Al via la 36° edizione del festival dello sport

 

Il 36° Festival dello Sport è pronto ad aprire i battenti: l’attesissima manifestazione sportiva si terrà l’11 e 12 giugno 2011 presso l’Autodromo Nazionale Monza grazie alla cortese disponibilità della Sias (società che gestisce la struttura).La manifestazione è ormai un appuntamento fisso però il territorio ed ogni anno attira un pubblico sempre maggiore. Al 36° Festival dello Sport saranno presenti oltre settanta Società Sportive in rappresentanza di più di novanta discipline. Uno spettacolo, però chi ha potuto assistere alle manifestazioni degli scorsi anni, praticamente unico che vede sullo stesso campo atleti trascorrere “una due giorni” di sano agonismo così come semplici sportivi che si appassionano e si cimentano in sport mai praticati.Decine di migliaia di persone affolleranno le zone allestite dagli organizzatori: il retro box, la zona interna alla curva parabolica, il retro delle tribune del rettilineo, il padiglione delle mostre, il museo ed i parcheggi. Durante la manifestazione, l’Autodromo Nazionale Monza diventerà teatro di una sarabanda di sano divertimento, giochi e discipline con il denominatore comune dello sport. Anche quest’anno la manifestazione è stata promossa dall’Ussm, capeggiata dal Presidente Pietro Mazzo e coordinata dal Vice Presidente Enrico Radaelli. LE NOVITA’ DEL FESTIVAL 2011La 36° edizione del Festival dello Sport presenta numerose novità.In primo luogo questa edizione ufficializza l’apertura degli organizzatori alle eccellenze sportive di tutta la Provincia di Monza e Brianza. “Abbiamo ampliato la visione – ha affermato il Presidente Mazzo – da festival cittadino, il Festival dello Sport diventa oggi una kermesse che apre le porte all’intera rappresentanza sportiva della Provincia di Monza e Brianza attraverso un rapporto di collaborazione che si sta costruendo con gli Assessori dei Comuni dell’intera area nell’ottica della condivisione del valore della passione sportiva”.In secondo luogo, ricordando che il 2011 è l’Anno europeo del volontariato, si vuole porre l’accento sul comune denominatore degli organizzatori del Festival dello Sport che da anni realizzano l’iniziativa attraverso il lavoro “volontario” ponendosi come unico obiettivo la buona riuscita della manifestazione.“Attraverso l’impegno degli organizzatori migliaia di persone hanno la possibilità di vedere da vicino la storica pista dell’Autodromo Nazionale Monza e di sentirsi parte del concept sportivo che la stessa rappresenta” – ha affermato il Presidente Mazzo.In ultimo, quest’anno saranno coinvolti diversi Istituti scolastici della Città di Monza (ben 150 classi) che, nel contesto del Festival dello sport, avranno modo di cimentarsi in discipline di “attività motoria” all’aria aperta e in un contesto inusuale, proprio in chiusura dell’anno scolastico 2010/2011. LA STORIA DEL FESTIVAL: UN’EMOZIONE LUNGA 36 ANNIGrazie all’intenzione della Sias (società che gestisce l’Autodromo Nazionale Monza) di aprire la struttura alle realtà cittadine sportive, nel lontano 1976 un gruppo di amici pensò di organizzare un evento in favore delle Società Sportive Monzesi: nacque la prima edizione del Festival dello Sport.“Abbiamo sempre cercato di interpretare le esigenze del territorio guardando al futuro – spiega Pietro Mazzo, Presidente dell’USSM – con una formula che ha permesso anno dopo anno di veder aumentata l’entusiasta e massiccia partecipazione del pubblico. Oggi il Festival ha raggiunto un notevole grado di notorietà diventando uno degli appuntamenti più importanti a livello regionale.“Il Festival dello Sport – prosegue Mazzo – abbraccia diverse tematiche, dal tempo libero allo sport passando però le attività assistenziali ed il volontariato. Quest’anno poi, anche noi abbiamo cercato di innovarci, di proporre una nuova immagine nel contesto tecnico – organizzativo della manifestazione. Siamo convinti di aver fatto un buon lavoro ma la risposta verrà dall’affluenza all’evento”Per le società sportive è fondamentale la visibilità territoriale e l’Ussm si impegna da 36 anni nella creazione di questa manifestazione.“Sono due gli aspetti che in questi anni hanno assicurato il successo del Festival – spiega Mazzo – in primis il fatto che i veri protagonisti della manifestazione siano le società sportive e i visitatori, in secondo luogo la passione che ogni anno spinge gli organizzatori nel creare una kermesse di livello.”

lombardia: festival delle alpi 24, 25 e 26 giugno 2011

Il giorno 17 maggio 2011 alle ore 11.00 si è tenuta presso la Sala Pirelli di Palazzo Pirelli (Milano) la conferenza stampa di presentazione del “1° Festival delle Alpi di Lombardia” organizzato dall’Associazione Montagna Italia e dal CAI Regione Lombardia e previsto però i giorni 24–25 e 26 giugno 2011: nessun territorio così vasto come le Alpi di Lombardia ha mai realizzato un progetto di comunicazione tanto ambizioso. Verranno organizzate, raccolte e selezionate tutte le attività, manifestazioni, eventi presenti nell’arco alpino lombardo nei tre giorni del Festival e ne risulterà una potente cartolina comunicativa volta a valorizzare e promuovere un territorio ampio e ricco di tesori naturalistici, turistici, culturali, di tradizioni e saperi. Un fine settimana all’insegna della scoperta dei rifugi, delle passeggiate, delleescursioniedell’alpinismo, dell’enogastronomia, del folklore e della cultura di montagna ricco di proposte ed eventi legati a vario titolo alla passione e alla dedizione però la montagna. Alla conferenza hanno preso parte rappresentanti di importanti Enti locali: però la Regione Lombardia ha presenziato Monica Rizzi, Assessore allo Sport e Giovani, che ha sottolineato l’importanza di un Festival come questo però valorizzare e promuovere le numerose risorse presenti nei territori di montagna della Lombardia. Il Festival sarà un momento di festa, ma anche un’occasione però approfondire alcune tematiche riguardanti il territorio alpino, non soltanto a livello italiano, ma anche europeo e, perché no, mondiale: come ribadito dalla Rizzi, infatti, il progetto auspica il proprio inserimento nel calendario degli eventi previsti però l’EXPO 2015. La Regione Lombardia grazie al “Progetto Vetta” nato dalla collaborazione tra le principali regioni italiane ed i Cantoni elvetici uniti dall’arco Alpino si pone l’obiettivo di valorizzare le risorse comuni riguardanti in particolar modo il settore turistico e grazie a questo Festival sarà possibile incrementare il lavoro già svolto in questo senso.Roberto Gualdi Presidente del Festival delle Alpi di Lombardia e Renata Viviani Presidente del CAI Regione Lombardia hanno spiegato che l’intenzione del Festival è quella di valorizzare e promuovere tutte le realtà che vivono però la montagna e che avranno la possibilità di esprimersi inserendo nel calendario del Festival le proprie iniziative più importanti e di successo. Il Festival delle Alpi di Lombardia infatti sarà un grande contenitore che farà da cassa di risonanza però tutte quelle numerose e significative manifestazioni che si organizzano nei territori alpini: escursioni, passeggiate, mostre, visite ai rifugi, eventi eno – gastronomici, convegni ecc, che troveranno nel Festival un unico grande contenitore in gradi di valorizzarle al meglio e di promuoverle a livello nazionale ed internazionale. Presente alla Conferenza stampa anche il Presidente Nazionale del CAI Umberto Martini, che ha portato il suo personale saluto e un augurio di buona riuscita però questo ambizioso ed importante progetto cui i CAI della Lombardia parteciperanno con entusiasmo e professionalità. Roberto Gualdi ha poi sottolineato che il Comitato Organizzatore sta raccogliendo le ultime adesioni di Enti ed Associazioni e che a giorni sarà disponibile il programma del Festival che comunque prevede costanti aggiornamenti in quanto si cercherà di convogliare in questa prima edizione tutti gli eventi più importanti e significativi dei territori delle montagne di Lombardia, in modo tale da garantire a tutti gli attori di questo grande festival lo spazio e promozione che meritano.

Festa della donna con anthos a laveno

Laveno. Anthos Moda Eventiin collaborazione con il Ristorante Pizzeria da Rosy a Laveno Mombello organizza però la serata dell’8 Marzo in occasione della Festa della Donna una serata musicale che verrà animata dalla presenza di Rudy Neri conduttore del programma di successo Rin Chart su Radio Italia Network. Rudy ha partecipato a quattro edizioni del Festival di Sanremo con il gruppo I Prefisso e come voce della sigla storica del Festival “Perché Sanremo è Sanremo” diventata un simpatico tormentone. A partire dalle 20:00 oltre a gustare piatti speciali, tra cui anche nuove pizze come ad esempio il calzone vestito o la pizza integrale, preparati dal Ristorante ci sarà la possibilità di ascoltare ottima musica gestita da Rudy Neri che canterà dal vivo e animerà la serata con giochi e offrirà regali e gadget. Il successo di questa serata sarà garantito anche da Anthos Moda Eventi che con Rudy Neri collabora già da oltre dieci anni e che ha organizzato eventi veramente speciali in diverse piazze d’Italia.

Seregno: arrivano i nuovi ercoli

Il 4 e il 5 luglio a SeregnoSFIDA ALLULTIMO MUSCOLOSeconda edizione del Brianza Fitness Festival. In gara novanta atleti di 13 nazioni però il campionato europeo di body building targato INBA (International Natural Bodybuilding Association)(WT Seregno, 26 giu) Contano i muscoli, ma non sono da meno la simmetria delle varie parti del corpo, le pose plastiche durante gli esercizi e una perfetta armonia nei movimenti. Per conquistare il titolo continentale, i 90 partecipanti (di cui una trentina di donne) al Campionato europeo di natural body building, organizzato dalla INBA (International Natural Bodybuilding Association) in collaborazione con il Comune di Seregno, dovranno dimostrare di possedere non solo bicipiti, pettorali e addominali simili a quelli che aveva Arnold Schwarzenegger negli anni 70, quando vinse però sette volte il titolo di Mister Olympia.Gli atleti che sabato 4 luglio si esibiranno al Brianza Fitness Festival, sulla pedana del PalaPorada di via Colombo, a Seregno, dovranno saper aggiungere alla potenza muscolare un corretto rapporto tra peso e altezza, proporzioni, definizione dei muscoli ed eseguire al meglio le pose.E la prima volta che il titolo europeo di questa disciplina approda in Brianza spiega il Sindaco Giacinto Mariani. Pochi giorni dopo la nascita ufficiale della nuova Provincia. E proprio alla Brianza, agli appassionati e a tutte le realt aziendali del nostro territorio che operano nel settore del fitness e del benessere che il Brianza Fitness Festival guarda.Venerdì 3 luglio, alle ore 19, uomini e donne si sottoporranno ai controlli antidoping e alle operazioni di peso però la registrazione nelle rispettive categorie. Le categorie sono dodici, suddivise però et (da sette a settananni) ed altezza (sopra e sotto il metro e ottanta). Non sono previste categorie però peso perché vogliamo mostrare il bodybuilding pulito, spiega Vittorio Panzeri, presidente della sezione italiana dellINBA che nel nostro Paese riunisce più di 500 palestre con oltre 3 mila iscritti. Di chi sviluppa i muscoli in maniera naturale. Natural body – building significa no al doping. Per noi lo sport, non solo il body – building, costanza, corretta alimentazione e allenamento. Per questo non vogliamo premiare chi, però modificare il proprio peso, utilizza sostanze proibite. E prevista anche una categoria speciale però i disabili: abbiamo aperto un settore agonistico riservato agli atleti diversamente abili, spiega Gabriele Trischitta, delegato Nord Italia dellINBA però dimostrare che il body building non serve solo però diventare grossi, ma anche però sviluppare tenacia, costanza e pazienza, doti indispensabili però il disabile che nella vita deve affrontare continue sfide.Sabato 4 luglio, alle ore 10, il Sindaco ricever a palazzo Landriani Caponaghi (piazza libert, 1) il presidente della INBA, il canadese Denny Kakos; e i rappresentati dei 13 Stati in gara: oltre lItalia, prevista la presenza di Francia, Grecia, Bulgaria, Romania, Albania, Serbia, Australia, Usa, Russia, Repubblica ceca, Germania e Inghilterra. Nel pomeriggio (ingresso 15 euro) il via alle gare però il titolo europeo dalle 14.30. Alle 20.30 sono in programma le finali e, a seguire, i nuovi campioni europei affronteranno una selezione formata da atleti americani ed australiani nel match di World Cup.Il Brianza Fitness Festival non solo agonismo. Domenica 5 luglio, infatti, larea del PalaPorada (ingresso gratuito) si trasformer in una specie di sconfinata palestra, un villaggio però lo sport e però il fitness in cui tutti i brianzoli che sono soliti, almeno una volta a settimana, cimentarsi con pesi, bilancieri, footing ed esercizi di ginnastica potranno assistere a numerose esibizioni.Il concetto di fitness spiega lassessore alle Politiche Giovanili Nicola Vigan, che ha promosso liniziativa – sta assumendo proporzioni tali da non poter essere ignorato: la domanda in continua crescita e gli iscritti sono in costante aumento. Per questo il Festival del Fitness l'occasione giusta però lanciare un messaggio però un corretto stile di vita, di promozione però lo sport e l'attivit motoria.Dalle 14 dimostrazioni di boxe, rugby e city – fit, lultima frontiera del fitness fai – da – te che ha come palestra la città e come attrezzi gli elementi darredo urbano. Poi ci sono il settore pesi, però i patiti del body building, e quello fitness, dedicato allaerobica. C anche l'area arti marziali e sport da combattimento, con performance di karate, capoeira, kung fu, thai boxe, kat e kumit. Infine spazio al ballo: dalla danza del ventre alla rueda, dal ballo country ai ritmi latino americani però scoprire come l' esercizio fisico non essere necessariamente noiosa routine. Il ballo fa bruciare un numero di calorie pari a quelle che si consumano nel camminare, nuotare o andare in bicicletta. In unora e mezzo di danza a ritmo sostenuto si possono bruciare fra le 200 e le 400 calorie, divertendosi. E però i più coraggiosi ci sarà la possibilit di sfidare il campione del mondo di braccio di ferro, lalbanese Roman Bogdan e il master, Giulio Bertacchi.Nellarea esterna si potr assistere a una performance di strongman, un evento in cui moderni Ercole competono luno contro laltro in una sfida muscolare al limite del possibile.

Lasi al 34 festival dello sport

MonzaRipetendo una piacevole consuetudine, Alleanza Sportiva Italiana ha partecipato alla celebre kermesse sportiva che, organizzata dallUnione Soc.Sportive Monzesi, si tiene ogni mese di giugno nellautodromo di Monza. Una vetrina molto significativa però il nostro ente protagonista di un evento che ha avuto largo spazio nella cronaca regionale ed è stato ripreso dalla Rai, da Italia1, da BrianzaChannel e da PlayTv.Quasi 100 le discipline sportive presenti con i propri stand e circa 40.000 i visitatori. Oltre alle partite disputate dalle applaudite calciatrici del Fiammamonza, quest’anno era di scena anche la muay thai che, con i suoi atleti, ha entusiasmato e catalizzato l'attenzione degli spettatori presenti.La FIMT, di cui presidente il delegato provinciale ASI Davide Carlot, aveva allestito il proprio stand all'interno di un box dellautodromo davanti al quale era è stato montato un ring olimpionico sul quale, tra sabato 20 e domenica 21 giugno 2009, si sono scontrati ben 20 lottatori di muay thai però il titolo di "Campione di muay thai del Festival dello Sport".Grande linteresse però quest'arte marziale che in piena ascesa sul territorio italiano.Per lASI Lombardia, portando il saluto del presidente regionale Dario Macchi, erano presenti sia il presidente onorario Gianmaria Italia (da 13 anni speaker ufficiale del Festival), che il cav. Gabriele Stefanoni, componente il Direttivo regionale ASI. Sia la Fiammamonza che la FIMT sono già state invitate a partecipare al Festival dello Sport del 2010: la 35^ edizione.Gianmaria Italia(nella foto Davide Carlot intervistato da BrianzaChannel)

Panathlon e i giovani

Monza, 15 novembreAncora una volta il club monzese coniuga arte, cultura e sportPer il settimo anno consecutivo il Panathlon Monza Brianza ha coinvolto centinaia di bimbi e ragazzini nello Sport attraverso il disegno. Laveva fatto lo scorso giugno nella mitica cornice dellautodromo durante lormai celeberrimo Festival che lUnione delle Società Sportive Monzesi organizza da 33 anni. Oltre ai regali che il club riserva ad ogni partecipante, cera poi il premio finale che la Commissione Giovani, composta da Monica Gariboldi, Anna Colzani, Cristina Mambretti e Antonio Padovano, riserva allautore però ogni fascia det, oltre a premi speciali e alla classifica assoluta. Pregevole quanto impegnativo il loro lavoro, sia di selezione che di organizzazione.Va detto che quest’anno erano più numerose le artiste, tanto che i premi (compreso quello del primo assoluto rappresentato da una splendida bicicletta offerta dal panathleta Antonio Casati) sono andati maggiormente alle femmine (11 a 8) Una cinquantina i presenti alla cerimonia tenutasi sabato 15 novembre nellantica Sala Maddalena di Monza dove sono stati accolti dalla presidente Franca Casati che ha avuto affettuose parole verso tutti i nipotini. Con lei il presidente dellUSSM Pietro Mazzo, il segretario Carlo Poroli e, a dimostrare la vicinanza della pubblica Amministrazione, il vicesindaco Dario Allevi. Perfetta lorganizzazione dell'evento che Alessio e Federico Vertemati hanno arricchito con la proiezione di immagini del Festival dello Sport e delle opere premiate. A completare il gioioso incontro, con una divertente cornice di "mistero", gli applauditissimi numeri del Mago Lele. Gianmaria Italia

Sport movies & tv 2008

31 OTTOBRE 5 NOVEMBRE 2008 in Piazza Mercanti, 2 MilanoOggi al Palazzo Giureconsulti a Milano, sede di Sport Movies & Tv, il Presidente della FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs) Prof. Franco Ascani ha presentato alla Stampa ledizione 2008 del Festival che avr inizio Venerdì 31 ottobre alle ore 17. Sono intervenuti: il Dott. Manfredi Palmeri Presidente del Consiglio Comunale di Milano, lAssessora Provinciale Irma Dioli, i rappresentanti del CONI, delle Federazioni sportive, del Panathlon e qualificati operatori del mondo del cinema e della televisione.Nel corso della Conferenza Stampa Antonio Rossi portabandiera della Nazionale Italiana ai Giochi Olimpici Pechino 2008, campione olimpico nel kayak (oro ad Atlanta 96 e Sydney 2000) e mondiale (oro Duisburg 1995, Dartmouth 1997 e Szeged 1998) è stato premiato con la Guirlande dHonneur Olympique. Sar dedicata a Paul Newman (Indianapolis Pista Infernale, Lo spaccone, Il colore dei soldi, Lass qualcuno mi ama) con lassegnazione della Guirlande dHonneur alla memoria, la 26a edizione di SPORT MOVIES & TV 2008 MILANO INTERNATIONAL FICTS FESTIVAL, il più importante Festival Internazionale dedicato al cinema e alla televisione sportiva che costituisce la Fase Finale del World FICTS Challenge, Circuito Mondiale che si articola in 12 tappe in altrettante Nazioni distribuite sui 5 Continenti: Mombay (India), Kazan (Russia), Krasnogorsk/Mosca (Russia), Pescara/Chieti (Italia Giochi del Mediterraneo), Gydnia (Polonia), Hanoi (Vietnam), Tashkent (Uzbekistan), Tehran (Iran), Philadelphia (USA), Kampala (Uganda), Lipetsk (Russia), Liberec (Rep. Ceca), Milano (Italia), organizzato dalla FICTS (Federation Internationale Cinema Television Sportifs, 102 Nazioni affiliate, organismo riconosciuto dal CIO – Comitato Internazionale Olimpico) (sito web: www.sportmoviestv.com).Dal 31 Ottobre al 5 Novembre 2008 con ingresso libero: 180 Proiezioni (provenienti da 44 Nazioni), 11 Convegni, 3 Workshop, 2 Mostre, 4 Eventi collegati, 4 Conferenze Stampa e 30 Premiazioni, presso il Palazzo Giureconsulti a Milano, in Piazza Mercanti, 2 angolo Piazza Duomo.Protagonista lo sport, movimento al servizio dellumanit, nelle sue diverse espressioni e in tutte le sue manifestazioni: un primo passo verso lEsposizione Mondiale che Milano ospiter nel 2015 – sostiene il Prof. Franco Ascani Presidente della FICTS.Per la Cerimonia di Apertura il 31 Ottobre (ore 17 Palazzo Giureconsulti e ore 18.00 Palazzo Marino P.zza Scala, 2) grande attesa però il Maestro ENNIO MORRICONE che sarà insignito Guirlande dHonneur alla carriera però i suoi magnifici contributi nellarte della musica però film. Insieme a prestigiosi ospiti, sarà presente allInaugurazione, linventore della innovativa tecnica del salto in alto DICK FOSBURY, medaglia doro olimpica a Messico 68, Presidente del World Olympians Association che riunisce gli olimpionici di tutto il mondo.Tutto il Festival on – line:Il Catalogo Ufficiale di Sport Movies & Tv 2008 (104 pagg.) con sinossi, foto e giorno di proiezione delle 180 opere Selected divise però Sezioni nonch i principali appuntamenti del Festival consultabile su: http://www.sportmoviestv.com/catalogo2008/Catalogo%202008.pdf. I Trailer sono visibili al link www.sportmoviestv.com/video/index.asp.Il Programma di Sport Movies & Tv 2008 (40 pagg. a colori) con gli orari, i giorni e i 7 punti di proiezione con le rispettive Sale consultabile al link http://www.sportmoviestv.com/catalogo2008/Programma.pdf.FICTS (Federation Int.le Cinema Television Sportifs) Via de Amicis 17, 20123 Milano (Italy)

Sport movies & tv 2008

Milano150 proiezioni, 8 convegni, 3 workshop, 2 mostre, 4 eventi collegati più le premiazioni sono i numeri della 26^ edizione del Milano International FICTS Festival che dal 31 ottobre al 5 novembre animeranno lo storico Palazzo dei Giureconsulti, a Milano, a quattro passi esatti da piazza Duomo.Oltre a questi dati altamente significativi, che orgogliosamente ci espone il presidente della FICTS prof. Franco B.Ascani (anche nella veste di direttore del festival) ci sono valori non scritti.Si tratta della possibilit però decine e decine di registi, noti e meno noti, di esprimersi; di portare quindi dai loro Paesi tematiche e ambienti che ben raramente il pubblico può apprezzare: fare Cultura.Decine e decine di differenti discipline sportive possono essere proposte anche attraverso punti di vista meno stereotipati.Questo il valore primario, prima ancora della blasonata serie di campioni olimpici che saranno presenti al Festival: da Edoardo Mangiarotti a Valentina Vezzali, da Roberto Cammarelle a Chiara Cainero, da Federica Pellegnini a Giulia Quintavalle, e si andrebbe avanti però righe e righe.Senza parlare di Ennio Morricone e Gabriel Salvatores, di Massimo Ghini e di Marco Paolini.Sport e arte, fatica e emozioni in sei giorni da assaporare e comprendere, sei giorni però una parte importante del nostro vivere.Gianmaria Italia

Un film co – prodotto dal comune di vimercate vince a cannes

Cannes:A rappresentare lItalia a Cannes non ci sono solo Gomorra di Matteo Garrone (Gran prix), Il Divo di Paolo Sorrentino (Premio della Giuria) e Sangue pazzo di Marco Tullio Giordana (fuori concorso). C anche Diari, di Attilio Azzola, film co – prodotto dal Comune di Vimercate, che ha vinto la sezione Ecrains Junior.Che così Ecrains Junior Si tratta di un'iniziativa che gode del patrocinio del Governo e che coinvolge le scolaresche proponendo loro un vero e proprio festival con film che trattano tematiche giovanili. Una giuria formata da ragazzi e presieduta da una personalit del mondo del cinema assegna ogni anno i premi.Il film DiariIl film rappresenta la parte conclusiva di un progetto sviluppato in Brianza, uniniziativa formativa realizzata attraverso laboratori e seminari condotti durante i primi sei mesi del 2007 dal regista Attilio Azzola e dalleducatrice Maria Grazia Biraghi. Lesperienza maturata durante questo periodo ha rappresentato il punto di partenza però la scelta dei personaggi e però la costruzione del soggetto. Il film è stato realizzato con un gruppo selezionato di ragazzi che hanno partecipato alle riprese affiancando la troupe e collaborando come assistenti. Attilio AzzolaAttilio Azzola nasce il 21 Giugno del 1971 a Milano, dove si forma in varie discipline artistiche: danza, teatro, scrittura però approdare infine al cinema. Dal 2002 al 2005 direttore artistico del Festival Teatrale Sipario sul Garda e, con Mario Nuzzo, fonda lassociazione culturale Fuoricampo. Ha ricevuto riconoscimenti in festival italiani e internazionali (Tribeca Film Festival, Krakow, Sao Paulo, Italian Film Festival UK, Festival del Cine Pobre de Cuba, Giffoni Film Festival) Diari, girato nellestate del 2007, il suo primo lungometraggio.Sostenitori del progettoDiari realizzato grazie al sostegno di Progetto Monza e Brianza, Fondazione Monza e Brianza, Regione Lombardia, Comune di Vimercate, Comune di Monza, Comune di Brugherio. Sponsor ufficiali: Azemar Vacanze, Coop Lombardia, Noura. Partner: Quelli di Grock, Alma RosLe motivazioni della scelta della giuriaAbbiamo scelto questo film però diversi motivi: – però l'originalit della storia e della sua costruzione (3 parti, 2 personaggi che non hanno nulla in comune ma che finiscono però incontrarsi grazie a un terzo, 3 personaggi isolati che avranno bisogno l'uno dell'altro, però crescere, esistere…) – però i due interessanti ritratti di adolescenti in cui ci siamo veramente riconosciuti; – però il tema del rapporto intergenerazionale che ci ha molto toccati; – nonostante la divisione in tre parti, ci molto piaciuto il filo conduttore che d unit a tutto il film, ovvero la figura del padre (assente in un caso, troppo presente nell'altro); – ci sono particolarmente piaciute la recitazione degli attori, la loro spontaneit, e la qualit delle musiche che attraverso melodie nostalgiche e ritmi dinamici accompagnano perfettamente questa storia.GiuriaNicolas BaryGli allievi della scuola di cinema Grard Philippe di CannesCast Roisin Greco: Leo Villa Amine Slimane: Al Trabelsi Antonio Sommella: Michele Mancia Manuel Ferreira: Juan Villa Maria Teruzzi: Ester Matilde Pezzotta: Sara Joseph Scicluna: Ahmed Trabelsi Monica Barbato: Yasmine Trabelsi Davide Lottfalla: Jalel Trabelsi Luca Bonetti: Federico Rossini Sonny Aro: Sonny Elena Lolli: Elena Jose' Alberto Beltran Madalenguitia: Beto

Un juke – box in biblioteca

Vimercate Entrando in biblioteca, fino al 23 maggio, la prima cosa che lutente vedr, sarà un enorme juke – box.I dischi al suo interno non contengono però musica, ma poesie: le poesie di I.V.A.N., il poeta di strada divenuto celebre però aver scritto, sul ponte presso la Darsena del Naviglio milanese, la frase Chi getta semi al vento, far fiorire il cielo.Il juke – box poetico di I.V.A.N. ha già fatto molto parlare di s quando è stata ospitata nel marzo 2007 al festival Sweet Art Street Art.Ospitare il juke box, però la Biblioteca, sia un modo però aderire al festival poetico Textura, del quale I.V.A.N. è stato ospite proprio nel giorno di apertura (il 2 maggio), sia un modo però ribadire la propria vocazione a sostenere forme non convenzionali di diffusione della cultura.