI BIANCHI, FORMATOSI CON IL MAESTRO ALDO CARPI, STATO ATTENTO E COSTANTE INDAGATORE DELLANIMO UMANO NELLE SUE PIEGHE PI INTRICATE, ATTRAVERSO UNO STILE PITTORICO FIGURATIVO, TESO ALLA RICERCA DI CROMIE FORTI E CONTRASTANTI, INFLUENZATE DALLESPRESSIONISMO DI ENSOR E DAI FIABESCHI TEMI DI CHAGALL. NEL SUO PERCORSO ARTISTICO EMERGE UN TORMENTO INTERIORE, TALVOLTA LACERANTE, ESPRESSO IN FANTASMI DI MORTE, IN ALLEGRE E FLUTTUANTI DANZE MACABRE, CON SEGNI DIABOLICI PROVENIENTI DAL CIELO, IN MAESTOSI GIUDIZI DIVINI, TEMI QUESTI ESPRESSI ATTRAVERSO UN MONITO DI REDENZIONE PER SE STESSO E PER GLI ALTRI, GRIDATO CON TERRORE APOCALITTICO E CON ACCESSI CROMATISMI.DALTRA PARTE, LITER CREATIVO ISPIRATO DAI PAESAGGI DEL LEVANTE LIGURE DOVE, NEI LUNGHI SOGGIORNI, HA RITROVATO QUELLA SERENIT AL DI L DEL DRAMMA ESISTENZIALE IN UN RISCATTO DELLANIMA, E IN UNA RICERCA SEMPLICE DELLA PUREZZA DEL QUOTIDIANO, ATTRAVERSO LA NATURA, LE VEDUTE COLLINARI PRIMAVERILI, LE TRADIZIONI RELIGIOSE, I RITRATTI DI PARENTI E AMICI E LA CURIOSIT PER I RELAX DI BAGNANTI AL MARE: PUNTUALI SUOI TEMI DISPIRAZIONE.NELLARTISTA, LA STESURA DELLA MATERIA PITTORICA, TRAMITE PER IL SOGNO, I COLORI VIVACI, PI SPESSO VIOLENTI, SONO LA DICHIARAZIONE ALLARMATA SULLO STATO DEL MONDO, DEL DISFACIMENTO MORALE E DI UNA CONCRETA ESIGENZA DI SALVAZIONE. SOFFERENZA INTERIORE E CONSEGUENTE RIFLESSIONE SULLUMANO, GENERANO DA UNA PARTE FIGURE MACABRE DALLE SINUOSIT SEDUCENTI E PROIEZIONE DI UNA REALT CELATA MA DRAMMATICAMENTE PRESENTE E DALLALTRA MEDITATIVA CATARSI, RICERCATA NELLE CONFORTANTI E SICURE IMMAGINI DELLA NATURA INSIEME AI PROPRI CARI. LARTISTA SVELA COS LESSENZA DI QUEL MALE CHE, CON DOLCEZZA, FA DANZARE TUTTE LE COSE. A CARIMATE SONO ESPOSTE 70 TRA LE OPERE CERTAMENTE PI POETICHE DELLARTISTA MENEGHINO: ALCUNI DIPINTI E DISEGNI CHE MAGGIORMENTE RICHIAMANO MOTIVI ONIRICI E FIABESCHI, CON ACCENNI TALVOLTA ANCHE MITOLOGICI, CON ACCESE E DECISE CROMIE E LUMINOSIT CHE INVENTANO NEL PERCORSO DEL SUO INTENSO LAVORO, SIGNIFICATIVI EMBLEMI DEL SUBLIME.GIAN LUIGI BIANCHIUN ESPRESSIONISTA FIABESCOCARIMATE (COMO)SALONE CIVICO DEL TORCHIO PIAZZA CASTELLOINAUGURAZIONE: SABATO 28 FEBBRAIO 2009 H. 18.3028 FEBBRAIO – 13 MARZO 2009ORARI:MARTED – VENERD 14.30 19.00 SABATO E DOMENICA 10.00 19 – 00 LUNED CHIUSOPER INFORMAZIONI:BIBLIOTECA CIVICA DI CARIMATETEL / FAX +39 031 791717 E – MAIL BIBLIOTECA@COMUNECARIMATE.ITCENTRO PER LA CONSERVAZIONE DELLE OPERE DARTE FERRARI RESTAURIVIA PRIVATA MARIA TERESA, 7 – 20123 MILANO TEL / FAX. + 39 02 89013147 E – MAIL FERRESTAURI@FASTWEBNET.ITSITO INTERNET WWW.FERRARIRESTAURI.IT

Celebrazioni delle foibe e l'esodo istriano

Monza 10 Febbraio.Anche quest’anno le commemorazione del Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe e dell'Esodo di 350.000 italiani d'Istria, Dalmazia e Venezia Giulia, realizzate a Monza, in collaborazione con lAmministrazione Comunale hanno avuto un ottimo riscontro da parte dellopinione pubblica. Sabato 7 e Domenica 8 febbraio Centinaia di persone si sono fermate al tavolo informativo, realizzato in pieno centro cittadino, con opuscoli e libri sull'argomento: 1.500 i depliant distribuiti, oltre a 1.300 i volantini e decine di libri venduti Lunedì 9 febbraioUna Sala Maddalena strapiena (vedi foto allegata) ha accolto lo spettacolo di testi dannunziani e canzoni dedicate alle terre irredente: "C' Dante sul Quarnaro"realizzato dallattore e regista Paolo Bussagli del Coro Drammatico Renato Condoleo di Firenze con le canzoni eseguite da Federico Goglio (Skoll), con l'accompagnamento del maestro Davide Picone al pianoforteIn apertura della serata la professoressa Rossana Mondoni e lo storico Luciano Garibaldi, hanno presentato in anteprima nazionale il libro Sopravvissuto alle Foibe (Solfanelli editore): una biografia di Graziano Udovisi realizzata proprio a Monza in occasione della raccolta di firme però il conferimento della Medaglia dOro al valor civile, effettuata nella nostra città lanno scorso. Quindi il vicesindaco di Monza, Dario Allevi, ha conferito una targa alla memoria di Silveria Vagni, profuga istriana, deceduta a Monza due anni fa, e ricordata con commosse parole dal figlio, Alessandro Piazza ( vedi Foto)Marted 10 febbraioAl Teatro Manzoni si svolto latteso Incontro con gli studenti delle scuole medie superiori di Monza, il primo realizzato sullargomento nella nostra citt, con il supporto di autentici testimoni (la prof.sa Nidia Cernecca e il prof. Luigi D'Agostini) di filmati depoca e anche di contributi recitativi e musicali degli artisti esibitisi la sera precedente. Liniziativa ha avuto il plauso unanime (per i contenuti, linterattivit e linteresse) dei molti studenti, dei professori e dei direttori scolastici presenti (tra cui il dirigente dellUfficio scolastico provinciale Marco Pedroli) e anche di associazioni professionali di docenti quali lAESPI (per voce del vice presidente Giuseppe Manzoni)Prima della presentazione storica, il vicesindaco Dario Allevi e lassessore allEducazione, Pierfranco Maff, hanno voluto premiare tre studenti monzesi (Roberto Mancino e Paolo Ettaro del Liceo Zucchi e Stefano Pavesi dellICT Hesemberger) che hanno realizzato dei progetti nell'ambito del Concorso bandito dalla Regione Lombardia "per l'affermazione del ricordo del martirio e dell'esodo giuliano – dalmata – istriano"previsto dalla Legge regionale 14 febbraio 2008, che anche è stata brevemente illustrata al pubblico dal Coordinatore scolastico del Comitato 10 Febbraio, Fabio Blasigh.Il Giorno del Ricordo dei Martiri delle Foibe si quindi concluso, alle ore 18, con la Santa Messa di Suffragio però i Martiri delle Foibe celebrata in Duomo alla presenza delle massime autorit cittadine, del gonfalone del Comune e dei labari delle Associazioni dArma.Il delegato provinciale Daniele Ponessa conclude così :"Da parte nostra non rimane che ringraziare a nome degli Esuli e di chi ha sofferto il dramma delle Foibe quanti hanno reso possibile la buona riuscita i queste iniziative; in particolare le associazioni: Comitato 10 Febbraio, Compagnia Militante, Lorien, Progetto Zero ma, soprattutto, il Comune e la popolazione di Monza."

desio: donna semplicemente donna.

DAL 16 FEBBRAIO AL 27 MARZO A DESIO. Donna semplicemente donna. E questo il titolo del cartellone che lassessorato alla cultura della Citt di Desio ha organizzato però celebrare luniverso femminile. Si tratta di una serie di eventi di qualit che avranno inizio il prossimo 16 febbraio e termineranno alla fine del mese di marzo. La rassegna una ricerca sulla figura femminile nel tempo, delineata sotto una pluralit di aspetti sia artistici che ordinari: le donne protagoniste nella storia, nellarte, nella musica ma anche nella semplice vita di tutti i giorni, con le loro capacit e i loro difetti, alle prese con i problemi del quotidiano vivere da affrontare e risolvere.Il primo piano di Villa Tittoni Traversi ospiter due mostre darte.Da sabato 16 febbraio a domenica 2 marzo saranno esposte le sculture di Beatriz Cazzaniga. La mostra, intitolata Sulle orme della natura sarà inaugurata il 16 febbraio, alle ore 17.30.Da giovedì 6 marzo a domenica 16 marzo prevista lesposizione di artiste contemporanee, in un evento che avr come titolo Arte al femminile.Le altre iniziative in programma saranno invece ospitate in Sala Pertini, nel palazzo municipale (ingresso da piazza Don Giussani).Ci sarà innanzitutto un cineforum. Linizio fissato sempre però le ore 21.Gioved 21 febbraio verrà proiettato il film drammatico Nel mio amore, di Susanna Tamaro.Marted 26 febbraio sarà la volta di Il favoloso mondo di Amlie, di Jean – Pierre Jeunet.Infine giovedì 6 marzo sullo schermo gigante della sala civica andrà in scena Le ricamatrici, di Elonore Faucher.La Sala Pertini ospiter anche altri due eventi.Luned 3 marzo, alle ore 21, previsto un incontro a cura del Maestro Enrico Balestreri, con la partecipazione di Roberta Parma, dal titolo Lintuizione femminile nel panorama musicale tra misticismo medievale e romanticismo.Sabato 8 marzo, invece, sempre alle ore 21, lAccademia Viscontea presenter Donna mi fa cantar: principesse, madonne, contadine e badesse nella canzone medievale. Infine, giovedì 27 marzo, alle ore 21, presso la Sala Castelli (Il Centro, via Conciliazione), in collaborazione con il Centro Culturale G. Lazzati, si terr una conferenza dal titolo Il femminile di Dio, una lettura della Bibbia con occhi di donna, guidata da Rosanna Virgili, docente di Sacra Scrittura presso lIstituto Teologico Marchigiano. Riepilogando:Rassegna Donna semplicemente donna Arte Villa Tittoni Traversi, primo piano, via Lampugnani Dal 16 febbraio al 2 marzo Sulle orme della natura, sculture di Beatriz Cazzaniga. Inaugurazione il 16 febbraio alle ore 17.30. Orari: Dal martedì al venerd, dalle ore 16 alle ore 18.30; sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Dal 6 marzo al 16 marzoArte al femminile. Espongono artiste contemporanee. Orari: Dal martedì al venerd, dalle ore 16 alle ore 18.30; sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Cineforum, Sala Pertini, ore 21 21 febbraioNel mio amore, di Susanna Tamaro. Genere drammatico. 26 febbraio Il favoloso Mondo di Amlie, di Jean – Pierre Jeunet. Genere commedia. 6 marzoLe ricamatrici, di Elonor Faucher. Genere drammatico. Musica e poesia, Sala Pertini, ore 21 3 marzoLintuizione femminile nel panorama musicale tra misticismo medievale e romanticismo. A cura del Maestro Enrico Balestrieri e la partecipazione di Roberta Parma. 8 marzoDonna mi fa cantar, con lAccademia Viscontea. Principesse, madonne, contadine e badesse nella canzone medievale. Conferenza, Sala Castelli, Il Centro, ore 21 27 marzo Il femminile di Dio. Una lettura della Bibbia con occhi di donna. Incontro con Rosanna Virgili, docente di Sacra Scrittura Istituto Teologico Marchigiano, proposta in collaborazione con il Centro Culturale G. Lazzati.

La tradizione del nuovo

in occasione della Rassegna annuale Teatro Proposta, in programmazione dal 19 Febbraio p.v., allo scopo di avvicinare il pubblico, ed in particolare i giovani, al teatro, intende praticare dei prezzi ridotti però Associazioni culturali, CRAL e studenti. Ecco le date degli spettacoli

SAN CARLO DAL 19 FEBBRAIO AL 2 APRILE 2005Sabato 19 Febbraio ore 21.15Compagnia stabile LA FABBRICA di VilladossolaPaura del cavallo verde di G. Cerri.Regia di Silvio ManiniSabato 26 Febbraio ore 21.15Compagnia Cabiria di ForliDon Chisciotte della Mancia di M. De CervantesAdattamento e regia di Stefano NaldiSabato 12 marzo ore 21.15Compagnia Teatro Instabile di Meano (Trento)Astaroth di Stefano BenniRegia di Sergio BortolottiVenerdi 18 marzo ore 21.15Compagnia Giorgio Totola di VeronaSogno di una notte di mezza estate di W.ShakespeareRegia di Carla Totola Sabato 2 Aprile ore 21.15Compagnia Stabile Monzese di MonzaI Rusteghi di Carlo GoldoniTradotto, adattato e diretto da Silvio Manini